Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 14/12/2015 alle  15:15:55, nella sezione ARTE,  828 letture)

convivioOrganizzata dall’Associazione Culturale Caffè Letterario Convivio di Caltagirone ha preso il via sabato 12 dicembre la mostra di arti visive finalizzata alla divulgazione e alla promozione dell’arte contemporanea e intitolata “Arte Contemporanea in Convivio 2015”. Pittura, scultura, fotografia e ceramica artistica, senza vincoli di genere o tecnica e in piena libertà stilistica, a questi generi appartengono le opere esposte ospitate a Siracusa, nel prestigioso Palazzo del Governo di Ortigia, dal 12 al 19 dicembre. Opere di validi artisti provenienti da varie regioni d’Italia come Graziella Carletti, Maria Luisa Consoli, Pietro Lucio Cosentino, Andrea D’Angelo, Patrizia Falconetti, Rosalba Guarnuccio, Santo Paolo Guccione, Sara Occhipinti, Silvana Pavone, Letizia Pirrone, Maurizio Romano e Francesca Spiteri.

convivio3Un ricco programma di eventi accompagna l’esposizione durante tutto il periodo: dopo l’inaugurazione di sabato con l’intervento del critico d’arte Raimondo Raimondi, del dottor Gaetano Interlandi, di Giacinto Avola, presidente Inforum Europa e di Giusi Contrafatto, presidente di Caffè Letterario Convivio, lunedì 14 si svolgerà un laboratorio artistico di decoro della ceramica calatina, giovedì 17 la presentazione dell’antologia poetica “La forza dell’azzurro”, venerdì 18 la premiazione e la consegna del Premio alla carriera artistica al maestro Turi Volanti, che sarà presente alla cerimonia.

Sabato 19 dicembre, in coda alla manifestazione, sarà presentato da Raimondo Raimondi il libro di Davide Crimi “Il Dio dell’Eden”, un trattato teologico-politico pubblicato per le edizioni della Fondazione M, che costituisce un approfondimento aperto dell'ebraismo nei suoi rapporti con il cattolicesimo e l'islam considerati attraverso il prisma dello Zohar e del marranesimo occidentale, zona di confine in cui si ritrovano le radici occulte dell'illuminismo e della moderna sensibilità europea.

 
di Redazione (pubblicato il 30/11/2015 alle  19:22:58, nella sezione ARTE,  753 letture)

locandinaLa Galleria SPAZIO 30 di via Roma in Ortigia ospiterà dall’8 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 la mostra collettiva “L’albero dell’artista”, che vedrà esposte le opere di alcuni validi artisti siracusani “storici” come Angelo Cortese, Angelo Cassia, Mariola Tortorici, Mario Oddo, Filippo Sgarlata, Sesto Mammana, Beppe Burgio, Michele Alfano, Salvatore Li Puma, Giuseppe Elia Atanasio, Giuseppe Forzisi, Giuseppe Pravato, Mariagrazia Tortorici, Luigi Galofaro, Laura Saccomanno e Salvatore Canigiula.

La Galleria “Spazio 30” è una realtà ormai consolidata nel panorama culturale della città di Archimede, ma certamente la passione dei promotori (in primis Mariola Tortotici), coraggiosi visto il momento di grave crisi dell’arte, unita al disinteresse per gli aspetti strettamente commerciali (la galleria non ha scopi di lucro), ha costituito la carta vincente per fare di questo elegante e gradevole contenitore un punto di riferimento del mondo artistico siracusano grazie anche alla posizione logistica fortunata, nella centralissima via Roma, da sempre cuore pulsante della vecchia Ortigia.

 
di Redazione (pubblicato il 29/11/2015 alle  12:58:39, nella sezione ARTE,  706 letture)

incontrarteE’ in corso di svolgimento la mostra “Incontrarte” dei due artisti Paolo Carnemolla e Adele Caruso negli spazi espositivi del Palazzo del Governo in via Roma a Siracusa. La mostra è stata inaugurata il 26 novembre e resterà aperta al pubblico fino al 6 dicembre. I due artisti sono ambedue caratterizzati da una continua ricerca espressiva, stimolata dal confronto continuo con le problematiche socio-culturali e dall’ascolto profondo delle proprie istanze creative. Paolo Carnemolla (primo a sinistra nella foto) nei suoi ultimi lavori utilizza la spatola stendendo sulla tela i colori, conquistando così uno stile inconfondibile, un linguaggio straordinariamente personale e riconducibile alla corrente concettuale astratta, all’ informale geometrico che allude ai frattali. Sono campiture complesse e tessere coloristiche che compongono il mondo creativo di Carnemolla, accostate e costruite in modo da creare arditi accostamenti di colore, grovigli di linee, spesso con un ordito figurativo sempre gradevole e apprezzabile sia per i colori armoniosi che per il disegno accurato, mirabile risultato per chi come lui ha radici e formazione da autodidatta. Adele Caruso, scultrice soprattutto, ma anche pittrice innovativa e fantasiosa, si è dedicata da tempo all’arte ed ha esposto in numerose mostre collettive e personali oltre a far parte di diversi movimenti artistici. È stata promotrice di “È-vento d’arte” ed organizzatrice delle mostre presso la sala consiliare del Comune di Solarino e a Floridia (Museo d’arte contemporanea, sala giunta e parco storico “Lucia Migliaccio”), associate a dibattiti su fotografia, matematica ed arte. Nel dicembre dell’anno scorso ha organizzato un evento artistico presentato dal critico d’arte Raimondo Raimondi e dal semiologo Salvo Sequenzia, che è stato qualcosa di più di una semplice mostra, di una veloce, fugace e disinteressata visione delle opere di pur validi artisti, bensì ha rappresentato un momento di scambio di opinioni, di critiche e di emozioni. In tal modo il visitatore ha potuto capire l’animo di chi ha creato l’opera, ha potuto porsi degli interrogativi, ha potuto scambiare con gli artisti le proprie impressioni.

 
di Redazione (pubblicato il 29/11/2015 alle  12:55:47, nella sezione ARTE,  662 letture)

L’Associazione Culturale Caffè Letterario Convivio di Caltagirone ha indetto un premio nazionale espositivo di arti visive finalizzato alla divulgazione e alla promozione dell’arte contemporanea denominato “ARTECONTEMPORANEA IN CONVIVIO 2015”. Pittura, scultura, fotografia e ceramica artistica, senza vincoli di genere o tecnica e in piena libertà stilistica, sono le sezioni in cui è suddiviso il premio che si concretizzerà in una mostra ospitata a Siracusa, nel prestigioso Palazzo del Governo di Ortigia, dal 12 al 18 dicembre. Graziella Carletti, Maria Luisa Consoli, Pietro Lucio Cosentino, Andrea D’Angelo, Patrizia Falconetti, Rosalba Guarnuccio, Santo Paolo Guccione, Sara Occhipinti, Silvana Pavone, Letizia Pirrone, Maurizio Romano, Francesca Spiteri sono gli artisti (pittori, scultori e ceramisti) che presenteranno le loro opere al pubblico siracusano e non. Un ricco programma di eventi accompagnerà l’esposizione durante tutto il periodo: sabato 12 inaugurazione con l’intervento della professoressa Giuseppina Radice, del critico d’arte Raimondo Raimondi, del dottor Gaetano Interlandi, di Giacinto Avola, presidente Inforum Europa, di Giusi Contrafatto, presidente Caffè Letterario Convivio, di Mariano Pietrini, di Gemma Marino e di Maurizio Rizzari; lunedì 14 un laboratorio artistico di decoro della ceramica calatina, giovedì 17 presentazione dell’antologia poetica “La forza dell’azzurro”, venerdì 18 premiazione e consegna del Premio alla carriera artistica al maestro Turi Volanti.

 
di Redazione (pubblicato il 21/11/2015 alle  13:45:11, nella sezione ARTE,  759 letture)

bertrandSabato 5 dicembre alle ore 18 la Galleria d'arte Quadrifoglio di Via Santi Coronati in Ortigia presenterà una mostra personale del pittore Francesco Bertrand. La mostra resterà aperta fino al 31 dicembre e propone le ultime opere del noto artista siracusano che hanno per soggetto paesaggi, marine e nature morte. Le nuove opere si collocano in una linea pittorica neo-impressionista che ha avuto in Bertrand uno dei suoi maggiori promotori e interpreti. Nelle sue tele sono la luce e i colori a creare la forma, a darle energia, a rendere palpabile la vibrazione interna che riesce a rendere in maniera plastica l'incresparsi delle onde nelle marine contemplate dai bastioni di Ortigia o il rapido passaggio di una nube che, proiettando la propria ombra sui campi e sugli alberi in primo piano, irradia di luce le piccole case bianche in lontananza. Pittore di paesaggi ma anche di realtà quotidiane, Bertrand trasferisce il silenzio, il vuoto e l'assenza della figura umana, tipici dei suoi quadri, anche nelle tele raffiguranti le nature morte, i frutti, i vasi e i cesti di fiori, nei quali la delicatezza cromatica e la grafia minuziosa suscitano nell'osservatore la malinconica emozione del tempo che passa. Francesco Bertrand nato a Siracusa, dove vive e lavora ha partecipato a varie e prestigiose mostre sia in Italia che all'estero.

 
di Redazione (pubblicato il 15/11/2015 alle  21:19:32, nella sezione ARTE,  953 letture)

ortigia aRTE 1Sabato 14 novembre al Palazzo del Governo di Siracusa cerimonia conclusiva del PREMIO ORTIGIA ARTE, alla presenza dei tanti artisti partecipanti e di varie personalità del mondo artistico e culturale siracusano, evento voluto e organizzato da Angelo Cottone, noto ed apprezzato scultore, coadiuvato da Roberta Ragusa e da Marco Veneziano. La serata è stata ancora una volta allietata dalle magiche musiche del maestro Paolo Greco con le sue improvvisazioni “Percussion Live” e dalla recitazione di alcune liriche da parte delle poetesse Francesca Privitera ed Enza Giuffrida. Ha presentato il critico d’arte Raimondo Raimondi, componente del Comitato Artistico del Premio.

ortigia arte 2Oltre cinquanta gli artisti partecipanti: GIOVANNA ABBATE, ANNA BALSAMO, LISA BARBERA, MARIA BASONE, PATRIZIA COFFA, MARIA LUISA CONSOLI, PIPPO CONSOLO, VITO COSTA, ANGELO COTTONE, CARMELO COZZO, FRANCESCO CROCIFISSO, ANNA ESPOSITO, ORAZIO D'ALI', CETTY FORMOSA, VINCENZA FAVALORO, DEISE LUCI FEGUCCIA, MARIA N. FERRARI, LORENA GALAZZO, LUCIA GALVAGNO, ENZA GIUFFRIDA, ELISA GOZZO, MARIA TERESA GULINO, MICHELA GRASSO, PAOLO GRECO, SALVATORE GRIMALDI, ROSA IORIO, MARISA LEANZA, ANNA MARIA LONGO, FILIPPO LO IACONO, GIUSEPPE LO MASTRO, LEANDRO LO MASTRO, KATYA MARCHESE, ortigia arte 3MARIO MINUTOLO, ANGELO MONCADA, CRISTINA FLORA MONCADA, MURSA TIBERIU, ELZA N. MARTINES, SALVATORE PADRERNOSTRO, CERES PANICUCCI,CRISTINA PATTI, PIETRO PAXHIA, FRANCESCO PESSEI, LETIZIA PIRRONE, RAGUSA PIERA ELISA, FRANCESCA PRIVITERA, ROBERTA RAGUSA, PIPPO RAGONESI, SILVANO RAITI, MAURIZIO SANFILIPPO, FRANCESCA SPITERI, LORENZA VELLA STRINGARA, CARMELO VELLA, MARCO VENEZIANO, GIUSY ZUCCARELLO.

A tutti loro è stata consegnata una targa. Conferiti anche i “Premi alla carriera” a varie personalità dell’arte e della cultura tra cui il pittore Angelo Moncada e il critico d’arte dott. Raimondo Raimondi cui è stata consegnata la targa “Magna Arte”.

 
di Redazione (pubblicato il 15/11/2015 alle  09:43:05, nella sezione ARTE,  745 letture)

BAIOIl 13 novembre presso la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia è stata inaugurata la mostra personale dell’artista Lino Baio dal titolo “Identità nascoste” con la magica presenza del percussionista Paolo Greco, autore di emozionanti melodie dell’anima, che ha eseguito una performance di “Percussion Live”. Lino Baio nell’anno in corso ha aderito al Gruppo Versus Artecontemporanea, fondato dal critico d’arte Raimondo Raimondi, direttore della Mediterranea Art Gallery, che ha presentato la mostra. Baio ha approcciato il mondo dell’arte alcuni anni fa, provenendo da esperienze diverse, autodidatta affascinato dal mondo dell’esoterismo e del simbolismo onirico. Ha recentemente partecipato a due importanti mostre collettive ospitate al Palazzo del Governo di Siracusa e al Refettorio dei Domenicani di Avola.

BAIO2Ha scritto su di lui e sulla sua opera il critico Raimondi: “Lino Baio nei suoi strani quadri si affida a un pennellata graffiante e ad una coloristica amalgamata e giocata su poche gradazioni, dando a volte addirittura il senso di una monocromìa, ma è sempre originalissimo nell’immaginario e nella sintesi del disegno, fino ai limiti di un espressionismo onirico e visionario. Autore di una figurazione rigorosa e inquietante, ha elaborato un discorso aspro, sospeso tra l’ambiguità, il mistero e lo straniamento, una strana, ardita mescolanza pervasa di tensione e di angoscia esistenziale. Esiste forse una correlazione tra queste ambientazioni solitarie e angoscianti e gli stati d’animo dei suoi personaggi: BAIO3geometrie che sono interni della mente, spazi angusti un po’ come prigioni, vuoti e privi di allettanti decori, personaggi che paiono non essere in grado di comprendere il mondo che li circonda, un mondo ostile, una società spietata e improbabile, velata da un drappo pesante che ne nasconde gli orrori e che l’artista cerca di strappare con mani adunche, nel tentativo di mettere a nudo veleni e ipocrisie. Ogni quadro è una piccola opera teatrale, un dramma umano, ma pervaso spesso di un certo senso di humour, un dark sense of humour, come antidoto indispensabile per sopravvivere”.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 21 novembre 2015, col seguente orario: tutti i giorni ore 18,00 – 20,00.

 
di Redazione (pubblicato il 11/11/2015 alle  14:51:00, nella sezione ARTE,  923 letture)

baio mostra locandinaManca poco al taglio del nastro della mostra personale di Lino Baio presso la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia. Infatti il 13 novembre alle 18,00 “Identità nascoste” sarà aperta al pubblico con la magica presenza del percussionista Paolo Greco, autore di emozionanti melodie dell’anima, che eseguirà una performance di “Percussion Live”. Baio ha approcciato il mondo dell’arte alcuni anni fa, provenendo da esperienze diverse, autodidatta affascinato dal mondo dell’esoterismo e del simbolismo onirico. Recentemente ha aderito al Gruppo Versus Artecontemporanea, fondato dal critico d’arte Raimondo Raimondi, partecipando alle collettive ospitate al Palazzo del Governo di Siracusa e al Refettorio dei Domenicani di Avola.

Scrive di lui Raimondi, che presenterà la mostra: “Lino Baio nei suoi strani quadri si affida a un pennellata graffiante e ad una coloristica amalgamata e giocata su poche gradazioni, dando a volte addirittura il senso di una monocromìa, ma è sempre originalissimo nell’immaginario e nella sintesi del disegno, fino ai limiti di un espressionismo onirico e visionario. Autore di una figurazione rigorosa e inquietante, ha elaborato un discorso aspro, sospeso tra l’ambiguità, il mistero e lo straniamento, una strana, ardita mescolanza pervasa di tensione e di angoscia esistenziale. Esiste forse una correlazione tra queste ambientazioni solitarie e angoscianti e gli stati d’animo dei suoi personaggi: geometrie che sono interni della mente, spazi angusti un po’ come prigioni, vuoti e privi di allettanti decori, personaggi che paiono non essere in grado di comprendere il mondo che li circonda, un mondo ostile, una società spietata e improbabile, velata da un drappo pesante che ne nasconde gli orrori e che l’artista cerca di strappare con mani adunche, nel tentativo di mettere a nudo veleni e ipocrisie. Ogni quadro è una piccola opera teatrale, un dramma umano, ma pervaso spesso di un certo senso di humour, un dark sense of humour, come antidoto indispensabile per sopravvivere”. La mostra resterà aperta al pubblico dal 13 al 21 novembre 2015, col seguente orario: tutti i giorni ore 18,00 – 20,00.

 
di Redazione (pubblicato il 07/11/2015 alle  10:35:07, nella sezione ARTE,  1016 letture)

Venerdì 6 novembre negli ampi spazi espositivi del Palazzo del Governo di Siracusa, nel centro storico di Ortigia, è stata inaugurata la 4a edizione di Artes Magnae in Urbe Siracusa, oggi ribattezzato PREMIO ORTIGIA ARTE, con il taglio del nastro alla presenza del critico d'arte dott. Raimondo Raimondi e di altre personalità  del mondo artistico e culturale siracusano. La serata è stata allietata dalle magiche musiche del Maestro Paolo Greco con le sue improvvisazioni "Percussion Live", dalle ragazze del Rifugio dell'Arte di Marisa Leanza, che hanno sfilato in costumi ispirati alla Sicilia, dalla bravissima poetessa Francesca Privitera, dal poeta Salvo Conte e dalla poetessa Enza Giuffrida.

Una grande kermesse dedicata a tutte le espressioni d'arte cui hanno partecipato una cinquantina di artisti: GIOVANNA ABBATE, ANNA BALSAMO, LISA BARBERA, MARIA BASONE, PATRIZIA COFFA, MARIA LUISA CONSOLI, PIPPO CONSOLO, VITO COSTA, ANGELO COTTONE, CARMELO COZZO, FRANCESCO CROCIFISSO, ANNA ESPOSITO, ORAZIO D'ALI', CETTY FORMOSA, VINCENZA FAVALORO, DEISE LUCI FEGUCCIA, MARIA N. FERRARI, LORENA GALAZZO, LUCIA GALVAGNO, ENZA GIUFFRIDA, ELISA GOZZO, MARIA TERESA GULINO, MICHELA GRASSO, PAOLO GRECO, SALVATORE GRIMALDI, ROSA IORIO, MARISA LEANZA, ANNA MARIA LONGO, FILIPPO LO IACONO, GIUSEPPE LO MASTRO, LEANDRO LO MASTRO, KATYA MARCHESE, MARIO MINUTOLO, ANGELO MONCADA, CRISTINA FLORA MONCADA, MURSA TIBERIU, ELZA N. MARTINES, SALVATORE PADRERNOSTRO, CERES PANICUCCI,CRISTINA PATTI, PIETRO PAXHIA, FRANCESCO PESSEI, LETIZIA PIRRONE, RAGUSA PIERA ELISA, FRANCESCA PRIVITERA, ROBERTA RAGUSA, PIPPO RAGONESI, SILVANO RAITI, MAURIZIO SANFILIPPO, FRANCESCA SPITERI, LORENZA STRINGARA, CARMELO VELLA, MARCO VENEZIANO, GIUSY ZUCCARELLO.

La mostra resterà aperta fino al 14 novembre e si concluderà  con la consegna delle targhe di partecipazione e dei premi alla carriera.

 
di Redazione (pubblicato il 28/10/2015 alle  18:04:51, nella sezione ARTE,  695 letture)

musa fotoUna bella scultura in bronzo opera dello scultore modicano Enzo Assenza, la “Musa delle Acque”, che fino ad ora si trovava presso la sede di via Brenta, da qualche giorno è stata posizionata nell’ampio cortile del Palazzo del Governo, in via Roma, sede di rappresentanza dell’Ente Provincia, retto pro tempore dal commissario straordinario ing. Antonino Lutri. La statua, pregevole opera di Enzo Assenza può quindi essere ammirata dai turisti in visita nel centro storico presso il palazzo di rappresentanza del Libero Consorzio Comunale, contribuendo ad arricchire il lungo cortile che porta ai locali espositivi che vengono spesso utilizzati per mostre d’arte ed eventi culturali. Lo scultore Enzo Assenza era nato a Pozzallo nel 1915 in una famiglia segnata dall’arte, il padre decoratore, lo zio sacerdote apprezzato pittore ottocentesco ed altri due fratelli pittori. Passò la sua infanzia a Modica e mosse i primi passi nel mondo dell’arte a Siracusa. Si trasferì poi a Roma giovanissimo e nella capitale ottenne un immediato successo. Fu il più giovane artista invitato alla Biennale di Venezia del 1935. Quest’anno il Comune di Modica, paese di origine della famiglia e che ospita un museo a lui intitolato, ha voluto ricordarne il centenario della nascita con una manifestazione che si è tenuta nel Palazzo della Cultura. Enzo Assenza morì a Roma il 22 novembre del 1981 e la famiglia volle donare alla città di Modica alcune opere tra le più significative della sua produzione e così nel 1999 nacque il Museo Enzo Assenza.

 
di Redazione (pubblicato il 26/10/2015 alle  09:05:52, nella sezione ARTE,  806 letture)

baioIl 13 novembre 2015 riaprirà i battenti la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia, a Siracusa, con una mostra personale del pittore Lino Baio dal titolo “Identità nascoste”. All’inaugurazione sarà presente il noto percussionista Paolo Greco, autore di emozionanti melodie dell’anima, che eseguirà una performance di “Percussion Live”. Baio ha approcciato il mondo dell’arte alcuni anni fa, provenendo da esperienze diverse, autodidatta affascinato dal mondo dell’esoterismo e del simbolismo onirico. Scrive di lui il critico d’arte Raimondo Raimondi: “Lino Baio nei suoi strani quadri si affida a un pennellata graffiante e ad una coloristica amalgamata e giocata su poche gradazioni, dando a volte addirittura il senso di una monocromìa, ma è sempre originalissimo nell’immaginario e nella sintesi del disegno, fino ai limiti di un espressionismo onirico e visionario. Autore di una figurazione rigorosa e inquietante, ha elaborato un discorso aspro, sospeso tra l’ambiguità, il mistero e lo straniamento, una strana, ardita mescolanza pervasa di tensione e di angoscia esistenziale. Esiste forse una correlazione tra queste ambientazioni solitarie e angoscianti e gli stati d’animo dei suoi personaggi: geometrie che sono interni della mente, spazi angusti un po’ come prigioni, vuoti e privi di allettanti decori, personaggi che paiono non essere in grado di comprendere il mondo che li circonda, un mondo ostile, una società spietata e improbabile, velata da un drappo pesante che ne nasconde gli orrori e che l’artista cerca di strappare con mani adunche, nel tentativo di mettere a nudo veleni e ipocrisie. Ogni quadro è una piccola opera teatrale, un dramma umano, ma pervaso spesso di un certo senso di humour, un dark sense of humour, come antidoto indispensabile per sopravvivere”.

La mostra resterà aperta al pubblico dal 13 al 21 novembre 2015, col seguente orario: tutti i giorni ore 18,00 – 20,00.

 
di Redazione (pubblicato il 23/10/2015 alle  16:55:44, nella sezione ARTE,  808 letture)

tavolozzaIl 6, 7 e 8 novembre 2015 l’Antico Mercato di Siracusa ospiterà l’evento “Dall’immagine al gusto attraverso un tappeto di note”, organizzato sotto l’egida dell’Associazione culturale “INFORUM Europa”, presieduta da Giacinto Avola, che includerà una Rassegna d’Arte con la direzione artistica del critico d’arte Raimondo Raimondi e con la collaborazione di Laura Alessi, presidente dell’associazione “AMP Fiori d’amore”.

Nella serata inaugurale del 6 novembre avrà luogo uno Shooting Art con la partecipazione delle ragazze di Modella TV, durante la quale alcuni fotografi scatteranno foto a giovani bellissime modelle per raccontare l’arte che sposa la bellezza al femminile. In pratica le ragazze verranno fotografate davanti alle opere d’arte creando una magia mediante la quale la bellezza delle giovani donne diventa il quadro e l’opera d’arte la sua cornice, una vera e propria alchimia che inverte i ruoli in un interessantissimo e ardito esperimento estetico. Nella stessa serata il famoso percussionista Paolo Greco, autore di emozionanti melodie dell’anima, eseguirà una performance di “Percussion Live”. All’inaugurazione sarà presente il vicesindaco di Siracusa, Francesco Italia, che è anche Assessore al Turismo e Spettacolo e che ha concesso il patrocinio alla manifestazione. Il critico d’arte Raimondo Raimondi presenterà gli artisti espositori. Si svolgeranno poi nella stessa serata e nei due giorni seguenti performance ed esibizioni di gruppi musicali e una sfilata di moda. Le riprese televisive saranno effettuate dall’emittente ZeroNove TV.

Il programma della manifestazione, suddiviso nelle tre giornate, è in dettaglio il seguente:

Venerdì 6 novembre 2015

Ore 18,00: Apertura al pubblico.

Inaugurazione esposizione d’Arte e taglio del nastro da parte delle autorità.

Presentazione a cura di Raimondo Raimondi e performance Percussion Live di Paolo Greco

Esposizione di prodotti tipici siciliani

Ore 20,00: Esibizione Maitre I.M.A.H.R. alla Fiamma con lampade da sala

Shooting fotografico con le modelle di Modella TV. Riprese video a cura di ZERONOVETV

Ore 21,00: Spettacolo di danze orientali e Percussion Live di Paolo Greco

Sabato 7 novembre 2015

Ore 18,00: Apertura al pubblico

Ore 20,00 : Esibizione alla Fiamma a cura I.M.A.H.R. Siracusa e dei suoi Maitre

Esposizione prodotti tipici siciliani

Ore 21,00: Sfilata di moda a cura di ZERONOVETV

Ore 22,00 : Concerto del Gruppo FabulaTrio

Domenica 8 novembre 2015

ore 18,00: Apertura al pubblico

Ore 20,00: Esibizione alla Fiamma a cura I.M.A.H.R. Siracusa e dei suoi Maitre

Esposizione prodotti tipici siciliani

Ore 21,00: Concerto Xiridia Wind Orchestra

 
di Redazione (pubblicato il 09/10/2015 alle  15:27:17, nella sezione ARTE,  994 letture)

Nuccio VasileA dieci anni dalla scomparsa, il Van Gogh di Floridia ricorda l'artista floridiano Nuccio Vasile con una estemporanea di pittura a lui dedicata che si svolgerà Domenica 11 ottobre 2015, a partire dalle ore 9.30 e per l’intera giornata, nel cortile del locale e lungo la via Maesano. La premiazione avverrà alle ore 21. Alla Extempore Van Gogh 1° Memorial Nuccio Vasile hanno aderito i seguenti artisti: Luzia Tata, Maria Gionfriddo, Vanessa De Grandi, Davide Scalora, Flory Painting, Rita Gambilonghi, Lorena Art Galazzo, Marinella Raniolo, Luca Gigliuto e Maurizio Villari. La giuria è composta dalla dottoressa Lucia Chimirri, dall’artista Paolo Greco e dal semiologo Salvo Sequenzia.

L’evento, promosso e organizzato da Concetta Bazzano e Martino Failla con la consulenza organizzativa di Marinella Raniolo, vuole rendere omaggio alla memoria di un artista molto apprezzato e di grande sensibilità, venuto prematuramente a mancare. Nuccio Vasile, insieme ad altri noti artisti, aveva operato al Van Gogh realizzando alcune riproduzioni d’autore di celebri dipinti. Vasile, dopo la formazione giovanile all’istituto d’arte di Siracusa, perfeziona i suoi studi a Milano, frequentando i corsi di scultura di Luciano Minguzzi e quelli di nudo di Dante Spelta. Esponente della Transavanguardia, negli anni Settanta è fondatore del Gruppo Studio 7 a Brescia, e, successivamente, alla fine degli anni Ottanta, del laboratorio d’arte contemporanea Gruppo F, insieme allo scultore floridiano Lino Tinè, ai pittori Nino e Tano Brancato, Vittorio Adorno, Nino Burgio e al semiologo Salvo Sequenzia. L’estemporanea sposa anche un impegno di solidarietà a sostegno del piccolo Giuseppe Cancemi, insieme al Comune di Floridia e al Comitato Pro Giuseppe Cancemi

 
di Redazione (pubblicato il 09/10/2015 alle  15:22:14, nella sezione ARTE,  562 letture)

AMACI ha scelto sabato 10 ottobre 2015 per l’Undicesima Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata ogni anno per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico. Un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea. I 26 musei aderenti al circuito AMACI e 1000 realtà in tutta Italia per l’undicesimo anno consecutivo inaugurano ufficialmente la stagione dell’arte contemporanea. L’immagine guida della manifestazione è stata realizzata dall’artista Alfredo Pirri. Passi, l’immagine creata appositamente da Pirri per la Giornata del Contemporaneo, rappresenta un gesto semplice e allo stesso tempo inquietante: sfidare a piedi nudi una superficie fredda e (forse) tagliente. Pirri costringe tutti noi spettatori a un atto di fiducia, ci invita ad abbandonarci, a metterci in relazione con qualcosa di cui percepiamo la pericolosità senza coglierne esattamente la portata. Ci incita ad acquisire consapevolezza di un rischio necessariamente da correre e ad accettarlo come tale, sottolineando la necessità – per il singolo individuo ma anche per la società e, in scala globale, per il mondo intero – di metterci costantemente in gioco, con fiducia e abbandono. “Passi, sottolinea l’artista, diventa così la sintesi di un gesto distruttivo ma allo stesso tempo ‘ri-creativo’, finalizzato a rompere per sempre l’immagine che abbiamo di noi e degli altri, per riscoprirne o addirittura crearne una differente che si annida e moltiplica in ogni frammento, anche in quello che pensavamo perso per sempre e mai ricomposto”.

A Siracusa aderiscono al progetto, con inaugurazione il 10 Ottobre alle ore 19, due spazi espositivi, il Centro culturale MOON in via Roma 112, e la Galleria Quadrifoglio in via SS. Coronati 13, che presenteranno le opere di Gianluigi Benanti, Saverio Bertrand, Rosaria Cavallaro, Germana Falco, Maria Rosa Tripodi, Laleña Kurtz, Sandra Rizza e Mela Salemi.

 
di Redazione (pubblicato il 02/10/2015 alle  14:49:18, nella sezione ARTE,  708 letture)

bertagnolliLa Galleria Roma di piazza S. Giuseppe a Siracusa inaugurerà sabato 3 ottobre alle ore 18,30 la personale di pittura dell’artista Fabio Bertagnolli. Una mostra dallo stile unico e intrigante, fortemente intrisa delle luci e delle atmosfere percepite dall’artista davanti alla visione di Ortigia. Una mostra dal ritmo incalzante in cui lo stesso paesaggio si ripete con ossessione risolvendolo infinite volte tante quante sono le combinazioni cromatiche di una luce inesauribile. Una sola finestra, un unico punto di osservazione da cui far entrare le emozioni e i sogni che da sempre hanno sedotto i viaggiatori di ogni tempo approdati per qualche ragione a Siracusa. Ed è stato esattamente un approdo l’inizio di tanta ispirazione: a bordo della sua barca a vela Bertagnolli ha navigato tanti mari fino a giungere nel nostro porto. Da quel momento, lo svolgersi di varie vicende lo hanno condotto in una casa sul mare, dentro una stanza, la sua, proprio “dirimpetto Ortigia”.

La mostra è il compendio di queste emozioni, transitate da una finestra sul mare direttamente al cuore di un marinaio-poeta che con i pennelli è riuscito a scrivere, ancora una volta, versi bellissimi sulla nostra città. Il racconto di questa storia di mare e di pennelli sarà recitato da Lalla Bruschi, accompagnata per l’occasione dalle musiche di Sandro Siracusa. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 14 ottobre.

 
di Redazione (pubblicato il 29/09/2015 alle  15:51:17, nella sezione ARTE,  728 letture)

artesL’infaticabile Angelo Cottone, scultore e presidente di Spazio Arte e ArtCenter, ha appena concluso la manifestazione “Arte, Vita e Natura” all’Orto Botanico di Catania e subito riparte con un’altra edizione di “Artes Magnae in Ortigia”, che sarà stavolta ospitata nei prestigiosi spazi della Galleria Civica D’Arte Contemporanea Montevergini di Siracusa, nei pressi di Piazza Duomo, dal 31 ottobre al 14 novembre. Un comitato organizzatore di tutto rispetto sta lavorando alacremente per mettere insieme un folto gruppo di artisti, pittori, scultori, fotografi, grafici, poeti e stilisti che daranno vita a una mostra che gode anche del patrocinio del Comune di Siracusa, Assessorato alla Cultura. Angelo Cottoneartes, siciliano di Adrano, vive ed opera a Torino, scultore di fama, si è assunto l’onere di promuovere varie manifestazioni per mettere in luce il talento di tanti artisti, anche i meno conosciuti, fornendo loro l’occasione di esporre le loro opere validissime e presentarle ad un pubblico qualificato di estimatori dell’arte. Prevista la partecipazione all’evento del noto percussionista Paolo Greco che incanterà i presenti con le sue performance musicali. Sarà presente all’evento anche il noto critico d’arte Raimondo Raimondi, che curerà la selezione delle opere e farà parte della giuria che conferirà premi agli autori giudicati maggiormente meritevoli. Durante la cerimonia di premiazione verranno consegnati anche 8 “Premi alla carriera Arte Magna” e assegnati 12 “Premi Ortigia Arte”.

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 25/09/2015 alle  08:49:20, nella sezione ARTE,  1147 letture)

foto1L’Orto Botanico di Catania, presso il Salone delle Colonne Doriche, ospita fino al 26 settembre la Rassegna “Arte, Vita e Natura”, esposizione d’Arte Espressiva di Artisti Siciliani, inaugurata lo scorso 18 settembre a cura di Spazio Arte e dello Studio Gallery Art Center di Adrano. L’evento sta ottenendo ampio successo e consenso di pubblico. L’organizzatore Angelo Cottone ha voluto con questa manifestazione condividere l’idea che il patrimonio culturale ha come epicentro le arti, sia visive e sia espressive, che sono “ canali “ di trasmissione più diretti per ampliare gli orizzonti del sapere, ed in questa logica l’Orto Botanico di Catania è il luogo giusto dove gli artisti, che si ispirano in generale alla vita degli esseri che popolano la nostra terra e alla vegetazione in tutte le sue varianti, possono collocare le loro opere che diventano così corollario alla bellezza della natura. Infatti quasi tutte le opere esposte hanno come motivo comune ispiratore illustrazioni e richiami alla Vita e alla Natura.

foto2La Rassegna ospita artisti di rilievo del territorio siciliano, selezionati ed invitati, ed altri di elevata bravura come: Salvatore Mazzone, Carmelo Cozzo, Elio Ruffo, Franco Sciacca, Pippo Ragonesi, Silvano Raiti, Salvatore Laudani, Angelo Cottone, Maria Luisa Consoli, Luicia Galvagno, Francesca Privitera, Orazio Gangemi, Antje Laxgang, Giovanna Mazza, Pippo Massimino, Sandra Ferrante, Luisa Pugliesi, Mariella Sapienza, Daniela Sellini, Rosalba Guarnuccio, Salvatore Grimaldi, Sara Occhipinti, Antonino Conti, Maurizio e Loredana Sanfilippo, Grazia Sozzi, Roberta e Piera Elisa Ragusa, Simona Incardona, Letizia Pirrone, Andrea Consoli, Maria Virgillito , Maria Teresa Scarso, Marisa Leanza, Michela Grasso, Emila Coco e Daniela Tropea.

Altri artisti hanno realizzato performance graditissime al pubblico intervenuto, come il bravissimo musicista Paolo Greco con la sua Percussion Live, musica ambient dal vivo che invita alla meditazione. E infine i poeti: Francesca Privitera, Salvo Conti, Carmelo Cozzo, Filippo Chiseri, Laura di Fede e Marco Veneziano. Sabato si chiude con una cerimonia conclusiva cui non si può mancare.

 
di Redazione (pubblicato il 12/09/2015 alle  20:46:48, nella sezione ARTE,  1120 letture)

Laura Alessi e Raimondo RaimondiPresso la Galleria Roma di Piazza S. Giuseppe a Siracusa sarà presentata la mostra collettiva d’arte “Collimando” a cura di Laura Alessi (nella foto accanto al direttore di "Diorama on line"). L’inaugurazione è prevista per le 18,30 di sabato 19 settembre. Saranno esposte le opere di un gruppo di pittori augustani, artisti che negli anni ‘70 diedero vita allo storico “Gruppo MEG” che operò nella cittadina megarese per un lungo periodo di tempo, ospitando nella propria galleria d’arte anche tanti artisti già affermati della vicina Siracusa. Si ammireranno quindi negli spazi espositivi di Galleria Roma le opere di Amedeo Nicotra, artista versatile che ha operato con successo nel campo della pittura, della poesia e della ceramica artistica, di Giuseppe Corbino, del compianto Giuseppe Bertoni, di Vittorio Ribaudo, di Sebastiano Fanciullo, di Lucia Fazio e di Giuseppe Di Salvo. Durante la serata di inaugurazione interverranno lo scrittore Corrado Di Pietro, il critico d’arte Raimondo Raimondi, Salvo Zito, Oriana Romano e Lalla Bruschi. Alcuni testi saranno recitati da Giuseppe Corbino, Sergio Sillato, Carmelo Strazzulla e Giovanni Strazzulla.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 30 settembre. Un momento storico e artistico della cittadina di Augusta fu l’esperienza del Gruppo MEG nato nel 1973 da una idea di Pippo Corbino, per una sua passione verso l’arte, convincendo e coinvolgendo in quegli anni ormai lontani gli amici di comitiva. Così fu fondato il Gruppo «Centro Artistico Culturale» e, dopo alcune peripezie alla ricerca di una sede, la galleria d’Arte si realizzò in Via XIV ottobre n. 3, in una casa molto malandata nella quale si misero all’opera tutti, rifacendo pareti, soffitto e pavimento con un fai da te che accomunò tutti i componenti del gruppo e gli amici. Insieme fu dato vita alla prima galleria d’arte in Augusta, che fu inaugurata da una mostra di Vittorio Ribaudo.

I nomi che contavano allora nel panorama artistico del paese erano Di Blasi, Ciresi, Ortisi, Di Salvo, Orfeo, Amedeo Nicotra, Bertoni, per i loro lodevoli tentativi e, nel tempo, altri artisti che tentarono di vivificare l’ambiente con qualche personale e qualche collettiva con sempre gli stessi nomi in questo paese caratterizzato dalla Porta Spagnola. Poi ci fu il Gruppo MEG, che significava “Mentre Eravamo Giovani”, e il “Poliedro” di Santi Migneco. E fu grazie all’esperimento del Gruppo Meg che tanti rari talenti passarono per Augusta e vere e proprie celebrità. Sebastiano Italia espose nel 76 e nel 78 al Meg, Armando Tantillo espose nel 76, Salvatore Russo di Acireale partecipò al Primo Trofeo Nazionale di Pittura organizzato dal Meg nel 1974, Luigi Paolelli nella stessa collettiva e tanti altri validi artisti. Qualche anno dopo il gruppo si sciolse e ciascuno imboccò la sua via, alcuni abbracciarono altre professioni, altri perpetrarono nel tempo la loro passione per l’arte, tra essi Amedeo Nicotra fu uno dei più attivi cumulando nel tempo esperienze diverse e collaborazioni importanti prima con la Mediterranea Art Gallery poi con la stessa Galleria Roma.

Corbino, Raimondi, Ribaudo e Nicotra

Da sinistra Giuseppe Corbino, Raimondo Raimondi, Vittorio Ribaudo e Amedeo Nicotra

 
di Redazione (pubblicato il 02/09/2015 alle  21:58:30, nella sezione ARTE,  726 letture)

CUSCUNAVenerdì 4 settembre alle ore 18,30, nei locali espositivi di galleria Roma in piazza San Giuseppe a Siracusa si inaugurerà la mostra personale di pittura dell’artista Giulia Cuscunà, una giovane promessa dell’arte contemporanea siciliana che vuole rimodulare e rimuovere schemi e stilemi obsoleti. Presenterà l’artista e le sue opere, l’Arch. Salvatore Rapisarda.

Giulia Cuscunà è un’artista tipicamente siciliana, che fa della sua Sicilia, ricca di luce e di colori, l’unica fonte d’ispirazione per la “sua” arte, ne individua la poesia, intima e silenziosa ma anche sociale e festosa, trasponendola in uno spettacolo in cui la natura e l’uomo si armonizzano in molteplici accordi. Le opere di Giulia Cuscunà sono il risultato filtrato delle esperienze di generazioni intere di pittori locali, intrise di cultura popolare e di una forte componente di realismo nostrano. Sono la moderna raffigurazione di un popolo e di un territorio che pur mantenendo le sue connotazioni ha profondamente mutato il suo rapporto con il mondo e con la storia. Cosa si aspetti il pubblico dagli artisti che affollano le pareti delle gallerie d’arte lo sappiamo benissimo. Il pubblico vuole e cerca le emozioni per le quali l’arte svolge il suo ruolo. Lo svolge meglio attraverso il lavoro di quegli artisti che non rispondono ai meccanismi del mercato. Anzi è proprio ciò che è fuori mercato che fa l’arte nella controtendenza necessaria per arrivare a toccare il cuore della gente, per innescare quei sentimenti di ricchezza interiore così difficili da scorgere nei marasmi della quotidianità malvissuta. I fluidi di una spiritualità laica e popolare che pervadono i luoghi sacri dell’arte, i musei, le gallerie, i libri di storia. Può darsi che l’arte in alcuni casi faccia anche politica ma è inevitabile non lasciare fuori dal discorso la geografia di questi fenomeni, la tesi degli artisti del Sud, per esempio, che vivono in dipendenza di un vincolo di sangue e di terra inalienabile, un magma intellettuale profondo che si muove nelle viscere di ognuno di essi, anche di quelli che vivono altrove. Si pensi a Guttuso o a Migneco, portatori universali di assoluti fisiognomici legati alle loro origini geografiche. Pertanto non si può fare critica se non si capisce che la differenza basata sulla geografia degli artisti esiste, pure se di una strana differenza si tratta. Una differenza che unisce invece che separare l’artista dal mondo delle sue relazioni.

 
di Redazione (pubblicato il 02/09/2015 alle  14:19:22, nella sezione ARTE,  799 letture)

streghe monteverginiSabato 5 settembre Siracusa ospiterà negli spazi espositivi della Galleria Civica Montevergini la mostra fotografica "CHIAMATECI STREGHE" che resterà aperta fino al 27 settembre. L’evento è curato da Marilisa Yolanda Spironello e Carmen Cardillo e metterà in mostra i lavori dei giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Catania, Dipartimento di progettazione e arti applicate - Scuola di fotografia. La mostra è il risultato dei lavori artistici degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Catania, prodotti in seno ad una tematica delicata e attuale quale è quella della violenza di genere. Gli allievi hanno tracciato un percorso per immagini, racchiuso in una mostra di denuncia sugli abusi e sulle violenze subite dalle donne. L’intento progettuale è stato quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su questi drammi che spesso sono taciuti e nascosti. Pur essendo quotidiana e cocente, tale realtà è portata all'attenzione solamente in seguito a trattazioni mediatiche, eppure il fenomeno è costantemente in aumento con casi di donne che arrivano a perdere la vita a causa dei maltrattamenti subiti. Il progetto nasce dall’idea di chiamare in causa l'utilità della fotografia in ambito sociale: parlare attraverso le immagini, di qualcosa che, in realtà, interessa tutta la società civile, raccontare una condizione e sensibilizzare le persone a certe tematiche eticamente non ignorabili. Il progetto si propone di evidenziare il lato propositivo che un'operazione di sensibilizzazione delle coscienze può creare, suggerendo con forza che dal vortice della violenza si può provare ad uscire senza temerne né vergogna, né umiliazione perché è nel silenzio che si alimenta la forza, il senso di potere e l'impunità dell'aguzzino. Una narrazione fotografica che dalla violenza porta al riscatto della donna. Attraverso le immagini si traccia un percorso singolare e nello stesso tempo collettivo, partendo dalla condizione della donna assoggettata alla violenza, attraversando le fasi della presa di coscienza, della richiesta di aiuto fino ad arrivare ad una liberazione interiore ed al contempo fisica e reale: la capacità di dire basta. In un momento storico in cui la violenza di genere ha raggiunto proporzioni allarmanti, i giovani artisti e le giovani artiste hanno elaborato il progetto “CHIAMATECI STREGHE” volto ad accrescere la consapevolezza di un fenomeno così complesso e delicato, con l'intento di sensibilizzare il pubblico, proponendo concretamente un’occasione in cui emerga un deciso no alla violenza sulle donne.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

 601 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (239)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (342)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019

Gli interventi più cliccati

< aprile 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


22/04/2019 @ 18:46:45
script eseguito in 234 ms