\\ Home page : Articolo : Stampa
DONNE IN MOSTRA ALLA GALLERIA ROMA DI SIRACUSA
di Redazione (pubblicato il 09/03/2014 alle  13:42:13, nella sezione ARTE,  2049 letture)

alessi-orecchiaDall’8 al 14 marzo la Galleria Roma di Piazza S. Giuseppe a Siracusa ospiterà la mostra collettiva di pittura dal titolo “DONNA” curata da Laura Alessi (a sx nella foto con la pittrice Silvia Orecchia) e presentata da Adriana Falcone che così si è espressa: “Donna come corpo o come carattere, amica preziosa o incompresa nemica, amante o madre, forte o debole...si può dire che l'arte abbia colto ogni suo aspetto, ma mai la sua interezza, perché la donna stessa è un caleidoscopio di manifestazioni, un'altalena di stati d'animo, un dilemma tra bisogni e desideri, sempre diversa dalle altre donne e persino da sé stessa. La donna da secoli è oggetto dell'arte. A partire dalle rappresentazioni e sculture della preistoria, fino ad arrivare ai giorni nostri alle splendide pitture degli artisti moderni e contemporanei...dalla Venere di Milo alla Donna nel bagno di Botero. Da dea a santa, da madre a peccatrice, da etereo angelo a diabolica tentatrice, è sempre stata simbolo della figurazione per eccellenza, l'archetipo della dimensione umana. E' alla forma della donna che l'artista consegna il giudizio estetico dell'arte. Citando le parole di Virginia Woolf possiamo dire che: “Le donne hanno avuto la funzione, in tutti questi secoli, di specchi, dal magico e delizioso potere di riflettere la figura dell’uomo in una misura due volte il naturale”. Ed è proprio per questo motivo che l' artista nei secoli ha scelto come soggetto delle sue opere la figura femminile, confrontando con essa le proprie lacune interiori, così da poter definire quella metà di sé che lo completa. Ma è anche vero che la donna tanta importanza ha avuto nell'arte quanta meno ne ha avuta nella società...ancora oggi, nel terzo millennio, e in una società civilizzata come la nostra, molte difficoltà trova ad affermare il proprio intelletto e le proprie capacità lavorative...ottenendo solo in rari casi ruoli ufficiali con parità di diritti e doveri con l'altro sesso, nonostante questi ultimi le siano giuridicamente riconosciuti. Eppure, molte personalità femminili di spicco sono emerse nei secoli, Maria Montessori, Rita Levi Montalcini, Margherita Hack, che hanno contribuito di gran lunga a migliorare la qualità della nostra vita. Ma nonostante tutto sembrerebbe quasi che se le donne avessero avuto le stesse libertà degli uomini, non ci sarebbe stata in loro quella fatalità che tanto ha ispirato artisti di tutti i tempi”. Grazie al progetto di Laura Alessi, artista appassionata, la mostra si propone di onorare la figura della donna e permette a validi artisti emergenti di esprimersi sui vari temi che la riguardano, che per ultimo si ripropongono alla Galleria Roma al termine del tour “Fiori d'Amore”.

Gli artisti partecipanti a questa prima “trance” di esposizione e alla successiva mostra dal 15 al 21 marzo (scelta resa obbligatoria dal numero degli artisti che aderiscono all’associazione della Alessi) sono: Santina Laura Alessi, Maria Teresa Asaro, Stefania Barbagallo, Danila Bazzano, Silvana Belfiore, Zelinda Borella, Flavia Bravetti, Adele Caruso, Marika Cassone, Paola Cucurullo, Antonio Ciaffaglione, Margherita Davì, Francesca Floridia, Sebastiano Garofalo, Vincenzo Grancagnolo, Rosario Greco, Rita Guastella, Monica Italia, Federica Livia, Carmen Monaco, Cetty Midolo, Giusy Musso, Armando Nigro, Vincenzo Nitto, Silvia Orecchia, Patrizia Pannuzzo, Francesco Pira, Vincenzo Rossitto, Donata Tropiano, Lucia Salerno, Francesca Tarantello e Giusy Zivillica.