Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 21/09/2013 alle  10:24:48, nella sezione CULTURA,  829 letture)

SGARLATARiceviamo e pubblichiamo un comunicato pervenuto da parte di Alberto Moscuzza, presidente dell’Associazione culturale Lamba Doria di Siracusa: “Giorno 20 settembre, - dice la nota - nei locali dell’Associazione culturale Lamba Doria, il Consiglio Direttivo unitamente e all'unanimità con i referenti di Priolo e Augusta si è espresso per l'assegnazione del premio “Nuccio Piccione” nella persona della dott.ssa Mariarita Sgarlata, eminente rappresentante della cultura siracusana. Il riconoscimento, intitolato alla memoria di Nuccio Piccione, storico siracusano, esperto in storia militare che si spese per primo a Siracusa nelle battaglie di salvaguardia dei siti d’importanza storica militare, sarà conferito giorno 7 dicembre nei locali dell’ Hotel del Santuario alle ore 17,00. Mariarita Sgarlata, socia del Sodalizio, rappresenta la competenza professionale e la riconosciuta dirittura morale per adempiere il proprio compito con lo spirito di servizio che la contraddistingue. Il Presidente e i membri del Direttivo dell’Associazione culturale “Lamba Doria” si augurano che, visto l’ottimo lavoro intrapreso all’Assessorato dei Beni Culturali della Regione Sicilia, la nostra siracusana Mariarita Sgarlata possa continuare a lavorare in armonia per il bene della nostra comunità”.

 
di Redazione (pubblicato il 08/09/2013 alle  10:13:37, nella sezione CULTURA,  858 letture)

mura dionigianeIl Comitato per i Parchi e per la Valorizzazione e il recupero urbanistico del patrimonio ambientale, archeologico e paesaggistico della città di Siracusa intitolato a Santi Luigi Agnello, fa pervenire in redazione una nota che pubblichiamo integralmente: “La mancata istituzione, da parte dell’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana, del Parco archeologico della Neapolis – sostiene il Comitato - e degli altri parchi della provincia di Siracusa ha comprensibilmente destato allarme e preoccupazione. Il Parco archeologico è stato proposto negli anni ’50 del secolo scorso grazie alle competenze, all’impegno e alla lungimiranza dell’archeologo Luigi Bernabò Brea, per trent'anni sovrintendente alle antichità della Sicilia orientale, e dell’urbanista Vincenzo Cabianca, autore del secondo Piano regolatore di Siracusa. Da allora sono passati quasi sessant’anni è nulla sembra essere cambiato. A mantenere questo stato di immobilismo negli anni hanno contribuito in modo determinante le disposizioni spesso contraddittorie e i silenzi dell’assessorato regionale ai beni culturali. I progetti presentati dal sovrintendente Giuseppe Voza, in particolare, sono stati del tutto disattesi. Nei giorni scorsi l’assessore Mariarita Sgarlata ha assicurato che il Parco archeologico di Siracusa si farà e che la soprintendenza aretusea ha già avviato tutte le procedure per perimetrare il parco. Tutto ciò avverrà, sempre secondo l’assessore, nell’ambito del piano di riordino del sistema dei parchi archeologici. Vorremmo però ricordare che il Piano paesaggistico provinciale, di cui si è bloccato in modo sospetto l’iter di approvazione, stabilisce la nuova perimetrazione del Parco delle mura dionigiane, ampliando le aree di tutela previste nel Piano Regolatore Generale (PRG), che già introduce due tipologie di parco: quello archeologico e quello ambientale. Nello stesso PRG si parla del progetto del Parco delle mura dionigiane, l’unico in grado di salvaguardare ampie aree del territorio siracusano, di grande valore archeologico e naturalistico, dalla cementificazione dissennata a cui continuiamo ad assistere. Proprio il Parco delle mura dionigiane – conclude il documento - è al centro del concorso nazionale di idee, che ci vede tra i promotori, rivolto agli studenti delle università italiane di architettura e ingegneria edile, concorso che nel prossimo mese di ottobre premierà i progetti migliori. Quando l’assessore Sgarlata afferma che il Parco della Neapolis e gli altri parchi della provincia di Siracusa si faranno, pensa certamente al Parco delle mura Dionigiane”.

 
di Redazione (pubblicato il 16/08/2013 alle  17:32:23, nella sezione CULTURA,  769 letture)

Il 17 agosto a Largo Aretusa in Ortigia, a partire dalle ore 18:30, farà tappa a Siracusa "Pianissimo-Libri sulla strada", con la collaborazione di Arci Siracusa, Arci Ragazzi, Tempo Solidale, VerbaVolant edizioni e della Biblioteca Comunale. "Pianissimo" è una libreria itinerante e un progetto di promozione della lettura in Sicilia creato da Filippo Nicosia. Un piccolo gesto, ma concreto, un tratto di strada da percorrere insieme, nella fiducia che ci sia ancora una società e una vita sociale sulla quale fare leva per ripartire, nella convinzione che la cultura sia scambio e condivisione. La sfida è quella di mettere i libri nelle piazze, di tirarli fuori dagli scaffali e di vedere tutti insieme l'effetto che fa. Questo è il programma:

- Alle ore 18 e 30, reading per bambini, ragazzi e ragazzi cresciuti, con i libri "Il gatto del prete povero", "Il mostro nell'armadio & altre storie". Incontro a cura di: Biblioteca Comunale di Siracusa, Arci Ragazzi e VerbaVolant Edizioni. Sarà presente l'illustratrice Giulia Cappuccio.

- Alle ore 20:00, reading tra letteratura e fumetti, "La letteratura, la vita, l'universo, Largo Aretusa e tutto quanto". Letture e interventi a cura di Angelo Orlando Meloni, Gabriele Galanti, Luca Raimondi e Stefano Amato e del sottoscritto. Sarà proposto al pubblico un test: "La verità vi prego sulle presentazioni letterarie", con cui si cercherà di dare la risposta definitiva a uno dei problemi che assilla da sempre l'umanità.

 
di Redazione (pubblicato il 17/06/2013 alle  09:51:43, nella sezione CULTURA,  879 letture)

giufridaIl Centro Studi Turiddu Bella nei lunghi anni della sua attività, svolta prevalentemente a Siracusa, ha messo in luce personaggi di spicco della cultura locale sia di eminenti studiosi delle tradizioni per conservare e diffondere i valori delle nostre radici, sia di artisti, scrittori, musicisti, che oggi sono segno di una vivace attività culturale. Sabato 15 e domenica 16, alle ore 18,30, presso i locali di Viale Cadorna 160, il Centro ha dedicato uno spazio particolare a Enza Giuffida pittrice e poetessa, proponendo l’esposizione dei suoi bellissimi oli ricchi di colori e densi di significati, che l’artista esplicita anche attraverso la poesia, spesso con l’identica ispirazione. Nell’ambito della presentazione, la stessa autrice ha recitato alcune delle sue composizioni in dialetto e in lingua.

Enza Giuffrida è anche una esperta e appassionata di Archimede, poiché, insieme al marito Antonino Vittorio, ha istituito il Tecno Parco di Archimede, e quindi, anche per onorare l’anniversario che in Siracusa quest’anno vede diverse manifestazioni legate allo scienziato siracusano, ha chiuso il vernissage con una conversazione su “Il Genio di Archimede”. A completare l’omaggio che il Centro ha voluto fare alla poliedrica artista, la degustazione di vini locali della pregiata cantina Barone Sergio, del Nero D’Avola – Eloro d.o.c., curata da Giuseppe Spina.

 
di Guido Leonardi (pubblicato il 15/06/2013 alle  14:31:05, nella sezione CULTURA,  932 letture)

RAIMONDI READINGÈ stato presentato anche a Pedara l’ultimo romanzo del giovane scrittore siracusano Luca Raimondi, “Se avessi previsto tutto questo. In cerca d’amore nella Catania di fine millennio”. Nato ad Augusta (1977), Raimondi (due lauree, un master e diverse pubblicazioni all’attivo), vive e lavora a Siracusa. Educatore professionale, oltre alla scrittura si dedica anche alla regia e sceneggiatura di cortometraggi, videoclip e documentari. L’evento-incontro con l’autore è stato organizzato, in collaborazione con “Cantine Sanfilippo”, dalla cooperativa sociale Utòpia, una dinamica realtà locale che mira alla promozione di attività culturali, turismo ed eventi. A relazionare sul volume è stata la prof.ssa Gina Calanna, la cui presentazione è stata molto apprezzata dal numeroso pubblico presente. “Questo – ha spiegato l’autore nel corso del piacevole incontro – non è un romanzo autobiografico, anche se il racconto si nutre delle mie esperienze personali di studente, vissute a Catania dal 1995 al 2000. È, prettamente, un romanzo di formazione sentimentale e amicale; si potrebbe pure definire un “giallo dei sentimenti”, anche se i toni sono essenzialmente quelli propri di una commedia. Il mio intento era quello di far divertire il lettore, fornendo spunti di riflessione attraverso la storia di un adolescente, studente fuori sede a Catania alla fine degli anni ’90 del secolo scorso”.

copertina libroLe vicende del protagonista, Carlo Piras, (“un anti-eroe, un personaggio pieno di angosce e di paure”) si incentrano sui suoi rapporti con gli amici, con le donne, con se stesso, in un percorso che lo condurrà alla costruzione di un sé interiore più maturo. Una curiosità riguarda il titolo del libro: tratto da una canzone di Guccini (“L’avvelenata”), che è anche una delle canzoni preferite dal padre del protagonista, vuole essere un anello di congiunzione tra le diverse generazioni. L’evento è stato arricchito dalla lettura di alcuni passi brani dell’opera, con l’accompagnamento musicale di Alfio Caruso (tastiera) e Adriano Natoli (chitarra), che, al termine dell’incontro, hanno anche eseguito alcune canzoni che fanno da colonna sonora al romanzo. La serata è poi proseguita con un’allegra cena conviviale.

Soddisfatta la presidente della coop Utòpia, Chiara Marraffa: “Si tratta del primo evento realizzato a Pedara nell’ambito delle nostre attività, che vogliono essere occasioni reali di crescita e inserimento personale nella società. Si è trattato di un esordio ricco di soddisfazioni, riguardo alla qualità dell'evento proposto e la il numero di presenze ottenuto, considerato anche il fatto che cultura e grandi numeri non sempre vanno d'accordo”.

 
di Redazione (pubblicato il 15/06/2013 alle  12:49:37, nella sezione CULTURA,  1432 letture)

Convegno accademiaIl nuovo anno accademico dell’Accademia di Belle Arti di Catania sarà inaugurato con la presentazione del volume “Patrimoni da svelare per le arti del futuro” (Gangemi editore), prima ricognizione all’interno dei patrimoni delle accademie italiane, voluta dal Ministero dell’Università. Lo dichiara Virgilio Piccari, direttore dell’accademia catanese in margine al convegno nazionale omonimo.

“In questo modo l’accademia etnea avrà la possibilità di mostrare al sistema dell’arte italiano il proprio modello di produzione culturale e di relazione con il territorio” - ha continuato il direttore Piccari.

Negli ultimi anni, infatti, l’Accademia di Belle Arti di Catania si è distinta per essere il maggior ente di produzione della Sicilia orientale nell’ambito delle arti contemporanee e del design estendendo la sua influenza ben oltre i limiti cittadini.

“L’apertura ufficiale della GAD, Galleria di Arti Contemporanee e Design, parallela alla presentazione del volume sui patrimoni, permetterà di evidenziare l’eccellenza dell’esempio etneo, mostrando ulteriormente che le accademie costituiscono un modello di alta formazione, equipollente per legge a quello universitario, ma sotto certi aspetti autonomo e originale per metodologie didattiche e specificità culturale” - ha concluso Ambra Stazzone, storica dell’arte, che con i colleghi Carmelo Nicosia, fotografo, e Gianpiero Vincenzo, sociologo, fa parte della Commissione per il FAC Fondo Arti Contemporanee di Catania.

 
di Redazione (pubblicato il 30/05/2013 alle  21:07:02, nella sezione CULTURA,  1067 letture)

Monumento aic aduti“La scuola rigenera l’arte” è il titolo dell’evento che si terrà sabato 8 giugno, presso il Monumento ai caduti d’Africa, in piazza dei Cappuccini a Siracusa. L’iniziativa sarà promossa e realizzata dallo Studio legale Giuliano in collaborazione con l’Istituto industriale “Fermi” e l’Istituto d’arte “Gagini”. Durante la manifestazione gli studenti dei due istituti superiori presenteranno al pubblico i lavori di ricerca e approfondimento realizzati durante l’anno scolastico, finalizzati al recupero del monumento ai caduti d’Africa, scelto come simbolo dei tanti edifici ed opere d’arte di Siracusa deturpati da scritte e vandalizzati. L’appuntamento sarà l’occasione per dimostrare come le diverse discipline curriculari, la chimica, l’architettura e il restauro, possono essere messe al servizio dell’arte. Sarà anche l’opportunità per comprendere quanto la conoscenza sia importante nella diffusione della cultura del rispetto verso i beni culturali e ambientali. L’evento inizierà alle ore 9,30 e continuerà fino alle 13,00. Alle ore 11, è previsto un momento ufficiale di incontro tra le autorità, gli studenti e la città. L’iniziativa “La scuola rigenera l’arte” si inserisce nell’ambito del progetto “La città si fa a scuola”, che da due anni lo Studio legale Giuliano promuove negli istituti superiori di Siracusa. Con questa iniziativa lo studio, impegnato da anni in azioni civili e giudiziarie in favore della tutela del patrimonio architettonico, archeologico e ambientale, ha inteso stimolare gli studenti a scegliere un sito o un monumento tra i tanti segnalati durante il concorso “SOS paesaggio siracusano” perché abbandonati o vandalizzati, per elaborare idee e azioni pratiche volte al loro recupero e valorizzazione. Gli studenti del “Gagini” e del “Fermi”, in particolare, hanno soffermato la loro attenzione sul monumento ai caduti d’Africa. Il monumento è stato realizzato in epoca fascista per celebrare le imprese coloniali in Africa Orientale, imprese condotte ricorrendo ad ogni crudeltà contro le popolazioni indigene. La qualità artistica dei bronzi e dei bassorilievi, la complessità dei simboli rappresentati e della forma architettonica, ne fanno tuttavia un’opera d’arte che merita di essere tutelata e valorizzata. Un’opera d’arte che va difesa dagli atti vandalici, ma anche discussa perché ci ricorda un periodo della nostra storia che vorremmo non si ripetesse mai più.

 
di Redazione (pubblicato il 19/05/2013 alle  12:12:33, nella sezione CULTURA,  837 letture)

In barba alla scaramanzia, nella data di venerdi 17 maggio lo scrittore siracusano Luca Raimondi (a destra nella foto a fianco) ha presentato alla Feltrinelli di Catania, in via Etnea, il suo ultimo romanzo, "Se avessi previsto tutto questo. In cerca d'amore nella Catania di fine millennio". Hanno partecipato il professore Giuseppe Condorelli e gli attori Alessandro Idonea e Lucia Fossi, artefici di un vero e proprio recital costruito con le scene più divertenti e "teatrali" del romanzo, in cui troviamo un alter-ego dell'autore, Carlo Piras, studente all'Università di Catania, che vive i suoi diciotto anni incastonati nella metà degli anni '90, in una città che sembra vivere la sua rinascita. Reduce dal famoso concerto dei R.E.M. al Cibali, quindi speranzoso di ritrovarsi in un "mondo nuovo" rispetto a quello provinciale da cui proviene,, è nel capoluogo etneo che Carlo spera di trovare nuovi amici e - forse, magari - il grande amore. Attorno a lui quel mondo sarà pure nuovo, ma si muove contromano. gli attoriLe lezioni lo lasciano perplesso, le notti sembrano stordirlo e non ci sono ancora le chat a favorire gli approcci con il gentil sesso. Il primo vero scacco coincide col mancato conseguimento della patente, ma è la cugina installata in casa a destabilizzare Carlo, che comincia a fare i conti col proprio passato di ragazzo e col futuro da uomo. L'insonnia morde, la solitudine divora. I tentativi di conquistare le ragazze di cui si innamora rivelano la sua inadeguatezza alla vita. L'Università è ormai massificata, con professori-baroni disillusi e distratti, e il posto fisso non è ancora visto come l'ambizione più alta che si possa coltivare ma anzi, è visto come la morte che ti coglie prima del tempo dovuto. Lo scrittore palermitano Roberto Alajmo, nel risvolto di copertina, lo definisce "un romanzo di formazione impastato di umorismo ma speziato di malinconia" e Roberto Mistretta sulla "Sicilia" lo ha paragonato al celebre libro di Enrico Brizzi "Jack Frusciante è uscito dal gruppo", best-seller proprio in quello stesso scorcio di fine millennio.

 
di Redazione (pubblicato il 15/05/2013 alle  14:46:43, nella sezione CULTURA,  1405 letture)

mezzi militariL’Associazione Culturale siracusana “Lamba Doria” presieduta da Alberto Moscuzza comunica che, per il 70° anniversario della “Battaglia di Sicilia”, Siracusa sarà protagonista di una visita di mezzi militari d’epoca provenienti da Malta e dal nord Italia. L’iniziativa organizzata dal “Club mezzi storici italiani” in collaborazione con l’Associazione Culturale Lamba Doria sezione figuranti, guidata dal Prof. Aldo Di Benedetto, vedrà giorno 18 maggio 2013, l’esposizione dei mezzi d’epoca militari presso la sede del Sodalizio in Viale Luigi Cadorna 24, dalle 16,00 alle 18,00, concludendosi al Piazzale antistante la Capitaneria di Porto di Siracusa dalle 19,00 alle 23,00.

 
di Redazione (pubblicato il 15/05/2013 alle  14:07:02, nella sezione CULTURA,  771 letture)

E' partita da Siracusa la prima edizione del concorso MYBOOKVIDEO in collaborazione con alcune delle più note case editrici italiane come Longanesi, Fazi, Fanucci, Gargoyle Books, Cavallo di Ferro e Tunuè. Mybookvideo.it è il primo portale web italiano che raccoglie al suo interno “esclusivamente” la materia prima e propulsiva dell’editoria del terzo millennio: i booktrailers. Il progetto, ideato da Vincenza Tomaselli, nasce sia come servizio specifico agli Editori che abbiano booktrailer da realizzare e divulgare, sia come alternativa efficace per scrittori o aspiranti tali, che hanno il desiderio di pubblicare a proprie spese un’opera e non hanno società di distribuzione che li affianca nel marketing e nella promozione dell’opera medesima. I booktrailer sono dei video creati specificamente per pubblicizzare libri di emergenti o di nomi affermati dell’editoria, che sfruttano lo strumento delle immagini, dei suoni e degli effetti speciali, per farsi largo nel mercato. I booktrailers hanno infatti una straordinaria capacità di sedurre il pubblico con il loro impatto visivo ed emotivo e grazie a software sempre più raffinati, rappresentano ormai dei veri e propri cortometraggi cinematografici in grado di attrarre un’utenza variegata che va 10 a 90 anni.

Il concorso, dedicato agli studenti delle Scuole superiori, nasce per incentivare i ragazzi alla lettura diventando protagonisti attivi della nuova era dell'editoria tecnologica. Nessun limite alla fantasia e alla creatività: un corpo di docenti costituito da registi, video maker, esperti della comunicazione, sceneggiatori, giornalisti e grafici multimediali è infatti a loro disposizione per lo start up artistico. Brevi ma esaustivi workshop, per definire le basi di veri e propri mini corti promozionali di 90 secondi. Il concorso si articola in due momenti: Premio della giuria e Premio del pubblico. Il primo è assegnato da una Giuria competente, costituita da personalità del mondo del cinema, del giornalismo, della comunicazione multimediale. Il secondo è assegnato tramite votazione online sul sito www.mybookvideo.it. L’assegnazione di entrambi i premi, accompagnati da una motivazione scritta formulata sia dalla giuria che dallo staff dell’organizzazione stessa del concorso, sarà momento centrale di un evento pubblico che si svolgerà l'1 Giugno 2013 alle ore 20.00 alla Sala Randone di via Malta a Siracusa.

 

 

 

 
di Redazione (pubblicato il 13/05/2013 alle  13:32:30, nella sezione CULTURA,  1208 letture)

teatro grecoPartita la stagione 2013 delle rappresentazioni classiche del Teatro Greco di Siracusa. Una cavea di oltre 4000 presenze ha salutato entusiasticamente sabato scorso l’Edipo Re di Sofocle. Domenica la prima di Antigone, altro capolavoro sofocleo, lunedì la commedia di Aristofane "La Repubblica delle donne". Le tre rappresentazioni classiche si alterneranno fino al 23 giugno, come da cartellone. Ospite d'onore al Teatro Greco di Siracusa alla prima di Edipo re, in apertura del 49° Ciclo, il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri. Allestimento coinvolgente, dall'imponente scenografia, questo "Edipo Re" per la regia di Daniele Salvo. Ottima prova di Ugo Pagliai che è il vecchio Tiresia, bravo il protagonista Daniele Pecci, applausi per tutto il cast. La tragedia narra la vicenda di Edipo, figlio di Laio e Giocasta, sovrani di Tebe, su cui pesa il responso di un oracolo secondo il quale, cresciuto, ucciderà il padre e sposerà la madre. Una tragedia che si inserisce nel cosiddetto ciclo tebano e narra del destino di un re carismatico ed amato che in un solo giorno viene a conoscenza del suo tragico passato: senza saperlo ha ucciso il proprio padre e sposato la propria madre, con la quale ha generato inoltre dei figli. Sconvolto da queste rivelazioni, che fanno di lui un uomo maledetto dagli dei, Edipo reagisce accecandosi, perde il regno di Tebe e va in esilio.

 
di Luca Raimondi (pubblicato il 12/05/2013 alle  14:53:50, nella sezione CULTURA,  1411 letture)

roberto alajmoSi è tenuto stamani nel centro storico di Ortigia a Siracusa, presso il Biblios Cafè di Luisa Fiandaca, l’incontro con Roberto Alajmo: introdotto da Mario Fillioley (entrambi nella foto a destra), lo scrittore e giornalista ha presentato il suo nuovo libro, edito da Mondadori, “Il primo amore non si scorda mai anche volendo”. Alajmo, nato a Palermo nel 1959 e che a Palermo “insiste a vivere”, è autore di numerosi altri volumi: "Almanacco siciliano delle morti presunte" (edizioni della Battaglia, 1996) ; "Le scarpe di Polifemo" (Feltrinelli, 1998) ; "Notizia del disastro" (Garzanti, 2001), col quale ha vinto il premio Mondello. Con Mondadori nel 2003 ha pubblicato il romanzo "Cuore di Madre", finalista ai premi Strega e Campiello. Nel 2004 è uscito "Nuovo repertorio dei pazzi della città di Palermo" e nel 2005 il romanzo "È stato il figlio", finalista al premio Viareggio e vincitore del SuperVittorini e SuperComisso. Dal libro è stato tratto l'omonimo film con Toni Servillo diretto da Daniele Ciprì. Il suo ultimo romanzo, pubblicato da Mondadori nel 2008 si intitola "La mossa del matto affogato". Con Laterza, ha pubblicato i saggi: "Palermo è una cipolla" (2005); "1982 - Memorie di un giovane vecchio" (2007); "L'arte di Annacarsi - Un viaggio in Sicilia" (2010); "Tempo Niente" (2011); "Arriva la fine del mondo (e ancora non sai cosa mettere)" (2012). Per il teatro: "Repertorio dei pazzi della città di Palermo", "Centro divagazioni notturne" e il libretto dell'opera "Ellis Island", per le musiche di Giovanni Sollima.

Il suo ultimo lavoro è una sorta di catalogo dei ricordi d’infanzia che lo scrittore ha voluto redigere spaventato dall’idea di perdere la memoria e, dunque, se stesso. Una specie di “romanzo di formazione”, in cui è ripercorsa una giovane vita compresa tra il primo ricordo e il primo bacio, in cui la memoria individuale si sovrappone a quella collettiva, sottolineando, in un certo senso, come i nostri ricordi personali non sono mai davvero soltanto nostri ma sono condivisi con un’intera generazione, pur con le inevitabili differenze geografiche (alcune esperienze dei bambini siciliani saranno difficilmente condivise con quelle dei bambini di altre regioni). Il libro di Alajmo utilizza uno stile asciutto, quasi scarnificato (sembra quasi aver abolito avverbi e aggettivi dalle sue frasi),a ma riesce nell'intento di intrattenere e divertire con controllata ironia.

 
di Redazione (pubblicato il 05/05/2013 alle  10:14:56, nella sezione CULTURA,  1226 letture)

13 maggioL'11 maggio del 1943 arrivò nella rada di Augusta una nave cisterna per rifornire di combustibili gli idrovolanti e gli aerei tedeschi di base a Comiso e a Catania. Questo arrivo provocò la reazione degli alleati anglo-americani che precedentemente avevano bombardato sporadicamente la città e invece il 13 maggio intensificarono il bombardamento sulla zona abitata di Augusta anziché colpire la nave-cisterna o le navi militari. Quel giorno c'era foschia ed i bombardieri volavano ad alta quota, quindi la contraerea poté fare ben poco per la difesa della città. Questo attacco provocò la morte di 62 persone e molti feriti. I danni al patrimonio furono ingenti. Si chiede ai componenti della Commissione di Storia Patria, del Museo della Piazzaforte, degli Enti con esperienza in materia e ai rappresentanti delle forze politiche, di promuovere presso la Commissione Prefettizia una iniziativa significativa per i cittadini augustani: l’intitolazione di una strada del centro storico di Augusta a questa data fatidica creando una "Via 13 Maggio", per ricordare questa giornata storica di lutto cittadino.

 
di Redazione (pubblicato il 03/05/2013 alle  11:35:46, nella sezione CULTURA,  903 letture)

locandina presentazione siracusanaOggi alle 18.30 si terrà in Ortigia, presso la Galleria Roma Arte Contemporanea in piazza San Giuseppe, la prima presentazione siracusana del romanzo di Luca Raimondi “Se avessi previsto tutto questo. In cerca d’amore nella Catania di fine millennio”, edito dalle Edizioni Il Foglio, la cui collana di narrativa è diretta dallo scrittore, saggista e traduttore toscano Gordiano Lupi. Il romanzo è stato definito dallo scrittore Roberto Alajmo “un’epopea quotidiana tardo-adolescenziale in cui l’amore e l’amicizia sono i valori da esaltare e (occasionalmente) tradire”. Relatori dell’evento saranno il professore Luigi Amato (ordinario di Estetica presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria) e il direttore artistico del Cine Aurora di Belvedere e del Floridia Film fest, il giovane Renato Scatà, scelta quest’ultima dettata dall’amore per il cinema da sempre manifestato da Raimondi (in passato anche regista e sceneggiatore, curatore di sei edizioni del “Corto Siracusano Film Festival” e di numerosi saggi sull’argomento). L’attore Giuseppe Cottone, già presente in alcuni cortometraggi diretti da Raimondi, leggerà alcuni brani del romanzo. Dopo la partecipazione ad “In-chiostro letterario”, manifestazione benefica tenutasi ad Acireale lo scorso 13 aprile, riprende dunque il mini-tour di presentazione del volume che toccherà anche Ragusa (il 10 maggio presso Le Fate Cafè), Catania il 17 maggio (presso la Feltrinelli Libri & Musica di via Etnea) e, a giugno, Augusta e Pedara (CT).

Questa, in sintesi, la trama del romanzo: Carlo Piras, studente all'Università di Catania, vive i suoi diciotto anni incastonati nella metà degli anni '90. È qui che Carlo spera di trovare nuovi amici e - forse, magari - il grande amore. Attorno a lui il mondo si muove contromano, però. Le lezioni lo lasciano perplesso, le notti sembrano stordirlo e le ragazze sono enigmi che si muovono su gambe bellissime. Il primo vero scacco coincide col mancato conseguimento della patente, ma è la cugina installata in casa a destabilizzare Carlo, che comincia a fare i conti col proprio passato di ragazzo e col futuro da uomo. L'insonnia morde, la solitudine divora. I suoi comici e a volte drammatici tentativi di conquistare le ragazze di cui si innamora rivelano la sua inadeguatezza alla vita. L’inadeguatezza, forse, di un’intera generazione. Il blog del romanzo è www.seavessiprevisto.blogspot.it.

 
di Redazione (pubblicato il 09/04/2013 alle  22:09:50, nella sezione CULTURA,  1052 letture)

CaltagironeIl comitato organizzatore ha deciso di prorogare la scadenza del bando del PREMIO NAZIONALE DI POESIA “Caffè Letterario Convivio” 2013 al 20 maggio c.a. (nel bando originale la scadenza era il 15 aprile). Questo per consentire di ricevere altre sillogi da altri poeti che hanno richiesto di poter partecipare all’evento. Ricordiamo che il Premio gode del patrocinio del Comune di Caltagirone e che vi possono partecipare autori con opere a tema libero, non premiate o segnalate ad altri concorsi scritte in lingua italiana e nel vernacolo siciliano. Il premio si articola in QUATTRO sezioni:

Silloge edita di poesia in italiano;

Silloge edita di poesia in vernacolo siciliano e relativa traduzione in italiano;

Inedito di poesia in italiano;

Inedito di poesia in vernacolo siciliano e relativa traduzione in italiano.

Il bando completo è stato pubblicato su Dioramaonline in data 3.3.2013 e può essere consultato nella sezione “cultura”.

 
di Gordiano Lupi (pubblicato il 20/03/2013 alle  14:27:27, nella sezione CULTURA,  897 letture)

COPERTINA DEL LIBRO DI DANIELE LEMBONon era uno scrittore famoso, Daniele Lembo. Era uno dei tanti che lavorano nell’ombra ma credono in quello che fanno. Uomo brillante, simpatico, sempre pronto alla battuta, istrionico, vivace, uno che quando lo incontravi non ti faceva annoiare. La notizia della sua morte mi ha colto di sorpresa e mi ha lasciato allibito. Aveva soltanto 52 anni, mille cose incompiute, troppi progetti e una mente in perenne ebollizione. L’ultima volta che ci siamo sentiti - al telefono - mi parlava di progetti, di libri di scrivere, di festival del fantastico, di ristampe, di storia contemporanea, di editori… Era un uomo vulcanico, Daniele Lembo, maresciallo della Guardia di Finanza, giornalista di Latina Oggi, autore di un sacco di libri storici che si possono vedere sul suo sito (http://www.danielelembo.altervista.org/), ma anche di cose divertenti come Elogio della cazzimma e Nascere sotto il segno della zoccola. “Ci vediamo a Latina, per la fiera”, mi aveva detto un po’ di tempo fa “E poi so che hai scritto un libro su Godzilla. Ti faccio invitare al festival del fantastico…”, aveva concluso. Niente di tutto questo, amico mio. Adesso so solo che quando tonerò a Latina mi mancheranno le tue battute salaci e le irriverenti canzonature: “Ti ho fatto fare una pagina su Latina Oggi. Ma ti rendi conti? Chi cazz’è Lupi Gordiano. E io t’ho fatto fare una pagina”. Grande Daniele. Ci mancherai. Prima che tutto sia finito è il suo ultimo libro che ho letto, un romanzo storico dal taglio fantapolitico, ambientato nella Seconda Guerra Mondiale. 

LEGGI LA RECENSIONE DI GORDIANO LUPI AL ROMANZO "PRIMA CHE TUTTO SIA FINITO" DI DANIELE LEMBO 

 
di Redazione (pubblicato il 03/03/2013 alle  12:33:20, nella sezione CULTURA,  1383 letture)

1. Possono partecipare autori con opere a tema libero, non premiate o segnalate ad altri concorsi (e tali devono restare fino alla premiazione), scritte in lingua italiana e nel vernacolo siciliano come da sezioni di seguito.

2. Il premio si articola in QUATTRO sezioni:

A) Silloge edita di poesia in italiano;

B) Silloge edita di poesia in vernacolo siciliano e relativa traduzione in italiano;

C) Inedito di poesia in italiano;

D) Inedito di poesia in vernacolo siciliano e relativa traduzione in italiano.

3. I partecipanti possono concorrere per una o più sezioni Ogni composizione delle sezioni C e D non dovrà superare i 40 versi.

4. La poesia o i testi devono pervenire in 7(sette) copie, per le poesie singole sezione C e D in formato A4 scritte al computer carattere times new roman 14 di cui una copia deve essere corredata delle generalità del partecipante: biografia personale, cognome, nome, indirizzo, luogo e data di nascita ed eventuale recapito telefonico ed indirizzo e-mail e chiusa in una busta a parte con la seguente dichiarazione firmata: “le mie poesie concorrenti, frutto del mio ingegno, sono inedite non premiate o segnalate ad altri concorsi. Autorizzo ai sensi dell’art. 11 legge 675/96 il trattamento dei miei dati nell’ambito del Premio.”

5. E’ prevista una quota di partecipazione (a copertura delle spese di organizzazione, di segreteria e di promozione) di 10 (dieci) euro per ogni sezione a cui s’intende partecipare. Il pagamento deve essere effettuato: a) su poste pay 4023 6005 9795 8786 specificando la causale: < > (la ricevuta del pagamento o una sua copia dovrà essere allegata all’invio delle opere). b) o inserendo la quota di € 10 in contanti all’interno della busta contenente le opere.

6. Le poesie non devono essere accompagnate da disegni o immagini tali da rendere riconoscibile l’autore ai giurati.

7. Qualunque tentativo di raccomandazione ai componenti della giuria, o di farsi riconoscere dagli stessi, comporterà la squalifica del concorrente e ne sarà data segnalazione nel verbale.

8. Tutte le opere e la busta con le generalità, vanno inoltrate, in un unico plico, alla Segreteria del Premio Nazionale di poesia “Caffè Letterario Convivio” Via Fontanelle, 104 - 95041 Caltagirone (CT) entro il 15 Aprile 2013: farà fede la data del timbro postale.

9. L’apertura delle buste con le generalità degli autori avviene solo dopo la scelta delle opere finaliste e vincitrici, in modo che i giurati non siano prima a conoscenza del nome del concorrente.

10. Saranno scartate, senza che sia dovuta comunicazione al concorrente, quelle opere che non corrisponderanno a quanto richiesto nei precedenti articoli.

11. Le opere inviate non saranno restituite. La segreteria non è tenuta ad alcuna comunicazione, sull’esito del Premio, ai concorrenti non premiati. I risultati saranno resi noti mediante pubblicazione sulla stampa e su internet. Ai finalisti sarà data tempestiva comunicazione scritta.

12. La giuria è formata da 5 esponenti i cui nomi saranno resi noti al momento della premiazione.

13. Ai tre finalisti di ciascuna sezione saranno assegnati

Primi classificati

1 pernottamento per la sera della premiazione

1 trofeo-targa rappresentato dalla prestigiosa ceramica di Caltagirone

Secondi classificati

1 trofeo-targa rappresentato dalla prestigiosa ceramica di Caltagirone

Terzi classificati

1 trofeo-targa rappresentato dalla prestigiosa ceramica di Caltagirone La proclamazione avverrà nel corso della cerimonia di premiazione presso la sala di rappresentanza del comune di Caltagirone.

14. La giuria si riserva di dare un premio speciale “per la critica” alle quattro sezioni.

15. Qualora l’organizzazione venisse a conoscenza anche dopo le premiazioni che (in violazione dell’articolo 1 e come da dichiarazione di cui all’articolo 5) le poesie finaliste o premiate avevano già avuto riconoscimenti ad altri concorsi, il concorrente dovrà restituire il premio ricevuto e tale revoca sarà divulgata attraverso la stampa.

16. La cerimonia di proclamazione dei vincitori avrà luogo il 15 Giugno 2013 i premi dovranno essere ritirati dagli interessati. Tutti i concorrenti sono invitati.

17. Ai sensi dell’articolo 11 della Legge 675/96 i concorrenti autorizzano l’organizzazione al trattamento dei loro dati anagrafici e biografici nell’ambito del Premio.

18. I premiati, i finalisti, e i concorrenti selezionati autorizzano a raccogliere in un volume le loro opere che eventualmente s’intendesse pubblicare, pur conservando i rispettivi autori la proprietà letteraria delle stesse.

19. La partecipazione al Premio costituisce implicita accettazione di tutte le norme del regolamento. Per quanto non previsto dal presente bando valgono le deliberazioni della giuria e per ogni controversia è competente il foro di Caltagirone CT.

Per ulteriori informazioni e/o assistenza, è possibile contattare la sig.ra Giusi Contrafatto

email: associazioneconvivio@gmail.com

 

Scheda di partecipazione

Premio nazionale di Poesia “Caffè Letterario Convivio” 2013

(da compilarsi in stampatello)

Il sottoscritto____________________________________________________________

nato il__________________________________________________________________

a_______________________________________________________________________

residente in______________________________________________________________

via_____________________________________________________________________

tel._____________________________________________________________________

e-mail___________________________________________________________________

SEZIONE SILLOGE EDITO POESIA IN LINGUA (titolo) ________________________________________________________________________

SEZIONE SILLOGE EDITO POESIA IN VERNACOLO SICILIANO (titolo) ________________________________________________________________________

SEZIONE POESIA INEDITA IN LINGUA (titolo) ________________________________________________________________________

SEZIONE POESIA INEDITA IN VERNACOLO SICILIANO (titolo) ________________________________________________________________________

CHIEDE di partecipare al concorso sopraindicato accettandone il bando. DICHIARA di accettare il giudizio insindacabile dell’organo che effettuerà la valutazione delle opere; autorizza la eventuale pubblicazione delle opere senza nulla chiedere alla stessa organizzazione del premio; esprime il proprio consenso alla trattazione, comunicazione e diffusione dei dati personali rilasciati in data odierna per gli usi interni dell’associazione e per tutte le iniziative da essa proposte, ai sensi della L. 675/96 , con particolare riferimento agli art. 11 e 20 del dec. Leg. N. 196 del 30/06/2003.

Caltagirone __________________________lì______________________

(luogo)                     (data)

Firma____________________________________________

 

Scarica il bando in formato *.doc 

 

 
di Redazione (pubblicato il 05/02/2013 alle  14:11:23, nella sezione CULTURA,  994 letture)

Incontro con Elio SalernoUna volta insediato, il 23 gennaio, il Comitato di Direzione del Museo Civico della città di Augusta, si è subito dato da fare. Su richiesta del nuovo Direttore del Museo, la Dott.ssa Simona Sirugo, coadiuvata dai componenti del Comitato di Direzione, il Dott Fabio Gulino, il Dott. Raimondo Raimondi, la Dott.ssa Stefania Ramaci e il Dott. Carmelo Valastro, lo scorso 29 gennaio si è effettuato un sopralluogo a due immobili siti ad Augusta, per verificare la fattibilità dei locali e destinarli a sede museale. L'incontro, a cui hanno preso parte oltre ai componenti del museo, il Segretario Generale, Dott. D'Arrigo, il Dirigente del V settore, Ing. Bramato, e il Sig. Fazio dell'Ufficio di Gabinetto del Commissario Straordinario, ha aperto buone prospettive per un'imminente riqualificazione dell'Istituzione museale. Su quest'ultima, che in tempi passati ha avuto poche opportunità di sviluppo, l'Amministrazione comunale ha riposto la speranza di un rilancio, facendo leva sull'opera di tutti coloro che hanno dimostrato di apprezzare e condividere l'intento. Si attende, quindi, l'assegnazione definitiva dell'immobile da cui si partirà per pianificare le azioni che porteranno alla valorizzazione e alla fruizione e delle collezioni museali.

Nel contempo le attività del team museale non si fermano: il 4 febbraio, in forma amichevole, il Direttore e il Comitato sono stati ricevuti dall’avvocato Elio Salerno (vedi foto), grande cultore di Storia Patria e primo Direttore del Museo Civico, nella propria dimora. Dal proficuo incontro sono emerse indicazioni concrete e preziosi consigli di cui il Comitato farà tesoro, tenendo nella più alta considerazione l’esperienza di Elio Salerno, vera memoria storica di Augusta, in un continuum ideale tra Salerno e la giovane archeologa Simona Sirugo, che riceve il testimone in nome della conservazione delle tradizioni e dei beni culturali della Città. Previsto, infine, per venerdì 8 c.m, l'incontro con l'uscente Direttore del Museo Civico, Sig. Carrabino, per concordare le modalità di consegna di quanto è stato sotto la sua tutela, prima delle attuali nomine.

 
di Redazione (pubblicato il 20/01/2013 alle  10:34:06, nella sezione CULTURA,  771 letture)

turiddu bella foto di gruppoIl Centro Studi Turiddu Bella ha aperto il nuovo anno con un intrigante trattenimento musicale “DUE STRUMENTI IN CONCERTO” che ha visto esibirsi due eccezionali artisti Corrado e Salvino Strano, padre e figlio, che hanno allietato la serata con brani per fisarmonica e per pianoforte (nella foto i protagonisti della manifestazione). Alcuni poeti hanno recitato nell’intervallo le loro composizioni. Il Centro prosegue le sue attività per dare spazio ai soci che con i loro lavori, le loro ricerche, gli studi e le loro espressioni artistiche contribuiscono, attraverso l’Associazione, a diffondere la cultura siciliana in ogni suo aspetto. Giorno 26 Gennaio, alle ore 18,00 presso il saloncino di Viale Cadorna 160, la socia Nunzia Loligato presenterà il suo primo libro “MISTERO SULLE SPONDE DELL’ANAPO”, un giallo esoterico ambientato a Palazzolo, nella valle dell'Anapo, che, in conclusione, si dimostra un inno alla speranza e all’amore. La presentazione del romanzo sarà a cura di Antonino Risuglia, che commenterà le letture dei brani interpretati da Silvana Scofani e gli intermezzi musicali e canori.

 
di Redazione (pubblicato il 17/01/2013 alle  14:21:50, nella sezione CULTURA,  1410 letture)

AD MATAI LOCANDINAIl 27 gennaio, Giornata della memoria per le vittime della Shoah, il Centro di Cultura Ebraica Tiqqun di Siracusa, presenterà presso il salone dell'INDA uno spettacolo che invita a riflettere sulla shoah. Con questo incontro il Centro di cultura ebraica Tiqqun, diretto dal Prof. Dario Sutter (nella foto col nostro direttore), vuole offrire una riflessione sulla Shoah da un punto di vista teologico ed etico. ebrei a siracusaL’interrogativo posto che vuole una risposta è: dov’era Dio quando i nazisti hanno sterminato 6 milioni di ebrei? Se lo chiedevano i deportati nei campi di concentramento, ce lo chiediamo noi della generazione successiva. La domanda ha cambiato il modo di pensare Dio dopo Auschwitz. È nata una teologia di Auschwitz? O il problema è strettamente storico ed etico? Cercare di comprendere i criteri e le finalità del pensiero divino si scontra con quelli che noi sappiamo essere gli attributi divini. Ogni riflessione si scontra con l’inconoscibilità di Dio e del suo progetto sul mondo. Perché Dio onnipotente non ha fermato la barbarie nazista? Si sono date alcune risposte. La prima è che la conseguenza di questo massacro è l’aprirsi di una nuova epoca per l’umanità e ha consentito il ritorno in Israele. Così si vede la Shoah come l’attuazione di un disegno divino che prevedeva l’offerta sacrificale del popolo ebraico. Nell’ebraismo ortodosso si è sostenuto invece che l’assimilazione della popolazione ebraica europea fra '800 e '900 e la progressiva perdita identitaria e religiosa conduceva all’idolatria che il Signore ha pesantemente punito nel racconto della Torah, perché l’idolatria è il peccato assoluto contro Dio. Quindi la Shoah sarebbe servita a ricompattare Israele. Anche questa tesi appare insostenibile. Rimane solo la teoria secondo cui dovrebbe riconoscersi l’impotenza di Dio, perché quando ha donato all’uomo il libero arbitrio avrebbe perso il contatto con la sua creatura. Il margine della autodeterminazione umana è il limite della potenza divina. Lontano dunque dal concetto di predestinazione agostiniana, l’uomo seguirebbe un percorso che lui stesso determina.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

 1250 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (245)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (346)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi più cliccati

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


18/08/2019 @ 15:03:50
script eseguito in 220 ms