\\ Home page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 27/01/2019 alle  16:25:03, nella sezione LIBRI,  262 letture)
Presso la libreria Mondadori di Avola si è tenuta la presentazione della silloge di poesie di Salvo Campisi dal titolo "Geometrie incomprensibili" edita da Gepas. Sono intervenuti l'editore Orazio Parisi, la pittrice Nelly Gallitto, il semiologo e critico Salvo Sequenzia e l''attore Max Inturri che ha letto brani tratti dall'opera poetica di Campisi accompagnato alla chitarra da Umberto Nerini. Salvo Campisi, avolese, è un cantautore che appartiene a quella generazione di cantautori/poeti che ha fatto propria la grande tradizione della canzone d’autore italiana, europea e americana, da De Andrè a Conte, da Cohen a Dylan, innestandola su una personalissima ricerca musicale ed espressiva fortemente legata alle matrici culturali della Sicilia e del Mediterraneo. Così ha scritto il semiologo Salvo Sequenzia commentando la nuova raccolta di versi di Campisi: «Riconosciamo alla poesia di Salvo Campisi una potenza di rappresentazione i cui esiti formali – strutturali, compositivi, stilistici - sono fra i più rappresentativi di una generazione di poeti che ha maturato la propria esperienza attingendo alla “nuda sostanza del vivere” e liberandosi dalla zavorra degli accademismi. Quella di Salvo Campisi è una poesia nata “matura”. Essa si innesta sul versante di quella “scuola” di cantautori-poeti che, a partire dagli anni sessanta del XX secolo ha assunto un importante rilievo nel panorama letterario, artistico e culturale italiano ed europeo, ispirandosi a quella dimensione di ostinata precarietà che esprimono la poesia di Antonio Porta e della seconda scuola milanese; a quel senso di disappartenenza che segna la vicenda di alcuni fra i poeti più eminenti della giovanissima generazione adunatasi attorno a Nicola Crocetti, a Umberto Piersanti, ad Andrea Cortellessa, ad Antonio Contiliano e Nino De Vita. Di questa dimensione del disincanto e di questo senso della disappartenenza si prende carico la poesia di Campisi, che nella sua bruciante misura di canto attesta lo smarrimento di una generazione assumendo temi come quello dello sradicamento, legato a quello dell’identità e della memoria; quello della perdita e del riconoscimento legati a un rapporto irrisolto con le proprie radici».
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 24/01/2019 alle  14:07:44, nella sezione CINEMA,  224 letture)
Il 22 febbraio a Siracusa, con la partecipazione degli studenti dell’Istituto T. Gargallo e della preside Maria Grazia Ficara verrà proiettato il docu-film “La libertà non deve morire in mare” del regista siciliano Alfredo Lo Piero, distribuito da Distribuzione Indipendente di Giovanni Costantino, che è entrato nel circuito delle scuole di tutta Italia. Alla proiezionie seguirà il dibattito con la partecipazione del regista, di alcuni migranti sopravvissuti, di un rappresentante di Amnesty international e del console del Senegal. Il dramma dei migranti è di grande attualità: proprio in queste settimane, dopo la chiusura dei porti italiani, l’odissea di alcune navi delle ONG e i mancati soccorsi in mare con le notizie di morti e dispersi hanno sconvolto le coscienze di tanti cittadini. Un dramma che deve essere condiviso soprattutto con ragazzi, gli studenti che sono il futuro del nostro paese. Il circuito delle scuole conferma un’Italia sensibile e sostenuta da una diffusa cultura della solidarietà. Il film mostra la realtà dei migranti, con drammatiche testimonianze, senza connotazioni pietistiche o istigazioni a sfondo razziale. "La libertà non deve morire in mare”, coprodotto da Scuola di cinema di Catania e Centro studi laboratorio d’arte, è disponibile in DVD con la distribuzione della Cecchi Gori Home Video, ed è possibile acquistarlo tramite le piattaforme come Amazon ed Ebay, oppure nelle librerie Feltrinelli e Mondadori.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 10/01/2019 alle  16:59:07, nella sezione ARTE,  225 letture)
Il 26 gennaio presso la Mediterranea Art Gallery di Siracusa, in via Dione 21 a Ortigia, si inaugura la mostra collettiva "Arte Insieme", organizzata dalla Federazione Italiana Arti Figurative (Fiafi) presieduta da Anna Mirone. La mostra sarà presentata dal critico d'arte Raimondo Raimondi, direttore artistico della Mediterranea Art Gallery, con vernissage che avrà luogo sabato 26 gennaio alle ore 18,00. In mostra opere di Maria Pia Bartolone, Vincenzo Bellante, Lucia Caccamo, Michele Cubisino, Salvo Di Rosa, Francesco Giliberto, Santo Paolo Guccione, Maria Teresa Matraxia, Luigi Messina, Tiziana Miraglia, Anna Mirone, Laura Nicotra, Nunzia Puglisi, Salvo Rubino, Silvana Salinaro e Cetty Urso. Il mondo dell’arte esiste in quanto esistono tanti artisti che vogliono condividere col grande pubblico le loro opere e tutti loro, nessuno escluso, sono indispensabili a costruire e mantenere quel fantastico mondo della creatività che ci regala tante emozioni. "Arte Insieme" è il titolo che Anna Mirone ha voluto dare a questo evento, già proposto con successo negli anni passati, consentendo di poter conoscere la crescita artistica di tanti pittori concettuali e figurativi e di tanti scultori insieme in questa manifestazione. Che sia ancora possibile dipingere lo dimostrano gli artisti che in questa mostra espongono le loro opere con caparbia convinzione ed eccellenti risultati, regalando a l loro pubblico emozioni ottiche e sensoriali. E che le abbiano esposte è cosa essenziale per loro e per noi: perché ogni artista prova una esigenza categorica, quella di mostrare la sua opera. Qualunque sia la disciplina artistica, poeti, pittori, scultori o fotografi devono portare a conoscenza del pubblico le loro opere, farle vivere in mezzo alla gente. Si può paradossalmente dire che l’opera d’arte viene data alla luce non quando l’artista la crea nella solitudine del suo studio, ma quando la rende pubblica mostrandola agli altri. Ed è questa la funzione, che potremmo definire sociale, di eventi artistici come questo, ospitato stavolta nelle sale espositive della Mediterranea Art Gallery nel cuore di quella perla del turismo che è Ortigia Island.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1

 768 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (237)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (732)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (340)
LIBRI (204)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019

Gli interventi pił cliccati

< marzo 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
13
14
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie pił cliccate


Titolo


19/03/2019 @ 19:48:04
script eseguito in 212 ms