Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 07/03/2012 alle  21:37:42, nella sezione EVENTI,  1306 letture)

Si aprirà con i saluti del presidente del Consorzio “Archimede” Roberto Meloni e del vice Pina Ignaccolo e del direttore del museo “Paolo Orsi” Beatrice Basile, venerdì 9 marzo alle ore 16.30, la due giorni di studi internazionali su “Modernità liquida in difesa di un Paesaggio solido” promossa dal Consorzio Universitario Archimede, dalla Facoltà di Architettura di Siracusa e il Collegio Siciliano di Filosofia. Il convegno, che vedrà la presenza di diversi accademici e studiosi di rilievo mondiale, avrà il suo clou sabato 10, con inizio alle ore 9, con la Lectio Magistralis del sociologo Zygmunt Bauman. Verranno puntati i riflettori su una tematica assai discussa nella città di Siracusa, il Piano Paesistico e il Piano Regolatore Urbano. Tra i relatori della due giorni, il preside di Architettura Carlo Truppi, Aleksandra Jasinska Kania (Università di Varsavia), Francois Zille (Master Politecnico di Milano), Paolo La Greca direttore del Darc. Sabato 10, sempre al museo archeologico “Paolo Orsi” prenderanno la parola Benedetto Gravagnuolo (Università Federico II di Napoli), Roberto Fai (Collegio Siciliano di Filosofia) e Zygmunt Bauman che parlerà della “condizione umana in una società globalizzata”. Concluderà i lavori Alessandro Quasimodo con un recital dal titolo “Operaio di sogni” dedicato al padre Salvatore.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 25/02/2012 alle  13:01:49, nella sezione EVENTI,  1101 letture)

Venerdì 24 febbraio, organizzato dall’Università Popolare di Augusta “GIOVANNA D’ARAGONA”, nel salone di Palazzo Zuppello ad Augusta si è svolto il Convegno di Studi dal titolo “La salvaguardia dell’ambiente nel territorio di Augusta - Bonifiche, controlli, epidemiologia, salute”. Relatori del convegno sono stati l’ing. Dario Ticali, docente e ricercatore presso l’Università Kore di Enna nonché soggetto attuatore dell’emergenza bonifiche, l’ing. Domenico Morello, Dirigente del Settore Ambiente della Provincia Regionale Siracusa, il dott. Giuseppe Moschitto, Chimico, e il dott. Gaetano Gulino, Medico Igienista. Ha introdotto e moderato i lavori il dott. Raimondo Raimondi, giornalista e Presidente dell’Università Popolare di Augusta. L’ing. Ticali ha parlato delle bonifiche urgenti e necessarie per recuperare il territorio di Augusta, a partire da quella difficile ma necessaria del porto pieno di metalli pesanti fino a quella del campo sportivo che ha lo scopo di liberarlo dalle polveri di pirite ritenute cancerogene e potenzialmente nocive. Bonificare le aree che sono state abbandonate dopo la crisi del polo petrolchimico, sia impianti dimessi che edifici non più utilizzati e non riutilizzabili, è necessario e doveroso con l’intervento economico dei gestori che sono obbligati per legge a bonificare e riportare i siti allo stato originario. L’ing. Domenico Morello forte della sua esperienza quale dirigente apicale nel Settore Ambiente della Provincia ha parlato dei controlli messi in atto in questi ultimi mesi per tutelare il territorio dell’intera provincia con particolare riguardo alla qualità dell’aria e allo smaltimento dei rifiuti. Il dott. Giuseppe Moschitto, chimico che ha lavorato per anni nella zona industriale cumulando esperienze e dati, autore di una dettagliata ricerca epidemiologica e statistica, ha evidenziato l’incidenza dell’inquinamento industriale sulle patologie dei lavoratori e delle loro famiglie. Fattori che rendono ancor più irrazionale la scelta di chiudere, per decreto, due reparti dell’Ospedale Muscatello di Augusta, la Ginecologia e la Pediatria, penalizzando i cittadini che vivono in una vasta area dichiarata “a elevato rischio di crisi ambientale”, definita e conosciuta in tutto il mondo come “il triangolo della morte”. Una scelta che sta sacrificando sull’altare del “risparmio” il diritto alla salute di decine di migliaia di cittadini che da più di trenta anni vivono nel panico, terrorizzati da notizie drammatiche sull’accertata insorgenza di specifiche infermità che quasi quotidianamente vengono diffuse dai mezzi di informazione. Il dott. Gaetano Gulino, medico igienista, ha affrontato il tema del delicato e stretto rapporto tra salute e ambiente. In coda al convegno sono intervenuti dal pubblico, numerosissimo e qualificato, il prof. Alosi della segreteria confederale della CGIL e il prof. Solarino di Decontaminazione Sicilia. L’associazione che ha organizzato il convegno, l’Università Popolare di Augusta, è nata nel 2008. ed è una associazione apartitica e aconfessionale a carattere volontaristico che si propone la divulgazione di una formazione culturale, scientifica, artistica e socio-assistenziale senza finalità di lucro.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 15/02/2012 alle  20:46:19, nella sezione EVENTI,  893 letture)

Il 2 Marzo verrà presentato presso la Libreria Mondadori di Augusta il libro “In scena. Conversazione con Tuccio Musumeci” scritto da Santino Mirabella (nella foto) ed edito da Flaccovio. Alle 17.30 in via Principe Umberto n. 82 l’autore firmerà le copie acquistate e alle 18.30 presso il Salone del Circolo Unione di Augusta in piazza Duomo n. 5 avverrà la presentazione vera e propria del libro alla presenza dell’autore Santino Mirabella e del grande attore catanese Tuccio Musumeci, presentati da Michela Italia, che su Musumeci ha scritto una tesi di laurea. Gianfranco Alderuccio, attore dello Stabile di Catania, leggerà alcuni brani. L’intervista-confessione a Mirabella racconta una vita spesa per l’arte raccontata narrazione resa piacevole dalla simpatia dell’attore nel ricordare aneddoti ed esperienze significative vissute in sessant’anni di carriera. L’autore, Santino Mirabella, è Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Catania. Collabora con riviste giuridiche ed affianca all’attività giudiziaria la passione per la poesia e la narrativa. Cavaliere Accademico e Presidente della Associazione Culturale Efesto, è stato premiato in vari Concorsi letterari nazionali. Prima di questo libro ha pubblicato: Nello scriverti queste parole... (2008); Il primo anno in Tribunale (2009); Per i Viali senza via (2010); Le voci dentro (2010); ABiCiZeta (2010); Come qualsiasi delle Ombre... (2011); Incontri e frattaglie (2011).

 
di Redazione (pubblicato il 15/01/2012 alle  11:10:15, nella sezione EVENTI,  956 letture)

Oggi, 15 gennaio, ultimo giorno della “Settimana del libro” promossa dal Comune di Siracusa, dalla casa editrice Verbavolant di Fausta di Falco e dalla libreria Biblios di Luisa Fiandaca e a cui hanno preso parte diversi editori siciliani come Morrone, Emanuele Romeo, Navarra, Discovery Edition, LetteraVentidue, oltre alla Società Siracusana di Storia Patria, la Società Dante Alighieri, i periodici Tribeart e Oh! Magazine. In questi quattro giorni, alla’Antio Mercato di Ortigia, si sono avvicendate presentazioni di libri, dibattiti (molto interessante in particolare quello condotto da Maurizio Agrò sul confronto tra l’editoria tradizionale e quella digitale degli ebook), performance attoriali e persino degustazioni di vini. Inoltre, anche oggi sarà possibile assistere ai cortometraggi selezionati da Luca Raimondi, inizialmente previsti soltanto il primo giorno e poi replicati a grande richiesta. Si tratta di undici lavori che spaziano tra quelli che hanno ricevuto premi o sono stati presentati al “Corto Siracusano Film Fest” (come “Anita sogna” di Lorenzo Falletti, "Il dito sull'orologio" di Francesco Lo Bianco o “Giro di giostra” di Ivano Fachin) e quelli appositamente invitati a partecipare all’evento (tra gli altri, “Paranoico” di Giacomo Mantovani, filmaker di Carpi emigrato a Londra, “Fumetti all’italiana” di Alessandro Marinaro, “Levanzo” di Vincenzo Mineo, “Facciamola finita” di Manrico Gammarota, “Il frutto proibito” di Roberto Capucci).

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 11/01/2012 alle  15:10:54, nella sezione EVENTI,  2185 letture)

Domenica 15 gennaio dalle 18.00 fino alle 20.00 il Salone Carabelli (Ex Cinema Lux), sito in via G. Torres, 10 in Ortigia ospiterà il Concerto dell’Astana Chamber Orchestra un ensemble di archi che eseguirà musiche di J. Haydn, W. A. Mozart, J. Sibelius e Y. Akutagawa. E’ un evento organizzato dall’ASAM di Siracusa e fortemente voluto dal direttore artistico di questa associazione musicale, Corrado Genovese. Quest’ultimo si è formato musicalmente alla scuola degli insegnanti Sergei Girshenko e Umberto Oliveti e ha compiuto gli studi accademici di violino al Conservatorio "A. Corelli" di Messina, con il massimo dei voti e la lode. Ha frequentato, al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, lezioni di formazione orchestrale da camera, ottenendo la qualifica professionale. Ha svolto una cospicua attività concertistica con affermati solisti e direttori. Ha inciso per Radio Vaticana, Dauphine-Italia, Mediaset e varie etichette discografiche. Membro del Quartetto d'archi Archimede, si è esibito da camerista in importanti festival europei. Ha collaborato, con “Unicef” e “Avsi”, all'organizzazione di concerti no-profit. Si è occupato per due anni di critica musicale per la Gazzetta del Sud e, dal '99, scrive per il Giornale di Sicilia. Genovese, come già detto, è il direttore artistico dell'A.S.A.M. Associazione Siracusana Amici della Musica oltre che docente di violino all'Istituto Musicale "G. Privitera" di Siracusa.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 13/12/2011 alle  15:10:30, nella sezione EVENTI,  963 letture)

Domenica 18 dicembre dalle 10 alle 12 presso i Giardini Pubblici di Augusta si svolgerà una giornata di volontariato organizzata dall’associazione Natura Sicula per intervenire su una porzione di questo polmone verde che si presenta in stato di grave degrado. L’evento si intitola LIBERAtiVILLA ed è stato voluto da Ivan Alicata, presidente dell’associazione. I Giardini Pubblici O.M. Corbino di Augusta versano infatti da anni in condizioni disastrose, uno spazio immenso e prezioso che è emarginato, non vissuto, con un emblema del disastro rappresentato dal Kursaal Augusteo, il vecchio cinema e albergo abbandonato da decenni. Con l'attività di volontariato di domenica 18 dicembre 2011, prima di una serie, si vuole sensibilizzare le istituzioni e l'opinione pubblica sull'importanza di rivalorizzare l'area in un'ottica di miglioramento della vivibilità urbana ed in prospettiva di un futuro incremento dell'appetibilità turistica del centro storico. Questa prima attività consisterà semplicemente nel liberare il Ficus monumentale, che si trova nella porzione nord-ovest dei giardini pubblici, dalla morsa della panchina circolare, tentando di "ricentrare" la stessa. Lo sviluppo asimmetrico del fusto ha infatti comportato il sollevamento della panchina con conseguente danneggiamento della pianta. Un gesto simbolico che vuole dare anche questo messaggio: non abituarsi al degrado, ma lavorare tutti per una città più vivibile.

 
di Redazione (pubblicato il 16/11/2011 alle  17:37:02, nella sezione EVENTI,  1180 letture)

Martedì 15 novembre alle 18 si è tenuta una conferenza stampa convocata dal presidente del Kiwanis Club di Augusta Avv. Silviarita Feccia nella sede del Municipio in piazza d’Astorga. Sono state illustrate le iniziative che il Club metterà in atto domenica 20 novembre, per la GIORNATA MONDIALE PER I DIRITTI DELL'INFANZIA". Alla conferenza stampa erano presenti, oltre al presidente avv. Feccia e al segretario ing. Renato Giummo, il chairperson stampa del Kiwanis Club dott. Raimondo Raimondi, il presidente del Kiwajunior dott.ssa Laura Bassetto, l’Assessore alla Cultura avv. Giovanna Fraterrigo e l’Assessore alla P.I. dott. Giuseppe Cassisi, in rappresentanza del Comune di Augusta che ha concesso il suo patrocinio alla manifestazione. L’assessore Fraterrigo ha voluto sottolineare come questa celebrazione non viene fatta da adulti per gli adulti, con convegni in cui i bambini sono spesso assenti, ma appunto viene fatta col coinvolgimento diretto dei bambini protagonisti per una mattinata di un evento che serve a celebrare e sensibilizzare ma anche ad unire tra loro i giovanissimi al di la di ogni differenza sociale, religiosa ed etnica. Il presidente Silviarita Feccia ha precisato come con il servizio verso i bambini si rinnovino le ragioni etiche dell'impegno del Kiwanis, illustrando come il Club abbia organizzato per DOMENICA 20 NOVEMBRE 2011 una "PASSEGGIATA PODISTICA" non competitiva che partendo da Piazza Duomo alle ore 9,00, attraverserà via P. Umberto, i Giardini Pubblici, via G. Lavaggi e viale Italia, concludendo il percorso in Piazza America intorno alle 12,30. Per tale manifestazione sono state coinvolte tutte le scuole del 1° grado di Istruzione (Elementari e Medie) cittadine, con la partecipazione attiva della Misericordia, degli Scout, dei Carabinieri in pensione e delle forze dell’ordine. L'iniziativa della “Giornata Mondiale del Bambino” prende il via a livello nazionale da un percorso maturato in 13 anni e sviluppato nel libro: 'Infanzia da difendere. A tutela dei diritti dei bambini' di Carletta Viotto. Il testo, presentato per la prima volta il 23.06.2008 presso la Camera dei Deputati, vuole richiamare l’attenzione sulle tante violenze che l’Infanzia subisce e si propone di sollecitare il mondo adulto - la famiglia, la scuola, la società e le Istituzioni - ad un preciso impegno nel tutelare i fanciulli da ogni sopruso e per dare loro la possibilità di preparare con serenità il loro domani. La “Giornata Mondiale del Bambino” a date unificate il 20 novembre (o 'World Children's Day' o 'Children's Day') vuole contribuire alla costruzione di una società globale culturalmente attenta al Bambino, rispettosa della sua dignità e dei suoi diritti.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 08/11/2011 alle  13:07:06, nella sezione EVENTI,  1635 letture)

Domenica 27 novembre in onore dei festeggiamenti di Sant’Andrea il gruppo Augusta Folk si esibirà in uno spettacolo itinerante, nel tratto via Roma, via Limpetra. Augusta Folk nasce nel 2010 con l'obiettivo di riscoprire e tramandare le tradizioni popolari siciliane, per riscaldare i cuori di un pubblico più maturo e per avvicinare i giovani, sempre più lontani dal proprio passato, ai canti e ai balli che hanno segnato e accompagnato i momenti di lavoro e di festa dei nostri nonni. Il gruppo è composto da 30 elementi d'età compresa tra i 12 e i 35 anni, uniti dallo stesso amore per la cultura popolare e le tradizioni locali. Si avvale degli strumenti tipici della musica folk siciliana: il tamburo, la chitarra, il marranzano, il friscaletto, la quartara, il tamburello e la fisarmonica. Augusta è la patria di quasi tutti i componenti del gruppo, con la sua antica storia di colonia greca, con il suo bellissimo mare, il suo Castello di epoca federiciana, i suoi antichi vicoli medievali, la sua maestosa Porta Spagnola, le sue due fortezze cullate dalle acque, le sue chiese e i suoi monasteri, testimonianze tutte di un passato importante. Proprio dell'esigenza di conoscere, tutelare e valorizzare la propria cultura e le proprie radici si fa portavoce questo ensamble di giovani. Augusta folk è infatti impegnata nella ricerca di testi e balli antichi, testimonianze di un passato che ci dimostra che ieri come oggi, gli uomini si affannano e gioiscono per le stesse vicende.

 
di Redazione (pubblicato il 29/10/2011 alle  09:17:46, nella sezione EVENTI,  900 letture)

Il Rotary Club di Siracusa presieduto dall’ avvocato Giuseppe Piccione ha presentato venerdì 28 ottobre presso la Sala Vassalli dell’Istituto Superiore di Scienze Criminali, in via Logoteta 27, il libro di Armando Spataro dal titolo “Ne valeva la pena. Storie di terrorismi e mafie, di segreti di Stato e di giustizia offesa”. Il caso Tobagi, le Brigate Rosse, il sequestro di Abu Omar, la ‘ndrangheta al Nord: queste alcune delle inchieste più scottanti raccontate da un magistrato che le ha dirette in prima persona. E’ il momento di ripercorrere gli ultimi trent’anni di storia giudiziaria italiana e descrivere la tempesta che, tra ambiguità e silenzi, si sta abbattendo sulla nostra giustizia. Alessandro Spataro per questa sua fatica letteraria ha ricevuto il Premio Capalbio 2010, Sezione Politica e Istituzioni, e il Premio Cesare Pavese 2011, per la saggistica.

 
di Redazione (pubblicato il 12/10/2011 alle  17:22:03, nella sezione EVENTI,  911 letture)

Il consueto appuntamento con la cultura alla Galleria Roma di Siracusa vede protagonista domani 13 ottobre alle ore 18,30 la poesia di Johannes, al secolo Giovanni Giudice, interpretata in una lettura scenica dall’attrice Bibi Bruschi e da Aldo Adorno dal titolo “Polvere di stelle e sbrizzi d’amuri”. La forma della lettura scenica è uno spettacolo interattivo e democratico perché si permette al singolo spettatore di utilizzare la propria immaginazione per "vedere" l’ambientazione e l’azione scenica in modo assolutamente personale, in assenza di qualsiasi imposizione da parte della messa in scena. Ciascuno potrà in tal modo recepire, interpretare e infine formulare un’opinione secondo la propria unicità. Bruschi e Adorno daranno voce ai versi in lingua e in vernacolo dell’autore, Johannes, attento scrutatore dei sentimenti umani, scrittore di emozioni nate sotto il cielo di Ortigia, intrise del dolce fascino di un luogo che pare proprio sia stato creato per ispirare i poeti e l’amore. Ad introdurre il poeta e la scena sarà Veronica Tomassini, apprezzata e sensibile giornalista e scrittrice siracusana, dopo il consueto saluto agli ospiti della serata da parte del presidente della Galleria Roma, Salvatore Zito.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 02/10/2011 alle  13:44:23, nella sezione EVENTI,  1575 letture)

Si è inaugurata sabato 1 ottobre a Catania nella Galleria d'Arte Moderna “Le Ciminiere” di Viale Africa la mostra di uno dei più importanti artisti catanesi, conosciuto sia in Italia che all'estero, Giovanni Compagnino. L’evento artistico a cura di Nicolò d'Alessandro è stato organizzato dal gallerista Antonio Vitale presidente dell'associazione culturale SPAZIOVITALEin e sarà visitabile dal pubblico fino a domenica 30 ottobre. Il presidente della Provincia Giuseppe Castiglione, illustre assente all’inaugurazione, aveva presentato in conferenza stampa la retrospettiva, inserita nel calendario Etnafest della Provincia, affermando: "Con la mostra antologica del maestro Giovanni Compagnino si svolge un ulteriore evento culturale di spessore che propone un gruppo rilevante di lavori inediti, focalizzati sull'indagine degli ultimi 40 anni dell'artista, rivelandoci la sua forte ed eclettica personalità. La realizzazione di questa mostra sottolinea la sinergia tra la Provincia regionale di Catania e il mondo della cultura, consentendo la realizzazione di appuntamenti artistici di richiamo, non solo nazionale". In mostra una imponente raccolta di 180 opere che dimostrano la capacità di Compagnino di attingere a diversi mezzi espressivi, determinando un processo pittorico che si avvale dei collages, con l'inserimento di oggetti di uso comune commisti a immagini di riviste e disegni. Nella lunga produzione dell'artista sono ravvisabili diverse fasi creative, che sono ben illustrate dal percorso articolato della mostra: dalla pittura ecologica degli anni 1965-1975, al periodo barocco in cui riflette sul tema del potere (anni 1978 -1981); dalle immagini trasgressive di Eroticando (1990-1994) ed Erotica69 (2000-2004), all'adesione al Verticalismo (1976-1985); dall'intenso "Periodo nero" (1998-2003) all'attuale problematica artistica (2004-2011), che vede l'artista, pur colpito da ictus e costretto nella sedia a rotelle, pervicacemente capace di esprimere, con la rabbia di chi è stato percosso da un destino avverso ed una ammirevole autoironia, la sua profonda voglia di vivere e di comunicare.

 
di Redazione (pubblicato il 27/09/2011 alle  19:23:13, nella sezione EVENTI,  938 letture)

Giovedì 29 settembre alle ore 18.30 si terrà presso presso la Galleria Roma di Siracusa la presentazione del volume di Euridice Zàccari "Pinocchio esce dalla sua fiaba", edito da Carlo Morrone.  Sarà relatrice Giovanna Strano, preside dell’Istituto “Filippo Iuvara”. Il libro ha per protagonista Pinocchio, il burattino di collodiana memoria, qui subito trasformato in un bambino che, orfano del suo Geppetto, deve crescere senza una guida. Il protagonista crede che quelli fatti di carne e ossa sono tutti buoni, mentre i cattivi rimangono burattini di legno fin quando non diventano buoni. Con queste convinzioni Pinocchio si affaccia alla vita andando incontro a singolari avventure che gli permetteranno di maturare e di superare le difficoltà in mezzo a momenti lieti, trascorsi insieme ai suoi nuovi amici e conoscenti. Un Pinocchio rivisitato che a fatica tiene a memoria le lezioni che la vita gli offre giorno per giorno, fin quando avviene il miracolo: da ragazzo insensato e senza giudizio si trasforma in persona responsabile decidendo di allontanarsi dalle cattive amicizie che lo stavano trascinando per una strada senza ritorno. Questo libro è il dono che una nonna ha scritto per il suo nipotino, ma che si addice a tutti quei nipotini che non hanno una nonna scrittrice.

 
di Redazione (pubblicato il 27/09/2011 alle  18:56:28, nella sezione EVENTI,  855 letture)

Nell’ambito della manifestazione “Frontiere Liquide Ortigia” in corso di svolgimento a Siracusa mercoledì 28 settembre, dalle ore 20,30 in poi sarà in scena una Maratona di Teatro con tre spettacoli di grande prestigio che si alterneranno negli spazi recuperati del Teatro Verga di Ortigia ancora incompleto. Si comincia con Aiace Filottete da Sofocle regia di Georges Lavaudant. Lo spettacolo recuperato all’italiano dalla versione francese, vede in scena Maurizio Donadoni e Francesco Biscione. Alle 22, ritorna in Sicilia Peter Brook con una riflessione sull’arte teatrale affidata ai testi di Antonin Artaud, Gordon Craig, CharlesDullin, Wsewolod Emiljewitsch Meyerhold, Zeami Motokiyo, William Shakespeare, in scena la grandissima Miriam Goldsmith, storica attrice di Brook già protagonista del Mahabarata e interprete formidabile degli Ubu realizzati dal maestro inglese. Infine, di nuovo Maurizio Donadoni, uno dei più intelligenti attori italiani, si cimentarà con un monumento della letteratura internazionale, “Il sogno dei Finnegans” di James Joyce. L’ingresso al singolo spettacolo costa 15€, l’intera maratona 40€. Per informazioni telefonare al 3394095953.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 26/09/2011 alle  09:31:04, nella sezione EVENTI,  1000 letture)

Giovedì 29 settembre la chiesa del Sacro Cuore di Augusta, retta dal giovane parroco don Davide Di Mare, sarà la cornice ideale dello spettacolo-evento “Lectura Dantis” a cura dell’associazione culturale Teatro Gruppo, con Giorgio Càsole e Mauro Farina, che gode del patrocinio della Provincia Regionale di Siracusa. L’evento con ongresso gratuito è stato fortemente voluto da Paolo Amato, consigliere provinciale e capogruppo del PDL alla Provincia. All’interno dell’unica navata saranno interpretati (e anche spiegati) canti della Divina Commedia dantesca, sulla scia di quanto ha fatto con successo, alcuni anni fa, il dantista Vittorio Sermonti, che ha avvicinato Dante alla gente, recitando proprio nelle chiese. La “Lectura Dantis” avrà luogo dopo la messa vespertina, cioè intorno alle 19,30, ed è la prima volta che una manifestazione di tal genere e di tale spessore culturale viene ospitata in una chiesa augustana.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 23/09/2011 alle  13:25:42, nella sezione EVENTI,  2060 letture)

Sabato 24 settembre la Galleria Roma di Siracusa presenta, nella nuova sede di piazza S. Giuseppe, la personale di pittura dell’artista messinese Tania Triolo dal titolo “Moulin Rouge”. La mostra, che rimarrà aperta fino al 4 ottobre, sarà presentata da Maria Teresa Asaro che così si esprime sulle opere di questa artista: “L’arte di Tania Triolo è pittura creata da una donna a rappresentazione e celebrazione della figura femminile, del suo fascino e della sua sensualità. Siamo dinnanzi alla rappresentazione di “donna eccessiva”, connubio di bellezza e perversione da cui promana una costruzione d’immagine del protagonismo femminile teso ad affermare il modello “divorante” della donna-virago, che però prefigura una nuova forma di soggettività. Tania TrioloLa Triolo appare infatti muoversi in un abito mentale volto a recepire una realizzazione estetica secondo le suggestioni dannunziane costruite attorno al lirismo narcisistico dell’artista, alla ricerca di un erotismo ostentato nella sua concreta materialità edonistica che pare irridere sarcasticamente a scontate istanze moralistiche. E oggetto della mostra della pittrice è la rappresentazione del Burlesque, antica forma di spettacolo nata nella seconda metà dell’800 nell’Inghilterra vittoriana: protagonista è la donna, la sua femminilità e il suo corpo, esibito come “soggetto” artistico e non come oggetto, in un connubio perfetto di arte, esibizione, seduzione, teatralità. Si percepisce allora la volontà della pittrice di porgere al fruitore suggestioni che provengono dall’osservazione di un universo permeato da un erotismo intrinsecamente femminile, reso dalla “cerebrale”, immediata corposità e sensualità dei soggetti raffigurati, perché, scrisse la celebre Anaïs Nin, “l’erotismo è una delle basi di conoscenza di sé, tanto indispensabile quanto la poesia”.

 
di Redazione (pubblicato il 22/09/2011 alle  16:39:12, nella sezione EVENTI,  945 letture)

Al via la nuova stagione del Buzz, il club siracusano ormai punto di riferimento per il divertimento, l’arte e la cultura di Siracusa. Un vero e proprio polo culturale con un interessante cartellone che mixa musica dal vivo, cinema d’autore, dj set, mostre fotografiche, arte figurativa, eventi teatrali e molto altro ancora. Si comincia domani 23 settembre con “Rocketta Light”, l’appuntamento fisso del venerdì sera con la rassegna itinerante ideata da Paolo Mei che porta in Sicilia alcune delle migliori realtà musicali nazionali e internazionali. Ad aprire le danze, alle 22.30, sarà Jonas David, cantautore tedesco fresco di debutto discografico per la prestigiosa etichetta indipendente Volkoren Records. Jonas David proporrà i brani di “Keep The Times”, l’album che ha favorevolmente colpito la stampa specializzata per le sue sonorità ricercate che lo accostano ad un novello Damien Rice. A seguire, Dj Dante di Tunafishbanda e le sue accurate ricerche sonore. Ma il Buzz non è soltanto musica dal vivo; il lunedì spazio alla settima arte con “Happy Mondays”, la rassegna cinematografica curata da Angelo Allegra del collettivo TunafishBanda. Cinema d’autore e chicche per intenditori che non hanno trovato lo spazio che meritavano nella grande distribuzione. Questa stagione il Buzz diventa anche galleria d’arte, uno spazio espositivo aperto agli artisti siciliani che potranno esporre le loro opere figurative e fotografiche. Venerdì 23 settembre, a partire dalle 19:00, inaugurazione della personale di Max Mensa, artista siracusano che esporrà le sue opere fino al 23 ottobre.

 
di Luca Raimondi (pubblicato il 22/09/2011 alle  15:31:21, nella sezione EVENTI,  1191 letture)

Domenica 25 settembre alle 10.00, presso il maneggio “Il Tempio” di Ispica, la scrittrice milanese (ma da anni trapiantata a Siracusa) Barbara Becheroni presenterà il suo libro “La ragazza che amava i cavalli”, pubblicato da Paco Editore. L’evento sarà introdotto da Cristina Gianino e da medici veterinari che, nell'occasione, spiegheranno a tutti i presenti il mondo dei cavalli e i benefici dell'equitazione per la crescita psico-motoria dei più giovani. La Becheroni, nel suo sito www.becheroni.it, così presenta quest’ultima sua opera letteraria: Nelle pagine di questo libro ho racchiuso tanti anni di esperienza vissuta accanto ai cavalli, sia come amazzone che come veterinaria. È una storia semplice, ma non per questo superficiale. La vicinanza di un cavallo, la comprensione del suo linguaggio, serve a ingrandire i nostri orizzonti, e anche, nonostante possa sembrare assurdo, a diventare “più umani”. Il romanzo della Becheroni è dunque un romanzo di formazione che segue il passaggio da bambina a ragazza di Filippa, passaggio che simbolicamente avviene tra il pony Pistache e il cavallo Bad Bridge, i due cavalli che lei adora e cavalca a distanza di quattro anni. Le vicende relative ai due cavalli si alternano, cosicché fino quasi alla fine non ci è dato sapere in che modo Pistache è stato determinante per la psicologia di Filippa bambina: la precoce conoscenza di Pistache e - di rimando - del mondo competitivo e crudele dei concorsi ippici, è determinante per la costruzione di un rapporto più maturo e consapevole tra Filippa e Bad Bridge, un po’ come certi “primi amori”, in cui si sbaglia e si soffre, schiudono successivamente relazioni più adulte ed appaganti per entrambi i partner. Il libro della Becheroni, che nel rimandare sino alla fine gli esiti finali di entrambe le storie, riesce a creare un’abile suspense da scrittrice professionista che ha frequentato la sempre efficace palestra del “giallo” con le storie di Marzia Leone, commissario milanese trapiantato in Sicilia (di questo filone va citato almeno "Nel dolore", recentemente ristampato a Milano dalla casa editrice Eclissi).

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/09/2011 alle  11:19:14, nella sezione EVENTI,  897 letture)

La Galleria Roma, che recentemente si è trasferita da via Maestranza a Piazza San Giuseppe, ha ripreso, oltre che l’attività artistica, anche quella dei suoi “giovedì della cultura”, in cui ha coinvolto parecchi tra i personaggi più noti e apprezzati del mondo artistico e culturale del territorio, invitandoli ad alternarsi nell’intrattenere, con importanti conferenze sugli argomenti più vari che vanno dalla letteratura e l’arte, dalla storia alla socialità, i numerosi suoi iscritti e chiunque ne fosse interessato, per cui degnamente viene conosciuta e apprezzata come una delle associazioni più attive e qualificate di Siracusa. Giovedì prossimo, giorno 22, alle ore 18.30, l’obiettivo sarà rivolto a “i megghiu”, cioè ai siracusani che, negli anni Ottanta e Novanta (dal 1983 al 1997), si distinsero per i loro meriti culturali, artistici, religiosi, sportivi, sociali e per questo ricevettero il Premio di Cultura e Socialità.E’ uno spaccato di storia siracusana che merita di essere vivamente attenzionato, soprattutto a dimostrazione che allora, come oggi, non vi erano e non vi sono solamente estorsione, delinquenza, mafia, egoismo, ma vi erano e vi sono anche, aspetti positivi che nutrono la speranza di un cambiamento in meglio della nostra società. Relatore dell’evento sarà il prof. Arturo Messina il quale, più che fare la storia del Premio, rinfrescherà la memoria di quei singolari siracusani che non dobbiamo dimenticare, ma imitare. Trattandosi dell’Oscar della Siracusanità, come sottofondo farà ascoltare alcuni dei suoi “120 acquerelli poetico musicali sul territorio di Siracusa” che venivano cantati dai Siracusani Singers, come “Omaggio a Ortigia”.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 13/09/2011 alle  10:06:07, nella sezione EVENTI,  1566 letture)

Giovedì 15 settembre alle 18,30 nei locali della Galleria Roma di piazza S. Giuseppe a Siracusa Salvo Sequenzia presenterà il libro di Enzo Giudice, poeta floridiano prematuramente scomparso 14 anni fa, dal titolo “Il figlio del diluvio”. “Ritornare alla poesia di Enzo Giudice – dice Salvo Sequenzia - ad Ortigia, dove il poeta visse e compose i suoi versi più belli ed amari, vagando tra i vicoli della Giudecca «accattone di sogni e di parole» è un ritorno che propizia una lettura nuova dell’opera del Nostro, la cui indagine critica rimane sempre aperta per l’innumerevole quantità di inediti che il poeta ha lasciato e che, periodicamente, affiorano, portati alla luce dalle inesplicabili correnti della vita. Il poeta Enzo Giudice fu uomo fedele ai suoi e agli amici, buon lettore, curioso di esperienze, gran viaggiatore inquieto e disperato, raffinato animatore culturale in quella cerchia di intellettuali siracusani che si radunava, negli anni post-bellici, nella “Bottega Margutta” di Castorio Di Tommasi attorno a Piero Fillioley, a Dino Cartia, a Mario Zammararo, ai fratelli Formosa. L’apprendistato letterario di Enzo Giudice si consuma a metà tra gli anni Sessanta e Settanta in interventi giornalistici di costume e di cronaca, in recensioni e appunti culturali sui rotocalchi aretusei l’Eco di Sicilia, La Domenica, Edizioni Pentapoli. Si attestano ai primi anni Settanta i viaggi di Enzo Giudice a Milano e a Roma, dove frequenta l’atelier del pittore Giorgio Orefice e la casa di Mario Zammarano, partecipando con curiosità e intelligenza all’avventura culturale delle “romane” Edizioni Cartia. Intanto conosce e frequenta Leonida Repaci, al quale fa leggere i suoi primi esperimenti poetici, che confluiranno nella silloge Il figlio del diluvio, pubblicata nel 1974 dall’editore Cartia e che risulterà finalista al Premio Viareggio, nella sezione dedicata all’opera prima. Leonida Repaci, «estimatore dei suoi versi» , lo introdurrà negli ambienti letterari della capitale dove il poeta viene subito apprezzato per la sua sensibilità e il suo carattere mite e malinconico.”

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 07/09/2011 alle  12:56:02, nella sezione EVENTI,  893 letture)

Un sodalizio promettente, che potrebbe darci risultati interessanti quello tra Carlo Muratori, versatile e celebre musicista siracusano, e Veronica Tomassini, scrittrice di talento balzata alla ribalta delle cronache letterarie col suo best seller “Sangue di cane”, edito da Laurana ed oggi in alto nelle classifiche di vendita oltre che pluripremiato nei tanti eventi culturali che si sono susseguiti questa estate. Si tratta di una suite per voce recitante, canto e chitarra su testi tratti dal romanzo della Tomassini e musiche di Muratori che verrà presentata in prima assoluta il 6 ottobre alle ore 21 nel Teatro Comunale di Giardini Naxos. Carlo Muratori nato a Siracusa nel 1954 ed ha reinterpretato e riportato alla luce le tradizioni musicali siciliane. In trent’anni di attività, passati in ricerche nel campo della musica folk e nella realizzazione di tanti concerti dal vivo e di numerose compilation discografiche, il musicista ha risvegliato l’interesse verso la musica popolare e aperto una nuova strada per la canzone d’autore. Veronica Tomassini, giornalista, scrive sul quotidiano ”La Sicilia” dal 1996. “Sangue di cane” è il suo primo romanzo e narra una storia di emarginazione, di chi, straniero ed estraneo alla città, campa di poco o niente, di elemosine, di chi non ha casa, di chi è arrivato da paesi lontani, di chi trova l’unica via d’uscita ad una vita d’inferno nell’ubriacatura e nell’abbrutimento. “Sangue di cane” è la storia di un amore, un amore difficile e tuttavia necessario tra una ragazza siciliana e un polacco dropout. La protagonista divide la sua quotidianità con S³awek, un semaforista che per sopravvivere allunga la mano chiedendo “poco spicci, prego”, un alcolizzato che dorme nelle case occupate o nei vagoni merci e vive di espedienti. Il polacco ha un passato di violenza, ma nel futuro per lui potrebbe esserci la speranza perché dall’unione con la ragazza siciliana è nato un figlio. Ma una scarsa forza di volontà e le debolezze della carne allontanano per sempre ogni possibilità di redenzione. Una storia amara e vagamente autobiografica le cui pagine di mirabile scrittura, mixate con le note di Carlo Muratori, arriveranno a noi in una magica atmosfera.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

 1224 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (245)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (346)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi più cliccati

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


18/08/2019 @ 14:53:49
script eseguito in 267 ms