Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 28/11/2015 alle  11:55:46, nella sezione LIBRI,  645 letture)

Ieri, venerdi 27 novembre, è stato presentato “Una mala jurnata per Portanova”, il nuovo romanzo giallo dello scrittore Alberto Minnella, che ha conversato con un altro scrittore, come lui siracusano, Stefano Amato (entrambi nella foto). Un “aperitivo con l’autore” che si è tenuto al Biblios Cafè in Ortigia, centro storico che ha fornito ampia ispirazione per le location delle nuove gesta del commissario Portanova, già protagonista di “Il gioco delle sette pietre”, anch’esso ambientato nella Siracusa del 1964.

Il romanzo presenta in copertina una frase di lancio attribuita al noto scrittore Valerio Varesi, a sua volta creatore di un commissario, Soneri, interpretato per il piccolo schermo da Luca Barbareschi: “Portanova è uno di quei commissari deliziosamente contemplativi, apparentemente neghittosi, coscienti che le azioni umane scaturiscono solo in parte dal libero arbitrio, ma in misura maggiore da un’oscura metafisica”. In breve, la trama: l’attracco di una nave a Siracusa corrisponde con il ritrovamento alla Marina di un cadavere di un giovane ragazzo. La mala jurnata del commissario Paolo Portanova comincia così e si protrae per tutta la durata dell’indagine che si rivelerà assai ingarbugliata. Una corsa contro il tempo per risolvere il caso prima della ripartenza della nave renderà ancor più complicate le indagini.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 28/11/2015 alle  10:50:04, nella sezione EVENTI,  552 letture)

LOCANDINADall’ 11 al 13 dicembre il Teatro Vittoria di Roma presenta il nuovo recital teatrale, “Slurp - lecchini, cortigiani e penne alla bava” di Marco Travaglio con l'aiuto dell'attrice Giorgia Salari, per la regia di Valerio Binasco. Slurp racconta come i giornalisti, gli intellettuali e gli opinionisti più servili del mondo hanno beatificato, osannato, magnificato, propagandato e smarchettato la peggior classe dirigente del mondo, issando sul piedistallo politici incapaci di ogni colore, ma(g)nager voraci, (im)prenditori falliti che hanno quasi distrutto l'Italia e stanno completando l'opera. Cronache da Istituto Luce, commenti da Minculpop, ritratti da vite dei santi, tg e programmi di regime hanno cloroformizzato l'opinione pubblica per portare consensi e voti a un regime castale e molto spesso criminale che in un altro Paese sarebbe stato spazzato via in pochi mesi, e che invece in Italia gode dell'elisir di vita eterna. Un recital terapeutico, un'arma di autodifesa, un antidoto satirico che ci aiuta a guarire - ridendo - dai virus del conformismo, della piaggeria, della creduloneria, dell'autolesionismo e della sindrome di Stoccolma che porta noi italiani a innamorarci immancabilmente del Nemico. Che ci rovina e ci rapina col sorriso sulle labbra, mentre noi teniamo la testa ben affondata nella sabbia.

 11, 12 e 13 dicembre 2015 ore 21.00 TEATRO VITTORIA/COOP. ATTORI & TECNICI - Piazza S. Maria Liberatrice 10, 00153 Roma (Testaccio). Vendita on-line e info: www.teatrovittoria.it

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 27/11/2015 alle  13:14:08, nella sezione CRONACA,  922 letture)

portoNell’ambito del complesso processo di ristrutturazione del sistema portuale nazionale, già in corso da parecchi mesi, con alterne vicende e numerosi colpi di scena, sembrerebbe ormai confermata la scelta di attribuire due autorità portuali alla nostra regione, una, con sede a Palermo, per la Sicilia occidentale, e l’altra, con (probabile) sede ad Augusta, per la Sicilia orientale.

Tale decisione, peraltro prevista da tempo, risulterebbe coerente con il ruolo baricentrico di Augusta rispetto al territorio interessato, funzionale al notevole volume di traffico merci movimentato, superiore anche a quello di porti limitrofi – e rivali - come Catania e Messina, oltre che coerente con le decisioni della Commissione Europea, che, in tempi non sospetti, aveva individuato Augusta tra i porti ‘core network’ nel bacino del Mediterraneo.

Tutto questo fa della città di Augusta la candidata naturale a base strategica dei programmi e dei progetti da realizzare per l’intero settore portuale marittimo della Sicilia orientale, nonché il centro propulsore di un potenziale sviluppo economico ed occupazionale, gravitante intorno al porto megarese, soprattutto per l’ampio territorio, altrimenti trascurato, ricadente nelle province di Siracusa e Ragusa ma che ad oggi è ancora purtroppo in discussione.

“Constatiamo con grande rammarico – ha dichiarato il segretario cittadino del PD Giancarlo Triberio, consigliere comunale - anche per una vicenda di tale rilevanza, la condotta accomodante e a tratti disorganizzata dell’amministrazione comunale pentastellata. Bisogna ricordare, infatti, che il problema della Port Authority è stato sollevato per merito dei consiglieri di minoranza, che hanno richiesto una seduta monotematica sull’argomento, conclusasi con l’approvazione unanime di una mozione d’indirizzo a conferma della volontà di scegliere Augusta come sede dell’Autorità Portuale, e il conseguente rifiuto di destinare il medesimo porto ad ‘Hotspot’ per l’accoglienza dei migranti nel Mediterraneo. Ne è seguito un incontro del sindaco di Augusta con il ministro alle infrastrutture Del Rio, le cui risultanze e i cui contenuti risultano tuttora coperti dal segreto e oggetto di stretto riserbo, secondo quanto dichiarato dalla stessa Sindaca nell’ultimo Consiglio Comunale.. A questo punto ci saremmo almeno aspettati - continua Triberio - l’avvio di azioni concrete, la promozione di iniziative e di occasioni d’incontro per sostenere in modo unitario, al di là delle bandiere di partito, l’importante lotta in difesa del nostro porto; ne è scaturita invece una serie di atti inconsistenti, mal organizzati, e, in definitiva, fallimentari: l’incontro, in Piazza Duomo, di tutti i sindaci del comprensorio siracusano, di fatto ridottasi a sole otto presenze, e di alcuni deputati, i tentativi - sempre andati a vuoto- di alcuni componenti della compagine pentastellata di organizzare riunioni di confronto tra le parti in campo, la convocazione- questa volta a cura della Presidenza del Consiglio - di un tavolo tecnico riservato all’amministrazione locale, ai capigruppo, ai presidenti delle commissioni comunali e agli operatori portuali, poi naufragato per la sovrapposizione con impegni precedentemente presi da alcuni soggetti coinvolti. Se quest’ultimo buco nell’acqua - come afferma il sindaco- è da ascrivere ad un ‘difetto di comunicazione’, viene molto da pensare sulle reali capacità della nostra amministrazione comunale di agire concretamente a sostegno delle prerogative del porto di Augusta. Un altro punto scottante riguarda il progetto di inquadrare all’interno del porto un hotspot per l’accoglienza e lo smistamento dei migranti approdati sulle nostre coste. Ove ciò corrispondesse al vero verrebbe infatti a cadere ogni progetto di valorizzazione dell’area portuale di Augusta, le cui attività sarebbero ostacolate in modo insuperabile dalle complesse necessità dei migranti in arrivo, rendendo di fatto impossibile la cogestione delle due pratiche in modo simultaneo. Ciò detto – conclude Triberio - nulla si vuol negare alla povera gente in cerca d’aiuto e di rifugio, nei cui riguardi i cittadini augustani hanno già dimostrato piena solidarietà ed un supporto operativo e morale; ma, al momento, la costruzione di un centro di accoglienza all’interno del porto megarese è del tutto incompatibile con l’idea di valorizzare lo stesso, facendone la sede dell’Autorità Portuale per la Sicilia orientale”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/11/2015 alle  22:30:57, nella sezione CRONACA,  587 letture)

classe scolasticaPalermo, Catania e Messina potranno realizzare gli interventi previsti finalizzati a migliorare la qualità dell’edilizia scolastica e contrastare il fenomeno della dispersione. A comunicarlo è stato l’assessore regionale alla Pubblica istruzione e Formazione, Bruno Marziano. «Oggi – ha dichiarato il componente della giunta regionale - sono partite dall’assessorato regionale alla Pubblica istruzione le richieste indirizzate al dipartimento Sviluppo e Coesione territoriale, tramite il dipartimento della Programmazione regionale, per l’utilizzo di risorse (riferite alla delibera Cipe 79/2012) la cui finalità è quella di realizzare interventi di edilizia scolastica volti a contrastare il fenomeno della dispersione. In tal modo – ha aggiunto Marziano - si recuperano quattro interventi nelle tre città metropolitane: 2 a Messina, uno a Palermo ed uno a Catania. Le tre città non parteciparono all’avviso iniziale e attraverso il recupero di somme previste per altre misure si è riusciti a garantire i quattro interventi». La somma globale destinata alle tre città metropolitane è di oltre 5 milioni 200 mila euro, che vanno ad aggiungersi ai 33 decreti di finanziamento per circa 28 milioni di euro. «In questo modo – ha concluso l’assessore Marziano - anche le tre città metropolitane potranno realizzare gli interventi previsti e finalizzati a migliorare la qualità dell’edilizia scolastica e contrastare il fenomeno della dispersione».

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/11/2015 alle  22:30:18, nella sezione EVENTI,  625 letture)

giordaniIl Concorso, giunto alla sua quinta edizione, ha l’intento di avviare giovani talenti alla carriera del cantante lirico. La competizione vede due selezioni annuali, una negli Stati Uniti che ha avuto luogo alla Vero Beach Opera in Florida lo scorso aprile 2015 e una in Europa, che è partita il 25 novembre e si concluderà il 29 novembre ad Augusta al teatro della Città della Notte. La serata finale del Concorso è organizzata sotto forma di un concerto lirico offerto al pubblico e avrò luogo il 29 alle 19.30 nella medesima sede. Anche quest’anno c’è stata una straordinaria affluenza delle iscrizioni, con cantanti provenienti da tutto il mondo: Giappone, Angola, Venezuela, Brasile, Australia e Messico. La giuria di altissima qualità, vede la presenza di direttori artistici dei più prestigiosi teatri lirici internazionali e professionisti nel campo della organizzazione musicale. Olga Kapanina, direttrice artistica del teatro Mihailovsky di San Pietroburgo, il M° Dominique Meyer, direttore artistico della Staatsoper di Vienna, Ian Rosenblatt, organizzatore e promotore del Rosenblatt Recitals Series di Londra, il M° Gianni Tangucci, direttore artistico dell’Accademia del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il M° Christian Deliso, direttore del Palace Fest di san Pietroburgo e consulente del St Moritz Festiva, Claudio Ferri Royal artists management di Montecarlo, il dott. Sabino Lenoci, direttore della rivista L’Opera e il maestro Marcello Giordani.

Il primo premio è del valore di 5000 € (alla memoria di Michele Guagliardo, padre del tenore), 3000 € il secondo offerto dalla Rosenblatt Recitals Series di Londra e 2000 $ il terzo offerto dalla Vero Beach Opera e dalla Debora Voigt Foundation. Verranno assegnati anche altri premi tra cui: un concerto a Londra offerto da Rosenblatt Recitals Serie, 1000 € offerti dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa come premio speciale alla memoria del tenore Salvatore Licitra, un concerto a Palazzo San Teodoro a Napoli nella stagione musicale e al Palace Festival di San Pietroburgo, una borsa di studio offerta dal Kiwanis Club di Augusta per partecipare alla prossima Masterclass del M° Marcello Giordani, una borsa di studio di 1000 € offerta dall’Inner Wheel Club di Augusta, una borsa di studio di 500 € offerta dal Lions Club Catania Stesicoro Centrum, un premio dato dal teatro Sao Pedro di San Paolo per un ruolo nella prossima stagione 2016 e infine la possibilità di essere rappresentato dall’agenzia lirica YAP.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/11/2015 alle  22:29:52, nella sezione CRONACA,  654 letture)

consiglio comunale - fotoDodici consiglieri comunali di opposizione di Augusta, Alfredo Beneventano del Bosco, Franco Lisitano, Giancarlo Triberio, Vincenzo Canigiula, Marco Niciforo, Salvatore Errante, Giuseppe Di Mare, Alessandro Tripoli, Salvo Aviello, Irene Sauro, Angelo Pasqua e Biagio Tribulato fanno pervenire in redazione un comunicato stampa che contiene critiche serrate all’amministrazione in carica pentastellata del sindaco Cettina Di Pietro. “Superficialità nella scelta, errori di valutazione nell’affidamento degli incarichi, inesperienza spesso mista a presunzione o primi seri problemi all’interno della apparentemente coesa e blindata maggioranza? – recita il testo del comunicato - Ad un osservatore attento delle dinamiche politiche cittadine, di certo l’ultimo episodio avvenuto nel corso del Consiglio Comunale dello scorso 17 Novembre, sarà apparso come l’ennesima tessera di un mosaico che via via si sta componendo e che mina inevitabilmente l’idea di compattezza e di comunione di intenti che questa Amministrazione si sforza di dare di sé. Anteponendo a qualsiasi considerazione politica il rispetto dovuto da chiunque alle motivazioni personali addotte dall’ormai ex Presidente del Consiglio Comunale, sul cui nome, lo ricordiamo, nella seduta del Consiglio Comunale dello scorso 24 luglio erano confluiti unanimemente tutti e diciotto i voti dei Consiglieri 5 stelle, pare evidente che sia da sottolineare il dato politico che queste dimissioni rappresentano. Quello di Marco Patti dunque era un nome di garanzia, attentamente individuato e largamente condiviso. Patti oggi si spoglia dell’abito di Presidente del Consiglio Comunale per tornare a vestire quello di Consigliere tra i banchi della maggioranza. Innanzitutto, delle due l’una: o le motivazioni sono talmente ostative da impedire lo svolgimento di qualsiasi incarico, fosse anche quello senza dubbio meno impegnativo del Consigliere, o è quanto meno lecito chiedersi se possano esistere altre motivazioni che abbiano indotto a rinunciare all’incarico, ricordiamolo fortemente voluto. Non è sterile polemica la nostra, né teoria del sospetto a tutti i costi è, al contrario, una riflessione lecita nei confronti di chi ostenta coesione e invece si disgrega nei fatti. Superficialità dicevamo, o forse solo inesperienza nella scelta. A pochi mesi dalle elezioni di giugno, questa Amministrazione registra di fatto già un Assessore “mai nato”, seppure designato già al primo turno, dopo la selezione effettuata tra quanti inviarono i curricula. Oggi le dimissioni del Presidente, garante dell’equilibrio e dell’imparzialità nell’Aula Consiliare, appaiono politicamente quanto meno inopportune. La fuga in massa per impegni personali del Sindaco e degli altri tre Assessori presenti in aula cui abbiamo assistito durante l’ultimo Consiglio Comunale, avvenuta poco prima della trattazione del punto in programma sul Parcheggio del Faro, ha sorpreso anche il gruppo dei consiglieri della maggioranza, oltre che l’opposizione. Li hanno lasciati soli, talmente soli da chiedere all’opposizione di trattare il punto in questione in Commissione, non avendo a disposizione nessun documento e nessun argomento serio a supporto del punto all’ordine del giorno. Ma non è tutto. Prendono sempre più corpo infatti e diventano dunque più accreditate, le voci di Palazzo che indicano come dimissionario un altro componente eccellente della Giunta a 5 stelle. Al di là di qualsiasi polemica, una cosa è certa: l’ultima cosa di cui questa Città sente il bisogno al momento sono i ritardi, le battute d’arresto e il malfunzionamento della macchina amministrativa che queste anomalie inevitabilmente comportano.Motivazioni personali anche questa volta, insanabili divergenze di opinione o mancanza di una progettualità comune e di un impegno serio e lungimirante che priva la città di un organico progetto di sviluppo?”

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 24/11/2015 alle  20:40:22, nella sezione CRONACA,  597 letture)

AMIANTOSono partite lunedì scorso le operazioni di riqualificazione del territorio di Pachino contro le discariche di amianto. In diverse contrade della città è stata avviata la rimozione, in sicurezza, del materiale pericoloso. «Come annunciato nel corso della conferenza di sabato – ha dichiarato il vicesindaco e assessore all’Ecologia, Andrea Nicastro - dedicata proprio al tema dell'amianto, sono partiti i lavori. Nonostante le risapute criticità finanziarie dell'ente, si è ritenuta la necessità dell'intervento per evidenti e non più rinviabili ragioni di tutela della salute pubblica. Le operazioni di bonifica stanno avvenendo nel pieno rispetto delle norme in materia e senza nessun pericolo di dispersione o rischio per la pubblica incolumità». Le prime megadiscariche bonificate, sono state quelle delle contrade Cozzi, Conca D'Oro a Marzamemi, Pianetti all’altezza del mercato ortofrutticolo, in Via Dello Stadio ed a Morghella, lungo la strada provinciale Marzamemi - Portopalo. AMIANTO2I costi complessivi sono di 15 mila euro. «Per contenere il più possibile la spesa – ha continuato Nicastro - si sta procedendo ad una preselezione dei materiali rinvenuti, isolando, quando ciò risulta oggettivamente possibile, i manufatti contenenti amianto dal resto degli altri rifiuti generalmente di natura edile i cui costi di smaltimento sono inferiori. Parallelamente, continuerà l'azione di controllo sul territorio da parte del nucleo ecologico della polizia municipale che ha portato lunedì stesso alla scoperta di una nuova discarica di serbatoi in amianto a Torrefano in un terreno privato».

«Mi auguro che i cittadini apprezzino gli sforzi e l’impegno dell’amministrazione nel fronteggiare l’emergenza amianto – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno - visto che, oltre alla campagna di sensibilizzazione, abbiamo concretamente avviato le operazioni di bonifica. Mi attendo adesso una risposta più partecipata da parte di tutti: renderemo la vita durissima a chi abbandona l’amianto sul territorio, mettendo a rischio la salute dei nostri cittadini e frenando le potenzialità di sviluppo economico e turistico del territorio». All’Ufficio Ecologia è possibile acquisire tutte le informazioni relative all’amianto presente in abitazioni e aziende nonché le corrette modalità di smaltimento. È possibile anche formalizzare segnalazioni e denunce anonime scaricando l’apposito modulo dal sito istituzionale.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 24/11/2015 alle  19:40:30, nella sezione LIBRI,  643 letture)

I VOLTIGiovedì 26 novembre al salone Istituto Privitera viale Regina Margherita, l'associazione "Per la città che vorrei" presenterà iI libro "I volti della bellezza e le false proiezioni ideologiche" di Francesca Bonadonna. All'incontro con l’autrice parteciperanno Sergio Pillitteri, presidente dell'associazione, Serafino Tognetti, monaco e sacerdote nella “Comunità dei figli di Dio”, fondata da don Divo Barsotti e suo primo successore, l’editore Carlo Morrone, mentre il pianista Salvino Strano eseguirà brani musicali a commento di alcune letture contenute nel saggio. Questa seconda rilettura della bellezza nasce sulla scia della prima opera “La bellezza salverà il mondo”, nota citazione dello scrittore russo Fëdor Dostoevskij, in continuità con un concetto di bellezza che spazia dall’ etica cristiana e filosofica all’esperienza quotidiana. Un' accurata selezione di aforismi conferisce all' opera un profilo semplice e lineare: da sant'Agostino a san Giovanni della Croce, da San Giovanni Paolo II alla Beata Madre Teresa di Calcutta, da Fedor Dostoevskij a Chesterton, da Plinio Corrêa de Oliveira ad Aleksandr Solzenicyn, da Escrivà a Don Giussani, il libro offre approfondimenti di spiritualità cattolica, ispirati agli "assoluti della divina bellezza", che analizzano aspetti della nostra fragile epoca, drammaticamente sfibrata dalla divisione e dalla violenza.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 21/11/2015 alle  13:45:11, nella sezione ARTE,  839 letture)

bertrandSabato 5 dicembre alle ore 18 la Galleria d'arte Quadrifoglio di Via Santi Coronati in Ortigia presenterà una mostra personale del pittore Francesco Bertrand. La mostra resterà aperta fino al 31 dicembre e propone le ultime opere del noto artista siracusano che hanno per soggetto paesaggi, marine e nature morte. Le nuove opere si collocano in una linea pittorica neo-impressionista che ha avuto in Bertrand uno dei suoi maggiori promotori e interpreti. Nelle sue tele sono la luce e i colori a creare la forma, a darle energia, a rendere palpabile la vibrazione interna che riesce a rendere in maniera plastica l'incresparsi delle onde nelle marine contemplate dai bastioni di Ortigia o il rapido passaggio di una nube che, proiettando la propria ombra sui campi e sugli alberi in primo piano, irradia di luce le piccole case bianche in lontananza. Pittore di paesaggi ma anche di realtà quotidiane, Bertrand trasferisce il silenzio, il vuoto e l'assenza della figura umana, tipici dei suoi quadri, anche nelle tele raffiguranti le nature morte, i frutti, i vasi e i cesti di fiori, nei quali la delicatezza cromatica e la grafia minuziosa suscitano nell'osservatore la malinconica emozione del tempo che passa. Francesco Bertrand nato a Siracusa, dove vive e lavora ha partecipato a varie e prestigiose mostre sia in Italia che all'estero.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 21/11/2015 alle  13:27:57, nella sezione CRONACA,  1126 letture)

randagiStretto un patto sinergico di collaborazione tra le amministrazioni comunali di Pachino e Portopalo e l’Azienda sanitaria provinciale a tutela degli animali d’affezione e per la prevenzione del randagismo. Ad annunciarlo è stato l’assessore al Welfare e alla Sanità, Giuseppe Nalbone, che assieme al sindaco di Portopalo, Giuseppe Mirarchi, al vicesindaco, Rossella Miceli, alla dirigente del Comune di Pachino del Welfare, Mariella Costa, a Danila Costa, segretario generale di Portopalo e ai rappresentanti dell’Asp, Sebastiano Ficara e Franco Latino, ha siglato una convenzione per la gestione delle attività di prevenzione del randagismo che saranno effettuate nell’ambulatorio veterinario comunale di piazza Ugo La Malfa a Pachino. Nella struttura comunale sono previste attività di sterilizzazione e di identificazione di tutti i cani presenti sul territorio.

«Il problema del randagismo – ha dichiarato l’assessore Nalbone - negli ultimi anni ha assunto sempre maggiore rilievo non estendendosi al solo e delimitato territorio di ogni Comune ma coinvolgendo territori più vasti, creando notevole disagio per il rischio di aggressione ai residenti, soprattutto nella stagione estiva nelle zone balneari tra Pachino e Portopalo». Così le due amministrazioni, assieme all’Asp, hanno deciso di fare fronte comune per risolvere il problema agendo in sinergia, considerato anche il fatto che il Comune limitrofo di Portopalo non è dotato di ambulatorio veterinario comunale. «L’unione fra Comuni limitrofi – ha voluto sottolineare il sindaco, Roberto Bruno - potrebbe contribuire a porre in essere azioni più efficienti ed efficaci per un migliore contenimento del fenomeno randagismo e di conseguenza maggiore risparmio della spesa con positivi risvolti per le casse comunali». Le attività di controllo sanitario ed identificazione dei cani catturati, la sterilizzazione e marcatura, le attività connesse con la degenza post-operatoria e l’acquisto e la gestione dei farmaci verranno effettuate congiuntamente dai due Comuni, così tutti i costi di gestione saranno suddivisi in parti uguali al 50 per cento.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 19/11/2015 alle  20:55:10, nella sezione CRONACA,  645 letture)

fotoL’Arcigay di Siracusa in collaborazione con la rete degli studenti medi e Arcigay Catania organizza un flash mob dal titolo “CI SIAMO ANCHE NOI” a Piazza Duomo di fronte palazzo Vermexio sede del Municipio di Siracusa venerdì 20 novembre ore 19 per le vittime di violenza e discriminazione. L’iniziativa si celebra il 20 novembre e venne introdotto in memoria di Rita Hester il cui assassinio nel 1998 diede avvio al progetto web “Remembering our Dead” e nel 1999 ad una veglia a San Francisco. Da allora l’evento ha acquisito carattere internazionale. L’iniziativa intende portare avanti, con orgoglio, l’obiettivo di costruire insieme alle istituzioni, politiche di inclusione e integrazione che salvaguardino il diritto alla autodeterminazione delle persone transessuali e la loro dignità di cittadine e cittadini. Oggi le persone transessuali sono più visibili anche grazie alla presenza e alle battaglie dell’Arcigay ma i pregiudizi continuano ad esistere anche perché si associa la transessualità alla prostituzione, ma non è sempre così e anche quando, basterebbe pensare che alcuni/e non hanno scelta. Le persone transessuali sono esseri umani che lottano per i propri diritti, per vivere una condizione sociale equa. “Come Rete degli Studenti Medi - dichiara il Presidente della Rete degli studenti medi di Siracusa Marco Ermenegildo Blandini - siamo convinti che la scuola debba avere un ruolo centrale e primario nell’educazione al rispetto delle differenze, è la scuola infatti il luogo in cui il cittadino si forma e accresce la propria coscienza. Insegnare la diversità è una ricchezza fondamentale che non va discriminata, è la prima arma per combattere l’omofobia che purtroppo ancora oggi troppe volte si traduce in tragici eventi”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 19/11/2015 alle  20:50:11, nella sezione EVENTI,  728 letture)

marcello giordaniDopo il prestigioso incarico come direttore della stagione teatrale di Noto, Marcello Giordani aveva espresso un desiderio: Augusta deve avere una sua stagione lirico-sinfonica. Sarà il Teatro Città della Notte ad avere il cartellone firmato dal tenore megarese. Quattro gli appuntamenti che prenderanno l'avvio già a gennaio 2016. Si inizierà con il sempre verde Barbiere di Siviglia di Rossini il 19 gennaio, il 21 marzo sarà la volta del Requiem k626 di Mozart, un omaggio ai celeberrimi musical hollywoodiani è stato previsto per il 24 aprile, la stagione si concluderà il 10 maggio con l'Elisir d'amore in una doppia versione integrale per gli adulti e didattica per le scolaresche. Fuori abbonamento il 19 dicembre 2015 avrà luogo il Concerto di beneficenza natalizio. Il coro e l'orchestra saranno, per precisa scelta del tenore, eccellenze del panorama siciliano. “Augusta merita una stagione lirica, l'avventura estiva di Cavalleria Rusticana l'ha dimostrato, sono certo che gli augustani non mancheranno questa occasione e ci sosterranno in questa impresa” – è questo l’augurio ottimista del tenore augustano.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 19/11/2015 alle  15:23:11, nella sezione LIBRI,  756 letture)

COPERTINA DEL LIBRODomenica 22 Novembre alle ore 11:00 alla Libreria Gabò di Corso Matteotti 38, sarà ospite lo scrittore palermitano Nino Vetri per presentare il suo nuovo libro "Il Michelangelo", pubblicato da Sellerio. Ne parlerà con l'autore Paolo Tuttoilmondo. Il titolo del libro rimanda al nome di un quartiere-leggenda della speculazione edilizia a Palermo per raccontare una saga antiepica di un viandante, in una sorta di biografia avventurosa in tre tempi. Inizia dall’infanzia, in una parte in via di edificazione della città, che è, più che uno spazio, un lungo attimo di tempo esotico tra la campagna brulla che sparisce e le ruspe che avanzano, in cui vive una umanità come di una frontiera lontana. Finisce in un epilogo tragico e beffardo dopo una intera giornata da ubriachi attraverso tutto il centro storico. In mezzo altri spazi, altri personaggi, tante vite incredibili che sembrano inventate ma sono certamente viste. 

Nino Vetri è nato a Palermo nel 1964. Suona nel gruppo «La banda di Palermo». Con questa casa editrice ha pubblicato Le ultime ore dei miei occhiali (2007), Lume Lume (2010) e Sufficit (2012).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 19/11/2015 alle  15:19:08, nella sezione CULTURA,  775 letture)

portopaloPrende il via da Portopalo di Capo Passero domenica 22 Novembre il Festival dei Due Mari, un percorso alla scoperta delle eccellenze culturali, naturali e gastronomiche dei comuni della costa siciliana che appartengono al Gruppo di Azione Costiera dei Due Mari (GAC dei due Mari) composto dai comuni di Portopalo di Capo Passero, Pachino, Avola, Noto, Ispica e Pozzallo. È qui che generazioni di pescatori hanno legato il loro destino al mare, nella costante ricerca della sua risorsa più preziosa: il pesce. Un’attività che ha influenzato la vita di tanti uomini, che non hanno resistito al richiamo del mare e hanno vissuto sulla propria pelle la sua mutevole inclinazione all’abbondanza o alla scarsità. Qui si è forgiata la grande tradizione marinara della costa dei due mari, che vive nelle mani e sui volti delle persone, nei loro racconti e nelle loro sapienti attività. Una tradizione che continua sulle coste di questa terra ricca di fascino e di storia, in cui si ripetono riti dal sapore antico, che la modernità, per fortuna, non riesce ancora a scalfire. Il Festival dei due Mari intende celebrare tutto questo con una manifestazione che valorizzi la zona di pesca puntando sulla tradizione marinara, le attività dei pescatori, le risorse attrattive della costa e i suoi prodotti gastronomici. “Questo evento vuol rappresentare solo un piccolo passo per accendere i riflettori sulle nostre terre alla scoperta di ciò che di veramente unico può donare un viaggio da noi» ha dichiarato il Sindaco di Portopalo e Presidente GAC dei due Mari, Giuseppe Mirarchi. «Un importante evento che segue la nostra politica di valorizzazione del mare e delle persone che lo vivono” - ha dichiarato il Sindaco di Avola, Luca Cannata. «Un patrimonio naturalistico mozzafiato – ha dichiarato il Sindaco di Pachino, Roberto Bruno – che diventa scenografia ideale per la nuova frontiera del food&wellness: il sudest Siciliano». «La manifestazione che si svolgerà il 5 dicembre in Piazza delle Rimembranze a Pozzallo – ha affermato il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna - ricopre una notevole importanza perché contribuisce alla promozione del nostro territorio e del suo bene primario: il mare”. Nella Piazza principale di Pozzallo, infatti, “il Festival dei due mari” prevede, nelle ore mattutine, la presentazione di una mostra riguardante la pesca, alla presenza delle autorità istituzionali cittadine. Nel pomeriggio, oltre a eventi formativi e workshop, a partire dalle ore 18 è prevista la degustazione gratuita di pesce e showcooking, e a seguire, dalle ore 21, uno spettacolo in Piazza delle Rimembranze con animazione. Il Festival dei Due Mari, continuerà poi a Noto il 13 dicembre e ad Ispica il 19 dicembre.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 19/11/2015 alle  15:16:00, nella sezione CULTURA,  894 letture)

noto sequenziaLa letteratura, l’arte e la musica, con il messaggio di bellezza e di libertà che comunicano al mondo, possono ancora contrastare la violenza in questa società travagliata e confusa. E’ questo il messaggio del convegno “Respirando Barocco…la Bellezza vince la violenza” che si terrà a Noto Domenica 22 novembre, alle ore 18, nelle prestigiose sale di Palazzo Nicolaci, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Il convegno è promosso da Giovanna Tidona, presidente dell’associazione Ninphea onlus in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, l’associazione Soroptimist e ad aziende e organizzazioni che operano sul territorio. Apriranno i lavori, condotti alla giornalista Patrizia Tidona, gli interventi di Giovanna Tidona, presidente dell’associazione Ninphea onlus, della scrittrice Marinella Fiume, presidente della Soroptimist Club Val di Noto e di Ninella Coletta, presidente del Comitato provinciale della Croce Rossa netina. Prestigiosi i relatori invitati al convegno: il semiologo e saggista prof. Salvo Sequenzia, che affronterà la lettura della celebre Novella del Grasso legnaiuolo, un testo del Quattrocento che anticipa alcune tematiche care al Barocco; il prof. Luigi Amato, storico e saggista, ordinario di Estetica all’Accademia di Belle arti di Palermo, che tratterà alcuni aspetti tipici dell’estetica barocca; ed infine l’avv. Silvana Grasso, che relazionerà su come difendersi dalla violenza. Il Maestro Luca Ambrosio al clavicembalo, la soprano Paola Modicano e l’artista Stefania Federico susciteranno attraverso la musica, il canto e gli abiti d’epoca l’atmosfera raffinata, colta ed elegante della cultura barocca.

Giovanna Tidona, presidente dell’associazione Ninphea onlus, organizzatrice dell’evento, ha dichiarato: «Con questa importante manifestazione abbiamo voluto lanciare da Noto, una delle capitali del Barocco europeo, un messaggio di civiltà e di impegno civile, affidato alla cultura, all’arte, al canto e alla musica, per ricordare a noi stessi e alla società in cui viviamo che l’unico modo per contrastare la violenza sulle donne, e la violenza in genere, è quello di educare al dialogo, alla condivisione di valori e di forme di espressione che privilegiano l’umanesimo alla barbarie, la bellezza alla violenza e alla brutalità della guerra. E abbiamo voluto farlo realizzando questo convegno in un giorno emblematico come la giornata internazionale contro la violenza sulla donna proprio per rimarcare l’importanza che la figura femminile ha avuto nella cultura barocca e nella storia della civiltà in genere, al di là di ogni sterile discorso di gender».

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 17/11/2015 alle  15:34:46, nella sezione CULTURA,  803 letture)

ogninaCentoquarantotto ettari di terreno, un volta e mezzo il centro storico di Ortigia, ubicati in una delle più belle località della costa sud di Siracusa. Se il progetto edificatorio “One & Only Torre Ognina” sarà approvato in questa zona, l’unica rimasta incontaminata nel tempo, sarà costruito un grande resort di 41 ettari riservato agli ospiti del campo da golf che verrà realizzato nella stessa area. La viabilità della zona sarà stravolta ed un importante tratto della costa e del mare rischieranno di non essere più accessibili né visibili. Proprio l’area interessata dal progetto è stata scelta come tema del concorso fotografico “Ognina a Siracusa, paesaggio costiero ed entroterra” promosso dallo Studio legale Giuliano di Siracusa, che ancora una volta conferma il proprio impegno in favore della conoscenza e tutela del patrimonio paesaggistico della città. Il concorso si propone di suscitare l’interesse di siracusani e non verso questa vasta area costiera, unica testimonianza dell’identità di quella parte di territorio, di stimolarli a scoprire luoghi, spesso sconosciuti, a percorrerli e interpretarli usando il mezzo fotografico. Il concorso è anche l’occasione per fare crescere la consapevolezza di come si trasforma il territorio e di ciò che si rischia di perdere e stravolgere con nuovi progetti edificatori in una zona già ampiamente compromessa dalla speculazione edilizia, che dagli anni Settanta ha consumato costa ed entroterra con centinaia di villette, abitate per lo più solo durante le vacanze estive. Ulteriori informazioni sul regolamento del concorso e altra documentazione relativa all'area interessata dal progetto edificatorio sono consultabili nel sito dello Studio legale Giuliano www.studiolegalegiuliano.eu (Lo studio e la città, Concorso fotografico Ognina).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 16/11/2015 alle  16:44:30, nella sezione CRONACA,  555 letture)

pdIl PD di Augusta, reduce dalla recente sconfitta elettorale alle ultime amministrative che ha portato al governo della città il movimento cinque stelle, anche a causa delle spaccature interne tradotte nelle candidature avverse di Totis e di Guagliardo, ritiene oggi di correre ai ripari lanciando una campagna di tesseramento sul territorio ed inaugurando un percorso politico unitario e condiviso, ripristinando anche quegli spazi e luoghi che rappresentano la sede naturale del confronto. Il segretario cittadino Giancarlo Triberio dichiara in una nota: “Se è possibile rinvenire all'interno del Partito Democratico sensibilità eterogenee, è altrettanto vero che, allorquando il pluralismo si esercita coinvolgendo tutti attraverso un confronto aperto nei luoghi anzidetti e, soprattutto, in una direzione unitaria, allora si possono raccogliere quei frutti che sono il segno tangibile di un cammino responsabile. Con responsabilità il circolo augustano, avendo ritrovato e ricostruito un percorso unitario, raggiunto dopo un confronto forte e coraggioso sui temi programmatici, politici ed etici che hanno determinato le divisioni passate, continua la sua attività e si rafforza ancor di più proponendo con forza le nuove sfide a difesa del territorio e proponendo la propria proposta di sviluppo mettendo al centro le emergenze del territorio quali lavoro, infrastrutture, ambiente, sanità, politiche sociali, turismo, con una visione che non sia solo episodica ma inquadrati in una prospettiva d’insieme. E' in tale visione che si lavorerà per il nuovo tesseramento che prenderà il via giorno 16 Novembre 2015 presso la sede del circolo PD di Augusta in via S. Pietro Martire n°40 1 piano dalle 18 alle 20: sensibilità come ricchezza e rinnovamento attraverso la sintesi tra esperienza e freschezza nonché entusiasmo di tutti coloro i quali partecipano e vorranno partecipare”. Il segretario cittadino invita, quindi, tutti ad aderire al tesseramento nel rispetto dello statuto e del codice etico, per contribuire al processo di rinnovamento non solo del Partito Democratico, ma della politica e della città di Augusta.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/11/2015 alle  21:27:11, nella sezione LIBRI,  494 letture)

FOTO DELL'AUTOREGiorno 16 Novembre presso il Moon di Via Roma sarà ospite Luca Bianchini (nella foto a fianco) per presentare il suo ultimo libro "Dimmi che credi nel destino", edito da Mondadori. Dopo il successo di "Io che amo solo te" da poco nelle sale cinematografiche, Luca Bianchini torna in libreria con una storia vera sugli italiani all'estero, sulle librerie, sull'amore e sulla speranza. Introduce il Vicesindaco Francesco Italia. L'evento è organizzato dalla Libreria Gabò. 

In sintesi, ecco la storia raccontata da Bianchini: Ornella ama i cieli di Londra, il caffè con la moka e la panchina di un parco meraviglioso dove ogni giorno incontra Mr George, un anziano signore che ascolta le sue disavventure, legate soprattutto a un uomo che lei non vede da troppo tempo, e che non riesce a dimenticare. A cinquantacinque anni, Ornella si considera una campionessa mondiale di cadute, anche se si è sempre saputa rialzare da sola. Per fortuna può contare su Bernard, il suo vicino di casa, che la osserva da lontano e la conosce meglio di quanto lei conosca se stessa. L'ultima batosta, però, è difficile da accettare. La piccola libreria italiana che dirige nel cuore di Hampstead - dove le vere star sono due pesci rossi di nome Russell & Crowe - rischia di chiudere: il proprietario si è preso due mesi per decidere. Lei, che sa lottare, ha imparato anche a lasciarsi aiutare, e così chiama in soccorso la Patti, la sua storica amica milanese inimitabile compagna di scorribande - che arriva in città con poche idee e tante scarpe, ma sufficiente entusiasmo per trovare qualche soluzione utile a salvare l'Italian Bookshop. La prima è quella di assumere Diego, un ragioniere napoletano bello e simpatico, che fa il barbiere part-time, ha il cuore infranto e le chiama guagliuncelle. Ma proprio quando la libreria ha più bisogno di lei, il destino riporterà Ornella in Italia, a bordo di una Seicento malconcia guidata in modo improbabile dalla Patti.

Luca Bianchini vive tra Torino e Roma, dove conduce la trasmissione radiofonica "Colazione da Tiffany" su Rai Radiodue. Ha pubblicato con Mondadori Instant Love (2003), Ti seguo ogni notte (2004), la biografia di Eros Ramazzotti, Eros. Lo giuro (2005) e Se domani farà bel tempo (2007), Io che amo solo te (2013). Dal 2007 conduce all'alba su Radio 2 la trasmissione Colazione da Tiffany. Scrive su «Vanity Fair», per cui tiene un blog, Pop up, e su «la Repubblica» nelle pagine di costume. Ha intervistato gli Abba, "Harry Potter" e Michael Stipe, e ne è molto orgoglioso. 

 

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/11/2015 alle  21:19:32, nella sezione ARTE,  1061 letture)

ortigia aRTE 1Sabato 14 novembre al Palazzo del Governo di Siracusa cerimonia conclusiva del PREMIO ORTIGIA ARTE, alla presenza dei tanti artisti partecipanti e di varie personalità del mondo artistico e culturale siracusano, evento voluto e organizzato da Angelo Cottone, noto ed apprezzato scultore, coadiuvato da Roberta Ragusa e da Marco Veneziano. La serata è stata ancora una volta allietata dalle magiche musiche del maestro Paolo Greco con le sue improvvisazioni “Percussion Live” e dalla recitazione di alcune liriche da parte delle poetesse Francesca Privitera ed Enza Giuffrida. Ha presentato il critico d’arte Raimondo Raimondi, componente del Comitato Artistico del Premio.

ortigia arte 2Oltre cinquanta gli artisti partecipanti: GIOVANNA ABBATE, ANNA BALSAMO, LISA BARBERA, MARIA BASONE, PATRIZIA COFFA, MARIA LUISA CONSOLI, PIPPO CONSOLO, VITO COSTA, ANGELO COTTONE, CARMELO COZZO, FRANCESCO CROCIFISSO, ANNA ESPOSITO, ORAZIO D'ALI', CETTY FORMOSA, VINCENZA FAVALORO, DEISE LUCI FEGUCCIA, MARIA N. FERRARI, LORENA GALAZZO, LUCIA GALVAGNO, ENZA GIUFFRIDA, ELISA GOZZO, MARIA TERESA GULINO, MICHELA GRASSO, PAOLO GRECO, SALVATORE GRIMALDI, ROSA IORIO, MARISA LEANZA, ANNA MARIA LONGO, FILIPPO LO IACONO, GIUSEPPE LO MASTRO, LEANDRO LO MASTRO, KATYA MARCHESE, ortigia arte 3MARIO MINUTOLO, ANGELO MONCADA, CRISTINA FLORA MONCADA, MURSA TIBERIU, ELZA N. MARTINES, SALVATORE PADRERNOSTRO, CERES PANICUCCI,CRISTINA PATTI, PIETRO PAXHIA, FRANCESCO PESSEI, LETIZIA PIRRONE, RAGUSA PIERA ELISA, FRANCESCA PRIVITERA, ROBERTA RAGUSA, PIPPO RAGONESI, SILVANO RAITI, MAURIZIO SANFILIPPO, FRANCESCA SPITERI, LORENZA VELLA STRINGARA, CARMELO VELLA, MARCO VENEZIANO, GIUSY ZUCCARELLO.

A tutti loro è stata consegnata una targa. Conferiti anche i “Premi alla carriera” a varie personalità dell’arte e della cultura tra cui il pittore Angelo Moncada e il critico d’arte dott. Raimondo Raimondi cui è stata consegnata la targa “Magna Arte”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/11/2015 alle  09:43:05, nella sezione ARTE,  791 letture)

BAIOIl 13 novembre presso la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia è stata inaugurata la mostra personale dell’artista Lino Baio dal titolo “Identità nascoste” con la magica presenza del percussionista Paolo Greco, autore di emozionanti melodie dell’anima, che ha eseguito una performance di “Percussion Live”. Lino Baio nell’anno in corso ha aderito al Gruppo Versus Artecontemporanea, fondato dal critico d’arte Raimondo Raimondi, direttore della Mediterranea Art Gallery, che ha presentato la mostra. Baio ha approcciato il mondo dell’arte alcuni anni fa, provenendo da esperienze diverse, autodidatta affascinato dal mondo dell’esoterismo e del simbolismo onirico. Ha recentemente partecipato a due importanti mostre collettive ospitate al Palazzo del Governo di Siracusa e al Refettorio dei Domenicani di Avola.

BAIO2Ha scritto su di lui e sulla sua opera il critico Raimondi: “Lino Baio nei suoi strani quadri si affida a un pennellata graffiante e ad una coloristica amalgamata e giocata su poche gradazioni, dando a volte addirittura il senso di una monocromìa, ma è sempre originalissimo nell’immaginario e nella sintesi del disegno, fino ai limiti di un espressionismo onirico e visionario. Autore di una figurazione rigorosa e inquietante, ha elaborato un discorso aspro, sospeso tra l’ambiguità, il mistero e lo straniamento, una strana, ardita mescolanza pervasa di tensione e di angoscia esistenziale. Esiste forse una correlazione tra queste ambientazioni solitarie e angoscianti e gli stati d’animo dei suoi personaggi: BAIO3geometrie che sono interni della mente, spazi angusti un po’ come prigioni, vuoti e privi di allettanti decori, personaggi che paiono non essere in grado di comprendere il mondo che li circonda, un mondo ostile, una società spietata e improbabile, velata da un drappo pesante che ne nasconde gli orrori e che l’artista cerca di strappare con mani adunche, nel tentativo di mettere a nudo veleni e ipocrisie. Ogni quadro è una piccola opera teatrale, un dramma umano, ma pervaso spesso di un certo senso di humour, un dark sense of humour, come antidoto indispensabile per sopravvivere”.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 21 novembre 2015, col seguente orario: tutti i giorni ore 18,00 – 20,00.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 

 1762 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (246)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (352)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019

Gli interventi più cliccati

< ottobre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


16/10/2019 @ 07:32:38
script eseguito in 393 ms