\\ Home page : Articolo : Stampa
IL GOVERNATORE TURCHETTI CONCLUDE LA CHARTER DEL KIWANIS DI AUGUSTA
di Redazione (pubblicato il 02/03/2014 alle  14:12:12, nella sezione EVENTI,  1357 letture)

charter1L’intervento del Governatore del Kiwanis Distretto Italia - S.Marino, l’economista prof. Carlo Turchetti (nella foto), ha concluso la cerimonia di celebrazione della 34^ Charter del Kiwanis Club di Augusta, presieduto dal dott. Raimondo Raimondi, nell’elegante cornice del Circolo Ufficiali M.M. “P. Vandone” di Augusta.

Presentata dal cerimoniere ing. Domenico Morello, presente anche il Luogotenente Governatore del Kiwanis International Divisione Sicilia Sud-Est dott. Luigi Barone, la cerimonia è iniziata con l’omaggio alla bandiera italiana e a quella europea e l’ascolto dei rispettivi inni. Presenti il contrammiraglio Roberto Camerini, Comandante Militare Marittimo Autonomo in Sicilia, il contrammiraglio Giuseppe Abbamonte, Direttore dell’Arsenale Marina Militare di Augusta e il capitano di vascello Giuseppe Barbera, Comandante di Maribase Augusta. Rappresentati tutti i Kiwanis Club della Divisione Sicilia Sud-Est e i Club Kiwanis di Zafferana Etnea e di Paternò, gemellati con Augusta. Presenti anche i presidenti dei Club Services cittadini Lions Host, Rotary, Inner Wheel e Fidapa.

charter2Il presidente Raimondo Raimondi ha relazionato sulle attività del Club già realizzate nel primo periodo della sua presidenza e ha illustrato gli eventi in programma nell’immediato futuro. “Il Kiwanis - ha ricordato - serve i bambini del mondo, dando assistenza nelle malattie, possibilità di avere una istruzione, protezione nelle avversità e possibilità di esercitare i loro diritti. I bambini con le loro speranze e i loro sogni sono il futuro, il nostro futuro. Con il nostro costante impegno in questi anni il Kiwanis International ha salvato la vita di milioni di bambini con il progetto “Eliminate”, che ha l’ambizioso scopo di sconfiggere il tetano neonatale nei paesi del terzo mondo”. Un cenno a parte il presidente ha riservato alla tragica vicenda dei migranti che stanno arrivando in massa anche nel porto di Augusta: “Una riflessione s’impone – ha detto Raimondi - in quest’anno di grazia 2014 allorché proprio sulle nostre coste augustane stanno sbarcando in continuazione migliaia di migranti e tra loro centinaia di bambini, e allora forse dovremmo spostare la mira delle nostre buone azioni, perché il diritto alla vita che vogliamo garantire a questi bambini all’atto della nascita, dovremmo continuare a garantirlo anche ora che posano i piedi sulla terra italiana ed aiutarli anche ad avere un futuro migliore”.