\\ Home page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 29/05/2017 alle  14:04:52, nella sezione EVENTI,  252 letture)

isiscLunedì 29 Maggio alle ore 11,00 presso la sede del The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, in Via Giuseppe Logoteta 27 a Siracusa ha avuto luogo una conferenza stampa durante la quale è stato presentato il documento che vara la campagna per il riconoscimento in seno alle Nazioni Unite del diritto alla conoscenza come diritto umano universale. Sono intervenuti il Prof. M. Cherif Bassiouni, Presidente Onorario del The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, l'Avv. Ezechia Paolo Reale, Segretario Generale dell'Istituto, la Dott.ssa Laura Harth Rappresentante all'Onu del Partito Radicale e coordinatrice del Comitato Scientifico e il Dott. Matteo Angioli, membro della Presidenza del Partito Radicale e Segretario del Comitato Mondiale per lo Stato di Diritto.
isiscNei vari interventi si è messo in evidenza come si stia assistendo alla erosione dello stato di diritto e come il futuro della democrazia sia quanto mai nebuloso. La ragion di stato infatti può non coincidere con lo stato di diritto e solo i cittadini possono costituire quel baluardo necessario a frenare lo strapotere delle multinazionali, che spesso incidono in maniera decisiva sulle scelte politiche delle singole nazioni essendo esse formidabili potenze economiche sovranazionali che hanno a cuore soltanto i propri interessi senza nessun freno etico. Fondamentale quindi diventa il Diritto alla Conoscenza inteso come diritto umano universale dei cittadini unitamente alla libertà di stampa e alla libera espressione delle opinioni. La lotta al terrorismo potrebbe indurre a sacrificare i diritti in nome della "sicurezza", il tutto reso più facile da attuare perchè i parlamenti sono spesso ridotti a "votifici".
Su queste basi è stato redatto un documento esplicativo e concettuale per il Diritto alla Conoscenza, cioè il diritto umano e civile di conoscere la verità senza mistificazioni e infingimenti. È possibile firmare tale documento sul web, nei siti del partito radicale, sostenendo così la campagna per il riconoscimento in seno alle Nazioni Unite del diritto alla conoscenza come diritto umano universale.
È stato il prof. Bassiouni a concludere la conferenza stampa rilevando come nel 1948 iniziò il cammino verso la democrazia con la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e come invece oggi si percorra una strada diversa, a volte diametralmente opposta. Questo avviene perchè i diritti politici ed economici includono tutte le categorie dei diritti e prevalgono su di essi, malgrado le convenzioni che però non sono obbligatorie per i vari stati (dal 1948 si contano oltre 300 convenzioni internazionali sui diritti dell'uomo). Contengono infatti prescrizioni, cioè solo enunciazioni di principi, e non proscrizioni, cioè norme con tutela penale.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/05/2017 alle  14:28:35, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  317 letture)

logoSi è costituito a Siracusa il Supremo Ordine Internazionale dei Cavalieri di Damone e Pitia. L’Ordine, che ha la sua sede in viale Zecchino n. 156, ha come scopo primario la realizzazione concreta della pace tra uomini e nazioni, la solidarietà, la fratellanza e l’amicizia nello spirito tramandato attraverso la tradizione di Damone e Pitia. I costituenti hanno eletto all’unanimità i componenti della Loggia Suprema tra i quali sono stati assegnati gli incarichi. Quale Supremo Cancelliere Comandante è stato eletto Silvio Aliffi, Supremo Segretario Giancesare Cacciola. Gli altri membri sono: Claudio Cravotta (Vice Supremo Cancelliere), Giacinto Avola (Tesoriere), Domenico Romeo (Rapporti Internazionali), Ignazio Vecchio (Rapporti con le Università), Michele Maniglia (Rapporti con gli Ordini Cavallereschi), Antonino Granata (Deputato al Rituale), Sebastiano Interlandi (Deputato alla Faleristica), Vito Giambrone (Prefetto alla solidarietà). Cristina Tornali è stata eletta Suprema Dama dell’Ordine.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/05/2017 alle  14:24:23, nella sezione LIBRI,  320 letture)

locandinaSarà presentato mercoledì 31 maggio nei locali del Centro Studi Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Siracusa l'ultimo romanzo di Raimondo Raimondi dal titolo "La cattiveria del silenzio" edito da Il Foglio di Gordiano Lupi. È una storia dura, condotta in prima persona dal protagonista, uomo solitario e schivo capace di intenzioni delittuose; nel suo passato una lunga vicenda che il lettore conoscerà pian piano attraverso una serie di flash back. Relazionerà sul romanzo il prefatore Davide C. Crimi che ha definito "La cattiveria del silenzio" un romanzo lunare, che "riluce di una carnalità psichica in cui s’annidano importanti considerazioni sulla contemporaneità, suggerite per suggestioni ancor più che comunicate razionalmente. Ecco la ragione dell’aggettivo “lunare”, che aderisce per emulsione alla lama metallica della narrazione, lasciando trasparire la sensibilità dell’autore e la sua salda esperienza di critico d’arte". L'autore, infatti, è giornalista pubblicista e si occupa di letteratura e di critica d'arte. Nella serata di presentazione si esibirà in una "percussion live" il noto musicista Paolo Greco. Brani del libro saranno letti da Rosetta Barcio e Lalla Bruschi. Il romanzo è presente nelle maggiori librerie siracusane ed è acquistabile sui book store on line di internet (ibs, amazon, etc.).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/05/2017 alle  14:20:03, nella sezione EVENTI,  263 letture)

cerchio fotoLa strage di Capaci, venticinque anni dopo. Se ne è parlato mercoledì 24 maggio presso il Centro studi arti e scienze "Il cerchio" di Via Arsenale 40/A-B, in un incontro dal titolo "Per non dimenticare. Memorial Giovanni Falcone. E dal giorno dopo?". L'iniziativa ha inteso fare il punto, attraverso la presentazione di un libro e un dibattito con interventi, testimonianze e rivelazioni anche scottanti, sui risultati conseguiti ( o ancora da conseguire ) nella lotta alla criminalità organizzata. Il libro, "Verso Capaci - Imbuca la poesia...esplode la meraviglia", è un'antologia di poesie scritte nel ricordo dell'attentato di Cosa Nostra del 23 maggio 1992, che costò la vita ai magistrati Giovanni Falcone e alla moglie Francesca Morvillo e a tre agenti della scorta. La silloge è nata da un'idea di Nadia Lisanti. La poetessa lucana ha selezionato le liriche giunte da tutta Italia all'Associazione "La Prospettiva" di Capaci in occasione del Festival internazionale "Palabra en el Mundo" 2016. Nel maggio dello scorso anno, infatti, anche il comune di Capaci ha aderito all'importante evento letterario, organizzato contemporaneamente in più luoghi nel mondo per dar voce in versi a temi etici e sociali. Così sono pervenute numerose poesie d'impegno sociale, che sono state affisse agli alberi lungo la via principale della cittadina. Proprio come avvenne all'indomani della strage, quando un gruppo di ragazzi di Capaci appese agli alberi cartelli di protesta contro la Mafia. Da allora quell'usanza, che si rinnova ogni anno con un tema sempre diverso, rappresenta una voce libera, un messaggio di denuncia contro l'oppressione e l'arroganza mafiosa. Grazie all'Associazione culturale Caffè Convivio di Caltagirone, quelle poesie sono diventate un libro. Impreziosito da alcune significative testimonianze. Una è quella di Antonio Vassallo, fotografo, giornalista indipendente, impegnato in politica e responsabile dell'Associazione "La Prospettiva", che ha aperto il dibattito. La sua voce ha avuto un rilievo particolare perché fu tra i primi a giungere sulla scena dell'attentato, scattando alcune fotografie che poi gli furono sequestrate da personale che si qualificò come appartenente ai servizi segreti. Di quegli scatti, che avrebbero potuto contenere particolari importanti per le indagini, si è persa ogni traccia.
E' intervenuto anche Fabio Granata, già presidente della Commissione Regionale Antimafia e vicepresidente della Commissione Parlamentare Antimafia, il quale ha tracciato un quadro sulla situazione attuale della lotta alle organizzazioni criminali e sulla spinosa questione della trattativa Stato - Mafia, ancora lungi dall'essere chiarita.
Ha coordinato gli interventi Luca Campi, poeta lombardo residente a Siracusa. La serata è stata allietata dagli interventi musicali di Ramona Martinez ed Ettore Sessa.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 18/05/2017 alle  22:56:08, nella sezione EVENTI,  248 letture)

fotoSi svolgerà dall’8 all’11 giugno, a Siracusa, presso l’ex convento del ritiro in via Mirabella, 31 il primo “Festival d’EState” dedicato alla psicologia, alla bellezza e al benessere interiore. Il Festival, che quest’anno prende il titolo: “Le logiche dell’Inconscio – in Arte, Cultura, Bellezza” è organizzato dal Centro Studi Specialistici ExDucere con il patrocinio del Comune di Siracusa. Saranno tre giorni di tavole rotonde e stand illustrativi ed informativi sul tema dell’estetica nella vita. Nella sala dell’ex Convento del Ritiro si alterneranno psicoterapeuti, medici, educatori, pedagogisti che dialogheranno sui temi relativi all’arte, alla bellezza e alla cultura. Presenti, tra gli altri, Leonardo Mendolicchio, Direttore Sanitario Villa Miralago, Varese, Raffaele Schiavo, Musicista, Musicoterapeuta, Umberto Carmignani, Formatore in Costellazioni Familiari, Michelangelo Giansiracusa, Sindaco di Ferla e Guido Pesci, Psicoterapeuta, Pedagogista clinico. Il festival è aperto a tutti e, inoltre, prevede la presenza di spazi aperti di Ayurveda, Shiatzu, Reiki, laboratori per bambini ed adulti, mostre.
“Nasce dall’esigenza di proporre uno spazio di incontro e di discussione sulle tematiche di ricerca studio e comprensione della crescita del soggetto”, dichiara Letizia Lampo, psicologa e responsabile del CSS EXDucere. “In questa prima edizione si è deciso di portare l’attenzione su quelle «logiche» inconsce che spesso «modulano» le nostre scelte e i nostri comportamenti”.
Per maggiori informazioni http://www.css-exducere.it/joo/index.php e https://www.facebook.com/events/1935647396713348/
 
Ecco il programma:

8 giugno, ore 18
Inaugurazione ufficiale del festival Le logiche dell’Inconscio in Arte, Cultura, Bellezza Interventi – Saluti da parte dell’Assessore alla Cultura del Comune di Siracusa; Letizia Lampo, Psicologa, Pedagogista clinico «Come Opere d’Arte: ispirarsi, costruirsi, esporsi»;
Leonardo Mendolicchio, Direttore Sanitario Villa Miralago, Varese «Estetica dei corpi: il rischio anoressico»; Giovanni Moruzzi, Medico Oncologo «Un’Estetica nella morte? Esperienza in hospice»;
Raffaele Schiavo, Musicista, Musicoterapeuta «Danziamo la Voce sino alla Morte».
Performance artistica di Raffaele Schiavo e Gianna Parisi

9 giugno, ore 18
Umberto Carmignani, Formatore in Costellazioni Familiari, «Psicogenealogia: come attori nel teatro della Vita…»;
Maurizio D’Agostino, Psicoterapeuta Bioenergetico, «Corpo, respiro, energia: ciò che parla di noi»;
Michelangelo Giansiracusa, Avvocato, Sindaco di Ferla, «Esperienze in campo: significati di un Centro Comunale dedicato al benessere della persona»;
Veronica Spriveri, Educatrice AlberoMaestro, «Dalla parte dei bambini: questioni di attualità educativa tra concetti di tempo, rispetto, bellezza».
Conclusione dei lavori con Letizia Lampo, Presidente del Centro Studi ExDucere, e Guido Pesci, Psicoterapeuta, Pedagogista clinico, «Omaggio al tempo che insegna: evoluzioni, dieci anni dopo»
Performance artistica di Tango a cura di Cristian Pedricca e Roberta Giddio

10 giugno
h. 09.30 Cultura del Benessere - Spazio Psico-corporeo
ore 9.30-19,30 Seminario di Costellazioni Familiari con Umberto Carmignani (presso la sede del Centro)
ore 10-13 spazi aperti di Ayurveda e Shiatsu;
ore 16-20 spazi aperti di Reiki:
Sessioni individuali e momenti di incontro in gruppo per l’avvicinamento e l’approfondimento della disciplina.
 
11 giugno
h. 10.00 Cultura dei Processi di Crescita
ore 10-13 laboratori creativi di crescita emotiva e creativa per bambini: laboratorio della pietra; letture animate; musica e creatività;
ore 16-19 «I Labirinti Interiori»: laboratori psicologici e pedagogici dedicati al lavoro di crescita per adulti bioenergetica; gioco creativo; racconto e narrazione; esperienze attorno alla metafora del viaggio interiore
ore 19-20 «Progetto Damara»: riflessioni aperte attorno al tema dei Disturbi del Comportamento Alimentare e della qualità nutrizionale.

Mostre d’Arte
Roberta Di Blasi, Artista, Artigiana, «Cambiamenti: i Colori della Rinascita»;
Daniela Romoli, Maestra d’Arte, Pittrice, «Anima-Lei»

Esposizioni Creative
Stefano Lo Bello, Scenografo, Arredatore, Artigiano con «CartaCrea» - riciclo della carta per realizzare complementi di arredo e gioielli ecosostenibili
Maria Grazia Urso con «M@g e il Riciclo» - cambiare forma alla forma, riciclare per dare un’altra vita a ciò che crediamo non possa più servire
«LudoBioDance» – spazio espositivo di fine anno del laboratorio di AlberoMaestro
«Ritratti di Mare» – esposizione delle opere prodotte nei laboratori creativi di AlberoMaestro

Spazio Cultura
Libreria «Diana» - Esposizione di Libri e tempi di narrazioni

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 18/05/2017 alle  22:52:05, nella sezione CRONACA,  233 letture)

foto«La stazione centrale di Siracusa non chiuderà». Lo ha dichiarato l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Bruno Marziano, a seguito di un confronto con Carmelo Rogolino, della direzione regionale di Ferrovie dello Stato. «Comprendo le preoccupazione della segretaria della filt Cgil di Siracusa, Vera Uccello – ha dichiarato Bruno Marziano - e di Pippo Zappulla, ma per quanto riferitomi da Rogolino voglio tranquillizzare le organizzazioni sindacali, gli utenti e i cittadini della provincia poiché non ci sarà alcuna chiusura della stazione ferroviaria di Siracusa, né del tratto ferroviario fino a Catania. La chiusura temporanea del tratto Bicocca – Siracusa, prevista dal 18 giungo al 10 settembre, si è resa necessaria per lo svolgimento di lavori inderogabili che consentiranno il miglioramento e il ritorno alla piena funzionalità della tratta. Comunque, ho ricevuto rassicurazioni da Carmelo Rogolino e la stazione in questi tre mesi continuerà a svolgere la sua funzione e il servizio di trasporto relativo alla tratta ferroviaria continuerà ad essere garantito con i pullman. La garanzia del mantenimento della stazione non è solo una assicurazione personale fattami dal rappresentante della direzione regionale di Ferrovie dello Stato ma è anche sancita negli accordi tra la Regione e Rfi. Do la mia disponibilità ad affrontare a livello regionale eventuali problematiche occupazionali che dovessero emergere».

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
RIQUALIFICAZIONE DEGLI ASSISTENTI ALL'AUTONOMIA PER GLI STUDENTI DISABILI
di Redazione (pubblicato il 18/05/2017 alle  22:51:11, nella sezione CRONACA,  217 letture)

fotoÈ stato approvato il disegno di legge proposto proposto dall'Assessore Regionale dell'Istruzione e della Formazione Professionale, Bruno Marziano, che consentirà il riconoscimento, attraverso l'attivazione di un corso di riqualificazione, delle competenze professionali acquisite dal personale di organismi privati, che hanno operato nell'ambito dei servizi di assistenza degli studenti portatori di handicap. Il servizio, esternalizzato dagli enti locali interessati, è stato di recente oggetto di sentenze della magistratura amministrativa che ha condannato la provincia di Palermo e diversi altri comuni ad attivare il servizio di assistenza “all'autonomia e alla comunicazione” per i ragazzi disabili che frequentano le scuole primarie e secondarie. La legge approvata permette, pertanto, la riqualificazione di questi operatori, consentendo loro di ottenere la certificazione delle competenze che sono state svolte ad oggi in via di fatto. “Abbiamo centrato un ulteriore obiettivo - ha dichiarato l'Assessore Bruno Marziano - che consentirà a coloro che hanno già operato come assistenti ai disabili di ottenere finalmente la qualifica professionale adeguata e agli alunni diversamente abili di usufruire di un servizio ancor più adeguato alle loro esigenze, garantendo il loro sacrosanto diritto allo studio”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
AIUTARE I CITTADINI DISAGIATI
di Redazione (pubblicato il 17/05/2017 alle  16:56:23, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  236 letture)

logoL'associazione Astrea sulla mancanza di risposte da parte dell'assessorato comunale alle politiche sociali alle istanze dei più poveri della città fa pervenire un duro comunicato stampa che pone un interrogativo importante: "Fino a quando un'associazione deve sostituirsi ad un'amministrazione?" Questo è il punto a cui Rossana La Monica, presidente dell'associazione Astrea, nata in memoria di Stefano Biondo, non trova risposta.
Spesso - dice La Monica - segnalo la disperazione di alcune famiglie disagiate, sfrattate, che si sono rivolte a noi per un aiuto, perché qui a Siracusa la Caritas e il comune di Siracusa hanno in atto un progetto (finanziato), ma che doveva essere attuato il mese di Gennaio, con tanto di comunicato stampa, articoli sui giornali, passerelle varie, ecc.., ma le famiglie con situazioni disperate alle spalle vengono giornalmente prese in giro e rimbalzate dalla Caritas (Padre Marco) ai servizi sociali (assessore Sallicano) senza il minimo rispetto. Nulla contro nessuno da parte nostra, ma da associazione impegnata sul sociale ci ritroviamo dinanzi alla disperazione più totale senza avere i mezzi adatti per aiutare tutti. In particolare, una signora che di recente si è rivolta da noi ha pure delle registrazioni e dei messaggi dove dice che è disperata, umiliata e che se finisce in strada si toglierà la vita. Non ha avuto nessuna risposta da parte di chi doveva sostenerla e aiutarla. Da stasera la persona che la ospitava l'ha mandata via, e si trova in associazione da noi, dove già un signore, un nostro volontario senza fissa dimora da dicembre s'appoggia, dormendo su un letto apribile mentre sua moglie è ospite da una amica. Chiedo pertanto al sindaco Giancarlo Garozzo, al vice sindaco Francesco Italia, al Prefetto e a tutte le autorità di attivarsi per i bisognosi perché è una vera vergogna ridurre le famiglie in simili condizioni! Che si aprano le chiese, gli uffici pubblici non utilizzati, le scuole e quant'altro per offrire alla comunità risposte vere e concrete".

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
UN LIBRO SUL MISTERO DI CHRISTIANE REIMANN
di Redazione (pubblicato il 17/05/2017 alle  16:50:31, nella sezione LIBRI,  299 letture)

fotoVerrà presentato giorno 18 maggio alle ore 18.00 presso il Circolo Unione di via Monfalcone 52 in Siracusa il libro "Christiane Elisabeth Reimann, il mistero di una danese” di Lucia Acerra e Marcello Lo Iacono. Il saggio, appena arrivato in libreria, edito da Sampognaro & Pupi, fa conoscere in maniera approfondita l’affascinante figura di Christiane Elisabeth Reimann, infermiera danese naturalizzata siciliana, donna libera, coraggiosa, amante dello studio e in controtendenza rispetto al tempo in cui visse. La Reimann ha profondamente amato la Sicilia, tanto da decidere di trasferirsi a Siracusa e devolvere poi al Comune della città aretusea la propria dimora “per contribuire al progresso civile e intellettuale della città”, come lei stessa scrisse. Come si legge nella premessa «la narrazione si riferisce in particolare al suo impegno professionale e agli anni che vanno dal 1930 al 1935, durante i quali ha inizio e si consuma il rapporto tra Christiane Reimann e il medico Wilhelm Friedrich Karl Alter, nato da un incontro occasionale a Parigi nel 1930 durante un Congresso di medicina, favorito dalla comunanza di interessi professionali e intellettuali, trasformato inevitabilmente in “amore” e conclusosi, molto amaramente, con una lunga vertenza giudiziaria che proseguirà oltre la morte di Alter. Sullo sfondo la città di Siracusa, scelta all’inizio come meta di una vacanza, ma che a poco a poco affascinerà e conquisterà i due con il suo patrimonio di natura e di arte». Gli autori hanno seguito cronologicamente la scansione degli eventi, attraverso la consultazione dell’epistolario, a cui si sono accostati con delicatezza e sensibilità, regalando al lettore diverse foto inedite.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
FLORIDIA SALUTA LA BELLEZZA IN OGNI SUA FORMA
di Redazione (pubblicato il 16/05/2017 alle  18:55:14, nella sezione ARTE,  279 letture)

locandinaCon la direzione artistica di Marinella Raniolo, valida pittrice e infaticabile organizzatrice di eventi, si svolgerà a Floridia nelle sale di Palazzo Raeli la Terza Mostra Collettiva d'Arte dal significativo titolo "Ciao bellezza". L'evento sarà inaugurato il 26 maggio 2017 alle 18.00 dal critico d'arte dott. Raimondo Raimondi, con illustri ospiti quali il pittore Roberto Guccione e il noto musicista Paolo Greco, che eseguirà un intervento musicale della sua Percussion Live Music, melodie meditative che egli ha portato nei maggiori festival di tutto il mondo. La mostra resterà aperta fino al 28 maggio con vari eventi collaterali e la presenza delle ragazze di Modella Tv assieme a tanti fotografi che daranno vita a una "shooting performance". Insomma la bellezza dei quadri esposti verrà affiancata alla bellezza delle modelle in un binomio indissolubile e affascinante per la gioia degli occhi dei visitatori. Gli artisti che parteciperanno alla tre giorni sono: Marinella Calvo, Rossana Conti, Alessandra Ferraro, Nelly Fonte, Rita Gambilonghi, Antonella Gentile, Stefania Grasso, Antonella Greca, Carmelo Greco, Roberto Guccione, Tatiana Kozina, Monica Italia, Marisa Leanza, Anita Mangiameli, Floriana Materazzo, Salvatore Melluzzo, Maria C. Militti, Angelo Moncada, Aurora Pria, Marinella Raniolo, Salvo Rizzo, Ferdinando Romano, Giusy Romano, Luciano F. Ruma, S. Orazio Sambataro, Davide Scalora, Antonello Signorello, Santo Vacante.

foto

Nelle foto: la locandina dell'evento e l'inaugurazione dello scorso anno

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
CONSENSO SULLA NOMINA DELL'AUGUSTANO LA FERLA NELLA GOVERNANCE DELL'AUTORITÀ PORTUALE
di Redazione (pubblicato il 16/05/2017 alle  18:47:19, nella sezione CRONACA,  265 letture)
fotoPippo Zappulla, deputato di Articolouno, e Giancarlo Triberio, consigliere comunale di Augusta, in una nota congiunta affrontano il delicato tema dell’indicazione dell’augustano Gaetano La Ferla, chimico ed imprenditore portuale, quale rappresentante della Regione nella governance dell’Adsp, la cui sede rischia di essere trasferita a Catania. Nella nota si legge: "Troviamo apprezzabile che la Regione Siciliana si rivolga alle professionalità di cui Augusta è ben fornita per il nuovo Comitato di gestione dell’Autorità di Sistema portuale della Sicilia Orientale. La scelta del governatore Crocetta su un professionista locale è la conferma, semmai ce ne fosse stato bisogno, che Augusta, oltre ad essere incontestabilmente Porto Core, ha tutte le competenze necessarie per essere sede naturale dell’Autorità Portuale, a dispetto delle manovre da sottobosco politico del Ministro Graziano Del Rio per favorire gli amici del Sindaco di Catania, Enzo Bianco". Ritengono i due rappresentanti di Articolouno che debba essere immediatamente ritirata dalla Regione la richiesta di trasferire la sede a Catania.
"Per quanto ci riguarda – concludono Zappulla e Triberio – non cambia il nostro giudizio di forte contrarietà nei confronti di una operazione politica fatta a danno di Augusta e della provincia di Siracusa e continueremo in ogni modo democraticamente possibile la battaglia per evitare uno scippo gravissimo e inaccettabile. Questo territorio ha bisogno di sviluppo e di lavoro, nessuno si arroghi il diritto di poterli barattare con contentini che in tal caso sanno solo di elemosina”.

 

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
TRE LIBRI TARGATI PENNAGRAMMA ALLA MEDITERRANEA ART GALLERY
di Redazione (pubblicato il 15/05/2017 alle  21:41:32, nella sezione ARTE,  255 letture)

fotoDomenica sera 14 maggio ha avuto luogo la presentazione collettiva del Circolo letterario Pennagramma di Catania presso la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Siracusa, nel cuore del centro storico di Ortigia. Ha accolto gli ospiti e i numerosi intervenuti il direttore della Galleria Raimondo Raimondi, presidente del Centro Studi.
I libri presentati sono stati i seguenti: "Sicily 2133. L'isola stretta nel pugno" di Mario Cunsolo, del quale ha parlato la dott.ssa Lisa Bachis, scrittrice; "Amore giovane" di Antonio Sozzi e "Infiniti definiti" di Rosalda Schillaci. I libri presentati vogliono tracciare un percorso di autocoscienza. Si ipotizza un futuro probabile e oscuro della nostra Sicilia e si torna al passato cercando di riappropiarci di quei valori autentici che possano traghettarci in un avvenire positivo. fotoInsieme ai valori del passato, che lo scrittore Antonio Sozzi ci invita a riscoprire per scongiurare i pericoli di quel futuro descritto da Mario Cunsolo, abbiamo bisogno di poesia, la poesia di Rosalda Schillaci, il cui libro è un contenitore emotivo, emozionale, che conclude il percorso di autocoscienza volto a migliorare la nostra società e a migliorarci come individui. Paolo Greco, noto musicista-musicoterapeuta si è esibito in una sua performance "percussion live", musiche zen per la meditazione di sua esclusiva ed estemporanea creazione.
Gli scrittori del circolo letterario Pennagramma si sono costituiti in sodalizio a Catania nel 2016 e rappresentano un sodalizio attivo ed agguerrito. Questa unione, questa comunanza di interessi e di intenti degli scrittori consociati, diversi nel genere ma accomunati dalla passione per la scrittura, ha lo scopo meritorio di promuovere libri e cultura. fotoInteressi coincidenti con quelli propugnati dal Centro Studi Mediterranea Art Gallery, che è uno spazio espositivo che vuole dialogare con i nuovi scenari dell'arte contemporanea di Siracusa, sito nella straordinaria Ortigia Island, nel cui cuore, l'antica via Dione, sorge questa fucina di progettualità e di cultura. Nata da un'idea dello scrittore e critico d'arte Raimondo Raimondi, la Mediterranea Art Gallery collabora con varie associazioni artistiche di Siracusa, della provincia e della vicina Catania.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
LA CATTIVERIA DEL SILENZIO, STORIA D'AMORE E DI SOLITUDINE
di Redazione (pubblicato il 15/05/2017 alle  10:54:05, nella sezione LIBRI,  436 letture)

locandinaÈ nelle principali librerie e nei bookshops on line (Amazon, Ibs, etc.) l'ultimo romanzo di Raimondo Raimondi, dal titolo "La cattiveria del silenzio", pubblicato dalle toscane Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi. Una storia dura, condotta in prima persona dal protagonista, uomo solitario e schivo capace di intenzioni delittuose; nel suo passato una lunga storia che il lettore conoscerà pian piano attraverso una serie di flash back. L'incontro con Italia, giovane donna che non lo sfugge ma, anzi, costituisce per lui un'ancora di attracco, cambierà la sua vita fino ad una tragica conclusione. Lungo la tormentata narrazione compaiono memorie e personaggi: il notaio Adelmo Lo Monte, il monaco padre Pellegrino, lo psichiatra Mogherini, la ragazzina islamista Zora, la fattucchiera rom Josipa, il vecchio mezzadro don Totò. E, nel cammino delle pagine, considerazioni sulla vita e sulla solitudine di questo mondo contemporaneo, nel quale pare non ci si possa rapportare con i propri simili. Va in scena l'eterna lotta tra il bene e il male nel silenzio delle coscienze perchè "si nasce senza parole e con tutte le parole distrutte ce ne andiamo". Sulla copertina del romanzo "La cattiveria del silenzio" è riprodotto un particolare dell'opera del noto pittore gelese Giovanni Iudice dal titolo "Nudo e divano blu", del 2004. La prefazione del romanzo è di Davide C. Crimi che, tra l'altro, scrive: "La cattiveria del silenzio" è un romanzo lunare, che riluce di una carnalità psichica in cui s’annidano importanti considerazioni sulla contemporaneità, suggerite per suggestioni ancor più che comunicate razionalmente. Ecco la ragione dell’aggettivo “lunare”, che aderisce per emulsione alla lama metallica della narrazione, lasciando trasparire la sensibilità dell’autore e la sua salda esperienza di critico d’arte”. Infatti l'autore è giornalista e si occupa principalmente di critica d'arte. È direttore responsabile della testata giornalistica Dioramaonline. Ha pubblicato libri di poesia, narrativa e saggistica. Il suo ultimo impegno narrativo era stato "L'undicesima" (Edizioni Il Foglio, 2014).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
PRESENTAZIONE COLLETTIVA DEL CIRCOLO PENNAGRAMMA OGGI ALLA MEDITERRANEA ART GALLERY
di Redazione (pubblicato il 14/05/2017 alle  13:24:15, nella sezione LIBRI,  321 letture)
LOCANDINASi terrà oggi alle 18 la presentazione collettiva del Circolo letterario Pennagramma presso la Mediterranea Art Gallery, sita in via Dione 21 a Siracusa. Tre gli autori coinvolti, due narratori e una poetessa, tutti editi dall'intraprendente casa editrice Algra fondata da Alfio Grasso a Viagrande, in provincia di Catania. "Sicily 2133. L'isola stretta nel pugno" è un romanzo di Mario Cunsolo che avrà una relatrice d'eccezione, la scrittrice taorminese Lisa Bachis, autrice di importanti saggi di storia e filosofia. Spazio poi alle altre opere: "Amore giovane" è un romanzo autobiografico di Antonio Sozzi e la novità editoriale "Infiniti definiti" è una silloge di versi a opera di Rosalda Schillaci. I libri che verranno presentati vogliono tracciare durante la serata un percorso di autocoscienza. Si ipotizza un futuro probabile e oscuro della nostra Sicilia e si torna al passato cercando di riappropiarsi di quei valori autentici che possano traghettare in un avvenire positivo. Insieme ai valori del passato, di cui l'autore Antonio Sozzi ci invita a riscoprire per scongiurare i pericoli del futuro descritto da Mario Cunsolo, abbiamo la poesia di Rosalda Schillaci, contenitore emotivo, emozionale, che conclude il percorso di autocoscienza volto a migliorare la nostra società e a migliorarci come individui.
Previsto anche l'intervento musicale di Paolo Greco.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
SCOPRIRE DI ESSERE PIRATI: PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ANTONINO GENOVESE
di Redazione (pubblicato il 12/05/2017 alle  15:19:12, nella sezione LIBRI,  219 letture)
FOTOIl 12 maggio l'I.C. Di Novara di Sicilia, diretto dalla Prof.ssa Francesca Canale è stato uno scenario accogliente per la presentazione del libro del Dott. Antonino Genovese Il Nonno e' un Pirata, edito dalle Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi, casa editrice indipendente di Piombino. L'evento promosso dal sindaco di Fondachelli Fantina, Dott. Marco Pettinato, ha visto come protagonisti gli alunni e le insegnanti della scuola media, che hanno partecipato con entusiasmo all'incontro con l'autore. Le domande poste sono state tante, incalzanti, pertinenti e interessanti. L'autore ha presentato la storia di Ludovica, una ragazza di 12 anni che scopre di essere una pirata, così come il nonno, leggendo passi del libro e trandone spunti di riflessione sulla società moderna.
Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
TERRENI AGRICOLI ABBANDONATI: DIAMOLI AI GIOVANI DISOCCUPATI
di Redazione (pubblicato il 12/05/2017 alle  15:16:54, nella sezione CRONACA,  214 letture)

fotoGiambattista Coltraro deputato di Sicilia Democratica propone di avviare in Sicilia una mappatura delle aree abbandonate, dei terreni incolti, spesso divenuti discariche abusive, e di affidarli a giovani imprenditori agricoli, a titolo gratuito o a fronte di un basso canone di affitto: "Un ciclo della vita che verrebbe così ricostituito nell'antico binomio 'Uomo-Terra'.” Forte ed evidente il richiamo a quella riforma agraria dei primi anni cinquanta, che determinò l'esproprio di migliaia di ettari di terra ai latifondisti, in favore dei braccianti. Oggi ci sono tanti giovani disoccupati, magari costretti ad emigrare, per cui sarebbe opportuno mettere in atto tutte le politiche possibili per creare un tessuto sociale che offra loro nuove opportunità di lavoro e motivo per rimanere, perchè la nostra isola non si riduca ad essere abitata soltanto da vecchi. Partiamo dal tanto inutilizzato che abbiamo - è la proposta di Coltraro - spesso anche fonte di degrado e inquinamento ambientale, lo si dia in mano a imprenditori agricoli, giovani che, da soli o in associazione, decidano di valorizzare i terreni attraverso progetti di sviluppo innovativi. Si sveltisca anche l'iter di affidamento e si acceleri su una sorta di censimento delle aree abbandonate e la successiva elaborazione di un piano di sviluppo rurale. Soltanto così la Sicilia tornerà ad essere rigogliosa.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
"ROBLEDO" DI DANIELE ZITO, DOMENICA LA PRESENTAZIONE
di Redazione (pubblicato il 12/05/2017 alle  08:23:26, nella sezione LIBRI,  216 letture)

coverDomenica 14 Maggio alle 11:00 lo scrittore siracusano Daniele Zito, sarà ospite alla libreria Gabò perr presentare il suo secondo romanzo "Robledo" Fazi editore. Insieme all'autore un giovane collega siracusano, Stefano Amato. "Lavorare senza essere pagati: un’usanza che per molti, specie all’inizio, rappresenta il pegno da pagare per accedere al mondo del lavoro. Ma se, anziché essere una tappa obbligata, fosse una scelta consapevole o, peggio, il frutto di un’ossessione? Se là fuori, cioè, ci fossero delle persone che lavorano per il semplice piacere di farlo, di recarsi ogni giorno nello stesso luogo, indossare una divisa e, per otto, nove, dieci ore, mescolarsi ad altri al solo scopo di dare un senso alle proprie giornate, sapremmo riconoscerle? Sa...premmo capirle? Sapremmo narrare le loro storie? Robledo racconta di questi spettri, della loro caparbia determinazione, dei loro deliranti “percorsi di liberazione” e lo fa a partire dalle tracce che si sono lasciati alle spalle: notizie di cronaca, interviste, biglietti d’addio, pagine di diario che la loro organizzazione, nata per necessità, ha via via generato. Questo libro, però, è anche la storia di Michele Robledo, del primo che ha parlato (e forse inventato) il loro mondo, i loro volti, le loro utopie. Oscuro, grottesco, feroce, poetico, questo originalissimo romanzo dà corpo a un nuovo modo di spiegare le contraddizioni della società in cui viviamo, interrogando il lettore a ogni pagina e spiazzandolo, perché, come afferma lo stesso protagonista: Ogni versione è ugualmente plausibile. Tutte, però, possono essere confutate, e nessuna smentita del tutto. A chi credere, dunque? Di chi diffidare?"

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
A GRAVINA DI CATANIA INCONTRO CON GLI AUTORI DI "CERNIERA LAMPO"
di Redazione (pubblicato il 11/05/2017 alle  21:54:50, nella sezione LIBRI,  284 letture)

fotoIl circolo letterario Pennagramma è lieto di presentare il romanzo "Cerniera Lampo" di Luca Raimondi e Joe Schittino (nella foto a sinistra), all'interno della rassegna "Primavera dei talenti di Sicilia" organizzata dall'associazione Omniarteventi che avrà luogo nella Sala delle Arti Emilio Greco, all'interno delle villa comunale di Gravina di Catania, in via Roma n. 61, dal 6 al 13 maggio, evento multiculturale che ospita una mostra di pittura e scultura, poesia e musica. L’incontro con gli autori si terrà domani, venerdi 12 maggio, alle ore 18. “Cerniera lampo” è stato scritto dai due autori a diciassette anni e già edito nel 1996 da una piccola casa editrice siracusana, le Edizioni Dell’Ariete, con prefazione di Alessandro Quasimodo e Danilo Ruocco; esattamente a vent’anni dalla sua prima apparizione, è tornato disponibile in una nuova versione ampiamente riveduta e corretta grazie alle Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi, succoso antipasto a una nuova, misteriosa opera la cui uscita è annunciata per metà settembre. Il romanzo gode della sponsorizzazione di Giuseppe Culicchia, popolare autore del cult book “Tutti giù per terra”, che nella fascetta promozionale lo definisce “un romanzo che fa sorridere e riflettere”. La trama, in breve: nel 1994, in un istituto professionale di una città di provincia (facile riconoscere Siracusa), si incrociano i destini di due adolescenti agli antipodi, Dino e Teo, di una professoressa di arte, Lara, e del marito Gianfranco, un ex carabiniere con velleità letterarie. I coniugi attraversano una crisi matrimoniale che sfocerà nel tradimento di lei con l’intraprendente Dino, in verità mosso più da desideri di rivalsa che non sentimentali o sessuali. Una serie di casualità, come i dentini di una cerniera lampo quando si incastrano nel cursore, si uniranno tra loro per stringere e stritolare in maniera imprevista e imprevedibile Teo, che sarà posto al centro dell’intrigo per una serie esilarante di equivoci. Un romanzo su una scuola non certo e non ancora “buona” (se mai lo diventerà davvero), i cui corridoi e le cui aule sono scenari di conflitti e contenitori di mediocrità e in cui gli alunni si agitano a volte in qualità di carnefici e altre nelle vesti di vittime predestinate. “Cerniera lampo” presenta un’esuberante varietà di linguaggi e stili, utilizzati con disinvoltura per restituire una galleria grottesca della popolazione scolastica, un microcosmo che ben rappresenta una società caotica, tanto ridicola quanto insidiosa. Al di fuori delle mura dell’istituto, tra genitori distratti, estremismi politici, paninoteche, rassegne cinematografiche, discoteche, prime pulsioni sessuali, ambizioni artistiche e l’onnipresente televisione a monopolizzare i sogni e gli incubi, la maturità sembra ancora lontana anni luce, non solo per i ragazzi, ma anche per gli adulti, in un mondo il cui senso appare inafferrabile.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
FESTIVAL SABIR A SIRACUSA SUL TEMA DEI MIGRANTI CON MONI OVADIA
di Redazione (pubblicato il 10/05/2017 alle  16:25:04, nella sezione EVENTI,  270 letture)

fotoLa terza edizione del festival Sabir, promosso dall'Arci, insieme ad Acli e Caritas, viene ospitata a Siracusa col patrocinio del Comune, della Presidenza del Consiglio dei ministri, dell’Anci, dell’Unar, e la collaborazione di diverse associazioni ed istituzioni. Dopo le prime due tappe in Sicilia, a Lampedusa e Pozzallo, ora l'evento si sposta a Siracusa dall'11 al 13 maggio, con inaugurazione giovedì 11 maggio al Salone Borsellino, alla presenza di Moni Ovadia (nella foto) che presenterà nel Teatro Comunale, lo spettacolo teatrale "Anime migranti" dello stesso Moni Ovadia e di Mario Incudine. Tema centrale del Festival gli accordi stipulati con i paesi d’origine sul transito dei migranti per fermarne le partenze. L'Arci ha scelto Siracusa per questa narrazione sulle tematiche dei migranti raccontata attraverso la loro esperienza e quella dei dei tanti volontari che li accolgono. Siracusa, sin dall’inizio del fenomeno, è sempre stata in prima fila, dando grande dimostrazione di solidarietà. Il Festival Sabir rientra tra le manifestazione inserite nel programma delle celebrazioni dei 2750 anni della fondazione di Siracusa ed affronterà anche il delicato tema dei minori migranti non accompagnati, numerosi proprio nelle strutture d’accoglienza di Siracusa e provincia. Tavole rotonde, conferenze, laboratori teatrali e mostre di fotografie e di pittura si svolgeranno durante la tre giorni dedicata a questo scottante e attualissimo problema con cui tutti noi dobbiamo fare i conti.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
GRANDI NOMI IN PIAZZA A SIRACUSA PER UN EVENTO VOLUTO DA CONAD
di Redazione (pubblicato il 09/05/2017 alle  19:27:53, nella sezione EVENTI,  306 letture)

fotoL'attrice Maria Grazia Cucinotta, il comico Gene Gnocchi, il cabarettista Dario Vergassola e il maestro Peppe Vessicchio saranno gli ospiti del tour che farà tappa a Siracusa il 13 e 14 maggio e che poi toccherà Tirana, Gubbio, Sassari, Lecce, Trieste, Vigevano e Sanremo. E' il “Grande Viaggio Insieme”, evento itinerante ideato dalla grande catena commerciale Conad per incontrare, assieme ai propri soci, le persone e i territori e promuovere, oltre al marchio, ideali condivisi, tradizioni e costumi. Insomma un weekend di festa, musica, cibo e sport. Sabato 13 maggio alle 10 in Riva della Posta inizio delle esibizioni sportive curate del comitato Uisp Iblei Noto, Ragusa e Siracusa. Nel pomeriggio, alle 17, scuola di cucina e merenda in piazza per mamme e bambini e alle 19 il maestro Peppe Vessicchio dirigerà “I solisti del Sesto Armonico” quindi sarà Gene Gnocchi a salire sul palco con lo spettacolo “Bella zio”. Madrina dell’evento Maria Grazia Cucinotta che presenterà l’amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese. Previsti Street food e degustazioni gratuite. Domenica 14 lo spettacolo “Rigiriamo l’Italia” di Dario Vergassola e poi musica con Concerto Conad Jazz Contest prima e a seguire il “Sanremo dei Giovani”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2

 2327 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (222)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (59)
COSTUME E ATTUALITA' (111)
CRONACA (720)
CULTURA (195)
EDITORIALI (26)
EVENTI (266)
LIBRI (179)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017

Gli interventi più cliccati

< settembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             


Titolo

 



Titolo
foto (1)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


20/09/2017 @ 11:22:35
script eseguito in 268 ms