Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 16/05/2017 alle  18:47:19, nella sezione CRONACA,  562 letture)
fotoPippo Zappulla, deputato di Articolouno, e Giancarlo Triberio, consigliere comunale di Augusta, in una nota congiunta affrontano il delicato tema dell’indicazione dell’augustano Gaetano La Ferla, chimico ed imprenditore portuale, quale rappresentante della Regione nella governance dell’Adsp, la cui sede rischia di essere trasferita a Catania. Nella nota si legge: "Troviamo apprezzabile che la Regione Siciliana si rivolga alle professionalità di cui Augusta è ben fornita per il nuovo Comitato di gestione dell’Autorità di Sistema portuale della Sicilia Orientale. La scelta del governatore Crocetta su un professionista locale è la conferma, semmai ce ne fosse stato bisogno, che Augusta, oltre ad essere incontestabilmente Porto Core, ha tutte le competenze necessarie per essere sede naturale dell’Autorità Portuale, a dispetto delle manovre da sottobosco politico del Ministro Graziano Del Rio per favorire gli amici del Sindaco di Catania, Enzo Bianco". Ritengono i due rappresentanti di Articolouno che debba essere immediatamente ritirata dalla Regione la richiesta di trasferire la sede a Catania.
"Per quanto ci riguarda – concludono Zappulla e Triberio – non cambia il nostro giudizio di forte contrarietà nei confronti di una operazione politica fatta a danno di Augusta e della provincia di Siracusa e continueremo in ogni modo democraticamente possibile la battaglia per evitare uno scippo gravissimo e inaccettabile. Questo territorio ha bisogno di sviluppo e di lavoro, nessuno si arroghi il diritto di poterli barattare con contentini che in tal caso sanno solo di elemosina”.

 

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/05/2017 alle  21:41:32, nella sezione ARTE,  525 letture)

fotoDomenica sera 14 maggio ha avuto luogo la presentazione collettiva del Circolo letterario Pennagramma di Catania presso la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Siracusa, nel cuore del centro storico di Ortigia. Ha accolto gli ospiti e i numerosi intervenuti il direttore della Galleria Raimondo Raimondi, presidente del Centro Studi.
I libri presentati sono stati i seguenti: "Sicily 2133. L'isola stretta nel pugno" di Mario Cunsolo, del quale ha parlato la dott.ssa Lisa Bachis, scrittrice; "Amore giovane" di Antonio Sozzi e "Infiniti definiti" di Rosalda Schillaci. I libri presentati vogliono tracciare un percorso di autocoscienza. Si ipotizza un futuro probabile e oscuro della nostra Sicilia e si torna al passato cercando di riappropiarci di quei valori autentici che possano traghettarci in un avvenire positivo. fotoInsieme ai valori del passato, che lo scrittore Antonio Sozzi ci invita a riscoprire per scongiurare i pericoli di quel futuro descritto da Mario Cunsolo, abbiamo bisogno di poesia, la poesia di Rosalda Schillaci, il cui libro è un contenitore emotivo, emozionale, che conclude il percorso di autocoscienza volto a migliorare la nostra società e a migliorarci come individui. Paolo Greco, noto musicista-musicoterapeuta si è esibito in una sua performance "percussion live", musiche zen per la meditazione di sua esclusiva ed estemporanea creazione.
Gli scrittori del circolo letterario Pennagramma si sono costituiti in sodalizio a Catania nel 2016 e rappresentano un sodalizio attivo ed agguerrito. Questa unione, questa comunanza di interessi e di intenti degli scrittori consociati, diversi nel genere ma accomunati dalla passione per la scrittura, ha lo scopo meritorio di promuovere libri e cultura. fotoInteressi coincidenti con quelli propugnati dal Centro Studi Mediterranea Art Gallery, che è uno spazio espositivo che vuole dialogare con i nuovi scenari dell'arte contemporanea di Siracusa, sito nella straordinaria Ortigia Island, nel cui cuore, l'antica via Dione, sorge questa fucina di progettualità e di cultura. Nata da un'idea dello scrittore e critico d'arte Raimondo Raimondi, la Mediterranea Art Gallery collabora con varie associazioni artistiche di Siracusa, della provincia e della vicina Catania.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/05/2017 alle  10:54:05, nella sezione LIBRI,  1248 letture)

locandinaÈ nelle principali librerie e nei bookshops on line (Amazon, Ibs, etc.) l'ultimo romanzo di Raimondo Raimondi, dal titolo "La cattiveria del silenzio", pubblicato dalle toscane Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi. Una storia dura, condotta in prima persona dal protagonista, uomo solitario e schivo capace di intenzioni delittuose; nel suo passato una lunga storia che il lettore conoscerà pian piano attraverso una serie di flash back. L'incontro con Italia, giovane donna che non lo sfugge ma, anzi, costituisce per lui un'ancora di attracco, cambierà la sua vita fino ad una tragica conclusione. Lungo la tormentata narrazione compaiono memorie e personaggi: il notaio Adelmo Lo Monte, il monaco padre Pellegrino, lo psichiatra Mogherini, la ragazzina islamista Zora, la fattucchiera rom Josipa, il vecchio mezzadro don Totò. E, nel cammino delle pagine, considerazioni sulla vita e sulla solitudine di questo mondo contemporaneo, nel quale pare non ci si possa rapportare con i propri simili. Va in scena l'eterna lotta tra il bene e il male nel silenzio delle coscienze perchè "si nasce senza parole e con tutte le parole distrutte ce ne andiamo". Sulla copertina del romanzo "La cattiveria del silenzio" è riprodotto un particolare dell'opera del noto pittore gelese Giovanni Iudice dal titolo "Nudo e divano blu", del 2004. La prefazione del romanzo è di Davide C. Crimi che, tra l'altro, scrive: "La cattiveria del silenzio" è un romanzo lunare, che riluce di una carnalità psichica in cui s’annidano importanti considerazioni sulla contemporaneità, suggerite per suggestioni ancor più che comunicate razionalmente. Ecco la ragione dell’aggettivo “lunare”, che aderisce per emulsione alla lama metallica della narrazione, lasciando trasparire la sensibilità dell’autore e la sua salda esperienza di critico d’arte”. Infatti l'autore è giornalista e si occupa principalmente di critica d'arte. È direttore responsabile della testata giornalistica Dioramaonline. Ha pubblicato libri di poesia, narrativa e saggistica. Il suo ultimo impegno narrativo era stato "L'undicesima" (Edizioni Il Foglio, 2014).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 14/05/2017 alle  13:24:15, nella sezione LIBRI,  594 letture)
LOCANDINASi terrà oggi alle 18 la presentazione collettiva del Circolo letterario Pennagramma presso la Mediterranea Art Gallery, sita in via Dione 21 a Siracusa. Tre gli autori coinvolti, due narratori e una poetessa, tutti editi dall'intraprendente casa editrice Algra fondata da Alfio Grasso a Viagrande, in provincia di Catania. "Sicily 2133. L'isola stretta nel pugno" è un romanzo di Mario Cunsolo che avrà una relatrice d'eccezione, la scrittrice taorminese Lisa Bachis, autrice di importanti saggi di storia e filosofia. Spazio poi alle altre opere: "Amore giovane" è un romanzo autobiografico di Antonio Sozzi e la novità editoriale "Infiniti definiti" è una silloge di versi a opera di Rosalda Schillaci. I libri che verranno presentati vogliono tracciare durante la serata un percorso di autocoscienza. Si ipotizza un futuro probabile e oscuro della nostra Sicilia e si torna al passato cercando di riappropiarsi di quei valori autentici che possano traghettare in un avvenire positivo. Insieme ai valori del passato, di cui l'autore Antonio Sozzi ci invita a riscoprire per scongiurare i pericoli del futuro descritto da Mario Cunsolo, abbiamo la poesia di Rosalda Schillaci, contenitore emotivo, emozionale, che conclude il percorso di autocoscienza volto a migliorare la nostra società e a migliorarci come individui.
Previsto anche l'intervento musicale di Paolo Greco.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 12/05/2017 alle  15:19:12, nella sezione LIBRI,  442 letture)
FOTOIl 12 maggio l'I.C. Di Novara di Sicilia, diretto dalla Prof.ssa Francesca Canale è stato uno scenario accogliente per la presentazione del libro del Dott. Antonino Genovese Il Nonno e' un Pirata, edito dalle Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi, casa editrice indipendente di Piombino. L'evento promosso dal sindaco di Fondachelli Fantina, Dott. Marco Pettinato, ha visto come protagonisti gli alunni e le insegnanti della scuola media, che hanno partecipato con entusiasmo all'incontro con l'autore. Le domande poste sono state tante, incalzanti, pertinenti e interessanti. L'autore ha presentato la storia di Ludovica, una ragazza di 12 anni che scopre di essere una pirata, così come il nonno, leggendo passi del libro e trandone spunti di riflessione sulla società moderna.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 12/05/2017 alle  15:16:54, nella sezione CRONACA,  497 letture)

fotoGiambattista Coltraro deputato di Sicilia Democratica propone di avviare in Sicilia una mappatura delle aree abbandonate, dei terreni incolti, spesso divenuti discariche abusive, e di affidarli a giovani imprenditori agricoli, a titolo gratuito o a fronte di un basso canone di affitto: "Un ciclo della vita che verrebbe così ricostituito nell'antico binomio 'Uomo-Terra'.” Forte ed evidente il richiamo a quella riforma agraria dei primi anni cinquanta, che determinò l'esproprio di migliaia di ettari di terra ai latifondisti, in favore dei braccianti. Oggi ci sono tanti giovani disoccupati, magari costretti ad emigrare, per cui sarebbe opportuno mettere in atto tutte le politiche possibili per creare un tessuto sociale che offra loro nuove opportunità di lavoro e motivo per rimanere, perchè la nostra isola non si riduca ad essere abitata soltanto da vecchi. Partiamo dal tanto inutilizzato che abbiamo - è la proposta di Coltraro - spesso anche fonte di degrado e inquinamento ambientale, lo si dia in mano a imprenditori agricoli, giovani che, da soli o in associazione, decidano di valorizzare i terreni attraverso progetti di sviluppo innovativi. Si sveltisca anche l'iter di affidamento e si acceleri su una sorta di censimento delle aree abbandonate e la successiva elaborazione di un piano di sviluppo rurale. Soltanto così la Sicilia tornerà ad essere rigogliosa.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 12/05/2017 alle  08:23:26, nella sezione LIBRI,  467 letture)

coverDomenica 14 Maggio alle 11:00 lo scrittore siracusano Daniele Zito, sarà ospite alla libreria Gabò perr presentare il suo secondo romanzo "Robledo" Fazi editore. Insieme all'autore un giovane collega siracusano, Stefano Amato. "Lavorare senza essere pagati: un’usanza che per molti, specie all’inizio, rappresenta il pegno da pagare per accedere al mondo del lavoro. Ma se, anziché essere una tappa obbligata, fosse una scelta consapevole o, peggio, il frutto di un’ossessione? Se là fuori, cioè, ci fossero delle persone che lavorano per il semplice piacere di farlo, di recarsi ogni giorno nello stesso luogo, indossare una divisa e, per otto, nove, dieci ore, mescolarsi ad altri al solo scopo di dare un senso alle proprie giornate, sapremmo riconoscerle? Sa...premmo capirle? Sapremmo narrare le loro storie? Robledo racconta di questi spettri, della loro caparbia determinazione, dei loro deliranti “percorsi di liberazione” e lo fa a partire dalle tracce che si sono lasciati alle spalle: notizie di cronaca, interviste, biglietti d’addio, pagine di diario che la loro organizzazione, nata per necessità, ha via via generato. Questo libro, però, è anche la storia di Michele Robledo, del primo che ha parlato (e forse inventato) il loro mondo, i loro volti, le loro utopie. Oscuro, grottesco, feroce, poetico, questo originalissimo romanzo dà corpo a un nuovo modo di spiegare le contraddizioni della società in cui viviamo, interrogando il lettore a ogni pagina e spiazzandolo, perché, come afferma lo stesso protagonista: Ogni versione è ugualmente plausibile. Tutte, però, possono essere confutate, e nessuna smentita del tutto. A chi credere, dunque? Di chi diffidare?"

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 11/05/2017 alle  21:54:50, nella sezione LIBRI,  530 letture)

fotoIl circolo letterario Pennagramma è lieto di presentare il romanzo "Cerniera Lampo" di Luca Raimondi e Joe Schittino (nella foto a sinistra), all'interno della rassegna "Primavera dei talenti di Sicilia" organizzata dall'associazione Omniarteventi che avrà luogo nella Sala delle Arti Emilio Greco, all'interno delle villa comunale di Gravina di Catania, in via Roma n. 61, dal 6 al 13 maggio, evento multiculturale che ospita una mostra di pittura e scultura, poesia e musica. L’incontro con gli autori si terrà domani, venerdi 12 maggio, alle ore 18. “Cerniera lampo” è stato scritto dai due autori a diciassette anni e già edito nel 1996 da una piccola casa editrice siracusana, le Edizioni Dell’Ariete, con prefazione di Alessandro Quasimodo e Danilo Ruocco; esattamente a vent’anni dalla sua prima apparizione, è tornato disponibile in una nuova versione ampiamente riveduta e corretta grazie alle Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi, succoso antipasto a una nuova, misteriosa opera la cui uscita è annunciata per metà settembre. Il romanzo gode della sponsorizzazione di Giuseppe Culicchia, popolare autore del cult book “Tutti giù per terra”, che nella fascetta promozionale lo definisce “un romanzo che fa sorridere e riflettere”. La trama, in breve: nel 1994, in un istituto professionale di una città di provincia (facile riconoscere Siracusa), si incrociano i destini di due adolescenti agli antipodi, Dino e Teo, di una professoressa di arte, Lara, e del marito Gianfranco, un ex carabiniere con velleità letterarie. I coniugi attraversano una crisi matrimoniale che sfocerà nel tradimento di lei con l’intraprendente Dino, in verità mosso più da desideri di rivalsa che non sentimentali o sessuali. Una serie di casualità, come i dentini di una cerniera lampo quando si incastrano nel cursore, si uniranno tra loro per stringere e stritolare in maniera imprevista e imprevedibile Teo, che sarà posto al centro dell’intrigo per una serie esilarante di equivoci. Un romanzo su una scuola non certo e non ancora “buona” (se mai lo diventerà davvero), i cui corridoi e le cui aule sono scenari di conflitti e contenitori di mediocrità e in cui gli alunni si agitano a volte in qualità di carnefici e altre nelle vesti di vittime predestinate. “Cerniera lampo” presenta un’esuberante varietà di linguaggi e stili, utilizzati con disinvoltura per restituire una galleria grottesca della popolazione scolastica, un microcosmo che ben rappresenta una società caotica, tanto ridicola quanto insidiosa. Al di fuori delle mura dell’istituto, tra genitori distratti, estremismi politici, paninoteche, rassegne cinematografiche, discoteche, prime pulsioni sessuali, ambizioni artistiche e l’onnipresente televisione a monopolizzare i sogni e gli incubi, la maturità sembra ancora lontana anni luce, non solo per i ragazzi, ma anche per gli adulti, in un mondo il cui senso appare inafferrabile.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 10/05/2017 alle  16:25:04, nella sezione EVENTI,  506 letture)

fotoLa terza edizione del festival Sabir, promosso dall'Arci, insieme ad Acli e Caritas, viene ospitata a Siracusa col patrocinio del Comune, della Presidenza del Consiglio dei ministri, dell’Anci, dell’Unar, e la collaborazione di diverse associazioni ed istituzioni. Dopo le prime due tappe in Sicilia, a Lampedusa e Pozzallo, ora l'evento si sposta a Siracusa dall'11 al 13 maggio, con inaugurazione giovedì 11 maggio al Salone Borsellino, alla presenza di Moni Ovadia (nella foto) che presenterà nel Teatro Comunale, lo spettacolo teatrale "Anime migranti" dello stesso Moni Ovadia e di Mario Incudine. Tema centrale del Festival gli accordi stipulati con i paesi d’origine sul transito dei migranti per fermarne le partenze. L'Arci ha scelto Siracusa per questa narrazione sulle tematiche dei migranti raccontata attraverso la loro esperienza e quella dei dei tanti volontari che li accolgono. Siracusa, sin dall’inizio del fenomeno, è sempre stata in prima fila, dando grande dimostrazione di solidarietà. Il Festival Sabir rientra tra le manifestazione inserite nel programma delle celebrazioni dei 2750 anni della fondazione di Siracusa ed affronterà anche il delicato tema dei minori migranti non accompagnati, numerosi proprio nelle strutture d’accoglienza di Siracusa e provincia. Tavole rotonde, conferenze, laboratori teatrali e mostre di fotografie e di pittura si svolgeranno durante la tre giorni dedicata a questo scottante e attualissimo problema con cui tutti noi dobbiamo fare i conti.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 09/05/2017 alle  19:27:53, nella sezione EVENTI,  590 letture)

fotoL'attrice Maria Grazia Cucinotta, il comico Gene Gnocchi, il cabarettista Dario Vergassola e il maestro Peppe Vessicchio saranno gli ospiti del tour che farà tappa a Siracusa il 13 e 14 maggio e che poi toccherà Tirana, Gubbio, Sassari, Lecce, Trieste, Vigevano e Sanremo. E' il “Grande Viaggio Insieme”, evento itinerante ideato dalla grande catena commerciale Conad per incontrare, assieme ai propri soci, le persone e i territori e promuovere, oltre al marchio, ideali condivisi, tradizioni e costumi. Insomma un weekend di festa, musica, cibo e sport. Sabato 13 maggio alle 10 in Riva della Posta inizio delle esibizioni sportive curate del comitato Uisp Iblei Noto, Ragusa e Siracusa. Nel pomeriggio, alle 17, scuola di cucina e merenda in piazza per mamme e bambini e alle 19 il maestro Peppe Vessicchio dirigerà “I solisti del Sesto Armonico” quindi sarà Gene Gnocchi a salire sul palco con lo spettacolo “Bella zio”. Madrina dell’evento Maria Grazia Cucinotta che presenterà l’amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese. Previsti Street food e degustazioni gratuite. Domenica 14 lo spettacolo “Rigiriamo l’Italia” di Dario Vergassola e poi musica con Concerto Conad Jazz Contest prima e a seguire il “Sanremo dei Giovani”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 09/05/2017 alle  19:26:57, nella sezione EVENTI,  570 letture)

fotoSarà la Sicilia raccontata nelle storie del commissario di polizia più famoso del piccolo schermo al centro della XIV edizione dell’Inverdurata, che avrà come tema “I luoghi di Montalbano”. Il concorso di mosaici vegetali riconferma la squadra organizzativi dell’ultimo triennio, formata dall’associazione Inverdurata, dalla Pro Loco Marzamemi, Comune di Pachino e Distretto turistico degli Iblei.
Lo start è previsto venerdì 12 maggio alle 16: nei primi tre isolati di via Cavour gli autori inizieranno a preparare i loro mosaici, mentre il taglio del nastro è previsto sabato mattina alle 10.
«Un evento che cresce di anno in anno – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno -, grazie alla sinergica collaborazione tra le associazioni e l’ente municipale. L’obiettivo quest’anno è ancora più marcato ed emerge con prepotenza nel tema stesso della XIV edizione: promuovere il sudest siciliano non solo per il food, oramai marchio che contraddistingue le prelibatezze enogastronomiche dell’estremo lembo di Sicilia, ma anche attraverso le bellezze del territorio, dal punto di vista naturalistico e culturale. Proprio come ha contribuito a fare la fiction che vede protagonista il commissario Montalbano, le cui storie sono ambientate tra Punta Secca e Marzamemi. Parallelamente, si punta anche ad un’attività di valorizzazione del centro storico già avviata con le scorse edizioni dell’Inverdurata e con altre iniziative culturali, tra cui il Festival Brancatiano».
Nel programma della quattordicesima edizione sono previsti mercatini artigianali, una estemporanea di pittura e un piccolo giardino botanico. Non mancheranno momenti dedicati al food e alla musica.
Sabato alle 18 nel cortile del palazzo Tasca è prevista ‘iniziativa “Per Bacco, la Pachino del vino alla scoperta del nero d’Avola e del suo territorio”, una conferenza sul mangiare sano alle 19 al piazzale del Comune, ed i momenti musicali con Teresa Raneri jazz trio, quartetto jazz itinerante Salvo Mallia & c, il gruppo “The mothers singign”, Joey Billy Band, Terr’Arsa ed Ekosound. La serata conclusiva e le premiazioni sono previste domenica alle 21,30 in piazza Vittorio Emanuele.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
IL SINDACO GAROZZO ELETTO NELLA DIREZIONE NAZIONALE PD
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 08/05/2017 alle  15:22:25, nella sezione CRONACA,  452 letture)
garozzo e renziRiconoscimento "partitico" al sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo che è stato eletto nella direzione nazionale del Partito democratico, una carica prestigiosa per l'esponente dell'ala renziana all’interno di un organismo composto da 120 dirigenti del partito, sette dei quali sono siciliani. Garozzo - si legge in un comunicato stampa - vede così premiato il lavoro portato avanti negli ultimi anni all’interno del Partito democratico, la forza politica più importante in Italia, e in particolare della componente “renziana” che lo ha visto in prima fila sia a livello provinciale che regionale. “La prestigiosa carica che sono chiamato a ricoprire su proposta di Matteo Renzi – ha dichiarato Garozzo – mi riempie d’orgoglio. Allo stesso tempo sento il carico di responsabilità di far parte di un organismo che affronta tematiche nazionali e che detta l’agenda al partito più importante in Italia. Voglio anche ringraziare Luca Lotti che ha lavorato assiduamente affinché questa elezione potesse avvenire”.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
PREMIATI I VINCITORI DELLA MOSTRA PITTORICA "EMOZIONIAMOCI"
di Redazione (pubblicato il 02/05/2017 alle  08:32:36, nella sezione ARTE,  684 letture)

fotoSi è conclusa domenica 30 aprile a Priolo Gargallo la manifestazione "Viale in festa" organizzata da Marisa Leanza. Hanno partecipato alla mostra pittorica dal titolo "Emozioniamoci" gli artisti Marinella Raniolo, Lorenza Stringara, Armando Nigro, Roberto Guccione, Luca Barbera, Ferdinando Romano, Elisa Garziano, Lorena Galazzo, Marisa Leanza, Rita Maimonte, Cettina Caccamo, Katty Nitto, Floriana Matarazzo, Gaia Sandovalli, Ana Maria Longo, Elisa Gozzo, Antonella Gentile, Michela Grasso e Adua Menozzi. La giuria composta dal Dott. Raimondo Raimondi, giornalista e critico d'arte, dall'artista Angelo Moncada e dal Dott. Luigi Augelli, editore, ha così deciso: 1° classificato il pittore Armando Nigro con la seguente motivazione: "Armando Nigro compie una ricerca basata su una impaginazione spaziale dominata da una gamma monocromatica che crea formulazioni formali e grafiche uniformi, dando forza e profondità all’insieme, inventando affascinanti ed erotiche introspezioni che fanno penetrare l’osservatore dentro il quadro". 2° classificato la pittrice Rita Maimonte con la seguente motivazione: foto di gruppo"Rita Maimonte dimostra di avere alle spalle una solida preparazione al disegno e lo si nota nella precisione del segno e nella minuziosità compiaciuta delle campiture. Permane in lei il gusto del particolare pur nell’intatta freschezza dello schizzo veloce, degno d’un pittore di altre epoche".
Sono stati inoltre segnalati per merito i seguenti artisti: Marisa Leanza (Attuale e struggente il tema trattato con sapienza di tratto e di composizione e delicatezza d'animo); Marinella Raniolo (La pittrice esprime anche in quest'opera il suo raffinato e simbolistico erotismo che già conosciamo); Michela Grasso (Dinamismo e senso della composizione in questo bel lavoro che avvolge anche colui che guarda nelle volute e nelle spirali); Adua Menozzi (Il “Mare nostrum”, il Mediterraneo, con i suoi meravigliosi fondali marini interpretati in modo coloristicamente affascinante); Floriana Matarazzo (Il tema del bacio reinterpretato con la passione e l'intensità impressionista di una giovane e promettente artista).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
ANCORA IN DUBBIO LA 63ESIMA EDIZIONE DEL TAORMINA FILM FESTIVAL?
di Redazione (pubblicato il 01/05/2017 alle  10:11:57, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  496 letture)

fotoSuscita preoccupazione la notizia ventilata che quest’anno la 63esima edizione del Taormina Film Fest potrebbe essere in dubbio per l’impossibilità di essere realizzata da parte degli assegnatari in tempi ritenuti troppo stretti. France Odeon, marchio con sede a Firenze che ha come obiettivo quello di promuovere il cinema e la cultura francese in Italia e che è finalista del bando per l’affidamento, nel caso in cui fosse confermata questa eventualità e gli spazi tradizionalmente occupati dal Taormina Film Fest dovessero rimanere inutilizzati, ha dichiarato che metterebbe a disposizione della città i suoi contatti per programmare una serie di proiezioni e iniziative cinematografiche che abbiano al centro il tema della Pace, con ospiti di portata internazionale. Certo sarebbe un peccato non realizzare quest'anno l'evento cinematografico che ha accompagnato la vita culturale di Taormina per 62 edizioni, soprattutto se si pensa che media internazionali, primo fra tutti The Guardian, che già si sono interessati a Palermo per la proposta di permettere agli immigrati di rimanere in città anche senza permesso di soggiorno, si concentreranno proprio su Taormina. La rassegna comunque, anche se realizzata in tono minore, avrebbe come obiettivo quello di presentare film ispirati ai concetti di pace, armonia e tolleranza e le cui storie rivolgano una forte attenzione all’essere umano e all’umanità, segnali forti in tempi così tragici come quelli che stiamo vivendo. La 63° edizione del Taormina Film Fest dovrebbe svolgersi dal 10 al 17 giugno 2017, all'interno della rassegna Taormina Arte. Da quando ha assunto un’identità Mediterranea nel 2007, il festival è diventato un punto focale per la cultura cinematografica. Il festival è una grande "vetrina" di importanti anteprime di film provenienti da Hollywood e dal resto del mondo. Ogni anno il Festival ha presentato una selezione di film in prima visione internazionale o mondiale.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
LIBRI IN GALLERIA: LUCY AVOLA E GIUSEPPE DI MARI
di Redazione (pubblicato il 30/04/2017 alle  11:45:26, nella sezione LIBRI,  583 letture)

fotoSaranno presentati mercoledì 10 maggio 2017 alle 18,00 presso la Mediterranea Art Gallery di Via Dione 21 in Ortigia due libri di autori siracusani. L'evento, per la rassegna "Libri in galleria", anticipa di qualche giorno la seconda presentazione collettiva del Circolo letterario catanese Pennagramma che avrà luogo domenica 14 maggio. Gli autori presentati il 10 maggio sono Lucy Avola col suo romanzo "la forza dell'amore" e Giuseppe Di Mari con la silloge di poesie "Tintinnii dell'anima". L'incontro sarà introdotto e presentato dal giornalista e scrittore Raimondo Raimondi, direttore del Centro Studi, e si avvarrà degli interventi musicali "percussion live" del musicoterapeuta Paolo Greco, appena rientrato dall'Osho Festival, il più grande festival della meditazione del mondo di Osho, che si è svolto al Palacongressi di Bellaria e dal Yoga Festival organizzato dalla Federazione Mediterranea Yoga che si è svolto ad Acitrezza.
Nel suo romanzo Lucy Avola racconta la vicenda attualissima di Eva e Max, che si incontrano in chat sviluppando una fortissima e tormentata storia d'amore. Una vicenda che narra la solitudine di un'anima femminile che prova fortemente un bisogno damore, a lei negato in una società nella quale la conoscenza tra le persone avviene sempre più attraverso il mondo dei social, una vera e propria galassia che, priva del contatto vero, diretto ed immediato, sviluppa una fallace conoscenza virtuale che spesso porta ad illusioni, incertezze ed errori di valutazione. Così una storia appena iniziata già si frantuma con la violenza di una barca che si incaglia e va a sbattere su scogli ruvidi e appuntiti. Un romanzo rosa con l'inevitabile lieto fine che ricorda le storie romantiche e avvincenti di una scrittrice del calibro della famosa Liala.
Giuseppe Di Mari, docente di italiano e latino presso il Liceo Classico Gargallo di Siracusa, ha scritto questa raccolta di poesie, dal sapore a volte di elegiaca reminiscenza, altre volte di ispirazione intimistica, rivolto ai suoi amori e agli affetti familiari, esprimendo il bisogno dell'autore di raccontarsi e di raccontare quindi vicende ed esperienze che lo hanno segnato nel bene o nel male nel corso della sua esistenza. Un impegno letterario che è un atto di fede nella vita e nell'amore, due grandi misteri che all'essere umano non è dato svelare.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
SERATA CON OSPITI ALLA MEDITERRANEA ART GALLERY PER "ARTISTI COSTRUTTORI DI PACE"
di Redazione (pubblicato il 28/04/2017 alle  14:28:18, nella sezione ARTE,  594 letture)

Mepace2rcoledì 26 aprile si è svolto un altro incontro con gli "Artisti costruttori di pace" nei locali della Mediterranea Art Gallery di via Dione in Ortigia. Ospite della serata, condotta da Raimondo Raimondi, il poeta lombardo trapiantato a Siracusa Luca Campi, membro de Il Cerchio, Centro Studi Arti e Scienze, presente in diverse antologie poetiche e che ha partecipato a concorsi letterari di rilevanza nazionale. Insieme a lui il prof. Carlo Cantarella, docente di lingua e civiltà tedesca e francese nelle scuole superiori dello Stato, autore del libro "Inni alla notte". Raimondo Raimondi e Rosetta Barcio hanno letto alcune poesie partecipanti al Premio "Poeti costruttori di Pace", bandito dall'associazione OK Arte, rappresentata da Sergio Cuscunà, e di altri autori. pace2Presente anche l'attrice Lalla Bruschi che ha interpretato un testo dal titolo "Overdose" del compianto e indimenticato Giovanni Torchevia. Durante l'incontro al giornalista Stefano Palasciano è stato consegnato un attestato di benemerenza da parte della A.W.A. International (International Academy of World Art). Facevano sfondo le opere dei pittori esposte in permanenza nella Galleria Salvatore Accolla, Franco Condorelli, Angelo Moncada, Claudio Schifano, Raimondo Raimondi, Giuseppe Insolia, Lino Baio, Emanuele Vittorioso. Prossimo appuntamento il 10 maggio alle 18,00 per la presentazione dei libri "La forza dell'amore", romanzo di Lucy Avola, e "Tintinnii dell'anima". silloge poetica di Giuseppe Di Mari, serata cui interverrà anche il musicista Paolo Greco con le sue suggestive "percussion live".

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
EMOZIONI PITTORICHE ALLA DOLCE VITA DI PRIOLO GARGALLO
di Redazione (pubblicato il 25/04/2017 alle  21:21:40, nella sezione EVENTI,  915 letture)

foto1Domenica 23 aprile si è svolto a Priolo Gargallo presso la "Dolce Vita", elegante locale alla moda, un evento artistico organizzato da Marisa Leanza dal titolo "Viale in festa", che ha visto numerosi pittori locali esporre le loro opere in un Mostra pittorica a premi chiamata "Emozioniamoci". La mostra inaugurata domenica 23 aprile rimarrà aperta fino alla domenica successiva 30 aprile, allorché la giuria, composta dal giornalista e critico d'arte dottor Raimondo Raimondi, dal noto artista siracusano Angelo Moncada e dall'editore Luigi Augelli, renderà noti nella cerimonia di premiazione i nomi del vincitore, del secondo classificato e dei pittori segnalati. foto2Hanno partecipato al concorso ed esposto le loro opere i seguenti artisti: Marinella Raniolo, Lorenza Stringara, Armando Nigro, Roberto Guccione, Luca Barbera, Ferdinando Romano, Elisa Garziano, Lorena Galazzo, Marisa Leanza, Rita Maimonte, Cettina Caccamo, Katty Nitto, Floriana Matarazzo, Gaia Sandovalli, Ana Maria Longo, Elisa Gozzo, Antonella Gentile, Michela Grasso e Adua Menozzi. Presente alla serata inaugurale il sindaco di Priolo Antonello Rizza. A latere si svolgeva una spettacolare esibizione di “body painting” a cura di Simone Stella, nella quale si vedeva dipingere il corpo di una giovane modella con vivaci colori sul tema della Sicilia.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
IL 6 MAGGIO ORTIGIA "APERTA PER CULTURA"
di Redazione (pubblicato il 23/04/2017 alle  17:47:07, nella sezione CULTURA,  560 letture)

fotoSabato 6 maggio prossimo avrà luogo in Ortigia l'evento denominato "Aperto per cultura" che trasformerà l’isola in un vero e proprio palcoscenico a cielo aperto, con musica, arte, teatro e gastronomia tipica. L'evento è stato concepito attraverso una collaborazione tra la Confcommercio di Siracusa e di Alessandria ed è stata patrocinata dal Comune di Siracusa. Presenterà ai numerosi visitatori italiani e stranieri un centro storico caratterizzato e reso vivo dalla partecipazione di operatori del mondo dell’arte e della ristorazione con spettacoli musicali, esibizioni teatrali ed esposizioni nonché un itinerario del gusto per la promozione delle eccellenze enogastronomiche cittadine. Piatti esclusivi verranno offerti dai ristoratori ai vari tavoli sociali allestiti nelle aree pubbliche indicate nel percorso: un esperimento di social eating che nasce dalla sinergia degli operatori del settore che hanno creduto nel progetto. Il prodotto di questa collaborazione è un singolare menu a tappe che permette di cenare negli angoli più suggestivi di Ortigia animati da eventi artistici e culturali: tutti i punti di interesse della manifestazione saranno indicati su una mappa distribuita durante la serata del 6 maggio.
"Aperto per Cultura" ha già prodotto un importante flusso di prenotazioni, dedicate specificatamente alla serata, in diverse strutture alberghiere cittadine, grazie anche alla stretta collaborazione tra Confcommercio Alessandria ed il quotidiano La Stampa che ha messo in palio un viaggio a Siracusa in occasione dell'evento.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
"CERNIERA LAMPO" VENERDI AL BIBLIOS DI SIRACUSA
di Redazione (pubblicato il 19/04/2017 alle  14:32:00, nella sezione LIBRI,  582 letture)

locandinaVenerdì 21 Aprile al Biblios Cafè nuova presentazione del romanzo “Cerniera lampo” di Luca Raimondi e Joe Schittino. Il testo è stato scritto dai due autori a diciassette anni e già edito nel 1996 da una piccola casa editrice siracusana. Nel 2016, esattamente a vent’anni dalla sua prima apparizione, è tornato in una nuova versione ampiamente riveduta e corretta, grazie alle Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi. Il romanzo gode della sponsorizzazione di Giuseppe Culicchia, popolare autore del cult book “Tutti giù per terra”, che nella fascetta promozionale lo definisce “un romanzo che fa sorridere e riflettere”. A introdurre l'incontro, il noto scrittore Gianfranco Damico, autore di alcune pubblicazioni edite da Feltrinelli, tra cui "Il Codice segreto delle relazioni. Usare il cervello per arrivare al cuore", di recente ristampato nella celebre collana tascabile Universale Economica. Al Biblios Cafè, dunque, alle ore 18.30. L’ingresso è libero.
La trama del romanzo, in breve: nel 1994, in un istituto professionale di una città di provincia (facile riconoscere Siracusa), si incrociano i destini di due adolescenti agli antipodi, Dino e Teo, di una professoressa di arte, Lara, e del marito Gianfranco, un ex carabiniere con velleità letterarie. I coniugi attraversano una crisi matrimoniale che sfocerà nel tradimento di lei con l’intraprendente Dino, in verità mosso più da desideri di rivalsa che non sentimentali o sessuali. Una serie di casualità, come i dentini di una cerniera lampo quando si incastrano nel cursore, si uniranno tra loro per stringere e stritolare in maniera imprevista e imprevedibile Teo, che sarà posto al centro dell’intrigo per una serie esilarante di equivoci. Un romanzo su una scuola non certo e non ancora “buona” (se mai lo diventerà davvero), i cui corridoi e le cui aule sono scenari di conflitti e contenitori di mediocrità e in cui gli alunni si agitano a volte in qualità di carnefici e altre nelle vesti di vittime predestinat “Cerniera lampo” presenta un’esuberante varietà di linguaggi e stili, utilizzati con disinvoltura per restituire una galleria grottesca della popolazione scolastica, un microcosmo che ben rappresenta una società caotica, tanto ridicola quanto insidiosa. Al di fuori delle mura dell’istituto, tra genitori distratti, estremismi politici, paninoteche, rassegne cinematografiche, discoteche, prime pulsioni sessuali, ambizioni artistiche e l’onnipresente televisione a monopolizzare i sogni e gli incubi, la maturità sembra ancora lontana anni luce, non solo per i ragazzi, ma anche per gli adulti, in un mondo il cui senso appare inafferrabile. Il romanzo risulta essere un perfetto “prequel” dei romanzi di Luca Raimondi “Se avessi previsto tutto questo” e “Tutto quell’amore disperso”, anch’essi editi dalle Edizioni Il Foglio. Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un moderno romanzo di formazione, ambientato nello stesso istituto da cui proviene la futura matricola universitaria Carlo Piras, che qui fa una comparsata in quanto compagno di classe dei due protagonisti. A sottolineare la continuità con quei due romanzi, anche in questo caso la copertina è opera del fotografo Luca Morreale, che ha ritratto Giuseppe Vergopia, più popolare come dee-jay con il nome d’arte Wergopix: entrambi aretusei come gli autori. Con questo romanzo si completa una grande tranche de vie generazionale sugli anni ’90, tanto sottovalutati quanto essenziali per capire il presente in cui ci troviamo. Gli amatori della musica dell’eclettico performer e compositore siracusano Joe Schittino, ormai noto a livello internazionale, troveranno numerosi riferimenti alla sua opera e, in appendice, una partitura precedentemente inedita, composta per l’occasione e perfettamente integrata nel contesto del romanzo.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
ORTIGIA TERRA DI NESSUNO O FORTINO ASSEDIATO?
di Redazione (pubblicato il 18/04/2017 alle  15:36:05, nella sezione CRONACA,  592 letture)

ortigiaIn arrivo dalla Regione Siciliana nuovi fondi per Ortigia, l'isola centro storico di Siracusa oramai meta ambita da tanti stranieri, ma il cui numero di abitanti è sceso al minimo storico dato che i siracusani sono stati praticamente espulsi (meno del 4% dei siracusani vive in Ortigia), senza avere la possibilità di tornarvi ad abitare a causa dei prezzi troppo alti degli immobili. A questo proposito il consigliere comunale Salvo Sorbello propone "che i contributi pubblici non debbano essere elargiti a chi magari ha speso milioni di euro per comperare un immobile, che poi utilizza solo per brevi periodi ogni anno o per mere speculazioni: i forestieri sono i benvenuti ma che si paghino gli immobili di tasca loro, senza fruire anche di soldi pubblici, che devono essere erogati invece, in via prioritaria, a chi s’impegna a risiedere in Ortigia per almeno dieci anni. Cosi potremo ripopolare Ortigia e consentiremo alle famiglie siracusane, alle giovani coppie in particolare, di poter abitare nell’isolotto”. Sagge parole che condividiamo ma che non bastano a riaccostare Ortigia ai siracusani viste le gravi difficoltà di parcheggio che rendono inaccessibile come un fortino assediato l'isoletta tanto cara (in tutti i sensi: affettivi ed economici). E sul problema dei parcheggi casca anche l'uso smodato ed eccessivo dei cosiddetti dehors, che hanno rubato centinaia di posti auto. A questo proposito la Confcommercio, il Centro Naturale Ortigia e l'associazione “Noi Albergatori”, hanno manifestato la “necessità di controlli serrati nel settore del commercio e della ristorazione” e lamentano “l’inefficace gestione delle concessioni, che permettono a chiunque, a fronte di minime garanzie che fanno riferimento più alla logistica che al servizio e alla qualità, di aprire ristoranti, paninerie, pizzerie e altro con estrema facilità”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99

 1350 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (241)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (733)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (346)
LIBRI (205)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019

Gli interventi più cliccati

< giugno 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


19/06/2019 @ 12:45:43
script eseguito in 356 ms