\\ Home page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 30/04/2016 alle  21:33:28, nella sezione CULTURA,  552 letture)

mazzini crimiPresentato venerdì 29 aprile nella "Sala degli Stemmi" del Palazzo del Governo di Siracusa il libro di Davide Crimi "Mazzini Occulto" (Spiritualismo cosmopolita, massoneria irregolare e riti di fronda). L'incontro con l'autore, ricercatore nel campo delle scienze sociali che ha da sempre concentrato il suo lavoro sulle intersezioni tra religione, politica, economia e arte, è stato patrocinato dalla Consulta Civica di Siracusa, dal Libero Consorzio comunale e dall'Ordine dei Cavalieri di Pitia. Ha introdotto l'autore e la sua opera il giornalista Raimondo Raimondi, assessore alle Arti e allo Spettacolo della Consulta Civica di Siracusa, dopo il saluto istituzionale portato dal cancelliere dell'Ordine dei Cavalieri di Pitia avv. Silvio Aliffi e dal presidente della Consulta Civica di Siracusa Damiano De Simone. Quindi è toccato a Davide Crimi parlare del pensiero e della vita di Giuseppe Mazzini con un taglio diverso dalle biografie ufficiali e dalle monografie accademiche, portando luce sulla dimensione più remota, più latente della personalità di Mazzini. Per farlo Crimi ha ricostruito un sistema di informazioni altrimenti disperse, frammentate in una pletora di fonti disparate. L’immagine che il libro propone conferma l’azione di Mazzini nell’ambito delle organizzazioni occultistiche e iniziatiche del suo tempo, araldo di un messaggio di emancipazione e di liberazione spirituale modernissimo, al punto da esser ancora in anticipo sul nostro presente. Numeroso e qualificato il pubblico presente.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 30/04/2016 alle  21:32:33, nella sezione CULTURA,  420 letture)

russiaInaugurata sabato 30 aprile la "Casa Russia", una iniziativa di Inforum Europa, Istituto siracusano che si è dedicato ormai da tempo agli scambi internazionali sia di tipo turistico che commerciale, privilegiando la Russia ma anche altre nazioni europee ed extraeuropee, mediante convenzioni con varie agenzie di viaggio. Ora l'Associazione, presieduta da Giacinto Avola, ha aperto, nella sede di via Dione 26, la "Casa Russia", un punto vendita nel quale si può prendere dimestichezza con la cultura gastronomica russa e con le specialità alimentari del paese di Putin, riservate solo ai soci e presentate da Elina Dzemskaya e da Elena Lazarenko. Sono inoltre previsti incontri per lo studio della Lingua e della Letteratura russa. L'Istituto ribadisce che tutte le attività sono riservate ai soci e non hanno scopo di lucro. All'iniziativa partecipa la Consulta Civica di Siracusa presieduta da Damiano De Simone, presente all'inaugurazione assieme all'assessore civico alle Arti e allo Spettacolo Raimondo Raimondi. Presente anche una numerosa rappresentanza di cittadini russi che vivono nella città di Archimede. A tutti gli intervenuti sono stati offerti assaggi della produzione tipica russa, tutti prodotti rigorosamente biologici.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/04/2016 alle  16:28:57, nella sezione CRONACA,  404 letture)

shortiniAnzichè crescere nella cultura e nella civiltà Augusta continua a mostrare al mondo il volto del bieco affarismo, del vandalismo autolesionista e dell'incapacità a mettere in campo sinergie che portino a migliorare i rapporti tra i cittadini e le istituzioni. Ultima in ordine di tempo la polemica sterile e deleteria che ha portato a una contrapposizione suicida l'associazione Quattro Terzi, promotrice del Festival del Cortometraggio Shortini, che avrebbe dovuto promuovere quest'anno la sua decima edizione, col sindaco Cettina Di Pietro, scontro consumatosi a suon di post sui social network e di conferenze stampa, condito il tutto da reciproche minacce di denunce e azioni legali. Jessica Spinelli, rappresentante dell'associazione che aveva chiesto patrocinio e aiuti al Comune, ha dichiarato che “l’Amministrazione non ha provveduto a farci pervenire risposta nei trenta giorni previsti dalla legge. Scaduto il termine, quindi, abbiamo inviato una richiesta di sollecito, non ricevendo riscontro nemmeno in quella occasione".

Stefano Cacciaguerra, direttore artistico di Shortini, rincara la dose: “Avendo perso due accordi commerciali e artistici con Malta e Turchia, considerando la probabile perdita del bando europeo e regionale, avevamo deciso che non c’erano più le condizioni e i tempi giusti per realizzare Shortini”. Ancora, ha chiarito le ragioni per cui si sono rifiutati di sedersi al tavolo tecnico proposto dal Sindaco all'ultimo momento: “A questo tavolo tecnico, così come ci era stato comunicato, si sarebbero dovuti sedere il Sindaco, l’Assessore alla Cultura, l’Assessore ai Lavori pubblici, un rappresentante dell’Ufficio tecnico, un rappresentante dell’Urbanistica, un rappresentante dei Vigili urbani e un rappresentante dell’associazione “Quattroterzi”; invece ci siamo trovati davanti l’Assessore alla Cultura, un dirigente dell’ufficio Urbanistica e un rappresentante dell’ufficio dello stesso Assessore alla Cultura”.

Luca Sanseverino, storico organizzatore di Shortini, ha reso noto che l’associazione, che si era già affidata a un legale per un sollecito formale datato 7 aprile, intende adire le vie legali per denunciare non solo la mancate risposte da parte dell’Amministrazione nei termini dei trenta giorni previsti dalla normativa di riferimento ma anche per il mancato riscontro alla stessa istanza di sollecito. A questo punto parrebbero non esserci più margini per ricucire, poiché “non ci si può sedere a un tavolo se non c’è rispetto reciproco“, come ha dichiarato Cacciaguerra. Sembra invece farsi strada l’ipotesi di realizzare un surrogato di Shortini film festival, ovvero una rassegna cinematografica in tono minore, secondo le possibilità economiche dell'associazione. Il Sindaco Cettina Di Pietro, sui social e in vari comunicati, ha controbattuto: "Questa Amministrazione aveva chiesto espliciti chiarimenti proponendo al fine di fornire gli stessi l'indizione di un apposito tavolo tecnico. Tre rappresentanti dell'associazione si sono presentati rifiutandosi anche di sedersi al tavolo e lasciando solo una serie di documenti tra i quali una dichiarazione con la quale questa Amministrazione è stata accusata di scellerata assenza, lassismo e menefreghismo. Ci riserviamo per tutte le infamanti illazioni contenute nel documento in questione di tutelare la nostra immagine ed onorabilità e quella di tutta l'Amministrazione comunale nelle opportune sedi giudiziarie. Lo stesso dicasi nei confronti del Sindaco, accusato nel medesimo documento di aver fatto nella sua pagina Facebook infondate illazioni.In realtà, quando il Sindaco ha scritto che erano abituati a ben altre attenzioniâ, si riferiva ad un dato certo e documentalmente provato, ovvero la determina di liquidazione della somma di euro 5.000 del 05/05/2011 per la IV edizione di Shortini International Film Festival. Ricordiamo a tutti che il patrocinio di un Comune comporta una preventiva condivisione delle finalità culturali perseguite con la manifestazione, così come il logo di un comune non può essere affiancato ad altri sponsor che non risultino di gradimentoall'Amministrazione, perchè potrebbero ledere l'immagine della comunità locale. L'atteggiamento di ingiustificata arroganza degli organizzatori non può che ritenersi mera strumentalizzazione finalizzata solo ad attaccare l'amministrazione in carica". A questo punto rullano i tamburi di guerra, ma chi ci rimette è l'immagine di Augusta che nello Shortini Film Festival aveva trovato un raro e pressocchè unico momento di riscatto culturale di discreta risonanza mediatica.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/04/2016 alle  13:40:45, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  406 letture)

scarpe shoefitiAnche a Siracusa in via della Dogana, nel cuore di Ortigia sono apparse tante paia di scarpe appese ai cavo dell'elettricità. Si tratta del fenomeno dello "Shoefiti", italianizzato in "scarpe volanti", presenti ormai in tante altre città come nella vicina Catania, dove è diventato usuale alzare gli occhi al cielo e vedere scarpe appese ai fili del telefono o della corrente. Shoefiti è un termine che si riferisce alla pratica di legare tra loro i lacci di due scarpe e di scagliare queste ultime in aria, in modo da farle restare appese ai cavi delle linee elettriche o telefoniche. Le scarpe quindi, legate tra loro dai lacci, vengono lanciate verso i fili come una sorta di bolas. Il fenomeno prende il nome dall'unione delle parole "shoe" (scarpa) e "graffiti" e nasce nelle zone rurali e urbane degli Stati Uniti come manifestazione del folklore adolescenziale. Sulle shoefiti esitsono varie tesi sociologiche: i boy scout lanciano le scarpe sui fili elettrici prima di entrare al campo base, i militari lanciano i propri anfibi per festeggiare il congedo. Ma la tesi maggiormente accreditata tra gli studiosi del fenomeno è che si usi tra i ragazzi per celebrare un passaggio di vita importante come la fine della scuola, un nuovo lavoro oppure un amore o per annunciare ai loro coetanei la loro prima esperienza sessuale. La televisione e il cinema hanno contribuito al diffondersi di quest'uso, riportato tra l'altro in alcuni film tra cui "Stanno tutti bene" di Giuseppe Tornatore e "Creed-nato per combattere" di Sylvester Stallone.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 25/04/2016 alle  13:39:45, nella sezione LIBRI,  776 letture)

crimiVenerdì 29 aprile alle 17,30 nella "Sala degli Stemmi" del Palazzo del Governo di Siracusa, in via Roma 31, verrà presentato il libro di Davide Crimi "Mazzini Occulto" (Spiritualismo cosmopolita, massoneria irregolare e riti di fronda). L'incontro con l'autore è patrocinato dalla Consulta Civica, dal Libero Consorzio comunale e dall'Ordine dei Cavalieri di Pitia. Moderatore dell'incontro il giornalista e critico d'arte dott. Raimondo Raimondi, assessore alle Arti e allo Spettacolo della Consulta Civica di Siracusa, che introdurrà l'autore e la sua opera. Presenzieranno e porteranno il loro saluto: il cancelliere dell'Ordine dei Cavalieri di Pitia avv. Silvio Aliffi, il presidente della Consulta Civica di Siracusa Damiano De Simone, il presidente di Inforum Europa Giacinto Avola e l'assessore all'Istruzione e alla Cultura della Consulta Civica di Siracusa prof.ssa Mariateresa Asaro.

copertina libri crimiDiversamente dalle biografie ufficiali e dalle monografie accademiche, questo libro porta luce sulla dimensione più remota, più latente della personalità di Mazzini e, per farlo, Davide Crimi (nella foto) ricostruisce un sistema di informazioni altrimenti disperse, frammentate in una pletora di fonti disparate. L’immagine che ne deriva conferma e ripropone l’azione di Mazzini nell’ambito delle organizzazioni occultistiche e iniziatiche del suo tempo, araldo di un messaggio di emancipazione e di liberazione spirituale modernissimo, al punto da esser ancora in anticipo sul nostro presente. Davide Crimi, ricercatore nel campo delle scienze sociali, concentra il suo lavoro sulle intersezioni tra religione, politica, economia e arte, per coglierne le influenze concrete ed attuali sui condizionamenti del comportamento individuale e collettivo. Alcuni suoi testi, come "Mantra Mudra Tantra", sono stati tradotti in America. Ha pubblicato numerosi studi e articoli sul rapporto tra tradizione ed emancipazione, tra cui “Origini occulte dell’illuminismo”, “Il dio dell’eden”, “Orfismo, rapsodie e aspetti latenti nelle origini dell’idea di Europa”, “L’arte come modello relazionale”, “The rising of cosmopolitan personalities”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 19/04/2016 alle  14:50:17, nella sezione CRONACA,  414 letture)

hangar 18 aprileDal Luglio del 2012 il parco dell'Hangar non è più fruibile dai visitatori dopo esserlo stato per oltre due anni a partire dal 15 maggio 2010 in occasione della prima edizione della Festa dell'Aria organizzata dall'Associazione di volontariato Hangar Team Augusta con il patrocinio del Comune. L’Amministrazione Comunale di Augusta, guidata oggi dal Sindaco Maria Concetta Di Pietro, pare abbia deciso di abbandonare il complesso monumentale costituito dall'Hangar per dirigibili e dagli edifici attorno, riconsegnandolo all'Agenzia del Demanio. Eppure con Decreto Regionale 3028 del 5/11/2014, l’Aeroscalo per dirigibili è stato dichiarato "opera di interesse storico-culturale" e tutta l’area considerata un "unicum" inscindibile tutelato ai sensi del Decreto Legge n. 42 del 22/01/2004, inteso come "Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio". Bisogna riconoscere che le passate Amministrazioni avevano dimostrato un certo impegno per il recupero e la valorizzazione di questo patrimonio storico e monumentale utilizzando fondi regionali della Protezione Civile per realizzare i lavori di consolidamento statico dell'edificio Hangar. Tutto ciò utilizzando pochissimi fondi delle casse comunali: appena 7.657 euro ogni anno per il canone di concessione demaniale. Poi una comunicazione interna dell'Ufficio Tecnico ha palesato l'inagibilità dell'Hangar e degli edifici circostanti. La conseguenza di questo atto è che a tutt'oggi l'interdizione alla pubblica fruizione viene ufficialmente confermata, pare, da una nota dei Vigili del Fuoco e non è più limitata ai soli edifici del complesso monumentale ma è estesa "a tutta l'area". La nuova Amministrazione Comunale, insediatasi nel Luglio del 2015, ha fatto istanza per riconsegnare all'Agenzia del Demanio l'Hangar per dirigibili e gli edifici di pertinenza con la motivazione che sono inagibili e necessitano di interventi strutturali; nel contempo però ha richiesto la concessione di tutta la parte restante dell'area dell'ex idroscalo fino a mare. A questo proposito in una nota il presidente dell’Hangar Team sostiene che “riconsegnare l'Hangar al Demanio significa condannarlo all'abbandono e al degrado chissà ancora per quanti anni, vanificando tutto ciò che è stato fatto fino ad ora per il suo recupero e mortificando le aspettative dei cittadini”. Il Comune tra l’altro sta chiedendo la concessione dell'area del Demanio Marittimo proprio dove il Piano Regolatore Portuale ha già previsto la costruzione dell'ampliamento della banchina container del Porto Commerciale e i cui lavori sono già programmati. Inoltre sta richiedendo anche la restante area costiera, sempre di competenza del Demanio Marittimo, ma che è già in concessione alla cantieristica navale. Sembrerebbe un macroscopico errore. Sostiene l'Hangar Team: “A nostro parere l'Amministrazione Comunale dovrebbe ritirare la richiesta, rinnovare la concessione, che adesso è gratuita, di cui è ancora titolare e richiederne l'estensione territoriale fino a comprendere tutta l'area che ora viene indicata come Aeroscalo per dirigibili. Indire in tempi brevi un nuovo avviso pubblico per la ricerca di soggetti interessati alla gestione del parco finalizzata alla pubblica fruizione che realizzi quindi percorsi di visita in condizioni di sicurezza. Il tutto senza la necessità di impiego di fondi comunali ma assumendosi solo la responsabilità di amministrare un bene culturale del quale si ha ancora la disponibilità”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 16/04/2016 alle  10:21:46, nella sezione CRONACA,  471 letture)

CONSULTAVia Dione in Ortigia è l'antico decumano, una volta via di mercerie, di orafi e di venditori di tessuti, oggi stradella solitaria e deserta, per quanto i suoi edifici siano stati restaurati e venga percorsa dai turisti che ammirano gli scorci caratteristici, le edicole votive dedicate ai Santi e la bella chiesa di S. Cristoforo da poco riaperta alla fruizione e al culto. Per riappropriarsi della sua vocazione turistica la via Dione ha bisogno della sua pedonalizzazione cioè della interdizione del traffico veicolare, come è stato fatto nell'altra parallela di Corso Matteotti, quella via Cavour diventata strada caratteristica piena di negozi di souvenir e di locali ricettivi di ristorazione che attirano i visitatori di ogni nazione. E' la Consulta Civica di Damiano De Simone a fare proprio un progetto dell'Assessore alle Arti e allo Spettacolo Raimondo Raimondi che ha immaginato, una volta interdetta al traffico e liberata dalle auto in sosta, per la via Dione uno sviluppo non di ristoranti e pub ma prevalentemente di botteghe artigianali e artistiche. Intanto si ipotizzano per l'estate ormai alle porte una serie di iniziative da realizzare con la collaborazione del “Salotto di Zane”, un coordinamento di varie associazioni culturali di Siracusa che selezionerà la partecipazione degli artisti agli eventi. L'offerta culturale comprenderà mostre espositive di pittura e di fotografia, letture di poesie, presentazione di libri, performance musicali, mercatini artigianali, narrazioni della storia di Ortigia e di Siracusa con la possibilità di traduzione in lingua inglese. Per la realizzazione di tali eventi e nel rispetto del decoro urbano, si ipotizza di disporre ai lati della via Dione alcune panchine e, lungo i muri, dei piccoli ganci per l'esposizione delle opere artistiche. CONSULTA CIVICA

Ha dichiarato il neo assessore della Consulta Civica Raimondo Raimondi: "Chiediamo che venga chiuso al traffico il tratto di via Dione che va da piazza Archimede all'incrocio con via Mirabella, e conseguentemente che venga sancito il divieto di sosta nel tratto medesimo. Nei giorni di venerdì, sabato e domenica, allorchè l'afflusso di visitatori, stranieri e non, è maggiormente numeroso e l'offerta di intrattenimento più necessaria ed efficace, si svolgeranno eventi artistici e culturali. Per un miglior decoro della via chiediamo che venga messo in opera un arredo a verde con vasi o vasconi, concessi in uso dal Comune o in alternativa autorizzando i privati a porre piante davanti agli esercizi e lungo il tratto di strada". La richiesta, espressa con una delibera della Giunta Civica, è stata protocollata al comune di Siracusa al n. 0052764 del 14.04.2016.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/04/2016 alle  15:56:34, nella sezione LIBRI,  343 letture)

locandina salvo grecoSarà presentato giovedi 21 aprile alle ore 17,30, presso l'Archivio di Stato di Siracusa di via Turchia, il saggio del prof. Salvatore Greco dal titolo "L'ascesa dei notabili. Politica e società a Palazzolo Acreide nell'Ottocento borbonico", edito da Pungitopo. Il saggio storico racconta, con vasto utilizzo di fonti d'archivio, di come Palazzolo Acreide viva durante l'Ottocento borbonico un periodo di importanti trasformazioni politiche e sociali. Introdurrà la dott.ssa Concetta Corridore, coordinerà il prof. Sebastiano Amato, interverranno la prof.ssa Francesca Gringeri Pantano e il prof. Salvatore Santuccio.

L'immaginaria "macchina del tempo" di cui si serve l'autore, appassionato studioso di storia locale, ci conduce attraverso un'epoca densissima di eventi, non solo per Palazzolo, ma anche per l'intera Sicilia, che viene proiettata nel mondo contemporaneo, prima in forza della breve stagione costituzionale del 1812, poi, con la nascita della cosiddetta "monarchia amministrativa", durante la quale i Borbone adottano quello che allora era il modello di Stato più moderno, ovvero lo Stato napoleonico. Anche in una realtà come Palazzolo, si fa strada una nuova classe dirigente, proveniente non più solo dalla nobiltà, ma soprattutto, dalla borghesia delle professioni, una èlite, spesso colta, che sfrutta sia i circoli di conversazione, cui è dedicato, tra l'altro, ampio spazio nel saggio, sia le nuove istituzioni politiche, per acquisire anche gli incarichi legati al nuovo modello di amministrazione.

Salvatore Greco (Vittoria, 1972), originario di Palazzolo Acreide, vive a Siracusa, dove insegna materie letterarie presso il Liceo Artistico "A. Gagini". Laureato in Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Catania nel 1998, nel 2011 ha conseguito la laurea specialistica in Storia contemporanea presso la Facoltà di Scienze politiche del medesimo ateneo. Appassionato di storia locale e socio della Società Siracusana di Storia Patria, ha pubblicato: Santa Lucia. Tradizioni brembane e siracusane (Ferrari Editrice, Clusone, 2005, in collaborazione con Diego Gimondi); Letterati e filosofi nella Sicilia dell'Ottocento. Giuseppe D'Albergo e Nicolò Zocco (Morrone Editore, Siracusa, 2007, in collaborazione con Luigi Amato) e L'Ermenegildo. Una tragedia inedita di Giuseppe D'Albergo (Mediterraneo Edizioni, Siracusa, 2007, in collaborazione con Luigi Amato).

 

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/04/2016 alle  14:58:23, nella sezione ARTE,  790 letture)

ranioloSi avvicina la data dell'appuntamento creato dalla pittrice Marinella Raniolo (nella foto col direttore di Diorama), presidente dell' Associazione Culturale "Trinacria Arte", in quel di Floridia con la Mostra Collettiva a tema mitologico "La Coppa degli Dei" - Pittura, Scultura e Fotografia. Il programma dell'evento, che si svolge dal 5 all'8 maggio nelle sale espositive del Palazzo Raeli (piano terra) a Floridia, gentilmente messe a dispisizione dal sindaco Orazio Scalorino, è fittissimo e denso di avvenimenti artistici. Giovedì 5 maggio vernissage con taglio del nastro alle ore 18.00 da parte della madrina dell'evento, la modella Valentina Fiasco, alla presenza dell'emittente Modella TV con le sue telecamere, i fotografi e le sue modelle per realizzare uno speciale televisivo ed uno ShootingArt tematico. Contemporaneamente avrà luogo una performance di Percussion Live del famoso musicista Paolo Greco. Tra i media partner la testata giornalitica Dioramaonline, il cui direttore, il critico d'arte Dott. Raimondo Raimondi, presenterà la mostra assieme alla Dott.ssa Dora D'Andrea, esperta in arti grafiche e storia dell'arte. Numerosi gli ospiti d'onore, tra cui Laura Alessi, presidente dell'Associazione A.M.P. Fiori D'Amore, Giuseppe Apa, Presidente dell'Associazione Artenostop, Vito Guardo, Maestro Scultore, il maestro d'arte Angelo Moncada, lo scultore Maurizio Villari e il maestro Salvo Rizzo.

locandina

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 15/04/2016 alle  14:57:51, nella sezione CULTURA,  556 letture)

inforum russiaParte una nuova iniziativa di Inforum Europa, l'Istituto di Formazione multimediale siracusano con sede in via Dione 26, che si è dedicato ormai da tempo anche agli scambi internazionali sia di tipo turistico che commerciale, privilegiando la Russia ma anche altre nazioni europee ed extraeuropee, mediante convenzioni con varie agenzie di viaggio. Ora l'Associazione, presieduta da Giacinto Avola, ha aperto, sempre in via Dione 26, la "Casa Russia", un punto vendita nel quale si può prendere dimestichezza con la cultura gastronomica russa e con le specialità alimentari del paese di Putin, riservate solo ai soci e presentate da Elina Dzemskaya (nella foto all'interno della sede Inforum). Sono inoltre previsti incontri per lo studio della Lingua e della Letteratura russa. L'Istituto ribadisce che tutte le attività sono riservate ai soci e non hanno scopo di lucro.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 11/04/2016 alle  10:50:25, nella sezione EVENTI,  464 letture)

reimannIl 12 aprile si commemora il 37° anniversario della morte di Christiane Reimann la gentildonna danese che scelse Siracusa come sua seconda patria lasciando ad essa ciò che possedeva in Italia per contribuire al progresso civile della città. L'iniziativa è dell'associazione "Save villa Reimann", il raggruppamento di cittadini e di diverse associazioni, che è impegnato affinchè vengano rispettate le volontà testamentarie della donatrice, e che ha organizzato, insieme al Consorzio Universitario Archimede, la commemorazione della Reimann in due momenti successivi: martedì 12 alle 11 al cimitero di Siracusa verrà deposto un omaggio floreale sulla tomba mentre il 13 alle 17 ci sarà una commemorazione, in presenza delle autorità cittadine e danesi, davanti alla targa apposta lo scorso ottobre da "Save Villa Reimann" sul prospetto della Villa. Subito dopo sarà inaugurata, nelle stanze risistemate della Villa, una mostra di oggetti personali della Reimann, che rappresentano soltanto un minima parte dell'intera donazione delle ceramiche, dei quadri, dei libri, degli effetti personali, dei documenti e delle suppellettili, che si trovavano in villa al momento della morte di Christiane Reimann. L'apertura della mostra sarà preceduta da alcune letture offerte dai giovani soci dell'associazione Italia Nostra, Alessandro Maiolino, Annalisa Romano e Ludovico Leone, che leggeranno alcuni scritti sulla vita di Christiane Reimann a lei dedicati dall'avvocato Corrado Piccione, dalla scrittrice danese Susanne Malchau e dal giornalista danese Morten Beiter che proprio due anni fa, ospite di "Save Villa Reimann", visitò Siracusa per approfondire la figura della Reimann, annoverata tra le più famose figlie della Danimarca. Terminata l'inaugurazione, Emilia Ferrara, aderente a Save Villa Reimann, donerà un copriletto, ricamato ad uncinetto ispirato ai primi anni del secolo scorso, per ricoprire il letto della Reimann e non presentarlo sguarnito alla visione dei visitatori.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 10/04/2016 alle  13:25:00, nella sezione CRONACA,  384 letture)

asiliSulla questione degli asili nido precisa la sua posizione, in una nota pervenuta in redazione, il consigliere comunale del Pd Carmen Castelluccio: “E’ noto come l’amministrazione in carica, dando seguito al programma elettorale, abbia interrotto il regime delle proroghe per la gestione degli asili nido ed indetto una gara di tipo europeo, la cui decisione finale è spettata ad una commissione di tecnici che ha analizzato documentazioni e progetti educativi. A tal proposito, come spesso accade, le imprese escluse hanno presentato dei ricorsi al vaglio del Tar. Le motivazioni delle scelte compiute dall’amministrazione, oltre a essere state oggetto della commissione competente e di specifici incontri, sono state esplicitate in diverse occasioni dagli assessori competenti dichiaratisi pronti a ribadirle anche nelle sedute consiliari di ieri e di oggi. Va da sé che per una comunità attenta ai bisogni delle famiglie, quello degli asili nido rappresenta un servizio importantissimo, in quanto rivolto direttamente ai bambini soggetti cioè che, per la tenera età, recepiscono maggiormente gli stimoli formativi forniti dagli adulti e dai contesti sociale e culturale. Credo che l’amministrazione debba impegnarsi per considerare equamente sia gli aspetti organizzativi, con particolare riferimento ai locali, che amministrativi, inerenti alla puntuale retribuzione del personale impiegato, facendosi, inoltre, promotrice di iniziative tese ad informare e a sensibilizzare sia i genitori che gli operatori. Ormai, da tempo, Siracusa ha intrapreso il virtuoso percorso verso la Città educativa, aderendo al circuito internazionale che lo anima. Spetta, dunque, alla buona politica e ai cittadini più responsabili guardare con spirito costruttivo il da farsi per arricchire di contenuti il suddetto percorso”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 10/04/2016 alle  13:18:40, nella sezione LIBRI,  413 letture)

libriE’ stato bandito dall’ Associazione culturale I LIBRI DI MORFEO di Sortino il III PREMIO LETTERARIO “I LIBRI DI MORFEO”. Ecco il regolamento completo della manifestazione:

1) Al III Premio Letterario “I libri di Morfeo” possono partecipare Autori ed Editori con una o più opere, in lingua italiana, di Poesia (sezione A) e Narrativa (sezione B), pubblicate nel quinquennio 2012-2016. Sono esclusi dalla partecipazione i libri premiati nelle prime tre posizioni nella precedente edizione.

2) Per partecipare occorre inviare un libro edito in volume in triplice copia allegando, in un foglio a parte, i dati anagrafici, l’indirizzo completo (necessario il C.A.P.), recapito telefonico ed indirizzo e-mail. Per gli Editori, non occorrono i dati anagrafici.

3) Per la partecipazione è richiesto un contributo di € 15,00 per ogni opera partecipante che sarà suddiviso nel seguente modo: 50% per il montepremi in denaro per i primi classificati, 50% per spese di segreteria ed altri premi minori. Le quote di partecipazione possono essere inviate in uno dei seguenti modi: a) in contanti, allegate al plico contenente le opere partecipanti (l’organizzazione del Premio declina, sin da adesso, ogni responsabilità in caso di smarrimento postale); b) bonifico bancario all’IBAN IT39Q0503684790DR0385295654 intestato a I libri di Morfeo (in questo caso allegare al plico la ricevuta del versamento).

4) Tutto il materiale, e la relativa quota, dovranno pervenire, entro il 30 aprile 2016 al seguente indirizzo: I libri di Morfeo – Piazza Cappuccini 2 – 96010 Sortino (SR). Solo chi avrà indicato un indirizzo email riceverà conferma dell’avvenuta ricezione.

5) La Segreteria del Premio esaminerà le opere pervenute e stilerà una classifica generale del Premio che sarà inviata a tutti i partecipanti (anche a quelli non premiati). Il giudizio della Segreteria è insindacabile.

6) Al primo classificato di ogni sezione, andrà un Premio in denaro e i loro libri saranno recensiti sul blog “I libri di Morfeo”. Sono previsti altri premi consistenti in libri, recensioni sul blog “I libri di Morfeo” e premi di rappresentanza.

7) Tutto il materiale inviato non sarà restituito. La partecipazione al Premio implica l’accettazione del presente regolamento. La non osservanza anche di un solo punto del presente regolamento implica l’impossibilità a partecipare al Premio senza che la Segreteria abbia l’obbligo di avvertire.

8) Con la partecipazione al Premio, l’autore autorizza la Segreteria del Premio al trattamento dei dati personali come previsto dalle leggi vigenti. N.B. Si pregano gli autori che intendono partecipare a non attendere, per l’invio delle opere, gli ultimi giorni utili prima della scadenza (30 aprile 2016). In tal modo la lettura delle opere potrà avvenire in maniera più celere e il risultato del Premio ne gioverebbe in rapidità.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 05/04/2016 alle  16:14:11, nella sezione EVENTI,  473 letture)

Grande appuntamento nel modernissimo Palacongressi di Bellaria con l'OshoFestival, definito "il più grande festival della meditazione del mondo Osho", che avrà luogo nel centro turistico della riviera adriatica dal 14 al 17 aprile 2016, attirando una moltitudine di appassionati e frequentatori di questo mondo particolare. Oltre 60 gli eventi in programma nei 4 giorni di intensa attività. Al Festival partecipa, come fa da anni oramai, il musicista siracusano Paolo Greco che ricrea con la sua musica "percussion live" atmosfere magiche di melodie meditative che egli ha stesso ha creato e portato nei maggiori festival di tutto il mondo. Musicoterapeuta e artista eclettico, con una ricca carriera alle spalle anche nel campo della musica "leggera", grecoPaolo Greco compone ed esegue da anni musica per la meditazione, portando avanti una ricerca personale sulle percussioni, riuscendo così a creare momenti di particolare interesse e compartecipazione nel suo pubblico. Ha unito lo studio delle percussioni a una meditazione rivolta al benessere delle sensazioni dell’anima. Le performance di “Paolo Greco π Percussion Live”, consistono in un percorso sonoro nel quale lasciarsi trasportare dal suono dei tamburi e dalle musiche da lui composte. “Le percussioni dolci sono ideali…entrano nell’animo. - dice il musicista - Nella musica che creo, affianco ai suoni tradizionali delle percussioni, il nuovo suono del Synth-Drum. Si parte dall'ascolto, dalla meditazione e dalla delicatezza per arrivare a un coinvolgimento totale nel quale la danza e la musica diventano un modello di condivisione”. Per l'occasione di Bellaria Deva Paolo, così è conosciuto nel circuito Osho, ha inciso un album dal titolo "Celebration & Meditation volume IV°", che contiene le musiche del festival appositamente create. Emblematici i titoli dei brani contenuti nel CD: "Introspectum, Arkimedes, Reflex, Believe, Pgreco". Musiche che costituiranno la migliore colonna sonora per questo evento unico nel suo genere e che ogni anno si ripete, raccogliendo attorno a se i tanti che, perseguendo il loro personale benessere psicofisico attraverso la pratica delle discipline orientali di meditazione, credono anche nella possibilità di un mondo migliore, più a misura d'uomo.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 05/04/2016 alle  15:32:34, nella sezione EVENTI,  402 letture)

Ormai poco tempo separa gli spettatori dal godersi gli spettacoli del cinquantaduesimo ciclo di rappresentazioni classiche messe in scena dall'Inda: Elettra di Sofocle e Alcesti di Euripide in scena dal 13 maggio al 19 giugno e Fedra di Seneca dal 23 al 26 giugno. L’Istituto nazionale del dramma antico ha ufficializzato i cast dei tre spettacoli. A vestire i panni di Elettra sarà Federica Di Martino mentre Galatea Ranzi (nella foto) sarà Alcesti e Imma Villa interpreterà Fedra. Elettra è affidata alla regia di Gabriele Lavia, con la traduzione di Nicola Crocetti, le scene di Alessandro Camera, i costumi di Andrea Viotti e le musiche di Giordano Corapi. Ci sarà anche il felice ritorno di Maddalena Crippa che vestirà i panni di Clitennestra e di Maurizio Donadoni che sarà Egisto. Federica Di Martino è stata tra i protagonisti degli spettacoli classici nel 2011 nelle Nuvole di Aristofane diretta da Alessandro Raggi, Maddalena Crippa ha interpretato Medea nell’opera di Euripide diretta nel 2004 da Peter Stein. Per Maurizio Donadoni, invece, si tratterà della settima volta alle rappresentazioni classiche dopo aver impersonato personaggi come Giasone, Aiace e Creonte. L'altra tragedia, Alcesti di Euripide, è affidata alla regia di Cesare Lievi, con la traduzione di Maria Pia Pattoni, le scene e i costumi di Luigi Perego e le musiche di Marcello Panni, con Galatea Ranzi nei panni di Alcesti e Stefano Santospago in quelle di Eracle. Galatea Ranzi è per la quarta volta sul palcoscenico del Teatro Greco. La bravissima attrice, ormai siracusana d'adozione, è stata nel cast di “Prometeo incatenato” di Eschilo e delle “Baccanti” di Euripide nel 2002 con la regia di Luca Ronconi, in “Antigone” di Sofocle diretta da Irene Papas nel 2005 e nell’Orestiade di Pietro Carriglio del 2008.

manifesto inda

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 03/04/2016 alle  11:58:19, nella sezione LIBRI,  722 letture)

crimi foto 1Sabato 2 aprile al Teatro Machiavelli di Catania ha avuto luogo la presentazione, organizzata da Giuseppe Pennisi, editore della collana di studi esoterici "Emeth", del libro di Davide Crimi "Origini Occulte dell’Illuminismo", prima pubblicazione della neonata casa editrice. L'evento ha l’ambizione di iniziare a costruire un percorso di rinnovamento filosofico e di contributo politico e sociale, per combattere le attuali tendenze oscurantiste che fanno leva sulla paura e sull’odio e per rilanciare idee di emancipazione e di espansione della coscienza.

Il libro di Davide Crimi contiene il paradosso in cui precipitano tutte le mistificazioni della storia del presente e del passato. Si può discutere di tutto, ma ci sono evidenze che permettono di fondare oltre ogni dubbio l’affermazione per cui l’Illuminismo ha avuto origini da elaborazioni che affondano le radici nella più autentica tradizione esoterica ed iniziatica d’occidente. crimi foto 2Sebbene questa affermazione sia ben nota agli storici, assistiamo comunque ad una ostinata rimozione da parte del sapere ufficiale, che non permette l’accesso a questo tipo di conoscenza.

Contemporaneamente è stata presentata, dal curatore Dott. Gaspare Edgardo Liggeri, la collana di Studi Esoterici "EMETH" che intende rieffermare la ricerca esoterica che è, per giusta e perfetta definizione, priva di fondamento materiale, e che risulterà incomprensibile a chi non sappia riconoscere dentro di sé la fiaccola di libertà che ne rappresenta l’essenza e il formidabile collegamento con l’anima. Già dell’Arte è stata indicata, dai suoi più autentici cantori, l’inutilità, intesa come sottrazione della sfera artistica alla legge dell’utile: l’Arte è inutile e l’unico alibi atto a sostenerla è la bellezza di questo gesto di libertà. Un folto pubblico di grande levatura culturale era presente, attento alle parole dello scrittore Davide Crimi, come sempre affascinante nella sua erudita conversazione. Presenti anche qualificate rappresentanze provenienti da Siracusa e da Messina.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 02/04/2016 alle  10:41:46, nella sezione EVENTI,  405 letture)

i carneficiIl 24 aprile sarà proiettato a Siracusa al Liceo Corbino il film “I Carnefici” di Daniele Biacchessi (voce narrante, regia, testo) e Giulio Peranzoni (illustrazioni live con tecnica Ldp), liberamente tratto dal libro omonimo di Daniele Biacchessi (Sperling & Kupfer). Il giornalista, scrittore e autore di teatro civile Daniele Biacchessi e l’illustratore Giulio Peranzoni hanno realizzato il dvd della prima narrazione animata live, nel quale raccontano alcune delle pagine più drammatiche, oscure e controverse della storia italiana contemporanea. Il progetto, di tipo formativo, è dedicato ai ragazzi delle scuole medie inferiori, superiori, agli studenti universitari, ai loro insegnanti e professori, e a tutti quelli che non intendono mai dimenticare. Così, con l’ausilio dell’interazione tra parole, arti visive e musica, rendono la memoria pulsante e viva. La colonna sonora è quella scritta dai più importanti artisti dell’impegno civile: Gaetano Liguori ("Lento Die”, “I signori della guerra"), Gang ("4 maggio 1944"), Andrea Sigona ("Sotto questo dolore"), Massimo Priviero (“Pane, giustizia e libertà”), Marco Fusi (“L’eclisse della democrazia”). Il dvd è già stato proiettato in varie parti d’Italia durante la settimana del Giorno della memoria, in particolare al Museo di Sant’Anna di Stazzema durante la cerimonia di inaugurazione della nuova piazza davanti alla chiesa, colpita dai nazisti il 12 agosto 1944. La proiezione del dvd ha ottenuto un successo senza precedenti nelle scuole medie superiori, nelle università e nei cinema.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 02/04/2016 alle  10:37:40, nella sezione CINEMA,  401 letture)

tonacciLa sedicesima edizione del Festival internazionale del cinema di frontiera, che si svolgerà a Marzamemi dal 25 al 31 luglio, sarà nel segno della collaborazione con i festival del Brasile e di Cuba. Ieri pomeriggio in visita a Marzamemi c’erano il regista e produttore brasiliano, Andrea Tonacci, che collabora con gli eventi cinematografici “Forum doc” di Belo Horizonte e “Cinema de fronteira” di Goiania, accompagnato dal figlio, Daniel Tonacci, dell’Agenzia nazionale brasiliana del cinema. I due brasiliani hanno incontrato l’organizzazione del Festival del cinema di frontiera e l’assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Pachino, Gisella Calì (nella foto con i due Tonacci), e nei prossimi giorni discuteranno con il direttore artistico della manifestazione, Nello Correale, sui modi di collaborazione tra i festival cinematografici brasiliani e il Cinema di frontiera di Marzamemi. «Stiamo volgendo lo sguardo al Sudamerica - dice Correale - e non ci sarà solo il Brasile, ma stiamo valutando un rapporto di collaborazione con Cuba». Intanto il “cantiere” per l’organizzazione della sedicesima edizione riapre: in prima fila ancora una volta il consorzio Centro commerciale naturale “Marzamemi” e il cinecircolo Cinefrontiera. Il catalogo 2015-2016 della manifestazione contiene: concorso internazionale di lungometraggi, concorso internazionale di cortometraggi, rassegna cinema e musica, incontro con gli autori, Lampi sul Mediterraneo, rassegna di documentari e fuori formato, omaggio all’autore. Partner istituzionali si confermano il Comune di Pachino, l’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, la Banca di credito cooperativo di Pachino. «Crediamo fortemente al Festival - dichiara il sindaco di Pachino, Roberto Bruno - come uno degli strumenti più importanti per accrescere lo sviluppo culturale del territorio siciliano. Un evento che punta anche a incentivare un turismo di qualità, coltivando spettatori provenienti da ogni parte della Sicilia, e non solo, che ogni anno puntualmente scelgono il periodo delle vacanze in coincidenza con i giorni in cui si svolge il festival».

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 01/04/2016 alle  14:54:22, nella sezione ARTE,  782 letture)

cartoonsSabato 9 aprile, a Catania, presso il Teatro dell'Oratorio San Filippo Neri in via Teatro Greco 32, sarà inaugurata la mostra collettiva d'arte dal titolo "Cartoons" organizzata dalla Casa degli Artisti "Arte Eikon" di cui è leader e animatore il maestro d'arte Giovanni Longo, personaggio conosciutissimo a Catania e dintorni per le sue qualità artistiche ed umane. Oltre 45 artisti espositori metteranno in mostra le loro creazioni ispirate al mondo del fumetto e dei cartoni animati. Presenzierà all'inaugurazione il critico d'arte Raimondo Raimondi (nella foto col maestro Longo). Il termine cartoon, diffuso anche nella lingua italiana come sinonimo di "cartone animato", è a sua volta derivato dai "cartoni" con riferimento ai disegni preparatori arazzi e affreschi e nella lingua inglese designa le vignette umoristiche presenti nei giornali, in tal senso utilizzato per la prima volta nel 1843 nella rivista londinese "Punch". Lilly e il vagabondo, Grimilde, Candy, Ufo Robot, La Sirenetta, Pinocchio, Minnie, Topolino, Nonna Papera, Batman, Diabolik, Aladin, Zagor, Cappuccetto Rosso, Frozen e tanti altri personaggi sono stati ritratti in alcune delle bellissime opere che il pubblico potrà vedere nella Mostra organizzata da Giovanni Longo, realizzate da tanti artisti e maestri d'arte. Costoro sono stati stimolati da una tematica tanto amata dai bambini, ma che fa tornare tutti noi per un momento all'infanzia, nel ricordo di quelle immagini che hanno popolato i nostri anni più belli e spensierati e che ora rallegrano e appassionano i nostri nipoti. La mostra sarà visitabile dal 9 al 16 aprile tutti i pomeriggi dalle 17.00 alle 20.00.

longo

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 01/04/2016 alle  14:43:08, nella sezione CULTURA,  458 letture)

mulas fotoLa Carovana degli Artisti, in collaborazione con il Club Rotary di Pachino e il collettivo Poetaretusei432, organizza due appuntamenti straordinari, il 21 e 22 aprile, nei quali sarà presentato un personaggio di grande valenza artistica e umana, Giovanna Mulas (nella foto), poetessa e scrittrice sarda, pluricandidata al premio Nobel per la Poesia e la Letteratura. La scrittrice racconterà le varie sfaccettature di violenza e di rinascita tratte dalla sua esperienza umana e dal percorso artistico intrapreso fatto di poesia ed impegno sociale. L'evento avverrà nei meravigliosi borghi marini di Marzamemi e Portopalo di Capo Passero. Il primo appuntamento prevede l'incontro con gli studenti delle scuole superiori, il secondo appuntamento, aperto a tutti, prevede l'incontro con i poeti siciliani. Durante gli incontri con Giovanna Mulas sarà possibile acquistare le opere della scrittrice. Sponsor della manifestazione sono il Club Rotary di Pachino, la Società Cooperativa Sociale Leonardo di Pachino, l'Agenzia di viaggi Melagodo di Pachino e il Movimento Cambiamenti di Pachino. Giovanna Mulas, nata a Nuoro il 6 maggio 1969, è membro onorario della Giornalisti Specializzati Associati (GSA) di Milano, membro del World Poetry Movement (WPM), pluriaccademica al merito, tradotta in 5 lingue, vincitrice di numerosi premi letterari internazionali tra i quali nel 2008 il Premio Internazionale per l'Arte e la Cultura Giosuè Carducci a Roma (Associazione Culturale La Conca).

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1

 2385 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (222)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (59)
COSTUME E ATTUALITA' (111)
CRONACA (720)
CULTURA (195)
EDITORIALI (26)
EVENTI (266)
LIBRI (179)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017

Gli interventi più cliccati

< settembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             


Titolo

 



Titolo
foto (1)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


20/09/2017 @ 11:27:17
script eseguito in 275 ms