Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 11/06/2017 alle  20:01:35, nella sezione EVENTI,  538 letture)

fotoDal 29 giugno cominceranno al Teatro greco di Siracusa gli spettacoli de "Le rane" di Aristofane per la regia di Giorgio Barberio Corsetti con Ficarra e Picone, i due comici siciliani che interpreteranno questa commedia, innescando quei “meccanismi” della risata, che sono loro particolarmente congeniali, con cui si riescono ad affrontare con leggerezza temi scottanti e "politici". La comicità serviva, allora come ora, a “risvegliare” la coscienza di popoli stanchi, affamati, spenti. Salvo Ficarra e Valentino Picone si caleranno quindi nei panni di Dioniso e Xantia sotto la guida esperta del regista, che ha effettuato uno studio attento dell’opera, con una chiave interpretativa. rispettosa ma originale, utilizzando alcuni espedienti come le grandi marionette ispirate alle sculture di Gianni Dessì. Corsetti è giudicato dai suoi collaboratori un “simpatico stacanovista”, uno che ha coinvolto gli allievi dell’Accademia e che ha pure ad alcuni di loro offerto la possibilità di acquisire nuove competenze, come quelle relative alla conduzione delle marionette, personaggi questi ultimi, senza anima, che però sono in grado di raccontare, anche solo con la loro imponente presenza scenica.
La trama è nota: Dioniso, dio del teatro, decide di raggiungere l'Ade per riportare in vita Euripide. Riportare Euripide in vita è l'unico modo per salvare la tragedia dal declino. Dioniso e il suo servo Xantia chiedono ad Eracle quale sia la strada più rapida per giungere all'Ade; quest'ultimo, dopo qualche presa in giro, risponde che è necessario attraversare una palude, l'Acheronte. Il traghettatore Caronte fa salire Dioniso sulla sua barca per portarlo sull'altra riva, mentre Xantia è costretto a girare intorno alla palude a piedi. Durante la traversata, Dioniso e Caronte incontrano le rane che col loro gracidare intonano un canto in onore di Dioniso, ma senza accorgersi che il dio è proprio là con loro. Dioniso è presto infastidito dal loro canto e protesta, ma le rane continuano, non riconoscendolo nemmeno. Alla fine il dio imita il loro verso e questo le zittisce. Alla fine Dioniso e Xantia si rivedono alle soglie dell'Ade, dove incontrano un gruppo di anime e poi Eaco, che scambia Dioniso per Eracle (il primo infatti si era vestito a imitazione del secondo) e comincia a insultarlo e minacciarlo. Eaco era infatti furioso nei confronti di Eracle, che aveva rubato il suo cane Cerbero. Spaventato, il dio scambia i suoi abiti con Xantia, che è meno impaurito del suo padrone. I due vengono entrambi frustati, ma alla fine l'equivoco è chiarito. Euripide viene finalmente trovato, mentre è nel mezzo di un litigio con Eschilo a proposito di chi meriti di sedere sul trono di miglior tragediografo di tutti i tempi: ognuno dei due si ritiene il migliore. Comincia allora una gara, con Dioniso come giudice: i due autori citano a turno versi delle loro tragedie, e tentano di sminuire quelli del contendente. Alla fine viene portata in scena una bilancia e ognuno dei due autori viene invitato a recitare alcuni suoi versi; la citazione che "pesa" di più farà pendere la bilancia in favore del proprio autore. Eschilo esce vincitore da questa gara, ma a quel punto Dioniso, che inizialmente intendeva riportare in vita Euripide, non sa più a chi sia meglio concedere questo onore. Decide che sceglierà l'autore che darà il miglior consiglio su come salvare Atene dal declino. Euripide dà una risposta generica e poco comprensibile mentre Eschilo dà un consiglio più pratico. Infine Dioniso decide di riportare in vita Eschilo, che, prima di andare, affida a Plutone il compito di riservare il trono di miglior tragediografo a Sofocle, raccomandandogli di non lasciarlo mai ad Euripide.

 
di Redazione (pubblicato il 10/06/2017 alle  09:33:05, nella sezione EVENTI,  498 letture)

fotoIn corso di svolgimento il "Festival d'Estate" sul delicato e affascinante tema de "Le Logiche dell'Inconscio in Arte, Cultura, Bellezza". Iniziato l'8 giugno e ospitato nel salone al primo piano dell'ex Convento del Ritiro, in via Mirabella 31 a Siracusa, sarà aperto ai vari eventi e reistrerà numerosi interventi di qualificati relatori fino all'11 giugno. Anima dell'iniziativa Letizia Lampo, psicologa e pedagogista clinico, nonché presidente del Centro Studi ExDucere.

"Credo che ispirarsi a qualcosa che ci rappresenti anche pallidamente e che viva al nostro interno - sottolinea Letizia Lampo - sia il primo step di un desiderio soggettivo volto al conoscersi e al sapere di sé. Dentro, nei propri costrutti interiori, nel proprio linguaggio più intimo, nelle immagini che ci hanno cullato sin da bambini sarà probabilmente possibile ritrovare vere e proprie fonti di ispirazioni che motivano le risposte alle domande più importanti della nostra esistenza. Forse non risponderanno mai compiutamente, ma il condursi in tale direzione motiva il secondo step che mi piace chiamare costruzione. Come un artista che costruisce un'opera che parla di sé, così chi ha deciso di far della propria vita un'opera d'arte ha da impegnarsi a realizzare un'opera prima, originale, autentica, ispirata dal proprio moore interiore... e ci sarà da scavare, solcare, tracciare, sottrarre materiale, aggiungerne pezzi. Ci sarà da faticare, da insistere, da non dormire e non mangiare... ma è il lavoro per eccellenza, quello che limita i confini con la semplice curiosità su se stessi. Il terzo step, forse il più coraggioso, parla di esposizione... perché quale potrebbe mai essere il fine stesso di un'opera se non quello di lasciarsi ammaliare dallo sguardo dell'altro nel suo essere presente, nel suo esibirsi per quel che si è senza vergogna, paura o disagio? O forse anche con tutto ciò, ma senza abbandonare il gesto coraggioso di esserci, per sé e per gli altri... chissà, magari per divenire, ancora, ispirazione per altre opere prime, altre opere maestre, in cui ci si possa trovare soggettivamente".

 
di Redazione (pubblicato il 02/06/2017 alle  15:55:23, nella sezione EVENTI,  575 letture)

locandinaIl 9 giugno presso l’Auditorium Vittorini di via Brenta si terrà il convegno conclusivo sulle 12 tappe del “Viaggio nei quartieri” promosso dall’Associazione "Dueppiù per la città che vorrei", presieduta da Sergio Pillitteri.
Tale iniziativa nasce dalla volontà di conoscere i cittadini e le problematiche dei quartieri ovvero dare voce alla gente, ai residenti, a chi vive la città non solo per segnalare eventuali disagi o disservizi, ma anche per illustrare proposte migliorative o suggerimenti utili a garantire una città più vivibile. Grazie all’approccio partecipativo, gli abitanti del quartiere hanno avuto la possibilità di esprimere i propri desideri e le proprie richieste in merito ad una riqualificazione urbana, ambientale, turistica e culturale. In tale contesto, gli studenti della Scuola Media Statale “Paolo Orsi”, coadiuvati dai loro insegnanti, hanno contribuito ad elaborare attraverso attività laboratoriale due cartelloni sul tema: “Per la città che vorremmo” e “Per la città che non vorremmo”. Gli studenti dell’Istituto Tecnico Professionale “F. Insolera” hanno, invece, partecipato esprimendo le loro idee su un argomento di grande importanza ed interesse per la nostra città ossia: “Lo sviluppo turistico del territorio di Siracusa e la valorizzazione dei quartieri storici della città” compiendo un vero e proprio percorso culturale con riferimento al centro storico di S.Lucia (borgata).
Il convegno proposto vuole essere un’occasione di confronto e di approfondimento in cui verrà, inoltre, tracciata un’analisi dettagliata delle diverse tappe attraverso alcune rappresentazioni grafiche che rileveranno i diversi ambiti di intervento utili per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini di Siracusa.

 
di Redazione (pubblicato il 29/05/2017 alle  14:04:52, nella sezione EVENTI,  462 letture)

isiscLunedì 29 Maggio alle ore 11,00 presso la sede del The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, in Via Giuseppe Logoteta 27 a Siracusa ha avuto luogo una conferenza stampa durante la quale è stato presentato il documento che vara la campagna per il riconoscimento in seno alle Nazioni Unite del diritto alla conoscenza come diritto umano universale. Sono intervenuti il Prof. M. Cherif Bassiouni, Presidente Onorario del The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, l'Avv. Ezechia Paolo Reale, Segretario Generale dell'Istituto, la Dott.ssa Laura Harth Rappresentante all'Onu del Partito Radicale e coordinatrice del Comitato Scientifico e il Dott. Matteo Angioli, membro della Presidenza del Partito Radicale e Segretario del Comitato Mondiale per lo Stato di Diritto.
isiscNei vari interventi si è messo in evidenza come si stia assistendo alla erosione dello stato di diritto e come il futuro della democrazia sia quanto mai nebuloso. La ragion di stato infatti può non coincidere con lo stato di diritto e solo i cittadini possono costituire quel baluardo necessario a frenare lo strapotere delle multinazionali, che spesso incidono in maniera decisiva sulle scelte politiche delle singole nazioni essendo esse formidabili potenze economiche sovranazionali che hanno a cuore soltanto i propri interessi senza nessun freno etico. Fondamentale quindi diventa il Diritto alla Conoscenza inteso come diritto umano universale dei cittadini unitamente alla libertà di stampa e alla libera espressione delle opinioni. La lotta al terrorismo potrebbe indurre a sacrificare i diritti in nome della "sicurezza", il tutto reso più facile da attuare perchè i parlamenti sono spesso ridotti a "votifici".
Su queste basi è stato redatto un documento esplicativo e concettuale per il Diritto alla Conoscenza, cioè il diritto umano e civile di conoscere la verità senza mistificazioni e infingimenti. È possibile firmare tale documento sul web, nei siti del partito radicale, sostenendo così la campagna per il riconoscimento in seno alle Nazioni Unite del diritto alla conoscenza come diritto umano universale.
È stato il prof. Bassiouni a concludere la conferenza stampa rilevando come nel 1948 iniziò il cammino verso la democrazia con la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e come invece oggi si percorra una strada diversa, a volte diametralmente opposta. Questo avviene perchè i diritti politici ed economici includono tutte le categorie dei diritti e prevalgono su di essi, malgrado le convenzioni che però non sono obbligatorie per i vari stati (dal 1948 si contano oltre 300 convenzioni internazionali sui diritti dell'uomo). Contengono infatti prescrizioni, cioè solo enunciazioni di principi, e non proscrizioni, cioè norme con tutela penale.

 
di Redazione (pubblicato il 25/05/2017 alle  14:20:03, nella sezione EVENTI,  474 letture)

cerchio fotoLa strage di Capaci, venticinque anni dopo. Se ne è parlato mercoledì 24 maggio presso il Centro studi arti e scienze "Il cerchio" di Via Arsenale 40/A-B, in un incontro dal titolo "Per non dimenticare. Memorial Giovanni Falcone. E dal giorno dopo?". L'iniziativa ha inteso fare il punto, attraverso la presentazione di un libro e un dibattito con interventi, testimonianze e rivelazioni anche scottanti, sui risultati conseguiti ( o ancora da conseguire ) nella lotta alla criminalità organizzata. Il libro, "Verso Capaci - Imbuca la poesia...esplode la meraviglia", è un'antologia di poesie scritte nel ricordo dell'attentato di Cosa Nostra del 23 maggio 1992, che costò la vita ai magistrati Giovanni Falcone e alla moglie Francesca Morvillo e a tre agenti della scorta. La silloge è nata da un'idea di Nadia Lisanti. La poetessa lucana ha selezionato le liriche giunte da tutta Italia all'Associazione "La Prospettiva" di Capaci in occasione del Festival internazionale "Palabra en el Mundo" 2016. Nel maggio dello scorso anno, infatti, anche il comune di Capaci ha aderito all'importante evento letterario, organizzato contemporaneamente in più luoghi nel mondo per dar voce in versi a temi etici e sociali. Così sono pervenute numerose poesie d'impegno sociale, che sono state affisse agli alberi lungo la via principale della cittadina. Proprio come avvenne all'indomani della strage, quando un gruppo di ragazzi di Capaci appese agli alberi cartelli di protesta contro la Mafia. Da allora quell'usanza, che si rinnova ogni anno con un tema sempre diverso, rappresenta una voce libera, un messaggio di denuncia contro l'oppressione e l'arroganza mafiosa. Grazie all'Associazione culturale Caffè Convivio di Caltagirone, quelle poesie sono diventate un libro. Impreziosito da alcune significative testimonianze. Una è quella di Antonio Vassallo, fotografo, giornalista indipendente, impegnato in politica e responsabile dell'Associazione "La Prospettiva", che ha aperto il dibattito. La sua voce ha avuto un rilievo particolare perché fu tra i primi a giungere sulla scena dell'attentato, scattando alcune fotografie che poi gli furono sequestrate da personale che si qualificò come appartenente ai servizi segreti. Di quegli scatti, che avrebbero potuto contenere particolari importanti per le indagini, si è persa ogni traccia.
E' intervenuto anche Fabio Granata, già presidente della Commissione Regionale Antimafia e vicepresidente della Commissione Parlamentare Antimafia, il quale ha tracciato un quadro sulla situazione attuale della lotta alle organizzazioni criminali e sulla spinosa questione della trattativa Stato - Mafia, ancora lungi dall'essere chiarita.
Ha coordinato gli interventi Luca Campi, poeta lombardo residente a Siracusa. La serata è stata allietata dagli interventi musicali di Ramona Martinez ed Ettore Sessa.

 
di Redazione (pubblicato il 18/05/2017 alle  22:56:08, nella sezione EVENTI,  479 letture)

fotoSi svolgerà dall’8 all’11 giugno, a Siracusa, presso l’ex convento del ritiro in via Mirabella, 31 il primo “Festival d’EState” dedicato alla psicologia, alla bellezza e al benessere interiore. Il Festival, che quest’anno prende il titolo: “Le logiche dell’Inconscio – in Arte, Cultura, Bellezza” è organizzato dal Centro Studi Specialistici ExDucere con il patrocinio del Comune di Siracusa. Saranno tre giorni di tavole rotonde e stand illustrativi ed informativi sul tema dell’estetica nella vita. Nella sala dell’ex Convento del Ritiro si alterneranno psicoterapeuti, medici, educatori, pedagogisti che dialogheranno sui temi relativi all’arte, alla bellezza e alla cultura. Presenti, tra gli altri, Leonardo Mendolicchio, Direttore Sanitario Villa Miralago, Varese, Raffaele Schiavo, Musicista, Musicoterapeuta, Umberto Carmignani, Formatore in Costellazioni Familiari, Michelangelo Giansiracusa, Sindaco di Ferla e Guido Pesci, Psicoterapeuta, Pedagogista clinico. Il festival è aperto a tutti e, inoltre, prevede la presenza di spazi aperti di Ayurveda, Shiatzu, Reiki, laboratori per bambini ed adulti, mostre.
“Nasce dall’esigenza di proporre uno spazio di incontro e di discussione sulle tematiche di ricerca studio e comprensione della crescita del soggetto”, dichiara Letizia Lampo, psicologa e responsabile del CSS EXDucere. “In questa prima edizione si è deciso di portare l’attenzione su quelle «logiche» inconsce che spesso «modulano» le nostre scelte e i nostri comportamenti”.
Per maggiori informazioni http://www.css-exducere.it/joo/index.php e https://www.facebook.com/events/1935647396713348/
 
Ecco il programma:

8 giugno, ore 18
Inaugurazione ufficiale del festival Le logiche dell’Inconscio in Arte, Cultura, Bellezza Interventi – Saluti da parte dell’Assessore alla Cultura del Comune di Siracusa; Letizia Lampo, Psicologa, Pedagogista clinico «Come Opere d’Arte: ispirarsi, costruirsi, esporsi»;
Leonardo Mendolicchio, Direttore Sanitario Villa Miralago, Varese «Estetica dei corpi: il rischio anoressico»; Giovanni Moruzzi, Medico Oncologo «Un’Estetica nella morte? Esperienza in hospice»;
Raffaele Schiavo, Musicista, Musicoterapeuta «Danziamo la Voce sino alla Morte».
Performance artistica di Raffaele Schiavo e Gianna Parisi

9 giugno, ore 18
Umberto Carmignani, Formatore in Costellazioni Familiari, «Psicogenealogia: come attori nel teatro della Vita…»;
Maurizio D’Agostino, Psicoterapeuta Bioenergetico, «Corpo, respiro, energia: ciò che parla di noi»;
Michelangelo Giansiracusa, Avvocato, Sindaco di Ferla, «Esperienze in campo: significati di un Centro Comunale dedicato al benessere della persona»;
Veronica Spriveri, Educatrice AlberoMaestro, «Dalla parte dei bambini: questioni di attualità educativa tra concetti di tempo, rispetto, bellezza».
Conclusione dei lavori con Letizia Lampo, Presidente del Centro Studi ExDucere, e Guido Pesci, Psicoterapeuta, Pedagogista clinico, «Omaggio al tempo che insegna: evoluzioni, dieci anni dopo»
Performance artistica di Tango a cura di Cristian Pedricca e Roberta Giddio

10 giugno
h. 09.30 Cultura del Benessere - Spazio Psico-corporeo
ore 9.30-19,30 Seminario di Costellazioni Familiari con Umberto Carmignani (presso la sede del Centro)
ore 10-13 spazi aperti di Ayurveda e Shiatsu;
ore 16-20 spazi aperti di Reiki:
Sessioni individuali e momenti di incontro in gruppo per l’avvicinamento e l’approfondimento della disciplina.
 
11 giugno
h. 10.00 Cultura dei Processi di Crescita
ore 10-13 laboratori creativi di crescita emotiva e creativa per bambini: laboratorio della pietra; letture animate; musica e creatività;
ore 16-19 «I Labirinti Interiori»: laboratori psicologici e pedagogici dedicati al lavoro di crescita per adulti bioenergetica; gioco creativo; racconto e narrazione; esperienze attorno alla metafora del viaggio interiore
ore 19-20 «Progetto Damara»: riflessioni aperte attorno al tema dei Disturbi del Comportamento Alimentare e della qualità nutrizionale.

Mostre d’Arte
Roberta Di Blasi, Artista, Artigiana, «Cambiamenti: i Colori della Rinascita»;
Daniela Romoli, Maestra d’Arte, Pittrice, «Anima-Lei»

Esposizioni Creative
Stefano Lo Bello, Scenografo, Arredatore, Artigiano con «CartaCrea» - riciclo della carta per realizzare complementi di arredo e gioielli ecosostenibili
Maria Grazia Urso con «M@g e il Riciclo» - cambiare forma alla forma, riciclare per dare un’altra vita a ciò che crediamo non possa più servire
«LudoBioDance» – spazio espositivo di fine anno del laboratorio di AlberoMaestro
«Ritratti di Mare» – esposizione delle opere prodotte nei laboratori creativi di AlberoMaestro

Spazio Cultura
Libreria «Diana» - Esposizione di Libri e tempi di narrazioni

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 10/05/2017 alle  16:25:04, nella sezione EVENTI,  468 letture)

fotoLa terza edizione del festival Sabir, promosso dall'Arci, insieme ad Acli e Caritas, viene ospitata a Siracusa col patrocinio del Comune, della Presidenza del Consiglio dei ministri, dell’Anci, dell’Unar, e la collaborazione di diverse associazioni ed istituzioni. Dopo le prime due tappe in Sicilia, a Lampedusa e Pozzallo, ora l'evento si sposta a Siracusa dall'11 al 13 maggio, con inaugurazione giovedì 11 maggio al Salone Borsellino, alla presenza di Moni Ovadia (nella foto) che presenterà nel Teatro Comunale, lo spettacolo teatrale "Anime migranti" dello stesso Moni Ovadia e di Mario Incudine. Tema centrale del Festival gli accordi stipulati con i paesi d’origine sul transito dei migranti per fermarne le partenze. L'Arci ha scelto Siracusa per questa narrazione sulle tematiche dei migranti raccontata attraverso la loro esperienza e quella dei dei tanti volontari che li accolgono. Siracusa, sin dall’inizio del fenomeno, è sempre stata in prima fila, dando grande dimostrazione di solidarietà. Il Festival Sabir rientra tra le manifestazione inserite nel programma delle celebrazioni dei 2750 anni della fondazione di Siracusa ed affronterà anche il delicato tema dei minori migranti non accompagnati, numerosi proprio nelle strutture d’accoglienza di Siracusa e provincia. Tavole rotonde, conferenze, laboratori teatrali e mostre di fotografie e di pittura si svolgeranno durante la tre giorni dedicata a questo scottante e attualissimo problema con cui tutti noi dobbiamo fare i conti.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
GRANDI NOMI IN PIAZZA A SIRACUSA PER UN EVENTO VOLUTO DA CONAD
di Redazione (pubblicato il 09/05/2017 alle  19:27:53, nella sezione EVENTI,  552 letture)

fotoL'attrice Maria Grazia Cucinotta, il comico Gene Gnocchi, il cabarettista Dario Vergassola e il maestro Peppe Vessicchio saranno gli ospiti del tour che farà tappa a Siracusa il 13 e 14 maggio e che poi toccherà Tirana, Gubbio, Sassari, Lecce, Trieste, Vigevano e Sanremo. E' il “Grande Viaggio Insieme”, evento itinerante ideato dalla grande catena commerciale Conad per incontrare, assieme ai propri soci, le persone e i territori e promuovere, oltre al marchio, ideali condivisi, tradizioni e costumi. Insomma un weekend di festa, musica, cibo e sport. Sabato 13 maggio alle 10 in Riva della Posta inizio delle esibizioni sportive curate del comitato Uisp Iblei Noto, Ragusa e Siracusa. Nel pomeriggio, alle 17, scuola di cucina e merenda in piazza per mamme e bambini e alle 19 il maestro Peppe Vessicchio dirigerà “I solisti del Sesto Armonico” quindi sarà Gene Gnocchi a salire sul palco con lo spettacolo “Bella zio”. Madrina dell’evento Maria Grazia Cucinotta che presenterà l’amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese. Previsti Street food e degustazioni gratuite. Domenica 14 lo spettacolo “Rigiriamo l’Italia” di Dario Vergassola e poi musica con Concerto Conad Jazz Contest prima e a seguire il “Sanremo dei Giovani”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
L'INVERDURATA NEI LUOGHI DI MONTALBANO
di Redazione (pubblicato il 09/05/2017 alle  19:26:57, nella sezione EVENTI,  532 letture)

fotoSarà la Sicilia raccontata nelle storie del commissario di polizia più famoso del piccolo schermo al centro della XIV edizione dell’Inverdurata, che avrà come tema “I luoghi di Montalbano”. Il concorso di mosaici vegetali riconferma la squadra organizzativi dell’ultimo triennio, formata dall’associazione Inverdurata, dalla Pro Loco Marzamemi, Comune di Pachino e Distretto turistico degli Iblei.
Lo start è previsto venerdì 12 maggio alle 16: nei primi tre isolati di via Cavour gli autori inizieranno a preparare i loro mosaici, mentre il taglio del nastro è previsto sabato mattina alle 10.
«Un evento che cresce di anno in anno – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno -, grazie alla sinergica collaborazione tra le associazioni e l’ente municipale. L’obiettivo quest’anno è ancora più marcato ed emerge con prepotenza nel tema stesso della XIV edizione: promuovere il sudest siciliano non solo per il food, oramai marchio che contraddistingue le prelibatezze enogastronomiche dell’estremo lembo di Sicilia, ma anche attraverso le bellezze del territorio, dal punto di vista naturalistico e culturale. Proprio come ha contribuito a fare la fiction che vede protagonista il commissario Montalbano, le cui storie sono ambientate tra Punta Secca e Marzamemi. Parallelamente, si punta anche ad un’attività di valorizzazione del centro storico già avviata con le scorse edizioni dell’Inverdurata e con altre iniziative culturali, tra cui il Festival Brancatiano».
Nel programma della quattordicesima edizione sono previsti mercatini artigianali, una estemporanea di pittura e un piccolo giardino botanico. Non mancheranno momenti dedicati al food e alla musica.
Sabato alle 18 nel cortile del palazzo Tasca è prevista ‘iniziativa “Per Bacco, la Pachino del vino alla scoperta del nero d’Avola e del suo territorio”, una conferenza sul mangiare sano alle 19 al piazzale del Comune, ed i momenti musicali con Teresa Raneri jazz trio, quartetto jazz itinerante Salvo Mallia & c, il gruppo “The mothers singign”, Joey Billy Band, Terr’Arsa ed Ekosound. La serata conclusiva e le premiazioni sono previste domenica alle 21,30 in piazza Vittorio Emanuele.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
EMOZIONI PITTORICHE ALLA DOLCE VITA DI PRIOLO GARGALLO
di Redazione (pubblicato il 25/04/2017 alle  21:21:40, nella sezione EVENTI,  848 letture)

foto1Domenica 23 aprile si è svolto a Priolo Gargallo presso la "Dolce Vita", elegante locale alla moda, un evento artistico organizzato da Marisa Leanza dal titolo "Viale in festa", che ha visto numerosi pittori locali esporre le loro opere in un Mostra pittorica a premi chiamata "Emozioniamoci". La mostra inaugurata domenica 23 aprile rimarrà aperta fino alla domenica successiva 30 aprile, allorché la giuria, composta dal giornalista e critico d'arte dottor Raimondo Raimondi, dal noto artista siracusano Angelo Moncada e dall'editore Luigi Augelli, renderà noti nella cerimonia di premiazione i nomi del vincitore, del secondo classificato e dei pittori segnalati. foto2Hanno partecipato al concorso ed esposto le loro opere i seguenti artisti: Marinella Raniolo, Lorenza Stringara, Armando Nigro, Roberto Guccione, Luca Barbera, Ferdinando Romano, Elisa Garziano, Lorena Galazzo, Marisa Leanza, Rita Maimonte, Cettina Caccamo, Katty Nitto, Floriana Matarazzo, Gaia Sandovalli, Ana Maria Longo, Elisa Gozzo, Antonella Gentile, Michela Grasso e Adua Menozzi. Presente alla serata inaugurale il sindaco di Priolo Antonello Rizza. A latere si svolgeva una spettacolare esibizione di “body painting” a cura di Simone Stella, nella quale si vedeva dipingere il corpo di una giovane modella con vivaci colori sul tema della Sicilia.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
CONFRONTO APERTO SULL'EDUCAZIONE ALLA DIVERSITÀ
di Redazione (pubblicato il 30/03/2017 alle  16:23:25, nella sezione EVENTI,  498 letture)

arcigayLunedi 3 aprile alle ore 18, Arcigay Siracusa organizzerà, presso la propria sede in via Carlo Forlanini 16/b, un confronto aperto con il consigliere comunale Salvo Sorbello, per discutere sul progetto Scuola Arcobaleno (percorso di educazione alla diversità contro il pregiudizio, curato e presenziato dalla dott.ssa Maria Vittoria Zaccagnini, dal presidente Arcigay Siracusa Armando Caravini e dai volontari Arcigay). Tale progetto è stato presentato, a fine febbraio, nei licei (artistico Antonello Gagini e scientifico O.M.Corbino), riscuotendo tra gli alunni, risultati soddisfacenti. In seguito, tale progetto è stato esaminato dal consigliere comunale Salvo Sorbello con disappunto. In occasione della nota urtata del consigliere comunale, il quale a mezzo stampa ha dichiarato: “Siamo tutti ovviamente contro ogni tipo di discriminazione o di bullismo ma allo stesso tempo sono convinto che a ciascuna famiglia deve essere riconosciuta la libertà e la possibilità di scegliere come educare alla propria sessualità i propri figli, senza indottrinamenti di organismi esterni”; a tal proposito, Arcigay Siracusa ha voluto creare la tavola rotonda dal titolo “Dalla polemica al confronto” proprio per gettare le basi che guideranno ad un confronto costruttivo. Interverranno oltre il consigliere comunale Salvo Sorbello anche la dott.ssa Maria Vittoria Zaccagnini (psicologa e intestataria del progetto) e il presidente Arcigay Siracusa Armando Caravini. “Tale progetto- afferma la dottoressa Zaccagnini- vuol far si che le varie diversità siano considerate un valore aggiunto di ogni individuo, rendendo ogni persona una ricchezza per la società con le sue peculiarità. Siamo lieti di invitare a partecipare alla tavola rotonda gli alunni, gli insegnanti, i genitori e la cittadinanza tutta. Riteniamo- conclude Maria Vittoria Zaccagnini- che la partecipazione degli adulti permetterebbe loro, di interagire meglio, con il mondo adolescenziale che viaggia e comunica, con una velocità tale, da rendersi spesso alieno alla comprensione di chi ne è fuori”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
CONVEGNO ALL'ISISC SU "UTERO IN AFFITTO E MERCATO DEI FIGLI"
di Redazione (pubblicato il 28/03/2017 alle  18:55:52, nella sezione EVENTI,  471 letture)

fotoVenerdì 24 marzo, presso il Siracusa International Institute, si è svolto il convegno “Utero in affitto e mercato di figli”, in occasione della pubblicazione di “Temporary mother” di Marina Terragni. Dopo l’introduzione del segretario generale del Siracusa Institute, Ezechia Paolo Reale, si è aperto il difficile dibattito con l’autrice cui hanno preso parte Salvatore Amato, docente dell’Università di Catania e membro del comitato nazionale per la Bioetica e don Lo Bello, docente e teologo. A moderare il dibattito Elena Flavia Castagnino Berlinghieri, presidente FILDIS Siracusa e vicepresidente europeo UWE. Hanno preso poi la parola varie persone del pubblico, che sono intervenute in maniera serena e costruttiva al dibattito. Elena Flavia Castagnino Berlinghieri ha introdotto la problematica dal punto di vista antropologico facendo riferimento alla filosofia dell'antropologo Marcel Mauss, considerato un classico dell'economia del dono. La presidente Castagnino ha delineato inoltre la posizione super partes della FILDIS e dell’UWE, e ha voluto analizzare e sentire i diversi punti di vista su un tema difficilissimo. Per la FILDIS e la UWE i diritti delle donne e dei bambini sono sacri ed inalienabili! Il dibattito è particolarmente acceso sopratutto a seguito della recentissima sentenza dalla Corte d’appello di Trento resa nota il 28 febbraio u.s. Si tratta di un pronunciamento che sancisce la paternità legale di una coppia omosessuale rispetto a due gemelli partoriti con maternità surrogata in Canada. Uno solo dei due uomini è padre biologico. Nel nostro paese regna una grande confusione sul tema: a un abbozzo di discussione in occasione del recente dibattito parlamentare sulle unioni civili è seguito un silenzio preoccupante da parte della politica e dei media, mentre si assiste alla riduzione di una questione complessa e ricca di sfumature a un banale scontro tra conservatori e progressisti. L’avversione di una parte consistente delle femministe italiane alla pratica della maternità surrogata, che potrebbe rendere più difficile la legalizzazione di questo nuovo e fiorente mercato, è stata nascosta, soprattutto a sinistra, da una frettolosa promozione basata su parole chiave come progresso e autodeterminazione.

isisc

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
IN SCENA AD AUGUSTA ANTONELLO COSTA
di Redazione (pubblicato il 28/02/2017 alle  11:38:04, nella sezione EVENTI,  528 letture)

fotoSecondo appuntamento e secondo successo al teatro Città della Notte per Teatro nel Cuore, la rassegna idiretta dal regista e attore augustano Mauro Italia e organizzata dal Teatro Stabile di Augusta. Stavolta è tornato sul palcoscenico Antonello Costa, uno degli artisti più originali e di talento del panorama comico italiano. Antonello ha presentato il suo nuovo spettacolo “Allegro Allegro” che ha letteralmente entusiasmato il pubblico intervenuto numeroso all’evento.

Un titolo semplice, sincero e diretto che rappresenta al meglio la filosofia dello show-man augustano, convinto che, per non lasciarsi abbattere dai problemi come la crisi economica, la mancanza di lavoro, il traffico e lo stress, non basta essere allegro una volta sola ma bisogna esserlo almeno due volte.

In scena, un comico di classe, la sorella Annalisa soubrette eccellente e tre ballerine che si sono alternate ai personaggi nuovi e storici dell’artista. Macchiette, canzoni e balletti, il tutto esaltato da luci e costumi come nella migliore tradizione del grande varietà comico e di avanspettacolo, sempre all’insegna dell’allegria e delle risate, con un repertorio ampio e ricco di sorprese. Forte il contatto con il pubblico che è stato deliziato oltre che dagli anedoti di vita vissuta dell’artista augustano anche da alcune gheg che coinvolgevano lo stesso Mauro Italia amico di sempre e di mille avventure artistiche. Eccellente il lavoro organizzativo dello stabile e dei suoi sostenitori che hanno curato nei dettagli tutte le fasi della rassegna, lavoro ben sostenuto dalla presidente Carla Baffo e dal vice e coordinatore Giuseppe Zanti. Una rassegna che vede all’orizzonte altri due appuntamenti a breve scadenza. Il primo previsto per fine marzo, giornata che lo stabile ha voluto dedicare alla lotta contro le violenze sulle donne, tema attuale e che coinvolge nella serata anche l’associazione nazionale Thamaia che gestisce centri antiviolenza e di ascolto, e in conclusione l’ultima produzione del teatro stabile di Augusta che riporta in scena il teatro dei De Filippo con la commedia “Quaranta ma non li dimostra” per l’occasione tradotta nel nostro dialetto dallo stesso regista.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
MOSTRA DI SARCOFAGI EGIZI A MONTEVERGINI FINO A NOVEMBRE
di Redazione (pubblicato il 13/02/2017 alle  17:09:59, nella sezione EVENTI,  552 letture)

monteverginiSiracusa, nel suo centro storico di Ortigia, sta via via mettendo fuori uso tutti i locali espositivi di cui gli artisti locali e non usufruivano fino ad oggi. Dopo il Palazzo del Governo di via Roma che dovrebbe essere destinato a ospitare la biblioteca "Elio Vittorini" tocca ora alla Galleria Civica Montevergini che ospiterà fino al 7 novembre di quest'anno la mostra “La porta dei sacerdoti, i sarcofagi di Deir el-Bahari. Esposizione e restauro in pubblico”, un tesoro di reperti dell’antico Egitto che giunge dai Musei reali d’arte e di storia di Bruxelles e che resterà in città per otto mesi.

L’evento è il frutto di una collaborazione tra Comune, Musei reali e Istituto europeo del restauro e costituirà senz'altro un'attrazione turistica anche perché i visitatori potranno anche scoprire come si svolge un delicato intervento di diagnostica e restauro degli antichissimi reperti, operazioni che avverranno all’interno di un laboratorio mobile in cristallo lungo 16 metri.

L’assessore alle Politiche culturali, Francesco Italia, ha sottoscritto con la direttrice del museo, Alexandra De Poorter, e con il presidente dell’Istituto europeo del restauro, Teodoro Auricchio, l'accordo che ha consentito di programmare la mostra. L'assessore e vicesindaco è molto soddisfatto dell'evento e dichiara che si tratta di "un’operazione complessa per un’iniziativa che resterà nella storia della città. A Montevergini già si lavora per adeguare gli spazi alle esigenze dell’esposizione e per rendere agevole la fruizione sia dei reperti che del laboratorio. La mostra è una parte della ricca collezione egizia del museo belga. In Italia è stata vista solo a Ischia, tra il 2015 e il 2016, e in quell’occasione fu insignita di una medaglia della Presidenza della Repubblica; inoltre il laboratorio mobile ha ottenuto in Belgio il Visit Brussels Award 2015. Dunque, un evento che si inserisce perfettamente, per caratteristiche e per qualità, nel programma dedicato ai 2.750 anni della città. Una mostra pienamente esperenziale e coinvolgente per il pubblico e che, per tale ragione, è destinata a lasciare il segno”.

Come cittadini siracusani siamo lieti dello storico evento ma certo non si può non registrare il fatto che quasi tutti i locali pubblici di cui gli artisti potevano usufruire sono stati tolti dalla fruizione possibile. Ricordiamo la Cripta del Collegio oggi ridotta a magazzino per faldoni cartacei della ex Provincia, il Palazzo Impellizzeri di via delle Maestranze, il Palazzo del Governo dell'ex Provincia regionale e ora via anche Montevergini. Resta, malandato e degradato da fiere, mercatini, ed infimi eventi, ivi compresi mercati ortofrutticoli, l'Antico Mercato di Ortigia che, da voci non meglio confermate, sarebbe in aria di concessione a privati (visto che l'ente pubblico lo mantiene in stato di degrado e di insicurezza). Insomma Siracusa sarà pure città turistica ma certo fa vivere vita dura a chi ancora si ostina a dedicarsi all'arte e alla cultura.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
SECONDO APPUNTAMENTO CON GLI ARTISTI COSTRUTTORI DI PACE
di Redazione (pubblicato il 08/02/2017 alle  14:54:29, nella sezione EVENTI,  468 letture)

fanara fotoSecondo appuntamento a Siracusa con gli "Artisti Costruttori di Pace" che si riuniranno nel cuore di Ortigia, mercoledì 22 febbraio 2017 alle ore 18,30, nei locali della Mediterranea Art Gallery di via Dione 21. In programma una conversazione della musicista Cristina Fanara (nella foto) sul violino e sulla musica onomatopeica con esecuzioni dal vivo della bravissima violinista. Seguirà un reading poetico dei Poeti costruttori di pace durante il quale verranno presentate al pubblico le composizioni in versi degli associati a cura di Raimondo Raimondi, direttore della Mediterranea Art Gallery e della rivista Diorama, e Rosa Barcio, ambasciatrice degli Artisti costruttori di pace. La violinista e pedagogista Cristina Fanara si è diplomata al Conservatorio Bellini di Catania, ha conseguito una Laurea Magistrale a pieni voti in Scienze Pedagogiche e un Master biennale in Pedagogia Clinica. Si dedica attualmente alla divulgazione della cultura musicale tra i giovanissimi ed ha inventato le MusiCarte, un gioco innovativo e divertente che prende spunto dai tipici giochi di carte, ma trasformate in chiave musicale per dar vita ad un semplice metodo didattico e ludico, per apprendere le regole fondamentali della musica. La serata è organizzata dall'Associazione OK Arte di Siracusa in collaborazione con la testata giornalistica Dioramaonline. I poeti, musici, pittori, fotografi e anime nobili che si incontrano nel cuore di Ortigia parteciperanno ai Premi banditi per l'anno 2017 dall'Associazione: il Premio “Arte in Valigia” di pittura e fotografia e il I° Concorso letterario nazionale Premio “Poeti Costruttori di Pace”. Le iscrizioni ai due concorsi sono aperte.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
ANALISI DI SIRACUSA CITTÀ TURISTICA
di Redazione (pubblicato il 05/02/2017 alle  14:02:40, nella sezione EVENTI,  568 letture)

pillitteriRiprendono le attività dell’associazione “Dueppiù per la città che vorrei”, presieduta da Sergio Pillitteri, per la valorizzazione, ascolto, partecipazione attiva ai problemi di Siracusa e dei suoi abitanti, riproponendo anche per il 2017 il tradizionale appuntamento con i Focus, momenti di riflessione didattico-politico-culturale, incentrati sulla volontà di fotografare e portare a discussione comune i più urgenti temi per lo sviluppo della patria di Archimede. Primo appuntamento Venerdì 3 Febbraio presso la Biblioteca dell’Istituto “Filadelfo Insolera” di Siracusa, con il settimo focus dal titolo “Siracusa città turistica: analisi dei flussi turistici, sistemi d’accoglienza, servizi”. Tale iniziativa si è posta in stretto regime di continuità con il più vasto orizzonte culturale che vede, nella riflessione intorno ai concetti cardine di “Democrazia e Partecipazione”, il proseguimento, a partire dallo scorso 2016, nella trattazione di tematiche come: la filosofia nel mondo odierno, democrazia e religione, politica e cittadinanza, democrazia e informazione. Relatore il dott. Rosano, presidente dell’associazione “Noi Albergatori” di Siracusa, che ha puntato l’attenzione sugli ultimi dati inerenti l’offerta turistica nel capoluogo aretuseo, comprensivi di dati numerici sul numero di presenze registrate negli ultimi anni ed ha dichiarato la sua volontà di fornire elementi utili alla pubblica discussione sull’impatto che il turismo riveste nella determinazione del PIL siracusano non mancando di comparare questo dato con il PIL derivato dal turismo in Sicilia e con quello nazionale. Ne è emerso un quadro che esplicita le ricadute e future opportunità occupazionali, soprattutto nel mondo del lavoro giovanile, così in profonda crisi nel nostro territorio. Il Dott. Rosano ha spiegato anche le ragioni di un vero e proprio boom di presenze che ha visto coinvolto proprio il territorio di Siracusa, delineando, secondo la sua interpretazione, le ragioni di tale fenomeno.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
INCONTRO NEL CUORE DI ORTIGIA DEGLI ARTISTI COSTRUTTORI DI PACE
di Redazione (pubblicato il 26/01/2017 alle  22:07:10, nella sezione EVENTI,  469 letture)

foto1In una fredda serata di gennaio, mercoledì 25, poeti, musici, pittori, fotografi e anime nobili si sono incontrati nel cuore di Ortigia, nella storica "Mediterranea Art Gallery" di via Dione 21, su iniziativa dell'Associazione OK Arte in collaborazione con la testata giornalistica Dioramaonline. L'incontro aveva per titolo "Artisti costruttori di pace" ed è stata l'occasione per presentare i Premi banditi per l'anno 2017 dall'Associazione: il Premio "Arte in Valigia", dedicato alle Arti visive (pittura e fotografia) e il I° Concorso letterario nazionale Premio "Poeti Costruttori di Pace" i cui bandi integrali sono consultabili sul sito: www.okarte.it. È stato il rappresentante di OK Arte a Siracusa ing. Sergio Cuscunà a introdurre la seratafoto2 che ha visto alternarsi brani musicali eseguiti magistralmente da Paolo Greco con le sue "percussion live", musiche d'atmosfera magiche e affascinanti che il famoso musicista ha anche spiegato ed introdotto per una maggiore comprensione delle composizioni musicali da parte del pubblico astante.

Il critico d'arte dott. Raimondo Raimondi, direttore di Dioramaonline, ha poi parlato di un dipinto dell'artista siracusano Angelo Moncada dal titolo "Tempus fugit", spiegandone il simbolismo e la struttura tecnica e pittorica, nonché l'allegoria di plastica evidenza: l'uomo, la donna, il bambino, immersi e come trattenuti dall'elemento terra, tendono le mani verso l'alto, quasi aggrappandosi all'angelo che rappresenta il viatico, l'elemento di mediazione,foto la ricerca affannosa di spiritualità, l'anelito verso l'infinito e l'eterno, unico conforto al tempo che fugge e alla mortalità dell'essere umano che prende coscienza della sua finitezza e della brevità angosciosa della vita che in un batter di ciglia è già passata e di essa si deve rispondere al tribunale dell'Altissimo. È questo il primo incontro del 2017 che l'associazione intende proporre in seguito con cadenza mensile, l'ultimo mercoledì del mese, anche per sopperire a una carenza di luoghi d'incontro che nel periodo invernale anche a Siracusa si ripropone, come se l'impegno dell'amministrazione comunale oramai si rivolgesse tutto al periodo estivo e all'arrivo dei turisti, dimenticando che esiste un substrato corposo di individualità locali e di associazioni che non possono essere abbandonate a se stesse. Un gradevole cocktail ha concluso la serata per sancire ancora di più il momento di socialità cui gli ospiti hanno potuto partecipare ed essere protagonisti.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
ARTISTI COSTRUTTORI DI PACE IN VIA DIONE
di Redazione (pubblicato il 04/01/2017 alle  18:00:22, nella sezione EVENTI,  607 letture)

valigiaL'Associazione OK Arte di Siracusa in collaborazione con la testata giornalistica Dioramaonline organizza un incontro dal titolo "ARTISTI COSTRUTTORI DI PACE - Poeti, musici, pittori, fotografi e anime nobili nel cuore di Ortigia", che avrà luogo Mercoledì 25 gennaio 2017 alle ore 18,00 nei locali della Mediterranea Art Gallery siti in via Dione 21. Nell'occasione verranno presentati i Premi banditi per l'anno 2017 dall'Associazione: il Premio “Arte in Valigia” dedicato alle Arti visive e alla fotografia e il I° Concorso letterario nazionale Premio “Poeti Costruttori di Pace”. Il bando integrale dei due premi è consultabile sul sito: www.okarte.it. Le giurie saranno presiedute dal critico d'arte e poeta Raimondo Raimondi, direttore di Dioramaonline, e composte da esperti e da docenti in campo artistico e letterariologo.

"La poesia" sostiene Raimondo Raimondi "non può essere estranea ai grandi temi della guerra, della morte, dell’immigrazione, della drammaticità dei fatti, e il poeta, come ogni artista in generale, riesce a comunicarci attraverso le parole le sue emozioni, altri lo fanno attraverso le immagini e i colori. Mediante la compartecipazione e la solidarietà che solo l'arte può suscitare si può contribuire all'avvento di una società migliore, più giusta e senza guerre, nella quale gli artisti saranno sempre più COSTRUTTORI DI PACE".

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
INTERESSANTE MOSTRA DI CIMELI STORICI ALL'ITC RIZZA DI SIRACUSA
di Redazione (pubblicato il 03/01/2017 alle  16:03:50, nella sezione EVENTI,  573 letture)

husky9La Consulta Civica di Siracusa ha organizzato in collaborazione con l'associazione Husky 1943 una mostra di cimeli della seconda guerra mondiale, ospitata nei locali dell'ITC "A. Rizza" di Siracusa. L'inaugurazione è avvenuta il 3 gennaio ed è stata preceduta da una conferenza stampa tenuta da Damiano De Simone presidente della Consulta, presenti il preside del Rizza prof. Pasquale Aloscari e il prof. Aldo Di Benedetto presidente dell'associazione Husky 1943. Presenti in sala il Console di Turchia Domenico Romeo, il presidente di Save Villa Reimann Marcello Lo Iacono, il tenente colonnello huskyAntonio Interlandi dell'Aeronautica Militare, Tommaso Bellavia del Siulp, Gianni Tomaselli direttore del Museo Leonardo Da Vinci e gli assessori della Consulta Civica Elio La Spada e Raimondo Raimondi.

L'associazione Husky1943 è assai conosciuta per la rievocazione con divise, armi e mezzi militari dell'epoca dello sbarco alleato in Sicilia, quella "Operazione Husky" da cui l'associazione prende il nome. Mezzi, armi ed equipaggiamenti della seconda guerra mondiale, perfettamente funzionanti, che costituiscono - come ha ricordato Damiano De Simone - da una parte testimonianza culturale di un periodo storico di cui fu protagonista il nostro territorio con lo sbarco degli alleati e l'armistizio di Cassibile, ma anche attrazione turistica, se opportunamente sfruttata con l'ausilio dell'amministrazione comunale per sfilate pubbliche rievocative, cui si prestano come figuranti i soci del sodalizio, e anche per una auspicabile sistemazione museale che costituirebbe un'ulteriore offerta di intrattenimento per i tanti visitatori della nostra Siracusa.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
IN MOSTRA A TAORMINA IMMAGINI DEI 60 ANNI DI STORIA DEL TAOFILMFEST
di Redazione (pubblicato il 30/12/2016 alle  22:17:30, nella sezione EVENTI,  446 letture)

Nel restaurato palazzo dell'ex pretura in corso Umberto a Taormina viene proposta in questi giorni e fino al 6 gennaio 2017 una bella mostra di immagini riguardanti le varie edizioni del Taormina Film Fest che ha vissuto in passato fasti inenarrabili e ospitato celebrità internazionali, il gotha del cinema mondiale. Soddisfatto il segretario generale di Taormina Arte, l'avvocato Ninni Panzera, che vede la mostra come un'occasione per il rilancio del Festival che in questi ultimi anni è stato proposto in forma ridotta a causa dei tagli delle sovvenzioni pubbliche e della rinuncia di tanti sponsor privati "storici".

cucinotta fotoLa mostra ripercorre i 60 anni di storia del Festival del Cinema di Taormina ma anche le tante location che Taormina ha offerto al Cinema. La curatrice Francesca Cannavà e il suo staff sono stati abilissimi nel rendere compatibile lo spazio dell'ex pretura con il materiale che viene esposto in questa mostra.

douglasUna lunga carrellata di immagini fotografiche parte dagli inizi a Messina sino ai nostri giorni, e ci sono anche i frame dei film girati a Taormina, e anche delle foto Polaroid, per la prima volta in esposizione, scattate alla metà degli Anni Duemila in formato 70x100 che è un formato certamente enorme per questo mezzo fotografico.

"Mi auguro - ha dichiarato il segretario generale di Taormina Arte - che questa mostra sia davvero un momento di ripartenza. Ritengo doveroso ringraziare pubblicamente tutti coloro che si sono sobbarcati le tante fatiche e le tante vicissitudini di Taormina Arte, facendosi carico delle difficoltà del nostro ente sino ad arrivare oggi a questo punto di rilancio".

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

 1517 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (236)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (731)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (338)
LIBRI (203)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019

Gli interventi più cliccati

< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
21
22
23
24
25
26
27
28
     
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


21/02/2019 @ 14:36:23
script eseguito in 246 ms