Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 06/07/2015 alle  20:01:32, nella sezione LIBRI,  855 letture)

CIURCINAPresentato il 7 luglio nel salone di rappresentanza della Camera di Commercio di Siracusa il romanzo “Il segreto di Bukir”, opera prima di Angelo Ciurcina. Lo scrittore è nato a Buccheri il 18 Agosto 1947 ma vive a Siracusa. Ha lavorato presso il Comune di Siracusa occupandosi, per circa 30 anni, della organizzazione di manifestazioni culturali, turismo e spettacoli. Ha fondato e diretto il laboratorio teatrale di Buccheri. Attore e regista ha partecipato, a produzioni teatrali, cinematografiche e televisive. Ha scritto commedie per il teatro, sia in lingua che in dialetto. Le opere "Amaru ccu muori", "Basta ca c'è a saluti", "Gisù e Sasà", "Il Pizzo", "Giustina", sono state rappresentate. Intensa la trama del suo romanzo: Rossini e' preoccupato delle sorti della Chiesa cattolica, che perde ogni anno sempre più fedeli. Aiutato da altri tre cardinali progressisti, tenta in tutti i modi di rimodernarla, ma è sempre ostacolato dai conservatori che mal tollerano qualsiasi tipo di cambiamento. In aiuto di Rossini e dei suoi fedeli Cardinali arriva l'eredità del Papa Celestino, morto assassinato, che lascia loro un cofanetto contenente il terzo segreto di Fatima. La lettura e l'interpretazione che ne danno è l'occasione per studiare un piano d'azione mirabolante, che potrebbe aiutare la Chiesa ad uscire dalla crisi. La realizzazione del piano coinvolge diversi personaggi, che con ruoli e tempi diversi si spostano dalla Sicilia, al Piemonte, alla Francia, fino ad arrivare in Cina. Il compimento del piano porterà a un risultato inaspettato che metterà in serio pericolo la stessa Chiesa e creerà non pochi conflitti con la maggioranza dei Cardinali conservatori e lo stesso Papa nonché con gruppi terroristici emergenti. L'intreccio del romanzo è una sequenza di colpi di scena che mescolano alla narrazione fantascientifica luoghi esistenti e tempi storici esistiti.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 05/07/2015 alle  18:38:44, nella sezione ARTE,  637 letture)

locandina mostraSecondo appuntamento del Gruppo Versus Artecontemporanea sabato 25 luglio alle 18,30 negli spazi espositivi dell’ex Refettorio dei Domenicani di Avola (sala intitolata al maestro Corrado Frateantonio), con ingresso da Piazza Teatro. Dopo il successo della recente mostra al Palazzo del Governo di Siracusa il gruppo si presenta al pubblico avolese in occasione della festa della patrona S. Venera. Anche questo evento, patrocinato dal Comune di Avola, Assessorato Fund Raising, Politiche Sportive e Artistiche, è curato dal critico d’arte Raimondo Raimondi e dalla professoressa Giovanna Trefiletti che presenteranno le opere degli artisti aderenti al sodalizio: pittori, fotografi e scultori provenienti dalle province di Catania e di Siracusa. Essi sono: Lino Baio, Salvatore Barbagallo, Mariaconcetta Birrico, Giovanni D’Amico, Vanessa De Grandi, Sebastiano Dipasquale, Anastasia Guardo, Vito Guardo, Santo Paolo Guccione, Gaetano Interlandi, Rita Marta Massaro, Armando Nigro, Raimondo Raimondi, Marinella Raniolo, Giovanna Trefiletti, Patrizia Trefiletti e Cetty Urso.

L’esperienza del Gruppo Versus nasce da un’iniziativa di arte e cultura ideata da un gruppo di artisti siciliani, che si sono uniti intorno a un progetto di aggregazione, intraprendendo un percorso comune di condivisione di principi e di valori. Versus si esprime nella lettura critica della contemporaneità, ricorrendo alla bellezza come antidoto contro la barbarie, idea che ritiene verità assoluta alla quale ogni artista deve ispirarsi applicando comunque un proprio codice di significati e un proprio linguaggio estetico, in piena libertà ma in armonia con il gruppo cui aderisce. Versus accoglie aderenti per i quali l’Arte è essenziale alla vita, una vita ricca di pulsioni interiori e di comunicazione del proprio “io” a un contesto sociale di riferimento. “L’Arte – ha scritto nella Charter di Versus, una sorta di manifesto programmatico, il critico d’arte Raimondo Raimondi, cofondatore del gruppo - è testimonianza del proprio esistere in questa terra e in questo tempo, posseduta ed espressa con gioia e insieme con sofferenza, come memoria e ricordo, come consapevolezza di se e riunione con l’immensità del creato, come capacità di uscire dalla monotona quotidianità esistenziale e incontrarsi con l’infinito”. La mostra resterà aperta fino al 30 luglio. All’inaugurazione presenzierà il sindaco di Avola Luca Cannata e l’assessore comunale alle Politiche Sportive e Artistiche, Fund Raising, Sebastiano Baccio.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 04/07/2015 alle  15:02:52, nella sezione CRONACA,  929 letture)

foto ospedale muscatelloMimmo Di Franco ha fatto pervenire in redazione una sua nota concernente annose problematiche dell’Ospedale Muscatello di Augusta. Riportiamo integralmente qui di seguito il testo:

“Fra qualche giorno saranno trascorsi 3 anni e 6 mesi, da quando la Direzione della Raffineria Esso donò all’ospedale Muscatello di Augusta il duodenoscopio. Nonostante le promesse e i proclami tale strumento, che permette lo studio e la terapia delle malattie delle vie biliari, duodeno e pancreas, si trova conservato da qualche parte senza essere utilizzato. Durante i vari solleciti, affinché non facesse la fine della camera iperbarica comprata per il “Muscatello” con i soldi dei contribuenti circa 20 anni fa per 2 miliardi di lire e svenduta all’asta per 5 mila euro (circa 10 milioni di vecchie lire), la direzione sanitaria ha fornito diverse giustificazioni :A) L’acquisizione dello strumento dal parte dell’ASP di Siracusa; B) La mancanza dell’acceleratore di Brillanza; C) La formazione del personale; D) La verifica della disponibilità a ricoverare pazienti da altri ospedali. Agli inizi di Novembre del 2012 l’ex Commissario dell’ASP Zappia deliberò una convenzione con l’ASP di Catania che, oltre ad accogliere la richiesta di training del personale medico e infermieristico, rese disponibile il dr. Giovanni Magrì, direttore dell’unità operativa gastroendologica di Acireale, uno dei maggiori esperti del campo di ERCP, il quale avrebbe messo a disposizione una seconda apparecchiatura in caso di necessità. A tutt’oggi quest’esame è effettuato a Catania o ad Acireale mentre l’endoscopista del Muscatello si reca ogni settimana a Siracusa per il tirocinio, lasciando scoperto l’ospedale megarese per gli esami di colonscopia. Ricordo che, per questi ultimi esami, i tempi di attesa sono di oltre 1 anno e che gli utenti non si possono permettere il lusso di pagare 140 euro per ogni esame di controllo routinario. A seguito delle lunghe liste di attesa fu fatta una denuncia alla stazione Carabinieri di Augusta e l’ex Commissario Zappia nominò una task force per individuare i motivi del ritardo delle liste di attesa ma queste rimangono, a tutt’oggi, sempre lunghe. La mia protesta non vuole essere un accanimento mediatico contro l’ASP ma si deve pur registrare come non siano stati rispettati dalla direzione dell’ASP gli impegni assunti durante le proteste per la chiusura dei reparti di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria di attivare contestualmente l’Oncologia di eccellenza, la Neurologia e la permanenza con atto aziendale della Pediatria, come previsto in una riunione in Prefettura. Da ex componente del Comitato pro Ospedale e soprattutto da cittadino, mi sono assunto l’obbligo morale di impegnarmi a vigilare affinché l’Ospedale Muscatello sia funzionante in tutti i suoi reparti, soprattutto per i più deboli quali gli anziani e i bambini. All’inizio del 2015 fu chiusa la sala operatoria, per carenze delle norme di sicurezza e delle norme igieniche, con la promessa che i lavori sarebbero durati circa 5 settimane. Oggi si è venuti a conoscenza, essendo ancora la sala chiusa, che due chirurghi sono stati trasferiti altrove, caricando sui rimanenti il lavoro anche di reperibilità. Siamo a luglio e non si vede luce all’orizzonte. Si ha l’impressione che si voglia trasformare l’ospedale in un PTA, mortificando una popolazione che vive in una zona ad alto rischio ambientale e che sta pagando a caro prezzo la propria sopravvivenza. Se entro luglio non sarà riaperta la sala operatoria, presenterò un esposto alla compagnia dei Carabinieri di Augusta, affinché siano verificati i motivi del ritardo dei lavori per il completamento della sala operatoria e dell’organico dell’ospedale, come previsto dal Decreto assessoriale n. 1377 del 25.05.2010. Trovandoci in una zona industriale – conclude Di Franco - dovrebbe essere obbligatoria l’attivazione di un elisoccorso per eventuali incidenti anche nelle ore notturne”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 01/07/2015 alle  11:36:00, nella sezione VIDEO,  681 letture)

"The Kiss-Quando Venere e Giove si uniscono": una piccola ma suggestiva clip, opera dei registi Giorgio Nanì La Terra e Mariarosa Grasso, riguardante Venere Giove e la Luna, vista da Siracusa, dell'avvicinarsi e dell'allineamento (durato quasi un mese). Musiche di Massimiliano Di Stefano.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 01/07/2015 alle  11:17:49, nella sezione EVENTI,  732 letture)

aretusa sound locandinaAncora un evento a cura dell'associazione culturale “Per la città che vorrei”: questa volta è di scena il lancio di un nuovo gruppo musicale live, gli Aretusa sound. Che si esibiranno venerdi 3 luglio all3 19,30 presso l’Antica Masseria di Siracusa. “Siamo sempre disponibili ad accogliere nuovi gruppi talentuosi del nostro territorio, sono loro i protagonisti del nuovo modello culturale di cui la città e la provincia deve dotarsi” afferma Sergio Pillitteri, Presidente dell’associazione. "À Paris" è uno spettacolo musicale che vuole ricordare il fenomeno più importante e culturalmente più accreditato della canzone europea, legato agli chansonniers francesi, che ha il suo centro nel periodo compreso tra gli anni ‘30 e i primi anni ‘50, con una ripresa intorno agli anni ’60. Il gruppo Aretusa Sound farà ascoltare un excursus fra i brani più famosi di alcuni di questi chansonniers.

Il gruppo nasce dalla volontà di Pino Cultrera di riunire gli amici che come lui hanno vissuto gli anni '60 da musicisti siracusani, da cui il nome “Aretusa Sound”. Negli anni '60 Siracusa è stata un fiorire di gruppi musicali, nel 1966 nascono “The Five” (di cui Pino era chitarra solista) l'inizio della sua avventura musicale mai sospesa e che tutt'ora lo porta sempre alla ricerca di nuove esperienze musicali. Nel 1964 nasce il “Gruppo Estivo” il cui batterista era Santino Fidone, e che oggi arricchisce le performance del gruppo con le sue percussioni. Nel 1960 nascono i “K4 Fe(CN)6” in cui chitarra solista era Nino Grande, che, oggi, con la sua chitarra conferisce al gruppo il sound della Siracusa beat degli anni '60. E dulcis in fundo fa parte di questo gruppo quella che nel pentagramma del ventennio '60/'80 di Siracusa fu definita l'ottava nota musicale, quella gentile, quella che ha reso più vivace ed interessante il panorama omogeneo e già troppo al maschile dei complessi di casa nostra, Lucia Cunsolino; Ha suonato con i Falchi, con i Jolly Five; ha partecipato ad Ariccia '68, Castrocaro '70 e '72.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 

fotoCome ogni estate, ecco ritorna impellente ed indifferibile il cavilloso dilemma se far svolgere i compiti per le vacanze o lasciare i propri figli liberi di esprimere il loro “dolce far niente”. Al riguardo sono tanti i dubbi e la moderna pedagogia insiste sul fatto che obbligare i bambini a rimanere seduti ed eseguire anche un esercizio didattico o dei calcoli matematici, non accresce l’intelligenza, né aumenterà il grado di cultura. Cosa fare allora? Fin da piccoli è bene orientare il proprio figlio a fare della lettura il proprio passatempo preferito. Come? Non ci sono ricette miracolose, ma il metodo più efficace è quello del contagio. Vedere i genitori leggere offre al figlio stimoli e modelli fondamentali per avvicinarsi al piacere della lettura. Un libro può essere sfogliato, annusato, toccato e infine scelto. Un libro è magia e fa sognare. Una lettura, continua e costante, fa aumentare i propri punti di vista, libera la mente da vincoli e pregiudizi, sviluppa il pensiero critico, accresce l’immaginazione e la fantasia, arricchisce di un lessico vario e articolato, mantiene l’attenzione e la concentrazione, stimola la memoria, amplia le proprie conoscenze, migliora certamente il rispetto delle altrui idee e il rispetto delle persone. Lasciamo allora il fanciullo libero di dare sfogo alla propria espressione per ricordare che, un bambino che gioca tanto durante il periodo fanciullesco, sarà un uomo sereno e felice…e, al contempo, l’impiego di un po’ di tempo dedicato alla lettura non implica costrizione, né imposizione, ma la pratica di una buona condotta educativa e sociale. Ogni libro che si legge ci aiuta a diventare persone migliori nell’aridità della vita di tutti i giorni e come diceva Cicerone “I libri sono l’alimento della giovinezza e la gioia della vecchiaia”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 29/06/2015 alle  12:42:29, nella sezione VIDEO,  706 letture)
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 28/06/2015 alle  20:05:02, nella sezione ARTE,  923 letture)

blandi1Prima mostra di Antonello Blandi a Siracusa. L’artista palermitano è ospite dell’Antico Mercato di Ortigia dal 27 giugno al 5 luglio 2015, con l’esposizione dal titolo “Sulle Onde dei colori”. Blandi è un artista particolarmente apprezzato dai divi di Hollywood, i suoi quadri decorano e colorano le ville di celebrità, come Sylvester Stallone e Michael Bublè. Questa sua personale siracusana ripropone, attraverso più di trenta tele, i temi caratteristici della Sicilia, dove irregolari forme fluttuano su onde e vividi colori. Tra i diversi dipinti è presente “Il Viaggiatore”, che evoca scenari immaginari e fantastici, dove si intrecciano prospettive irreali delle forme architettoniche di case e cromie favolose, arricchite di luce e calore. La casa è uno dei soggetti ricorrenti nelle opere dell’artista, poiché simboleggia la famiglia. Proprio per lo spazio siracusano l’artista ha creato importanti opere che esaltano alcuni dei temi centrali del suo stile. Tra queste "Palermorama”, uno dei cinque esemplari rifiniti a mano, pannello di dimensioni 2 x 0,8m, realizzato in massello di plexiglass puro colato, levigati singolarmente con bordo lucido e stampati con tecnologia latex, a cui si aggiunge un secondo pannello dedicato alla città di Siracusa. Inoltre un nuovo quadro inedito, dedicato a Ortigia, renderà esclusiva la location, grazie a una simbiotica armonia tra dorate pale di ficodindia e caratteristiche case colorate. “E’ la tipica casa siciliana mediterranea bassa, - ha affermato il pittore - colorata di vita, di natura e di storia, in particolare ripropongo la dimora dei miei bisnonni”.

La mostra è promossa e patrocinata dal Comune di Siracusa e dall’associazione culturale Le Interferenze che si occupa dell’organizzazione delle Feste Archimedee, appuntamento ormai noto e giunto alla quinta edizione. L’organizzatrice e curatrice della mostra è Lucia Gennaro, con esperienze pregresse nel settore, maturate nel contesto romano.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 27/06/2015 alle  10:45:52, nella sezione CRONACA,  618 letture)

SCIOPEROIn Commissione Difesa della Camera il Sottosegretario Alfano ha risposto alla specifica interrogazione parlamentare del deputato del PD Pippo Zappulla nella quale denunziava le precarie condizioni di igiene e di pulizia in cui versano i locali di Marisicilia di Augusta con grave nocumento per tutti gli operatori e lavoratori impegnati e interessati. A causa infatti della continua riduzione del budget previsto per il servizio dal 2008 ad ora le risorse sono diminuite del 75%. Tale condizione ha prodotto risultati negativi ed evidenti sia per la continuità occupazionale dei lavoratori impegnati nei servizi che per la qualità delle condizioni igienico-sanitarie complessive. Le vertenze aperte dalle rappresentanze sindacali dei lavoratori diretti e dell’indotto , le lotte dei lavoratori addetti alle pulizie stanno a dimostrare, a parere di Zappulla, che le cose non sono proprio a posto e che permangono ancora seri problemi. Il positivo incremento per il 2015 di 140.000 euro ha consentito, infatti, di organizzare un minimo di servizio adeguato e di produrre una intesa sindacale per evitare la drastica riduzione del personale addetto alle pulizie. Parliamo di una soluzione dignitosa ma sempre di tamponamento. Permangono infatti condizioni pesanti di difficoltà organizzative, c’è personale addetto che opera con soli 10 ore settimanali con inevitabili conseguenze negative. Si pone, quindi, ora già per il 2015 un ulteriore sforzo del Ministero per recuperare altre possibili risorse e, al contempo, comprendere quali programmi e quali fondi il Ministero prevede di impegnare per il prossimo anno. Zappulla ritiene che la risposta del Sottosegretario sia stata, pur articolata e interessante, lacunosa e incerta nel chiarire i dubbi e per capire ad esempio come mai per Augusta si recuperano 140.000 euro e per altri siti molto di più, come nel caso di La Spezia con circa 500.000 euro. Quali i criteri e i parametri utilizzati? “Pertanto –conclude Zappulla - nel dichiararmi insoddisfatto, ho richiesto al sottosegretario maggiore attenzione su Augusta anticipando ulteriori interpellanze, richieste e interventi. Precisando che, pur comprendendo la necessità di razionalizzare, non si può certo risparmiare sulle attività igienico-sanitarie che, insieme alla sicurezza sul lavoro, rimangono le condizioni fondamentali di civiltà da cui non si può e non si deve derogare”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 22/06/2015 alle  18:18:09, nella sezione LIBRI,  625 letture)

locandina risugliaSabato 27 giugno, a Siracusa, l'associazione "Per la città che vorrei" presenterà l'ultimo libro di Antonino Risuglia dal titolo "Il Lavoro"", edito da APED Edizioni. La presentazione si terrà presso la sala conferenze "Vittorini" di via Brenta 41, alle ore 19. Il programma prevede i saluti del presidente e della vice presidente della Associazione, rispettivamente Sergio Pillitteri e Ismenia Amari, mentre il contenuto del volume di Risuglia sarà trattato dal giornalista Carmelo Miduri.

Antonino Risuglia , laureato in giurisprudenza, ha operato, in ruoli di responsabilità, dai primi anni Settanta alla fine degli anni Novanta, preso grandi aziende petrolchimiche che a Priolo come in altre aree d'Italia gestiscono stabilimenti industriali. Sia nell'epoca Montedison che per l'ENI, Risuglia si è occupato, in posizione di vertice, di gestione del personale e delle Risorse Umane. Una lunga esperienza che ha attraversato gli anni del boom industriale come delle crisi petrolifere e chimiche del paese e a Priolo in particolare. Maturando una considerevole esperienza nella gestione di controversie sindacali anche in momenti difficili, e in passaggi storico-politici importanti. Di questa sua esperienza Risulglia ha voluto produrre un voluminoso libro-diario interessante sia per gli aspetti umani del settore che per la storia industriale dell'area di Priolo e di altri siti in Italia.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 21/06/2015 alle  11:15:01, nella sezione ARTE,  731 letture)

foto di gruppo versusInaugurata sabato 20 giugno negli spazi espositivi del Palazzo del Governo di Siracusa la mostra del Gruppo artistico VERSUS curata dal critico d’arte Raimondo Raimondi e dalla professoressa Giovanna Trefiletti che hanno presentato le opere degli artisti aderenti al sodalizio: pittori, fotografi e scultori provenienti dalle province di Catania e di Siracusa. Si tratta di Lino Baio, Salvatore Barbagallo, Mariaconcetta Birrico, Giovanni D’Amico, Vanessa De Grandi, Sebastiano Dipasquale, Anastasia Guardo, Vito Guardo, Santo Paolo Guccione, Gaetano Interlandi, Rita Marta Massaro, Armando Nigro, Raimondo Raimondi, Marinella Raniolo, Giovanna Trefiletti, Patrizia Trefiletti e Cetty Urso. Splendida cornice all’inaugurazione le suggestive musiche eseguite “percussion live” da Paolo Greco, famoso musicista anch’egli in forza al gruppo Versus.

inaugurazione mostraL’esperienza del Gruppo Versus nasce da un’iniziativa di arte e cultura ideata da un gruppo di artisti siciliani, che si sono uniti intorno a un progetto di aggregazione artistica intraprendendo un percorso comune di condivisione di principi e di visioni, pur mantenendo la loro individualità di stili, linguaggi e tecniche, confrontando le loro esperienze di vita e d’arte per meglio comprendere la realtà contemporanea nella sua varietà di fenomeni, di accadimenti e nella sua complessità di codici interpretativi.

La mostra resterà aperta fino al 27 giugno col seguente orario: tutti i giorni dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 20,00 escluso la domenica. Dopo questa esposizione di Siracusa il Gruppo Versus ha già in programma varie mostre nei mesi a seguire e più precisamente nel mese di luglio ad Avola nel Refettorio dei Domenicani, nel mese di agosto a Noto nelle sale di Palazzo Nicolaci e in settembre tutto il gruppo parteciperà a un evento artistico ospitato nel Museo del Castello di Castelmola.

All’inaugurazione ha partecipato come ospite d’onore il noto pittore gelese Giovanni Iudice, autore di un grande dipinto emblematico esposto alla Biennale di Venezia dal titolo “L’umanità”, apprezzato da Vittorio Sgarbi. Diplomi di partecipazione sono stati consegnati ai vari artisti e un catalogo delle opere è stato distribuito ai numerosi appassionati d’arte intervenuti all’evento che si svolge nel cuore di Ortigia, in via Roma, una delle vie più eleganti e più frequentate dai tanti turisti presenti in questo periodo di inizio estate, attratti dalla bellezza della città di Archimede, dal fascino antico di Ortigia e dagli spettacoli classici al Teatro Greco di Siracusa.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 17/06/2015 alle  12:58:44, nella sezione ARTE,  681 letture)

fotoL’A.R.C.A. di Siracusa, allo scopo di promuovere e diffondere la conoscenza della cultura mediterranea musicale, artistica, pittorica quale libera espressione ed affermazione della creatività umana nel territorio siciliano, ha presentato un calendario di eventi tra cui la Mostra pittorica dell’artista internazionale Irene Lopez De Castro, che sarà ospitata nell’isola di Ortigia a Siracusa, dove il Comune e l’Assessorato alla Politiche Culturali, con il loro patrocinio, hanno concesso la Galleria Civica Montevergini. La personale pittorica dell’artista spagnola sarà inaugurata sabato 4 luglio e resterà aperta fino al 2 agosto. Il titolo della mostra è FROM AFRICA TO SICILY – COLORS OF THE MEDITERRANEAN. Si tratta di opere realizzate specificatamente per la presentazione siciliana ed ispirate alla Sicilia e al Mediterraneo. La rassegna sarà curata e presentata dal Prof. Luigi Amato e sarà arricchita dalle proiezioni di video dei viaggi africani che hanno ispirato buona parte delle realizzazioni pittoriche. Pittrice di origine madrilena, appassionata ai viaggi in terra d’Africa, ha rappresentato su tela le impressioni, i colori, gli odori e le sensazioni raccolte, presentando le sue opere con cadenza annuale dal 1999 ad oggi, nelle più rinomate città del mondo, da Madrid, a Parigi, a Miami, a Tokio, a Venezia, a Milano. Per la prima volta in Sicilia ha voluto riportare su tela i colori, tanto simili all’esperienza africana, con i volti delle donne ed i paesaggi che si rifanno ai paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Quale evento di collegamento tra la mostra FROM AFRICA TO SICILY ed il territorio, verrà organizzato dall’ 8 al 10 luglio il primo ORTIGIA SKETCHES, una passeggiata per le vie di Ortigia, accompagnati da IRENE LOPEZ DE CASTRO, per immortalare, armati di taccuino e matita, i più suggestivi angoli dell’isola. Con questo evento, l’A.R.C.A. si unisce all'organizzazione internazionale degli URBAN SKETCHERS. L’obiettivo di chi pratica questa forma d’arte è, come recita il loro manifesto, “raccontare il mondo, un disegno alla volta”. Armati di taccuini o album, con una attrezzatura ridotta all’essenziale, pochi semplici attrezzi da disegno o acquerelli, gli urban sketchers si aggirano per il mondo. Si tratta di una organizzazione, un gruppo, che vuole esprimere il valore artistico, narrativo ed educativo del disegno sul posto, promuovendone la pratica e collegando le persone che disegnano i luoghi in cui vivono e in cui viaggiano. In questo modo si collega idealmente alla tradizione del carnet de voyage.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/06/2015 alle  18:09:21, nella sezione LIBRI,  757 letture)

libro reimann la copertinaL’Associazione SAVE VILLA REIMANN presenterà il libro "COME UN PUZZLE" di Maria Vernali, che avrà luogo sabato 20 giugno alle ore 10.00 presso la sala conferenze di Villa Reimann. La presentazione del libro, organizzata dalla stessa autrice, cofondatrice di Save Villa Reimann, intende promuovere una campagna di sensibilizzazione e di iscrizione all'Associazione Italiana Scoliotici di cui è Presidentessa.

Il libro si compone di due parti. La prima tratteggia in forma di dialogo a due voci la figura di Christiane Reimann. La seconda parte è la traduzione del saggio pubblicato a suo nome, nel 1931, sulla rivista trimestrale degli Ospedali "Nosokomeion" dell'editore W. Kohlhammer di Stuttgart. Il libro indaga sui pezzi del puzzle che compongono la vita di Christiane ed il suo lavoro, nel tentativo dell'autrice di offrire un tributo ad una donna emancipata, professionalmente preparata, moralmente evoluta, culturalmente intrigante, generosa, imprenditrice che scelse Siracusa per viverci e morirvi. Una delle grandi donne, siracusana d'elezione, che merita tutta la nostra riconoscenza.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/06/2015 alle  18:06:35, nella sezione CRONACA,  987 letture)

di pietroE così con 13496 voti su circa 18000 votanti l’avvocato penalista Di Pietro Maria Concetta detta Cettina del Movimento 5 Stelle è la prima sindaco donna del disastrato Comune di Augusta. Il suo antagonista Nicky Paci ha ottenuto appena 4484 voti. Augusta balza agli onori delle cronache nazionali essendo stata conquistata assieme al Comune di Gela dal Movimento di Grillo e Casaleggio, una vittoria annunciata che dimostra come l’indignazione popolare per anni di amministrazione clientelare che hanno poi determinato lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni della malavita organizzata sia stata tale e tanta da sconfiggere con una grande manifestazione di volontà democratica i gruppi di interesse economico che hanno determinato le scelte scellerate di questi ultimi vent’anni e la devastazione del territorio. Ci voleva proprio, dicono da più parti, un cambiamento di rotta, una presa d’atto da parte dei cittadini, uno sfogo all’indignazione e al malcontento, ora bisognerà affrontare il dissesto del comune megarese e recuperare il tempo perduto, raschiando il fondo del barile per fare cassa e mantenere impegni e programmi. Ma questa è un’altra storia che inizia da domani. Oggi i grillini esultano e gli augustani tornano a sperare.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/06/2015 alle  16:51:26, nella sezione LIBRI,  786 letture)

bonadonna"Oggi abbiamo perso la capacità di stupirci e di meravigliarci, non per mancanza di meraviglie, ma per mancanza di senso del meraviglioso." ( Chesterton)

La società contemporanea, con i suoi miraggi e le false conquiste, ha abbandonato la via pulcritudinis, distogliendoci così dallo stupore e dall’ ammirazione della bellezza in ciò che la rappresenta, ad esempio nel campo delle arti, con il suo ricco patrimonio di valori, tramandato e apprezzato dal grande pubblico, in tutto il mondo. L’autrice, Francesca Bonadonna il 20 giugno alle ore 18,00 presso la sala conferenze Vittorini,ex Provincia Regionale di Siracusa, in via Brenta, Siracusa, sarà ospite alla presentazione del suo libro album, dal titolo suggestivo, ispirato alla celeberrima affermazione di Fëdor Dostoevskij, La bellezza salverà il mondo, con l’intento di colmare, nel piccolo, questa mancanza percepita nella società, divenuta ormai una esigenza che ci induce a ossigenarci e a circondarci di bellezza, in contrasto con la crisi odierna e i tanti fattori inquinanti che tendono a insidiare il nostro equilibrio e la nostra serenità. L'evento è organizzato dall'associazione "Per la città che vorrei" presieduta da Sergio Pillitteri, che dichiara, nel comunicato stampa, di essere "orgoglioso di affrontare tematiche basate sui valori".

Il libro verrà presentato da Sua Eccellenza Mons. Giuseppe Greco direttore Biblioteca Alagoniana, le letture saranno curate da Luana Iacono sulle note del chitarrista Giuseppe Pitarresi. Una rilettura della bellezza, per evadere dalla frenesia quotidiana, per intrattenerci con gusto e meravigliarci.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/06/2015 alle  11:35:20, nella sezione ARTE,  686 letture)

locandina versusSarà ospitato negli ampi saloni del Palazzo del Governo di via Roma a Siracusa, opportunamente concessi dalla Provincia Regionale, il primo appuntamento del Gruppo artistico VERSUS con il suo pubblico. La mostra, che sarà inaugurata sabato 20 giugno alle ore 18,30, si intitola “Versus/contro” ed è curata dal critico d’arte Raimondo Raimondi e dalla professoressa Giovanna Trefiletti che presenteranno insieme le opere dei pittori, fotografi e scultori aderenti al sodalizio.

Si tratta di Lino Baio, Salvatore Barbagallo, Mariaconcetta Birrico, Giovanni D’Amico, Vanessa De Grandi, Sebastiano Dipasquale, Anastasia Guardo, Vito Guardo, Santo Paolo Guccione, Gaetano Interlandi, Rita Marta Massaro, Armando Nigro, Raimondo Raimondi, Marinella Raniolo, Giovanna Trefiletti, Patrizia Trefiletti e Cetty Urso. All’inaugurazione di sabato 20 giugno parteciperà Paolo Greco, famoso musicista anch’egli in forza al gruppo Versus, con le sue suggestive musiche “percussion live”. Saranno presenti il presidente di INFORUM EUROPA Giacinto Avola e il presidente di ARTENOSTOP Giuseppe Apa.

L’esperienza del Gruppo Versus nasce da un’iniziativa di arte e cultura ideata da un gruppo di artisti siciliani, provenienti da formazioni diverse, che si sono uniti intorno a un progetto di aggregazione artistica intraprendendo un percorso comune di condivisione di principi e di visioni, pur mantenendo la loro individualità di stili, linguaggi e tecniche, confrontando le loro esperienze di vita e d’arte per meglio comprendere la realtà contemporanea nella sua varietà di fenomeni, di accadimenti e nella sua complessità di codici interpretativi.

La mostra resterà aperta fino al 27 giugno col seguente orario: tutti i giorni dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 20,00 escluso la domenica. Dopo questa esposizione di Siracusa il Gruppo Versus ha già in programma varie mostre nei mesi a seguire e più precisamente nel mese di luglio ad Avola nel Refettorio dei Domenicani, nel mese di agosto a Noto nelle sale di Palazzo Nicolaci e in settembre tutto il gruppo parteciperà a un evento artistico ospitato nel Museo del Castello di Castelmola.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 14/06/2015 alle  20:18:47, nella sezione CRONACA,  603 letture)

giulietto chiesaSabato 13 giugno nella sala degli Stemmi della Provincia Regionale di Siracusa, in via Roma, gremita di pubblico si è tenuto l’incontro, organizzato dal Circolo dei Lettori presieduto da Salvatore Russo, con Giulietto Chiesa, giornalista e scrittore autore del recente saggio “È arrivata la bufera” che interpreta in chiave filorussa gli avvenimenti relativi alla crisi ucraina e alla situazione mondiale che presenta gravi pericoli di una insorgenza di conflitti che possono coinvolgere tutto il mondo occidentale. Chiesa da tempo cerca di mettere in luce le verità nascoste dai media di regime e spiegare alcuni aspetti contraddittori della politica estera nazionale. Introdotto da Luigi Amato e Luca Pinasco, Giulietto Chiesa ha esordito parlando delle verità negate, quei fatti scomodi che le veline di regime non riportano neanche, fatti negati o travisati come ad esempio la questione ucraina. Irrealtà, falsità, informazione manipolata perché i grandi proprietari dei media, televisioni e carta stampata, controllano i loro camerieri e ben poche voci si staccano dal coro, mentre sarebbe necessaria una possibilità di attingere ad una informazione attendibile, cosa prima d’ora assai difficile ma che oggi, grazie alla rete, comincia a diffondersi per far si che il cittadino esca dall’ignoranza e spezzi la coltre delle nebbie che avvolgono i fatti. I nostri politici sono solo dei camerieri, non detengono il vero potere che è in mano a entità lontane e spesso intercambiabili. Una volta era facile individuare i padroni ma oggi i padroni sono tanti e sfuggenti, sconosciuti alla massa dei cittadini. Si deve incominciare a una resistenza popolare o le prossime generazioni saranno generazioni di schiavi, senza potere decisionale e senza possibilità di consumo. I detentori del potere sanno che quest’epoca sta per finire ma noi, cittadini comuni, non lo dobbiamo sapere. Il petrolio non sarà più sufficiente a produrre energia appena tra 30 anni, allorché costerà troppo e non tutti potranno averlo. Chiesa ha citato una interessante legge di natura che esiste da sempre: “in un sistema di risorse finito non è possibile uno sviluppo infinito”. L’attuale sistema capitalistico o cresce o muore, ma se crollano i consumi, se il popolo non avrà più la possibilità di accedere ai consumi, il capitalismo crollerà o dovrà trasformarsi. La lettura della realtà corrente e del prossimo futuro che Giulietto Chiesa compie con lucida analisi è, per certi versi, apocalittica arrivando perfino a pronosticare una guerra totale di cui già si mostrano le prime avvisaglie e che avrà come epicentro lo scontro tra gli Stati Uniti e la Russia di Putin. Chiesa ritiene che l’Italia debba uscire dalla Nato, considerato oltretutto che le sanzioni contro Mosca imposte dagli Usa sono un danno per l’Italia, e ha lanciato una raccolta di firme in tal senso per una iniziativa democratica che parta dai cittadini puntando a raccogliere 2 milioni di firme. Nel campo dell’informazione il giornalista scrittore intende portare avanti un progetto di televisione indipendente a livello nazionale e internazionale, partendo dall’esperienza di Pandora Tv, la sua tv su internet (“un’altra visione dal mondo”), che non possa essere condizionata dal potere dei padroni, palesi od occulti che siano. Stimolati da questa messe di argomentazioni poderose e preoccupanti molti degli intervenuti all’incontro con Chiesa hanno dato vita a un vivace dibattito ponendo ulteriori domande al relatore e ricevendone esplicative risposte.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 12/06/2015 alle  21:44:29, nella sezione ARTE,  880 letture)

uprootedBella mostra d’arte intercultura quella in corso a Siracusa presso la restaurata chiesa di Gesù e Maria in via Capodieci, nei pressi del Museo Bellomo. La mostra, organizzata da Intercultural Studies Center, è stata inaugurata giovedì 11 giugno con un concerto interetnico e porta il titolo UPROOTED – All’insegna della coesistenza – e resterà aperta fino all’11 luglio. Presenta le opere dell’inglese Elizabeth Atkinson, del tunisino Ramzi Harrabi e dell’ortigiano Salvatore Accolla. Tema trattato l’integrazione delle diverse culture e la questione dei migranti, temi cari anche al rettore della chiesa, una splendida cappella medioevale perfettamente restaurata, don Alfredo Andronico, che ha concesso i locali per la significativa manifestazione. Elizabeth Atkinson, inglese che ha scelto di vivere ad Ortigia da cui è affascinata, ha una pittura pregna di ingenuità, e recupera il senso di antichi stupori, di inquietudini non sopite, di felicità fanciullesche mai scordate. fotoPuò essere anche il mezzo per trasferire in un non-luogo, il un giardino della mente, in una terra di mezzo, sogni e tensioni che sarebbero insopportabili se vissuti nel quotidiano presente. Ciò avviene, in questa giovane artista, attrezzata di solida preparazione accademica, avendo conseguito una laurea in belle arti, e stimolata da esperienze di viaggio, attraverso un figurare poetico fatto di semplicità e di minimalismo, in cui la delicatezza del messaggio conferisce status simbolico all’evanescenza dell’essere. La pittura concettuale del tunisino Ramzi Harrabi presenta un comportamento artistico anomalo ed originale, carico della particolare inquietudine di questo artista che ha saputo mixare la cultura e la tradizione islamica con le espressioni d’arte più tipiche dell’occidente. Queste sue ultime opere non sono che, in definitiva, le ultime scelte del suo nomadismo pittorico, unificate dalla tematica: le barche dei migranti stilizzate e ripetute in modo seriale in una iterazione simbolica assai incisiva. Del resto la sua capacità di mestiere, il precoce talento di giovane pittore alle prese col piacere del colore e con l’intellettualismo dei concetti da esprimere, chiesa gesu marianon è lontano da una consapevolezza linguistica e caratterizza l’avvio di un percorso che prende le mosse dalla difficile convivenza tra culture diverse anche allorquando l’artista si esprime attraverso la musica, eseguendo i ritmi ossessivi delle percussioni, di cui è abile interprete, e attraverso la poesia, mescolando anche qui le sonorità della lingua araba col verseggiare italiano. Salvatore Accolla, conosciutissimo ortigiano, è un pittore spontaneo affetto da una frenesia creativa che lo porta a dipingere quadri che espone sui marciapiedi di corso Matteotti ai tanti suoi estimatori che hanno dimostrato di apprezzare la sua arte, la sua vena creativa a volte visionaria, a volte frutto di palpabili tormenti interiori. Nel tempo Accolla ha fatto passi in avanti esponendo le sue opere in varie gallerie d’arte. Le sue tele raffigurano animali, barche, gatti, tetti, arlecchini e rivisitazioni personalissime di opere famose, come l’Urlo di Munch, un infinito caleidoscopio di figurazioni cromatiche ma tutte con una personalissimo linguaggio che, già di per se, è un risultato difficile da raggiungere in campo artistico: la riconoscibilità immediata dei suoi quadri.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 11/06/2015 alle  13:25:04, nella sezione CRONACA,  543 letture)

Il Gruppo direttivo del PD augustano ha fatto pervenire in redazione il seguente comunicato che pubblichiamo:

“Dopo anni di travaglio il nuovo gruppo dirigente del pd di Augusta riparte da qui, da quei 1473 voti di preferenza che ha ottenuto alle elezioni amministrative di domenica 31 maggio e 1 giugno. Ringraziamo tutti i nostri candidati che nonostante le difficoltà, con l'orgoglio dell'appartenenza al nuovo progetto del pd di Augusta, si sono spesi e si sono messi in gioco. È stata premiata la nostra coerenza nel presentarci con il nostro simbolo non cedendo alla ipocrisia di quei soggetti politici e uomini di partito che si sono nascosti dietro fantomatiche e fantasiose liste civiche e la nostra caparbietà di non cedere né a logiche partitiche lontane dal territorio né a lusinghe, compromessi e poltrone e rinunciando anche a sostegni elettorali di voti per non snaturare il nuovo corso del circolo, restando fermi sull'obiettivo del progetto programmatico da noi costruito. Abbiamo anche assistito a componenti del partito che si sono candidati con altre liste anche di centrodestra richiamati da allettanti promesse o a correnti del pd che hanno sostenuto e fatto votare candidato a sindaco diverso da quello del pd. La nostra lista ha ottenuto molte più preferenze di tante altre liste più quotate alla vigilia delle elezioni ma purtroppo il candidato a sindaco da noi scelto ha raggiunto solo il terzo posto ma con più consensi di candidati sostenuti da armate elettorali, flotte di liste e con campagne elettorali faraoniche con risorse economiche non indifferenti. Ringraziamo di vero cuore il professore Totis per il suo impegno e per essersi speso e messo a disposizione di questo progetto comune che riteniamo non vada perso ma anzi rilanciato mettendolo a disposizione dell'intera collettività nella continuità della strada tracciata durante questi anni. 1473 cittadini ci hanno dato fiducia, ma sono molti di più dato i tantissimi voti che ci sono stati annullati, e ci hanno consegnato nuovi stimoli a proseguire la strada che abbiamo intrapreso e per riconquistare i tanti nostri elettori, che appartengono al nostro mondo, delusi o che hanno scelto il non voto. Pertanto il circolo pd,i n continuità alla sua coerenza politica e non interessato a nessuna poltrona ha deciso di non effettuare nessun apparentemente nè tecnico nè politico in quanto reputiamo che i progetti politici dei due candidati a sindaco arrivati al ballottaggio sono distanti dalla nostra visione programmatica della città di Augusta. Il nostro progetto per Augusta rimane quello del lavoro, delle bonifiche e risanamento ambientale, dell'industria sostenibile, del decollo delle attività portuali e marittime, dell'affermazione della cultura della legalità contro ogni forma di corruzione e di malaffare. Comprendiamo la rabbia e l'indignazione dei cittadini contro le tante cose che non funzionano e non vanno nella giusta direzione ma la risposta, a nostro avviso, che va data è quella della buona politica non del qualunquismo e dell'antipolitica dilagante. Noi continuiamo il nostro progetto e non è finita qui, questo è solo l'inizio.”

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Graziella Fortuna (pubblicato il 11/06/2015 alle  13:22:01, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  705 letture)

immagineChi non ricorda le donne del ’68 sventolare i reggiseni per rivendicare la libertà di essere femmina? Una libertà sognata, sperata, pretesa, confidata, trepidata. Mai temuta. Ma quale libertà? La nostra è una società ancora al maschile, anche se la rappresentanza femminile è garantita per legge, le cosiddette quote rosa, una vergogna costituzionale, e la professionalità delle donne, pur avallata, è pseudamente annichilita. Di donne se ne parla. Parlano le percosse che registrano diuturnamente i giornali di donne brutalmente picchiate e umiliate, derise, vituperate e maltrattate. Le donne sono brave a mascherare, a far finta di niente, a nascondere i soprusi subiti e a convivere nella loro vergogna, come se la colpa fosse loro. Continuano a rimanere in silenzio, a tacere la violenza fisica, psicologica e sessuale che sia, e a continuare ad essere persone dal sorriso spento. L’Istat ha registrato che sono state circa 70 milioni le donne che nel 2014 hanno subito violenza. Una realtà allucinante, senza confini e senza limiti ed è questo quello che emerge dai fatti di cronaca che costantemente siamo consapevoli testimoni di una realtà che è solo maschile, ma che riguarda le donne, il tutto mascherato da un falso buonismo che rende la donna sottomessa nella sua casa, trasformata, per l’occorrenza in una prigione. Si parla dell’incomprensibile e illogica leggerezza dell’uomo, il quale ha perso la lucida consapevolezza del cammino verso la ragione, fermo nelle sue radicate convinzioni che sono la risultante di millenaria supremazia. L’uomo non riesce a cambiare, rischia di apparire debole. Non può cambiare le regole della vita! Così ha fatto suo padre e il padre di suo padre, ai tempi dei tempi. L’uomo, negli anni, ha sviluppato il peggiore degli istinti: la violenza, la sopraffazione, l’annullamento della propria compagna…e la donna è sempre lì a raccogliere i cocci della propria vita, a ricomporli e fortunatamente non sempre a conservarli. Il cammino della donna è veloce e dinamico…è quello dell’uomo che va a rilento, inconsapevole che solo la libertà della mente può renderlo veramente uomo. Cronaca docet

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 

 1399 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (231)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (59)
COSTUME E ATTUALITA' (116)
CRONACA (732)
CULTURA (198)
EDITORIALI (26)
EVENTI (332)
LIBRI (199)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018

Gli interventi più cliccati

< ottobre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
13
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


17/10/2018 @ 03:26:16
script eseguito in 285 ms