\\ Home page : Articolo : Stampa
LA A.S.D. PALLAVOLO AUGUSTA RITORNA AL PALABRUCOLI
di Redazione (pubblicato il 21/04/2014 alle  10:30:48, nella sezione SPORT,  830 letture)

Perviene in redazione il seguente comunicato che pubblichiamo:

Dopo avere ospitato, per 15 lunghissimi giorni, oltre 150 giovani sfortunati migranti, la palestra è tornata fruibile per le attività sportive. A conclusione di un lungo girovagare per la provincia aretusea e catanese le numerose squadre della società hanno potuto fare rientro a casa. La dirigenza della associazione desidera ringraziare quanti, in questo difficile periodo per la sopravvivenza stessa della Pallavolo Augusta, hanno contribuito a superare le difficoltà che, via via, si sono presentate. Il motore del vero e proprio “risorgimento” della società sono stati i genitori degli allievi/e delle squadre giovanili. Si sono organizzati, hanno rilasciato interviste, hanno coinvolto politici ed autorità, si sono spesi per dare testimonianza della assoluta credibilità del progetto sportivo ma anche di crescita sociale che è in atto presso il Centro Sportivo di Brucoli, il sentirsi defraudati di questo “contenitore” anche se indiscutibilmente per fini umanitari, ha provocato in loro un vero e proprio moto di rivalsa. Un sentito ringraziamento va a tutte le società di pallavolo che hanno dimostrato la loro vicinanza mettendo a disposizione gli impianti di Floridia, Carlentini, Siracusa, Canicattini e Catania ed ai vari organi della FIPAV nazionale, regionale e provinciale che hanno agevolato spostamenti, rinvii e cambi campo, al CONI Provinciale per il sostegno istituzionale; alle varie autorità che hanno messo a disposizione le loro palestre per gli allenamenti (Marina Militare, alla dirigente del 1° Istituto Comprensivo Dott.ssa Agata Sortino, al dirigente del 2° Istituto Superiore Prof. Carmelo Gulino); agli organi di stampa che hanno puntato i riflettori su una vicenda che da una parte ha sottolineato la volontà e la capacità della comunità locale di dare accoglienza ai profughi ma nel contempo sentito forte la necessità di manifestare il disagio nel vedersi scompaginata una realtà sociale consolidata altamente educativa e formativa; alla Commissione Straordinaria al Comune di Augusta che, anche se “stritolata” dalla necessità ha tuttavia dialogato con la rappresentanza dei genitori e con la associazione stessa contribuendo, di fatto, a superare questa emergenza che ha messo a serio rischio la sopravvivenza della società stessa; agli atleti, coinvolti in numerosi campionati, sottoposti a stressanti trasferimenti serali o, peggio ancora, senza potersi allenare, hanno comunque cercato di dare il loro meglio in campo anche con il disagio causato dai problemi di carenza di allenamento; ai genitori degli atleti che, non cedendo allo sconforto, hanno collaborato la società con la loro costante e generosa presenza, assicurando la partecipazione delle squadre alle partite di campionato anche se giocate tutte in trasferta. Infine ai dirigenti della A.S.D. Pallavolo Augusta sottoposti ad un superlavoro organizzativo e di rappresentanza oltre che di rassicurazione degli atleti”.