Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 02/09/2015 alle  14:25:17, nella sezione EVENTI,  578 letture)

Dal 2 al 6 settembre il Grand Hotel Minareto di Siracusa ospiterà la Conferenza Internazionale “Art and Psyche in Sicily: Aree di confine e di sovrapposizione: il limen appena percettibile. L’Universalità dell’arte: tra prevenzione, educazione sanitaria e riabilitazione”. In questa occasione si riuniscono psichiatri, psicanalisti e artisti che si confrontano su vari temi che riguardano gli aspetti psicologici e simbolici della creatività espressa nell’arte, nell’architettura, nell’archeologia, proprio qui in terra di Sicilia, dove strati di diverse civiltà si incontrano e si sovrappongono nella storia e nel mito. L’evento è organizzato dall’Istituto per l’Italia meridionale e per la Sicilia del Cipa e dall’International of Analytical Psychology Association, insieme all’Art and Psyche Working Group, che hanno collaborato affinché in questa prestigiosa occasione possa emergere all’interno del concetto di universalità dell’arte la sua importanza per la promozione della salute, nei suoi molteplici aspetti della prevenzione, dell’educazione sanitaria e della riabilitazione. Sono presenti studiosi di varie discipline provenienti da ogni parte del mondo.

 
di Redazione (pubblicato il 31/08/2015 alle  15:48:41, nella sezione EVENTI,  796 letture)

LOCANDINA EVENTOL'associazione "Per la città che vorrei" riparte con un programma di attività sempre più ambizioso. Il presidente Sergio Pillitteri, nel comunicato stampa, dichiara: "Siamo diventati un punto di riferimento per la città, il nostro patrimonio culturale è fatto dai tanti talenti siracusani. Ripartiamo l'11 settembre alle ore 19, presso la Chiesa dei Cavalieri di Malta in via Gargallo, nel centro storico siracusano di Ortigia, con un evento in programma veramente interessante: andrà in scena l’adattamento teatrale del fortunato romanzo di Luca Raimondi dal titolo “Tutto quell’amore disperso” (Edizioni Il Foglio), seconda parte (leggibile in modo autonomo) del dittico inaugurato nel 2013 da “Se avessi previsto tutto questo” che ha per protagonista il tragicomico personaggio del giovane universitario Carlo Piras, figlio unico alle prese con una difficoltosa formazione sentimentale nella seconda metà degli anni ’90.

"I prossimi mesi" aggiunge Sergio Pillitteri, "ci vedono impegnati con un programma pieno di eventi e progetti. Il nostro direttivo ha lavorato bene, è stato in grado di avviare una progettualità culturale utile alla città. Convegni, seminari, teatro, musica e approfondimenti sul nostro territorio saranno protagonisti nei mesi di settembre e ottobre, tutta dettagliatamente visualizzabile su www.perlacittachevorrei.it."

Lo spettacolo in programma l'11 Settembre è il primo allestimento scenico tratto da un’opera di Raimondi. L’adattamento e la regia sono opera di Silvana Scrofani, luci e suoni sono a cura di Pino Cultrera, per quanto riguarda il cast sarà il giovane Alessio Albi ad incarnare Carlo Piras, alter-ego dell’autore, mentre Ismenia Amari e Luana Iacono saranno le due ragazze a cui lui dedica le sue attenzioni e i suoi confusi sentimenti, la timida Sofia e la più disinvolta Natalie.

foto pillitteriCarlo Piras, attratto dalle maliziose provocazioni della seconda, finisce con il rompere precocemente il fidanzamento con Sofia, salvo pentirsene quando ormai forse è troppo tardi. Essendo uno studente di filosofia, non manca di porsi una serie di interrogativi esistenziali sospesi tra ragione e sentimento, producendosi però in umani, troppo umani, disperati e goffi tentativi di risollevare le sorti di quello che forse è un amore più grande e importante del previsto.

Il romanzo di Raimondi è aperto da una prefazione del popolare scrittore bolognese Gianluca Morozzi e ha ottenuto diverse recensioni lusinghiere, tra cui quella di Marina Bisogno sulla nota rivista letteraria “Satisfiction”, che così si è espressa: “Luca Raimondi va alla scoperta di una generazione all’alba della crisi. L’atteggiamento numero uno è l’ironia, non senza una certa fede nel domani. Questo romanzo è uno spasso: intrattiene, diverte e solleva un sacco di domande: chi siamo? cosa ne è stato di quel che volevamo essere?”.

Luca Raimondi, lo ricordiamo, è nato nel 1977 ad Augusta (Sr). Bilaureato, ha pubblicato con le Edizioni Dell’Ariete i romanzi “Cerniera lampo” (1996) e “Cuore del vuoto” (1998), con Aracne “Marenigma” (2009), con Melino Nerella il lungo racconto contenuto in “Amore, rabbia e verità” (2009) e quello più breve in “Le eccellenze del gusto” (2011). Nel 2013 ha pubblicato per le Edizioni Il Foglio “Se avessi previsto tutto questo. In cerca d’amore nella Catania di fine millennio”. È autore anche di alcuni saggi, tra cui “Nient’altro che un sogno. Pasolini e la Trilogia della vita” (Bastogi, 2005), “Il pensiero pedagogico di Pier Paolo Pasolini” (Sampognaro & Pupi, 2006) e “Comunicare la cultura” (Bonanno, 2007). Regista, montatore e sceneggiatore, tra il 2002 e il 2008 ha diretto sei edizioni del festival Corto Siracusano, nel cui ambito ha pubblicato il volume “Fronte del corto. Scenari siciliani del film breve” (Sampognaro & Pupi, 2005).Nel 2015 gli è stato attribuito il “Premio Letterario Simone Tasca” per la Cultura.

Per chi fosse interessato ad assistere alla rappresentazione, è consigliabile la prenotazione al numero 338/8033361.

 
di Redazione (pubblicato il 25/08/2015 alle  15:22:13, nella sezione EVENTI,  930 letture)

Un evento artistico eccezionale quello che si è svolto sabato e domenica scorse nei suggestivi ambienti dell'Antico Mercato di Ortigia, dove Marisa Leanza e Veronica Parisi, artiste e organizzatrici, hanno presentato al pubblico la manifestazione "Sul filo della creatività". Si è¨ trattato di mettere insieme pittori, fotografi, poeti, artigiani e creatori di moda in un unico contenitore che ha fornito momenti di grande spettacolo con musica, ballo e sfilate di moda. Bellissime modelle acconciate da Giorgio Iacono hanno indossato capi che sono stati ideati dai soci del Rifugio dell'Arte, vere e proprie creazioni ispirate ai colori e ai simboli della Sicilia. Ha sfilato anche, incantando tutti i presenti con la sua smagliante bellezza, la modella Greta Bertone, greta bertoneMiss Europa 2015 (a destra con il direttore di "Diorama"). Presente l'assessore e vicesindaco di Siracusa Francesco Italia e gli artisti dell'associazione che fa capo a Laura Alessi, anch'ella brillante artista e organizzatrice di eventi d'arte a carattere nazionale. Oltre alle opere della stessa Alessi erano in mostra i quadri di Barbara Aronne, Lisa Barbera, Sebastiano, Belfiore, Silvana Belfiore, Giuseppe Cascina, Mirella Ciccio, Vincenza Favaloro, Iessica Ferrera, Alessia Ferri, Angela Floridia, Rosario Greco, Ornella Gullotta, Denise Insolia, Marisa Leanza, Anthea Lillo, Adua Menozzi, Angelo Moncada, Cristina Flora Moncada, Carmen Monaco, Michele Muscia, Amedeo Nicotra, Armando Nigro, Deborah Nigro, Vincenzo Nitto, Ketty Nitto, Silvia Orecchia, Vincenzo Rossitto, Cinzia Sipala, Graziamaria Toscano, Donata Tropiano, Mascia Vasile e Anna Zappulla. Presentati anche i gioielli che fanno parte delle "Creazioni di Remigia", atelier laboratorio gestito da Remigia Abela.

 
di Redazione (pubblicato il 10/07/2015 alle  15:48:52, nella sezione EVENTI,  908 letture)

cavalleriaIl 9 luglio in piazza Duomo ad Augusta è stato il giorno della messa in scena della Cavalleria Rusticana, evento fortemente voluto da Marcello Giordani. Il Sindaco di Augusta Cettina Di Pietro aveva dichiarato: “Con Cavalleria Rusticana inizia l’estate augustana. Siamo felici di ospitare nella nostra città una produzione così importante e ci rendiamo disponibili ad avviare una collaborazione per trasformare questo evento in un appuntamento annuale”. Una storia di passione e di morte, Cavalleria rusticana, in cui la violenza è riscattata da un alone di nemesi domestica, da una hybris che ubbidisce a norme morali più imperiose di qualunque legge scritta, dall’andamento e dalla classica misura della tragedia greca. A definirla così è stata Sarah Zappulla Muscarà, ordinaria di letteratura italiana all’Università degli Studi di Catania, che ha voluto apportare un suo breve contributo critico pubblicato nei libretti di sala. “Una tragedia collettiva, un sacrificio corale raccontato con la voce (il canto) e il corpo (la danza). Lo spettatore si è trovato coinvolto in una storia che non può lasciare indifferenti e ha scoperto, con gli occhi di un bambino curioso, tutti quegli artifici scenici nascosti” – ha commentato così Lino Privitera, regista e coreografo. Per Marcello Giordani (che ha vestito i panni di Turiddu) è un sogno che si è realizzato: “Mio padre mi regalò tanti anni fa un vinile con Cavalleria Rusticana, me ne innamorai subito e così iniziò la mia passione. Il sogno di mio padre era vedere al Castello Svevo la messa in scena di Cavalleria Rusticana ad Augusta. Questo spettacolo è dedicato alla sua memoria, quello che sono oggi è soprattutto merito suo. Ringrazio la fondazione israeliana canadese per aver creduto in questo progetto”. L’orchestra filarmonica belliniana è stata diretta dal maestro Antonino Manuli con i coristi del Bellini e gli allievi della YAP diretti dal Maestro Rosy Messina. Una gran massa di pubblico è accorso in piazza Duomo ad applaudire Giordani e i suoi collaboratori, rendendo il centro storico augustano vivo e vissuto come non succedeva da tempo, soprattutto d’estate, vista l’assenza totale in questi ultimi anni di eventi artistici e culturali rivolti alla cittadinanza.

 
di Redazione (pubblicato il 01/07/2015 alle  11:17:49, nella sezione EVENTI,  769 letture)

aretusa sound locandinaAncora un evento a cura dell'associazione culturale “Per la città che vorrei”: questa volta è di scena il lancio di un nuovo gruppo musicale live, gli Aretusa sound. Che si esibiranno venerdi 3 luglio all3 19,30 presso l’Antica Masseria di Siracusa. “Siamo sempre disponibili ad accogliere nuovi gruppi talentuosi del nostro territorio, sono loro i protagonisti del nuovo modello culturale di cui la città e la provincia deve dotarsi” afferma Sergio Pillitteri, Presidente dell’associazione. "À Paris" è uno spettacolo musicale che vuole ricordare il fenomeno più importante e culturalmente più accreditato della canzone europea, legato agli chansonniers francesi, che ha il suo centro nel periodo compreso tra gli anni ‘30 e i primi anni ‘50, con una ripresa intorno agli anni ’60. Il gruppo Aretusa Sound farà ascoltare un excursus fra i brani più famosi di alcuni di questi chansonniers.

Il gruppo nasce dalla volontà di Pino Cultrera di riunire gli amici che come lui hanno vissuto gli anni '60 da musicisti siracusani, da cui il nome “Aretusa Sound”. Negli anni '60 Siracusa è stata un fiorire di gruppi musicali, nel 1966 nascono “The Five” (di cui Pino era chitarra solista) l'inizio della sua avventura musicale mai sospesa e che tutt'ora lo porta sempre alla ricerca di nuove esperienze musicali. Nel 1964 nasce il “Gruppo Estivo” il cui batterista era Santino Fidone, e che oggi arricchisce le performance del gruppo con le sue percussioni. Nel 1960 nascono i “K4 Fe(CN)6” in cui chitarra solista era Nino Grande, che, oggi, con la sua chitarra conferisce al gruppo il sound della Siracusa beat degli anni '60. E dulcis in fundo fa parte di questo gruppo quella che nel pentagramma del ventennio '60/'80 di Siracusa fu definita l'ottava nota musicale, quella gentile, quella che ha reso più vivace ed interessante il panorama omogeneo e già troppo al maschile dei complessi di casa nostra, Lucia Cunsolino; Ha suonato con i Falchi, con i Jolly Five; ha partecipato ad Ariccia '68, Castrocaro '70 e '72.

 
di Redazione (pubblicato il 05/06/2015 alle  10:46:28, nella sezione EVENTI,  592 letture)

mura dionigianeÈ fissata per domenica 7 giugno l’escursione archeologica lungo la pista ciclabile “Alla scoperta delle mura dionigiane” organizzata dall’associazione culturale “Per la città che vorrei” presieduta da Sergio Pillitteri. Un ampio tratto delle cosiddette mura dionigiane di Siracusa si sviluppa all’interno del quartiere Tyche. Queste mura fanno parte di un più ampio sistema di difesa della città fatto edificare da Dionigi il Vecchio nel 401 a.C. per difendere la città dagli attacchi dalla terraferma e dal mare. Queste mura, che circondavano tutta la città antica, culminavano nell’Epipole con il Castello Eurialo. Realizzati con grandi blocchi in pietra calcarea, si sviluppavano lungo tutto il perimetro urbano, alternando a distanza regolare delle grandi torri di difesa e delle porte. La parte di queste mura presenti nel quartiere Tyche è ancora visibile in alcuni tratti, in particolare presso la tonnara Santa Panagia, dove si possono ancora osservare grandi blocchi conservati nelle loro collocazioni originali. Altri tratti delle mura sono visibili presso le balze che dominano la sottostante contrada Targia, in una parte del quartiere resa famosa da Paolo Orsi, il quale vi scoprì un santuario rupestre antico dedicato al culto di Artemide.

Sostiene Sergio Pillitteri che “Un patrimonio storico ed archeologico di tale importanza non può continuare ad essere ignorato dai percorsi turistici e culturali della città moderna. Un progetto di recupero finalizzato alla tutela ed alla fruizione, nonché allo studio, fermerebbe il lento degrado a cui è costantemente sottoposto. L’abbandono di questa importante area archeologica, oltre impoverire la città di parte del proprio patrimonio storico ed archeologico, priva il quartiere Tyche di una ulteriore risorsa per il suo sviluppo.”

Il raduno per l’escursione, che avrà come prestigiosa guida il prof. Giancarlo Germanà, docente universitario dell'Accademia di Belle Arti di Catania, è previsto alle 9,30 presso il Rifornimento Agip in viale Santa Panagia (dopo sede Cgil Siracusa). L’iscrizione, aperta a tutti, prevede un piccolo contributo, maggiori informazioni al numero 338/8033361.

 
di Redazione (pubblicato il 04/06/2015 alle  10:15:07, nella sezione EVENTI,  559 letture)

RUTGER HAUER ETNA COMICS FOTO DI LUCA RAIMONDIQuattro giorni da record per Etna Comics 2015, con 61000 presenze, 243 espositori e 137 ospiti provenienti da tre continenti. Numeri entusiasmanti per la quinta edizione del Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, che anche quest’anno vince la sua scommessa superando nettamente le cifre registrate nel 2014, grazie anche alla giornata in più che lo staff diretto da Antonio Mannino ha voluto regalare ai suoi fan. Premiato l’impegno dell’organizzazione, che anche quest’anno è riuscita a portare a Catania ospiti di caratura internazionale ed editori leader nel settore del fumetto e del gaming. La presenza di Rutger Hauer (nella foto a sinistra), guest star dell’evento, lancia Etna Comics verso il mondo finora inesplorato del cinema, ponendo la prima pietra per quello che potrebbe essere un nuovo punto di forza della kermesse. Riyoko Ikeda, Masami Suda, Jill Thompson, Peter Milligan, Angelo Stano e Claudio Castellini hanno stregato tutti con il talento della loro matita. Tutte le altre aree, dal Games al Videogames, dal Japan Center all’Altrimondi, dalle Mostre all’Area Junior, dalla Youtube Alley alla sezione per i doppiatori, hanno mostrato una crescita esponenziale rispetto agli anni precedenti, portando a Catania realtà inedite e molto apprezzate dai visitatori, che hanno invaso ogni angolo dei padiglioni del Centro Fieristico “Le Ciminiere”.

FOLLA IN AREA PLACO ETNA COMICS 2015Di primissimo livello, come sempre, i concerti delle quattro serate, che quest’anno hanno visto salire sul palco dai Gem Boy ad Andrea Agresti e la sua DB Days Band, da Clara Serina e i Parimpampum alla stessa Riyoko Ikeda, nota anche come soprano, senza dimenticare la magia Disney regalata dai fratelli Aiello. Immancabile il Cosplay Contest dell’ultima giornata, che ha visto trionfare nella categoria The Best Diana Consoli (nelle vesti di Arachne – Artbook Mystic Animism), a cui va un viaggio con relativo alloggio e pass full access per il San Diego Comic-Con 2016.

Risultati importanti anche dalla consueta asta di beneficenza, che quest’anno ha permesso di raccogliere 5445 euro, che saranno devoluti, nella misura del 30%, alla fondazione di Rutger Hauer per la ricerca contro l’AIDS e per il 70% al Comune di Catania per la realizzazione di una bambinopoli in uno dei quartieri della città. Cifre importanti dunque per quella che si attesta ormai come una kermesse di prim’ordine nel panorama fumettistico nazionale, avendo fatto registrare su tutti i fronti risultati senza precedenti nella storia di questo Festival. E c’è già chi, calendario alla mano, ha iniziato il count-down per la sesta edizione che, come annunciato ieri sera sul palco dallo stesso direttore Antonio Mannino, si snoderà ancora una volta in quattro intense giornate, dal 2 al 5 giugno 2016!

 
di Luca Raimondi (pubblicato il 29/05/2015 alle  20:12:01, nella sezione EVENTI,  649 letture)

rutger hauer a fontanarossaSolo ventiquattro ore e Catania tornerà ad essere per quattro intense giornate la capitale del fumetto e della cultura pop. La quinta edizione di Etna Comics è infatti ormai alle porte e da domani 30 maggio a martedì 2 giugno il Centro Fieristico “Le Ciminiere” riaprirà i battenti per accogliere le decine di migliaia di visitatori che vedono nella kermesse un appuntamento imperdibile.

Tante le novità in programma quest’anno, a partire da un’apertura senza precedenti al mondo del cinema, grazie alla presenza per tutta la manifestazione di Rutger Hauer (nella foto a sinistra immortalato al suo arrivo a Fontanarossa), con una masterclass proposta da lui stesso e la proiezione di alcuni dei film che lo hanno reso celebre, da The Hitcher a Ladyhawke. Il divo di Hollywood, leggendario anche per la parte del replicante Roy Batty in Blade Runner ma protagonista anche di tantissimi altri film in una carriera prestigiosa e ultraquarantennale, sarà presente già domani mattina alle 10:00 per il taglio del nastro, al fianco delle autorità e dello staff organizzativo diretto da Antonio Mannino, dando così il via a quella che già si preannuncia come l’ennesima edizione da record.

Il Festival internazionale del fumetto e della cultura pop riparte dai numeri esplosivi del 2014, con oltre 50.000 visitatori, ma con la concreta ambizione di polverizzare ogni primato. L’evento, considerato ormai un vero e proprio cult di proporzioni sorprendenti, si snoderà, quest’anno, come già annunciato, in quattro ricchissime giornate ispirate dall’hashtag #backtothefantasy. Tantissimi gli ospiti presenti già nella prima giornata, con Riyoko Ikeda, “mamma” di Lady Oscar, e Masami Suda, creatore della versione animata di Ken il guerriero, pronti ad incontrarvi. Senza dimenticare le travolgenti novità del palco, sul quale domani sera si esibiranno per la prima volta i simpaticissimi Gem Boy, conosciuti ai più per le cover parodistiche di canzoni famose. Tra i punti di forza la mostra sui 50 anni di Valentina, creatura di Guido Crepax che ha stregato generazioni di appassionati, fiore all’occhiello di un’Area che col suo appeal continua a catturare l’attenzione di migliaia di visitatori e che, tra le altre, ospiterà anche le mostre su Star Wars e Ritorno al Futuro.

Dopo lo straordinario successo del 2014, grande attesa anche per la Youtube Alley, dedicata ad autori e protagonisti di alcuni dei canali youtube più seguiti dagli internauti. Appuntamento dunque per domani mattina, quando questa nuova, fantastica, avventura prenderà finalmente il via dopo un anno di trepidante attesa.

 
di Redazione (pubblicato il 28/05/2015 alle  20:44:07, nella sezione EVENTI,  1011 letture)

litterioPer carenza di fondi in questi anni ad Augusta non ci sono stati spettacoli, luci, feste. La crisi economica dovuta al commissariamento è stata scontata dai cittadini. Giovedì sera il candidato a sindaco Marcello Guagliardo ha voluto offrire uno spettacolo alla città, non uno spettacolo di lirica come si poteva pensare ma di un genere più leggero come il cabaret. Toti, Totino e Litterio sono venuti ad Augusta, gratuitamente, per l'amicizia che li lega a Guagliardo, il quale deve aver pensato che in questi tempi tristi due ore di sano divertimento avrebbero potuto rallegrare gli animi e magari convincerli al voto. D’altro canto nel progetto di risveglio che il tenore ha in mente per Augusta lo spettacolo e l'arte in tutte le sue forme dovrebbero tornare protagonisti. Alla serata sono intervenuti gli assessori designati Giuseppe Curella, Antonio Roggio e Mirko Laface. Guagliardo ha ricordato come Augusta, negli anni venti, abbia avuto un momento aureo grazie a uomini di cultura lontani dalla politica come furono Corbino e Muscatello. Anche la Hot Jazz Orchestra ha voluto omaggiare i cittadini augustani con una esibizione, mentre il tenore Marcello Guagliardo si è esibito in due brani, il sicilianissimo “ E Vui Durmiti ancora” e il suo cavallo di battaglia "Nessun Dorma".

 
di Redazione (pubblicato il 26/05/2015 alle  16:49:16, nella sezione EVENTI,  538 letture)

Dopo il recente successo registrato al Museo Regionale di Camarina, in occasione della Notte dei Musei, lo spettacolo “Guerre e Pace …a Kamarina” andrà in scena al Teatro Greco di Palazzolo il prossimo 31 Maggio in occasione del XXI Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani. L'opera, scritta e diretta dal regista Gianni Battaglia, sarà infatti ospite dell’importante kermesse su scelta del Dott. Sebastiano Aglianò, Dirigente INDA (Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa) e del Consigliere INDA, il Prof. Paolo Giansiracusa. Si tratta di una prestigiosa rassegna europea con allestimenti provenienti da Grecia, Russia, Serbia, Repubblica Ceca, Germania, Francia, Belgio e con allestimenti nazionali provenienti da Milano, Roma, Padova, Trieste, Savona, Genova, Firenze, Ravenna, Caserta, Napoli, Salerno, Foggia nonché da diverse parti della Sicilia.

In scena dunque la riproduzione sulla storia della città greca di Camarina, allestita dal Laboratorio Camarinense di Teatro Classico, formato da circa 45 studenti dei licei iblei, grazie al supporto del Museo Regionale di Camarina con il patrocinio dell'Assessore alla Pubblica Istruzione Salvatore Martorana e dell'Assessore alla Cultura Stefania Campo, del Comune di Ragusa.

Con l’esibizione a Palazzolo si darà il via ad una sorta di scambio culturale all’insegna del teatro che continuerà in futuro. Infatti a Camarina, il prossimo Agosto, sarà ospitata la produzione “Lisistrata” dell’INDA nell’ambito dell’Estate Camarinense, inserito nel calendario degli spettacoli dell’Estate Iblea 2015. A sostenere la produzione “Guerra e Pace …a Kamarina” sono i Licei Classico e Scientifico I.I.S. G.Mazzini di Vittoria, il Liceo Scientifico E.Fermi di Ragusa, il Liceo Classico G.Carducci di Comiso, il Liceo Artistico S.Fiume di Comiso, il Liceo Musicale G.Verga di Modica e gli allievi del Teatro d'Arte Sicilia di Ragusa.

 
di Redazione (pubblicato il 25/05/2015 alle  15:01:09, nella sezione EVENTI,  522 letture)

GERMANA PILLITTERIGrande partecipazione per la Lectio Magistralis promossa dall'associazione culturale "Per la città che vorrei". Venerdi 22 maggio la sede dell'associazione è stata presa d'assalto da cittadini, soci e simpatizzanti che sono rimasti infine estasiati dalla prolusione di Giancarlo Germanà, docente universitario dell'Accademia di Belle Arti di Catania, sul tema "Delitto e purificazione nella tragedia greca". Presente anche l'on. Bruno Marziano, che ha riferito gli ultimi aggiornamenti in merito alla ripresa dell'attività Expo Sicilia.

"Siamo orgogliosi di svolgere momenti d'approfondimento interessanti come questi nella nostra sede di via Tripoli,23" spiega il dott. Sergio Pillitteri, presidente dell'associazione "Per la città che vorrei". "La nostra sede è oggi più che mai luogo di confronto di altissimo profilo. Il nostro programma è colmo d' attività che guardano sempre con attenzione le dinamiche di sviluppo culturale e sociale della nostra città: la cultura come volano di sviluppo a Siracusa. L'INDA può sempre di più rappresentare uno strumento fondamentale per la crescita della nostra città sia in termini culturali che anche turistici. Si prenda a modello la nostra attività, la politica locale di questa città apprenda da noi. Spesso tanti cittadini ci incitano a continuare in tale direzione, noi non verremo meno, con passione e competenza porteremo avanti il sano modello di partecipazione che sino ad oggi ha dato enormi soddisfazioni ai cittadini".

 
di Redazione (pubblicato il 12/05/2015 alle  09:14:30, nella sezione EVENTI,  510 letture)

sergio pillitteri"Un evento da non perdere" annuncia Sergio Pillitteri, presidente dell'associazione "Per la città che vorrei".  "Amore, demone possente, che sta tra i mortali e gli immortali..." Così Platone nel Simposio. L'amore, considerato in tutte le sue sfaccettature, sarà il tema attorno a cui ruoterà lo spettacolo "Il canto dell'amore" che si terrà a Siracusa presso il Salone dell'Istituto Musicale "Privitera" in Viale Regina Margherita 19 giorno 15 maggio 2015 alle ore 19.30. Famosi passi letterari, letti da Silvana Scrofani, accompagneranno i brani musicali affidati alla bravura e all'estro di Salvino Strano, noto musicista siracusano. 

 
di Redazione (pubblicato il 07/05/2015 alle  14:46:00, nella sezione EVENTI,  612 letture)

maria gennusoL'associazione culturale "Per la città che vorrei" chiama a raccolta le mamme di Siracusa Domenica 10 Maggio ore 10.00 presso il Teatro chiesa Sacra Famiglia in viale dei Comuni.

I bambini parteciperanno a un percorso didattico-educativo attraverso dei cartelloni che rappresenteranno "Come nasce una mamma?" e la "Super mamma di oggi", coloreranno delle schede strutturate e poi realizzeranno un lavoretto con le proprie mani da donare alla loro mamma.

La festa continua con l’animazione curata dal “Circo Riccio” artisti di strada,famosi per le loro acrobazie e per le loro gigantesche bolle di sapone che faranno felici piccoli e grandi, facendo rivivere momenti oggi persi, sempre emozionanti e custoditi nel cuore di ognuno di noi. A seguire, realizzazione di sculture di palloncini e, per finire, consegna dell’attestato di partecipazione alle “Super mamme”. Maria Gennuso, responsabile delle attività laboratoriali dell'associazione, dichiara: "la nostra associazione con sensibilità si pone gli obiettivi di promuovere la cultura dell’infanzia, lo sviluppo cognitivo, psicologico e socio-relazionale, promuovere la valorizzazione del territorio, creando una città a misura di bambino, dando uno spazio dove crescere, giocare, relazionarsi. Il presidente dell'associazione "Per la città che vorrei", Sergio Pillitteri, aggiunge: "In questo evento i veri protagonisti saranno le mamme ed i bambini, vogliamo evidenziare il ruolo dell'istituzione "famiglia" e soprattutto l'importanza delle mamme nel vivere quotidiano".

 
di Redazione (pubblicato il 04/05/2015 alle  15:03:43, nella sezione EVENTI,  769 letture)

TRUPPIETTUL’Associazione ”Rosolinesi a Siracusa” ha organizzato qualche giorno fa in un agriturismo un singolare torneo di “Truppiettu” rosolinese in ricordo di come si giocava negli anni dell’infanzia. Nell’occasione sono state lette alcune pagine del libro “Come Giocavamo” scritto da Federico Faraone, nelle quali viene descritto come si eseguivano i lanci: ‘n-sutta,’n-supra, a testa, a pizzuni o tiro americanu. Se il tiro era stato ben eseguito prendeva diverse denominazioni: masculinu, addummisciutu, ’na sita, lapuniata, assaccunna, morriri. Nel libro si parla anche del tipo di legno utilizzato, del truppiettu ballarinu, della presa in mano del truppiettu, ecc. A Rosolini furono pochi gli autentici maestri truppittari; primo, vero e forse unico fra tutti, il celebre Don Gaitanu Mmmirmina, che, nella sua bottega di Rosolini, in via Roma, vicino o Corigghjesù, creava col suo tornio definito “magico” eccellenti truppetti, compatti, bilanciati e dalle puntazze in acciao, che si potevano scegliere fra quelle arrotondate, sferiche o quadrangolari. Pietro Paolo Poidimani ha fatto pervenire all’Associazione una nota che è stata letta e che diceva: “Subito il mio pensiero va all’ indimenticabile don Caitanu Immermina insuperabile artista ri truppetta e ri autri cosi che fanno parte delle tradizioni del popolo siciliano e rusalinaru. Un giorno mio padre Pippo Poidimani, cu don Currainu Assenza e il grande antropologo siciliano Antonino Uccello, presente il sottoscritto ancora ragazzo, andarono da don Caitanu nta na traversa ra Via Roma a Rusalini pi fari fari triccientu truppetta co lignu ri na maccia ri carrua di nostra proprietà ro tirrinu ro Casali vicinu all’Arbanieddu. Buona parte mio padre li donò a Uccello per esporli nel Museo che lui aveva fondato a Palazzolo Acreide. Altri li tenne per se e ancora sono conservati in qualche posto della mia casa paterna, gli altri rimanenti li donò ai suoi alunni delle Scuole Elementari del Bellini di Rosolini. Fu una delle ultime volte che mio padre e Uccello si rividero, grandi amici e compagni di scuola al Magistrale Matteo Raeli di Noto. Giusto per non dimenticare”.

Al torneo di truppiettu hanno partecipato 19 concorrenti e, secondo i tempi di rotazione del truppiettu, è stata stilata, a cura della commissione, la graduatoria che ha indicato i vincitori i quali hanno ricevuto i relativi premi.

 
di Redazione (pubblicato il 10/04/2015 alle  14:39:42, nella sezione EVENTI,  554 letture)

belleSabato 11 aprile, alle ore 17.00, nella sala conferenze della Galleria civica di Palazzo Raeli in piazza del Popolo a Floridia, si terrà la proiezione del film TV “Belle”, del regista Tommaso Latino, prodotto dalla “Prix Television” in collaborazione con “CortoBarocco” e i cui incassi andranno a sostegno della Casa Meter ONLUS di don Fortunato Di Noto, che nel film fa anche una apparizione straordinaria. L’evento è organizzato dalla Comanderia “Xiridia” della congregazione cristiana dei Templari federiciani. Il film, una sorta di favola postmoderna ironica e graffiante, racconta il complesso mondo giovanile e la società di oggi attraverso una analisi dei linguaggi, dei codici comportamentali, delle mode e delle rappresentazioni sociali legate alla visione del mondo che hanno i giovani. L’assunto del film è che, spesso, “il peggiore dei mondi possibili può, in realtà, rivelarsi come il migliore dei mondi possibili” in cui vivere. Parteciperanno al dibattito che seguirà la proiezione, oltre alle istituzioni, il regista Tommaso Latino e il produttore cinematografico Corrado Armeri, e lo staff che ha realizzato il film: Santo Cassibba, attore, Giuseppina Di Tomasi, direttrice costumi, Lucia Caccamo, stilista, Katia Augello, make up, Donatella Accolla, hair style. Il semiologo e critico Salvo Sequenzia analizzerà i contenuti e le strutture formali dell’opera.

 
di Redazione (pubblicato il 08/04/2015 alle  18:17:57, nella sezione EVENTI,  565 letture)

jessicaSabato 11 Aprile alle 18:30 verrà inaugurato il nuovo QuattroTerzi LAB in via Garibaldi n. 35 ad Augusta. L’Ass. Cult. QuattroTerzi, a distanza di un anno dall’inaugurazione della precedente sede sita in via P. Umberto, decide di rinnovarsi nel look e nelle strategie culturali da offrire alla cittadinanza. Il nuovo LAB di Via Garibaldi è sito in uno dei palazzi storici della via, famoso per aver ospitato per anni una tabaccheria conosciuta in tutta la città. Lo spazio, totalmente ristrutturato, si presta efficacemente al nuovo progetto di Quattroterzi grazie all’ampiezza del locale e alla sua posizione centrale. L’acronimo LAB (Loft And Break) è stato scelto per dare una connotazione nuova e fresca in uno spazio che QuattroTerzi mette a disposizione della città. Mostre, cineforum, presentazioni di libri, spettacoli teatrali e musicali, sono solo alcune delle attività che l’Associazione ha ideato e pianificato in questi mesi. Un grande laboratorio in centro città aperto a idee e proposte di natura culturale e artistica. “Il cambio di sede è stato una scelta coraggiosa ma inevitabile – dice Jessica Spinelli, presidente QuattroTerzi (nella foto) - poiché nasce da una serie di carenze di cui la città è afflitta ormai da troppi anni. QuattroTerzi LAB è uno spazio aperto a tutti offrendo alla città un diversivo di carattere culturale; non possiamo e non vogliamo sostituirci a un’amministrazione comunale che deve investire in spazi pubblici destinati alla cultura. Una città senza cinema, teatro, impianti sportivi e punti di aggregazione vive un disagio che si ripercuote sulla cittadinanza. Noi vogliamo dimostrare che volere è potere, aprendo il nostro LAB a tutte le realtà associative e alla città tutta. Forti dell’esperienza della scorsa Estate Augustana, totalmente autogestita da associazioni e artisti augustani, crediamo che un cambio di rotta sia non solo possibile ma necessario”. Durante l’inaugurazione di sabato 11 aprile potremo visionare alcune delle opere di tre artisti augustani: Antonino Cammarata, Fiorella Aloisi e Carmelo Greco, mentre sul finire della serata potremo godere dell’ottima musica degli LtG. QuattroTerzi dimostra di essere profondamente radicata nel tessuto cittadino e che il proprio lavoro non si limita all’organizzazione di SHORTini Film Festival. Durante l’anno sono numerosi gli eventi organizzati e grazie al nuovo LAB l’offerta sarà ancora maggiore e più variegata. La sfida che affronta l’associazione è stimolante soprattutto in una città come Augusta che non offre spazi dedicati all’arte e alla cultura, se non gestiti con enormi sacrifici da associazioni o privati. QuattroTerzi Lab sarà immediatamente operativo con una serie di eventi tra cui il cineforum che inizierà martedi 14 aprile e “Ti affido il mio libro” domenica 19 aprile.

 
di Redazione (pubblicato il 07/04/2015 alle  16:09:34, nella sezione EVENTI,  625 letture)

free voiceDopo la pausa delle festività pasquali riparte con la musica l'attività culturale del 2015 dell'associazione culturale "Per la città che vorrei". Venerdi 10 Aprile 2015 alle ore 19,30 all'Istituto Musicale Privitera in via Regina Margherita 19 si esibiranno i FREE VOICE, cioè Francesco Gibaldi, Giuseppe Pitarresi e Costanza Finocchiaro, con un concerto dei brani più famosi di artisti internazionali, intercalati dalla narrazione delle loro biografie e con la videoproiezione di alcune foto e filmati della loro vita. "Esprimiamo grande soddisfazione" afferma il Presidente dell'associazione, Sergio Pillitteri, "perché pur senza il contributo di alcun ente pubblico, con passione, impegno e la tanta determinazione dei nostri soci e dell'intero direttivo abbiamo raggiunto ottimi risultati".

 
di Redazione (pubblicato il 07/04/2015 alle  14:18:12, nella sezione EVENTI,  528 letture)

etna comicsTra gli ospiti della quinta edizione di Etna Comics, che avrà luogo alle Ciminiere di Catania dal 30 maggio al 2 giugno 2015, ci sarà anche Angelo Stano, la “prima matita” del celebre fumetto cult “Dylan Dog”. Infatti la prima leggendaria storia di Dylan Dog porta la firma di Angelo Stano, le cui tavole i visitatori di Etna Comics potranno ammirare dal vivo alla quinta edizione del Festival Internazionale del fumetto e della cultura pop. E Angelo Stano sarà per la prima volta presente alla manifestazione catanese, ospite di Etna Comics e di Bonelli Editore. L’esordio nel mondo del fumetto della “prima matita” di Dylan Dog coincide, nel 1973, con una riduzione de “Dalla Terra alla Luna” di Jules Verne pubblicata in un pocket dalla Editrice Sole. Nel 1975 Stano realizza alcune storie autoconclusive per il settimanale Audax della Arnoldo Mondadori Editore e brevi episodi di guerra per la Editoriale Dardo, ma è nel 1985, dopo alcune collaborazioni con varie case editrici del settore e già 4 anni di insegnamento all’attivo alla Scuola del Fumetto di Milano, che con la Sergio Bonelli Editore arriva la svolta. Lui stesso, più avanti, rivelerà che in quel momento della sua vita professionale cercava “un segno che desse maggior sfogo all’espressività, a qualcosa che arrivasse da dentro e non dall’esterno”. Fu proprio allora che arrivò la chiamata dell’autore Tiziano Sclavi. “Mi diede la sceneggiatura del primo numero di Dylan Dog – racconta Stano – io la lessi e pensai che era veramente bella e che non potevo lasciarmela scappare”. L’albo uscì nelle edicole nell’ottobre del 1986, con uno stile ispirato al pittore Egon Schiele e l’intento, evidente, di creare un’immagine misteriosa e un po’ ambigua. A partire dal numero 42, Stano subentrò a Claudio Villa come copertinista della serie dell’indagatore dell’incubo, mentre, con il numero 315 - La legione degli scheletri - del dicembre 2012, arriverà addirittura a ricoprire il ruolo di one man show, realizzando non solo la copertina e i disegni interni all’albo, ma anche il soggetto e la sceneggiatura. I fans di Dylan Dog non possono dunque lasciarsi scappare la possibilità di incontrare dal vivo il talento pugliese, che con la sua matita impreziosirà una manifestazione che si annuncia già ricchissima.

 
di Luca Raimondi (pubblicato il 29/03/2015 alle  19:01:50, nella sezione EVENTI,  692 letture)

ratpus locandinaSabato 28 marzo (con replica pomeridiana il 29) all’Antico Mercato di Siracusa, in Ortigia, è andato in scena il monologo “Ratpus”, interpretato da Carmelinda Gentile, magistrale nel “vivere” (più che interpretare) il personaggio letterario di Cetti Curfino, protagonista dell'omonimo racconto dello scrittore Massimo Maugeri contenuto nella raccolta “Viaggio all’alba del millennio” edita da Perdisa Pop.

“Ratpus” è andato in scena con la riduzione, l’adattamento e la regia esemplare di Manuel Giliberti, autore della monografia teatrale “Bravo lo stesso” per i tipi di Lombardi Editori dedicata al teatro di Piera degli Esposti, consulente artistico dell’Istituto Nazionale Dramma Antico di Siracusa, regista, tra l’altro dello spettacolo dell’Accademia Giusto Monaco dell’Inda, in scena al Teatro Greco di Siracusa nel maggio del 2014 “Verso Argo”, nonché dei due lungometraggi per il cinema “Lettere dalla Sicilia” e “Un milione di giorni”. L'applauditissima protagonista Carmelinda Gentile è stata Ismene al fianco di Giorgio Albertazzi nell’”Edipo a Colono” in scena nel 2009 al Teatro Greco di Siracusa, ma si è fatta notare dal grande pubblico anche grazie al ruolo di Beba del “Commissario Montalbano” televisivo. Musiche originali composte da Antonio Di Pofi, scene e costumi di Lidia Agricola, aiuto regista Giannella D'Izzia, luci di Gianfranco Santoro e organizzazione di Mattia Fontana.

 
di Redazione (pubblicato il 28/03/2015 alle  15:30:58, nella sezione EVENTI,  874 letture)

il circolo unioneSabato 28 Marzo al Circolo Unione in Piazza Duomo ad Augusta alle ore 11.00 ha avuto luogo la proiezione del Videoclip "A Matri Addulurata". Il videoclip propone un tradizionale rosario in siciliano del Giovedì Santo augustano recitato da pie donne nella chiesa di S. Francesco di Paola davanti al simulacro dell’Addolorata. Il video reintepreta in chiave moderna antiche tradizioni perdute, in una fusione tra passato e presente affidata ai moderni arrangiamenti di world music, ricorrendo anche al sintetizzatore e alla digitalizzazione, composti ed eseguiti dai musicisti Salvo Tempio e Luca Aletta sulle immagini video di Luca Musumeci. elisa lisitanoIl giovane regista ha usato un drammatico bianco e nero con fotogrammi che parevano ispirarsi alle pellicole espressioniste del grande regista spagnolo Luis Bunuel. Intensa la partecipazione al filmato dell’attrice augustana Elisa Lisitano (nella foto) che ha prestato il suo bel viso a una giovane fedele avvolta in un misterioso velo nero. Riproposto anche al folto pubblico lo “Stabat Mater” che gli stessi autori avevano realizzato tempo addietro.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

 1639 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (236)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (731)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (338)
LIBRI (204)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019

Gli interventi più cliccati

< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
22
23
24
25
26
27
28
     
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


21/02/2019 @ 15:27:14
script eseguito in 270 ms