\\ Home page : Articolo : Stampa
NASCE AD AUGUSTA UNA SUPERASSOCIAZIONE SU INPUT DELL’UNITRE
di Redazione (pubblicato il 14/03/2014 alle  20:36:09, nella sezione CRONACA,  883 letture)

logo assE’ appena nata in Augusta una nuova creatura sociale: il “Gruppo 3 A - Associazioni Augusta Attiva”. Il gruppo si è costituito, su iniziativa dell’Unitre di Augusta, raggruppando 11 associazioni di volontariato che desiderano contribuire al miglioramento della qualità della vita nella nostra città. Si tratta quindi di un gruppo di associazioni di Augusta “a difesa della Cultura, Umanità e Cittadinanza Attiva per migliorare la qualità della vita nella città”, così come evidenziano i valori espressi nello statuto. Durante gli incontri propedeutici si è lavorato su una bozza di regolamento funzionale fino all’incontro del 19 febbraio durante il quale è stato approvato quello definitivo con la sua struttura costituita dall’Assemblea dei soci, dal Comitato direttivo e segreteria, dai Fondi per la gestione. Tale raggruppamento di Associazioni si dichiara a-partitico e a-religioso, ed ha lo scopo di collaborare e interloquire con le pubbliche istituzioni per il raggiungimento dei fini indicati. Nella citata riunione i rappresentanti delle Associazioni, all’unanimità, per il primo triennio hanno eletto a presidente del Gruppo il dr. Giuseppe Caramagno e a segretario il Rag. Antonio Accettullo. In questa fase costitutiva le Associazioni aderenti sono: UNITRE AUGUSTA, HANGAR TEAM, GRUPPO SPONTANEO DONNE E MAMME, LEGAMBIENTE, ASSOCIAZIONE GENITORI E FIGLI, ICOB, NUOVA AUGUSTA, MISERICORDIA AUGUSTA, IL FARO ONLUS, GUARDIA COSTIERA AUSILIARIA AUGUSTA, AUGUSTA PHOTO FREELANCE. Con formale richiesta potranno presentare domanda di adesione al “Gruppo” tutte le associazioni, sia ONLUS che non, che ritengano di condividerne gli scopi. Il "Gruppo" , come tale, non parteciperà a manifestazioni pubbliche di pressione sulle pubbliche istituzioni a sostegno delle proprie tesi o di dissenso a quanto viene adottato o da adottare da parte delle pubbliche istituzioni stesse; la singola associazione rimane comunque libera circa le iniziative da adottare verso le pubbliche istituzioni. Il Comitato direttivo ha deciso di porsi, come obiettivi prioritari: il problema dei “migranti giovani” ormai continuamente in transito nella nostra città; l’annoso e mai risolto problema degli scarichi fognari della città nel mare circostante; la soluzione relativa al miglioramento e sicurezza della viabilità nella città, con precedenza alla zona adiacente i plessi scolastici del “Ruiz”, del “D. Costa, Sede centrale e Scuola dell’Infanzia”. Contestualmente il presidente Caramagno informa che cercherà di affrontare: la questione relativa alla creazione della “Casa del volontariato”, ovvero di un edificio da ottenere in comodato d’uso , da parte di strutture o enti pubblici, e messo a disposizione delle Associazioni aderenti al Gruppo per organizzare le attività sia comuni al Gruppo che quelle peculiari di ciascuna di esse; l’approntamento e l’organizzazione di una palestra per cardiopatici con personale specializzato.