Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 01/08/2021 alle  16:28:51, nella sezione ARTE,  295 letture)

























Tomás Saraceno, artista argentino di origine italiana che vive e lavora a Berlino, è considerato uno dei maggiori protagonisti della scena artistica contemporanea internazionale e uno dei più influenti attivisti per la salvaguardia del pianeta che sfida, attraverso le sue opere, i modi dominanti di vivere e percepire l’ambiente. Nella mostra "AnarcoAracnoAnacro" presenta un progetto multimediale creato appositamente per l’Area monumentale della Neapolis di Siracusa, dove l’artista opera per la prima volta, uno dei più importanti complessi archeologici del Mediterraneo con una superficie di circa 240.000 metri quadrati che comprende il Teatro greco, il cosiddetto Santuario di Apollo Temenite, l’Ara di Ierone II, l’Anfiteatro romano, le latomie del Paradiso, Intagliatella e Santa Venera, fino alla cosiddetta Tomba di Archimede. Dal 29 luglio 2021 al 30 gennaio 2022, i tradizionali percorsi archeologici della Neapolis saranno attraversati e intercettati dal percorso narrativo sperimentale di Saraceno. Composta da diversi capitoli, dislocati in numerosi punti distanti tra loro, la mostra costruisce un proprio mondo sensoriale e semiotico, evolvendo come una vera e propria forma di vita nel corso dei mesi. Archeologia, ecologia, aracnomanzia, arte e attivismo sociale dialogheranno, tessendo nuove poetiche visive. La mostra, a cura di Paolo Falcone, è prodotta e organizzata da Civita Sicilia. La ragnatela, l’aracnomanzia, l’evocazione e la reinterpretazione dei miti, così come il concetto di metamorfosi diventano concetti guida per ripensare e riscoprire l’intreccio di forme di vita e di linee temporali che animano l’Area, portando l’attenzione del pubblico a rivolgersi a coloro che l’hanno abitata per milioni di anni, come le 46 specie di ragni che sono state ritrovate all’interno. I visitatori saranno condotti in un tour dell’Area, con un percorso performativo realizzato in collaborazione con l’Accademia d’Arte del Dramma Antico.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 20/08/2021 alle  15:30:02, nella sezione EVENTI,  477 letture)
































Sabato 21 agosto, alle ore 19.00, la splendida cornice del parco comunale G. Anselmi di Nicolosi ospiterà la seconda tappa dell'iniziativa culturale Aetna Expo, organizzata dalla presidente della Junior Art Accademy Grazia Trovato. L'evento promette di essere, così come il primo che si è svolto a Viagrande a Villa Manganelli Biscari, un crocevia per artisti e amanti della cultura, infatti all'interno del parco comunale avrà luogo dalle ore 10.00 alle ore 17.00 un estemporanea di pittura, e dalle ore 10.00 alla ore 22.00 una rassegna d'arte contemporanea. Nel corso della serata, scandita dalla conduzione di Andrea Rinaldi, saranno assegnati premi alla carriera a personalità che si sono distinte in determinare attività culturali o sportive: per la narrativa allo scrittore del Circolo Letterario Pennagramma Antonio Sozzi, per la pittura al maestro Barbaro Messina, per l'editoria all'editore Alfio Grasso e a Vincenzo Cipolla per lo sport. Infine un premio come artista emergente andrà a Caterina Lucia Sciacca (nella foto con lo scrittore Raimondo Raimondi). A questo secondo appuntamento dell'Aetna Expo non poteva mancare il danzastorie di Sicilia Alosha, con una sua performance artistica, un momento letterario sarà la presentazione del libro "Ora vi cuntu na parità" della scrittrice Francesca Curcuruto. A collaborare alla buona riuscita dell'evento culturale l'associazione A.C.S.D - Etna Tour e il Circolo Letterario Pennagramma, in prima linea a dare supporto a Grazia Trovato e al suo team organizzativo.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 29/09/2021 alle  19:17:04, nella sezione EVENTI,  424 letture)




Il 9 e 10 ottobre avrà luogo, presso il Centro Expo di Piazza del Popolo a Pedara, la terza manifestazione di Aetna Expo (Arte, Cultura, Sport, Spettacolo), organizzata dalla Presidente della Junior Art Academy Grazia Trovato con la collaborazione dell'Associazione A.C.S.D. Etna Tour, l'Ente di Promozione Sportiva Libertas e il Circolo Culturale Pennagramma. L'evento così come i precedenti, quello di Viagrande e di Nicolosi, è un crocevia di artisti, fotografi, scrittori, personalità del mondo dello spettacolo e amanti della cultura. Saranno assegnati premi alla carriera a personalità che si sono distinte in attività culturali e sportive. Per la letteratura a Mario Cunsolo, per la pittura al Maestro Salvo Caramagno, per la danza al Maestro Alosha, per lo sport a Biagio Sciacca, per il settore artista emergente alla giovane e promettente Claudia Coniglione. Il Maestro Salvo Caramagno è recensito dal critico d'arte siracusano Raimondo Raimondi che così si esprime sulla sua opera: " Premio alla carriera al maestro Salvo Caramagno che ha reinventato in chiave siciliana l'arte naif e, applicando questo stile pittorico, si è cimentato nell'arco della sua carriera artistica in perfezionismi manieristici affrontando i temi del paesaggio e del popolo isolano con invidiabile maestria. Questa sua ispirazione e attenta realizzazione è una caratteristica del suo impegno interiore, espressione di un'anima inquieta che cerca di veicolare il suo messaggio alla società che la circonda, deciso ad affidarsi a un linguaggio popolare comprensibile a tutti e a esaltare la figura umana, raffigurata con vigore coloristico, interpretata con assoluta originalità, affidandosi al turbinio delle sue personali emozioni, ma comunicando col suo pubblico attraverso la tranquilla bellezza cromatica e compositiva delle opere". Sulla giovane artista Claudia Coniglione lo stesso critico Raimondo Raimondi dice: "Premio come artista emergente a Claudia Coniglione nelle cui opere si avverte l’amore per le cose mute, per quel senso del tempo che è trascorso, eppure è rivissuto nel presente in modo da essere reinventato, come la sua storia di donna, certamente attraversata dal tumulto dello spirito e da sussulti interiori riconducibili ad una sensibilità esasperata, ad un misticismo accorato, ad una consapevolezza della sua vocazione di artista. Qualche opera si iscrive al genere espressionista, tanto caro a George Grosz e a Edvard Munch, in altre invece prevale una tendenza all'informale astratto, quasi a ribadire ancora una volta la formazione artistica in itinere di questa giovane pittrice, grafica e illustratrice, che ha studiato i nuovi linguaggi della pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Catania". Partecipano alla mostra di pittura gli artisti Maria Carmela Benfatto Rosaria Caniglia Anna Cannata Mimma Consoli Sergio Licciardello Katia Poli Stefania Ruvolo Concetta Tigano Grazia Trovato e gli emergenti Concetta Bonanno Ludovico Calanna Claudia Coniglione Roberta Cutrona Alessandro Gambino Rachele Maccarone Dario Platania Nunzia Scardaci Caterina Sciacca Agatino Scierri Noemi Sorg.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 05/10/2021 alle  18:09:01, nella sezione LIBRI,  377 letture)
L'Ecopoesia è un nuovo genere letterario che trae ispirazione dall'attuale emergenza ambientale ed è nato nel 2005 quando venne varato dalla poetessa Maria Ivana Trevisani Bach il "Manifesto di Ecopoesia italiana". Tale movimento, poichè tale divenne subito questa tendenza letteraria a livello internazionale, prese le mosse dalla considerazione della odierna velocità e facilità della comunicazione, dai processi di globalizzazione che investono anche l'ambito culturale e dalla sempre più drammatica criticità ambientale del nostro pianeta. In questo contesto alcuni artisti italiani hanno sentito l'esigenza di esternare in un Manifesto le linee guida del loro modo di fare poesia nella considerazione dell'attuale sovrabbondante tempesta mediatica di notizie che ha creato un conflitto tra il pensiero razionale che cerca di comprendere gli avvenimenti e l’enorme quantità di emozioni che tali eventi suscitano, e nella suprema considerazione che nei giovani si registra una abulia nei confronti di ideali e di valori, il che li priva dell’entusiasmo necessario per affrontare i problemi del nostro tempo. La salvaguardia dell'ambiente si impone quindi come valore ineluttabile a causa dell'attuale, critica situazione del nostro pianeta. Caduta l’idea di una Natura intesa come risorsa inesauribile, entra anche in crisi la visione antropocentrica e verticistica dell’Uomo padrone senza limiti di tali risorse. Da questa consapevolezza nasce una nuova etica di rapporto: non più esclusivamente fra uomo e uomo, ma fra Uomo e Natura. Il ruolo dell'Ecopoesia in questo scenario assume un'importanza decisiva: infatti ogni genere di poesia sa creare emozioni, tocca corde segrete o dimenticate, stupisce con associazioni di suoni o di immagini, ci fa meditare con una metafora, coglie l’essenza nascosta delle cose o delle nostre esperienze. Sfruttando la potenza di queste suggestioni, l'Ecopoesia diventa comunicatrice di emozioni e, attraverso di esse, risveglia le coscienze predisponendole all’ascolto dei problemi dei nostri giorni. Così, sempre secondo il Manifesto del 2005, l'Ecopoetry contribuisce alla salvaguardia del nostro pianeta e a creare un nuovo rapporto con tutti gli esseri viventi. Questo bisogno di poesia nuova è stato colto in diverse parti del mondo. Sono nati così nuovi movimenti poetici che associano la Poesia alle attuali istanze etiche come Art and Peace, Eco Art, e, appunto, l'Ecopoetry. L'ecopoeta però non è l'aedo che canta la Natura, ma è colui che parla per la Natura, dà voce alla Natura, testimonia i diritti di quei viventi che non hanno diritti. E' colui che si sente interconnesso con la creazione e ne riporta emozioni dal di dentro: l’animale torturato, l’albero sradicato, l’intera terra inquinata, parlano direttamente attraverso i suoi versi. In definitiva, l'ecopoeta parla per questa casa comune, unica ed irripetibile, che va salvaguardata nella sua peculiarità e nella sua bellezza. L’ecopoeta è, quindi, il tramite fra la comunità umana e il mondo naturale. Esiste una specificità nell'Ecopoesia: deve essere accessibile a tutti, deve essere aperta alle differenti realtà culturali del mondo e condividere e diffondere i valori del nostro tempo, liberandosi dall'isolamento delle chiuse culture letterarie erudite, dalle vecchie mode delle avanguardie e dalle tradizioni poetiche locali e utilizzando una comunicazione poetica semplice e chiara, comprensibile a tutte le culture, come richiesto dall’UNESCO nel messaggio della Giornata Mondiale della Poesia. A Siracusa gli ideali dell'Ecopoesia vengono portati avanti dal Collettivo Poetaretusei432 che fa capo ai poeti Salvatore Randazzo e Elisabetta Tagliamonte.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/10/2021 alle  07:58:42, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  347 letture)

























Luogo di grande bellezza naturale la marina che costeggia il porto grande di Ortigia, dove tanti siracusani e tanti turisti vengono a godere dell'aria di mare e del mitico paesaggio. Sotto gli alberi, sopra una panchina, passa la notte all'addiaccio un barbone, un homeless, un senza fissa dimora, testimone anacronistico di povertà estrema e di emarginazione. Accanto a lui una lercia coperta e un bricco vuoto di vino scadente con cui ha cercato di riscaldarsi e di scordare nell'oblio dell'alcool la sua triste condizione di senzatetto. Di fronte a lui il mare, la banchina dove sono ormeggiati gli yacht, i catamarani, i velieri e i grossi motoscafi di facoltosi diportisti. Poco più in là, appena oltre i club nautici, stazionano vari pescherecci, stipati di reti e di cassette di legno, con cui onesti lavoratori del mare sbarcano il lunario con difficoltà, sacrificio e fatica, portando a riva lo scarso pescato. Sullo sfondo una enorme nave da crociera, un mostruoso natante a cinque piani, capace di ospitare quattromila e più crocieristi, gente che per pochi giorni l'anno riesce a illudersi di fare una vita da ricchi, popolando questi condomini galleggianti, che tanto assomigliano alle Vele di Scampia. Ecco uno spaccato della nostra società in poche centinaia di metri: sullo sfondo il mare, immutabile, eterno, unico e silente testimone delle sperequazioni e delle ingiustizie, immerso nella polvere del sole, in tutta la grandezza del creato, che ancora noi umani non siamo riusciti a distruggere.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 29/10/2021 alle  16:07:29, nella sezione EVENTI,  357 letture)
Che cosa si potrebbe fare concretamente, in Italia e in Europa, per fermare (o almeno frenare) le sempre più frequenti e drammatiche intimidazioni e aggressioni ai giornalisti? E contro le intimidazioni e gli abusi, ancora più numerosi, commessi anche per via legale (le cosiddette querele pretestuose, diecimila ogni anno nella sola Italia)? Che cosa potrebbero fare la politica, il parlamento, il governo? E i giornali e i giornalisti, oltre a denunciare i fatti e a protestare vibratamente? In particolare, la magistratura come potrebbe mettere fine allo scandalo dell’impunità quasi assoluta di coloro che bloccano con violenza i giornalisti che diffondono notizie legittime e di interesse pubblico semplicemente perché a loro sgradite? A queste domande daranno risposta giornalisti, procuratori esperti di vari paesi che mercoledì 3 novembre prossimo alle ore 10:00 a Siracusa, presso la sede del Siracusa International Institute parteciperanno alla tavola rotonda sul tema “Come mettere fine all’impunità per i reati contro i giornalisti”. Il convegno è organizzato dall’associazione Ossigeno per l’Informazione insieme all’UNESCO. Il Quirinale ha concesso all’iniziativa la Medaglia del Presidente della Repubblica. Il settimanale L’Espresso è media partner dell’iniziativa. Il confronto si svolgerà a Siracusa, in via Logoteta 27, nell’aula magna del Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, che ha collaborato alla realizzazione dell’iniziativa. Il dibattito sarà diffuso in diretta streaming, in italiano e in inglese sui canali social (pagina Facebook e canale YouTube) di Ossigeno per l’informazione. A tal proposito, tutte le indicazioni sono disponibili sul sito www.ossigeno.info. Aprirà la discussione un saluto del procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi. Fra i relatori figurano: il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho, il sostituto procuratore di Roma Eugenio Albamonte, i giornalisti Michele Albanese (sotto scorta del 2014), Marilù Mastrogiovanni (sotto tutela della polizia), Alberto Spampinato (presidente di Ossigeno) e rappresentanti di Grecia, Olanda e Malta, paesi europei nei quali dal 2017 a oggi sono stati assassinati tre cronisti. Uno sguardo a più ampio raggio verrà da Saba Ashraf, esperta legale di Media Defence, l’organizzazione che da Londra fornisce assistenza legale specializzata e gratuita in numerosi paesi ai giornalisti in gravi difficoltà.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 22/11/2021 alle  18:26:28, nella sezione EVENTI,  339 letture)

Si svolgerà a Roma il 29 Novembre 2021, presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma, la terza edizione del Bloody Festival Roma, ideale proseguo di quello che fu l’Italian Horror Fest di Nettuno. Un festival, quello di Nettuno, che vide come testimonial, fin dalla prima edizione, Dario Argento. Ultimamente impegnato nelle riprese di Occhiali neri, che segna il suo atteso ritorno sul grande schermo dopo molti anni di assenza, il maestro del noir sarà testimonial anche di questa edizione del Bloody Festival Roma, che avrà come madrina Manuela Arcuri. I lungometraggi in concorso sono suddivisi in tre diverse sezioni: Horror, Giallo e Thriller, ma vi sarà spazio anche per i cortometraggi, che verranno premiati con appositi sampietrini da una giuria di qualità costituita da professionisti della Settima arte, con direttrice artistica l’organizzatrice esecutiva di ZTV Production Sabina Pariante e presidente il direttore della fotografia e sceneggiatore Mark Melville. Eventi fuori concorso saranno Abisso nero, zombie movie di Gaetano Russo che ha anticipato il Coronavirus, il promo di Gotico padano, documentario di Roberto Leggio incentrato su La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati, e Doppia luce di Laszlo Barbo, al quale verrà consegnato un premio speciale. Novità di questa edizione è il Premio Roberto Pariante alla carriera, dedicato allo storico aiuto regista che fu anche autore dell’episodio Testimone oculare, facente parte della mini-serie televisiva argentina La porta sul buio. L'artista Stefano Natale si ha realizzato i premi per questo appuntamento con Bloody Festival Roma, che è pronto a dare piacevoli brividi di paura a tutti gli appassionati dell' horror e del mistero.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 

 836 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (256)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (120)
CRONACA (736)
CULTURA (203)
EDITORIALI (26)
EVENTI (363)
LIBRI (213)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021

Gli interventi più cliccati

< novembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             


Titolo

 



Titolo

Le fotografie più cliccate


Titolo


28/11/2021 @ 21:31:08
script eseguito in 288 ms