Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 09/01/2012 alle  09:55:02, nella sezione CRONACA,  898 letture)

Dopo le dichiarazioni del consigliere provinciale Bastante appaiono piuttosto tesi i rapporti nel centro destra fra il Pdl diciamo “ufficiale” e la componente chiamata Rinascita Pdl. Alcune voci del Popolo della libertà sono polemiche nei confronti del senatore Bruno Alicata (nella foto a sinistra), espressione politica dell'asse Prestigiacomo-Bellucci, e del coordinatore provinciale del Pdl, Vincenzo Vinciullo, legato all’asse catanese Firrarello-Castiglione. Giuseppe Bastante (nella foto a destra) per Rinascita Pdl aveva manifestato una certa delusione per la mancanza di proposte concrete da parte del senatore Alicata e dal deputato regionale Vinciullo per l'emergenza lavoro e per sostenere le famiglie o almeno per ridurre gli ingenti costi della politica, visto che proprio il Senato e l'Assemblea Regionale Siciliana si distinguono per i loro costi estremamente onerosi per l’erario pubblico. Invece – ha sostenuto Bastante - Alicata e Vinciullo, entrambi "nominati", uno come senatore e l'altro come coordinatore del PdL, ritengono di dover bacchettare esperienze positive come quella di Rinascita che, impegnandosi esclusivamente per offrire un contributo alla soluzione dei problemi della collettività, ha ottenuto risultati concreti come la riduzione dei costi dell'inutile Consorzio Universitario e l'applicazione del quoziente familiare. I consiglieri provinciali Bastante e Saggio e quelli comunali Fortuna, Grasso e Corbello, tutti membri della componente Rinascita PdL, si stanno impegnando per il bene comune, senza chiedere poltrone e prebende. A questa che potremmo chiamare “diatriba interna fratricida” si affianca un altro fronte polemico che chiameremo “esterno ma tra parenti” cioè tra il PdL e Forza del Sud o Grande Sud che dir si voglia con la forte e decisa presa di posizione del PdL nei confronti dell'alleato spesso polemico e che ha più volte minacciato la rottura dei rapporti soprattutto nel capoluogo dichiarando che l'azione del Popolo della libertà era insufficiente e sbagliata, contestando il sindaco Visentin, con tante sfaccettature critiche affidate al senatore Roberto Centaro e all'onorevole Titti Bufardeci,. Così il senatore Bruno Alicata ha dato la stura a un comunicato dai toni durissimi: “Sputare nel piatto ove sino a ieri si è mangiato, avendo ricoperto anche altissimi ruoli, è esercizio sgradevole, noiosamente ripetitivo e certamente censurabile agli occhi dell'opinione pubblica. - così Alicata - Oltretutto, accusare il Pdl di aver fallito e di avere disatteso gli impegni, oltre che falso e propagandistico, suona come un boomerang, atteso che il leader del partito arancione ha ricoperto ruoli di primissimo piano in seno ai governi Berlusconi. Alla fine, ritrovarsi nel nuovo anno a consumare energie in inutili polemiche volte a conquistare vacue visibilità dà la misura del corto respiro di un movimento territoriale e localistico che cerca disperatamente di conquistare spazi vitali nell'incerto clima politico”. Insomma, tempi duri per il centro destra siracusano, o forse tamburi di guerra in vista di appuntamenti elettorali per i quali appare incerto l’accaparramento di una candidatura.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 07/01/2012 alle  13:56:04, nella sezione CRONACA,  1031 letture)

Mimmo Di Franco del Movimento politico-culturale “L’altra Augusta” ha fatto pervenire agli organi di stampa una nota di segnalazione per un inconveniente che riguarda la sicurezza dei cittadini augustani. “Ho sollecitato alcune volte una maggiore attenzione – dice Di Franco - sulla strada provinciale Augusta-Brucoli nei pressi della clinica privata “Villa Salus”, affinché si evidenziasse con maggior efficienza l’attraversamento di moltissime persone che si recano nella struttura sanitaria privata per visitare i degenti o anche per usufruire dei servizi. Faccio appello alla nostra rappresentanza augustana presso la giunta provinciale (Assessori Lazzari, Paci, La Gioia) di farsi carico affinché nei pressi dell’ingresso della “Villa Salus” siano posizionate delle strisce zebrate per l’attraversamento dei pedoni, con dei dorsi dissuasori di rallentamento e segnaletica verticale. Inoltre sarebbe necessaria, oltre ad una pensilina di attesa, una maggiore illuminazione essendo quel luogo pure ingresso e uscita di autoveicoli dal parcheggio della clinica”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 07/01/2012 alle  13:50:55, nella sezione CRONACA,  937 letture)

Presentato all’ARS un disegno di Legge, il cui primo firmatario è il Vicepresidente della Commissione Affari Istituzionali, On. Enzo Vinciullo, che si pone l’obiettivo di debellare il pericolo del punteruolo rosso con sistemi naturali e non invasivi, al fine di salvaguardare il ragguardevole patrimonio siciliano di palme, preziosi elementi di arredo urbano, importanti dal punto di vista paesaggistico e culturale. Un po’ in ritardo arriva questo intervento visto che oramai i danni provocati in Sicilia dal punteruolo rosso sono enormi e che circa il 70 per cento dei palmizi sono state distrutti. Nel corso degli anni, fino ad arrivare ad oggi, il Punteruolo Rosso si è adattato alle esigenze alimentari che ha trovato nella nostra terra, attaccando anche altre specie di palme come la varietà Washington, la Cycas e la Palma Nana. Di quest’ultima, una pianta autoctona molto diffusa nel territorio siciliano, si sta registrando la totale estinzione. La ricerca ha consentito di individuare una serie di interventi applicando principalmente il metodo dell’equilibrio biologico, cioè immettendo, nell’ambiente insetti utili per ripristinare la catena alimentare e ristabilendo l’ecosistema iniziale senza necessità di transennare le aree soggette all’intervento, cosa che sarebbe obbligatoria nel caso di trattamenti con prodotti fitosanitari che potrebbero interferire con la salute del cittadino. In Sicilia esistono delle aziende che si occupano della produzione di insetti ed acari utili per la difesa biologica delle colture, di conseguenza la nostra Regione è pronta ad affrontare questo nuovo orizzonte della lotta al Punteruolo Rosso. Il disegno di legge dell’On. Vinciullo prevede il censimento del patrimonio palmizio pubblico e privato siciliano, la cattura passiva, il trattamento biologico e l’utilizzo di insetti contrastanti l’infestazione, la creazione di un numero verde al servizio dei cittadini, le modalità di distruzione delle palme irrecuperabili, l’istituzione di un Passaporto verde per le palme, la creazione di un Albo degli operatori specializzati e di un Organo di Vigilanza sulla corretta applicazione della Legge.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 06/01/2012 alle  19:08:37, nella sezione CRONACA,  3234 letture)

E’ il dottor Roberto Risicato, proveniente dall’ospedale Umberto I di Siracusa, il nuovo direttore dell’Unità operativa complessa di Medicina Interna dell’ospedale Muscatello di Augusta – Distretto ospedaliero SR2. L’incarico gli è stato conferito con deliberazione del direttore generale Franco Maniscalco a conclusione della procedura concorsuale che lo ha visto prevalere su 5 candidati ritenuti peraltro tutti idonei. E’ stato il colloquio sostenuto dinanzi alla commissione giudicatrice dal neo direttore di Medicina interna dell’ospedale di Augusta che ha evidenziato ottime capacità organizzative e di interrelazione all’interno dei quesiti posti e la ottima conoscenza degli aspetti teorico professionali, tali da farlo prevalere sugli altri pur valenti medici. Il curriculum formativo e scientifico è stato ritenuto buono, unitamente all’affermata ottima esperienza clinica, maturata nell’ambito epatologico e nell’utilizzo di tecniche interventistiche. Con questa nomina salgono a cinque i direttori di strutture complesse dell’ASP di Siracusa di fresca investitura. Roberto Varsalona per l’Ortopedia e Traumatologia dell’Umberto I, Marco Contarini per l’Emodinamica dello stesso nosocomio, Salvatore Italia per la Medicina Interna dell’Ospedale di Avola, Lucia Lo Presti per la Ginecologia e Ostetricia del Distretto Ospedaliero SR 2 e ora Roberto Risicato per la Medicina Interna dell’Ospedale di Augusta.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 06/01/2012 alle  19:04:29, nella sezione ARTE,  942 letture)

Il 14 gennaio alle ore 18 verrà inaugurata la rassegna d’Arte “The Three Dimension of Art”, organizzata dall’Associazione “Spazio Arte” in collaborazione con “EtnArte”, che darà spazio alle opere di artisti nazionali e internazionali nelle sezioni Scultura, Pittura e Digital Art. La manifestazione, che si svolgerà dal 14 gennaio al 5 febbraio 2012 e sarà ospitata presso le Ciminiere di Catania, Padiglione E4, prevede la partecipazione di vari artisti siracusani che negli ultimi anni si sono particolarmente distinti nella musica, nel teatro e nella poesia. Allo spettacolo inaugurale, dal titolo “Siracusa, pensiero e storia nella cultura dell’essere”, ideato dall’attore-poeta Marco Veneziano, prenderanno parte gli attori Marco Scuotto e Serena Intagliata che daranno voce ai personaggi legati alla storia millenaria della città di Siracusa. I brani poetici saranno accompagnati dalle musiche del maestro Valerio Massaro, giovane musicista di origini siracusane. Giorno 5 febbraio l’artista Marco Veneziano sarà nuovamente presente insieme al resto degli attori per la consegna degli attestati.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 06/01/2012 alle  17:49:50, nella sezione ASTROLOGIA,  1136 letture)

Fino al 21 gennaio ci troviamo sotto il segno del Capricorno, un segno di terra, domicilio del pianeta Saturno, che simboleggia la senilità e l'ascesi e coincide in natura con il freddo inverno, con la cristallizzazione, col letargo. Il suo metallo è il piombo, la sua pietra l'onice, il suo colore il nero, il suo giorno il sabato. Il nato sotto questo segno è inquieto, pessimista, dubbioso sulle proprie capacità, chiuso nel suo mondo enigmatico, riflessivo, egli da, fin da ragazzo, l'impressione di essere troppo maturo, perfino "vecchio". Rigoroso, duro, spartano, il Capricorno non riesce subito simpatico: è economo e può essere preso per avaro, è perennemente scontento di sé e degli altri per cui non pare un compagno piacevole, ama, per giunta, la solitudine e difende a spada tratta l'invalicabilità dei suoi spazi privati. E' portato allo studio, all'arricchimento del proprio bagaglio culturale e alle discipline rigorose che possono accrescere la sua ricchezza interiore. E' uno spirito critico, analizza spietatamente i fatti alla fredda luce della razionalità, per cui spesso non viene creduto perché dice cose spiacevoli, ma i fatti gli danno sempre ragione. Ha pochi amici, ma quei pochi durano a lungo. In campo sentimentale non è esuberante né passionale: i suoi affetti sono però profondi e costanti. Spesso è sfortunato in amore, ma il suo matrimonio è quasi sempre soddisfacente e solido, essendo egli disposto a sacrificarsi pur di mantenere la pace e la tranquillità del suo menage coniugale. Organizza tutto con minuzia che, a volte, diventa nevrosi ed è quindi portato a lavori di ricerca, di classificazione, di archivio. Può essere un bibliotecario o un direttore di musei o, più modestamente, un buon segretario e un efficiente collaboratore. E', comunque, un gran lavoratore, anche se di rado viene adeguatamente valorizzato perchè non accetta compromessi, non riesce ad adulare e non si adatta facilmente ai cambiamenti. Per quanto riguarda la salute la sua patologia riguarda la struttura ossea e le articolazioni delle ginocchia. Soffre, quindi, di dolori reumatici ed artrosici, di sciatalgie, soprattutto cervicali, di malattie da raffreddamento e di fastidiose nevralgie. Nel 2012 i capricorno nati nella prima decade avranno un inizio anno ricco, con un momento di stasi a fine marzo. Si riprenderanno dopo l’estate con grandi novità in campo professionale, nel quale mieteranno successi. Per i nati nella seconda decade il 2012 sarà un anno di rivincite. Si ricorderanno di chi si è comportato male e di chi si comportato bene. La memoria del Capricorno è ottima e i suoi giudizi densi di saggezza. Sapranno restituire ciò che hanno ricevuto. Un anno di gloria. I Capricorno nati nella terza decade avranno la presenza di Giove in trigono, quindi buona sorte, ma anche la quadratura di Saturno, il che comporterà qualche difficoltà nel lavoro.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 05/01/2012 alle  14:13:46, nella sezione ARTE,  1021 letture)

Sabato 7 gennaio verrà inaugurata la mostra di pittura e scultura dell’artista palazzolese Enzo Nieli presso la Galleria Roma di Siracusa. Enzo Nieli, già noto al grande pubblico della città per aver di recente esposto presso la Biblioteca Alagoniana un interessante remake d’autore della “Annunciazione” di Antonello da Messina, si ripropone nella Galleria Roma questa volta con una mostra personale di pittura e scultura che tocca a campione diversi periodi e ambiti della sua produzione. A presentare l’artista sarà il Prof. Nino Portoghese. Valente artista del legno Enzo Nieli non pone limiti alla creatività sfruttando la sua profonda conoscenza dei materiali dai quali estrae personaggi e simboli che da sempre popolano l’immaginario ed evocativo universo della comunità di Palazzolo Acreide. I luoghi del culto, spaccati di vita locale, la campagna mai privata dello skyline del paese, sempre presente, mai fuori campo, “quel luogo” ben ancorato ad un sentimento di identità che l’artista non mette mai da parte, neanche nei lavori di pittura dove, anche se tenta il massimo distacco, non può fare a meno di ricondurre il tutto ad una traduzione del segno nella autenticità del significato, impregnato fortemente di una materiale immaginazione che il fruitore può addirittura toccare, per stabilire quel contatto necessario per entrare anch’egli nell’idea dell’artista. La mostra resterà aperta fino al 17 gennaio.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 05/01/2012 alle  14:06:41, nella sezione ARTE,  1430 letture)

E’ in corso a Torino fino al 30 gennaio 2012 l'Esposizione Internazionale d'Arte Contemporanea inaugurata il 17 dicembre, curata da Vittorio Sgarbi, sotto la direzione artistica di Giorgia Cassini. A Torino è presente l'artista siracusana Sandra Rizza con l'opera "Escort da casa e faccio Danno" e la sua presenza in questa importante rassegna è propedeutica ad una prossima partecipazione alla Biennale di Venezia, Padiglione Italia. Sandra Rizza è nata a Siracusa, città dove vive e lavora. Si avvicina alla pittura già in tenera età, a 14 anni si iscrive all'Istituto Statale d'Arte di Siracusa dove subito si impone per la sua originalità rispetto alle tendenze. Ha frequentato poi l'Accademia di Belle Arti di Catania, sezione scenografia, nell'anno 1983 e l'Accademia di Belle Arti "Mario Minniti" a Siracusa. Ha partecipato a numerosi concorsi di pittura vincendo anche molti premi. Dal 2008 si reca frequentemente a Roma per approfondire la sua sperimentazione artistica. Qui incontra i fotografi Claudio Abate e Stefano Esposito con i quali lavora e instaura rapporti d’amicizia. Sandra Rizza sperimenta e recupera i mezzi espressivi del fare arte con supporti spesso tradizionali, si avvale anche di installazioni utilizzando diversi materiali dislocati liberamente nello spazio espositivo. Ha esposto in molte location e gallerie d’arte siciliane e italiane.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 04/01/2012 alle  11:31:12, nella sezione CRONACA,  854 letture)

Domenica 8 gennaio presso la sede del Gruppo Fratres di Augusta, sita in via Gramsci, dalle 7.00 fino alle 13.00 sarà possibile effettuare donazioni di sangue da parte dei volontari. Donare sangue – dicono i responsabili di questa meritoria associazione - è un atto non soltanto consapevole, volontario, ma anche gratuito: il sangue è vita e la vita non ha prezzo. Essere in buona salute è un requisito fondamentale per donare. Non possiamo donare se usiamo droghe o abbiamo rapporti rischio, se risultiamo positivi all’epatite o dell’Aids o se siamo affetti da altre malattie. Significa, quindi, tenere anche sotto controllo la nostra stessa salute. Tutti possono sapere se si è idonei per donare sangue, basta fare la pre-donazione da lunedi a sabato dalle 8.30 alle 12.00 presso l'ospedale di Augusta dicendo che si è mandati dalla FRATRES AUGUSTA. Donare il sangue è un gesto semplice che può salvare tante vite.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 30/12/2011 alle  13:46:45, nella sezione CRONACA,  942 letture)

Finalmente qualcosa si muove anche nella Regione Sicilia, patria degli abusi e dei privilegi di marca politica. Infatti nell’ultima seduta dell’anno, l’Ars ha tagliato un altro privilegio, forse uno di quelli più ambiti: la legge 104, quella sulle cosiddette “baby pensioni”, che consentiva i prepensionamenti dei dipendenti regionali che devono accudire un parente malato. Con la motivazione di dover assistere un genitore, un coniuge o un figlio malato, centinaia di impiegati e dirigenti sono andati in pensione anzitempo. La legge infatti prevede questa possibilità con 25 anni di contributi, addirittura 20 per le donne. Negli ultimi tempi, si era assistito ad una vera e propria fuga dall’amministrazione regionale. Una bella differenza rispetto alle normative varate dal governo nazionale che di fatto bloccano i pensionamenti anche a chi ha lavorato per 40 anni. La norma varata dall’Ars adegua la Sicilia al resto del Paese dove il prepensionamento è consentito solo in caso di inidoneità fisica del dipendente, non dei suoi familiari. È passata, però, una sorta di “sanatoria” per le domande già presentate non ancora accettate dalla Regione. Negli ultimi anni, i prepensionamenti in Sicilia hanno fatto registrare una crescita esponenziale, infatti tra il 2004 e il 2007, i baby-pensionati regionali che usufruivano dei benefici della legge 104 erano in media 100 all’anno. Nel 2008 e nel 2009 la cifra è raddoppiata: 200 pensionati all’anno.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 30/12/2011 alle  10:09:37, nella sezione CRONACA,  937 letture)

Sulla problematica della piscina comunale, che sta appassionando i cittadini augustani, tra i pro e i contro, per la quale ricordiamo è stato votato e approvato dal consiglio comunale il progetto di ristrutturazione, registriamo una dichiarazione di Salvo Madonia, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Augusta. “Vorrei chiarire – dice l’assessore - che la storica piscina di Augusta la cui ristrutturazione avverrà prima dell’estate 2012, presenta una serie di punti di forza. Una sorta di settebello di motivazioni, per rimanere in tema di pallanuoto. Intanto si tratta di una piscina con scopo ricreativo fruibile a tutti (giovani, meno giovani e diversamente abili) che potranno riavere, in tempi brevissimi, una struttura sportiva pubblica nell'attesa della realizzazione di una moderna cittadella sportiva. Potrà essere fruita anche dai diversamente abili, che potranno accedervi autonomamente sino a raggiungere lo spogliatoio allocato sotto la tribuna e contestualmente raggiungere autonomamente la nuova vasca a bordo sfioro. La ristrutturazione-costruzione della vecchia piscina prevede una riduzione delle sue originarie misure per le nuove norme di omologazione CONI, che prevedono superfici a bordo vasca adeguate. La dotazione di nuovi impianti tecnologici permetterà di abbattere i costi di gestione del 70%. Naturalmente ciò non pregiudica la realizzazione della piscina sportiva all’interno della cittadella sportiva, che tutti quanti ci auspichiamo di avere, in questo caso l’attuale struttura diventerà un impianto di quartiere facilmente gestibile, sfruttato dai residenti del centro storico, dai bambini e dai diversamente abili. Infatti la possibilità di posteggiare ai giardini pubblici e l’utilizzo del sottopassaggio, che verrà ripristinato dopo l’allargamento della strada, ne faciliterà l’accesso. Soli così potremo iniziare a rivalutare il centro storico progressivamente ristrutturato. Pur riconoscendo i limiti di una vasca non idonea ad ospitare campionati di serie A – conclude Salvo Madonia - questa renderà possibili gli allenamenti, senza doversi spostare fuori sede se non per l’espletamento della gara, nelle more della realizzazione della vasca ufficiale all’interno della cittadella sportiva sulla quale si sta lavorando per la nuova destinazione d’uso dell’area individuata. Infine, fatto non meno importante, abbiamo previsto che l’allargamento della strada di accesso alla città dal viadotto Federico di Svevia deve essere contestuale alla ristrutturazione della piscina”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 29/12/2011 alle  18:43:42, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  1047 letture)

Parecchi comuni italiani, in testa Torino, hanno emesso ordinanze che vietano totalmente o parzialmente i botti di Capodanno nella notte di San Silvestro. Botti che, come ricordano gli animalisti, provocano ogni anno la morte di 5000 animali, tra i quali oltre 500 cani ed altrettanti gatti, nonché problemi nei malati e nei cardiopatici. Ricordiamo che i cani, per esempio, hanno un udito sviluppatissimo per cui il rumore degli scoppi viene percepito oltremodo amplificato rispetto alla tolleranza dell’orecchio umano. Sarebbe opportuno che anche Augusta scatenasse una campagna di opinione e si dotasse di regolamenti rigorosi al riguardo, dando la caccia ai cittadini dal petardo facile. D’altro canto esistono già disposizioni di legge che vietano determinati tipi di botti che possono risultare pericolosi. La redazione di Dioramaonline, nel fare gli auguri per l’anno nuovo, invita tutti a festeggiare la notte di Capodanno con tanta musica e stappando bottiglie di spumante, rumori assai più tollerabili alle nostre orecchie e a quelle dei nostri amici a quattro zampe. Anche dal punto di vista del rischio incendi, bisogna fare molta attenzione non trascurando la possibilità di incidenti ai minori nelle cui mani possono esplodere petardi non a norma di sicurezza. Sì ad un Capodanno “scintillante” ma senza esagerazioni di stampo partenopeo, chi spara ‘razzi’ non consentiti non è uno “sperto” ma solo uno “stronzo”. Ad ogni modo, a breve dovrebbero essere oltre 1200 i Comuni che si doteranno di ordinanze di questo tipo: la maggior parte si trova nel centro-nord Italia, e la provincia più virtuosa, al momento, è quella di Bergamo. Quella meno “sensibile” al problema, neanche a dirlo, è Napoli che, alla faccia della crisi, spende ogni anno in botti illegali cifre considerevoli. Siracusa e la sua provincia dimostri di essere civile e parsimoniosa, soprattutto in momenti come questo in cui c’è bisogno di pace e di serenità, visto l’anno 2012 che sembra essere denso di sacrifici e foriero di recessione.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 27/12/2011 alle  17:23:08, nella sezione CRONACA,  983 letture)

Il coordinatore regionale dell'Udc siciliano Gianpiero D'Alia ha annunciato la decisione di ritirare il suo assessore Andrea Piraino e di chiudere la collaborazione con il governo presieduto dal governatore Lombardo, ritenendo ormai chiusa questa fase della politica regionale. D’Alia pensa che, pur ritenendo positivo l'anno di collaborazione con il governo Lombardo, durante il quale si sono fatte alcune cose importanti per la Sicilia grazie anche al contributo determinante dell'Udc, oggi si devono considerare insoddisfacenti le risposte date ad alcune questioni ritenute importanti per il partito di Casini. "La situazione economica e sociale dell'Italia e della Sicilia - ha detto D'Alia - è grave e a Roma è cambiato il governo e si è costituito un progetto di esecutivo per fare quelle riforme strutturali importanti per risanare l'economia italiana. La crisi si sente maggiormente nelle aree più deboli, quindi nel mezzogiorno e in Sicilia. Il governo Lombardo ha una solidarietà politica parziale, è un governo che non ha le forze necessarie per affrontare quelle riforme essenziali per uscire dalla crisi, a cominciare dal risanamento del bilancio della Regione. Il 2012 sarà un anno particolarmente difficile per la Regione siciliana e noi abbiamo chiesto che venga affrontato con serietà dalle forze politiche, con un vincolo di solidarietà diverso da quello che c'è stato finora”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 26/12/2011 alle  10:20:04, nella sezione CRONACA,  909 letture)

Si torna a parlare in questo ultimo scorcio dell’anno del rigassificatore, un impianto considerato invasivo e pericoloso che andrebbe innestato nella zona industriale di Priolo contribuendo ad aumentare i pericoli di un territorio già ampiamente esposto e compromesso, già occupato dal polo petrolchimico, già ad alto rischio sismico e di maremoto. Il rigassificatore dovrebbe servire solo a riportare il gas trasportato dalle metaniere alla condizione gassosa prima di intubarlo per pomparlo verso il nord della penisola. Ma è possibile non si possa trovare un sito lontano da centri abitati, da un polo petrolchimico, da mille serbatoi di sostanze infiammabili e tossiche, in una zona meno rischiosa dal punto di vista sismico? Magari in territori più prossimi alla destinazione finale del gas? Certo ognuno vuole allontanare da se i pericoli per piazzarli nell’orto del vicino, è questa la logica per cui il rigassificatore si vuole piazzarlo proprio tra Priolo e Augusta? Proprio nella zona più a rischio? E il sindacato cascherà ancora una volta nella trappola, consentendo lo scempio del territorio in cambio di alcuni posti di lavoro per breve tempo, ripetendo l’errore commesso tanti anni or sono? Magari una postazione in mare, a parecchi chilometri dalle coste, in zona non sismica, non sarebbe una soluzione possibile? Non sarebbe meno pericolosa? Ricordiamo a questo proposito che l’assemblea consiliare del 14 settembre scorso riunitasi per discutere dello schema di convenzione sui principi e l’ammontare delle misure di compensazione e riequilibrio ambientale tra il Comune di Augusta e la Ionio Gas S.r.l. a seguito della realizzazione dell’impianto aveva espresso un parere numericamente valido ma che certo non rappresenta la volontà della maggioranza degli abitanti di Augusta. La scelta di quest’opera da realizzare nel contesto di un’area già fortemente provata dalla massiccia presenza di impianti industriali obsoleti ha coinvolto ancora una volta il sindacato che è sempre pronto a sottostare al ricatto di qualche manciata di posti di lavoro. Nessuno è contro lo sviluppo economico certo, ma davvero il nostro territorio è ancora in grado di sopportare un nuovo insediamento industriale ad altissimo rischio di incidente rilevante? I 33.000 abitanti di Augusta riceveranno 8 milioni di compensazioni, circa 242 euro a persona che serviranno per “risollevare il futuro della nostra Città”. Un prezzo che pare a molti somigliare ai famosi trenta denari, determinando un precedente storico per quanto riguarda l’abbassamento della soglia della sicurezza per ogni singolo abitante.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 24/12/2011 alle  09:01:34, nella sezione CRONACA,  1042 letture)

Grande meeting all’Open Land di Siracusa dell’MPA per i tradizionali auguri di Natale. Il partito di Raffaele Lombardo si è stretto attorno al suo maggiore rappresentante territoriale, l’onorevole Giuseppe Gennuso. Numerosissimi i partecipanti provenienti da tutti i comuni del siracusano, al tavolo di presidenza oltre a Gennuso, il sindaco di Noto Corrado Bonfanti, il consigliere provinciale Gino Saitta, il coordinatore cittadino di Siracusa Enzo Moscuzza, l’ex vicepresidente della Provincia Enzo Reale. Ha portato i suoi saluti anche la professoressa Giuseppina Ignaccolo, esponente dell’MPA. Gli interventi hanno dato spazio alla speranza di un futuro migliore per la Sicilia e all’augurio di un sempre più forte radicamento del partito nel territorio, vicino alle esigenze dei cittadini e attento alle problematiche dell’ambiente e del lavoro. Non sono mancate velate polemiche sui rapporti col “terzo polo” che vivono un momento difficile per gli equilibri di forza e di leadership che sono presupposti essenziali alla costruzione di un’unitaria compagine politica in vista delle campagne elettorali prossime venture.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 24/12/2011 alle  08:58:38, nella sezione CRONACA,  862 letture)

Il Capogruppo dell’Mpa al consiglio comunale, Giulio Morello, interviene sulla polemica che riguarda la piscina comunale. “Ad Augusta – dice Morello - ormai c’è la moda di criticare qualsiasi cosa. Di criticare ciò che non si fa, ma anche ciò che si vuole fare per la città. All’inizio tutto il partito e il gruppo consiliare ha voluto ben capire il progetto prima di approvarlo in aula. Oggi siamo convinti che la ristrutturazione della vecchia piscina e il contemporaneo allargamento della strada, rappresenta un’iniziativa rilevante per ridare allo sport quella importanza che merita come fatto sociale e culturale e per rendere più sicuro l’accesso viario al centro storico. In tempi brevi i cittadini avranno una struttura sportiva Coni di immediata fruizione, che invece senza alcun intervento è destinata ad un ulteriore ed esponenziale degrado. Siamo certi che avremo un’opera capace di contribuire alla rivalorizzazione del centro storico. Opera che, al tempo stesso, non esclude la costruzione della nuova cittadella dello sport, la quale però prevede tempi lunghi di realizzazione avendo in progetto una piscina olimpionica che ha un costo di almeno tre milioni di euro. Adesso dobbiamo lavorare anche per la riqualificazione dei giardini pubblici, un polmone verde prezioso per il paese, fruibile sia per attività culturali che per attività sportive”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/12/2011 alle  21:06:09, nella sezione CRONACA,  910 letture)

Un esposto relativo a possibili disfunzioni presso l’Ospedale Civile “Muscatello” di Augusta è stato presentato al locale Comando della Compagnia dei Carabinieri a firma dei rappresentanti del movimento civico “L’altra Augusta, Enzo Inzolia e Domenico Di Franco”. L’esposto recita: “Da più fonti, numerose delle quali particolarmente qualificate, è giunta notizia (peraltro già ripresa da stampa locale) di innumerevoli quanto importanti disfunzioni afferenti i diversi Reparti dell’Ospedale Civile “E. Muscatello” di Augusta; se ne riportano alcune fra le più significative: MEDICINA: a causa di vistose carenze di personale infermieristico (di cui sarebbe stato promesso un parzialissimo ripianamento), sarebbe stata autorizzata la chiusura di più stanze (ovviamente con i posti-letto contenuti); va, peraltro, sottolineato che, anche in caso di rafforzamento dell’organico, ben tre infermieri sono regolarmente dispensati dal servizio in turno onde sicuramente permarrebbero i disservizi; inoltre da ancor prima del periodo estivo non sarebbe funzionante il condizionamento climatico sicché i pazienti ricoverati hanno sofferto il caldo e, ora, stanno patendo i rigori invernali; ancora, da più mesi pare manchi l’acqua calda. CHIRURGIA: a causa di vistose carenze di personale infermieristico starebbero per essere chiuse una o più stanze del Reparto; mancherebbero perfino il filo da sutura ed altri presidi sanitari; inoltre la disponibilità di cerotti sarebbe ridotta solo a quelli di misura minima e, per di più, di carta. Quanto precede, che come detto costituisce incompleto elenco delle manchevolezze di cui è giunta notizia, si riferisce per gli accertamenti ritenuti utili per appurare eventuali comportamenti -sia commissivi che omissivi- in relazione allo scadimento (in qualche caso annullamento) dei servizi sanitari costituzionalmente garantiti”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/12/2011 alle  20:54:52, nella sezione CRONACA,  2125 letture)

Improvvisa ed inaspettata la notizia della prematura scomparsa del pittore di Ortigia Orfeo, stroncato da un infarto nel pieno della sua attività e della sua vitalità. Orfeo Bastianini era nato a Viterbo ma ormai da molti anni viveva ed operava a Siracusa, nel suo studio in Ortigia, l’isola che era diventata motivo di ispirazione per i suoi dipinti di natura essenzialmente paesaggistica. Negli acquerelli, nella pittura ad olio e nelle singolari tecniche miste Orfeo rappresentava angoli e scorci di Ortigia con una sapienza tecnica estrema di stampo impressionista. Autodidatta ma dotato di un eccellente senso della prospettiva egli riusciva a cogliere la luce che penetra negli stretti vicoli, quei raggi di sole che spezzano l’ombra umida delle antiche pietre e ad umanizzare le architetture con la presenza-assenza di personaggi la cui vita si immaginava nei panni stesi, nelle scritte graffite sui muri, nelle sedie impagliate davanti agli usci delle case, nei palloni colorati e nei giocattoli abbandonati sul selciato. Conoscevo Orfeo da almeno trentanni, dapprima ad Augusta, poi a Siracusa dove ambedue avevamo scelto di vivere, un grande amico, uno sportivo appassionato, un ottimo pittore che proprio sabato scorso mi aveva partecipato la sua decisione di preparare una grande retrospettiva, quasi a tirar le somme di una carriera ricca di soddisfazioni. La sua scomparsa discreta e prematura non gliene ha dato il tempo. Ma tutti i suoi tanti amici e i suoi collezionisti ed estimatori lo ricorderanno per sempre.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/12/2011 alle  12:43:27, nella sezione CULTURA,  963 letture)

Giovedì 22 Dicembre alle 17,30 a Palazzo Impellizzeri, in Via Maestranza, il prof. Egidio Ortisi, presidente del CIAPI, presenterà il libro di Corrado Di Pietro e Vittorio Lucca "Munnu ha statu e munnu è - La saggezza della sciabbica", proverbi siciliani tradotti e commentati, pubblicato dall’editore Carlo Morrone. Il proverbio siciliano e l'antica saggezza popolare sono i protagonisti di questo librio che è una raccolta di oltre 500 proverbi siciliani tradotti e commentati, un opera di pregio che, oltre a fissare sulla carta il retaggio della cultura popolare contadina e marinara del nostro territorio, rappresenta anche l'affermazione e la valorizzazione dell'identità siciliana e siracusana: tema di grande attualità, specie in un momento storico in cui, da un lato, la globalizzazione sembra voler omologare le culture e, dall'altro, certi estremismi secessionistici tendono a svilire le vere identità culturali in favore di altre del tutto posticce e improvvisate. Il libro, frutto di una lunga e accurata ricerca etnologica condotta sul territorio siracusano, è una preziosa summa delle antiche credenze e tradizioni popolari ormai in via di estinzione, custodite solo dalla memoria dei più anziani. I proverbi raccolti sono accompagnati dall’analisi e dalla spiegazione dei simbolismi e dei parallelismi di cui spesso essi sono infarciti: il risultato è un libro divertente, leggero e scorrevole, valido esempio di conservazione e valorizzazione di un bene immateriale e testimonianza di un passato di cui oggi possiamo e dobbiamo tenere vivo il ricordo, poiché in esso affondiamo le nostre radici culturali.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 20/12/2011 alle  17:46:25, nella sezione CRONACA,  864 letture)

Un’inquietante nuvola di fumo, proveniente dal Petrolchimico di Priolo, era visibile su Augusta tra le 10 e le 11 di questa mattina. Colonne di fumo nero si sono levate in cielo e sono state spinte dal vento verso Siracusa a causa di un incidente avvenuto nell'impianto Isab Nord, dove una perdita di olio-combustibile ha provocato un'esplosione. Non risultano esserci stati feriti. Sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno lavorato circa un'ora per estinguere le fiamme che si erano sviluppate nell'area SG10. La dinamica della vicenda è poco chiara e in via cautelare nella mattinata il comune di Priolo aveva avvertito la cittadinanza di andare a prendere i bambini a scuola e restare in casa. Grande apprensione quindi tra le popolazioni dell'area industriale preoccupate per lo stato di vetustà degli impianti che hanno bisogno di maggiore manutenzione e che sono troppo spesso oggetto di incidenti che angosciano i residenti dei paesi del triangolo industriale. Il polo siracusano si conferma quindi sempre più come un'area da monitorare continuamente per fronteggiare l’eventualità di nuovi disastri. Il Sindaco di Priolo aveva emanato due anni fa un'ordinanza che imponeva alle aziende che operano all'interno del petrolchimico di comunicare subito l'avvenuto incidente in modo da poter tempestivamente prendere le giuste precauzioni. Le società avevano sfacciatamente impugnato davanti al TAR l'ordinanza, ma hanno perso il ricorso, pertanto tale obbligo permane. Questo ennesimo episodio fa riflettere sulla necessità di non indebolire le strutture ospedaliere locali, con particolare riguardo all’ospedale Muscatello di Augusta, visti i rischi di incidenti pericolosissimi negli impianti industriali, che si assommano al rischio sismico sempre presente in questo territorio.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 

 1504 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (236)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (731)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (338)
LIBRI (203)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019

Gli interventi più cliccati

< febbraio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
21
22
23
24
25
26
27
28
     
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


21/02/2019 @ 14:35:44
script eseguito in 311 ms