\\ Home page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 24/10/2014 alle  18:06:00, nella sezione CRONACA,  599 letture)

Si è svolto qualche giorno fa l'incontro annunciato tra il Prefetto e il comitato cittadino “Basta Veleno dalla zona industriale”. Tanti i quesiti rivolti al dott. Armando Gradone da parte della delegazione guidata dal presidente Peppe Resca e dai membri del direttivo Salvo Firenze e Simona Di Maggio, tra questi "se esiste un sistema di monitoraggio dei fumi che le industrie immettono nell'atmosfera e da chi è gestito?". Domande a cui il Prefetto non ha potuto o saputo rispondere perche fuori dal suo ambito di competenze istituzionali, ha detto, ma ciò che Gradone ha potuto assicurare con certezza è che a breve Siracusa e la sua provincia avranno un piano di evacuazione ben congegnato non prima di aver interpellato il tavolo tecnico generale con sindacati, imprese, Asp e Protezione Civile e con tutti gli altri organi competenti.

Resca e il Prefetto sono stati concordi nell'ammettere che attualmente il piano per la messa in sicurezza della popolazione è deficitario e che, nella malaugurata ipotesi di incidente industriale o calamità naturali, il territorio aretuseo si presenta completamente impreparato. Altro fronte di discussione, è stata la carenza di controlli periodici nelle scuole in fatto di sanità pubblica. Il comitato Basta Veleno ha chiesto con forza l'applicazione delle norme sulla sicurezza nelle scuole, dalle materne alle superiori, controlli che competerebbero alle aziende sanitarie locali e che andrebbero svolti unitamente negli stabilimenti del petrolchimico a beneficio dei lavoratori sottoposti continuamente alle sostanze nocive delle industrie. Dunque, esami del sangue e delle urine periodici e gratuiti per scongiurare il serio rischio di leucemia e tumori. Il prefetto Gradone, inoltre, ha informato la delegazione che presto convocherà gli Stati Generali del petrolchimico per sottoscrivere il protocollo di intesa rimasto senza firme dal 5 marzo scorso. Entro la prima settimana di dicembre il comitato Basta Veleno tornerà a bussare alla porta del Palazzo di Governo di Piazza Archimede per avere contezza sullo stato dei lavori relativi al piano di protezione civile. Resta invariato invece l'appuntamento del 29 novembre prossimo alle 9,30 al campo scuola Di Natale. Il corteo di Basta Veleno si muoverà lungo Corso Gelone per concludersi in Piazza Archimede sotto la Prefettura. La delegazione ha infine richiesto formalmente un confronto con l'Arpa di Siracusa e Palermo. Come è noto, sul caso miasmi sono state sensibilizzate anche le redazioni de Le Iene e Striscia la Notizia. Basta Veleno lo scorso anno ha presentato un esposto in Procura con 600 firme in calce contro i miasmi e cattivi odori provenienti dalla zona industriale.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 24/10/2014 alle  20:46:31, nella sezione EVENTI,  1160 letture)

ethiadSi avvicina la data (il 15 novembre) per la presentazione alle “Eccellenze Siciliane” della Compagnia Aerea di Bandiera degli Emirati Arabi Uniti “ETIHAD AIRWAYS”, oggi indicata quale eccellenza mondiale del trasporto aereo. L’incontro avverrà in una piacevole conviviale, a “Villa Orchidea”, elegante locale nei pressi dell’aeroporto di Comiso, per dare il benvenuto alla “ETIHAD AIRWAYS” in Sicilia, attraverso la musica e il cibo di qualità che, sapientemente intrecciato nelle pietanze che verranno somministrate, si fonderanno nei sapori siciliani ed arabi. Le pietanze verranno proposte come “CIBO PER LA PACE” con le ricette speciali di “Mr. PEPPE” - Golden Chef Five Stars. La serata è supportata dai Club Service, Rotary, Lions e Kiwanis, dalle eccellenze siciliane, dalle Istituzioni e personalità che parteciperanno e dai rappresentanti di Agenzie di Viaggio IATA . La presenza di noti artisti che allieteranno la serata con la buona musica, sarà il giusto preludio all’ospitalità innata dei siciliani, da sempre cultori degli ottimi rapporti con i Paesi del Golfo Persico e con tante affinità con il mondo arabo. Scopo della serata sarà la raccolta di fondi da devolvere in beneficienza, ad Associazioni meritevoli che operano in favore dei bambini e di donne bisognose, senza distinzione di razza o religione.

Gli organizzatori di questo evento, Giuseppe Pantano ed Emilio Antonaci, sono convinti infatti che partire da Siracusa, “culla del Mediterraneo”, o in generale dal Sud Est della Sicilia sia l'ideale per avviare iniziative che man mano si stanno materializzando, e che questa sarà la migliore strategia da seguire, mettendo in luce la nostra cultura, i nostri profumati luoghi e le bellezze naturali. Così si potranno attirare potenziali investitori esteri.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/10/2014 alle  14:18:40, nella sezione LIBRI,  2623 letture)

poesie raimondiEdito da AWA International il nuovo volumetto di poesie di Raimondo Raimondi dal titolo “Sotto il ponte spagnolo”. Si tratta di una silloge di liriche dedicate ad Augusta, cittadina dove il poeta ha vissuto la sua giovinezza, ricca di luoghi e di ricordi meravigliosi, travolti oggi dalle cronache disperate del’inquinamento industriale. Poesie che vogliono far riflettere sulle bellezze della cittadina marinara, un paese di cui troppo spesso si evidenziano solo e sempre i problemi e le infinite carenze, finendo per rendere ad esso un cattivo servizio. Immagini fotografiche e poetiche per far riappropriare il lettore di un bene prezioso, per far nuovamente rivivere quel senso di appartenenza a un territorio e a una storia, per proiettarlo verso un futuro di fiducia e speranza attraverso i percorsi della memoria e, a volte, della nostalgia.

Poesie ispirate frequentemente al mare: su questo mare naviga il poeta e vi si lascia cullare e in esso s’immerge, per sfuggire alla paludosa e sempre più impraticabile realtà. Perché è proprio così, naviga il poeta, infagottato nei propri sogni, stracolmi di amore per tutto ciò che lo circonda, ancorché i fumi delle industrie o le offese degli uomini abbiano rovinato i ricordi, appassendo le speranze. Ecco, queste “speranze appassite” potrebbero far pensare a momenti di sconforto, di tristezza, di pessimismo, ma la sensibilità del poeta intride i suoi versi di forza, spesso di rabbia, ma anche di immagini indimenticabili. Ma perché un poeta vuole imprimere le proprie impressioni sopra un foglio bianco? La risposta non potrebbe essere più semplice e più chiara: spesso il poeta è solo e inascoltato, come Cassandra, pertanto affida il suo pensiero, il suo messaggio, la sua emozione e - perché no? - la sua percezione ad un foglio come fosse una pubblica confessione di certezza.

La poesia di Raimondi è amara ma è anche un canto d’amore. Un canto d’amore verso un territorio in cui, non essendovi nato, ha vissuto la sua giovinezza e i suoi primi amori, un atto d’amore nella piena consapevolezza di questo nostro difficile tempo che il poeta e la sua città stanno attraversando .

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 26/10/2014 alle  09:30:34, nella sezione ARTE,  663 letture)

tantilloLa Galleria Civica Montevergini di Siracusa dal 25 ottobre al 16 novembre ospiterà la mostra “Tantillo - Sogno mediterraneo” a cura di Paolo Giansiracusa. La mostra è organizzata dalla Galleria Quadrifoglio con il patrocinio dell'Assessorato ai Beni culturali del Comune di Siracusa, e vuole omaggiare Armando Tantillo, artista venuto a mancare nel 1998, presentando venti opere di media e grande dimensione significative del suo percorso creativo. “La matita, il bulino, il pennello nelle sue mani – scrive Paolo Giansiracusa nel testo che accompagna il catalogo della mostra - erano il prolungamento di una creatività incontenibile, tradotta con gestualità serrata, con fitte tessiture dove colore e segno diventavano un’unica entità. Gli utensili nelle sue mani instancabili pettinavano cieli nuovi accarezzati da palmizi svettanti, plasmavano ninfe azzurre sorgenti dall’onda del cuore, costruivano sogni e avventure per un’umanità assetata di bellezza. tantillo 2Avrebbe dipinto, con l’energia e l’entusiasmo giovanile di chi trova nell’arte il tempo infinito dell’esistenza, anche per il terzo millennio di cui non ebbe modo di vedere l’aurora. Sarebbe stato utile all’umanità nuova vedere scorrere felice la freschezza del colore puro, ma restano le opere e i documenti come si sa sono l’impronta indelebile di chi ha vissuto tra noi. Il tempo è passato ma il messaggio è sempre vivo, anzi la forza del colore si è caricata di memoria, di una memoria collettiva dove l’arte è sintesi perfetta, espressione compiuta di un insieme inscindibile”.

La mostra si potrà visitare tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.

Foto 1: un momento della presentazione di Paolo Giansiracusa

Foto 2: Raimondo Raimondi e Mariella Ricca davanti a un’opera di Tantillo

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 26/10/2014 alle  14:14:16, nella sezione ARTE,  1089 letture)

GALLERIA ROMALa Galleria Roma di Piazza S. Giuseppe a Siracusa ospita dal 25 ottobre al 4 novembre la mostra collettiva d’arte dal titolo “Codice Mediterraneo”. Sono opere di pittura, scultura e fotografia di numerosi bravi artisti come Laura Alessi, Silvia Orecchia, Cetty Midolo, Carmen Monaco, Margherita Davì, Angela Floriddia, Francesco Floriddia, Claudio Cristina, Federica Spada, Zelinda Borella, Stefano Lo Bello, Vittorio Giaracca, Luciano Paone, Giacomo Perticone, Vincenzo Nitto, Gianfranco Bevilacqua, Nello Benintende, Amedeo Nicotra, Giovanni Bove e Marika Cassone. Durante la cerimonia di inaugurazione interventi di Corrado Di Pietro, presidente di Galleria Roma, e del prof. Antonino Sicari, docente del Liceo Artistico A. Gagini di Siracusa.

Ha detto Corrado Di Pietro nel suo discorso introduttivo: “Si può parlare di un “codice” mediterraneo nelle arti figurative di questo primo scorcio di secolo? Esiste una visione del mondo comune ai nostri tanti artisti che operano in questa parte della Sicilia orientale, che ha dato buoni nomi, nello scorso secolo, alla storia dell’espressione artistica nazionale? C’è una scuola, un indirizzo, una tecnica e una concezione dell’arte comuni ai vari movimenti artistici che si sono avvicendati sulla scena dell’arte delle province di Messina, Catania, Siracusa, Ragusa, a partire dalla seconda metà del novecento fino ad oggi? Le risposte a queste domande richiedono un’attenta analisi che finora è stata solo accennata e non ancora esaustivamente definita; è un’analisi che va fatta non solo sul corpo delle forme d’arte (pittura e scultura principalmente) ma anche sul corpo sociale e culturale del territorio siciliano, sulle sue attese e sulle sue disattese…I diciannove artisti antologizzati in questa collettiva appartengono a scuole diverse e a differenti visioni del mondo: dal paesaggio all’informale, dal figurativo all’astratto, dalle forme chiuse a quelle aperte, tutto entra nel circolo dell’arte contemporanea, ora attardandosi su stilemi più antichi, ora acquisendo i caratteri di una più futuristica sperimentazione. L’arte appartiene alla cultura (e non viceversa) e viene stimolata da tutti i movimenti che nella cultura trovano spazio e forza”.

L’organizzazione della mostra è stata affidata ad Amedeo Nicotra e Laura Alessi.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 27/10/2014 alle  20:49:28, nella sezione CULTURA,  719 letture)

museo civicoDel museo civico di Augusta, istituzione esistente sulla carta ma ancora in fase di avviamento, si è parlato in questi giorni dopo un articolo apparso sul quotidiano La Sicilia dal titolo ”Lo strano destino del museo civico, tutti lo vogliono ma nessuno agisce”. Naturalmente l’articolo ha suscitato reazioni da parte del direttore Simona Sirugo e del comitato direttivo nominato dall’allora commissario regionale La Mattina, composto da Raimondo Raimondi, Carmelo Valastro, Fabio Gulino e Stefania Ramaci, nominativi poi confermati anche dall’attuale commissione straordinaria. Così si è fatto il punto sui progressi e sui lavori in itinere. Infatti – si comunica in una nota diffusa alla stampa - puntando sulle ricchezze e sulle peculiarità del territorio, è iniziato un progetto di ricerca volto a riqualificare il concetto di museo civico. Si è sviluppato, con rigore scientifico e cognizione delle reali potenzialità del territorio, un documento di presentazione e sintesi di un'idea progettuale dal titolo "Il museo civico di Augusta. Verso una nuova identità". Il progetto propone la trasformazione del museo civico, inteso in senso tradizionale, in ecomuseo della città di Augusta. L'obiettivo è mirare alla riqualificazione, non solo della struttura museale ma dell'intero territorio. Il progetto, che ha ottenuto l'approvazione dei commissari straordinari, è articolato e complesso e prevede tempi minimi di realizzazione di circa 12-18 mesi, l'istituzione di gruppi di lavoro e di un comitato tecnico e l'attuazione di un approccio metodologico fondato sulla lettura ed analisi del territorio. Per quanto concerne il lavoro già svolto, è stata avviata una ricerca sistematica delle collezioni disperse e di quanto era in possesso dell'ente comunale, coinvolgendo gli organi statali preposti alla tutela del patrimonio culturale. A seguito dell'indagine, intrapresa dalla soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Siracusa, conclusasi alla fine dell'estate 2013, si è potuto constatare la numerosità parziale delle collezioni museali. Contestualmente, è stata avviata, di concerto con gli uffici comunali, la ricerca di uno stabile di proprietà dell'Ente, che rispondesse agli standard qualitativi minimi per un museo. Nell'autunno del 2013 i commissari comunali, hanno affidato al museo il piano terra dell'ex biblioteca, che si trova all'interno dei giardini pubblici. E' in corso l'ammodernamento delle stanze.

Nella foto: il comitato direttivo del Museo ai tempi del suo insediamento col commissario La Mattina

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 27/10/2014 alle  20:53:03, nella sezione LIBRI,  567 letture)

notoIl Comune di Noto, in collaborazione con l’associazione turistica Pro Noto e con la partecipazione straordinaria di Afs, American Field Service - Intercultura, ha bandito la VII edizione del concorso letterario per i piccoli autori e illustratori, in occasione del Festival della Cultura per i ragazzi, in programma dal 22 al 30 novembre prossimi.

Il concorso si articola in due sezioni - “Piccoli autori” e “Piccoli illustratori”- che invitano i bambini a realizzare una storia, un saggio o una poesia nel primo caso e un’illustrazione nel secondo, sul tema “Insieme oltre la frontiera, per costruire la pace”. Possono partecipare all'iniziativa tutti i bambini del secondo ciclo delle scuole primarie e di I e II media.

I lavori dovranno pervenire al Comune di Noto entro le 12 del 10 novembre 2014. Quindi la giuria, presieduta dal sindaco di Noto Corrado Bonfanti e composta da esperti e specialisti sceglierà le tre opere vincitrici per ogni sezione. I bambini saranno premiati con attestati in pergamena, libri, gadget e buoni acquisto da utilizzare in libreria, consegnati nel corso della cerimonia finale della manifestazione.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 28/10/2014 alle  10:19:50, nella sezione CULTURA,  555 letture)

Sono 20 i partecipanti, selezionati tra oltre 300 candidati, alla nona edizione del Corso di Alta Specializzazione in Management del Turismo Culturale “Cattedra Edoardo Garrone”, che si terrà fino al 6 dicembre 2014 sul tema “Turismo culturale per lo sviluppo dei territori”. Il Corso è destinato a giovani laureati, ma anche professionisti e operatori del settore, con una formula intensiva in 6 settimane per 300 ore di didattica, e si svolge all'interno dell'area del Castello Maniace, sull'estrema punta dell'isola di Ortigia. Una scelta logistica in linea con la tematica del turismo culturale e con la tutela dell’ambiente e la valorizzazione delle aree marine protette.

La Scuola di Alti Studi è un progetto realizzato dal Comitato per la promozione di un Centro di Eccellenza in Studi in Economia del Turismo Culturale a Siracusa. Fu costituita nell’aprile 2006 dalla Fondazione Edoardo Garrone in sinergia con la Camera di Commercio di Siracusa, Confindustria Siracusa e il Consorzio Universitario Archimede e in collaborazione col Comune di Siracusa, la Provincia Regionale di Siracusa e gli Assessorati ai Beni Culturali e al Turismo della Regione Siciliana.

E’ riconfermato anche per quest’anno il Premio “Cattedra Edoardo Garrone”: un contributo di 5.000 euro assegnato per la realizzazione del migliore progetto imprenditoriale tra quelli che gli iscritti presenteranno a conclusione del Corso.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 29/10/2014 alle  14:50:58, nella sezione CULTURA,  755 letture)

PILLITTERI1Lunedì pomeriggio, presso la sede di via Tripoli, Sergio Pillitteri (nella foto a sinistra), presidente dell'associazione culturale "Dueppiù per la città che vorrei", ha presentato ufficialmente il nuovo programma attività dei prossimi mesi, dinanzi ai soci e al consiglio direttivo. "Un programma" dichiara Pillitteri, "ricco di attività culturali, ricreative, musicali, ma anche attività e progetti che guardano sempre più alla nostra città, occupandosi delle problematiche ed istanze del cittadino. Ormai con determinazione e continuità il consiglio direttivo della nostra associazione si fa carico di tante richieste ed istanze provenienti dal basso, ovvero dai cittadini, commercianti, giovani studenti universitari, cercando di individuare tempestivamente nei limiti del possibile le opportune soluziopubbliconi. Un modo concreto di fare politica attiva nel territorio".

Il programma prevede diversi eventi di vario genere, a cominciare, venerdi 14 novembre, con un "viaggio nella musica di tutti i tempi" proposto dal gruppo "The smile night": dagli anni '30 agli anni '90, un excursus di celebri brani di musica leggera. Nell'incontro è stato anche descritto per linee generali il programma del prossimo 4° Premio Tyche, che si svolgerà giorno 11 Dicembre, a cura interamente dell'associazione, in sinergia con l'Istituto Comprensivo Nino Martoglio di Siracusa. A presiedere la commissione valutatrice del Premio sarà lo scrittore siracusano Luca Raimondi.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 30/10/2014 alle  15:01:29, nella sezione LIBRI,  606 letture)

maimoneVenerdì 31 ottobre alle 18:30 il Biblios Cafè di Siracusa (via del Consiglio Reginale, 11) ospiterà il secondo evento organizzato dalla nuova gestione, la presentazione del nuovo libro di Vincenzo Maimone, "La variabile Costante", edito da Fratelli Frilli. A introdurre l’autore sarà lo scrittore siracusano Luca Raimondi. La trama del libro ruota attorno all’omicidio di una giovane donna, che scuote la quiete di Acireale. La pista privilegiata è quella del femminicidio, ma forse le cose non stanno proprio così. Le vicende personali e professionali di Tancredi Serravalle, docente di Storia e Filosofia, pungolato senza sosta dall’ironia irriverente del suo demone socratico, e del commissario Giacomo Costante si intersecano intrecciandosi in una trama intensa che fotografa uno spaccato di realtà e suggerisce spunti di riflessione sulla frenesia della società contemporanea.

Vincenzo Maimone (Messina, 1970) si è laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Messina. È Ricercatore in Filosofia politica presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania. È autore di vari saggi e articoli su riviste scientifiche e della monografia "La società incerta. Liberalismo, individui, istituzioni nell’era del pluralismo" (Rubbettino, Soveria Mannelli). Ha pubblicato due romanzi, "Un nuovo Inizio" (Sampognaro e Pupi) selezionato come semifinalista al Premio Scerbanenco; e "L’ombra di Jago" (Sampognaro e Pupi).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2

 1048 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (252)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (734)
CULTURA (201)
EDITORIALI (26)
EVENTI (353)
LIBRI (207)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020

Gli interventi più cliccati

< aprile 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             


Titolo

 



Titolo

Le fotografie più cliccate


Titolo


09/04/2020 @ 00:11:45
script eseguito in 220 ms