Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 17/07/2016 alle  14:37:39, nella sezione ARTE,  1354 letture)

presentazione fotoSabato 16 luglio è stata presentata a Siracusa, negli spazi espositivi del Palazzo del Governo, la manifestazione d'arte “Sulla scia del Caravaggio", che sarà possibile visitare fino al 5 agosto. Del Comitato artistico hanno fatto parte il dott. Raimondo Raimondi, giornalista e critico d'arte, la dott.ssa Flora Tumminello, critico d'arte, il dott. Damiano De Simone, presidente della Consulta Civica di Siracusa e il dott. Vincenzo Garufi. Hanno collaborato Roberta Ragusa, Marco Veneziano, Nicola Ciadamidaro e Tina Cuttone. Ospiti d'onore gli artisti Gianfranco Bevilacqua, Giuseppe Branciforti, Carmelo Cozzo, Pippo Ragonesi, Elio Ruffo, Alfredo Scandurra, Franco Sciacca e Vittorio Sodo. Artisti espositori: Giovanna Abbate, Rocco Altamore, Giuseppina Anzalone, Lia Barbera, Pia Bellissimo, Gabriella Caggegi, Daniela Cannia, Maria Cappuro, Giuseppe Caruso, Gianni Castagnetta, Maria Rosella Cetani, Paola Cetani, Nicola Chiaromonte, Manilo Coco, Maria Luisa Consoli, Andrea Consolo, Giusy Crimi, Anna Esposito, M. Nicoletta Ferrari, Daniela Ferrier, Denise Luci Figuccia, Cetty Formosa, Tonino Furnari, Lucia Galvagno, Pippo Galvagno, Cristina Gerbino, Enza Giuffrida, Giusy Grasso, Michela Grasso, Rossana Grasso, Rosa Iorio, Marisa Leanza, G. Michele Lo Giudice, Filippo Lo Iacono, Giuseppe Lo Mastro, Leandro Lo Mastro, Ana Maria Longo, Donatella Lunetta, Katya Marchese, Rina Menzo, Marcello Merlino, Alfina Miceli, Ileana Milazzo, Nino Minasseri, Angelo Moncada, Cristiana Moncada, Franco Morelli, Tiberiu Mursa, Armando Nigro, Cinzia Oieni, Vito Papa, Maria Pepe, Francesco Pessei, Letizia Pirrone, Luigi Previti, Francesca Privitera, Francesco Raciti, Piera Elisa Ragusa, Roberta Ragusa, Lella Raimondi, Carmela Ricciardi, Maurizio Sanfilippo, M. Angela Sarchiello, Bruno Sauza, Rudy Sest, Elvira Severino, Pamela Siciliano, Vincenza Spataro, Salvatore Tomaselli, Carmelo Vella, Angela Vicari, Rita Vitaloni e Giusy Zuccarello.

presentazione foto 2Al critico d'arte Raimondo Raimondi è stato affidato il compito di introdurre la manifestazione. Ecco il testo della sua prolusione: "Michelangelo Merisi detto il Caravaggio arrivò a Siracusa nel 1608 dopo una fuga improvvisa e rocambolesca da Malta, e la sosta a Siracusa fu all'origine della creazione di una grande e superba pala d'altare ispirata al Seppellimento di Santa Lucia. L'animo sempre inquieto di uno dei più grandi pittori della storia, ha accompagnato i momenti creativi di tutte le opere, opere innovative per la sua epoca, che anticipano per certi versi nell'impianto della luce le moderne atmosfere di un certo cinema d'autore e innovative anche per la rappresentazione della iconografia sacra utilizzando come modelli gente del popolo, contadini e cortigiane, in un amalgama dissacrante e insieme altamente poetico, in opere pittoriche di grande potenza espressiva. A Siracusa Caravaggio fu accolto con tutti gli onori, per la fama che lo precedeva e per l'amicizia risalente agli anni romani con Mario Minniti, pittore anche lui, e in questa città letterati ed eruditi gli riservarono grande attenzione. Fu l'esperto di antichità Vincenzo Mirabella che lo accompagnò a vedere i resti archeologici di cui Siracusa era ricca. Caravaggio rimane impressionato dalle Latomie, una in particolare a forma di padiglione auricolare che lui stesso chiamò, lasciando questo nome alla storia, "Orecchio di Dionisio". Questa grotta suggestiva lo ispirò proprio per l'ambientazione del "Seppellimento", una grande tela che misura 4 metri per 3, che il senato di Siracusa gli commissionò per la chiesa di Santa Lucia extra moenia, situata vicino alle catacombe, proprio nel luogo del sepolcro della Vergine. Era molto importante per la città già allora rivendicare la sepoltura siracusana di Lucia, le cui reliquie erano finite a Venezia: questo elemento diventa, nel quadro di Caravaggio, parte della potenza drammatica della scena, ambientata in uno spazio profondo, in dissolvimento, con la santa sdraiata per terra, esile e minuscola rispetto alle figure gigantesche degli scavatori. I toni pallidi e bruni caratterizzano l'intera composizione: un gruppo di amici in lacrime, il vescovo che benedice con dolenti gesti teatrali, dove l'unico flash coloristico è affidato al manto rosso del diacono, con le mani intrecciate in un gesto di dolente accettazione del destino. Osservando l'enorme tela che oggi si può ammirare nella chiesa di Santa Lucia alla Badia, in piazza Duomo, non si può non rimanere incantati per tanta bellezza, ma i nostri occhi che corrono nello spazio vuoto e lugubre del quadro e si soffermano sui visi dei personaggi che lo compongono non possono non notare l'enorme solitudine e un senso greve, quasi insopportabile, di dolore che assale le nostre anime. Così come le nostre anime sono colpite dalle opere degli artisti che Angelo Cottone, famoso scultore e abile organizzatore di eventi artistici, nonché presidente dell’associazione culturale SpazioArte, è riuscito a riunire in questa grande mostra dedicata al Caravaggio, elemento unificatore e insieme ispiratore, con la magica bellezza delle sue atmosfere di interni, della creatività di tutti questi pittori, apprezzabili ognuno al suo livello. Il mondo dell’arte esiste in quanto esistono questi artisti che vogliono condividere col grande pubblico le loro opere e tutti loro, nessuno escluso, sono indispensabili a costruire e mantenere quel fantastico mondo della creatività che ci regala tante emozioni".

Ha presentato l'evento Elisabetta Cannuli e durante la serata inaugurale si sono succedute varie performance di poesia e di musica affidate rispettivamente a Enza Giuffrida e alla bravissima violinista Cristina Fanara. Nella serata conclusiva, il 4 agosto, avverrà la consegna delle targhe agli artisti partecipanti e uno spettacolo di sketch teatrali a sostegno della causa contro la violenza sulle donne a cura di Elisabetta Cannuli, con una sfilata di abiti da sposa.

 
di Redazione (pubblicato il 13/07/2016 alle  17:31:54, nella sezione ARTE,  1146 letture)

accolla harrabiNuovo appuntamento d'arte a Siracusa, presso la restaurata chiesa di Gesù e Maria in via Capodieci, nei pressi del Museo Bellomo, intitolato UPROOTED, collettiva che presenta in mostra opere dell’inglese Elizabeth Atkinson, del tunisino Ramzi Harrabi, dell’ortigiano Salvatore Accolla e del francese Francois Koltes. Tema trattato l’integrazione delle diverse culture e la questione dei migranti, temi cari anche al rettore della chiesa, una splendida cappella medioevale perfettamente restaurata, don Alfredo Andronico, che ha concesso i locali per la significativa manifestazione. Tutti i giorni, fino al 20 luglio, dalle ore 10 a mezzanotte, sarà possibile visitare l'esposizione durante la quale si succederanno anche vari eventi interculturali promossi dall'ufficio diocesano per la pastorale Migrantes.

Elizabeth Atkinson, inglese che ha scelto di vivere ad Ortigia da cui è affascinata, ha una pittura pregna di ingenuità, e recupera il senso di antichi stupori, di inquietudini non sopite, di felicità fanciullesche mai scordate. Può essere anche il mezzo per trasferire in un non-luogo, il un giardino della mente, in una terra di mezzo, sogni e tensioni che sarebbero insopportabili se vissuti nel quotidiano presente. Ciò avviene, in questa giovane artista, attrezzata di solida preparazione accademica, avendo conseguito una laurea in belle arti, e stimolata da esperienze di viaggio, attraverso un figurare poetico fatto di semplicità e di minimalismo.

La pittura concettuale del tunisino Ramzi Harrabi presenta un comportamento artistico anomalo ed originale, carico della particolare inquietudine di questo artista che ha saputo mixare la cultura e la tradizione islamica con le espressioni d’arte più tipiche dell’occidente. Queste sue ultime opere non sono che, in definitiva, le ultime scelte del suo nomadismo pittorico, unificate dalla tematica: le barche dei migranti stilizzate e ripetute in modo seriale in una iterazione simbolica assai incisiva. L’artista si esprime attraverso la musica, eseguendo i ritmi ossessivi delle percussioni, di cui è abile interprete, e attraverso la poesia, mescolando anche qui le sonorità della lingua araba col verseggiare italiano.

Salvatore Accolla, conosciutissimo ortigiano, è un pittore affetto da una frenesia creativa che lo porta a dipingere quadri che espone sui marciapiedi di corso Matteotti. Nel tempo Accolla ha fatto passi in avanti esponendo le sue opere in varie gallerie d’arte. Le sue tele raffigurano animali, barche, gatti, tetti, arlecchini e rivisitazioni personalissime di opere famose, come l’Urlo di Munch, un infinito caleidoscopio di figurazioni cromatiche ma tutte con una personalissimo linguaggio che, già di per se, è un risultato difficile da raggiungere in campo artistico: la riconoscibilità immediata dei suoi quadri.

François Koltès vive tra Parigi, Ortigia e l’Africa. Architetto e documentarista, lavora in Africa da oltre venti anni ed è il fondatore dell’associazione Direct Action Sahel (Associazione per la Ricerca e la diffusione di acqua in Africa occidentale). Premio Grand Lions 2009 per la letteratura regionale con “Piccolo uomo stai piangendo”(Galaade 2008), ha scritto anche il romanzo “Nero Vespri”.

 
di Redazione (pubblicato il 10/07/2016 alle  19:49:47, nella sezione ARTE,  883 letture)

KOARTSplendida mostra quella ospitata negli ampi spazi della Galleria Civica Montevergini di Siracusa, realizzata in collaborazione con la galleria catanese Kôart: unconventional place e l’Associazione fiorentina Fund4Art, che presenta opere di artisti validissimi, protagonisti delle cronache d'arte del nostro tempo, testimonianza preziosa di ciò che sono gli aspetti molteplici e variegati del Contemporaneo. Artisti italiani e stranieri che restituiscono una visione del mondo ‘diversa’ e ‘nuova’, in antitesi con il conformismo imperante. Antonella Ludovica Barba, Michael Bergt, Sara Berti, Francisco Benitez, Salvatore Borzì, Gabriele Buratti, Roberto Calò, Crizzo, Ladyled, Stefania Di Filippo, Antonio Finelli, Alessandro La Motta, Andrea Lanzafame, Arianna Matta, Milena Nicosia, Nina for the dogs, Lorenzo Pacini, Fiorenza Panke, Filippo Papa, Danilo Pavone, Corrado Peligra, Benedetto Poma, Ernesto Romano, Alessandro Romeo, Marcella Savino, Laura Scalia, Gianluca Sità, Samantha Torrisi, Alice Valenti sono lucide espressioni di creatività, emozionalità e militanza attiva in un campo che richiede impegno, sacrifico e costanza. Dalla pittura al disegno, dalla scultura alla fotografia ogni artista trasforma in atto quel potenziale che è sotteso nella materia e dona vita e vigore ad idee, che rimarrebbero altrimenti imprigionate in un ambito recondito della mente.

«Anamorfosi - dicono Aurelia Nicolosi (nella foto) e Marilisa Yolanda Spironello, curatrici della mostra - significa formare di nuovo, concedere un’altra prospettiva per ottenere una visione completa dell’opera che assume valenze inaspettate e originali. Se il significato viene traslato e lo si ribalta a ciò che è lo ‘sguardo’ dello spettatore, la parola diventa metafora di una realtà rappresentata, apparentemente incomprensibile, che ritorna ad essere intellegibile, solo entrando in empatia con l’opera stessa. koart 2Ragione ed emozioni sono strettamente legate tra di loro e promuovono la crescita e il cambiamento di ogni individuo: colui che crea diventa lo ‘strumento’ attraverso cui attuare la sintesi. Di conseguenza, come scriveva il filosofo Samuel Taylor Coleridge, «l’Arte, intendendo il termine per indicare collettivamente pittura, scultura, architettura e musica, è la mediatrice e riconciliatrice di natura e uomo. È dunque il potere di umanizzare la natura, di infondere i pensieri e le passioni dell’uomo in tutto ciò che è l’oggetto della sua contemplazione»...Concepita come una relazione dialogica fra medium e dimensioni artistiche eterogenee, la mostra apre ad un pensiero nuovo e divergente, soffermandosi sull’azione antropica nell’era del virtuale, sull’importanza del segno come testimonianza di verità e di un pensiero che non può esser scomposto in pixel, ma fruito in tutta la sua intera unitarietà. I multipli dimensionali, i nuovi codici, le nuove unità di misure digitali non vanno demonizzate, ma esaminate e ricomposte in un unicum ordinato e leggibile in cui l'originalità di un pensiero creativo non può e non deve soccombere di fronte all’istinto tecnologico che ha deficitato capacità di esperire, di osservare e di fruire la realtà”. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 17 luglio.

 
di Redazione (pubblicato il 09/07/2016 alle  11:17:34, nella sezione ARTE,  948 letture)

arte insiemeLa mostra collettiva intitolata ARTE INSIEME, è stata inugurata l'8 luglio dalla F.I.A.Fi. (Federazione Italiana Arti Figurative) di Siracusa, associazione culturale presieduta da Anna Mirone, negli ampi saloni della Camera di Commercio della città aretusea, gentilmente concessi per questo evento che vede come espositori 25 artisti tra pittori, scultori, ceramisti, poeti e stilisti. La manifestazione, che ha preso il via venerdì 8 luglio e resterà aperta al pubblico fino al 18 luglio, è stata realizzata in collaborazione con Artisti Med inTour ed è stata presentata dal critico d'arte Raimondo Raimondi, direttore della testata giornalistica Dioramaonline. Al vernissage era presente anche l'attrice Lalla Bruschi che ha proposto un recital di poesie con l'intrattenimento musicale del duo "Syraka" composto da Valerio Massaro e Giuseppa Modica. La mostra gode del contributo del Comune di Melilli e della Banca Agricola Popolare di Ragusa. Quì di seguito i nomi degli artisti che hanno partecipato alla rassegna: Vincenzo Bellante, Anastasia Beanza, Francesco Brigandi, Lucia Caccamo, Andrea Calabrò, Mariagrazia Cassiba, Michele Cubisino, Francesco Giliberto, Santo Paolo Guccione, Martina Iacono, Maria Teresa Matraxia, Adua Menozzi, Luigi Messina, Cetty Midolo, Tiziana Miraglia, Anna Mirone, Laura Nicotra, Marika Pozzi, Nunzia Puglisi, Salvatore Rubino, Silvana Salinaro, Angela Maria Sarchiello, Roswitha Schablauer, Antonella Sidoti e Cetty Urso.

Il critico d'arte Raimondo Raimondi così si è espresso durante la sua presentazione della rassegna: "Mi piace paragonare questo INSIEME di artisti a un muretto a secco, di quelli che numerosi popolano il paesaggio delle campagne siciliane, composto da tante pietre concatenate tra di loro, così strettamente interconnesse che risulta impossibile toglierne una senza far crollare il tutto. Così il mondo dell’arte esiste in quanto esistono tanti artisti che vogliono condividere col grande pubblico le loro opere e tutti loro, nessuno escluso, sono indispensabili a costruire e mantenere quel fantastico mondo della creatività che ci regala tante emozioni. ARTE INSIEME è il titolo che Anna Mirone, pittrice e organizzatrice, presidente della locale sezione della Federazione Italiana Arti Figurative, ha voluto dare a questo evento, già proposto con successo negli anni passati, consentendo a tutti noi di poter conoscere la crescita artistica di tanti pittori che sono i protagonisti delle cronache d’arte dei nostri tempi. Concettuali e figurativi insieme in questa manifestazione, perché il figurativo non è mai stato messo da parte come dimostrano le tante opere qui esposte, e che questa tendenza artistica sia di nuovo in auge non può che stimolare la creatività dei pittori contemporanei, perfino di quelli non figurativi che dal sano agonismo dell’arte potrebbero ricevere input positivi. E, naturalmente non si può fare a meno di recepire i mutamenti e di adeguarsi alla tecnologia, guardando con interesse le nuove sperimentazioni, però senza aggirarsi in cimiteri dell’arte, dove qualche pittore si ostina a ripercorrere sentieri già ampiamente tracciati e ancor più consumati. Il critico d’arte e il pubblico tutto si rianima davanti alla considerazione che chi sa dipingere è certamente più moderno di chi non lo sa fare e si nasconde dietro una sedicente avanguardia che non fa che riprodurre all’infinito qualcosa che è stato e che ora non è più. Che sia ancora possibile dipingere lo dimostrano gli artisti che in questa manifestazione hanno esposto le loro opere con caparbia convinzione ed eccellenti risultati, regalando a tutti noi emozioni ottiche e sensoriali. E che le abbiano esposte è cosa essenziale per loro e per noi: perché ogni artista prova una esigenza categorica, quella di pubblicare, nel senso di rendere pubblica la sua opera. Qualunque sia la disciplina artistica, poeti, pittori, scultori o fotografi devono portare a conoscenza del pubblico le loro opere, farle vivere in mezzo alla gente. Si può paradossalmente dire che l’opera d’arte viene data alla luce non quando l’artista la crea nella solitudine del suo studio, ma quando la rende pubblica mostrandola agli altri. Ed è questa la funzione, che potremmo definire sociale, di eventi artistici come questo che Anna Mirone ha organizzato e promosso con sacrificio e abnegazione, spesso con fatica anche fisica. A lei a agli artisti presenti va quindi il nostro plauso e la nostra riconoscenza".

 
di Redazione (pubblicato il 05/07/2016 alle  15:22:17, nella sezione ARTE,  1005 letture)

cottoneAngelo Cottone, famoso scultore e abile organizzatore di eventi artistici, nonché presidente dell’associazione culturale SpazioArte, il prossimo 16 luglio presenterà a Siracusa, negli spazi espositivi del Palazzo del Governo, in via Roma 31, la manifestazione d'arte “Sulla scia del Caravaggio", che sarà poi visitabile fino al 5 agosto. Del Comitato artistico fanno parte il dott. Raimondo Raimondi, giornalista e critico d'arte, la dott.ssa Flora Tumminello, critico d'arte, Damiano De Simone, presidente della Consulta Civica di Siracusa e il dott. Vincenzo Garufi. Presenterà la serata inaugurale Elisabetta Cannuli. Collaborano alla riuscita della manifestazione Roberta Ragusa, Marco Veneziano, Nicola Ciadamidaro e Tina Cuttone. Sono stati invitati come ospiti gli artisti Gianfranco Bevilacqua, Giuseppe Branciforti, Carmelo Cozzo, Pippo Ragonesi, Elio Ruffo, Alfredo Scandurra, Franco Sciacca e Vittorio Sodo. Alla kermesse partecipano i seguenti artisti: Giovanna Abbate, Rocco Altamore, Giuseppina Anzalone, Lisa Barbera, Pia Bellissimo, Gabriella Caggegi, Daniela Cannia, Maria Cappuro, Giuseppe Caruso, Gianni Castagnetta, Maria Rosella Cetani, Paola Cetani, Nicola Chiaromonte, Manilo Coco, Maria Luisa Consoli, Andrea Consolo, Giusy Crimi, Anna Esposito, M. Nicoletta Ferrari, Daniela Ferrier, Denise Luci Figuccia, Cetty Formosa, Tonino Furnari, Lucia Galvagno, Pippo Galvagno, Cristina Gerbino, Enza Giuffrida, Giusy Grasso, Michela Grasso, Rossana Grasso, Rosa Iorio, Marisa Leanza, G. Michele Lo Giudice, Filippo Lo Iacono, Giuseppe Lo Mastro, Leandro Lo Mastro, Ana Maria Longo, Donatella Lunetta, Katya Marchese, Rina Menzo, Marcello Merlino, Alfina Miceli, Ileana Milazzo, Nino Minasseri, Angelo Moncada, Cristiana Moncada, Franco Morelli, Tiberiu Mursa, Armando Nigro, Cinzia Oieni, Vito Papa, Maria Pepe, Francesco Pessei, Letizia Pirrone, Luigi Previti, Francesca Privitera, Francesco Raciti, Piera Elisa Ragusa, Roberta Ragusa, Lella Raimondi, Carmela Ricciardi, Maurizio Sanfilippo, M. Angela Sarchiello, Bruno Sauza, Rudy Sesti, Elvira Severino, Pamela Siciliano, Vincenza Spataro, Salvatore Tomaselli, Carmelo Vella, Angela Vicari, Rita Vitaloni e Giusy Zuccarello. Durante il periodo della mostra si susseguiranno vari incontri come la performance poetica a cura di Francesca Privitera, Enza Giuffrida, Salvo Conti, Carmelo Cozzo, Marco Veneziano e Filippo Chisari. Ancora, una performance teatrale e di moda a cura di Elisabetta Cannuli e una passerella di abiti da sposa a cura di Ilenia Liardo.

 
di Redazione (pubblicato il 26/06/2016 alle  19:43:43, nella sezione ARTE,  873 letture)

fotoLa F.I.A.Fi. (Federazione Italiana Arti Figurative) di Siracusa, associazione culturale presieduta da Anna Mirone (nella foto al centro con Edy Bandiera), proporrà in luglio una mostra collettiva di pittura, scultura, ceramica, poesia e storia del costume, ospitata negli ampi saloni della Camera di Commercio della città aretusea, gentilmente concessi per questo evento che vedrà coinvolti 25 artisti provenienti da varie città e da varie nazioni. La manifestazione, dal titolo "Arte Insieme", che verrà inaugurata venerdì 8 luglio, è stata realizzata in collaborazione con Artisti Med inTour e sarà presentata dal critico d'arte Raimondo Raimondi, direttore della testata giornalistica Dioramaonline. locandinaAl vernissage sarà presente anche l'attrice Lalla Bruschi che condurrà un recital di poesie; l'intrattenimento musicale sarà affidato al duo "Syraka" composto da Valerio Massaro e da Giuseppa Modica. La mostra resterà aperta fino al 18 luglio e gode del contributo del Comune di Melilli e della Banca Agricola Popolare di Ragusa. Quì di seguito i nomi degli artisti che partecipano alla rassegna: Vincenzo Bellante, Anastasia Beanza, Francesco Brigandi, Lucia Caccamo, Andrea Calabrò, Mariagrazia Cassiba, Michele Cubisino, Francesco Giliberto, Santo Paolo Guccione, Martina Iacono, Maria Teresa Matraxia, Adua Menozzi, Luigi Messina, Cetty Midolo, Tiziana Miraglia, Anna Mirone, Laura Nicotra, Marika Pozzi, Nunzia Puglisi, Salvatore Rubino, Silvana Salinaro, Angela Maria Sarchiello, Roswitha Schablauer, Antonella Sidoti e Cetty Urso.

 
di Redazione (pubblicato il 25/06/2016 alle  14:12:13, nella sezione ARTE,  892 letture)

andrea stepkowaAndrea Stepkova (nella foto) pittrice palermitana di origini praghesi, laureata all'Accademia di Belle Arti di Palermo, ha presentato la sua personale "Eden" alla Galleria Spazio30 di via Roma, Siracusa. Una pittura la sua ispirata dalla Natura con le piante viste e vissute e riprodotte come Muse ispiratrici di un universo poetico affascinante e personalissimo. Piante che la pittrice dipinge dal vero, ma sulle tele o sulle delicate carte non appare una mera rappresentazione del mondo vegetale, bensì una trasposizione di delicate vibrazioni e magiche atmosfere. La Stepkova non riproduce fedelmente la natura, non è interessata alle scientifiche caratteristiche botaniche, non presenta immagini dalla valenza illustrativa o divulgativa, ella sente piuttosto il vibrare della vita pur nell'apparente passività del vegetale, sente il rapporto istintivo che stabilisce con le piante, con i fiori, con i semi, e la sua pratica pittorica è accompagnata dalla pratica botanica: infatti coltiva le piante, le cura, le osserva e le ritrae, con grande passione e metodo. Per questa sua personale ha scelto un nome mitico e insieme visionario: Eden, quel meraviglioso giardino dell'Eden nel quale Adamo ed Eva trascorsero giorni felici prima della caduta e al quale l'uomo vorrebbe tornare attraverso il contatto purificatore con quel miracolo divino che è il rigoglioso mondo naturale. La mostra è stata organizzata dal Circolo dei Lettori di Siracusa e presentata dal professore Luigi Amato.

 
di Redazione (pubblicato il 14/06/2016 alle  16:55:46, nella sezione ARTE,  731 letture)

COTTONEIl prossimo 16 luglio Siracusa ospiterà, negli spazi espositivi del Palazzo del Governo, in via Roma 31, la manifestazione d'arte “Sulla scia del Caravaggio", a cura di Angelo Cottone, famoso scultore e valido organizzatore, presidente dell’associazione culturale SpazioArte di Torino. Il Vernissage e l’apertura della Rassegna avverrà quindi il 16 luglio alle ore 17,30, la mostra proseguirà fino al 5 agosto con tanti eventi artistici e culturali collaterali, ospitati nel corso di questo periodo espositivo. Assicurata la presenza prestigiosa del critico d’arte Raimondo Raimondi, giornalista e direttore della testata on line Diorama, media partner dell'evento. COTTONEDurante il periodo della mostra si potranno ascoltare le musiche d'atmosfera del percussionista di fama internazionale Paolo Greco. Presente anche il critico d'arte di Milano Flora Tumminello e la professoressa Francesca Raffone. Performance poetiche di Francesca Privitera e passerella di moda a cura di Elisabetta Cannuli. Ancora altre performance di poesia a cura di Marco Veneziano, Enza Giuffrida, Salvo Conti, Filippo Chisari e Carmelo Cozzo e una sfilata di abiti d'epoca opera della creatrice di moda Stefania Federico. In programma tanto altro a cornice dei circa sessanta pittori e scultori che esporranno le loro opere tutte ispirate alle tematiche e alle atmosfere del Caravaggio. Ecco i nomi di alcuni degli artisti che sono già stati ammessi alla Rassegna, mentre tanti altri attendono l'esito al vaglio della Commissione Artistica: Alfredo Scandurra, Angela Vicari, Angelo Moncada, Anna Esposito, Antonella Serratore, Armando Nigro, Carmelo Cozzo, Daniela Ferrier, Elio Ruffo, Filippo lo Iacono, Francesca Privitera, Francesco Pessei, Franco Sciacca, Gabriella Caggegi, Gianfranco Bevilacqua, Giuseppe Branciforti, Leo Lo Mastro, Lucia Galvagno, M. Nicoletta Ferrari, Marco Veneziano, Maria Angela Sarchiello, Maria Cappulo, Maria Luisa Consoli, Maria Rosella Cetani, Marisa Leanza, Nomiya Tomie, Paolo Greco, Pia Bellissimo, Pippo Galvagno, Pippo Ragonesi, Rita Vitaloni, Roberta Ragusa, Rocco Altamore, Rosa Iorio, Rossella Viccica, Salvatore Spina, Vittorio Sodo.

 
di Redazione (pubblicato il 07/06/2016 alle  16:40:26, nella sezione ARTE,  636 letture)

mostra prestiaSabato 11 giugno alle ore 18,00 presso la GALLERIA CIVICA D’ARTE CONTEMPORANEA MONTEVERGINI di Siracusa si inaugura la mostra personale dell'artista Milena Prestia intitolata "Per mare e per sogni". Il prof. Alessandro Allegri presenta in catalogo la mostra: "Fin dall'antichità, l'uomo ha alzato gli occhi verso l'alto per vivere lo stupore di un cielo stellato, ha contemplato le onde del mare, le nuvole, la luce soffusa dell'alba, i colori suggestivi di un tramonto. Ma ormai da tempo, ha perso questa capacità di guardare la bellezza del mondo, di emozionarsi per un tramonto, per la luce delle stelle che ci stanno a guardare. La pittura di Milena Prestia allora ci riporta ad un mondo lontano, pervaso di atmosfere suggestive, che ricordano le immagini di un sogno. Sono sogni che servono, a noi che viviamo immersi nella frenesia della modernità, ma sembrano anche le immagini vere di un mondo primordiale ed antico, di un' epoca precedente alla comparsa dell'uomo. Forse è un mondo in cui abbiamo vissuto in un passato lontano, o forse in cui dobbiamo ancora nascere. In queste opere immagini dove cielo, terra e acqua si incontrano, dove il colore prorompente diventa veicolo che ci conduce verso lo stupore, la contemplazione, la suggestione, non è un mondo abitato dall'uomo, ma lo è sicuramente dalle creature marine nelle profondità di un mare infinito, o da quelle alate che si perdono libere nell'immensità dell'aria. I cieli sono segnati dalla luna, da sfumature morbide per infondere serenità, che si riflettono su ipotetiche acque appena accennate, quindi avvolte dal mistero. Luoghi non luoghi, spazi senza tempo. Oblio puro, in aiuto ad una pausa dalla realtà. Anche l'utilizzo di cromaticità oscure raccontano qualcosa, avvertono di minacce imminenti, che fanno parte della vita, quindi anche quelle da affrontare con coraggio e con passione. Una stella lontana e talvolta il forte contrasto di punto rosso, trafiggono il cielo come ferite, con pennellate sapienti e mai casuali che rendono immediate le letture di ciò che si vuol comunicare. Il lavoro presentato in questa mostra, giostra di colori emozionanti, è il nuovo approdo al quale l'artista ci rende partecipi. Qui siamo spettatori attivi, con i nostri sensi, dell'ultima tappa di percorso artistico della Prestia. Essa ha oltrepassato i confini della descrizione realistica del mondo, dei particolari figurativi, a volte fiabeschi e decorativi, al quale eravamo abituati, per sorprenderci con inaspettato stile informale, coinvolgerci con la sintesi tanto quanto il lavoro più ricco di dettagli e seduzioni dorate. Milena Prestia ci pone anche davanti a veloci passaggi di meteore, che attraversano lo spazio dei suoi dipinti come metafore della vita anche essa un passaggio. Quindi ammonimenti, inviti ad afferrare il presente, a godere l'essenza delle cose, e il valore di ciò che è più vero e più bello, come la natura, come l'arte, come le emozioni. E queste opere, le emozioni, le sanno dare".

 
di Redazione (pubblicato il 18/05/2016 alle  16:25:38, nella sezione ARTE,  768 letture)

Nell'ambito di "Mestieri d'Arte", la manifestazione organizzata dalla Vincent Van Gogh Academy di Siracusa, il prossimo 20, 21 e 22 maggio all'interno dell'Antico Mercato di Ortigia, in via Trento, presenterà una sua personale di pittura Lino Baio, artista siracusano emergente. Le sue "Identità nascoste" saranno presentate dal critico d'arte Raimondo Raimondi, che ha scritto di lui: “Lino Baio nei suoi strani quadri si affida a un pennellata graffiante e ad una coloristica amalgamata e giocata su poche gradazioni, dando a volte addirittura il senso di una monocromìa, ma è sempre originalissimo nell’immaginario e nella sintesi del disegno, fino ai limiti di un espressionismo onirico e visionario. Autore di una figurazione rigorosa e inquietante, ha elaborato un discorso aspro, sospeso tra l’ambiguità, il mistero e lo straniamento, una strana, ardita mescolanza pervasa di tensione e di angoscia esistenziale. Esiste forse una correlazione tra queste ambientazioni solitarie e angoscianti e gli stati d’animo dei suoi personaggi: geometrie che sono interni della mente, spazi angusti un po’ come prigioni, vuoti e privi di allettanti decori, personaggi che paiono non essere in grado di comprendere il mondo che li circonda, un mondo ostile, una società spietata e improbabile, velata da un drappo pesante che ne nasconde gli orrori e che l’artista cerca di strappare con mani adunche, nel tentativo di mettere a nudo veleni e ipocrisie. Ogni quadro è una piccola opera teatrale, un dramma umano, ma pervaso spesso di un certo senso di humour, un dark sense of humour, come antidoto indispensabile per sopravvivere”. Inaugurazione venerdì 20 maggio alle 20,30; domenica 22 tra le varie esibizioni offerte da "Mestieri d'Arte" ci sarà la suggestiva "Meditation Music" del grande musicista siracusano Paolo Greco, conosciuto a livello internazionale. Gli orari della mostra sono i seguenti: venerdì ore 20,30 - 22,00, sabato e domenica ore 16,30 - 22,00.

locandina

 

 
di Redazione (pubblicato il 15/05/2016 alle  20:46:56, nella sezione ARTE,  698 letture)

compagninoLa Galleria Verticalista di Catania, sita in Via S.M. Mazzarello 12, inaugura la mostra “Il Verticalismo di Giovanni Compagnino" che avrà luogo dal 16 al 31 maggio 2016. Salvatore Commercio lo presenta egregiamente in uno scritto: "Il nostro è un artista dalle tante sfaccettature. Di qui la necessità di “sfogliarlo” tenendo conto di tutte le variabili polidirezionali sintetizzate ed espresse. In questo universo sui generis lo vediamo spiegarsi talora nei flussi dello spatium demoltiplicato e disseminato, proprio dell’estetica verticalista, rivolto a rimuovere segni occulti o invisibili di processi sociali che ci permeano e persino travolgono (per dirla con Klee “l’arte degna di questo nome non rende il visibile: ma dissuggella gli occhi sull’invisibile”), talaltra imprime, tessera dopo tessera, dissonanze e assonanze di colore-luce attraverso micro torsioni sintagmatici che aprono a una significazione che vede la rete della natura gridare un malessere quasi giunto al “punto estremo di non ritorno". In mostra tante opere che dimostrano la capacità di Compagnino di attingere a diversi mezzi espressivi, determinando un processo pittorico che si avvale dei collages, con l'inserimento di oggetti di uso comune commisti a immagini di riviste e disegni. Nella lunga produzione dell'artista sono ravvisabili diverse fasi creative: dalla pittura ecologica degli anni 1965-1975 al periodo barocco in cui riflette sul tema del potere (anni 1978 -1981); dalle immagini trasgressive di Eroticando (1990-1994) ed Erotica69 (2000-2004) all'adesione al Verticalismo (1976-1985); dall'intenso "Periodo nero" (1998-2003) all'attuale problematica artistica (2004-2011), che vede l'artista, pur colpito da ictus e costretto nella sedia a rotelle, pervicacemente capace di esprimere, con la rabbia di chi è stato percosso da un destino avverso ed una ammirevole autoironia, la sua profonda voglia di vivere e di comunicare.

 
di Redazione (pubblicato il 14/05/2016 alle  21:07:12, nella sezione ARTE,  976 letture)

flamingoVernissage d'alto bordo per la mostra "Live Art" che ha avuto luogo a Taormina venerdì sera 13 maggio nei bellissimi locali del Flamingo e nel suo splendido giardino all'aperto proprio nel centro storico della "perla dello Ionio", a pochi passi dal corso Umberto. L'evento è stato voluto e organizzato dall'associazione Artenostop che fa capo al pittore Giuseppe Apa, non nuovo a manifestazioni di questo genere, il quale ha saputo coinvolgere oltre trenta artisti, tra cui i siracusani Angelo Moncada e Lino Baio. Media partner dell'evento la testata giornalistica Dioramaon line, il cui direttore, il giornalista e critico d'arte Raimondo Raimondi, ha presentato la mostra avvalendosi della collaborazione della brava designer Dora D'Andrea. Madrina del vernissage la modella Elisa Gioia Stanchi, presente la bellissima Laura Privitelli che si è prestata ad alcuni scatti dei tanti fotografi presenti. Un evento artistico e culturale ma soprattutto mondano, vista la location e la presenza di tante bellissime donne, oltre ai tanti artisti e visitatori che sono intervenuti ad applaudire gli espositori e a godere della meravigliosa atmosfera. La mostra resterà aperta fino al 20 maggio, concludendosi con la premiazione e con una performance di "meditation sound" del famoso percussionista siracusano Paolo Greco.

sd

 
di Redazione (pubblicato il 09/05/2016 alle  14:46:29, nella sezione ARTE,  734 letture)

andy warholIn mostra fino al 28 agosto 2016 all'ex Convitto Ragusa di Noto oltre 100 opere di Andy Warhol. L'evento è stato curato da Giuseppe Stagnitta e realizzato da Fenice Company Ideas e Associazione Culturale Studio Soligo in collaborazione con il Comune di Noto. Un'occasione unica per far conoscere al pubblico della provincia siracusana la forza comunicativa della personalità più eclettica dell'arte del '900. Le opere esposte provengono dalla Collezione Rosini-Gutman. In mostra 20 disegni degli anni '50 e le opere della serie Campbell's Soup e Brillo, quelle della serie Marilyn Monroe e Ingrid Bergman, di Man Ray e John Gotti, di Liz Taylor fino al famosissimo pezzo unico che ritrae il presidente cinese Mao. Esposta anche la rara opera su tela raffigurante Liza Minnelli e l'Assassinio a Dallas, nonché altre opere rappresentative della sua produzione, come Flowers, Cow e Fish. In mostra anche le famose foto stampate sui rulli di carta kodak dal titolo Tacchi a Spillo e molti altri prestigiosi pezzi unici del celebre artista. La mostra propone anche manifesti dei suoi film, copertine di dischi tra cui quelle dei Rolling Stones, dei Velvet Underground, di Graces Jones, e alcuni abiti da lui disegnati. Andy Warhol, nato a Pittsburgh il 6 agosto 1928 e morto a New York il 22 febbraio 1987, è stato pittore, scultore, regista, produttore cinematografico, fotografo, attore, sceneggiatore e montatore, un eclettico e monumentale rappresentante del movimento della Pop Art americana e uno tra gli artisti più importanti del XX secolo che ha permeato di se la storia dell'arte contemporanea.

 
di Redazione (pubblicato il 06/05/2016 alle  15:18:09, nella sezione ARTE,  854 letture)

coppa1Giovedì 5 maggio vernissage con taglio del nastro a Floridia della Mostra Collettiva a tema mitologico "La Coppa degli Dei". Madrina dell'evento la splendida Valentina Fiasco, alla presenza dell'emittente Modella TV con le sue telecamere, i fotografi e le modelle Jenny Diara, Veronica Argentino, Valentina Fiasco, Fabiana Monaco, Virginia Quadarella, Laura Privitelli e Jesiana Selimay che hanno realizzato uno speciale televisivo per le vie di Floridia con macchine d'epoca ed uno ShootingArt tematico in costume. Colonna sonora dell'evento la Meditation Music del bravissimo Paolo Greco. Ha presentato la mostra il critico d'arte Raimondo Raimondi, con un intervento della Dott.ssa Dora D'Andrea ed un saluto portato dal sindaco Orazio Scalorino. Numerosi gli ospiti d'onore, tra cui Laura Alessi, presidente dell'Associazione A.M.P. Fiori D'Amore, Giuseppe Apa, Presidente dell'Associazione Artenostop, Vito Guardo, Maestro Scultore e i maestri d'arte Angelo Moncada e Salvo Rizzo. L'evento è stato organizzato dalla pittrice Marinella Raniolo, presidente dell'Associazione "Trinacria Arte", nelle sale espositive del Palazzo Raeli, con la partecipazione di oltre 50 artisti espositori.

Ha detto Raimondo Raimondi nel suo discorso di presentazione: "Il miracolo della creazione rivive in queste opere d'arte, l'artista, questo novello demiurgo, plasma la materia, stende il colore e nelle sue opere appaiono come d'incanto paesaggi, volti, personaggi e stati d'animo visualizzati. Sono tanti gli artisti presenti a questa rassegna ma tutti validi e in grado di competere con le loro opere con la bellezza femminile, con la splendida bellezza in fiore di queste meravigliose ragazze, le modelle che Corrado Accillaro ci ha portato stasera e che si fondono con le opere d'arte, emblema del bello assoluto che solo la donna e l'arte possono degnamente rappresentare in questo mondo."

 

LE FOTO

coppa2

coppa3

 

 

 

 

 
di Redazione (pubblicato il 03/05/2016 alle  21:21:41, nella sezione ARTE,  1034 letture)

manifestoNuovo esaltante impegno dell'infaticabile Angelo Cottone, scultore e organizzatore, nonché presidente dell’associazione culturale SpazioArte, che il prossimo 16 luglio presenterà a Siracusa, negli spazi espositivi del Palazzo del Governo, in via Roma 31, la manifestazione d'arte “Sulla scia del Caravaggio", che sarà visitabile fino al 5 agosto. La partecipazione all'evento, che si preannuncia prestigioso per la stessa valenza del tema assegnato, è per accettazione e possono partecipare tutti gli artisti che lo richiedano. Si può partecipare con una opera di cm. 50 di base x cm. 70 per le opere a parete, c. 50x50 cm di base e di altezza non superiore a cm 120 per le sculture o opere equivalenti. foto di gruppo angelo cottoneTutte le opere devono riportare un’etichetta scritta a stampatello con titolo, tecnica, anno di esecuzione, valore, nome e cognome dell’autore. Sono previsti riconoscimenti per tutti gli artisti partecipanti, la realizzazione di una brochure e un attestato di partecipazione. Il Vernissage e l’apertura della Rassegna avverrà il 16 luglio alle ore 17,30, con la presenza del critico d’arte Raimondo Raimondi e le impareggiabili musiche d'atmosfera del percussionista Paolo Greco. Pur garantendo la massima cura, l’organizzazione non risponderà di eventuali furti o danni alle opere che si dovessero verificare prima, durante e dopo lo svolgimento della Rassegna. Informazioni alla seguente mail: http://spazioarte.it@gmail.com e al seguente indirizzo: Spazio Arte Via Mazzini 3 10060 Castagnole Piemonte TO. E’ possibile consegnare le opere il giorno dell’apertura fino alle ore 12 direttamente nella Sede espositiva. Il ritiro delle opere potrà avvenire subito dopo la chiusura della rassegna, non è ammesso ritirarle prima. Le opere pervenute per corriere, saranno rispedite agli autori con spese a loro carico. Organizzazione Spazio Arte - Direzione Centrale di Torino.

 
di Redazione (pubblicato il 15/04/2016 alle  14:58:23, nella sezione ARTE,  1086 letture)

ranioloSi avvicina la data dell'appuntamento creato dalla pittrice Marinella Raniolo (nella foto col direttore di Diorama), presidente dell' Associazione Culturale "Trinacria Arte", in quel di Floridia con la Mostra Collettiva a tema mitologico "La Coppa degli Dei" - Pittura, Scultura e Fotografia. Il programma dell'evento, che si svolge dal 5 all'8 maggio nelle sale espositive del Palazzo Raeli (piano terra) a Floridia, gentilmente messe a dispisizione dal sindaco Orazio Scalorino, è fittissimo e denso di avvenimenti artistici. Giovedì 5 maggio vernissage con taglio del nastro alle ore 18.00 da parte della madrina dell'evento, la modella Valentina Fiasco, alla presenza dell'emittente Modella TV con le sue telecamere, i fotografi e le sue modelle per realizzare uno speciale televisivo ed uno ShootingArt tematico. Contemporaneamente avrà luogo una performance di Percussion Live del famoso musicista Paolo Greco. Tra i media partner la testata giornalitica Dioramaonline, il cui direttore, il critico d'arte Dott. Raimondo Raimondi, presenterà la mostra assieme alla Dott.ssa Dora D'Andrea, esperta in arti grafiche e storia dell'arte. Numerosi gli ospiti d'onore, tra cui Laura Alessi, presidente dell'Associazione A.M.P. Fiori D'Amore, Giuseppe Apa, Presidente dell'Associazione Artenostop, Vito Guardo, Maestro Scultore, il maestro d'arte Angelo Moncada, lo scultore Maurizio Villari e il maestro Salvo Rizzo.

locandina

 
di Redazione (pubblicato il 01/04/2016 alle  14:54:22, nella sezione ARTE,  1085 letture)

cartoonsSabato 9 aprile, a Catania, presso il Teatro dell'Oratorio San Filippo Neri in via Teatro Greco 32, sarà inaugurata la mostra collettiva d'arte dal titolo "Cartoons" organizzata dalla Casa degli Artisti "Arte Eikon" di cui è leader e animatore il maestro d'arte Giovanni Longo, personaggio conosciutissimo a Catania e dintorni per le sue qualità artistiche ed umane. Oltre 45 artisti espositori metteranno in mostra le loro creazioni ispirate al mondo del fumetto e dei cartoni animati. Presenzierà all'inaugurazione il critico d'arte Raimondo Raimondi (nella foto col maestro Longo). Il termine cartoon, diffuso anche nella lingua italiana come sinonimo di "cartone animato", è a sua volta derivato dai "cartoni" con riferimento ai disegni preparatori arazzi e affreschi e nella lingua inglese designa le vignette umoristiche presenti nei giornali, in tal senso utilizzato per la prima volta nel 1843 nella rivista londinese "Punch". Lilly e il vagabondo, Grimilde, Candy, Ufo Robot, La Sirenetta, Pinocchio, Minnie, Topolino, Nonna Papera, Batman, Diabolik, Aladin, Zagor, Cappuccetto Rosso, Frozen e tanti altri personaggi sono stati ritratti in alcune delle bellissime opere che il pubblico potrà vedere nella Mostra organizzata da Giovanni Longo, realizzate da tanti artisti e maestri d'arte. Costoro sono stati stimolati da una tematica tanto amata dai bambini, ma che fa tornare tutti noi per un momento all'infanzia, nel ricordo di quelle immagini che hanno popolato i nostri anni più belli e spensierati e che ora rallegrano e appassionano i nostri nipoti. La mostra sarà visitabile dal 9 al 16 aprile tutti i pomeriggi dalle 17.00 alle 20.00.

longo

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/03/2016 alle  20:54:15, nella sezione ARTE,  1177 letture)

quadroNella lenta e non facile trasformazione della società dalla fine della Seconda Guerra Mondiale un ruolo importante l´ha giocato la donna. Questo difficile cammino, nutrito dall´ansia di liberazione che ne costituiva il substrato, ha innescato un processo di attività finalizzate a consentire a ciascuna donna di affermare la propria personalità e quindi la volontà di essere se stessa. Questa energia, scaturente da una condizione femminile che intendeva emanciparsi dagli assetti tradizionali in cui culturalmente era collocata, ha dato forza al processo libertario, producendo una spinta dirompente alle conquiste dell´essere donna anche e soprattutto nel campo dell'arte. Per il passato la presenza femminile nell´ambito artistico era sporadica, limitata a settori ritenuti compatibili come la tessitura, il ricamo, la decorazione. Nelle botteghe artistiche del `500, `600 e `700 le donne erano attive accanto a padri, mariti, fratelli, ma nel completo anonimato. Pochissimi i nomi giunti sino a noi. Solo l´800 e poi il `900 apriranno nuovi orizzonti di affermazione. Oggi donne come l'affascinante Nataly Ferrari, che ha esposto nella mostra "Eros" a Catania, effettuando anche una sua performance di Body Art, possono esprimere al meglio la loro creativitànatali ferrary. Natali è russa, è nata a Novyj Urengoy in Siberia, si è formata in una società difficile come quella sovietica, in un mondo ai confini della realtà, rielaborato da lei con l’intensità del bianco e nero, nella malinconia della scala dei grigi su cui si staglia prepotente un particolare colorato, sorgente di luminosità creativa, la cui memoria stratificata si esprime con modernità di linguaggio (vedi l'opera eccellente da lei presentata alla mostra di Catania). Ha scelto di vivere in Italia questa artista poliedrica che spazia dalla pittura ad olio su tela alla grafica, dai murales alle performance di body art. Le sue opere più recenti segnano una felice stagione creativa, riscoprendo il gusto della figura umana, del nudo, della femminilità sensuale, del vibrare e guizzare delle membra, alla ricerca dell’immagine pura, ove confluiscano ragione e vitalità, spontaneità del soggetto e attimo creativo dell’artista, che riesce a visualizza un'intima essenza. Erotismo il suo mai volgare, sublimazione anzi dell'eterno femminino. Una pittura in evoluzione che riesce a comporre, nella presenza trasfigurata e trasfigurante di un corpo di donna, materialità contemporanea e mito arcaico, curando l’approfondimento di una tecnica esecutiva che valorizza le capacità di questa brava artista, in grado di movimentare una mostra, nella quale il fruitore gode si della visione delle opere ma viene anche coinvolto in un'atmosfera creativa emozionante, travolto dalle vibrazioni indescrivibili che l'arte di Natali Ferrary riesce a trasmettere.

 
di Redazione (pubblicato il 19/03/2016 alle  09:54:52, nella sezione ARTE,  523 letture)

sequenziaInaugurata sabato 19 marzo presso i locali della Galleria Roma la mostra collettiva di pittura dal titolo “Pot-pourri”. La mostra è stata presentata dal semilogo e critico prof. Salvo Sequenzia (nella foto). La mostra rappresenta un incontro di gruppo che sigilla l’appartenenza alla piccola comunità che per passione, oramai da oltre dieci anni, trovano il loro punto di incontro nel cenacolo di Galleria Roma. La collettiva riunisce gli artisti: Accolla S., Alessi L., Barbera L., Benintende S., Bevilacqua G., Carbonaro A., Cascieri F., Floriddia A., Floriddia F., Fortuna R., Giaracca V., Giardina G., Giudice A., Guardo E., Li Puma S., Moncada A., Nicotra A., Nomiya T., Paone L., Perticone G., Pugliara P., Salomone M. Questi artisti nel tempo hanno condiviso le vicissitudini di Galleria Roma, giungendo sino ad oggi, attraverso una storia comune di persone e di lavoro artistico, a conseguire risultati lusinghieri in ambito artistico. Il punto d’incontro in un cenacolo privilegiato per costoro ha comunque significato qualcosa di importante ed ha contribuito, sia pure in parte, alla crescita artistica di ciascuno di loro.

Così ha scritto Salvo Sequenzia nella sua nota preliminare al catalogo della mostra: La mostra collettiva ”Pot-pourri‟, che rubrica le opere di 21 artisti “storici‟, legati da un lungo e fecondo sodalizio con la Galleria Roma di Ortigia, esprime – nelle poetiche e nella idiosincrasia degli stili e dei linguaggi, nella diversità delle esperienze e delle prospettive di ogni artista - un crocevia di cammini e di vicende di vita e di arte uniti da una comunanza lontana, felice, fervida, nutrita di idee, di progettualità e di speranze che si adunano in uno dei luoghi più laboriosi e ospitali di Siracusa cui l‟indimenticato Corrado Brancato diede vita, molti anni or sono, insieme a un manipolo di temerari e appassionati uomini votati alla sensibilità, alla bellezza e alla condivisione. Le opere in esposizione rendono conto di un significativo impegno produttivo degli artisti, di un serrato ed autentico clima di dialogo e di confronto e di una maturazione stilistica ed espressiva viva e sempre attenta a cogliere ispirazione e stimoli dal contesto sociale e culturale, dalla memoria e dagli archetipi del luogo, di una terra antica, colta, che nel dissidio esprime tutta la bellezza del suo sentire.

 
di Redazione (pubblicato il 17/03/2016 alle  20:41:06, nella sezione ARTE,  553 letture)

mostra pasquaDomenica 20 marzo alle ore 19.00, presso il Museo etnografico ‘N. Bruno’ a Floridia, si terrà l’inaugurazione della mostra ‘A via dulurusa’, una serie di preziose oleografie risalenti ai primi del novecento che ripercorrono le stazioni della Via Crucis. Ad presentare al pubblico l’iniziativa sarà la direttrice del Museo etnografico Cetty Bruno. L’allestimento dell’esposizione, che raccoglie opere provenienti dalla collezione privata del collezionista e cultore di tradizioni religiose solarinese Salvatore Mangiafico, è stato curato dallo studioso Mario Lonero. Nell’ambito della mostra è stata realizzata una rievocazione artistica del Golgota con la suggestiva allocazione dei simboli della Passione di Cristo su un sudario bianco. L’evento sarà impreziosito dalla presentazione del libro “Quannu ‘u Signuri passava p’ ‘o munnu”, opera in versi di Maria Lucia Riccioli, scrittrice, poetessa e soprano siracusana. Il volume, arricchito dalla prefazione del prof. Sebastiano Burgaretta, raccoglie quattordici componimenti in endecasillabi a rima baciata in lingua siciliana, più un Prologo, che ripercorrono una Via Crucis diversa, molto umana e semplice, nella quale Cristo si fa pellegrino per le vie del mondo, a patire e a gioire, uomo tra gli uomini, Maestro insieme ai suoi discepoli e all’umanità intera. Carmencita Bruno e la stessa autrice leggeranno alcuni brani dell’opera.

La direttrice del Museo etnografico Cetty Bruno ha dichiarato: «Questo evento vuole leggere la vicenda della Passione di Cristo in una prospettiva legata alla tradizione popolare contadina. Semplicità, devozione, pietà e compassione si intrecciano quindi nelle bellissime e suggestive oleografie della collezione di Salvatore Mangiafico e nelle sonorità dei versi dialettali della poetessa Maria Lucia Riccioli. Il risultato è un momento di grande misticismo e di arte sublime nella sua essenziale semplicità, che assume il punto di vista della narrazione popolare, piena di pathos e di umanità, secondo un principio ispirativo tratto dall’amico Prof. Giuseppe Amenta, ideatore della casa-presepe di via Giuliano».

La mostra può essere visitata sino al 27 marzo.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

 188 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (251)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (353)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi più cliccati

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


08/12/2019 @ 19:34:24
script eseguito in 277 ms