Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 05/11/2013 alle  16:11:47, nella sezione EVENTI,  1076 letture)

la commissioneIl primo premio del Concorso nazionale sulle Mura Dionigiane è stato assegnato al gruppo di progettazione composto da Simone Iannucci e Simona Iachetti di Architettura di Pescara. Il secondo premio è andato agli studenti del Politecnico di Milano Bovisa, il terzo a quelli di Architettura di Ferrara. Il gruppo che si è classificato al secondo posto è composto da Alessandra Nassivera, Alice Citterio, Claudio Giampietro, Carlo Maria Cislaghi e Michela Tettamanti. Mentre gli studenti vincitori del terzo premio sono Francesco Tonnarelli, Giacomo Moretti, Michele Pelliconi, Giacomo Quercia e Matteo Viciani. Al gruppo primo classificato sarà assegnato un premio di 2.500 euro, al secondo classificato andranno 1.500 euro. Il gruppo terzo classificato riceverà un premio di 1.000 euro. Al gruppo di Architettura di Siracusa, composto da Alessio Marino e Paolo Mercorillo, la Commissione giudicatrice ha invece riconosciuto la menzione speciale. Per la menzione sono stati scelti, inoltre, due gruppi di progettazione del Politecnico di Milano Bovisa, composti rispettivamente da Petra Montuschi, Mirko Franzoi, Marco Morlacchi, e da Alessandro Rigamonti, Yuan Hao Li, ed il progetto di Daniela Lazzari, iscritta ad Architettura di Firenze. Ricordiamo che il concorso era rivolto agli studenti iscritti ai corsi di laurea di architettura ed ingegneria edile delle università italiane. Ai partecipanti è stato chiesto di formulare un’ idea progettuale che ridefinisse un nuovo rapporto di valorizzazione del sistema delle Mura Dionigiane in relazione alle zone limitrofe.

Della Commissione, che ha valutato le 52 idee progettuali pervenute, hanno fatto parte: Vincenzo Cabianca, ingegnere e urbanista, coautore del secondo PRG di Siracusa, Teresa Cannarozzo, professore ordinario di Urbanistica, Università di Palermo; Alberto Ferlenga, professore ordinario di Composizione architettonica e urbana, IUAV; Corrado V. Giuliano, avvocato, esperto in diritto urbanistico e ambientale; Dieter Mertens, già direttore dell’Istituto Archeologico Germanico di Roma; Giuseppe Voza, archeologo e Soprintendente emerito ai BB.CC.AA. di Siracusa; Emanuele Fidone, professore associato di Architettura di Siracusa, delegato del Presidente della S.D.S. di Architettura; Roberto Meloni, Presidente del Consorzio Universitario Archimede, e Vincenzo Latina, ricercatore della SDS di Architettura Siracusa, delegato dal Presidente del “Comitato per i parchi”. Gli Enti promotori del concorso (SDS Architettura di Siracusa, Consorzio universitario “Archimede”, Comitato per i parchi “Santi Luigi Agnello”, Studio legale Giuliano Siracusa) e la Commissione giudicatrice hanno espresso soddisfazione per la qualità delle idee progettuali pervenute, per l'alto livello di partecipazione e per l'interesse suscitato dal tema oggetto del concorso, che costituisce una delle criticità più rilevanti della riqualificazione e valorizzazione del sistema urbano di Siracusa. Le premiazioni dei vincitori e la consegna delle menzioni avranno luogo il prossimo 21 novembre, alle ore 17,00, a Palazzo Vermexio, in piazza Duomo a Siracusa. Lo stesso giorno, alle ore 19,00, nelle sale dell'ex convento del Ritiro, in via Mirabella, 27, sempre a Siracusa, sarà inaugurata la mostra dei progetti in concorso.

 
di Redazione (pubblicato il 19/10/2013 alle  10:33:46, nella sezione EVENTI,  819 letture)

locandina evento“Una cultura in tante Culture” è il titolo dell’evento che il 22 ottobre verrà ospitato nell’aula “Vallet” del Liceo Classico Megara di Augusta a partire dalle 8,30 del mattino, col patrocinio del Kiwanis Club di Augusta, presieduto dal dott. Raimondo Raimondi. Il Club di Augusta, da sempre sensibile alle problematiche dei minori e istituzionalmente votato ad agire in favore dei bambini di qualsiasi nazionalità, non poteva che accogliere entusiasticamente l’invito a collaborare con l’ADEI WIZO, Associazione Donne Ebree d’Italia, che è da oltre 80 anni attiva nel campo del volontariato sociale e culturale. L’associazione realizza un Corso di formazione per insegnanti sull’integrazione di alunni di etnie diverse tenuto da Ziva Fischer Modiano e Edna Angelica Calò Livne, direttrice della fondazione “Beresheet LaShalom” Teatro Arcobaleno, docente di madrelingua italiana esperta nel campo dell’integrazione scolastica e sociale in Israele.

Il corso parte dall’analisi dell’esperienza israeliana compiuta in un habitat difficile per l’annosa contrapposizione tra ebrei e palestinesi. Il presidente del Kiwanis Raimondi ha voluto sponsorizzare l’evento accogliendo la richiesta dell’Amm. Paolo Russotto, attuale vicepresidente del Club, prezioso e insostituibile nella sua opera di mediazione per promuovere questo incontro e consentirne la realizzazione. Organizzare un evento di questa portata in una regione, la Sicilia, ove non esistono istituzioni ebraiche è stata una sfida che l’ADEI WIZO ha vinto grazie alla determinazione delle protagoniste di questo progetto. E' stato possibile realizzare il corso a Catania (il 21 ottobre) e Augusta grazie alla collaborazione e sostegno dell' Università di Catania e del Kivanis International di Augusta, e a Siracusa (il 23 ottobre) presso l'istituto comprensivo”Salvatore Raiti”. Ad Augusta decisivo è stato il contributo della dirigente scolastica prof.ssa Maria Concetta Castorina che ha subito accettato di ospitare questo evento nei prestigiosi locali del Liceo Classico Megara di Augusta

 
di Redazione (pubblicato il 04/10/2013 alle  11:50:08, nella sezione EVENTI,  800 letture)

Il Kiwanis Club di Augusta si riunisce venerdì 11 ottobre al Venus Sea Garden Resort per il tradizionale Passaggio della Campana che sancisce l’avvicendarsi tra il presidente uscente del Club dott. Gaetano Roggio e il Presidente subentrante per l’anno sociale 2013-2014 dott. Raimondo Raimondi (insieme nella foto). Presenzierà alla manifestazione il Luogotenente del Governatore del Distretto Italia-S.Marino, Divisione Sicilia Sud-Est, dott. Luigi Barone. Il nuovo Comitato Direttivo per l’anno sociale 2013-2014 è così composto: Raimondo Raimondi presidente, Gaetano Roggio past presidente, Salvatore Cannavà presidente eletto, Paolo Russotto vicepresidente, Antonino Valastro segretario, Franco Rattizzato tesoriere, Marco Arezzi, Antonello Forestiere, Emilena Iacieri, Romolo Maddaleni, Giuseppe Pisasale, Michele Purgino e Franco Pustizzi consiglieri, Domenico Morello cerimoniere, Romolo Maddaleni chairperson stampa e comunicazione, Renato Giummo chairperson formazione.

 
di Redazione (pubblicato il 01/10/2013 alle  10:51:01, nella sezione EVENTI,  875 letture)

renato scatàI direttori artistici del Cineteatro Aurora di Belvedere, Nino Motta e Renato Scatà (nella foto a destra), ci hanno trasmesso il seguente comunicato, che pubblichiamo di seguito:

Dopo la pausa estiva, ritorna il cinema di qualità a Siracusa e lo fa in grande stile. Abbiamo preparato una programmazione ampia e ben strutturata che ricopre tutta la stagione 2013/2014. Non ci siamo fatti mancare niente, dal martedi d'autore del Cinema Aurora, con alcuni tra i migliori film d'essai nazionali ed internazionali, sino agli eventi speciali con la presentazione di opere inedite alla presenza degli autori. Novità dell'anno sarà la presenza del festival del cinema "Giornate di Cinema Italiano" che si svolgerà a fine ottobre, con ospiti e opere in anteprima. Martedi 1 ottobre, alle 19,30, vogliamo dedicare a voi una serata speciale ad ingresso gratuito (fino ad esaurimento dei posti), in cui presenteremo ufficialmente il programma e discuteremo di buon cinema. Durante l'evento verranno proiettati, in anteprima, i trailer di alcune opere in concorso al festival ed un omaggio al carosello italiano. Inoltre, verrà presentata una gradita sorpresa. La vostra presenza aumenterà il nostro impegno a difesa del cinema di qualità.

 
di Redazione (pubblicato il 26/09/2013 alle  11:46:24, nella sezione EVENTI,  1011 letture)

bagno ebraicoL'Associazione Culturale "Siracusa Terzo Millennio" di Siracusa, che gestisce il Bagno Ebraico (il Miqweh, nella foto) sito in via Alagona, ha varato anche quest’anno una serie di manifestazioni legate alla Giornata Europea della Cultura Ebraica, iniziativa coordinata dall'AEPJ, European Association for the Preservation and Promotion of Jewish Culture and Heritage, e gestita dall'Unione Comunità Ebraiche in Italia (Ucei). Scopo dell’iniziativa, che si svolgerà domenica 29 settembre, è quello di far conoscere al pubblico la cultura ebraica e anche quest’anno vedrà presenti varie personalità del mondo ebraico e della cultura. Tra essi Manuel Giliberti, architetto, che parlerà sulla "Giudecca" di Siracusa, Francesco Taormina, architetto e professore all'Università Torvergata di Roma, che parlerà del cimitero ebraico nel Porto Piccolo di Siracusa, Alessandro Musco, professore di Storia Medievale all'Università di Palermo, che interverrà sull'importanza dell'Ebraismo Mediterraneo, David Cassuto, architetto e professore presso la Scuola di Architettura dell'Università Ariel di Israele, Nicolò Bucaria, ricercatore, autore di testi sui siti ebraici siciliani, che parlerà sulla necessità di istituire un museo ebraico in Sicilia, Giuseppe Vitale, naturalista, che parlerà delle piante e degli alberi presenti nella Torah e nel territorio siciliano. Durante la manifestazione verrà conferito al Sindaco Giancarlo Garozzo il titolo di ambasciatore italiano da parte della Fondazione Keren Kayemeth Le Israel e verrà simbolicamente piantato un albero di cedro.

 
di Redazione (pubblicato il 18/09/2013 alle  15:20:18, nella sezione EVENTI,  1310 letture)

cavalieri di pitiaDomenica 22 settembre a Siracusa nella sala congressi dell’Hotel Mercure di viale Teracati avrà luogo il Congresso Nazionale dei Cavalieri di Pitia. Porterà il saluto il KOP Louis Giannola della Suprema Loggia U.S.A. e interverranno in qualità di relatori il Dott. Angelo Gentile che parlerà sulla “Mission dei Cavalieri di Pythias e l’idea di amicizia”, il KOP Guido Benni sul tema “L’amicizia tra gli antichi egizi e in ambito mediterraneo”. A seguire il Prof. Luigi Amato parlerà dei “Fondamenti etici e filosofici dell’Ordine” e il Prof. Ignazio Vecchio della “Dimensione Uomo” per un cavaliere di Pitia nel nostro tempo. Quindi il Prof. Salvatore Sapienza relazionerà sulla “Presenza dell’uomo preistorico deella zona di Siracusa” e il Dott. Giovanni Vernengo sul “Valore dell’Amicizia”. E’ previsto anche un intervento dell’On. Avv. Francis Zammit Dimech. Le conclusioni sono affidate al Gran Cancelliere Prof. Stefano Di Mauro, presidente del sodalizio e rabbino capo della comunità ebraica di Siracusa. Il sodalizio pitiano è un’associazione nata negli Stati Uniti d’America dove conta più di 3000 logge e da pochi anni impiantatasi anche in Italia con sede principale proprio a Siracusa, dove si originò la leggenda di Damone e Pitia, personaggi simbolo dell'amicizia e della fratellanza tra gli uomini, unico valore che può garantire la crescita civile e spirituale della società. L'amicizia profonda tra Pitia e Damone, la saggezza e la generosità di entrambi di fronte al pericolo della morte è un valore da recuperare in questi tempi di individualismo e di corruzione. I Cavalieri di Pitia hanno il dovere di assumersi quelle responsabilità che la società odierna consente spesso ad ogni individuo di ignorare e il compito di portare avanti la regola dell'amicizia e della compartecipazione.

 
di Redazione (pubblicato il 27/08/2013 alle  19:46:30, nella sezione EVENTI,  1045 letture)

locandina jazzSono migliaia gli spettatori attirati in Ortigia dall’evento musicale “Ortigia Jazz 2013”, turisti e siracusani che finalmente vedono qualcosa di entusiasmante, un intrattenimento valido e coinvolgente nelle serate di fine estate di Siracusa, città d’arte e di turismo, non sempre all’altezza della sua vocazione. Il Jazz viene ospitato in Ortigia in via Minerva e nella Piazzetta San Rocco facendo risuonare di note i luoghi limitrofi a Piazza Duomo e di melodie ritmiche di pianoforti, contrabbassi, batterie, chitarre, trombe e sassofoni. Il Jazz come genere musicale è istintivo, coinvolgente e nasce dall'improvvisazione e dal talento, si estrinseca in performance cui il pubblico partecipa appassionandosi come in nessun altro spettacolo.

Tutte le sere fino a sabato 31 si alterneranno musicisti dalle 20 alle 02 nelle due location di Piazza S. Rocco e di Via Minerva. Lunedì si è esibito il Trio di Raffaele Genovese e l’Urban Fabula and Friends con la special guest Gegè Telesforo; martedì Tony Cirinnà Quartet Plays Frank Sinatra e il sassofonista Javier Girotto; mercoledì il Salvo Amore Quartet e Giovanni Mazzarino Jazz Lab; giovedì è la volta del Far West Quartet e del Charles Gatt Malta Jazz Experience; venerdì Gioacchino Papa Quartet e l’Orchestra Jazz Mediterraneo di Maurizio Giammarco; sabato in conclusione dello straordinario evento si esibiranno il Silver Song Quartet e il trombettista Stjepko Gut col suo gruppo.

jazzOrtigia dovrebbe puntare sempre, in ogni stagione, sull’intrattenimento musicale per sopravvivere ed attirare visitatori e fruitori, superare le eterne diatribe tra le esigenze dei locali dove si fa musica live e i residenti che reclamano quiete e silenzio notturno. A questo proposito una novità interessante per dirimere le inevitabili questioni. La musica dal vivo, con un massimo di 200 partecipanti, può essere eseguita senza più particolari licenze, ma con una semplice segnalazione ad uno sportello del proprio Comune. E’ questo il testo di un emendamento al decreto del “Fare” presentato dalla Commissione cultura di Palazzo Madama, presieduta da Andrea Marcucci e firmato dai componenti Pd della stessa commissione, Rosa Maria Di Giorgi, Josefa Idem, Francesca Puglisi, Corradino Mineo, Walter Tocci e Claudio Martini. Un atto che è stato definito come una rivoluzione a costo zero, “che consentirebbe ai locali di aumentare la propria clientela con l’offerta di concerti e alle band musicali di avere tante nuove opportunità di esibizione”, nato dall’esigenza di promuovere la musica dal vivo in Italia. L’emendamento prevede anche l’eliminazione del pagamento del diritto d’autore per le associazioni non a fine di lucro che organizzano esecuzioni di brani musicali dal vivo.

 
di Redazione (pubblicato il 24/08/2013 alle  15:48:04, nella sezione EVENTI,  1066 letture)

PREMIO 1I “Premi alla Sicilianità” sono stati consegnati ad Augusta venerdì 23 agosto durante una brillante serata nello stabilimento elioterapico degli Ufficiali a Punta Izzo. Si tratta della ventesima edizione di questo premio itinerante, organizzato dalla MB E20, che premia le eccellenze siciliane che operano sia in loco che all’estero. Nell’albo d’oro si annoverano nomi come Lucia Sardo, Rita Borsellino, Franco Battiato, Roy Paci e Franco Neri. Quest’anno la rosa dei premiati ha registrato nomi importanti. Il premio in memoria dell’indimenticato artista augustano Pippo Bertoni è andato al Contrammiraglio Roberto Camerini, all’attore siracusano Sebastiano Lo Monaco e al direttore del Cine teatro Città della Notte, Maestro Marcello Giordano Pellegrino. premio 2La serata di premiazione si è svolta con i crismi di un vero e proprio spettacolo, in quanto i vincitori hanno reso omaggio al pubblico con performance entusiasmanti soprattutto quelle di David Simone Vinci, divertentissimo, e del giovane e valente violinista Giovanni Di Mauro, applauditissimo a scena aperta dal numeroso pubblico. Durante la serata, presentata da Salvo Bottaro, sono stati inoltre distribuiti dei premi speciali alla sicilianità, dedicati a quei concittadini benemeriti che si sono particolarmente distinti dando lustro alla regione siciliana. Tra i premiati Salvo Fruciano giornalista Rai, David Simone Vinci cabarettista, Giovanni Di Mauro violinista, Gianfranco Nasti, Giovanna Capuano e Giovanni Abate per meriti sportivi, Antonio Conticello scrittore, autore del romanzo “La scalata della piramide di sale”, lo scultore mazarese Salvatore Denaro, il cantautore Francesco Aprile, la scrittrice Giusi Caruso e l’augustana Michela Italia giornalista e conduttrice televisiva, bella, spigliata e in carriera.

 
di Redazione (pubblicato il 16/08/2013 alle  17:17:12, nella sezione EVENTI,  788 letture)

medfestAl via il MedFest di Buccheri, uno dei festival medievali più imponenti e conosciuti in Sicilia. Dopo diciotto anni non mancano le novità. Così come gli ospiti eccellenti che daranno lustro al programma 2013. Tra questi, Mauro Avogadro, attore ronconiano ma anche regista, assai noto a livello nazionale, più volte direttore artistico di diversi Festival e produzioni liriche (l’Opera Bastille di Parigi, Teatro alla Scala di Milano, il Regio di Torino, San Carlo di Napoli) ed Enzo Curcurù attore teatrale (Ronconi, Longhi), ma anche tanto cinema (“Magnifica presenza” di Ozpetek) e televisione (L’onore e il rispetto, Squadra Antimafia).

Mauro Avogadro in esclusiva per il MedFest firma la regia di una opera prima dal titolo “Sulla natura delle Donne. Parole e Musica”, con la partecipazione della Troupe Femminile Khachnedi di Tunisi, Scalinata di Sant’Antonio.

Enzo Curcurù invece evocherà i passi suggestivi di “Domus Muliebris” per le vie del Borgo.

Altro momento spettacolare di rilievo, il concerto degli Istamanera, gruppo folk etnopopolare di pizzica e taranta proveniente da Potenza.

Ma la novità più rilevante di questa diciottesima edizione, come afferma il sindaco Alessandro Caiazzo, è “il ritorno al passato per garantire una continuità futura”. Da oggi in avanti il MedFest affronterà in maniera saliente quelli che sono gli aspetti prettamente culturali e identitari del comune di Buccheri.

L’organizzazione del MedFest che quest’anno si svilupperà nell’arco di una sola sera, quella di sabato 17 agosto a partire dalle ore 19, ha previsto l’istituzione dei bus navetta che dall’ingresso del paese, area parcheggio, al centro storico, cuore del festival, faranno continuamente spola ogni dieci minuti circa. Le danze si aprono il 16 agosto, con il terzo Festival dei Tamburi di Buccheri, a partire dalle ore 18, Scalinata di Sant’Antonio.

 
di Redazione (pubblicato il 08/08/2013 alle  10:27:49, nella sezione EVENTI,  858 letture)

concorsoL’Associazione Fotografica AUGUSTA PHOTO FREELANCE, presieduta da Romolo Maddaleni, organizza per i club cittadini Rotary – Kiwanis – Lions – Fidapa – Inner Wheel e Circolo Unione un concorso fotografico sul tema: “ Le immagini dell’estate 2013”. Il Concorso è aperto a tutti i soci dei club e ogni autore potrà parteciparvi con un massimo di n. 3 fotografie digitali. Le foto, sia a colori che in bianco e nero, dovranno avere una risoluzione tale da consentire la stampa in formato cm 30x40 e dovranno indicare il titolo dell’opera, il Nome e Cognome dell’autore, il Club di appartenenza e l’indicazione del luogo della foto. Non sono consentite fotografie manipolate pesantemente con programmi di fotoritocco. Ogni autore è responsabile di quanto forma oggetto delle foto presentate e salvo espresso divieto scritto, ne autorizza la eventuale pubblicazione gratuita, su catalogo, su TV locali e nazionali, riviste specializzate, CD/DVD e su Internet, da parte dell’Organizzazione o Enti Patrocinanti per attività senza finalità di lucro. Le opere dovranno essere presentate e consegnate a mano, in formato digitale entro il 6.9.2013, presso la sede di APF di Ronco Rossi 12, non verranno restituite e rimarranno di proprietà dell’organizzazione, che le utilizzerà per la realizzazione di un archivio fotografico.

L’ inaugurazione della mostra delle opere scelte, da una apposita commissione cui faranno parte n.1 socio per club partecipante e da n. 3 soci di APF, avverrà il giorno 29.9.2013 alle ore 17,00 presso i locali dell’Hotel Zuppello. Le foto rimarranno esposte dal 29/9 al 6/10 sempre presso i locali dell’Hotel Zuppello. Il giorno 6.10 saranno premiati le tre migliori opere, individuate da una apposita commissione tecnica formata dal Delegato Provinciale FIAF e da due noti fotografi professionisti locali. I tre premi consisteranno in coppe, targhe e medaglie; eventuali altri premi saranno comunicati preventivamente.

 
di Redazione (pubblicato il 27/07/2013 alle  17:44:02, nella sezione EVENTI,  1119 letture)
#nd#
 
di Michela Italia (pubblicato il 22/07/2013 alle  11:51:51, nella sezione EVENTI,  902 letture)
#nd#
 
di Redazione (pubblicato il 10/07/2013 alle  11:53:14, nella sezione EVENTI,  845 letture)
#nd#
 
di Redazione (pubblicato il 03/07/2013 alle  10:32:50, nella sezione EVENTI,  1472 letture)

ornella giustoOrnella Giusto (nella foto col direttore di Diorama), attrice nata a Catania ma trasferitasi a Roma, ha deliziato i soci del Lyons Club di Augusta, riunitisi a Palazzo Zuppello per la tradizionale Charter, interpretando magistralmente alcuni passi della “Storia di una capinera” di Giovanni Verga. La Giusto, che ho conosciuto durante il Taormina BNL Film Fest 2004, nel quale frequentò un master class di recitazione con illustri docenti quali Peter Weir, Margarethe Von Trotta, Jane Campion, Francesco Rosi, Michael Douglas, Luigi Magni e altri, riconfermando la sua presenza un anno dopo in Lezioni di Cinema del Taormina BNL Film Fest 2005 con Virna Lisi, Malcolm McDowell, Hugh Hudson, Bob Rafelson, Irene Papas, Laura Morante, ha lavorato per il cinema con diversi registi di fama internazionale, italiani e stranieri, tra cui possiamo citare Giuseppe Tornatore (Malèna), Paolo Virzì ("My Name Is Tanino"), Emidio Greco ("Il Consiglio d’Egitto"), Guerino Sciulli, ("Sei Come Sei - L’Ospite" che ha partecipato ai Festival di Berlino, Mosca, Toronto e premiato al Festival di Montreal), e Mel Gibson ("The Passion"). Per la Rai ha interpretato "L’Attentatuni- il grande attentato e Soldati di pace" diretti dal regista Claudio Bonivento.

La “Storia di una capinera” è un romanzo epistolare. La trama, probabilmente ispirata a un fatto vero, racconta le vicende della giovanissima Maria, adolescente siciliana orfana di madre, che il padre, succube della nuova moglie, ha destinato ad una vita di clausura in un convento catanese. La monacazione forzata era all’epoca assai diffusa, e Verga focalizza la sua attenzione sulla figura femminile principale e sulle sue molteplici reazioni intime. Infatti, quando un’epidemia di colera costringe Maria a soggiornare provvisoriamente presso la famiglia, in campagna, alla scoperta appassionata della bellezza del mondo naturale segue l’incontro con Nino, un vicino di casa di cui l’ingenua ragazza s’innamora immediatamente. Lo scrittore usa la forma epistolare nell’opera, che si compone delle lettere tramite cui la protagonista confessa i propri turbamenti ad un’altra educanda, Marianna. In particolare, lo strumento della missiva serve a far emergere in primo piano la personalità tormentata della giovane, esaltando le componenti di pathos melodrammatico della vicenda, che Ornella Giusto nella sua lettura ha opportunamente messo in evidenza. Al divieto da parte della matrigna di frequentare Nino, seguono la malattia di Maria e il rientro a Catania e alla vita conventuale. Qui le sofferenze della protagonista assumono fosche tinte per la notizia che Nino si sposerà con la sorellastra Giuditta, il che altera definitivamente il suo fragile equilibrio psichico: Maria cade nella follia, e l’esplosione dell'ossessione maniacale della protagonista (che dal “belvedere” del convento può, per una perfida ironia della sorte, contemplare la casa dei due sposi) la conduce ad un estremo tentativo di fuga e alla reclusione nella “cella della monaca pazza”, dove la giovane morirà.

 
di Giorgio Nanì La Terra (pubblicato il 25/06/2013 alle  13:44:35, nella sezione EVENTI,  947 letture)

LUCA FRANZòDa un anno a questa parte il giovane siracusano Luca Franzò ha conquistato con vigore la scena aretusea con le sue interpretazioni canore di genere neomelodico. Dopo il grande successo del brano “Siracusa” che ha ottenuto numerose visualizzazioni sul web, tutto è pronto per il suo primo spettacolo live. Sarà il “Sentiero degli amanti” di Siracusa, il 28 giugno, ad ospitare l’evento. La presentatrice sarà Ilenia Schiavo e numerosi gli ospiti che a turno si esibiranno durante la serata. Un appuntamento organizzato con minuziosa cura dallo stesso Luca che non ha di certo trascurato il minimo dettaglio. “My Passion” è il titolo della serata e non è stato scelto a caso questo nome, che non lascia dubbi sul fatto che per Luca cantare sia una vocazione artistica e personale. Gli ospiti della serata saranno Carmela La Rosa, Giuseppe Pappalardo, Mirko Fazio, Gianluca Roccaro, Luciano Bottaro, Denise Mandragona ed infine l’ospite d’eccezione Alessandro Spitaleri. Inoltre la scuola di ballo di Cassibile, la “Tendance” di Laura Pollini, proporrà due esibizioni di hip hop e breakdance.

 
di Redazione (pubblicato il 15/06/2013 alle  10:46:55, nella sezione EVENTI,  793 letture)

carcere di augustaDal 25 al 28 giugno 2013 alle ore 17,30 presso il cortile della Casa di Reclusione di Augusta si terrà un concerto a scopo benefico del coro formato dagli stessi detenuti. L’ingresso è su prenotazione direttamente alla casella mail spettacolireclusioneaugusta@hotmail.it entro il 16/06/2013 indicando cognome, nome, data di nascita, tipo ed ente che ha rilasciato il documento e numero di documento valido che verrà presentato all'ingresso e specificando se si è già fatto ingresso nell'Istituto in occasione di altre iniziative simili. E' necessario inoltre indicare la data del concerto a cui si vorrebbe assistere e attendere conferma dell'avvenuta approvazione. L’ingresso è consentito ai maggiori di anni 14; i minori di 14 anni potranno accedere solo se accompagnati dai genitori o da chi ne fa le veci. Nelle date del concerto occorre presentarsi almeno mezz'ora prima muniti del documento di riconoscimento comunicato nella prenotazione.

Il concerto è gratuito, ma all’ingresso sarà possibile per chi lo desidera effettuare donazioni all’Associazione “IL BUON SAMARITANO DI AUGUSTA – ONLUS” che destinerà le somme raccolte all’acquisto di climatizzatori per le sale colloqui dei familiari dei detenuti. L’iniziativa è sostenuta dal Direttore del Carcere dr. Antonio Gelardi, non nuovo a ospitare progetti che coinvolgano i detenuti. Già nei giorni scorsi la Casa di Reclusione di Augusta aveva ospitato la rappresentazione teatrale "Quel bandito sono io ", farsa in 3 tempi di Peppino De Filippo, nell’ambito del Progetto "Educare alle legalità" - "Il Carcere va a scuola". La rappresentazione teatrale era stata realizzata da studenti del 2° Istituto di Istruzione Superiore “Arangio Ruiz” di Augusta, in collaborazione con i detenuti (sez. A.S.) della Compagnia ”Voci dal Palcoscenico”. Un evento teatrale quest’ultimo nato tre anni fa come progetto di legalità, che ha permesso di creare una interazione fra carcere e scuola, carcere e società civile. Legalità all'insegna dei principi di solidarietà, di responsabilità e del rispetto del singolo; nello specifico il singolo è il detenuto che necessita di cure da parte del mondo esterno. La solidarietà di tutti può essere lenitiva delle sue sofferenze e di supporto nel difficile percorso di rieducazione che il detenuto vive all'interno della realtà carceraria.

 
di Redazione (pubblicato il 08/06/2013 alle  14:17:40, nella sezione EVENTI,  917 letture)

Domenica 16 giugno all'Auditorium dell’Istituto Musicale Privitera di Siracusa, alle ore 19,00, concerto di Francesco Branciamore (foto) dal titolo “Remembering B.E.”, tributo al grande pianista jazz Bill Evans con musiche composte, arrangiate e dirette dallo stesso Branciamore ed eseguite dalla formazione di musica classica “Crossover Ensemble”. Il progetto dedicato alla musica del pianista jazz Bill Evans, ideato dal musicista Francesco Branciamore per sestetto classico (flauto, clarinetto, violino, violoncello, pianoforte,contrabbasso), prende spunto da un'attenta analisi di tutto ciò che è stato tributato al grande pianista. Fino ad oggi nessun gruppo e nessuna formazione di questo tipo è stata mai ideata da un organico come quello che eseguirà le musiche del musicista americano. L'ultimo esperimento è stato fatto dal Kronos Quartet con Eddy Gomes circa 20 anni fa. Per questo progetto il compositore Francesco Branciamore ha lavorato sull'anima classica di Bill Evans esaltando le sue influenze di pianisti quali Chopin, Ravel, Debussy e Satie, evidenziando le varie sfumature, ecco perché il suono del sestetto di musica da camera che ha scelto è assolutamente appropriato e originale. L'assenza poi di parti improvvisate negli arrangiamenti si prestano a musicisti di musica classica di alto profilo. I brani orchestrati e arrangiati per l’ensemble sono composizioni di Bill Evans ma anche noti standard jazz da lui frequentemente suonati che nelle sue mani sono diventate vere e proprie composizioni del suo repertorio oltre a due brani inediti che Branciamore gli ha dedicato. La parte del piano è interamente tratta da trascrizioni originali di Bill Evans, le parti per gli altri 5 strumenti sono state composte e arrangiate ad hoc per questo progetto.

 
di Redazione (pubblicato il 26/04/2013 alle  09:07:17, nella sezione EVENTI,  1036 letture)

TOLOKIN 1Si è svolto il 24 e 25 aprile 2013 presso la sede del Centro Studi MURO di Siracusa, in via Dione 21, il seminario sul tema "Respiro di Vita", tenuto da Oleg Tolokin, spiritualista e sensitivo russo, psicologo professionista, direttore dell’Associazione Sociale Internazionale di Beneficenza «Collaborazione», in questi giorni ospite della città di Siracusa. Il seminario è stato organizzato dall’Associazione INFORUM Europa e vi hanno partecipato numerosi appassionati provenienti da tutta Italia e dall’estero, richiamati dalla fama internazionale del maestro Tolokin. “Viviamo per imparare a vivere meglio. – ha detto Tolokin - Se una persona apprende come risolvere i suoi problemi, poi non ha più nulla da fare su questa terra e sarà il momento di prepararsi a un mondo migliore. Il nostro mondo è per sua natura vibratorio. Viviamo secondo le leggi della risonanza. Ognuno di noi emette una vibrazione. TOLOKIN 2Perché siamo attratti da un certo gruppo di persone con le quali ci sentiamo piacevolmente a nostro agio? Perché le loro vibrazioni coincidono con le nostre. Quando non c’è questa risonanza, le persone non si capiscono l'un l'altre, hanno difficoltà a comunicare fra di loro. Le migliori qualità creano pensieri belli e puri che facilmente e immediatamente si realizzano”. Sulle guarigioni prodigiose che si possono ottenere Tolokin dice: “Un miracolo lo può vedere solo chi è preparato per questo. Non c'è niente da dimostrare a nessuno. Ciò deve essere sperimentato. Meglio non rifiutare niente, fino all’acquisizione di una certa esperienza. Questo non significa che dobbiamo credere ad ogni sciocchezza, ma è necessario raccogliere informazioni, anche se sembrano inverosimili, ed estrarre da esse la verità, se volete capire il mondo e voi stessi”.

 
di Redazione (pubblicato il 10/04/2013 alle  14:04:15, nella sezione EVENTI,  1361 letture)

Il 23 Aprile 2013 alle ore 16,00 presso la Sala Multimediale della Provincia Regionale di Siracusa di Via Brenta 41, si terrà la Conferenza "Respiro di Vita", tenuta da Oleg TOLOKIN (nella foto), spiritualista e sensitivo russo, psicologo professionista, Direttore dell’Associazione Sociale Internazionale di Beneficenza «Collaborazione», in questi giorni ospite della città di Siracusa.

Riportiamo qui di seguito alcuni brani di una intervista di Eugene Ogurtsov al maestro Tolokin.

D - Oleg Alexandrovich, purtroppo, l'uomo moderno guarda meno le stelle, poche volte tenta di capire se stesso e il suo ruolo in questo mondo, preferendo alla propria filosofia, un surrogato, una mezza verità virtuale tratta dalle istituzioni pubbliche, da internet e da altri mass media. Come vede Lei il pianeta uomo e lo spazio interiore?

R - L’uomo e il mondo che lo circonda sono belli, ma questa realtà non viene compresa dalle persone. Ciò pone dei problemi nella relazione con il mondo e in particolare fra gli individui. Il mondo diventerà migliore quando ci renderemo conto della grandezza e della bellezza della natura.

D - Lei allude al fatto che ognuno dovrebbe amare se stesso?

R - Certamente. L'amore nasce nell’uomo e poi si diffonde all’esterno; se non ami te stesso, allora non potrai mai amare il tuo prossimo.

D - E' facile dire: prova amore per te stesso. La mattina ti guarderai allo specchio e ricordando le cose fatte la sera prima, sentirai "l’amore" verso te stesso tanto che ti verrà voglia di sputare nello specchio.

TOLOKINR - Non importa quali errori hai fatto ieri, è importante come inizi la giornata di oggi e come la concludi. La sofferenza del male fatto in precedenza non porta niente di buono a te o agli altri. Giudicare i propri sentimenti - non è creazione, ma distruzione. Comprendi il tuo errore e immediatamente lo correggerai, ma non soffrire per le tue imperfezioni. La sofferenza e’ autocommiserazione, ma la pietà umilia. Tutte le persone senza eccezioni commettono errori. Viviamo per imparare a vivere meglio. Se una persona apprende come risolvere i suoi problemi, poi non ha più nulla da fare su questa terra ed sarà il momento di prepararsi a un mondo migliore. Si dice spesso: "E’ un uomo buono, e’ una persona di talento ed e’ scomparso così presto....". Visto che e’ venuto a mancare, vuol dire che il suo programma di vita e’ stato compiuto: egli ha imparato a rapportarsi con la gente, amare il mondo e se stesso e non fare tragedie per i suoi errori.

D - Oleg Alexandrovich, so che Lei ha la Sua filosofia, i suoi discepoli, i suoi collaboratori, ma il Suo punto di vista concettuale non è così semplice da capire per le persone che non si sono mai poste il problema. Quindi, Le chiedo sostanzialmente e francamente: c'è vita dopo la morte? L’uomo muore per sempre o trapassa verso un’esistenza diversa da quella fisica, in una materia più fine?

R - Ciò, può essere definito come stato extracorporeo della coscienza. Nella Bibbia c'è un’enunciazione dell'apostolo Paolo: "Non tutti moriremo, ma tutti saremo cambiati...." Il mondo dove andremo dopo la morte sarà determinato dalle qualità che ciascuno di noi è stato in grado di acquisire durante la vita mortale.

D - Ah, il proverbiale inferno e paradiso, sono predisposti per ogni essere secondo le proprie azioni?

R - Si dice. Il nostro mondo è per sua natura vibratorio. Viviamo secondo le leggi della risonanza. Ognuno di noi emette una vibrazione. Perché siamo attratti da un certo gruppo di persone con le quali ci sentiamo piacevolmente a nostro agio? Perché le loro vibrazioni coincidono con le nostre. Quando non c’è questa risonanza, le persone non si capiscono l'un l'altre, hanno difficoltà a comunicare fra di loro. La persona ha accumulato una certa somma di qualità ed e’ "attirato" dalla struttura, dove queste qualità sono vibranti – nell’universo o nell’universo parallelo, chiamatelo come volete. Per me è chiaro, perché ho esperienza di ciò.

D - Mi scusi, Lei sta parlando della Sua morte?

R - Beh, non della morte, ma dell’uscita dal corpo fisico nell’universo parallelo. C’era, in televisione, un programma "Life After Death" che presentava molte testimonianze di persone che hanno vissuto la morte clinica, ma sono ritornate alla vita fisica. Lei ricorda, tutti i soggetti hanno parlato di un corridoio luminoso, di parenti morti da molto tempo che hanno incontrato in quel luogo. Queste persone in realtà hanno visitato il confine fra il nostro e l’altro universo. Ho avuto la possibilità di andare oltre e vedere l’universo parallelo. E' davvero bello perché non vi sono le vibrazioni pesanti dell'imperfezione umana. Le tue migliori qualità creano pensieri belli e puri che facilmente e immediatamente si realizzano. Tuttavia, avevo la consapevolezza di aver bisogno di una famiglia, di colleghi, di studenti e di coloro che posso aiutare nella vita e ciò mi ha portato in questo mondo. Quindi, il mio programma personale sulla terra non è ancora compiuto.

D - Si tratta di cose assolutamente fantastiche, difficili da credere. Lei ne ha una prova? Lei può fare un miracolo?

R - Un miracolo lo può vedere solo chi è preparato per questo. Non c'è niente da dimostrare a nessuno. Ciò deve essere sperimentato. Meglio non rifiutare niente, fino all’acquisizione di una certa esperienza. Questo non significa che dobbiamo credere ad ogni sciocchezza, ma è necessario raccogliere informazioni, anche se sembrano inverosimili, ed estrarre da esse la verità, se volete capire il mondo e voi stessi.

 
di Redazione (pubblicato il 08/04/2013 alle  14:13:40, nella sezione EVENTI,  908 letture)

locandinaContinuano le manifestazioni del Kiwanis Club di Augusta dedicate alle “Settimane della gioventù”. Dopo la conferenza di venerdì 5 aprile a Palazzo San Biagio sul tema "I diritti dei minori e i doveri dell'adulto nella società civile" che ha visto quali relatori la professoressa Carmela Pace presidente del Comitato provinciale Unicef di Siracusa, la professoressa Roberta Oteri, docente di Lettere nell’Istituto Comprensivo Todaro di Augusta, l’avvocato Antonello Forestiere, e il dottor Francesco Cannavà, psicologo, lunedì 15 aprile presso l’Isituto A. Ruiz verrà presentato un questionario sulla qualità della vita ad Augusta che costituirà il fulcro di una ricerca effettuata in collaborazione con la sezione locale dell’Unitre. Mercoledì 17, sempre presso l’Istituto di istruzione Ruiz, si svolgerà un incontro tra gli studenti del triennio sul tema “Prevenzione e sicurezza stradale”, relatori Filippo Rinaldi e Salvatore Cannavà. Seguirà una simulazione di soccorso a cura dei volontari della Misericordia di Augusta. Nella stessa giornata lo psicologo dottor Francesco Cannavà intratterrà gli studenti del quarto e quinto anno sul tema “Relazioni adolescenziali: istinti, ormoni, pensieri”. Sabato 20 aprile, infine, presso i supermercati SIDIS di Monte Tauro e Megara Alimentari di Riva della Darsena si svolgerà la consueta raccolta alimentare in favore delle famiglie indigenti di Augusta e Brucoli.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

 530 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (239)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (342)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019

Gli interventi più cliccati

< aprile 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


22/04/2019 @ 18:12:26
script eseguito in 266 ms