Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 26/09/2017 alle  19:36:20, nella sezione CRONACA,  233 letture)
E' con grande dolore che il Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights annuncia la morte del Professor M. Cherif Bassiouni, fondatore dell'Istituto nel 1972, che è venuto a mancare lunedì 25 settembre a Chicago, all'età di 79 anni, circondato dall'affetto della sua famiglia. Con lui, la comunità internazionale ha perso il padre del Diritto Penale Internazionale, uno dei principali fautori della creazione della Corte Penale Internazionale e un infaticabile investigatore delle violazioni dei diritti umani. La scomparsa del prof. Bassiouni lascia un vuoto incolmabile in tutti coloro che hanno avuto l’onore e la fortuna di lavorare al suo fianco. L’Istituto piange la scomparsa del proprio padre, giurista immenso sospinto da una inesausta passione per la difesa della legalità e la protezione dei diritti umani. Anche la città di Siracusa non può non essere grata a un uomo che ha fondato, nel 1972, un istituto di rilevanza internazionale, che gode dello status di organismo consultivo presso le Nazioni Unite e che, nei suoi 45 anni di studio, ricerca e formazione nel campo della giustizia penale internazionale e comparata e dei diritti umani, ha organizzato oltre 600 conferenze, workshop, seminari di formazione e riunioni di esperti, che hanno portato a Siracusa, complessivamente, oltre 51.000 giuristi provenienti da 171 paesi di tutto il mondo. Ha avuto un ruolo insostituibile nella nascita e nella storia del Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, già Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali (ISISC). A partire dal 1975, il Professor Bassiouni ha ricoperto 22 cariche in seno alle Nazioni Unite, ed è stato autore di 24 libri, co-autore di 4 e curatore di 47 pubblicazioni, oltre che autore di 266 articoli in diritto penale internazionale, diritto penale comparato, diritti umani e diritto penale statunitense, che sono stati pubblicati all'interno di vari libri e riviste giuridiche. È stato inoltre autore di 14 monografie di argomento storico, politico e religioso. Ha ricevuto 10 lauree ad honorem da 7 paesi ed è stato premiato con 16 medaglie da 8 paesi, tra cui l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Cavaliere di Gran Croce) nel 2006, l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Grand’Ufficiale) nel 1977, e l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Commendatore) nel 1976. Tra i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti ricordiamo la nomina al Premio Nobel per la Pace (1999) per la dedizione e l’impegno profusi a supporto della giustizia penale internazionale e, in particolare, per la creazione di una corte penale internazionale.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/09/2017 alle  21:23:29, nella sezione EVENTI,  178 letture)
A un anno di distanza dal primo grande Dialogo in Sicilia sul futuro dell'Europa e sui temi della crisi migratoria, il 13 ottobre il Primo Vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans sarà di nuovo a Siracusa per un confronto aperto con i cittadini e le diverse componenti della la società civile. Come sta l'Europa? Quali nuove sfide dobbiamo affrontare? Come è evoluta la crisi migratoria? C'è più o meno fiducia rispetto ad un anno fa? Le sfide restano complesse, le risposte difficili. Un anno dopo il primo Dialogo, i cittadini potranno confrontarsi direttamente con il Primo Vicepresidente della Commissione europea sui progressi registrati, i problemi irrisolti, gli sviluppi positivi e le nuove sfide per l'Europa. L'incontro si terrà alle ore 17.00 in piazza Duomo. L'evento potrà essere seguito in diretta in webstreaming collegandosi al sito http://ec.europa.eu/italy/index_it.htm o sull'account twitter della Commissione europea, @europainitalia, #EUdialogues.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 25/09/2017 alle  09:27:15, nella sezione EVENTI,  392 letture)
Grande successo di pubblico per la piece teatrale scritta da Luciano Modica dal titolo "#Toomuchmoney" messo in scena domenica 24 settembre dalla regista Erika Barresi nel Chiostro dell'Ex Convento San Francesco d'Assisi in via Gargallo a Siracusa, con i bravissimi attori Giancarlo Latina e Giorgia D'Acquisto. Il lavoro teatrale prende spunto da un tema attualissimo: l’uso irresponsabile del denaro, la tendenza al sovrindebitamento, motivato da un’attitudine alle spese compulsive, supportato da pubblicità e media martellanti e spesso causato anche da patologie legate al gioco d’azzardo nelle sue svariate possibilità di espletamento oramai alla portata di tutti, anche della casalinga che si trova sotto casa agenzie di scommesse, sale Bingo, slot machine posizionate nei bar e nelle ricevitorie traboccanti di biglietti per il gratta e vinci. In un’economia che fonda le sue basi nel consumo e nella circolazione vorticosa del denaro il cittadino viene contagiato da una malattia dilagante: l'esigenza febbrile di poter disporre di quanto più denaro possibile, e su questo agiscono le tante finanziarie che con offerte subdole e allettanti fanno indebitare il malcapitato per un'intera vita a "piccole rate mensili". La pièce è strutturata in quattro scene distinte interpretate magnificamente dagli attori Giancarlo Latina, brilante e pieno di energia, e Giorgia D’Acquisto, deliziosa e autoironica, una vera scoperta in grado di affrontare la scena e tenere avvinto il pubblico con la sua briosa personalità e avvalendosi di una padronanza del corpo fuori dal comune. Interpretazione sopra le righe, il tutto affidato alla sapiente regia di Erika Barresi. che ha perfettamente orchestrato tempi, ritmi, musiche e registri narrarivi. Le luci erano affidate alla professionalità di Paolo Greco. Situazioni comiche e paradossali senza nemmeno un attimo di cedimento o di retorica, il che dimostra la bravura della regista e dei suoi attori, professionalmente al top. Il progetto teatrale è stato realizzato con la sponsorizzazione di Banca Etica, Istituto di Credito che fonda la sua mission proprio sull’uso etico e responsabile del denaro.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 23/09/2017 alle  09:01:53, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  164 letture)
La Direzione Generale Musei del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con circolare n. 54/2016 ha confermato l'ingresso gratuito ai musei e ai luoghi della cultura dello Stato ai giornalisti italiani (professionisti e pubblicisti) e stranieri inclusi negli elenchi speciali annessi all'Albo dei giornalisti (Decreto legislativo 22 gennaio 2016, n. 42, art. 103, comma 3, e Decreto dirigenziale generale 7 settembre 2016). La concessione delle agevolazioni è subordinata alla esibizione alle relative biglietterie, da parte degli interessati, della tessera di appartenenza all'Ordine dei giornalisti, in corso di validità, comprovante l'attività professionale esercitata, con esclusione di ogni altro documento, attestazione o dichiarazione esibita a sostegno dell'attività professionale esercitata. La validità della tessera si accerta a seguito della verifica della presenza del timbro annuale apposto dall'Ordine regionale dei giornalisti o del relativo bollino, riferiti all'annualità in corso. Tali agevolazioni, che avranno validità sino al 7 settembre 2019, rispondono espressamente alla finalità di favorire e promuovere la diffusione e la conoscenza presso il pubblico, attraverso gli organi di informazione, delle attività di valorizzazione del patrimonio culturale nazionale che, a tenore della normativa vigente, sono perseguite istituzionalmente dai musei
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 23/09/2017 alle  08:36:03, nella sezione EVENTI,  261 letture)
La sede estiva del Circolo Unione di Siracusa ospiterà domenica 1 ottobre la V edizione del Premio “L’Arte incontra l’Arte” organizzato come ogni anno dall'Artistica Fondazione di cui è Presidente il noto musicista Paolo Greco, che ha voluto essere ancora una volta promotore di un premio che intende mettere in evidenza l’impegno di quei professionisti e di quegli artisti che si sono contraddistinti nei vari settori di appartenenza, premiando il percorso di ricerca, di studio e di attività attraverso cui costoro riescono a suscitare emozioni e a trasmetterle. Il Premio, arrivato alla sua V edizione, negli anni passati si era spostato in varie località, realizzando anche delle installazioni artistiche che hanno attirato la curiosità del pubblico per l’originalità progettuale, e quest’anno, anche grazie alla collaborazione e alla sensibilità della professoressa Francesca Aliffi, sarà ospitato nella sede estiva del “Circolo Unione” di Siracusa. Il presidente Paolo Greco e la professoressa Aliffi consegneranno le targhe personalizzate ai vari premiati. Tante le categorie, rappresentate da nomi importanti della cinematografia, dell'imprenditoria multimediale e musicale, dell'impegno ecologista, della letteratura, dell'enogastronomia, della fotografia, della musica pop, dell pittura, del teatro, della musica folk, della disciplina Yoga e del volontariato. Una serata esclusiva da non perdere.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 21/09/2017 alle  09:19:24, nella sezione EVENTI,  205 letture)
Sabato 7 ottobre la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Siracusa ospiterà la presentazione del libro di poesie di Raimondo Raimondi dal titolo "Tempo di Fughe", edito da A&A edizioni di Luigi Augelli. E' l'ultima fatica letteraria di questo autore siracusano che segue di stretta misura il romanzo "La cattiveria del silenzio" pubblicato pochi mesi fa per le edizioni Il foglio di Gordiano Lupi, casa editrice toscana. I tanti estimatori dello scrittore Raimondo Raimondi attendevano da tempo una sua nuova silloge poetica. La voce di questo autore (scrittore, giornalista e critico d'arte) si alza dolente e tomentata per raccontare le proprie emozioni ed esperienze di vita, ma anche il sentimento del tempo, il dramma della contemporaneità, il tema delicatissimo e attuale dei migranti, espresso con lirica compartecipazione, il tema del femminicidio, quello poderoso dell'inquinamento dell'ambiente e delle coscienze. "Tempo di fughe" si nutre anche della nostalgia di un tempo passato, il tempo della memoria, della giovinezza trascorsa, irrecuperabile ma vissuta appieno, senza rimpianti né ripensamenti. Una silloge di 64 poesie tutte da godere nel silenzio di una buona lettura che appaga l'anima e fa riflettere. Raimondo Raimondi vive a Siracusa. Giornalista pubblicista, si occupa di letteratura e di critica d'arte. Ha pubblicato numerosi libri di poesia, narrativa e saggistica ed ha, inoltre, curato l'edizione di vari cataloghi d'arte. Durante la serata di presentazione interverrà a relazionare il semiologo prof. Salvo Sequenzia, autore anche della prefazione del libro, leggerà alcune liriche la brava Rosetta Barcio e ci sarà spazio per un intervento musicale del noto percussionista e musicoterapeuta Paolo Greco.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/09/2017 alle  10:13:53, nella sezione EVENTI,  221 letture)
Una serata dedicata alla poesia dialettale siciliana per rendere omaggio al poeta floridiano Agostino Iaci, al quale l’amministrazione comunale di Solarino ha voluto tributare un premio per la sua attività poetica e di studioso di etno-antropologia e di lingua siciliana. L’evento, che ha richiamato un numeroso pubblico proveniente da tutta la provincia, si è svolto Giovedì 14 settembre nella cornice dell’anfiteatro Rosa Balistreri di Solarino. Le voci recitanti di Maria Aparo, Maria Burgio, Francesco Catinella, Filippo Puglisi, Giusy Sorrenti e Salvo Sequenzia hanno dato vita ai versi di Agostino Iaci, accompagnati alla chitarra dal maestro Fabio Barbagallo, mentre le coreografie di Natascia Sipala hanno ricreato atmosfere di intensa suggestione ispirate al repertorio musicale. La regia dell’evento è stata affidata ad Armando Liistro. Agostino Iaci è una figura di poeta e studioso tra le più importanti e significative delpanorama letterario siciliano contemporaneo. La sua produzione poetica si colloca su uno spartiacque tra tradizione e nuova poesia dialettale siciliana, caratteristica che conferisce a tale produzione un carattere “ibrido”, percorso da una continua sotterranea tensione fra omaggio ai referenti illustri -Martoglio, Meli, Tempio, Buttitta, Vann’Anto’ - e una sperimentazione linguistico-espressiva che lo avvicina alla nuova generazione di poeti dialettali siciliani come Salvo Basso, Massimiliano Magnano, Sebastiano Aglieco e Sebastiano Burgaretta. Il semiologo Salvo Sequenzia, nel suo intervento, si è così espresso nei confronti di Iaci: « Iaci appartiene ad una stagione della cultura letteraria siciliana che eredita gli esiti del “Rinnovamento della poesia dialettale siciliana”, movimento tra i più importanti del nostro Novecento letterario fondato dal poeta Alessio Di Giovanni, che, grosso modo tra il 1945 e il 1958, coinvolse talune aree della poesia dialettale siciliana sul terreno della ricerca e della sperimentazione di nuove vie».
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 14/09/2017 alle  07:40:52, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  173 letture)
Prepara le liste dei candidati all'ARS il movimento “Rinascimento”, fondato da Vittorio Sgarbi. Lo storico e critico d’arte alle regionali in Sicilia del prossimo 5 novembre sarà candidato alla carica di Governatore sostenuto dal “Mir”, i “Moderati in rivoluzione” di Giampiero Samorì. “Altri importanti gruppi di vocazione liberale e popolare – dice Sgarbi che ha già avuto colloqui con sindaci, assessori e consiglieri comunali di numerosi comuni siciliani - nonché personalità dei ceti medi e produttivi, esponenti della cultura e del mondo dell’imprenditoria, hanno già dato la loro adesione e a breve sottoscriveranno un programma tenendo come riferimento i due Luigi, Sturzo ed Einaudi”. Proprio in questi giorni, tra l’alto, è in edicola il nuovo libro di Vittorio Sgarbi dal titolo “Rinascimento”, scritto a quattro mani con l'economista Giulio Tremonti, per i tipi della Baldini & Castoldi, una sorta di manifesto politico e programmatico.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 06/09/2017 alle  17:08:16, nella sezione EVENTI,  170 letture)
Domenica 10 settembre ricorre la Giornata Europea della Cultura Ebraica, durante la quale sarà possibile effettuare visite guidate nell'antico bagno rituale ebraico (Mikvé), dalle 9.30 alle 16.30 in via Alagona 52 alla Giudecca. La manifestazione nazionale ha lo scopo di rivisitare storia, luoghi e tradizioni degli ebrei mediante visite guidate a sinagoghe, musei e quartieri ebraici, con spettacoli, mostre, concerti e altri appuntamenti culturali. La Giornata Europea della Cultura Ebraica è giunta quest'anno alla diciottesima edizione, ed è promossa dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, che fa parte di un network internazionale al quale aderiscono trentacinque Paesi europei. Il tema prescelto è “La Diaspora. Identità e dialogo”, che unisce idealmente tutti gli eventi, con iniziative aperte e gratuite per la cittadinanza in ottantuno località, diffuse da nord a sud in quattordici regioni italiane. La Sicilia è stata quest’anno prescelta quale centro delle iniziative che si svolgeranno in sei diverse località siciliane: Palermo, Catania, Agira (Enna), Camarina (Ragusa), Siracusa e Troina (Enna). L'esistenza in Ortigia di un Mikvé la rende un luogo privilegiato di interesse e di visitazione da parte di chi, per appartenenza religiosa o per ricerca culturale, è affascinato dall'ebraismo.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 04/09/2017 alle  16:47:36, nella sezione CRONACA,  177 letture)
Un'ondata di controlli serrati nel centro storico di Ortigia sta concretizzando il dispositivo di prevenzione voluto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri colonnello Luigi Grasso, che fa seguito alle decisioni prese dal comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto Giuseppe Castaldo. Oltre all'impiego della Stazione mobile, presente in tutti i fine settimana estivi, diverse pattuglie sono state schierate sui ponti di accesso e uscita dall'isola di Ortigia. Un controllo meticoloso del transito di persone e mezzi, un'attività che dovrebbe servire a dare sicurezza ai numerosi turisti presenti nell'isola. Le attività si sono estese nel cuore della "movida" con verifiche a esercizi pubblici e controlli vari anche nei pressi di monumenti e chiese, con controlli alla regolarità di licenze e occupazione del suolo pubblico. Nella zone del parcheggio Talete sono stati svolti presidi per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Il comandante Grasso ha dichiarato che "è fondamentale puntare sulla prevenzione attraverso servizi ad alta visibilità. Il dispositivo ha funzionato e, pertanto, continueremo nella strada intrapresa cercando di garantire al cittadino e ai turisti presenti per apprezzare questa splendida isola, la massima sicurezza, in linea con gli obiettivi istituzionali, gli indirizzi del Prefetto e le decisioni assunte in sede di comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica".
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 25/08/2017 alle  15:35:07, nella sezione eventi,  248 letture)
La sera del 21 agosto, nella capiente location del Teatro "Città della notte", con la direzione artistica di Marco Bertoni e la regia televisiva di Luigi Augelli si è svolto in pompa magna il XXIII° PREMIO ALLA SICILIANITA' intitolato all'indimenticato artista PIPPO BERTONI. Ruggero Sardo ha presentato la nutrita rosa dei premiati e i tantissimi ospiti illustri del panorama artistico nazionale ed internazionale. Il tema di quest anno è stato "L'IMMIGRAZIONE... E DOVE I POPOLI SI UNISCONO" significando che da questa unione possono nascere l'arte, la musica, le tradizioni, il tutto condensato in oltre due ore di spettacolo di danza, musica e cabaret, aperto da una performance di danza sul tema dell'immigrazione curata dalla maestra Danila Patania. Sono state premiate quelle eccellenze siciliane che si sono distinte nei vari campi del sociale, dell'imprenditoria e della cultura, insomma i siciliani di Sicilia, assieme ai siciliani della Diaspora, quei siciliani cioè che hanno potuto emigrare per portare in giro per il mondo il nome della SICILIA. L'elenco dei premiati è lungo e consistente: il ballerino Gabriele Baio per la danza, il giornalista RAI Pino Finocchiaro per il giornalismo televisivo, il funzionario della Prefettura Cetty Pappalardo per il sociale, il funzionario di P.S. Paolo Montoneri per l'immigrazione, Carlo Parrini della Procura della Repubblica per la solidarietà, il presidente FIGC Jose Sorbello sez. Catania per lo sport, il sindaco di Priolo Antonello Rizza per l'impegno civile, lo spassoso cabarettista Sebastiano Picone per lo spettacolo, il dottor Francesco Bucca per la medicina, il Duo di Coppe per il cabaret, l'emittente WLTV e Globus Television nella persona del suo patron Enzo Stroscio per la televisione, Natale Zennaro di Antenna Sicilia, regista della trasmissione Insieme, per la carriera televisiva, gli scrittori Raimondo Raimondi e Giampiero Bernardini per la letteratura, Alfredo Lo Faro per la musica, l'attrice Mara Di Maura per il teatro, il famoso chitarrista di fama internazionale Francesco Buzzurro, che a sorpresa ha offerto al pubblico una grande perfomance con la sua chitarra magica. premi speciali a Enzo Incontro, al maestro Antonello Tonna per la carriera musicale e ad Alessandra Ambra per l'imprenditoria. Ospiti che si sono esibiti durante la serata la bravissima cantante Leandra Prato con Cocciu d'amuri e Mimmo Bertoni con Mi votu e mi rivotu, presente assieme ai suoi fratelli nel ricordo struggente del padre, che ha anche eseguito una cover di My Way accompagnato dal giovane e virtuoso violinista Giovanni Di Mauro e da Peppe Cannarella. Un premio anche per Tanya Fiandaca, stilista di borse, per Annamaria Spina e un premio alla memoria del compianto Rino Lazzari, prematuramente scomparso, consegnato al figlio Luigi. La sala era piena e lo spettacolo entusiasmante. Appuntamento all'anno prossimo per la XXIV edizione.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 03/08/2017 alle  16:23:00, nella sezione EVENTI,  281 letture)

tabitaAnche quest'anno Noto ospita, sabato 6 e domenica 7 agosto, la seconda edizione del Giacinto–Nature LGTB, un festival dedicato alla cultura omosessuale, la cui direzione artistica è affidata all’attore Luigi Tabita (nella foto col direttore di Diorama). Tra i protagonisti la madrina dell’evento Eva Robin’s, Andrea Pinna e i giocatori della prima squadra di rugby gay inclusiva. Il festival ideato e diretto dall’attore e operatore culturale Luigi Tabita, da sempre in prima linea per le lotte su diritti civili e pari opportunità, prevede due giorni di manifestazioni che con linguaggi differenti racconteranno la realtà omosessuale. La prima edizione del festival – ha detto il direttore artistico Tabita - ha riscosso un grande interesse da parte della stampa nazionale ma soprattutto vi è stata una grande partecipazione di pubblico, quasi 5 mila persone in due giorni“. Il festival quest’anno ha ricevuto per l’apertura il patrocinio della Camera dei Deputati ed è stato riconosciuto “come evento culturale volto a valorizzare il rispetto delle differenze e a contrastare le discriminazi” dall’ UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazione della Presidenza del Consiglio). Inoltre vedrà pure la partecipazione di Amnesty International, circoscrizione Sicilia. Si affronterà il tema tanto poco discusso della transessualità. Ancora oggi, infatti, "la comunità transessuale e transgender, è purtroppo lontana dal raggiungimento di un autentico riconoscimento sociale e culturale ed è vittima di leggende nere e discriminazioni, che la confinano in un mondo parallelo e, per lo più, notturno”. Centro nevralgico del festival sarà il cortile dell’ex Convitto Ragusa, palazzo storico nel cuore della città barocca, ma la manifestazione si estenderà a tutto il centro di Noto con varie iniziative. La seconda edizione prevede un programma ricco di mostre, documentari, spettacoli e incontri con ospiti di eccezione del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 31/07/2017 alle  18:13:34, nella sezione CRONACA,  257 letture)

cacciaguerraAugusta non riesce ad uscire dalle secche del proprio degrado. Malgrado le potenzialità indubbie di questa cittadina sul mare, per quanto minata dalla presenza delle industrie che si affacciano sul golfo Xifonio, e la buona volontà della giunta cinquestelle, che pare oberata da eccessiva prudenza, le polemiche montano anche in un campo per così dire "marginale" come quello della cultura e delle iniziative di settore. Il consiglio comunale di Augusta è chiamato a discutere la mozione di sfiducia nei confronti dell'Assessore alla Cultura Giusy Sirena chiamata in causa da varie organizzazioni di opposizione. Una di queste è "Facciamo Squadra" associazione politica nata pochi mesi fa e conseguentemente senza rappresentanti in consiglio comunale. Dice il portavoce Stefano Cacciaguerra in una lunga nota: "Il programma elettorale del M5S per quanto riguarda il ramo culturale è riuscito a fare presa sulla popolazione disegnando il futuro della nostra città all'insegna di una vivacità e rinnovamento dopo gli anni silenziosi del commissariamento. Non solo i cittadini ma anche le numerose associazioni, artisti e operatori culturali della nostra città hanno gioito con l'auspicio di un'inversione di tendenza. Dopo più di due anni dalle elezioni e all'ennesima estate passata in bianco, la gioia di molti si è trasformata in incubo. I risultati sono sotto gli occhi di tutti; basta tirare le somme di un assessorato che, incapace di trovare fondi regionali ed europei destinati alla cultura, potrebbe altresì pianificare il proprio operato anche in assenza di fondi, programmando il lavoro per i prossimi anni. Invece ciò a cui assistiamo è un operato privo di azioni concrete e privo di pianificzione: forse è questo ciò in cui pecca maggiormente la nostra amministrazione, poiché basterebbe tessere le fila dei tanti operatori culturali cittadini per offrire un programma degno di essere chiamato Estate augustana. Ma non sono solo gli eventi estivi a soffrire di un assessorato latitante, ciò che più ci rammarica è la totale mancanza di empatia verso le fasce più giovani. Fuori dalle scuole i tanti giovani augustani non hanno alcuna possibilità di coltivare sogni, desideri né di far emergere il proprio lato artistico o soddisfare la curiosità culturale e l'esigenza di condivisione sociale. Non abbiamo alcun centro di aggregazione che possa sopperire a questi bisogni, né alcun tipo di sostegno alle numerose associazioni operanti ad Augusta. Eppure sono tantissimi i locali di proprietà del Comune abbandonati a sé stessi e che invece potrebbero essere gestiti dalle tante associazioni culturali, ad esempio i locali dell'ex Misericordia e ex Casa Comune o ancora il sempre attuale “Macello”. Ci chiediamo, quindi, perché non destinare i numerosi locali sfitti del Comune a tali associazioni anziché, come letto su numerose testate giornalistiche, chiedere i locali dell'ex stazione ferroviaria, anche loro senza alcun dubbio con necessità di ristrutturazione. La totale incapacità di progettazione e pianificazione dell'Assessorato alla Cultura si è manifestata in particolar modo in due occasioni. La prima riguarda l'avviso pubblico rivolto agli operatori culturali per la stipula di protocolli d'intesa tesi a favorire lo sviluppo culturale e turistico e promuovere le attività che si svolgono in tutto il territorio di Augusta e Brucoli. Tale avviso uscì il 3 agosto 2016 con scadenza il 16 agosto 2016. Ben tredici giorni, in piena estate, per raccogliere le parti interessate. Un'offesa e un'assenza di rispetto nei confronti di chi lavora in questo settore e che impiega mesi nella realizzazione di un qualsivoglia evento. Risultato: solo due associazioni hanno firmato un protocollo d'intesa col Comune. La seconda occasione riguarda il bando di selezione per la nomina dei direttori e componenti del Museo della Piazzaforte e Museo Civico. Il bando è uscito il 9 ottobre 2015 e ad oggi ancora non ci è dato sapere per quale ragione non si sia provveduto a tali nomine. Anche in questa occasione non ci sono scuse da addossare alle passate amministrazioni né all'assenza di fondi; per noi è solo incapacità amministrativa. Augusta non merita di trasformarsi inesorabilmente in un dormitorio. Attraversando la Via P. Umberto in un giorno qualunque di queste nottate estive non possiamo che notare la desolazione che grava nel centro storico abbandonato a sé stesso e che neppure un “rotolacampo” dei film western ama passare da qui. Solo Brucoli riesce a tenere alta la testa, grazie alle iniziative dei privati e le capacità imprenditoriali locali, consci, però, che senza una progettualità amministrativa rischiamo di perdere quel poco di buono costruito finora".
Nella foto: a sx Stefano Cacciaguerra- a dx Giusy Sirena

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 26/07/2017 alle  09:53:33, nella sezione CRONACA,  215 letture)

foto"Se nella stagione invernale la chiamiamo emergenza rifiuti, in quella estiva andrebbe definita evento nocivo a salute e ambiente. In questo senso l'allarme lanciato da Leoluca Orlando, presidente di AnciSicilia, riguardo le carenze dell'impiantistica regionale e le limitazioni imposte ai Comuni per il conferimento dei rifiuti in discarica".
Lo dice Giambattista Coltraro, capogruppo all'Ars di Sicilia democratica, che porta ad esempio alcune regioni virtuose nell'affrontare il problema rifiuti, come l'Abruzzo dove, per incrementare la raccolta differenziata di carta e cartone sul territorio abruzzese, è stato siglato un accordo tra Regione e Comieco, il Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Intesa che prevede una serie di iniziative per favorire la collaborazione e lo scambio di informazioni tra le istituzioni e le amministrazioni locali. Sono anche previste campagne di sensibilizzazione.
Coltraro chiede che l'attuale situazione venga riconosciuta dall’autorità sanitaria come danno, o pericolo di danno, alle persone o all’ambiente (art. 32 regolamento IUC). Tale riconoscimento - ricorda Coltraro - - potrebbe eliminare rischi per la salute e giovamento per le tasche dei contribuenti, visto che comporterebbe il rimborso relativo ai periodi di fermo di raccolta e conferimento rifiuti. Che in Sicilia non sono pochi".

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 26/07/2017 alle  09:50:34, nella sezione EVENTI,  251 letture)

plemmirioL'associazione Plemmirio Blu ha voluto dare, quest'anno, il proprio contributo per intrattenere i residenti ed i turisti che in questo periodo utilizzano il nostro territorio. Sono state programmate due serate, sabato 29 luglio e 5 agosto, dove verranno rappresentate due commedie in lingua siciliana dalla Compagnia teatrale Arte-Fatti di Palazzolo Acreide con inizio alle ore 20.30 e con ingresso libero.
L'attività culturale dell'Associazione Plemmirio Blu si affianca a quella sociale per la difesa dell'ambiente e della vivibilità del Territorio oggi messa in pericolo dalla presenza di discariche abusive, spazzatura ed amianto abbandonato. Quest'opera di denuncia e di sensibilizzazione dei soggetti interessati sarà lunga e laboriosa ma Plemmirio Blu ha fiducia che si possa e si debba concludere con la vittoria della Bellezza e della Cultura sull'Incuria e sull'Inciviltà e le rappresentazioni teatrali programmate vanno in questa direzione. L'associazione ringrazia tutti coloro che hanno dato una mano: il Consiglio di quartiere Neapolis, la Chiesa Madonna della Roccia che ospita l'evento, gli esercizi commerciali e turistici,i tecnici ed i Soci e le persone che interverranno.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 26/07/2017 alle  09:46:25, nella sezione CINEMA,  226 letture)

FOTOL’eterna lotta tra ricchi e poveri rivive in una guerra tra due bande di adolescenti, sullo scenario di una Puglia magica dove è bandita ogni presenza adulta. “La guerra dei cafoni” di Davide Barletti e Lorenzo Conte (Italia 2017, 91') ha inaugurato le proiezioni dei lungometraggi della XVII edizione del Festival internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi, in piazza Regina Margherita che, fino al 30 luglio, si trasformerà nella sala cinematografica en plein air più grande e più a Sud d’Europa. Quest’anno, infatti, l’inaugurazione del Cinema di Frontiera è coincisa con il “compleanno” di Vitaliano Brancati, il grande scrittore pachinese che, per l’occasione, è stato ricordato anche nella sezione “Frontiera del libro”, con gli interventi di Antonia Brancati, figlia dello scrittore, e Grazia Sena, studiosa brancatiana.
La sezione dedicata al “Concorto – concorso di cortometraggi” è stata inaugurata nel cortile di Villadorata con le proiezioni fuori concorso di “Hollywood sul Simeto” (Italia 2017, 38'), Progetto scuola M. M. Lazzaro di Catania; “Alice dipinge un gozzo al cantiere Rodolico” di Riccardo Napoli e Vincenzo Drago (Italia 2017, 23') e “Il segreto dei caminanti” di Rita Mirabella e Giuseppe Tumino (Italia 2016, 63').
“Chiacchiere sotto il fico - incontri con gli autori”, l’ormai tradizionale sezione della manifestazione, in programma nel cortile di Villadorata, rappresenta l’occasione per presentare la VXII edizione del Festival internazionale del cinema di frontiera di Marzamemi e, subito dopo, il progetto scuola: “Hollywood sul Simeto tramite l’incontro con il liceo artistico M. M. Lazzaro e gli interventi di Elena Russo (tutor interna), Sebastiano Pennisi (esperto esterno) e Maria Giovanna Panebianco (vicepreside).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL SIRACUSA INTERNATIONAL INSTITUTE, LA LUISS DI ROMA E L'ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE DI DIRITTO PENALE
di Redazione (pubblicato il 26/07/2017 alle  09:41:54, nella sezione CRONACA,  236 letture)

FOTOIl Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, fondazione italiana non a scopo di lucro che ha sede a Siracusa dal 1972 e che si occupa dello studio, della ricerca e della formazione nel campo della giustizia penale internazionale e dei diritti umani, ha siglato pochi giorni fa a Roma un protocollo d’intesa con l’Università LUISS Guido Carli e il gruppo italiano dell’Associazione Internazionale di Diritto Penale. Tale protocollo d’intesa è finalizzato a stabilire un rapporto di stretta collaborazione per promuovere attività di ricerca scientifica e formazione nell’area del Mediterraneo. Fra queste spiccano il Master di II livello in Food & Law della LUISS, del quale è già in cantiere un modulo da realizzare interamente in Sicilia focalizzato sui comparti del vino e dell’olio, ed una possibile attività di alta formazione, in cooperazione con l‘ANAC, Agenzia Nazionale Anti Corruzione, sul tema della prevenzione della corruzione, e rivolta a funzionari e dirigenti pubblici siciliani chiamati nei rispettivi enti a svolgere il delicato ruolo di responsabili anticorruzione. Il protocollo d’intesa è stato siglato presso la sede del Rettorato della Luiss, in un meeting al quale hanno partecipato la Prof.ssa Paola Severino, Rettore della LUISS Guido e Presidente del gruppo italiano dell’Associazione Internazionale di Diritto Penale, e, per il Siracusa International Institute, il Presidente Jean-François Thony, il Segretario Generale Ezechia Paolo Reale, ed il Vice Direttore Generale Filippo Musca (vedi foto).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
ENTRA NEL VIVO L'ORTIGIA FILM FESTIVAL
di Redazione (pubblicato il 18/07/2017 alle  15:11:25, nella sezione EVENTI,  227 letture)

fotoEntra nel vivo Ortigia Film Festival con la premiazione di Isabella Ragonese (nella foto) protagonista del film proiettato in via Minerva “Il padre d’Italia” del regista Fabio Mollo. L’attrice, che ha lavorato con registi come Paolo Virzì, Daniele Luchetti, Daniele Vicari, Mario Martone riceverà il premio ‘Attrice dell’anno – Veramente Indipendente’ messo in palio dal portale cinemaitaliano.info. Segue per la vetrina dei documentari “I am not your Negro”, il documentario di Raoul Peck che affronta le questioni spinose e attualissime dell’identità nera e del razzismo negli Stati Uniti sulla base di un progetto incompiuto di James Baldwin "Remember This House", il libro che voleva trattare quei temi a partire dalle vite e dalle morti violente di Malcom x, Martin Luther King jr. e Medgar Evers. Confrontando le vite e le morti di questi tre leader, Baldwin e Peck mettono in pellicola una sfida a ciò che l’America rappresenta. Nel cast Samuel L. Jackson, James Baldwin e Harry Belafonte. Nell'Arena Logoteta prosegue il concorso internazionale dei cortometraggi con "Adele" di Giuseppe F. Maione (alle 22) e "Nights of Contrition" di Robert Misovic (22,20); in anteprima nazionale, "Identity" di Juan Carlevaris (21,40) e, in anteprima per la Sicilia, "Whoever Was Using This Bed" di Andrew Kotatko (21) e "The Cavity" di Zahra Torkamanlou (21,20).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
UN CORSO PER AVVOCATI SPECIALISTI IN CRIMINI INTERNAZIONALI
di Redazione (pubblicato il 15/07/2017 alle  17:15:55, nella sezione EVENTI,  285 letture)

logo isiscInizierà ufficialmente Lunedì 17 Luglio presso la sede del Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, il corso di formazione specialistica per avvocati intitolato “Casi relativi ai crimini internazionali concernenti riciclaggio di denaro, finanziamento alle organizzazioni terroristiche e reati ecologici”.
Il corso fa parte dell’International Defence Counsel Training Programme, il primo programma di formazione specialistica pluriennale rivolto specificatamente ad avvocati internazionalisti che si occupano di casi relativi a crimini internazionali innanzi alle giurisdizioni nazionali e internazionali.
Negli ultimi decenni il fenomeno della globalizzazione ha cambiato radicalmente il modo in cui gli individui interagiscono e comunicano con il resto del mondo. Le nuove tecnologie di comunicazione globale, se da un lato hanno portato tutta una serie di benefici, dall’altro hanno fornito nuovi strumenti per la globalizzazione del crimine organizzato e delle organizzazioni terroristiche. Il traffico di esseri umani e degli stupefacenti, il riciclaggio di denaro e spesso il finanziamento del terrorismo avviene difatti su scala globale. Per contrastare questi fenomeni, la comunità internazionale ha adottato una vasta gamma di convenzioni internazionali, fra cui la Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale.
Il corso di Specializzazione, partendo proprio da questo scenario, vedrà la partecipazione di numerosi avvocati, consulenti e giuristi provenienti da tutto il mondo e si focalizzerà sull’analisi delle nuove strategie per contrastare questi fenomeni, attraverso lo studio delle attuali normative nazionali e internazionali in materia e del ruolo dei diversi organi di vigilanza, come il Fondo Monetario Internazionale (FMI), l’Unità di Cooperazione Giudiziaria dell’Unione Europea (EUROJUST), L’Ufficio Europeo di Polizia (EUROPOL) e l’Organizzazione Internazionale della Polizia Crminale. (INTERPOL). Particolare attenzione sarà dunque dedicata agli aspetti procedurali della cooperazione giuridica internazionale in materia penale, attività che oggi risulta essere decisiva per combattere le organizzazioni criminali transnazionali.
Ad aprire i lavori del corso, lunedì 17 Luglio alle ore 9:00, vi saranno il Presidente del Siracusa International Institute, il Procuratore Generale Jean-François Thony, il Direttore del Programma di formazione, Dott. Andrea Chmielinski Bigazzi e il Direttore Legale del Fondo Monetario Internazionale, Dott. Sean Hagan. L’intero programma ha ricevuto il sostegno di prestigiose organizzazioni internazionali, fra cui l’Unione Internazionale degli Avvocati, la Scuola Superiore dell’Avvocatura Italiana, l’Associazione Internazionale di Diritto Penale, il Consiglio Nazionale degli Avvocati Francesi, l’Associazione degli Avvocati presso la Corte Penale Internazionale, il Consorzio Internazionale di Giustizia Penale e il Centro Studi sulla Sicurezza Internazionale e la Cooperazione Europea e vanta inoltre il patronato di un’accademia di giuristi ed esperti di fama mondiale che svolgono la funzione di docenti nei vari corsi.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
MOMENTO D'ORO PER IL PITTORE SIRACUSANO SALVATORE ACCOLLA
di Redazione (pubblicato il 15/07/2017 alle  17:12:00, nella sezione ARTE,  535 letture)

accolla fotoSalvatore Accolla è un pittore spontaneo, di sapore naive, ortigiano, affetto da una frenesia creativa che lo porta a dipingere quadri su quadri che spesso espone sui marciapiedi di corso Matteotti per la gioia dei tanti suoi estimatori che hanno dimostrato di apprezzare la sua arte, la sua vena creativa a volte visionaria, a volte frutto di palpabili tormenti interiori. Questi appassionati hanno assorbito centinaia e centinaia di opere che troviamo un po’ ovunque: negli uffici pubblici, nei ristoranti, nelle case private. Poi accolla ha fatto un passo in avanti esponendo le sue opere in varie gallerie d’arte nelle quali ancor più è valsa l’attrazione esercitata dai suoi colori e dalle strane forme dei suoi soggetti preferiti. Le sue tele, infatti, raffigurano animali, barche, gatti, tetti, arlecchini e rivisitazioni personalissime di opere famose, un infinito caleidoscopio di figurazioni cromatiche, veramente tantissime opere che, comunque le si voglia giudicare, hanno tutte un denominatore comune, una personalissimo linguaggio che, già di per se, è un risultato difficile da raggiungere in campo artistico. La riconoscibilità immediata di un quadro di Accolla, la tipicità della sua tematica e della sua cromìa, fa si che, anche quando il soggetto ritratto risulta apparentemente banale, l’opera riesce comunque ad assumere una valenza estetica. Le opere di Accolla erano state presentate al pubblico qualche anno fa nei prestigiosi locali della Galleria Civica di Montevergini al tempo della gestione di Michele Romano, che così allora si era espresso in una brochure realizzata per l’occasione: ”Trovarlo è semplice (Ortigia-Corso Matteotti), scoprirlo artisticamente è più difficile. Chiunque osserva le sue opere rimane meravigliato dall’uso di un colore anti-accademico, con un segno o una pennellata sintetica e dalle geometrie asciutte e solitarie. “Solitario” è il suo vero nome, un artista di strada che dipinge le sue realtà anche a richiesta: “Vuoi una barca? Vuoi un arlecchino? Cosa vuoi che ti faccia? Tu, fruitore attento, hai fiducia e con pochi soldi ricevi un dono, un’opera d’arte aretusea”. Salvatore accolla è veloce nell’esecuzione, poco attento ai particolari, si affida al gesto veloce e graffiante e ad una coloristica amalgamata e giocata su poche gradazioni, dando a volte addirittura il senso di una monocromìa o di una bicromìa, spesso è approssimativo nella costruzione del quadro, ma è sempre originalissimo nell’immaginazione cromatica e nella sintesi del disegno, fino ai limiti di una astrazione pittorica degna di ben maggiore considerazione e di cui, come sempre avviene nelle terre di Sicilia che costantemente applicano l’antico detto “nemo propheta in patria”, si sono già accorti molti stranieri appassionati d’arte. Ora è la volta di Benedetto Speranza, manager dell'arte applicata e dei multipli d'arte, di occuparsi del nostro proponendolo in veste inedita nei nuovi locali espositivi nei pressi del tempio di Apollo. Di Accolla si sta anche interessando la storica dell'arte veronese Daniela Rosi, che intende organizzargli una mostra a livello nazionale. Nel frattempo il regista Paolo Boriani ha effettuato con lui giorni e giorni di riprese per ricavarne un film. Insomma qualcosa si smuove a favore di Salvatore, questo uomo ormai anziano che ha dedicato la vita alla pittura, a volte sottovalutato, deriso, ma che ha sempre mantenuto la sua passione, il suo buon umore, il suo amore incondizionato per il suo cagnone Righel, per Ortigia e per la vita.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94

 1133 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (223)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (59)
COSTUME E ATTUALITA' (113)
CRONACA (724)
CULTURA (196)
EDITORIALI (26)
EVENTI (295)
LIBRI (188)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018

Gli interventi più cliccati

< gennaio 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


18/01/2018 @ 01:19:03
script eseguito in 465 ms