Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 25/08/2014 alle  11:01:46, nella sezione EVENTI,  664 letture)

guardia costieraDomenica 24 agosto presso il Lido Ufficiali della Marina Militare di Augusta la Guardia Costiera Ausiliaria sez. Di Augusta, in collaborazione con la sede Nazionale della Società Nazionale di Salvamento e con la Capitaneria di porto di Augusta, la Guardia Costiera di Augusta e Marisicilia, nell'ottica della campagna di sicurezza e di prevenzione dei rischi in ambiente marino, ha organizzato un incontro rivolto ai ragazzi in età scolare, dagli 8 ai12 anni, con il coinvolgimento dei genitori. Presente Jano Di Mauro e un nutrita rappresentanza delle associazioni di volontariato, sono stati distribuiti gadget e diplomi di "Baby Watch", piccolo bagnino, a tutti i partecipanti. Motto della manifestazione: "Salviamo i nostri papà insegnando loro alcune regole d’oro che impareremo insieme giocando e diventerai anche tu un "baby watch". Entusiasmo di grandi e piccini che dopo una lezione teorica hanno partecipato a una dimostrazione in mare di salvataggio e corretta condotta a tutela dei piccoli. L’incontro era stato già effettuato sabato presso il Lido CRDD con eguale entusiasmo e partecipazione.

 
di Redazione (pubblicato il 02/08/2014 alle  10:50:40, nella sezione EVENTI,  857 letture)

award1Pubblico delle grandi occasioni venerdì sera 1 agosto al Lido Ufficiali della Marina Militare di Punta Izzo ad Augusta dove ha avuto luogo la consegna dei riconoscimenti Kiwanis Children Award e Premio alla Sicilianità, promossi dal Kiwanis Club di Augusta con la collaborazione di MB E20 di Marco Bertoni. Numerosa la presenza di autorità militari e civili, tra cui l’ammiraglio Camerini, i tre commissari straordinari del comune di Augusta, il dirigente del Commissariato di P.S. di Augusta, i presidenti dei club Lions, Rotary, Inner Wheel e Fidapa, il vicecomandante della Guardia di Finanza, il responsabile provinciale della Protezione Civile e tanti altri che hanno collaborato nel consegnare i vari riconoscimenti ai premiati. La serata è stata magistralmente condotta dalla presentatrice Michela Italia, professionale e gradevolissima.

“L’idea di questo Premio “Kiwanis Children Award”- ha dichiarato il presidente del Club di Augusta dott. Raimondo Raimondi chiamato sul palco - è quella di premiare giovani augustani che si sono distinti per il loro talento, lanciando un segnale alla città di Augusta di ottimismo e di speranza, presentando la parte migliore della sua gioventù, sulla quale puntare per il loro e il nostro futuro”.

award2Chairman dell’evento è stato l’ammiraglio Gaetano Paolo Russotto, vicepresidente del club e instancabile guida dell’impegnativa organizzazione, collaborato dal segretario del Kiwanis ing. Antonino Valastro. Durante la serata sono stati raccolti fondi per il progetto internazionale Eliminate, promosso dal Kiwanis e dall’Unicef. I Premiati del Kiwanis Children Award sono stati: Giulia Navanzino, studentessa attrice, Beatrice Riccobello, studentessa con talento grafico-letterario, Sebastiano Galoforo, atleta canottiere, Marco Daniele, giovane attore, che si è anche esibito in una performance recitativa, Sofia Chiara Latino, giovane pianista, Simone Agrò, Gabriele Baudo, Lorenzo Coppola e Gabriele Di Grande, campioni di Giochi Matematici. Accanto ai ragazzi di Augusta, un premio speciale è stato conferito a un giovane migrante, Modou Lamin Ceesay, un ragazzo del Gambia esempio di integrazione e di solidarietà, cui il Kiwanis ha donato anche una somma di denaro per aiutarlo negli studi. Il ragazzo ha voluto poi ringraziare l’ammiraglio Roberto Camerini che dirige l’operazione Mare Nostrum per l’opera di soccorso in mare e la dott.ssa Maria Carmela Librizzi, commissario straordinario di Augusta, per l’accoglienza che la cittadina megarese riserva ai minori migranti.

award3Un premio speciale è stato anche conferito alla Misericordia di Augusta, associazione di volontariato, per l’opera di collaborazione negli sbarchi. Momenti di spettacolo sono stati offerti dalle giovanissime cantanti Sabrina Russo, Gaia La Ferla e Giorgia Cacciaguerra, allieve del maestro Giordani nella sua accademia Yap. A sorpresa si sono esibiti i canterini del gruppo Augusta Folk.

Nel Premio alla Sicilianità, come è stato spiegato da Marco Bertoni, sono state premiate personalità della nostra isola che si sono distinte nel campo dell’arte, dello spettacolo, dello sport, dell’impegno sociale nel ricordo del padre, l’indimenticato artista e chef augustano Pippo Bertoni. Premiati l’attore Luigi Tabita, la giornalista Rosa Tomarchio, il cantautore Emanuele Hesael Pavano, Claudio Castobello, presidente LILT Sicilia, Salvo Ravalli, atleta paraolimpico. Il Premio Pippo Bertoni è stato conferito a Salvo La Rosa, presentatore televisivo, a Gilberto Idonea, noto attore di cinema e di teatro, al Maestro Marcello Giordani, famoso tenore conosciuto in tutto il mondo, che ha ricevuto anche in dono un’opera pittorica di Raimondo Raimondi.

Un Award per l’impegno nel civile e nel sociale è stato consegnato a Nello Musumeci, presidente della Commissione Regionale Antimafia, all’ammiraglio Roberto Camerini, comandante del Comando Marittimo Sicilia e al prefetto dott.ssa Maria Carmela Librizzi, commissario straordinario di Augusta. Marcello Giordani ha chiuso la serata con le note della canzone “E vui durmite ancora” accompagnato alla chitarra da Mimmo Bertoni.

 
di Redazione (pubblicato il 28/07/2014 alle  14:30:33, nella sezione EVENTI,  743 letture)

da sinistra Valastro, Russotto, Italia, Raimondi e BertoneVenerdì 1 agosto 2014 alle ore 20.30 presso il Lido Ufficiali della Marina Militare di Punta Izzo ad Augusta avrà luogo la consegna dei riconoscimenti KIWANIS CHILDREN AWARD e PREMIO ALLA SICILIANITA’ organizzati dal Kiwanis Club di Augusta con la collaborazione di MB E20. L’evento è stato presentato agli organi di stampa durante una conferenza stampa svoltasi lunedì mattina nei locali dell’Unuci di Augusta (vedi foto). Il Kiwanis Club da sempre si occupa dei bambini, è la sua ragion d’essere istituzionale: l’attività in questo senso si concretizza nella partecipazione a un service internazionale che è il progetto Eliminate, teso a debellare il tetano materno e neonatale nei paesi in via di sviluppo e alla realizzazione di service locali con lo scopo di affiancare i giovani, accompagnandoli nel loro incerto cammino verso il futuro. “Da ciò deriva l’idea di questo Premio “Kiwanis Children Award”- dichiara il presidente del Club di Augusta dott. Raimondo Raimondi - che intende premiare, e nel far questo incoraggiare, giovani augustani che si sono distinti per particolari qualità o per vari talenti, volendo quindi lanciare un segnale alla città di Augusta di ottimismo e di speranza, presentando la parte migliore della sua gioventù, sulla quale puntare per un domani migliore non solo per gli stessi giovani ma anche per tutti noi che ci specchiamo in loro. Accanto ai ragazzi di Augusta, abbiamo voluto dare un premio speciale a un giovane migrante, uno di quegli sfortunati che hanno attraversato il Mare Nostrum, tra cui ci sono tanti bambini e ragazzi, anello debole di una catena di tragedie umane, dei quali non possiamo non farci carico”. Al Kiwanis Children Award si affianca il Premio alla Sicilianità, da una idea di Marco Bertoni, nel quale vengono premiate personalità della nostra isola che si sono distinte nel campo dell’arte, dello spettacolo, dello sport, dell’impegno sociale, dando lustro alla nostra Sicilia in tutto il mondo. Chairman dell’evento è l’ammiraglio Gaetano Paolo Russotto. La serata sarà condotta dalla presentatrice Michela Italia. Era presente alla conferenza stampa anche il segretario del Club ing. Nino Valastro. (nella foto da sin. Valastro, Russotto, Italia, Raimondi e Bertoni)

 
di Redazione (pubblicato il 27/07/2014 alle  20:51:24, nella sezione EVENTI,  835 letture)

di mare 1 taoIl baritono augustano Giovanni Di Mare ricoprirà il ruolo di Tonio nei “Pagliacci” al Teatro Antico di Taormina nel nuovo allestimento del regista Enrico Castiglione. Le rappresentazioni si terranno al teatro Antico di Taormina il 2 e 4 Agosto. Il capolavoro di Ruggero Leoncavallo sarà accoppiato come in tutti i teatri del mondo con la “Cavalleria Rusticana”, ormai un appuntamento classico per tutti i turisti in Sicilia. Il baritono Di Mare ha debuttato nel ruolo di Tonio grazie a Enrico Castiglione che ha scommesso su di lui l’anno scorso intuendo che in questo giovane artista potesse trovarsi un nuovo interprete di riferimento per il doppio ruolo di Tonio e Taddeo nei Pagliacci di Leoncavallo, e così è stato. Giovanni Di Mare si è imposto ormai nella scena mondiale ed è considerato il nuovo Tito Gobbi per la sua interpretazione istrionica e virtuosa. “ Il mio Tonio nei Pagliacci è un opera d’arte cesellata da Enrico Castiglione, uno dei più grandi registi che mi ha diretto – dichiara Di Mare - con lui tutto è diverso, è come se lui scolpisse la materia informe che è dentro di me. Mentre gli altri registi ti mettono in gabbia, ti riempiono di lacci e laccioli, Enrico Castiglione ti mette le ali, fa di tutto per mettere il cantante a suo agio, ti chiede sempre se le posizioni che si disegnano sulla scena siano comode e che non ci compromettano nel canto. di mare 2L’interpretazione del mio personaggio voluta da Castiglione è straordinaria, uno storpio, quasi autistico, ma dentro il suo corpo difforme batte un cuore. Durante il duettone con Nedda questo personaggio viene disegnato con tenerezza, i suoi sentimenti dichiarati a Nedda faranno commuovere lo spettatore”.

I costumi di Sonia Cammarata sono luminosi e sgargianti, creando uno spettacolo imperdibile, nella splendida cornice del teatro Antico di Taormina, uno dei teatri più magici del mondo. Il debutto, fissato per sabato 2 agosto prevede insieme il dittico di Mascagni e Leoncavallo, in replica lunedì 4 agosto. L’accuratissima e suggestiva impostazione registica di Enrico Castiglione, attento ad ogni dettaglio, conquisterà ancora una volta gli spettatori, anche attraverso l’utilizzo di spettacolari scenografie dalla forte connotazione simbolica: un’imponente croce per Cavalleria rusticana e un circo immaginario per Pagliacci. Altrettanto sensazionali i coloratissimi costumi di Sonia Cammarata, ispirati alle antiche ceramiche di Caltagirone per Cavalleria e al mondo circense per Pagliacci. Una collaborazione importante per la Città di Taormina, dove, grazie alla fama internazionale di Enrico Castiglione, arriverà un’importante delegazione di imprenditori cinesi guidata dal Sindaco di Hang Zhou.

 
di Redazione (pubblicato il 04/07/2014 alle  19:12:39, nella sezione EVENTI,  576 letture)

abrucoliAppuntamento a Brucoli domenica 6 luglio con inizio alle ore 20.30 per una degustazione unica nel suo genere con un Wine Tasting pubblico di 13 vini di altrettante aziende siciliane, ognuno selezionato tra i più rappresentativi della produzione vinicola isolana. Il tutto organizzato dall’AIS (Associazione Italiana Sommeliers – Sezione Sicilia) nel suggestivo scenario del Castello aragonese di Brucoli contornato dalla bellezza del mare e delle case della frazione marinara, con sullo sfondo il vulcano Etna. Sul palco si alterneranno i produttori e gli enologi delle aziende per raccontare i loro vini mentre il Presidente AIS Sicilia, Camillo Privitera, ed il Sommelier Salvo di Bella, guideranno il pubblico nella degustazione dei 13 vini. Ogni partecipante avrà a disposizione una propria postazione con i bicchieri da degustazione, ed il servizio dei vini sarà curato dai Sommelier dell’AIS che daranno all’incontro un tocco professionale. L’idea di portare in varie località la degustazione dei vini nasce dal desiderio di dare un impulso alla loro conoscenza, di quelli di qualità in particolare, puntando su una proposta che si distacca dalla ormai consueta degustazione con un banchetto per azienda e facendo leva sulla suggestione data dalla particolarità del luogo scelto. Il successo della passata edizione ha spinto l’AIS Sicilia ad organizzare altri incontri come questo di Brucoli, quindi altri ne seguiranno nelle più belle piazze della Sicilia.

 
di Redazione (pubblicato il 03/07/2014 alle  00:13:39, nella sezione EVENTI,  815 letture)

sa sinistraSi è svolto lunedì 30 giugno nel Salone di rappresentanza del Municipio di Augusta un convegno dal titolo “Emergenza immigrazione - istituzioni e cittadini a confronto”, relatori la dott.ssa Maria Carmela Librizzi della Commissione straordinaria del Comune di Augusta, il contrammiraglio Roberto Camerini, comandante militare marittimo autonomo in Sicilia (Marisicilia), la dott.ssa Giuseppina Pignatello, dirigente dell’unità territoriale Sr - Usmaf e il dott. Carmelo Sapia, infettivo logo. L’incontro, a cui hanno partecipato tanti residenti e diverse associazioni di volontariato che operano nell’assistenza ai migranti, ha rappresentato l'occasione per aprire un dibattito sul tema, chiarendo i tanti dubbi sull’argomento. E’ stato ribadito come l’accoglienza non si limita all’approdo dei migranti sulle nostre coste, attività che rappresenta soltanto il primo passo di un lungo e complesso percorso che necessiterebbe di un approccio e di un’organizzazione diversi, tanto più che di emergenza non si può più parlare. Gli augustani hanno sempre accolto, e continuano ad accogliere con straordinaria generosità, i tanti migranti in fuga da guerre e povertà. L’attività della Marina militare, di tutte le Forze dell’Ordine, dei dipendenti del Comune, dei volontari e dei cittadini in generale è encomiabile e dimostra il grande cuore di una comunità che, nonostante i problemi economici, ma non solo, ogni giorno dà un grande esempio di civiltà. Ma ciò non vuol dire che i problemi sanitari e organizzativi della comunità di Augusta debbano passare in secondo piano. L’onorevole Coltraro ha puntato il dito a contro il Governo regionale che nella concessione della finanziaria Ter per quei Comuni che hanno dovuto fronteggiare l’emergenza sbarchi non ha incluso Augusta. “Mi sono già attivato per presentare un emendamento - ha concluso - che, se ce lo permetteranno, risolverà in maniera definitiva questa situazione che ha dell’assurdo”.

 
di Redazione (pubblicato il 29/06/2014 alle  10:35:12, nella sezione EVENTI,  807 letture)

est augustanaFinalmente anche Augusta avrà la propria programmazione di eventi artistici e culturali per l’estate 2014. Dalla collaborazione tra diverse realtà associative e singoli artisti attivi sul territorio megarese nasce l’ “Estate Augustana 2014”, un cartellone di eventi, spettacoli, manifestazioni che possano rendere più vivace ed interessante l’estate che si appresta ad iniziare. L’Estate Augustana nasce con l’intento di arricchire la stagione che è appena iniziata. Dall’ 1 Luglio al 15 Settembre, cultura, intrattenimento, sport e riscoperta del territorio saranno le offerte rivolte a tutti i cittadini che amano vivere la propria città e vogliono vederla rifiorire e crescere.

L’iniziativa è totalmente autogestita dal comitato proponente, senza sponsor, senza contributi pubblici, senza patrocini da parte della pubblica amministrazione.

Il comitato proponente è costituito da: Augusta Blues, QuattroTerzi, Giovanni Villari, Circolo Unione, Info Point turismo, B&B il Carmine, Associazione Diapason, Libreria letteraria, Peri Peri, Marilighea, Shloq, Associazione Leonardo Da Vinci, Sportlife, Augusta Photo Freelance, Andrea Cimino, Stratogemmateatro, libreria Mondadori, Arabesque.

“L’Estate Augustana 2014 vuole essere un contenitore – spiega Stefano Cacciaguerra, responsabile del progetto – di eventi artistici, culturali e di spettacolo. Da mesi lavoriamo ad un programma che pian piano si è arricchito di eventi in un crescendo di entusiasmo. Malgrado Augusta stia vivendo un periodo estremamente difficile, l’Estate Augustana mette in luce la voglia, da parte di associazioni, artisti e cittadini di fare rete offrendo agli augustani un’estate ricca e briosa di eventi.” Questa iniziativa vuole anche dimostrare che con pochi e mirati investimenti e con la disponibilità da parte di tutti a collaborare, si può creare un cartellone di eventi di tutto rispetto, in grado di dare risalto a molte realtà cittadine e di soddisfare il pubblico e i turisti che d’estate soggiornano ad Augusta. Il Comitato organizzatore auspica che presto la città possa disporre di spazi sociali messi a disposizione di tutti i cittadini, di spazi in cui si possano svolgere eventi culturali, artistici e legati allo spettacolo.

Il programma completo dell’Estate Augustana 2014 è visionabile su www.facebook.com/estateaugustana.

 
di Redazione (pubblicato il 27/06/2014 alle  13:10:29, nella sezione EVENTI,  587 letture)

convegnoParticolarmente sensibile alla tematica dell’immigrazione, il deputato regionale Giambattista Coltraro annuncia che il movimento Sal ha organizzato un convegno, in programma lunedì prossimo alle 19, nell’aula consiliare del Comune di Augusta, dal titolo “Emergenza immigrazione - Istituzioni e cittadini a confronto”. L’incontro, che intende dare risposte e notizie esatte alla popolazione, troppo spesso disinformata e preoccupata dall’emergenza sbarchi, prevede diversi e qualificati interventi. Aprirà il convegno la dott.ssa Maria Carmela Librizzi, della Commissione straordinaria del Comune di Augusta, seguirà l’intervento del contrammiraglio Roberto Camerini, comandante militare marittimo autonomo in Sicilia (Marisicilia) e poi quello della dott.ssa Giuseppina Pignatello, dirigente dell’unità territoriale Sr - Usmaf. In programma anche gli interventi del dott. Carmelo Sapia, responsabile provinciale Sal e del dott. Giuseppe Occhipinti della Protezione civile. Chiuderà il convegno l’onorevole Giambattista Coltraro, che in una nota ribadisce come il governo regionale “non può e non deve dimenticare l’impegno, lo sforzo e la generosità che i Comuni di Augusta e di Portopalo hanno messo, e continuano a mettere, in campo per aiutare i tanti migranti che giungono sulle coste siracusane alla ricerca di un futuro migliore. Per questo - aggiunge - mi impegnerò in maniera concreta affinché il governo regionale preveda dei fondi anche per questi due Comuni della provincia aretusea, al momento penalizzata senza alcuna ragione”.

 
di Redazione (pubblicato il 27/06/2014 alle  12:55:31, nella sezione EVENTI,  1181 letture)

LABISI1Si è svolta sabato 21 giugno presso l’ Hotel Nettuno di Catania, con la conduzione di Nino Graziano Luca e Maria Monsè, la XXI Edizione del Premio Internazionale Targa d’Argento “Antonietta Labisi”, organizzato dall’avv. Corrado Labisi, presidente dell’Istituto Medico Psicopedagogico “Lucia Mangano” di Sant’Agata Li Battiati. Tra le personalità premiate per la cultura e l’informazione Elisa D’Ospina, top model taglia forte cheinsegna come accettare il proprio corpo attraverso il cervello, l’autoconvinzione di trovare in sé la propria bellezza che molte donne non vedono perché erroneamente distorte dal proliferare di falsi modelli commerciali dettati dalla moda e dei media. La D’Ospina ha recentemente pubblicato il libro “Una vita tutta curve”edito da Giunti Editore, in cui traspare evidente il messaggio terapeutico dell’accettarsi così come si è, senza l’abbandono pericoloso verso i disturbi mentali che spesso sfociano nell’anoressia o nella bulimia. Proiettato anche un video dedicato all’opera di Antonietta Labisi, fondatrice dell’Istituto Medico Psicopedagogico “Lucia Mangano”, alla cui memoria è intitolato il premio. Tanti i premiati tra cui S.E. Yevhen Perelygin, ambasciatore dell’Ucraina in Italia, destinatario del premio per i rapporti diplomatici, che ha ricevuto la targa dal dott. Giovanni Tinebra, Procuratore Generale della Repubblica di Catania. Elisa D’Ospina, ha ritirato il riconoscimento dalle mani dottor Salvo Labisi, coordinatore generale del comitato Associazione Internazionale Antonietta Labisi. A consegnare il premio ad Albert Ignatenko, docente di tecnologia Psico-informazionale all’Università Internazionale di Studi Fondamentali dell’Ucraina, è stato l’Ammiraglio Gaetano Paolo Russotto, già Presidente Gieie Mare Nostrum nonché vicepresidente del Kiwanis Club di Augusta. Il Comandante del RIS Generale Luciano Garofalo, esperto in casi di cronaca nera per diverse trasmissioni Mediaset, autore di varie pubblicazioni sul tema, ha ricevuto la targa d’argento dal prof. Salvatore Ranno dell’Università di Catania. L’avv. Corrado Labisi ha chiuso la serata inneggiando alla fratellanza universale tra i popoli oltre ogni barriera culturale, politica e geografica.

 
di Redazione (pubblicato il 16/06/2014 alle  14:25:55, nella sezione EVENTI,  812 letture)

gay prideSiracusa il 5 luglio ospiterà il Gay Pride. Il sindaco Giancarlo Garozzo parteciperà indossando la fascia tricolore e concluderà con un intervento dal palco del Pride Village. A darne notizia è stato il presidente di Arcigay Siracusa Armando Caravini. "Dopo l'approvazione del Registro delle Unioni Civili – ha spiegato - il sindaco conferma la sua sensibilità e testimonia che la questione lgbt appartiene a tutta Siracusa. Accogliendo il nostro invito il Sindaco ha anche voluto riconoscere il grande lavoro dei volontari Arcigay che non solo ai pride ma anche tutto l'anno si spendono generosamente per le nostre battaglie di civiltà e di diritti".

Il Pride di Siracusa partirà il 5 luglio alle 18.30 da Riva Garibaldi dove i partecipanti si imbarcheranno per andare via mare verso il castello Maniace e ritorno. Una volta a riva, si scenderà dalle barche per raggiungere a piedi largo fonte Aretusa, dove ha sede il Pride Village. Quest’anno in Italia non ci sarà un solo gay pride. Ce ne saranno ben tredici. La moltiplicazione di iniziative, da Nord a Sud Italia, costituirà quella che viene definita Onda Pride 2014. Con il pride di Siracusa, alla Sicilia viene assegnato un singolare primato: sono infatti tre le parate dell’orgoglio in città della trinacria, cioè Siracusa appunto, assieme a Palermo e Catania, a testimonianza della traccia importante e generosa lasciata dalla manifestazione nazionale di Palermo dello scorso anno.

Siracusa allarga l’orizzonte a tutto il Mediterraneo, polo di incontro e riflessione sui diritti e le discriminazioni per tutte le terre che si affacciano sul Mare Nostrum. In programma l'organizzazione di cineforum, convegni sociali e politici, spettacoli teatrali e parata finale per la città che si annuncia ''rivoluzionaria'', con ospiti a sorpresa. Il tema principale della tre giorni verterà su diritti e lavoro inteso come diritto e non come privilegio, per questo saranno invitati a partecipare anche i sindacati.

 
di Luca Raimondi (pubblicato il 09/06/2014 alle  10:18:55, nella sezione EVENTI,  1125 letture)

MARIO VENUTISi è conclusa domenica la quarta edizione del Festival Internazionale del fumetto e della cultura pop, meglio conosciuto come “Etna Comics”. Dal 6 all’8 giugno, presso le Ciminiere di Catania, si è rinnovata con successo una kermesse che ormai è diventata un appuntamento imperdibile per quantità e qualità di ospiti, idee e proposte, il cui direttore è Antonio Mannino, coadiuvato da tantissimi validi collaboratori. Inviato per conto di Diorama, mi sono subito perso tra decine e decine di padiglioni, mostre, incontri con ospiti a dir poco eccellenti, nazionali e persino internazionali: per dirne uno, mi sono subito imbattuto in Greg Capullo, disegnatore della testata regolare di Batman. Nella stessa sala, a seguire, è stato chiamato a parlare della sua passione per i fumetti persino il cantante Mario Venuti (nella foto a sinistra). ROBERTO RECCHIONIOvviamente la parte del leone l’ha come al solito interpretata la Sergio Bonelli Editore, che ha inviato nella città etnea il nome forse attualmente di maggiore fama nell’ambito dei comics nostrani, vale a dire Roberto Recchioni (nella foto a destra ingobbito per accontentare i tanti fan che chiedevano una dedica o un autografo), oggi curatore di Dylan Dog (per cui ha scritto memorabili sceneggiature, tra cui il celebrato “Mater Morbi”, di cui era in mostra una pregevole edizione rilegata), ma anche autore di serie di culto come “John Doe” e la recente nuova serie di science-fiction “Orfani”. Assieme a lui, presenti anche altri autori dell’Indagatore dell’incubo, Alessandro Bilotta (anche ideatore della serie “Valter Buio” nonché story editor dei cartoni animati di “Winx Club”, nella foto in basso a sinistra), la disegnatrice Daniela Vetro e Fabio Celoni, ALESSANDRO BILOTTAsceneggiatore e disegnatore dell’ultimo numero dylandoghiano “I raminghi dell’autunno”, un riuscito omaggio alle atmosfere fantastiche di Ray Bradbury, di cui erano in mostra tutte le 94 tavole originali, un piatto davvero succulento. Come del resto succulente erano anche altre mostre, da quella per il 75° anno di Batman (con esposizione di memorabilia, gadget e schizzi originali) a quella dedicata al più celebre maestro vivente di fumetti erotici, Milo Manara (nella foto in basso a destra), anch’egli presente per incontrare il pubblico e tenere un workshop. Quelli che ho ricordato sono solo una piccola parte dei tantissimi nomi presenti in un programma davvero ricco e costruito con attenzione e intelligenza, con momenti anche di musica live (venerdi sera Cristina D’Avena ha fatto il pienone ripercorrendo le sue celebri sigle dei cartoni animati, sabato è statamilo manara la volta della cantante Fumika, per la prima volta in Europa per la felicità dei tanti appassionati della cultura nipponica, domenica di Clara Serina e dei Raggi Fotonici) ed esibizioni di ogni genere e tipo: ricostruzioni medievali, tornei fantasy, corsi per diventare ghostbusters, esperti di tecniche jedi e nell’uso delle spade laser, tiri con l’arco, poligoni di tiro, possibilità dif arsi fotografare insieme a Darth Vader e all’imperatore Palpatine o con uno straordinario sosia del pirata dei caraibi Johnny Depp… Tra i tanti eventi dell'ultima giornata, da segnalare almeno la presenza di Paolo Di Orazio, nome legato alle storiche testate di horror a fumetti “Splatter” e “Mostri” e gli imperdibili workshop con Leo Ortolani, popolare autore di “Rat-man”, e Giuseppe Palumbo (disegnatore di “Martyn Mystere” e “Diabolik”).

 
di Redazione (pubblicato il 26/05/2014 alle  08:50:25, nella sezione EVENTI,  1383 letture)

convegno totaUn convegno sull’attualissimo e delicato tema dell’immigrazione è stato organizzato dall’avvocato Dario Tota ed ha avuto luogo venerdì scorso a Siracusa nei locali del Jolly Hotel. Si è parlato di come fronteggiare un fenomeno destinato a durare ancora parecchi anni, con la partecipazione dell’assessore regionale all’Agricoltura Ezechia Paolo Reale che ha rappresentato le difficoltà, non solo logistiche, della Sicilia dinanzi a questo esodo biblico, con paesi come Lampedusa e Augusta ormai allo stremo e non in grado di dare risposte adeguate al fenomeno. Oltre 40 mila immigrati sono sbarcati dall’inizio dell’anno e si rende necessaria una seria politica di accoglienza e assistenza verso chi è in fuga da paesi in guerra o dalla fame ed ha diritto a una vita. Tra i relatori il giornalista Francesco Magnano, ex direttore del centro per minori immigrati. A margine del convegno sono stati premiati il Tenente Colonnello Paolo Tredici, comandante del distaccamento aeronautico di Siracusa, che ha ricevuto una targa da Franco Zappalà, la presidente della Rete Centri Antiviolenza “Le Nereidi” Raffaela Mauceri, che ha ricevuto il premio dal presidente dell’associazione Arma Aeronautica Salvatore La Gumina, gli assistenti capo della Polizia Municipale Corrado Di Natale e Sebastiano Vinci, che hanno ricevuto la targa rispettivamente dal Generale dell’Esercito Giuseppe Petralito e da Emanuele Geraci, gli ispettori capo Rosalba Giuffrida e Fabrizio Fratantonio e gli assistenti capo Sebastiano Norcia e Gaetano Marangi della Polizia di Stato di Siracusa, che sono staconsulta civica e totati premiati dal presidente dell’associazione Antiracket di Siracusa Giuseppe Barreca e da Silvia Caruso Pupillo, il Presidente dell'Associazione “Stonewall Glbt” Tiziana Biondi, che ha ricevuto il premio dal Colonnello dell’Aeronautica Militare Gaetano Bassi, la testata giornalistica SiracusaOnline, che è stata premiata dal vicecomandante del Corpo di Polizia Municipale Rino Tona e la Caritas Diocesana Siracusa, che ha ricevuto il premio dall’ex presidente dell’Ordine degli Avvocati di Siracusa Sebastiano Grimaldi. Un premio d'incoraggiamento ha anche ricevuto la neonata Consulta Civica fondata da Damiano De Simone (nella foto a destra). Dario Tota ha ringraziato infine tutti i partecipanti al convegno, soprattutto l'assessore regionale Ezechia Paolo Reale, che ha fatto di tutto per presenziare nonostante i mille impegni di natura politica e professionale, ribadendo che le diversità di pensiero sono una risorsa e una ricchezza per la città' di Siracusa.

 
di Redazione (pubblicato il 19/05/2014 alle  21:19:07, nella sezione EVENTI,  671 letture)

Città della Notte il 31 maggio alle ore 21 ospiterà lo spettacolo teatrale “BEN HUR una storia di ordinaria periferia” di Gianni Clementi, con Roberto Casuccio, Piera Di Benedetto e Nunzio Lo Re, per la regia di Giacomo Tarico. Ben Hur è la rappresentazione di uno spaccato di vita quotidiana con un sapiente mixaggio di emozioni e stati d’animo. Nel rispetto del copione originale dell’autore, Gianni Clementi, l’opera viene interpretata dai protagonisti in dialetto romano, il che rappresenta una prima assoluta nel panorama teatrale di Augusta. La commedia scorre attraverso tratti molto divertenti e colpi di scena inaspettati che rendono la storia avvincente ed emozionante. La rappresentazione regalerà allo spettatore della sana ilarità e tra una risata e l’altra lo appassionerà alle storie dei personaggi. La commedia mette in scena la storia di un fratello e una sorella, Sergio e Maria, due spiantati che con l’arrivo di Milan sembrano aver risolto tutti loro problemi. Sergio, ex stuntman separato con due figli, si guadagna da vivere facendo il centurione al Colosseo. Maria, sorella di Sergio, divorziata, impiegata in una Chat-line erotica vive una vita al limite della depressione. I due costretti ad una forzata convivenza a causa delle ristrettezze economiche, vivono due vite destinate ad una lenta e inesorabile deriva. L’arrivo di Milan, extracomunitario bielorusso, da nuove speranze ad una vita di stenti e di continue ansie. L’autore, nel mettere in risalto la condizione nella quale sono costretti a vivere gli extracomunitari, spesso oggetto di vessazioni e continue mortificazioni pur di ottenere un lavoro, solitamente sotto pagato, induce ad un momento di riflessione su quello che accade ai giorni d’oggi sotto i nostri occhi talvolta indifferenti e cinici. Il riferimento alla nota pellicola statunitense del 1959 con Charlton Heston nel ruolo del protagonista, ovvero Ben Hur, un principe divenuto schiavo, tende a sottolineare la misera, sottomessa socialità degli extracomunitari, definiti oramai i moderni “schiavi del XXI° secolo”.

 
di Redazione (pubblicato il 11/05/2014 alle  12:49:10, nella sezione EVENTI,  746 letture)

teatro grecoE’ iniziata venerdì 9 maggio la nuova stagione del Teatro Classico di Siracusa. Il Teatro Greco ha ospitato il primo spettacolo del 50° ciclo festeggiando quest’anno il centenario dell’Inda. Numeroso il pubblico delle grandi occasioni con le massime autorità cittadine e cariche istituzionali, tra cui l’onorevole Sofia Amoddio, gli assessori regionali Ezechia Paolo Reale e Mariarita Sgarlata, gli onorevoli Enzo Vinciullo e Pippo Gianni, il sindaco Giancarlo Garozzo e il vicesindaco Francesco Italia, il leader di Green Italia Fabio Granata. Presente in teatro l’artista Arnaldo Pomodoro, autore delle scene e dei costumi. Regista Luca De Fusco, interpreti Elisabetta Pozzi, non nuova alle scene del Teatro Greco, nelle vesti di Clitemnestra, la regina moglie di Agamennone, interpretato da Massimo Venturiello, Mariano Rigillo (Araldo), Mauro Avogadro (Sentinella), Giovanna Di Rauso (Cassandra) e Andrea Renzi (Egisto). Tra i corifei spiccano Massimo Cimaglia, Francesco Biscione e Piergiorgio Fasolo. La trama è nota: ad Argo, sul tetto della reggia degli Atridi, una sentinella attende da anni il segnale di fuoco che deve annunciare la presa di Troia. Finalmente il fuoco appare dalle vette dei monti: Troia è caduta e la sentinella ne porta notizia alla regina Clitemnestra. Il Coro dei vecchi argivi esulta, ma le espressioni di gioia per la fine dell’annosa guerra sono venate di toni angosciosi, agitate da oscuri presagi. Annunciato dall’araldo, Agamennone vittorioso torna alla reggia su un carro: accanto a lui è la concubina Cassandra, la figlia di Priamo sua preda di guerra. Clitemnestra lo accoglie, esultante. Dopo un lungo e animato dialogo con lo sposo, reduce dopo dieci anni di assenza, Agamennone entra nel palazzo, accettando di percorrere il sentiero tracciato dalla corsia di preziosa porpora rossa che Clitemnestra gli impone di calpestare. Rimane sulla scena Cassandra che, in preda al delirio profetico, è scossa dalle visioni di tutti i delitti, passati e futuri, che insanguinano la casa degli Atridi: la sventurata figlia di Priamo entra infine in scena e predice al Coro, sconvolto e incredulo, la sua propria morte, l’uccisione imminente del re per mano della regina, e quella futura di Clitemnestra (e del suo amante Egisto) per mano del figlio Oreste. Dall’interno della reggia si odono le grida di Agamennone, colpito a morte da Clitemnestra che irretisce lo sposo in un rito di macabra accoglienza e poi lo finisce con le sue stesse mani, colpendolo con la spada: la morte di Agamennone è anche una vendetta per il sacrificio di Ifigenia, la figlia prediletta sacrificata dal padre all’inizio della spedizione perché i venti spirassero propizi e consentissero alle navi degli Achei di salpare per Troia. Appare sulla porta della reggia Clitemnestra, dritta dinanzi ai cadaveri di Agamennone e Cassandra. Alle accuse del Coro che condanna la regina per l’uccisione dello sposo, Clitemnestra risponde rivendicando la giustizia del suo delitto, ultimo capitolo della sanguinosa maledizione che incatena da generazione la casata regale. Esce dal palazzo anche Egisto, figlio di Tieste che era stato vittima della crudeltà di Atreo, e rivendica un suo ruolo nel regicidio e le sue pretese sul trono di Argo: il Coro sbeffeggia l’arroganza e la boriosa prepotenza del vile Egisto, “donnicciola” che non ha saputo affrontare il cugino Agamennone ma ha lasciato alla regina il ruolo di protagonista nella progettazione e nell’esecuzione del piano omicida. L’intervento di Clitemnestra impedisce la colluttazione delle guardie di Egisto con il Coro dei vecchi argivi. “Basta sangue. Governeremo, insieme, da re” – queste le ultime parole di Clitemnestra, che si ritira nella reggia con a fianco il suo imbelle amante.

I cento anni dell’Inda sono stati così celebrati con una tragedia che richiama appassionati e cultori del teatro classico. Sabato 10 maggio è andato in scena anche Coefore /Eumenidi, regia di Daniele Salvo, con Paola Gassman, Francesco Scianna, Ugo Pagliai, Elisabetta Pozzi e con la partecipazione straordinaria di Piera Degli Esposti. Si recita fino al 22 giugno.

 
di Redazione (pubblicato il 27/04/2014 alle  21:49:58, nella sezione EVENTI,  687 letture)

kiwanisI soci del Kiwanis Club di Vittoria hanno fatto visita domenica 27 aprile alla città di Augusta, ricevuti da una delegazione del Kiwanis augustano composta dal presidente in carica dott. Raimondo Raimondi, dal vicepresidente amm. Paolo Russotto, dal presidente eletto dott. Salvatore Cannavà e dal past luogotenente ing. Domenico Morello. Presente l’avv. Antonello Forestiere, anch’egli kiwaniano, ma nelle vesti di direttore del Museo della Piazzaforte sito in piazza Duomo che è stato visitato dagli amici di Vittoria i quali hanno potuto ammirare gli interessanti e rari reperti in esso contenuti. E’ stato ricordato il fondatore del Museo della Piazzaforte, l’Ing. Tullio Marcon, e illustrata l’attività del museo. Si continua a lavorare per l'apertura di una terza sala per l'esposizione dei reperti museali e un'attività che viene svolta periodicamente è quella di manutenzione delle armi per preservarle dal deterioramento, così per le divise e per tutto ciò che il tempo logora. In questi ultimi anni numerosi cittadini augustani hanno donato i propri cimeli affinché questa istituzione si arricchisca di nuove testimonianze. Un momento cerimoniale di scambio dei rispettivi guidoncini tra i presidenti dei due clubs, Salvatore Migliore per Vittoria e Raimondo Raimondi per Augusta (insieme nella foto), ha ravvivato la mattinata. Era presente anche il Luogotenente Governatore della Divisione Sicilia Sud Est Luigi Barone. Visitata anche la Chiesa Madre, il gruppo si è spostato alla banchina torpediniere, dove i natanti del gruppo barcaioli hanno caricato i visitatori portandoli nei forti Garsia e Vittoria che sorgono proprio in mezzo al porto di Augusta. Dopo il pranzo in un noto ristorante della città tutto il gruppo si è spostato verso l’hangar per i dirigibili, monumento militare unico nel suo genere in tutta Europa, aperto per l’occasione alla fruizione turistica. L'hangar dirigibili di Augusta, costruito in cemento armato tra il 1917 e il 1920, nel contesto della prima guerra mondiale, rappresenta un'opera ingegneristica di valore storico e tecnico. Il parco circostante, una collina di eucalipti di quasi 30 ettari aspetta ancora di essere valorizzato e consegnato alla fruizione dei cittadini.

 
di Redazione (pubblicato il 24/04/2014 alle  09:46:25, nella sezione EVENTI,  712 letture)

ricucciSabato 26 aprile, alle 18, a Siracusa, nel salone Borsellino di palazzo Vermexio, avrà luogo la conferenza dal titolo “YallaYalla Siria. Il coraggio e la dignità del popolo siriano. Tre anni di conflitto ignorato”. Si parlerà di una guerra a due passi da noi che ha già causato oltre 150 mila vittime e più di 2 milioni e mezzo di rifugiati. Tra di loro oltre un milione di bambini. La tragedia che sta vivendo il popolo siriano sarà rievocata dal giornalista Rai Amedeo Ricucci (nella foto), rapito in Siria il 3 aprile del 2013 e poi rilasciato dopo 11 giorni. Ricucci da inviato speciale ha seguito i più importanti conflitti degli ultimi 20 anni in zone di guerra come Algeria, Somalia, Bosnia, Afghanistan, Iran, Iraq e Siria. Oltre a Ricucci, interverranno la giornalista italo-siriana Asmae Dachan e la cooperante internazionale israelo-siriana Tytty Cherasien che tracceranno il quadro di quanto sta accadendo in Siria. L’incontro sarà anche un’occasione per fare il punto sull’emergenza sbarchi che ha investito la Sicilia e le coste della provincia di Siracusa fino ad Augusta. A parlarne saranno il Capitano di fregata Ernesto Cataldi, che descriverà l’azione portata avanti per prestare soccorso ai migranti che affrontano viaggi a bordo di “carrette del mare” per raggiungere le coste siciliane, e il giornalista Gaspare Urso che si è occupato del fenomeno degli sbarchi sul territorio di Siracusa e provincia. Coordinerà il dibattito Joshua Evangelista, direttore di Frontiere News, interverranno il sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo e l’Assessore comunale alle Politiche Culturali Alessio Lo Giudice.

 
di Redazione (pubblicato il 14/04/2014 alle  20:38:09, nella sezione EVENTI,  750 letture)

foto donazioneNella centralissima piazza Duomo di Augusta si è svolta una breve cerimonia per la consegna di dieci pacchi viveri ad altrettante famiglie bisognose della cittadina megarese. L’input è venuto dal locale Circolo Filantropico Umberto I°, antico sodalizio che ha la propria sede antistante la Chiesa Madre, ed è stato organizzato dal dinamico segretario del Circolo Sebastiano Mignosa, alla presenza del presidente Alfonso Ravalli, del vicepresidente Mimmo Di Franco e di alcuni membri del direttivo. Alla consegna ha partecipato anche il Kiwanis Club di Augusta, presenti il presidente Raimondo Raimondi, il vicepresidente Paolo Russotto e il segretario del club service Nino Valastro. Il Club ha donato dieci uova di Pasqua da allegare ai pacchi viveri, uova del service internazionale pro progetto Eliminate “Un uovo per la vita”. Intermediaria ricevente delle donazioni la dottoressa Irene Noè, presidente della benemerita associazione di volontariato “Il buon samaritano” che provvederà poi alla distribuzione alle famiglie secondo le graduatorie di cui dispone. Hanno preso la parola Ravalli, Messina, Mignosa e Raimondi del Kiwanis, ha concluso la dottoressa Noè ringraziando e ribadendo come l’impegno che l’associazione Buon Samaritano porta avanti richiede mezzi e volontari per poter assicurare un servizio quotidiano efficiente per la preparazione e la consumazione dei pasti. La mensa, che ha sede nei locali dell’Opera Pia di via Orfanotrofio 22, vede impegnati i volontari del Buon Samaritano di Augusta – Onlus nell’assistere le famiglie bisognose, assicurando 32 pasti caldi al giorno e la distribuzione settimanale di prodotti alimentari. Il Buon Samaritano in quasi sette anni di attività ha svolto una considerevole mole di lavoro, contribuendo in maniera significativa ad alleviare le difficoltà di centinaia di famiglie bisognose di Augusta, erogando a volte anche contributi economici in favore di famiglie indigenti e in gravi difficoltà.

 
di Redazione (pubblicato il 26/03/2014 alle  21:30:17, nella sezione EVENTI,  929 letture)

minoriCon una conferenza nella sala stampa Archimede del Comune di Siracusa è stato presentato un corso di formazione per tutori di minori stranieri non accompagnati. L’iniziativa che gode del patrocinio dell’Assessorato alle Politiche sociali (era presente alla conferenza l’assessore Liddo Schiavo) è stata proposta dal Difensore dei diritti dei bambini, Francesco Sciuto, e da Carla Trommino dell’associazione AccogliRete. Pare che sulle nostre coste siano sbarcati centinaia di minori non accompagnati e questo è un problema che si aggiunge ai tanti del’accoglienza, vista l’evidente attenzione particolare che i minori richiedono. Nell'ambito dei diritti della fascia di cittadini in età evolutiva è stata istituita nel 2011 a Siracusa la figura del Difensore dei diritti dei bambini la cui attività, a titolo gratuito, è stata codificata successivamente da un apposito regolamento approvato dal Consiglio Comunale. Il fenomeno dei minori stranieri non accompagnati in Italia è grave per le caratteristiche e le dimensioni che ha assunto. Diverse sono le fasce d’età e i Paesi di provenienza, eterogenee le motivazioni che inducono a tentare l’avventura migratoria: minacce per la vita; condizioni di precarietà economica e sociale o di vero e proprio sfruttamento; maltrattamenti in ambito familiare; perdita dei parenti adulti. Nei casi in cui il minore vede nell’emigrazione una “fuga” dal paese d’origine per sottrarsi a conflitti e persecuzioni, l’arrivo in Italia è spesso casuale e si tratta di un progetto migratorio non strutturato e senza aspettative predefinite. I ragazzi che invece sono alla ricerca di un’opportunità lavorativa partono con l’idea precostituita di trovare un lavoro, spesso per loro l’Italia è solo un transito verso altre nazioni più appetibili come la Francia, la Germania e l’Inghilterra. Secondo l’art. 343 del nostro codice civile, se entrambi i genitori sono morti o sono scomparsi, viene aperta la tutela. In questi casi il giudice tutelare nomina tutore una persona che esercita la funzione in forma volontaria e gratuita. Va ricordato che al compimento del diciottesimo anno di età al minore senza genitori che sia stato collocato dal giudice tutelare può essere rilasciato un permesso di soggiorno definitivo, anche se giunto in Italia irregolarmente. La figura del tutore è fondamentale, in quanto questi rappresenterà gli interessi del minore nell'ambito di tutte le procedure, di assistenza o di sostegno.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 25/03/2014 alle  22:41:31, nella sezione EVENTI,  1097 letture)

Martedì 25 marzo, presso l’aula magna del 3° Istituto Comprensivo “Todaro” di Augusta, ha avuto luogo la conferenza sul tema “Abusi sui minori – Genitori, insegnanti e operatori insieme per prevenire e combattere l’abuso sui minori”, (Mai più complici! - recita la locandina) organizzato dal Lions Club Augusta Host col patrocinio del Comune di Augusta. Dopo i saluti della vicepreside Rosalia Castiglione (in assenza del Dirigente scolastico Elisa Colella) e del presidente Lions Roberto Tessariol, l’avvocato Rita Cocciolo, coordinatrice Tema di Studio Nazionale del Lions, ha introdotto i lavori.

Sono intervenuti, in qualità di relatori, nell’ordine la dott.ssa Paola Iacono, neuropsichiatra infantile, responsabile dell’UOC Settore N.P.I.A. dell’Asp di Siracusa, sul tema “Fattori di rischio e fattori di protezione”, la dott.ssa Gessica La Leggia, neuropsicologo, su “Gli strumenti di ascolto del minore” e il dott. Giorgio Gullotta, sostituto commissario, responsabile della sezione P.G. presso la Procura della Repubblica di Siracusa, sul tema “Strumenti giudiziari in materia di contrasto del fenomeno di abuso sui minori”.

Si è posto l’accento nella necessità di un intervento pluridisciplinare in presenza di una materia così complessa. Bisogna saper intercettare i segnali che i bambini ci danno e a questo devono essere attenti e vigili soprattutto i genitori e gli insegnanti per evitare che anche la patologia delle cure (incuria, discuria, ipercuria), al di là dell’abuso vero e proprio, possano costituire un disturbo alla crescita psicologica del bambino. Ricordiamo che l’abuso sui minori è un comportamento posto in essere da parte di adulti nei confronti di minorenni che consiste nel cagionare un danno biologico, morale o giuridico. Le forme più frequenti di abuso sui minori sono: fisico, psicologico, sessuale e da incuria. Non sempre le distinzioni categoriali tra casi di abuso fisico, sessuale, psicologico e di trascuratezza rispecchiano una realtà che spesso si presenta molto complessa: è così possibile parlare di “forme miste” di abuso (ad es. ogni abuso fisico o sessuale implica anche un abuso psicologico). L’abuso all’infanzia può essere definito come “qualsiasi comportamento, volontario o involontario, da parte di adulti (parenti, tutori, conoscenti o estranei) che danneggi in modo grave lo sviluppo psicofisico e/o psicosessuale del bambino. Abuso è tutto ciò che impedisce la crescita armonica del minore, non rispettando i suoi bisogni e non proteggendolo sul piano fisico e psichico. Vi rientrano, dunque, non soltanto comportamenti di tipo commissivo, tra i quali vanno annoverati maltrattamenti di ordine fisico, sessuale o psicologico, ma anche di tipo omissivo, legati cioè all’incapacità più o meno accentuata, da parte dei genitori, di fornire cure adeguate a livello materiale ed emotivo al proprio figlio”.

 
di Redazione (pubblicato il 23/03/2014 alle  09:14:30, nella sezione EVENTI,  657 letture)

antico mercatoGreen Italia con un suo stand ha aderito col suo leader Fabio Granata alla manifestazione organizzata in questo fine settimana di marzo dal movimento civico 747 all’Antico Mercato di Ortigia, a Siracusa, Una Festa dell’identità cittadina, per andare “oltre la rassegnazione e il provincialismo”. Tre giorni di incontri con la scuola, tra dibattiti, musica e convivialità per portare avanti il recupero di Siracusa già capitale culturale della Grecia d’Occidente. All’iniziativa prendono parte, tra gli altri, oltre Fabio Granata, Mila Caldarella, il sindaco Giancarlo Garozzo e gli assessori Alessio Lo Giudice e Fabio Moschella, la rappresentante del movimento no Muos Adelaide Conti, esponenti dei movimenti ambientalisti e civici siciliani e alcuni imprenditori vitivinicoli locali. Ottima occasione per parlare anche di importanti battaglie giudiziarie e per conoscere meglio personaggi emblematici della città, come Giuseppe Voza ed Enzo Maiorca. Grande attenzione all’incontro con alcune classi del Liceo Classico per presentare una “proposta innovativa sulla sede storica del Gargallo”, che potrebbe diventare una ideale casa della cultura. Interventi, inoltre, degli allievi della scuola di teatro dell’Inda e di alcuni musicisti siciliani. “La Sicilia e Siracusa – ha detto Granata – devono tornare all’identità classica e a “pensare greco”, tutelando e valorizzando il patrimonio materiale e immateriale e difendendo la bellezza”.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

 500 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (239)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (342)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019

Gli interventi più cliccati

< aprile 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


22/04/2019 @ 18:02:06
script eseguito in 234 ms