\\ Home page : Storico : ASTROLOGIA (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 22/07/2012 alle  15:07:40, nella sezione ASTROLOGIA,  899 letture)

Dal 23 luglio si entra nel segno del Leone, segno di fuoco, maschile, domicilio del Sole, che simboleggia il re, il capo, colui che comanda e dirige, e coincide in natura con la piena estate, periodo della maturità e del compimento. Il suo metallo è l'oro, la sua pietra preziosa il diamante, il suo colore il giallo-arancione, il suo giorno la domenica. Il nato sotto questo segno ha carattere estroverso, concreto, amante della sintesi, dinamico ed ambizioso. È, infatti, attratto dalle imprese in grado di portargli fama e onori, di farlo primeggiare sugli altri, di appagare il suo desiderio di lusso e ostentazione.

Il Leone vuole raggiungere mete importanti, ama "volare alto" e perciò cura il suo aspetto e le sue relazioni sociali, veste elegantemente e spende molto, apprezza la buona tavola e i vini eccellenti, facendosi vedere in giro con gente che conta, frequentando la compagnia di personalità influenti, in grado di promuovere socialmente la sua figura. Sa essere generoso, ma cala dall'alto la sua benevolenza, prevalendo in lui i tratti autoritari, se non addirittura dispotici. E' solido e sicuro di se, ma odia essere ferito nel suo amor proprio, non dà all'amicizia un significato molto profondo, anche se apparentemente si mostra socievole e bonario. Di conseguenza la sua vita affettiva è spesso povera: si fa affascinare dagli aspetti esteriori, la bellezza, l'eleganza, la ricchezza, in quanto è per lui essenziale che il partner gli faccia fare bella figura. Vanitoso, si compiace delle lusinghe che riceve, per cui si accompagna spesso a mediocri adulatori; è, insomma, un arrivista che non ha remore nel calpestare chicchessia pur di raggiungere le mete che si è prefisso. Così avviene che, soprattutto nella competitiva società attuale, troviamo molti nati sotto il segno del Leone favoriti nell'ascesa a ruoli apicali, divenendo presidenti di importanti aziende pubbliche e private, primari medici, uomini politici e leaders di partiti. Le patologie di cui soffre il nato sotto questo segno hanno tutte a che fare col cuore e con la circolazione sanguigna, prevalendo quindi i casi di cardiopatie ischemiche, di ipertensioni,di aterosclerosi, di ictus cerebrali.

Il Leone realizza un'unione positiva con l'ARIETE, mediante uno sforzo comune di intelligente compensazione tra i difetti e i pregi dei due segni di fuoco, col CANCRO, affascinato dalla sua personalità esuberante, con la BILANCIA, segno fedele e gregario che si adatta a collaborare alla sua ambiziosa scalata sociale, col SAGITTARIO, se nel Leone la generosità riesce a prevalere sull'egoismo, col PESCI, se il Leone reprime il suo carattere collerico, col SUO STESSO SEGNO, se uno dei due accetta di far propri i progetti dell'altro. Grandi difficoltà il Leone incontra nei rapporti con il TORO, perché col suo forte temperamento contrasta la sua sete di dominio, con il GEMELLI, troppo superficiale nei sentimenti quanto e più del Leone, con la VERGINE, chiusa in se stessa e scarsamente comunicativa, con lo SCORPIONE, diffidente e assai poco disposto ad assecondare i voleri del Leone, col CAPRICORNO, che ha carattere schietto e sincero e certo non incline ad adulare, e con l'ACQUARIO, tipo indipendente che non accetta alcuna forma di sottomissione.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 22/06/2012 alle  21:39:37, nella sezione ASTROLOGIA,  838 letture)

Dal 22 giugno e fino al 22 luglio siamo passati sotto il segno del Cancro. Il Cancro è un segno d'acqua, femminile, domicilio della Luna. E' il simbolo della gestazione, della maturazione del germe fecondato, rappresentato in natura dal periodo della fruttificazione. Il suo metallo è l'argento, la sua pietra preziosa la perla, il suo colore il bianco, il suo giorno il lunedì. E' un segno dalle caratteristiche complesse che spesso nasconde la sua fondamentale insicurezza sotto uno scudo impenetrabile di apparente aggressività. E' inquieto, istintivo, fragile, vulnerabile, dotato di enorme sensibilità che spesso può divenire sensitività. E' perennemente al centro di un conflitto che lo tormenta, sottoposto al flusso e riflusso di forze irrazionali ed emozionali, cui a volte si abbandona, che altre volte rifiuta per paura di soffrire. E' preda dei sentimenti, quelli positivi dell’amore, dell'istinto materno e paterno, degli affetti più cari, quelli negativi dell'ira, dell'orgoglio, della suscettibilità, con una massiccia dose di ipersensibilità che lo rende spesso scomodo per chi gli sta accanto, dovendo il Cancro essere continuamente rassicurato in modo tangibile sulla solidità dei sentimenti altrui. Così accade che i suoi amici non siano molti e che i rapporti sentimentali si deteriorino presto, complici in ciò il carattere capriccioso e un certo attaccamento alle cose concrete e materiali. E' però sempre mosso da sentimenti positivi, ama la propria casa, che considera un porto sicuro in cui rifugiarsi, e la morbidezza delle comodità avvolgenti, alle quali si abbandona per trovare riposo e nutrire le sue fantasticherie, a volte sconfinando nella pigrizia e nella sciatteria. Manca di combattività, ma la sua attività mentale è intensa. Sa essere, in qualche caso, tenace fino all'ostinazione. Sentimentale com'è ha un gran bisogno di ricevere amore, inteso quale rassicurazione ai propri timori, pronto però a darne generosamente ai figli e al proprio partner, che riesce a stimolare con la sua dolce sensualità. Essendo fantasioso può riuscire un buon scrittore, un archeologo, un antiquario o un valente uomo di mare. Lavora meglio in ambienti non troppo dispersivi, laddove è possibile un contatto più diretto tra colleghi e dove può sentirsi stimato ed apprezzato dai suoi superiori. Il segno del Cancro ha analogia col petto, con l'apparato digerente e il sistema linfatico, per cui le patologie più frequenti riguardano dispepsie, indigestioni, dilatazioni di stomaco, disturbi linfatici, stati d'ansia e di nervosismo, gastriti ed ulcere.

Il Cancro realizza unioni positive con il TORO, perché l'energia creativa di questi compensa la poca combattività del Cancro, con il GEMELLI, di cui il Cancro apprezza il dinamismo, con il LEONE, per la sua personalità esuberante e calorosa, con lo SCORPIONE, passionale e protettivo, col CAPRICORNO, segno fatale per il Cancro che in lui trova un solido appoggio, con il PESCI, del quale apprezza la natura generosa e materna, col SUO STESSO SEGNO, se tra loro riescono a trovare un giusto equilibrio tra il dare e il ricevere. Negativo, invece, il rapporto con l'ARIETE, troppo rude per la delicatezza cancerina, con la VERGINE, diffidente e asociale, con la BILANCIA, per la comune ipersensibilità che innervosisce entrambi, col SAGITTARIO, irrequieto ed infedele, con l'ACQUARIO, indipendente ed egoista.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 14/06/2012 alle  21:04:06, nella sezione ASTROLOGIA,  834 letture)

Fino al 21 giugno ci troviamo sotto il segno dei Gemelli. Il Gemelli è un segno d'aria, maschile, domicilio del pianeta Mercurio, rappresenta il messaggero, l'intermediario, colui che inatteso arriva e veloce se ne va. In natura simbolizza la stagione di transito, il dualismo, l'indecisione e l'incertezza del passaggio dalla primavera all'estate. Il suo metallo è il mercurio, pesante ma fluido, la sua pietra preziosa l'opale, solida e trasparente, il suo colore l'indefinito grigio chiaro, il suo giorno il mercoledì. Il Gemelli ha carattere irrequieto, agile, in perenne movimento, capace di adattarsi ad ogni situazione e ad ogni ambiente, ma incapace di fermarsi a lungo, di resistere in una posizione di stabilità e di immobilismo. Ha intelligenza attenta e curiosa, per cui assimila ed elabora complessi concetti ed è in grado di comprendere fenomeni fisici e psicologici sottili, è portato quindi ad utilizzare l'arte della persuasione e dell'eloquenza, a sfruttare la sua innata dote che gli facilita i rapporti umani, procurandosi innumerevoli contatti che, necessariamente, nel suo continuo dinamismo, finiscono per essere in larga parte superficiali e leggeri. Egli è incapace, infatti, di andare in profondità e di reggere a lungo un qualsiasi sforzo. Il nato sotto questo segno è dotato di una personalità complessa e spesso contraddittoria, è nel suo intimo onesto e sincero, ma il suo modo di agire lo fa apparire agli altri, per mera superficialità, infedele e ingannatore. Ha intelligenza superiore alla media, ma l'incostanza e la vaghezza del carattere fanno sì che gli sia difficile realizzare grandi imprese o raggiungere risultati tangibili che durino nel tempo. Allegro e diplomatico il Gemelli si trova a suo agio ovunque e con chiunque, è buon conversatore, brillante, per cui risulta simpatico e ben accetto, ma presto ci si accorge di non poter fare alcun affidamento su di lui nei momenti di bisogno e di non poter tenere in alcuna considerazione le sue promesse, mai mantenute appieno. Nei rapporti affettivi è premuroso, ma la sua volubilità ha spesso il sopravvento. Per ottenere quella stabilità che gli manca il Gemelli, ma solo nell'età matura, potrà legarsi a persone solide, serie, equilibrate. Riesce bene in professioni che esigono facilità ad esprimersi, quali il venditore, l'agente di commercio, l'intermediario o anche il giornalista, l'avvocato e lo scrittore. Bisogna, però, che mantenga una corretta linea morale, perché è facile che indulga ad attività ai limiti dell'onesto e del lecito; infatti gli può venire spontaneo abusare della sua abilità a danno degli altri. Certo è che il lavoro sedentario non fa per lui, a riprova di un'irrequietezza ai limiti del patologico. Il Gemelli è soggetto a malattie inerenti l'apparato respiratorio, per cui può essere affetto da bronchiti, polmoniti ed asma, nonché da dolori artritici alle mani e da reu-matismi alle braccia e alle spalle.

Ha un buon rapporto con il CANCRO, che apprezza il suo dinamismo, con la BILANCIA, segno sensìbile e ricco di calore umano, con il SAGITTARIO, col quale ha in comune l'irrequietezza e la voglia di viaggiare, con l'ARIETE, la cui passionalità soddisfa le pretese del Gemelli e, a volte, col TORO, quando la gelosia di quest'ultimo non porta a seri screzi. Sono più numerosi i segni con cui il bizzarro Gemelli non va d'accordo: col LEONE, innanzitutto, per la sua superficialità affettiva, con la VERGINE, che con la sua personalità razionale e riservata scontenta il Gemelli, con lo SCORPIONE, caratterizzato da un'acuta gelosia certo non rasserenata dal Gemelli tendenzialmente infedele, con il CAPRICORNO, che il Gemelli alla lunga riesce ad innervosire, con L'ACQUARIO il cui senso d'indipendenza contrasta con l'invadenza del Gemelli, con il PESCI, malgrado l'alto grado di indulgenza di questi e con il suo STESSO SEGNO, perché due spiriti irrequieti non possono trovare un felice accordo.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 20/04/2012 alle  21:59:25, nella sezione ASTROLOGIA,  789 letture)

Dal 21 aprile si entra nel segno del Toro, un segno di terra, femminile, domicilio del pianeta Venere, che coincide in natura con la fioritura e rappresenta la campagna e colui che la lavora, arandola e predisponendola al raccolto. È, pertanto, simbolo di ostinazione, perseveranza e potenza creatrice. Il suo metallo è il rame, la sua pietra preziosa l'acquamarina, il suo colore il verde e il suo giorno il venerdì. Il nato sotto questo segno è un tipo calmo, riflessivo, che pondera con prudenza l'azione da intraprendere e la conduce a termine metodicamente, secondo schemi prestabiliti. È un lavoratore, operoso, perseverante, solido, recettivo come la terra fertile e pronto all'azione, ma sempre con metodo, con ordine, con scru¬polo. Una vita la sua basata sulle buone abitudini, infatti diffida delle novità ed è sostanzialmente un conservatore. Difficile per lui assimilare velocemente nuovi concetti, ma, allorché vi riesce, viene avvantaggiato da un'ottima memoria, da una pazienza notevole, da un'ostinata costanza, da una visione positiva dei rapporti sociali. Calmo e tranquillo, evita le discussioni, anzi, tende a far da paciere tra chi litiga. Così si trova attorno molti amici, che mantiene nel tempo per innata fedeltà, ma anche per sostanziale ostinazione. Ed è questo il suo principale difetto, che può impedirgli di deviare dalla via intrapresa, anche se sta andando diritto incontro ad una sicura sconfitta. Altro requisito negativo di questo segno è l'amore per il denaro, per gli agi e le comodità. È un abile amministratore dei propri averi, attento al lato materiale dell'esistenza, ma, a volte, questo terrestre sentimento sconfina nella grettezza. Ha un fondo di esibizionismo che estrinseca nell'apparire, per cui può avere successo nel mondo dello spettacolo. In amore è premuroso, spesso geloso; pur essendo di carattere stabile e solido prova passioni forti e subisce il richiamo di una sessualità trasgressiva, sempre però tenuta sotto il controllo della ragione. È la natura esibizionista del Toro a farne un ottimo artista, ma il suo vero talento riguarda la terra: riesce bene, infatti, come agricoltore, coltivatore o allevatore, ma anche come costruttore edile. Lavora duro e seriamente, pretende molto dai suoi dipendenti, per cui a costoro spesso non riesce simpatico. Diverso è il suo rapporto con gli altri nei momenti di rilassatezza, perché la sua compagnia è trascinante e divertente, a patto di fargli condurre ogni gioco. Di costituzione decisamente robusta, il nato sotto il segno del Toro ha i suoi punti deboli nel collo e nella gola, per cui tende a sviluppare disfunzioni alle ghiandole tiroidee e infiammazioni alle vie aeree, nonché disturbi alla cervicale. Essendo un tipo godereccio, che indulge alla buona tavola, è facile che presenti disturbi al fegato o insufficienze renali. Il Toro realizza positive unioni con il CANCRO, del quale compensa la passività e l'insicurezza, con la VERGINE, segno con il quale ha in comune il realismo e il senso pratico, con la BILANCIA, del quale apprezza la delicatezza dei sentimenti, con lo SCORPIONE, col quale ha molte intese soprattutto nel campo sentimental-sessuale, ma col quale, tuttavia, a volte non ingrana a causa della forte gelosia di entrambi, col CAPRICORNO, perché il Toro compensa i lati negativi di quest’ultimo, quali il pes-simismo e la timidezza, con il PESCI, che accetta con indulgenza il carattere esube-rante del Toro e con l'ARIETE, l'impulsività del quale si accorda con la passionalità taurina. Un buon carattere, quindi, che va d'accordo con molti. Lo mettono in crisi soltanto il GEMELLI, indeciso ed irrequieto, il LEONE, il cui desiderio di comando incontrastato trova resistenze nel forte temperamento del Toro, il SAGITTARIO, per l'incostanza di quest'ultimo, e il suo STESSO SEGNO, perché le similitudini, soprattutto l'esibizionismo e la gelosia, possono portare ad aspri scontri.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/03/2012 alle  21:25:14, nella sezione ASTROLOGIA,  829 letture)

Dal 21 marzo al 20 aprile siamo sotto il segno dell’Ariete, un segno di fuoco, maschile, domicilio di Marte, che coincide in natura con la germinazione, per cui ha analogia con tutto ciò che inizia, che sgorga, che viene generato. È un individuo che traccia una nuova via, che apre il varco, il capo, la guida, il pioniere. Il suo metallo è il ferro, la sua pietra il rubino, il suo colore il rosso, il suo giorno il martedì. Il nato sotto il segno dell'Ariete ha un carattere impulsivo, a volte collerico. È però dotato di un enorme potenziale di energia, con grandi capacità di recupero e una spinta inesauribile ed inevitabile ad agire, a fare, a combattere, intestardendosi laddove maggiori sono gli ostacoli alle sue iniziative e ai suoi progetti. Un'esistenza la sua basata sulla lotta come ragione di vita. Ricco di spirito di iniziativa, entusiasta, infaticabile, è un formidabile trascinatore perché sa come incitare e incoraggiare. È un eterno adolescente, con entusiasmi a volte infantili che nascondono un'angoscia esistenziale e una paura del futuro. Sostanzialmente teme di penetrare nel profondo della propria psiche e fa di tutto per obliare, mediante una iperattività, i dubbi, i pro-blemi morali, i quesiti senza risposta. In ciò il suo limite: sfuggendo a se stesso trascura di capire gli altri e le sue unioni, amicali o sentimentali, sono superficiali e poco ap¬profondite. Non è, quindi, il tipo più adatto ad avere rapporti idilliaci. La vita sociale è turbolenta, da ragazzo è uno scavezzacollo, da adulto discute con violenza e ira e non ha pazienza. Incontra ugualmente simpatia per la franchezza, per la spontaneità, per la sicurezza trascinante, per la visione positiva della vita. Spesso compromette risultati già raggiunti per eccessiva fretta e precipitazione, sicché deve ricominciare da capo le sue intraprese, sprecando tempo ed energie. Tale irrequieta natura fa sì che abbia una vita sentimentale difficile. Prova passioni violente e passeggere, si innamora facilmente e facilmente si stanca dell'oggetto della sua passione. Il nato sotto il segno dell'Ariete ha buona salute perché è, in genere, di costituzione robusta ma tende ad essere imprudente e ad eccedere, pretendendo troppo dal proprio fisico. Così può essere soggetto ad esaurimenti nervosi, a disturbi dell'apparato digerente, a contusioni o ferite, a infiammazioni e, più in generale, a tutte quelle malattie che riguardano la testa.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 16/02/2012 alle  14:46:11, nella sezione ASTROLOGIA,  1270 letture)

Dal 19 febbraio al 20 marzo impera il segno dei Pesci, un segno d'acqua, femminile, domicilio dei pianeti Giove e Nettuno, simbolo di misticismo e devozione. Coincide in natura con il mare, calmo e misterioso, ma capace di agitarsi improvvisamente, di increspare le sue onde senza alcun preavviso. Il suo metallo è il palladio, simile al platino, la sua pietra lo zaffiro, il suo colore il blu, il suo giorno il giovedì. E' di carattere emotivo e sensibile, fondamentalmente timido, abitudinario, influenzabile, sognatore. Appare buono e tollerante, ma ciò nasconde solo un certo timore nell'affrontare gli altri e la vita, è orgoglioso e non sopporta contrarietà, ama rifugiarsi nel sogno, spesso irrazionale vive più di impressioni che di realtà. Il suo grande desiderio di piacere, di essere gradito, lo porta ad adottare comportamenti generosi, altruisti, ospitali, per cui ha buoni rapporti sociali, anche se, a volte, quella stessa voglia di essere accettato così com'è provoca atteggiamenti ossessivi e stancanti che nuocciono alle sue amicizie. In amore il Pesci si realizza perché è capace di grande dedizione, però anche qui la sua eccessiva sensibilità può rendere asfittico il rapporto e la sua insicurezza può richiedere troppe e continue prove d'amore, per quanto si contenti di manifestazioni superficiali o formali. L’importante è non farsi prendere dalla collera o dal nervosismo (che il Pesci ha il dono di saper provocare), perché nulla lo impressiona quanto l'essere trattato in modo brusco e iroso. Può realizzarsi come medico o infermiere, ma soprattutto, in campo artistico, come poeta, scrittore, pittore o musicista. Questo segno è in analogia con i piedi e col sistema linfatico, per cui soffre spesso di patologie legate a questi organi, ma, in generale, gode buona salute e vive a lungo. Il Pesci instaura buoni rapporti con l'ARIETE, se questi modera i suoi modi sbrigativi e rudi, con il TORO, del quale accetta di buon grado l'esuberanza, con il GEMELLI, se quest'ultimo riesce a comunicargli la propria dinamicità, con il CANCRO, al quale può dare appoggio e rassicurazione, con il LEONE, il cui carattere risulta positivo per il Pesci in quanto compensa le sue manchevolezze, con il CAPRICORNO, col quale ha molte affinità e sul quale può esercitare un benefico influsso. Difficili i rapporti con la VERGINE, troppo razionale e poco affettuosa per il timido Pesci, con la BILANCIA, malgrado una certa attrazione reciproca, con lo SCORPIONE, la cui aggressività scontrosa può ferire il sensibile Pesci, con il SAGITTARIO, troppo irrequieto ed incostante per sopportare gli abitudinari schemi mentali del Pesci, con l'ACQUARIO, perché l'eccessiva emotività del Pesci lo innervosisce, con il SUO STESSO SEGNO, perché il loro rapporto è reso precario dalla comune instabilità del carattere.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 18/01/2012 alle  22:01:46, nella sezione ASTROLOGIA,  902 letture)

Dal 22 gennaio e fino al 19 febbraio ci troviamo sotto il segno dell’Acquario, un segno d'aria, maschile, domicilio di Saturno. E' simbolo di fraternità e di amicizia e coincide in natura con il vento, con la corrente d'aria rapida e improvvisa, emblema di assoluta libertà. Il suo metallo è l'uranio, usato per la produzione di energia nucleare, la sua pietra l'ametista, il suo colore il viola, il suo giorno il sabato. Il nato sotto questo segno è dotato di forte volontà e intelligenza, di altruismo e soprattutto di spiccato senso d'indipendenza. Spirito pratico, spesso geniale, eccentrico, vuole innovare ogni cosa, rendendola originale. Per lui tutto è sempre perfezionabile, quindi vale la pena di studiare, di approfondire, per questo la sua curiosità è insaziabile. Ha un alto concetto di se stesso e non ama la banalità; può, quindi, sconfinare nel bizzarro ed essere ostinato nelle sue convinzioni. Capace di grande concentrazione mentale viene giudicato dagli altri a volte distratto, a volte indifferente. Non sopporta le inutili chiacchiere e le ipocrisie e tiene particolarmente alla sua privacy, pur riuscendo a socializzare ugualmente poiché è un amico leale e un collega perfetto, rispettoso dell'altrui personalità. Essendo un tipo cerebrale eccelle nelle attività di scrittore, inventore, psicologo, filosofo, docente universitario. Unico suo limite il perseguimento di sogni utopistici che possono fargli perdere tempo prezioso. Non è sentimentale né passionale, per cui stenta a provare e a suscitare emozioni d'amore. Più che un amante è portato ad essere un amico, magari un buon compagno di vita, piacevole e comprensivo, sempre a patto di rispettare la sua indipendenza. Di temperamento sanguigno questo segno è in analogia con le caviglie e il sistema nervoso e circolatorio. E', quindi, predisposto alle artriti, alle slogature, ma soprattutto agli stati d'ansia che possono provocargli pericolose depressioni. Ottimi i suoi rapporti con l'ARIETE, che lo stimola, con il TORO, che lo trascina, con la VERGINE, con la quale ha molti punti di contatto, con la BILANCIA, che rispetta il suo desiderio di indipendenza, con lo SCORPIONE, complice la passionalità di quest'ultimo, di impedimento la sua soffocante gelosia, col SAGITTARIO, al quale lo accomuna il desiderio di novità, con il SUO STESSO SEGNO, malgrado col tempo l’unione possa naufragare nell'abitudine. Problematici, invece, i rapporti con il GEMELLI, che lo innervosisce con la sua irrequietezza spesso invadente, con il CANCRO, che ha bisogno di una passionalità sconosciuta all' Acquario, col LEONE, che esige una maggiore sottomissione, col CAPRICORNO, malgrado l'esistenza di interessi comuni legati alla curiosità e alla sete di conoscenza, col PESCI, per la freddezza dell'Acquario che delude l'ipersensibile Pesci.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 06/01/2012 alle  17:49:50, nella sezione ASTROLOGIA,  970 letture)

Fino al 21 gennaio ci troviamo sotto il segno del Capricorno, un segno di terra, domicilio del pianeta Saturno, che simboleggia la senilità e l'ascesi e coincide in natura con il freddo inverno, con la cristallizzazione, col letargo. Il suo metallo è il piombo, la sua pietra l'onice, il suo colore il nero, il suo giorno il sabato. Il nato sotto questo segno è inquieto, pessimista, dubbioso sulle proprie capacità, chiuso nel suo mondo enigmatico, riflessivo, egli da, fin da ragazzo, l'impressione di essere troppo maturo, perfino "vecchio". Rigoroso, duro, spartano, il Capricorno non riesce subito simpatico: è economo e può essere preso per avaro, è perennemente scontento di sé e degli altri per cui non pare un compagno piacevole, ama, per giunta, la solitudine e difende a spada tratta l'invalicabilità dei suoi spazi privati. E' portato allo studio, all'arricchimento del proprio bagaglio culturale e alle discipline rigorose che possono accrescere la sua ricchezza interiore. E' uno spirito critico, analizza spietatamente i fatti alla fredda luce della razionalità, per cui spesso non viene creduto perché dice cose spiacevoli, ma i fatti gli danno sempre ragione. Ha pochi amici, ma quei pochi durano a lungo. In campo sentimentale non è esuberante né passionale: i suoi affetti sono però profondi e costanti. Spesso è sfortunato in amore, ma il suo matrimonio è quasi sempre soddisfacente e solido, essendo egli disposto a sacrificarsi pur di mantenere la pace e la tranquillità del suo menage coniugale. Organizza tutto con minuzia che, a volte, diventa nevrosi ed è quindi portato a lavori di ricerca, di classificazione, di archivio. Può essere un bibliotecario o un direttore di musei o, più modestamente, un buon segretario e un efficiente collaboratore. E', comunque, un gran lavoratore, anche se di rado viene adeguatamente valorizzato perchè non accetta compromessi, non riesce ad adulare e non si adatta facilmente ai cambiamenti. Per quanto riguarda la salute la sua patologia riguarda la struttura ossea e le articolazioni delle ginocchia. Soffre, quindi, di dolori reumatici ed artrosici, di sciatalgie, soprattutto cervicali, di malattie da raffreddamento e di fastidiose nevralgie. Nel 2012 i capricorno nati nella prima decade avranno un inizio anno ricco, con un momento di stasi a fine marzo. Si riprenderanno dopo l’estate con grandi novità in campo professionale, nel quale mieteranno successi. Per i nati nella seconda decade il 2012 sarà un anno di rivincite. Si ricorderanno di chi si è comportato male e di chi si comportato bene. La memoria del Capricorno è ottima e i suoi giudizi densi di saggezza. Sapranno restituire ciò che hanno ricevuto. Un anno di gloria. I Capricorno nati nella terza decade avranno la presenza di Giove in trigono, quindi buona sorte, ma anche la quadratura di Saturno, il che comporterà qualche difficoltà nel lavoro.

 
Pagine: 1

 1649 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (222)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (59)
COSTUME E ATTUALITA' (113)
CRONACA (722)
CULTURA (195)
EDITORIALI (26)
EVENTI (288)
LIBRI (181)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017

Gli interventi più cliccati

< novembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


19/11/2017 @ 22:23:37
script eseguito in 262 ms