Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 03/11/2016 alle  19:04:09, nella sezione CULTURA,  680 letture)

Cinque appuntamenti siracusani per l'evento “Paesaggi di mare”, rassegna itinerante per la promozione turistica e letteraria della Sicilia, che l’Assessorato regionale ha inaugurato in giugno a Palermo per poi portarla in ottobre e novembre a Siracusa, Agrigento e Catania. Oltre il turismo “balneare" esiste il turismo culturale, che può portare turisti in Sicilia, e a Siracusa in particolare, 12 mesi su 12. Siamo una regione privilegiata per le bellezze storiche, archeologiche e monumentali, con un valore aggiunto che è l’enogastronomia, riconosciuta “patrimonio dell’umanità". In questa strategia rientra l'evento “Paesaggi di mare”, affidato al racconto di testimonial di eccezione: Matteo Collura, Vittorio Sgarbi, Pippo Pattavina e Dino Rubino, presenti sabato 5 novembre a Siracusa alle ore 17 presso al’Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali (ISISC). L’ideazione e l’organizzazione è dell’Associazione Taormina Book Festival che ha immaginato un ciclo in cui letteratura, musica e teatro si facciano complici per un’esplorazione emozionante della Sicilia, laddove le suggestioni di grandi scrittori siciliani e internazionali esalti la rievocazione delle influenze culturali di Fenici, Greci, Romani, Bizantini, Arabi e Normanni, al fine di arricchire e animare il racconto degli itinerari collegati a cinque città di mare, ognuno a suo modo mitica e leggendaria. Linguaggi diversi convergeranno per un dialogo alto sull’identità dell’isola e le ricorrenti tematiche dell’accoglienza, dell’interscambio culturale tra popoli e culture, tradizione e integrazione. Matteo Collura, autore di una biografa di Leonardo Sciascia, col critico d’arte Vittorio Sgarbi, con l’attore catanese Pippo Pattavina e col pianista e trombettista etneo Dino Rubino, animeranno l'interessante incontro. L’evento di Siracusa sarà l’occasione per presentare l’itinerario dei luoghi della memoria di questo tratto della costa dove insistono ruderi di saline, tonnare e torri di avvistamento.

 
di Redazione (pubblicato il 21/10/2016 alle  17:52:45, nella sezione CULTURA,  499 letture)

locandinaIl neonato Centro Studi Arti e Scienze Il Cerchio inizia la sua attività sociale con un tema impegnativo e attualissimo: L’intelligenza artificiale. L'incontro si svolgerà lunedì 24 ottobre alle 18,00 nella sede di via Arsenale 40. Un ingegnere elettronico, Donello Assenza, e un filosofo, Roberto Fai, si confronteranno su questo sconfinato terreno della conoscenza, coordinati dal prof. Nello Amato. Con questo incontro s'intende offrire ai soci e ai simpatizzanti una panoramica completa, seppur sintetica, dello sviluppo storico, dei problemi teorici e tecnici e degli interrogativi ancora irrisolti che tale disciplina pone. Quando si parla di Intelligenza Artificiale (IA) ci si deve necessariamente confrontare con i principi della moderna informatica di cui si accenneranno le basi teoriche e le soluzioni hardware e software attuali. Si offrirà anche un’analisi comparata del funzionamento del cervello umano e dei software di IA oggi disponibili, ponendo l’accento sull'apparente insolubilità di problemi che non si prestano a una facile formalizzazione. Infine si affronterà il tema, per il momento soltanto teorico, della responsabilità morale dell’uomo di fronte a una macchina “realmente” pensante.

 
di Redazione (pubblicato il 13/09/2016 alle  14:02:41, nella sezione CULTURA,  586 letture)

museoDal 29 settembre al 2 ottobre il Museo del Papiro “Corrado Basile” presso l'ex convento di Sant’Agostino in Ortigia, in Via Nizza 14, ospiterà il XVI Convegno di Egittologia e Papirologia che vedrà all'apertura, giovedì 29 settembre, gli interventi teatrali a cura dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico dell’INDA con Liriche d’amore dell’Egitto antico.

Ricco il programma da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre. Il Comitato scientifico è composto da Giuseppina Capriotti, M. Cristina Guidotti, Rosario Pintaudi, Gloria Rosati, Silvia Strassi. Del Comitato organizzatore fanno parte Corrado Basile, Anna Di Natale, Vincent Laisney, Rosario Pintaudi. Per informazioni dettagliate sul programma: Istituto Italiano per la Civiltà Egizia info@iice.it. Istituto Internazionale del Papiro - Museo del Papiro “Corrado Basile" segreteria@museodelpapiro.it. Il Museo del papiro "Corrado Basile", creato e gestito dall'Istituto internazionale del papiro, ente avente personalità giuridica non a fini di lucro, è stato fondato da Corrado Basile e Anna Di Natale nel 1987 e si occupa dello studio, della conservazione e della divulgazione delle testimonianze della cultura del papiro ed ha conquistato negli anni un posto di rilievo tra gli istituti che si occupano di egittologia.

 
di Redazione (pubblicato il 06/09/2016 alle  14:26:41, nella sezione CULTURA,  629 letture)

fotoEstate intensa in tournèe per il noto musicista siracusano Paolo Greco che ricrea con la sua musica "percussion live" atmosfere magiche di melodie meditative che egli ha stesso ha creato e portato nei maggiori festival di tutto il mondo. Da giugno fino a settembre inoltrato il musicista ha portato il suo sound in Toscana con grandi serate di intrattenimento apprezzatissime dal pubblico che ha avuto la fortuna di godere delle sue performances. Musicoterapeuta e artista eclettico, con una ricca carriera alle spalle anche nel campo della musica "leggera", Greco compone ed esegue da anni musica per la meditazione, portando avanti una ricerca personale sulle percussioni, riuscendo così a creare momenti di particolare interesse e compartecipazione nel suo pubblico. Ha unito lo studio delle percussioni a una meditazione rivolta al benessere delle sensazioni dell’anima. Le performance di Paolo Greco consistono in un percorso sonoro nel quale lasciarsi trasportare dal suono dei tamburi e dalle musiche da lui composte. “Le percussioni dolci sono ideali…entrano nell’animo. - dice il musicista - Nella musica che creo, affianco ai suoni tradizionali delle percussioni, il nuovo suono del Synth-Drum. Si parte dall'ascolto, dalla meditazione e dalla delicatezza per arrivare a un coinvolgimento totale nel quale la danza e la musica diventano un modello di condivisione”. Recentemente Paolo Greco ha sottoscritto un contratto prestigioso con una società di distribuzione musicale che farà ulteriormente conoscere la sua produzione in un circuito internazionale ancora più vasto.

 
di Damiano De Simone (pubblicato il 14/08/2016 alle  10:22:19, nella sezione CULTURA,  494 letture)

fotoVenerdì pomeriggio presso il salone della Camera di Commercio di Siracusa si è svolta un'attività culturale senza precedenti, di carattere nazionale, intitolata "Il Mediterrano, un luogo per la storia, tante storie per un luogo", organizzata dall'AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport), cui è Presidente regionale e responsabile nazionale sezione cultura Liddo Schiavo, che per l'occasione ha magistralmente moderato la discussione. Intervenuti ospiti d'eccellenza e conoscitori della disciplina quali Mariarita Sgarlata (vicedirettore scuola di specializzazione in Beni Archeologici), Paolo Patanè (Direttore Coordinamento dei Comuni UNESCO) e Sebastiano Tusa (Sovrintendente del Mare Regione Sicilia).

Cosa dire?Da cittadino mediterraneo ho avuto il piacere di conoscere il percorso fenomenologico del grande mosaico che lega la nostra terra alle altre, attraverso la grande rete che è, per l'appunto, il Mediterraneo. Luogo dalle innumerevoli forme che prendono sembianze in ogni costa che bagna, regalando inedite caratteristiche che vanno riconoscendosi in questo meraviglioso "grembo" di culture, civiltà, modelli da cui la nostra società ha avuto fondamento ed ha attinto. L'argomento non poteva non trattare il fenomeno immigratorio che oggi vale da riconferma ciclica delle vicende storiche che nel tempo si sono susseguite a cadenza naturale, e che hanno caratterizzato l'occidentalizzazione delle culture interessate, mescolandole in un concetto di globalizzazione che tende, invece, a sradicare le peculiarità dei popoli, oggi sottoposti ad un processo di unificazione errato, imposto dalla capitalizzazione militarizzata dell'occidente. Oggi l'Europa considera la nostra Sicilia "il fanalino di coda" del Continente. Un errore concettuale che, ahinoi, determina l'involuzione di politiche estere, applicate con un certo distacco culturale e conoscitivo dei fatti, che sembrano non tenere conto dei riferimenti storici, geografici ma soprattutto sociologici che nei millenni, il Mediterraneo ha permesso. Oggi l'immigrazione viene concepita come un problema da risolvere, ma non è così. E' il punto di vista che cambia, una battaglia culturale il cui compito spetta a noi Siciliani intestarci, dimostrando che la Sicilia non è per niente quel fanalino di coda attribuito da Bruxelles, ma la locomotiva a cui spetta la guida verso un modello di sistema globale e virtuoso, in cui il termine "frontiera" viene sostituito con "cerniera", in favore dello sviluppo economico e culturale, in un amplesso di fenomenologie sociali che solo il Mediterraneo, culla del Mondo, può ricostituire determinando l'equilibrio tra le comunità orientali ed occidentali oggi in conflitto. La Pace è frutto di una cooperazione fondata sul rispetto delle svariate identità che aderiscono al mosaico delle culture.

 
di Redazione (pubblicato il 02/08/2016 alle  20:31:19, nella sezione CULTURA,  488 letture)

consulta civica consoli fotoVisita da parte dei Consolati sottoscrittori dell’accordo di cooperazione internazionale “La Grande Intesa” (Turchia, Domenico Romeo – Malta, Chiara Calì – Azerbaijan, Domenico Coco e Senegal, Francesco Ruggeri) promosso dalla Consulta Civica di Siracusa, in occasione della mostra/museo allestita e promossa dalla Municipalità di Cassibile presieduta da Paolo Romano e le associazioni Kakiparis, Lamba Doria ed il Comitato “Cassibile Città Simbolo della Pace”, conclusasi lo scorso venerdì con nuove prospettive in programma, questa volta, in prospettiva del rilancio di Cassibile quale meta storica e culturale di interesse internazionale.

“Ritengo che Cassibile – dice il presidente della Consulta Civica, Damiano De Simone - possa diventare una meta importante in quanto ricca di cultura, storia e natura, visto il territorio ricco di bellezze, capace di sviluppare un’economia turistica di alto livello. La presenza dei Consolati è stata determinante e confermativa circa le prospettive di sviluppo che vogliamo predisporre per la Città di Siracusa, inserendo Cassibile tra le cui vantarsi e promuovere. A tal proposito chiedo all’Amministrazione di tenere conto dell’encomiabile lavoro di valorizzazione svolto dal Presidente della Municipalità di Cassibile Paolo Romano, quindi recepire ed affrontare tutti quegli interventi di recupero urbano, dei servizi non solo cittadini ma anche di ricezione turistica svariate volte richieste”.

“Cassibile deve tornare al centro degli interessi comunali – conclude De Simone – riconoscendone la legittima autonomia gestionale e finanziaria prevista dall’art. 40, comma 4 dallo statuto della città di Siracusa, pertanto si programmino investimenti produttivi e valorizzativi, non solo il recupero delle tasse per le quali si è sempre puntuali a chiedere”.

 
di Redazione (pubblicato il 05/07/2016 alle  16:12:29, nella sezione CULTURA,  616 letture)

villa reimannRiceviamo e pubblichiamo una nota pervenuta in redazione da parte del Comitato Save Villa Reimann: "Era la fine di ottobre dell'anno scorso quando SAVE VILLA REIMANN sollecitava gli Uffici del Settore Cultura del Comune a prendere atto che l'uso dei locali della Dependance da parte della Consulta Femminile, dell'Associazione Antiraket e dell'Istituto Studi Siracusani non rispettava minimamente le volontà testamentarie della Reimann. Avevamo richiesto all'Ufficio Cultura, con discrezione, di attivarsi per trovare nuovi locali per garantire le pregevoli attività delle stimate Associazioni menzionate. Invece, a distanza di otto mesi, l'Ufficio Cultura e la Commissione dei Garanti di Villa Reimann procedevano su una strada di aperto contrasto alle legittime richieste di Save Villa Reimann con una lettera irridente le volontà della Reimann, per cui ci siamo visti costretti a reiterare con forza l'anomalia della vicenda, chiamando in causa le tre massime autorità della Città: il Prefetto, il Procuratore ed il Sindaco. A quindici giorni esatti Save Villa Reimann ha ricevuto una nota del Dirigente del Settore Cultura che riporta, nero su bianco, non solo la certificazione della correttezza delle nostre richieste ma sopratutto rappresenta il coronamento della nostra lunga insistenza nel difficile dialogo con alcuni settori dell'Amministrazione Comunale. Registriamo che questa nota sia frutto di un intervento coraggioso e rispettoso della verità e della correttezza istituzionale da parte dell'attuale Dirigente Dr. Miccoli e dell'Assessore Italia che hanno riconosciuto la legittimità delle tesi di Save Villa Reimann. Riteniamo che altri interventi rispettosi delle volontà testamentarie della Gentildonna Danese debbano essere attivati con la stessa correttezza dimostrata in questa occasione e, per evitare lungaggini che allontanano sempre dalla verità, Save Villa Reimann ha dato e da ampia disponibilità nella ricerca delle soluzioni possibili nella difesa della donazione. Il nuovo argomento che verrà portato a conoscenza dell'attuale Dirigente, Dr Miccoli, fresco di nomina, sarà la riunificazione in Villa di tutto il Fondo cartaceo della Gentildonna Danese, dove le Associazioni di Save Villa Reimann si adopereranno per effettuare, con propri soldi, la disinfestazione della documentazione. Chiederemo al Comune di dare incarico all'Università di Siracusa ed agli specialisti di effettuare la catalogazione dei documenti dopo quasi quarant'anni di abbandono e di ruberie e la loro conservazione negli idonei locali della Villa o della dependance così come richiesto dalle volontà testamentarie di Christiane". Intanto il 7 luglio alle ore 18.30 il Comitato organizza tra le stanze di Villa Reimann ed i vialetti del suo magnifico giardino esotico una performance degli Allievi delle Sezioni Giovanili dell'Accademia d'Arte Drammatica al fine di ricollegare quel filo interrotto tra la Città di Siracusa e Christiane Reimann. La performance, intitolata "La città invisibile: alla scoperta di Villa Reimann", è stata ideata da Michele Dell'Utri, che ne cura la regia, con i canti di Mariuccia Cirinnà e la recitazione di Attilio Ierna e Doriana La Fauci.

 
di Redazione (pubblicato il 17/06/2016 alle  17:17:46, nella sezione CULTURA,  673 letture)

FLORIDIAUn ciclo di tre conversazioni sul rapporto tra tradizione, comunità ed innovazione. Con questa iniziativa prendono avvio le attività dell’associazione Nuovi segni, che ha definito il proprio ambito progettuale nel cuore del distretto culturale del sud est, l’altopiano ibleo. Ad aprire il ciclo degli incontri, la cui cura è affidata al semiologo floridiano Salvo Sequenzia, è la ‘Conversazione su Epico Caotico’ di Giuseppe Frazzetto, che si terrà a Floridia Sabato 18 giugno alle ore 18.30 nel cortile di Palazzo Raeli, sede della galleria civica d’arte contemporanea. L’evento è realizzato in sinergia con il museo etnografico N. Bruno ed il Centro Studi Xiridia e con il supporto del Comune di Floridia. Il sindaco Orazio Scalorino e l’assessore alla cultura, Mario Bonanno, porteranno il saluto dell’amministrazione comunale. Cetty Bruno, direttrice del museo N. Bruno, che modererà la conversazione, così ha dichiarato: “Il museo etnografico ed il Centro studi Xiridia hanno raccolto la sfida di confrontarsi con tematiche come il ruolo dei media digitali nella società di oggi, convinti che solo accogliendo e interpretando gli stimoli e le tensioni in atto si possa vivificare la tradizione, prezioso strumento di sviluppo". Il semiologo Salvo Sequenzia ha dichiarato: “Le conversazioni successive, secondo lo statuto ‘itinerante’ di Nuovi Segni, si svolgeranno a Solarino e a Palazzolo Acreide: a Solarino con una conversazione sulla ‘Forma-Stato’, riguardante il referendum costituzionale alla quale parteciperanno costituzionalisti e filosofi del diritto; a Palazzolo con una conversazione sulle trame e le connessioni tra architettura e territorio, con la presenza dell’urbaneuta Giuseppe Scalora e di altri studiosi di urbanistica”.

 
di Redazione (pubblicato il 12/06/2016 alle  19:30:50, nella sezione CULTURA,  604 letture)

sequenziaNasce a Floridia ‘Nuovi Segni’, una organizzazione no profit costituita da un gruppo di studiosi appartenenti ad espressioni del sapere e della cultura e ad ambiti disciplinari diversi accomunati da tensioni, da metodi di indagine e da obiettivi orientati verso una riflessione sulla contemporaneità che, tuttavia, non trascuri la memoria e la tradizione. Recuperare la memoria e i saperi del luogo facendoli interagire all’interno della contemporaneità, per trarne idee, strumenti e modelli di riferimento e di ricerca compatibili con una prospettiva umanistica della società, nella quale la qualità della vita umana, l’ambiente, la diversità, il dialogo e i beni immateriali costituiscano valori di riferimento imprescindibili e irrinunciabili entro il paradigma biopolitico.

Esperti dei nuovi media, matematici, artisti, storici, urbanisti, filosofi, giuristi, etnoantropologi, psicoterapeuti, archeologi, scrittori e poeti hanno scelto di darsi un luogo di incontro, un nuovo spazio di dialogo, di riflessione e di studio sul contemporaneo che raccoglie l'eredità storica di associazioni e movimenti culturali che hanno operato sul territorio dalla prima metà degli anni ottanta gettando le basi per la definizione di un discorso 'a venire' che Nuovi Segni ha raccolto, interpretandolo sia come punto di arrivo, esaustivo di un ciclo storico, sia come momento di snodo, frattura epocale che apre altre prospettive.

Nuovi Segni ha deciso di scegliere Floridia come sede simbolica delle sue attività, le quali saranno 'itineranti', sul modello della corte e della scuola poetica siciliana che Federico II realizzò nel medioevo, e secondo uno statuto di ‘connettività’, di contaminazione e di apertura al contesto. Le iniziative di Nuovi Segni toccheranno infatti i centri più significativi del distretto del sud-est: Noto, Palazzolo Acreide, Avola, Siracusa, Catania, Modica, Ragusa, Sortino, Ispica, Comiso. Nuovi Segni ha già proposto episodicamente, insieme ad altri enti, momenti di confronto e di dibattito su contemporaneità, nuovi paradigmi storiografici ed estetica digitale con Roberto Fai e Alessio Lo Giudice su Frammento e sistema, con Tino Vittorio su Melenzanologia e con Giuseppe Frazzetto su Epico Caotico.

Al semiologo Salvo Sequenzia è stato affidato il ruolo di coordinare le varie realtà presenti nell’associazione e di elaborare il primo ciclo di iniziative, che sarà realizzato già a partire dal mese di luglio: conversazioni, presentazioni di libri, seminari di studio, esposizioni. Oltre alle attività istituzionali, Nuovi Segni ha in cantiere la realizzazione di una rivista telematica e la pubblicazione di quaderni tematici dedicati al territorio ed affidati ad esperti.

 
di Redazione (pubblicato il 28/05/2016 alle  09:22:28, nella sezione CULTURA,  780 letture)

turiddu bellaIl Trofeo “Turiddu Bella”, in occasione del suo venticinquesimo anniversario, cambia pelle e si trasforma da premio di poesia in premio alla cultura siciliana. L’edizione di quest’anno prevede un’intera giornata di incontri e di spettacolo: si comincia la mattina di lunedì 30 maggio presso la chiesetta dei Cavalieri di Malta, in Ortigia, dove dalle ore 10.30 si esibiranno, con la conduzione di Salvatore Di Pietro, i cantastorie Luigi Di Pino, Mauro Geraci, Giuseppe Castello, Ferdinando Sindoni che riceveranno un riconoscimento alla carriera.

Nel pomeriggio, sempre nello stesso sito, alle ore 17 è prevista la cerimonia di premiazione del Trofeo che ha voluto ricordare, in questa edizione, lo scrittore Fortunato Pasqualino e l’etnoantropologo Antonino Uccello, ai quali sono dedicate le due sezioni del Premio: letteratura ed etnoantropologia. I premiati sono due nomi fra i più prestigiosi della nostra cultura: il professore Salvatore Camilleri, di Catania, autore del vocabolario Italiano-siciliano, poeta finissimo e forse il maggiore storico della nostra letteratura e il professore Sebastiano Burgaretta, di Avola, anche lui poeta di grande valore e studioso dei fenomeni etnologici del nostro territorio.

 
di Redazione (pubblicato il 30/04/2016 alle  21:33:28, nella sezione CULTURA,  817 letture)

mazzini crimiPresentato venerdì 29 aprile nella "Sala degli Stemmi" del Palazzo del Governo di Siracusa il libro di Davide Crimi "Mazzini Occulto" (Spiritualismo cosmopolita, massoneria irregolare e riti di fronda). L'incontro con l'autore, ricercatore nel campo delle scienze sociali che ha da sempre concentrato il suo lavoro sulle intersezioni tra religione, politica, economia e arte, è stato patrocinato dalla Consulta Civica di Siracusa, dal Libero Consorzio comunale e dall'Ordine dei Cavalieri di Pitia. Ha introdotto l'autore e la sua opera il giornalista Raimondo Raimondi, assessore alle Arti e allo Spettacolo della Consulta Civica di Siracusa, dopo il saluto istituzionale portato dal cancelliere dell'Ordine dei Cavalieri di Pitia avv. Silvio Aliffi e dal presidente della Consulta Civica di Siracusa Damiano De Simone. Quindi è toccato a Davide Crimi parlare del pensiero e della vita di Giuseppe Mazzini con un taglio diverso dalle biografie ufficiali e dalle monografie accademiche, portando luce sulla dimensione più remota, più latente della personalità di Mazzini. Per farlo Crimi ha ricostruito un sistema di informazioni altrimenti disperse, frammentate in una pletora di fonti disparate. L’immagine che il libro propone conferma l’azione di Mazzini nell’ambito delle organizzazioni occultistiche e iniziatiche del suo tempo, araldo di un messaggio di emancipazione e di liberazione spirituale modernissimo, al punto da esser ancora in anticipo sul nostro presente. Numeroso e qualificato il pubblico presente.

 
di Redazione (pubblicato il 30/04/2016 alle  21:32:33, nella sezione CULTURA,  632 letture)

russiaInaugurata sabato 30 aprile la "Casa Russia", una iniziativa di Inforum Europa, Istituto siracusano che si è dedicato ormai da tempo agli scambi internazionali sia di tipo turistico che commerciale, privilegiando la Russia ma anche altre nazioni europee ed extraeuropee, mediante convenzioni con varie agenzie di viaggio. Ora l'Associazione, presieduta da Giacinto Avola, ha aperto, nella sede di via Dione 26, la "Casa Russia", un punto vendita nel quale si può prendere dimestichezza con la cultura gastronomica russa e con le specialità alimentari del paese di Putin, riservate solo ai soci e presentate da Elina Dzemskaya e da Elena Lazarenko. Sono inoltre previsti incontri per lo studio della Lingua e della Letteratura russa. L'Istituto ribadisce che tutte le attività sono riservate ai soci e non hanno scopo di lucro. All'iniziativa partecipa la Consulta Civica di Siracusa presieduta da Damiano De Simone, presente all'inaugurazione assieme all'assessore civico alle Arti e allo Spettacolo Raimondo Raimondi. Presente anche una numerosa rappresentanza di cittadini russi che vivono nella città di Archimede. A tutti gli intervenuti sono stati offerti assaggi della produzione tipica russa, tutti prodotti rigorosamente biologici.

 
di Redazione (pubblicato il 15/04/2016 alle  14:57:51, nella sezione CULTURA,  883 letture)

inforum russiaParte una nuova iniziativa di Inforum Europa, l'Istituto di Formazione multimediale siracusano con sede in via Dione 26, che si è dedicato ormai da tempo anche agli scambi internazionali sia di tipo turistico che commerciale, privilegiando la Russia ma anche altre nazioni europee ed extraeuropee, mediante convenzioni con varie agenzie di viaggio. Ora l'Associazione, presieduta da Giacinto Avola, ha aperto, sempre in via Dione 26, la "Casa Russia", un punto vendita nel quale si può prendere dimestichezza con la cultura gastronomica russa e con le specialità alimentari del paese di Putin, riservate solo ai soci e presentate da Elina Dzemskaya (nella foto all'interno della sede Inforum). Sono inoltre previsti incontri per lo studio della Lingua e della Letteratura russa. L'Istituto ribadisce che tutte le attività sono riservate ai soci e non hanno scopo di lucro.

 
di Redazione (pubblicato il 01/04/2016 alle  14:43:08, nella sezione CULTURA,  686 letture)

mulas fotoLa Carovana degli Artisti, in collaborazione con il Club Rotary di Pachino e il collettivo Poetaretusei432, organizza due appuntamenti straordinari, il 21 e 22 aprile, nei quali sarà presentato un personaggio di grande valenza artistica e umana, Giovanna Mulas (nella foto), poetessa e scrittrice sarda, pluricandidata al premio Nobel per la Poesia e la Letteratura. La scrittrice racconterà le varie sfaccettature di violenza e di rinascita tratte dalla sua esperienza umana e dal percorso artistico intrapreso fatto di poesia ed impegno sociale. L'evento avverrà nei meravigliosi borghi marini di Marzamemi e Portopalo di Capo Passero. Il primo appuntamento prevede l'incontro con gli studenti delle scuole superiori, il secondo appuntamento, aperto a tutti, prevede l'incontro con i poeti siciliani. Durante gli incontri con Giovanna Mulas sarà possibile acquistare le opere della scrittrice. Sponsor della manifestazione sono il Club Rotary di Pachino, la Società Cooperativa Sociale Leonardo di Pachino, l'Agenzia di viaggi Melagodo di Pachino e il Movimento Cambiamenti di Pachino. Giovanna Mulas, nata a Nuoro il 6 maggio 1969, è membro onorario della Giornalisti Specializzati Associati (GSA) di Milano, membro del World Poetry Movement (WPM), pluriaccademica al merito, tradotta in 5 lingue, vincitrice di numerosi premi letterari internazionali tra i quali nel 2008 il Premio Internazionale per l'Arte e la Cultura Giosuè Carducci a Roma (Associazione Culturale La Conca).

 
di Redazione (pubblicato il 19/03/2016 alle  09:54:13, nella sezione CULTURA,  693 letture)

gallipoliVenerdì pomeriggio 18 marzo la sala di rappresentanza della Camera di Commercio di Siracusa ha ospitato la conferenza storica sul tema "Dalla guerra di Crimea alla prima guerra mondiale: la battaglia di Gallipoli, il riscatto". L'evento è stato organizzato dall'Associazione "Amicizia Sicilia-Turchia" e dal Consolato Generale Onorario turco, in collaborazione con l'Ordine dei Cavalieri di Pitia e coi patrocini della Consulta Civica di Siracusa e della Fondazione "Nuovo Mezzogiorno" presieduta da Salvo Andò. Con questo appuntamento si è celebrato a distanza di circa un anno anche a Siracusa il centenario della battaglia di Gallipoli, combattuta nel corso del primo conflitto bellico mondiale, che determinò una significativa pagina della storia contemporanea, importante soprattutto per l'identità politica e democratica della Turchia. Nella resistenza alle truppe occidentali che avanzavano alla conquista dello stretto dei Dardanelli, infatti, i soldati ottomani, guidati dal colonnello Mustafà Kemal, ritrovarono la loro unità e identità. gallipoliCosì da quella sanguinosa battaglia si può dire che nacque la Turchia Repubblicana di cui Kemal fu il primo presidente. La Turchia, oggi, è di nuovo al centro dell'attenzione internazionale per gli attentati terroristici e per i flussi migratori che la stanno mettendo a dura prova. Oggi la Turchia chiede di entrare nell'Unione Europea, allora le forze franco-britanniche, sostenute dai corpi australiani e neozelandesi, sbarcarono sulle coste dei Dardanelli il 25 aprile 1915, avventurandosi in una disastrosa offensiva contro l’Impero ottomano che costò più di 130mila morti.

L'incontro siracusano ha registrato tra i relatori diversi docenti ed esperti di storia. In primis l'avvocato Giacomo Lo Bue di Lemos e il professor Fabio Grassi dell'Università La Sapienza di Roma in collegamento skype. Ancora, l'ingegnere Leonardo Salvaggio, l'avvocato Silvio Aliffi, Gran Cancelliere dell'ordine dei Cavalieri di Pitia e il professor Roberto Tufano, docente dell'Università degli Studi di Catania. Sono intervenuti anche il Console generale onorario di Turchia in Sicilia Domenico Romeo e il presidente della Consulta Civica di Siracusa Damiano De Simone. Presenti i consoli di Malta, Romania, Belgio e Azerbaijan. Ha presentato l'editore Carlo Morrone.

 
di Redazione (pubblicato il 10/03/2016 alle  15:03:51, nella sezione CULTURA,  611 letture)

maria bellaSecondo appuntamento con "Il Salotto di Zane" sabato 12 marzo alle ore 18,30 nei locali del Palazzo del Governo di Via Roma in Ortigia dove sabato scorso è stata inaugurata la mostra "Le avventure dell'anima" di Enza Giuffrida. Il 12 marzo è la volta di un incontro con la professoressa Maria Pugliatti sul tema "Donne Siciliane nella Letteratura tra il XIX e il XX secolo", organizzato dal Centro Studi di Tradizioni Popolari Turiddu Bella, presieduto da Maria Bella (nella foto), sodalizio che aderisce al "Salotto di Zane".

L'incontro ha lo scopo di ricordare l'evoluzione femminile nel contesto sociale e letterario presentando alcune figure di donne colte e battagliere che attraverso i loro scritti e il loro esempio hanno dato lustro e dignità alle donne siciliane. Brani di opere letterarie saranno letti da Lalla Bruschi e da Maria Bella.

Il Centro Studi Turiddu Bella ha svolto, nei suoi sedici anni di vita, un'intensa attività: ha il merito di aver scandagliato la quotidianità dei nostri padri, cercandovi la motivazione dei loro gesti, l'intensità della passione, l'ingenuità della superstizione, la profondità della fede, di aver esplorato la civiltà contadina e quella marinara, di aver rivisitato la realtà artigiana e artistica siciliana. Il salotto di Zane è un contenitore culturale che raccoglie un consorzio di associazioni ognuna delle quali ha specifiche competenze e che accetta, dopo avere stilato un proprio programma, di sottoporlo al vaglio di un direttivo composto dai referenti delle singole realtà associative, ai fini della razionalizzazione e della calendarizzazione degli eventi. Destinatari finali delle attività sono soprattutto i giovani e gli ospiti in visita nella città di Siracusa. Con i giovani è possibile realizzare un coinvolgimento che permetta la trasmissione del sapere dai più adulti alle nuove generazioni attraverso la creazione di laboratori d'arte, poesia, scrittura, musica e teatro.

 
di Redazione (pubblicato il 21/02/2016 alle  12:51:45, nella sezione CULTURA,  1065 letture)

hikmetSabato 20 febbraio 2016 presso il Salone di Villa Reimann in Siracusa, gremitissimo di pubblico, si è svolto un incontro tra i poeti del Gruppo "LÝRÝK ÞÝÝR GRUBU" di Nicosia (North Cyprus) e i poeti siracusani del "SALOTTO DI ZANE". L’incontro è stato promosso da EUMETRA (EUROPEAN & MEDITERRANEAN TRAINING ASSOCIATION) assieme all’Ordine Cavalleresco dei Cavalieri di Phytias e si è avvalso della collaborazione del collettivo “POETARETUSEI432” e del consorzio di associazioni culturali “IL SALOTTO DI ZANE”. L'evento è stato patrocinato dal Consolato Generale di Turchia rappresentato a Siracusa da Domenico Romeo e dalla Consulta Civica presieduta da Damiano De Simone e fa parte di un programma di scambi culturali che interesseranno Siracusa e diverse località turche.

hikmet 2Nel corso dell’incontro sono state recitate alcune bellissime poesie che rispecchiano i valori e le tradizioni dei rispettivi Paesi. I poeti ciprioti Cemay Onalt Muezzin, Yiltan Tasci e Serkan Soyalan hanno recitato i versi del grande poeta turco Nazim Hikmet, candidato nel 1950 al premio Nobel per la Pace e all'equivalente sovietico Premio Lenin e morto a Mosca nel 1963. Un grande uomo e un grande poeta che seppe parlare e trasmettere il linguaggio universale del sentimento, con quella sua estrema dolcezza orientale intrecciata ai ritmi crudi dell'Occidente, uno dei più amati della poesia contemporanea, noto soprattutto per le sue "Poesie d'amore".

Erano presenti all'incontro, moderato dal giornalista e scrittore Raimondo Raimondi, cofondatore del Salotto di Zane, il Console onorario di Turchia a Siracusa Domenico Romeo, il presidente della Consulta Civica di Siracusa Damiano De Simone e l'assessore alla Cultura della stessa Consulta Maria Teresa Asaro, il presidente di Inforum Europa Giacinto Avola, il Gran Cancelliere dei Cavalieri di Pithias avv. Silvio Aliffi, l'editore Carlo Morrone e i giovani facenti parte del collettivo Poetaretusei432: Salvatore Randazzo, Bruno Scalia, Sara La Pira, Elisabetta Tagliamonte, Giusi Cancemi Di Maria, Tiziano Sabatelli, Federico Ferraguto e Dario Randazzo. Poesie sono state recitate da Corrado Di Pietro ed Enza Giuffrida. Tra il pubblico intervenuto lo scrittore catanese Davide C. Crimi, autore del recente saggio "Mazzini occulto" per le edizioni Atanor di Roma.

 
di Redazione (pubblicato il 18/02/2016 alle  15:12:33, nella sezione CULTURA,  638 letture)

augustaIl 21 febbraio alle 11.00 a piazza Turati di Augusta, al vecchio mercato del pesce si terrà lo spettacolo di burattini e narrazione "L’ INVASIONE DEGLI SCARAFAGGI- La mafia spiegata ai bambini" con Valentina Vecchio per la regia di Alessio Di Modica, prodotto dalla compagnia Area Teatro e Cavalieri Erranti. Lo spettacolo ha debuttato al quartiere Carbonara di Bari e ha girato importanti manifestazioni tra cui la giornata mondiale delle marionette che lo scorso anno si è tenuto presso l’istituto dei Beni marionettistici di Grugliasco a Torino. Attraverso il linguaggio dei burattini e la narrazione si racconta come nasce il racket e l’antiracket. Tutto questo da dove nasce? I bambini guardano gli adulti e l’idea di ricatto, di prevaricazione e di minaccia nasce tra i banchi di scuola, se fermato in tempo si possono porre le basi per una nuove società: lottare il bullismo tra bambini significa lotta al pensiero e all’agire mafioso. Lo spettacolo verrà messo a disposizione della città al termine di un giro tra la provincia di Catania e Siracusa per poi partire a marzo in un tour tra Piemonte e Liguria. L‘ evento è organizzato dall’associazione Kalè in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Lo spettacolo torna in città dove è stato rappresentato lo scorso anno all’interno dell’ Istituto Todaro grazie alla grande sensibilità che la scuola sta dimostrando sui temi di legalità e lotta alla mafia. Infatti all’interno della scuola si sta realizzando il progetto Griot di Sicilia finanziato dal Ministero della Pubblica Istruzione.

 
di Redazione (pubblicato il 16/02/2016 alle  20:15:09, nella sezione CULTURA,  748 letture)

hikmetSabato 20 febbraio 2016 alle ore 18,30 presso il Salone di Villa Reimann in Siracusa si svolgerà un incontro tra i poeti del Gruppo "LÝRÝK ÞÝÝR GRUBU NAZIM HÝKMET ANMA ETKÝNLÝÐÝ" di Nicosia (North Cyprus) e i poeti siracusani del "SALOTTO DI ZANE". L’incontro è stato promosso da EUMETRA (EUROPEAN & MEDITERRANEAN TRAINING ASSOCIATION) assieme all’Ordine Cavalleresco dei Cavalieri di Phytias e si avvale della collaborazione delle Associazioni culturali “POETARETUSEI 432” e “IL SALOTTO DI ZANE”. raimondi de simoneL'evento è patrocinato dal Consolato Generale di Turchia rappresentato a Siracusa da Domenico Romeo e dalla Consulta Civica presieduta da Damiano De Simone e fa parte di un programma di scambi culturali che interesseranno Siracusa e diverse località turche.

Nel corso dell’incontro saranno recitate dai membri delle associazioni presenti alcune bellissime poesie che rispecchiano i valori e le tradizioni dei rispettivi Paesi.

I poeti Cemay Onalt Muezzin, Yiltan Tasci e Serkan Soyalan reciteranno i versi del grande poeta turco Nazim Hikmet. A rappresentare la poesia siracusana i poeti Enza Giuffrida, Raimondo Raimondi, Sara La Pira ed Elisabetta Tagliamonte.

Foto 1 Nazim Hikmet foto 2 Raimondo Raimondi (Il Salotto di Zane), Damiano De Simone (Consulta Civica), Chiara Calì (Consolato di Malta) e Domenico Romeo (Consolato di Turchia)

 
di Redazione (pubblicato il 27/01/2016 alle  18:00:28, nella sezione CULTURA,  519 letture)

fotoInteressante conversazione presso l'associazione "Muro", Movimento Umanistico per la Rinascita di Ortigia, presieduto da Raimondo Raimondi con Enza Giuffrida del "Salotto di Zane" e diverse associazioni siracusane rappresentate da Rosa Maria Sciuto, Maria Bella (Centro Studi Turiddu Bella), Luca Amorelli, Salvatore Gentile (Onda Sicula), Giuseppe Sessa (Fibur), Sara La Pira (Poeti Aretusei 432), Vincenzo Grillo, Antonio Randazzo (Il Cenacolo della Siracusanità), Sergio Cuscunà (Ok Arte) ed altri, tutti in rappresentanza di associazioni culturali vive e attive nel territorio siracusano. All'ordine del giorno il tentativo di creare un coordinamento per gettare le basi di possibili iniziative culturali finalizzate alla crescita turistica della città. Tante le proposte a riprova della vitalità delle associazioni che raggolgono centinaia di associati e che vogliono irrompere prepotentemente nella programmazione artistico culturale che poi si concretizzerà in una offerta di intrattenimento rivolta soprattutto ai turisti non solo dell'alta stagione ma di tutto l'anno, oltre che naturalmente ai siracusani. In maggio e giugno intanto il Palazzo del Governo di via Roma ospiterà per due mesi una serie di manifestazioni raggruppate sotto l'egida unitaria del "Salotto di Zane". Arte, poesia, teatro e musica saranno le protagoniste della primavera siracusana. Il progetto sarà presentato all'assessore Francesco Italia per ottenere l'opportuno patrocinio del Comune di Siracusa.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

 245 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (239)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (342)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019

Gli interventi più cliccati

< aprile 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


21/04/2019 @ 10:13:48
script eseguito in 223 ms