\\ Home page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione (pubblicato il 26/07/2015 alle  19:15:12, nella sezione ARTE,  512 letture)

mostra avolaVernissage del Gruppo Versus Artecontemporanea, sabato 25 luglio ad Avola, negli ampi spazi espositivi dell’ex Refettorio dei Domenicani alla presenza del sindaco Luca Cannata e dell’assessore comunale alle Politiche Sportive e Artistiche Seby Baccio. Dopo il successo della recente mostra al Palazzo del Governo di Siracusa il gruppo Versus continua il suo programma di esposizioni. Versus è nato da un’iniziativa di arte e cultura ideata da un gruppo di artisti siciliani, che si sono riuniti attorno a un progetto di aggregazione, intraprendendo un percorso comune di condivisione di principi e di valori. Dopo il saluto del sindaco Cannata, che ha ribadito la volontà dell’amministrazione in carica di supportare e incentivare le iniziative artistiche e culturali, il critico d’arte Raimondo Raimondi e la professoressa Giovanna Trefiletti, ideatori e ispiratori del movimento artistico, hanno presentato e illustrato al numeroso pubblico presente in sala le opere degli artisti in mostra, pittori, fotografi e scultori provenienti dalle province di Catania e di Siracusa: Lino Baio, Salvatore Barbagallo, Mariaconcetta Birrico, Giovanni D’Amico, Vanessa De Grandi, Sebastiano Dipasquale, Anastasia Guardo, Vito Guardo, Santo Paolo Guccione, Rita Marta Massaro, Armando Nigro, Raimondo Raimondi, Marinella Raniolo, Giovanna Trefiletti, Patrizia Trefiletti e Cetty Urso.

“L’Arte – ha detto il critico d’arte e giornalista Raimondo Raimondi, cofondatore del gruppo - è testimonianza del proprio esistere in questa terra e in questo tempo, posseduta ed espressa con gioia e insieme con sofferenza, come memoria e ricordo, come consapevolezza di se e riunione con l’immensità del creato, come capacità di uscire dalla monotona quotidianità esistenziale e incontrarsi con l’infinito. L’artista di Versus – ha aggiunto - è un pioniere, ha curiosità e inventiva, sperimenta nuove forme, nuovi colori, nuove materie, nuove tecnologie, allarga i suoi confini e lo fa come individualità che, però, fa parte di un organismo cui regala qualcosa di se e riceve in cambio incoraggiamento e stimolo”. Momenti di buona musica eseguiti dal fisarmonicista Corrado Strano e dal batterista Carmelo Scalora hanno accompagnato i visitatori cui è stato offerto un ricco cocktail. Carmelo Greco il fotografo ufficiale dell’evento, che è stato ripreso dall’emittente televisiva Canale 8.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 10/07/2015 alle  15:48:52, nella sezione EVENTI,  756 letture)

cavalleriaIl 9 luglio in piazza Duomo ad Augusta è stato il giorno della messa in scena della Cavalleria Rusticana, evento fortemente voluto da Marcello Giordani. Il Sindaco di Augusta Cettina Di Pietro aveva dichiarato: “Con Cavalleria Rusticana inizia l’estate augustana. Siamo felici di ospitare nella nostra città una produzione così importante e ci rendiamo disponibili ad avviare una collaborazione per trasformare questo evento in un appuntamento annuale”. Una storia di passione e di morte, Cavalleria rusticana, in cui la violenza è riscattata da un alone di nemesi domestica, da una hybris che ubbidisce a norme morali più imperiose di qualunque legge scritta, dall’andamento e dalla classica misura della tragedia greca. A definirla così è stata Sarah Zappulla Muscarà, ordinaria di letteratura italiana all’Università degli Studi di Catania, che ha voluto apportare un suo breve contributo critico pubblicato nei libretti di sala. “Una tragedia collettiva, un sacrificio corale raccontato con la voce (il canto) e il corpo (la danza). Lo spettatore si è trovato coinvolto in una storia che non può lasciare indifferenti e ha scoperto, con gli occhi di un bambino curioso, tutti quegli artifici scenici nascosti” – ha commentato così Lino Privitera, regista e coreografo. Per Marcello Giordani (che ha vestito i panni di Turiddu) è un sogno che si è realizzato: “Mio padre mi regalò tanti anni fa un vinile con Cavalleria Rusticana, me ne innamorai subito e così iniziò la mia passione. Il sogno di mio padre era vedere al Castello Svevo la messa in scena di Cavalleria Rusticana ad Augusta. Questo spettacolo è dedicato alla sua memoria, quello che sono oggi è soprattutto merito suo. Ringrazio la fondazione israeliana canadese per aver creduto in questo progetto”. L’orchestra filarmonica belliniana è stata diretta dal maestro Antonino Manuli con i coristi del Bellini e gli allievi della YAP diretti dal Maestro Rosy Messina. Una gran massa di pubblico è accorso in piazza Duomo ad applaudire Giordani e i suoi collaboratori, rendendo il centro storico augustano vivo e vissuto come non succedeva da tempo, soprattutto d’estate, vista l’assenza totale in questi ultimi anni di eventi artistici e culturali rivolti alla cittadinanza.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 08/07/2015 alle  10:58:11, nella sezione CRONACA,  480 letture)

sergio pillitteriIl segretario del circolo del Partito Democratico Tiche Epipoli, Sergio Pillitteri (nella foto), denuncia una delicata situazione verificatasi in via Calatabiano, dove i lavori per la ricostruzione del plesso scolastico ivi ubicato segnano il passo senza che sia pervenuta una qualunque giustificazione da parte dell’amministrazione comunale riguardo a questa incresciosa inattività. Scrive Sergio Pillitteri nella sua nota: “Cosa sta facendo questa amministrazione in via Calatabiano, tutto è fermo, tutto tace. Parliamo della ricostruzione della scuola nella quale il cantiere è inattivo, non c'è nessuno. Ho avuto modo di verificare che nell'area del cantiere per la ricostruzione della nuova scuola di via Calatabiano, non vi è alcun operaio in attività, anzi l'area è in questo stato da mesi. Mi sono pervenute tante lamentele dai residenti di via Calatabiano, nel quartiere Tiche, lo spazio è stato invaso da cumuli di materiale edile scaricato e questo crea disagi per le abitazioni limitrofe. Sembra un cantiere abbandonato e questo stato di collasso, sia per i residenti della zona che per lo stop effettivo dei lavori non può permanere per altri mesi. I cittadini vogliono sapere che succede. Perché è tutto fermo? L'edificio è ancora lontano dal completamento, questa condizione è assolutamente da evitare, bisogna che i lavori riprendano e gli operai espletino giornalmente la loro attività, al fine di completare e rendere fruibile al più presto l'intera area, che ricordo è circondata da abitazioni e prospiciente all'ingresso del mercatino rionale giornaliero”.

Ricordiamo che si era nel marzo del 2013 quando il Comune di Siracusa, rappresentato dal Segretario Generale, dott. Giovanni Tracia, e dall’Ingegnere Capo, Ing. Andrea Figura, stipulò il contratto con la ditta “Scaes Srl” per la ricostruzione dell’edificio scolastico di via Calatabiano, opportunamente smantellato qualche anno prima per la presenza di amianto.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 06/07/2015 alle  20:01:32, nella sezione LIBRI,  723 letture)

CIURCINAPresentato il 7 luglio nel salone di rappresentanza della Camera di Commercio di Siracusa il romanzo “Il segreto di Bukir”, opera prima di Angelo Ciurcina. Lo scrittore è nato a Buccheri il 18 Agosto 1947 ma vive a Siracusa. Ha lavorato presso il Comune di Siracusa occupandosi, per circa 30 anni, della organizzazione di manifestazioni culturali, turismo e spettacoli. Ha fondato e diretto il laboratorio teatrale di Buccheri. Attore e regista ha partecipato, a produzioni teatrali, cinematografiche e televisive. Ha scritto commedie per il teatro, sia in lingua che in dialetto. Le opere "Amaru ccu muori", "Basta ca c'è a saluti", "Gisù e Sasà", "Il Pizzo", "Giustina", sono state rappresentate. Intensa la trama del suo romanzo: Rossini e' preoccupato delle sorti della Chiesa cattolica, che perde ogni anno sempre più fedeli. Aiutato da altri tre cardinali progressisti, tenta in tutti i modi di rimodernarla, ma è sempre ostacolato dai conservatori che mal tollerano qualsiasi tipo di cambiamento. In aiuto di Rossini e dei suoi fedeli Cardinali arriva l'eredità del Papa Celestino, morto assassinato, che lascia loro un cofanetto contenente il terzo segreto di Fatima. La lettura e l'interpretazione che ne danno è l'occasione per studiare un piano d'azione mirabolante, che potrebbe aiutare la Chiesa ad uscire dalla crisi. La realizzazione del piano coinvolge diversi personaggi, che con ruoli e tempi diversi si spostano dalla Sicilia, al Piemonte, alla Francia, fino ad arrivare in Cina. Il compimento del piano porterà a un risultato inaspettato che metterà in serio pericolo la stessa Chiesa e creerà non pochi conflitti con la maggioranza dei Cardinali conservatori e lo stesso Papa nonché con gruppi terroristici emergenti. L'intreccio del romanzo è una sequenza di colpi di scena che mescolano alla narrazione fantascientifica luoghi esistenti e tempi storici esistiti.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 05/07/2015 alle  18:38:44, nella sezione ARTE,  564 letture)

locandina mostraSecondo appuntamento del Gruppo Versus Artecontemporanea sabato 25 luglio alle 18,30 negli spazi espositivi dell’ex Refettorio dei Domenicani di Avola (sala intitolata al maestro Corrado Frateantonio), con ingresso da Piazza Teatro. Dopo il successo della recente mostra al Palazzo del Governo di Siracusa il gruppo si presenta al pubblico avolese in occasione della festa della patrona S. Venera. Anche questo evento, patrocinato dal Comune di Avola, Assessorato Fund Raising, Politiche Sportive e Artistiche, è curato dal critico d’arte Raimondo Raimondi e dalla professoressa Giovanna Trefiletti che presenteranno le opere degli artisti aderenti al sodalizio: pittori, fotografi e scultori provenienti dalle province di Catania e di Siracusa. Essi sono: Lino Baio, Salvatore Barbagallo, Mariaconcetta Birrico, Giovanni D’Amico, Vanessa De Grandi, Sebastiano Dipasquale, Anastasia Guardo, Vito Guardo, Santo Paolo Guccione, Gaetano Interlandi, Rita Marta Massaro, Armando Nigro, Raimondo Raimondi, Marinella Raniolo, Giovanna Trefiletti, Patrizia Trefiletti e Cetty Urso.

L’esperienza del Gruppo Versus nasce da un’iniziativa di arte e cultura ideata da un gruppo di artisti siciliani, che si sono uniti intorno a un progetto di aggregazione, intraprendendo un percorso comune di condivisione di principi e di valori. Versus si esprime nella lettura critica della contemporaneità, ricorrendo alla bellezza come antidoto contro la barbarie, idea che ritiene verità assoluta alla quale ogni artista deve ispirarsi applicando comunque un proprio codice di significati e un proprio linguaggio estetico, in piena libertà ma in armonia con il gruppo cui aderisce. Versus accoglie aderenti per i quali l’Arte è essenziale alla vita, una vita ricca di pulsioni interiori e di comunicazione del proprio “io” a un contesto sociale di riferimento. “L’Arte – ha scritto nella Charter di Versus, una sorta di manifesto programmatico, il critico d’arte Raimondo Raimondi, cofondatore del gruppo - è testimonianza del proprio esistere in questa terra e in questo tempo, posseduta ed espressa con gioia e insieme con sofferenza, come memoria e ricordo, come consapevolezza di se e riunione con l’immensità del creato, come capacità di uscire dalla monotona quotidianità esistenziale e incontrarsi con l’infinito”. La mostra resterà aperta fino al 30 luglio. All’inaugurazione presenzierà il sindaco di Avola Luca Cannata e l’assessore comunale alle Politiche Sportive e Artistiche, Fund Raising, Sebastiano Baccio.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 04/07/2015 alle  15:02:52, nella sezione CRONACA,  802 letture)

foto ospedale muscatelloMimmo Di Franco ha fatto pervenire in redazione una sua nota concernente annose problematiche dell’Ospedale Muscatello di Augusta. Riportiamo integralmente qui di seguito il testo:

“Fra qualche giorno saranno trascorsi 3 anni e 6 mesi, da quando la Direzione della Raffineria Esso donò all’ospedale Muscatello di Augusta il duodenoscopio. Nonostante le promesse e i proclami tale strumento, che permette lo studio e la terapia delle malattie delle vie biliari, duodeno e pancreas, si trova conservato da qualche parte senza essere utilizzato. Durante i vari solleciti, affinché non facesse la fine della camera iperbarica comprata per il “Muscatello” con i soldi dei contribuenti circa 20 anni fa per 2 miliardi di lire e svenduta all’asta per 5 mila euro (circa 10 milioni di vecchie lire), la direzione sanitaria ha fornito diverse giustificazioni :A) L’acquisizione dello strumento dal parte dell’ASP di Siracusa; B) La mancanza dell’acceleratore di Brillanza; C) La formazione del personale; D) La verifica della disponibilità a ricoverare pazienti da altri ospedali. Agli inizi di Novembre del 2012 l’ex Commissario dell’ASP Zappia deliberò una convenzione con l’ASP di Catania che, oltre ad accogliere la richiesta di training del personale medico e infermieristico, rese disponibile il dr. Giovanni Magrì, direttore dell’unità operativa gastroendologica di Acireale, uno dei maggiori esperti del campo di ERCP, il quale avrebbe messo a disposizione una seconda apparecchiatura in caso di necessità. A tutt’oggi quest’esame è effettuato a Catania o ad Acireale mentre l’endoscopista del Muscatello si reca ogni settimana a Siracusa per il tirocinio, lasciando scoperto l’ospedale megarese per gli esami di colonscopia. Ricordo che, per questi ultimi esami, i tempi di attesa sono di oltre 1 anno e che gli utenti non si possono permettere il lusso di pagare 140 euro per ogni esame di controllo routinario. A seguito delle lunghe liste di attesa fu fatta una denuncia alla stazione Carabinieri di Augusta e l’ex Commissario Zappia nominò una task force per individuare i motivi del ritardo delle liste di attesa ma queste rimangono, a tutt’oggi, sempre lunghe. La mia protesta non vuole essere un accanimento mediatico contro l’ASP ma si deve pur registrare come non siano stati rispettati dalla direzione dell’ASP gli impegni assunti durante le proteste per la chiusura dei reparti di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria di attivare contestualmente l’Oncologia di eccellenza, la Neurologia e la permanenza con atto aziendale della Pediatria, come previsto in una riunione in Prefettura. Da ex componente del Comitato pro Ospedale e soprattutto da cittadino, mi sono assunto l’obbligo morale di impegnarmi a vigilare affinché l’Ospedale Muscatello sia funzionante in tutti i suoi reparti, soprattutto per i più deboli quali gli anziani e i bambini. All’inizio del 2015 fu chiusa la sala operatoria, per carenze delle norme di sicurezza e delle norme igieniche, con la promessa che i lavori sarebbero durati circa 5 settimane. Oggi si è venuti a conoscenza, essendo ancora la sala chiusa, che due chirurghi sono stati trasferiti altrove, caricando sui rimanenti il lavoro anche di reperibilità. Siamo a luglio e non si vede luce all’orizzonte. Si ha l’impressione che si voglia trasformare l’ospedale in un PTA, mortificando una popolazione che vive in una zona ad alto rischio ambientale e che sta pagando a caro prezzo la propria sopravvivenza. Se entro luglio non sarà riaperta la sala operatoria, presenterò un esposto alla compagnia dei Carabinieri di Augusta, affinché siano verificati i motivi del ritardo dei lavori per il completamento della sala operatoria e dell’organico dell’ospedale, come previsto dal Decreto assessoriale n. 1377 del 25.05.2010. Trovandoci in una zona industriale – conclude Di Franco - dovrebbe essere obbligatoria l’attivazione di un elisoccorso per eventuali incidenti anche nelle ore notturne”.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 01/07/2015 alle  11:36:00, nella sezione VIDEO,  560 letture)

"The Kiss-Quando Venere e Giove si uniscono": una piccola ma suggestiva clip, opera dei registi Giorgio Nanì La Terra e Mariarosa Grasso, riguardante Venere Giove e la Luna, vista da Siracusa, dell'avvicinarsi e dell'allineamento (durato quasi un mese). Musiche di Massimiliano Di Stefano.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Redazione (pubblicato il 01/07/2015 alle  11:17:49, nella sezione EVENTI,  595 letture)

aretusa sound locandinaAncora un evento a cura dell'associazione culturale “Per la città che vorrei”: questa volta è di scena il lancio di un nuovo gruppo musicale live, gli Aretusa sound. Che si esibiranno venerdi 3 luglio all3 19,30 presso l’Antica Masseria di Siracusa. “Siamo sempre disponibili ad accogliere nuovi gruppi talentuosi del nostro territorio, sono loro i protagonisti del nuovo modello culturale di cui la città e la provincia deve dotarsi” afferma Sergio Pillitteri, Presidente dell’associazione. "À Paris" è uno spettacolo musicale che vuole ricordare il fenomeno più importante e culturalmente più accreditato della canzone europea, legato agli chansonniers francesi, che ha il suo centro nel periodo compreso tra gli anni ‘30 e i primi anni ‘50, con una ripresa intorno agli anni ’60. Il gruppo Aretusa Sound farà ascoltare un excursus fra i brani più famosi di alcuni di questi chansonniers.

Il gruppo nasce dalla volontà di Pino Cultrera di riunire gli amici che come lui hanno vissuto gli anni '60 da musicisti siracusani, da cui il nome “Aretusa Sound”. Negli anni '60 Siracusa è stata un fiorire di gruppi musicali, nel 1966 nascono “The Five” (di cui Pino era chitarra solista) l'inizio della sua avventura musicale mai sospesa e che tutt'ora lo porta sempre alla ricerca di nuove esperienze musicali. Nel 1964 nasce il “Gruppo Estivo” il cui batterista era Santino Fidone, e che oggi arricchisce le performance del gruppo con le sue percussioni. Nel 1960 nascono i “K4 Fe(CN)6” in cui chitarra solista era Nino Grande, che, oggi, con la sua chitarra conferisce al gruppo il sound della Siracusa beat degli anni '60. E dulcis in fundo fa parte di questo gruppo quella che nel pentagramma del ventennio '60/'80 di Siracusa fu definita l'ottava nota musicale, quella gentile, quella che ha reso più vivace ed interessante il panorama omogeneo e già troppo al maschile dei complessi di casa nostra, Lucia Cunsolino; Ha suonato con i Falchi, con i Jolly Five; ha partecipato ad Ariccia '68, Castrocaro '70 e '72.

Articolo Articolo   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1

 1687 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (222)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (59)
COSTUME E ATTUALITA' (113)
CRONACA (722)
CULTURA (195)
EDITORIALI (26)
EVENTI (288)
LIBRI (181)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017

Gli interventi più cliccati

< novembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


19/11/2017 @ 22:31:00
script eseguito in 228 ms