\\ Home page : Articolo : Stampa
PRIMA CHE CI SCAPPI L'INCIDENTE GRAVE SULLA STATALE 124
di Redazione (pubblicato il 15/01/2014 alle  16:11:30, nella sezione CRONACA,  850 letture)

INCIDENTEUna riunione a brevissimo termine per trovare una soluzione che consenta la circolazione in sicurezza e che possa rendere più sicura la Statale 124, nel tratto che dalla città porta all'autostrada e che è, attualmente, oggetto di lavori di allargamento. È quanto chiedono stamattina i cittadini Angelo La Manna e Marcello Lo Iacono con una lettera inviata al Direttore Regionale dell’Anas e per conoscenza al Prefetto e al Sindaco di Siracusa. “Ci rendiamo conto – scrivono i due cittadini - che questo tratto interessato dai lavori di allargamento è un cantiere a tutti gli effetti ma occorre, comunque, rimuovere a brevissimo termine tutti i pericoli che sono presenti ed occorrerà trovare una soluzione che consenta di percorrerlo nel modo più sicuro. I tanti pericoli sono rappresentati dalla presenza di una scarsissima segnalazione, insufficiente a individuare in condizioni notturne o di avverse condizioni meteorologiche persino la stessa carreggiata. Difatti sono utilizzati segnali obsoleti, mal posti, che non evidenziano neanche gli stessi manufatti o pali della luce che si trovano al centro della carreggiata e che, tra l'altro, sono posti ad altezza d'uomo impedendo la visibilità. Il cambio repentino di direzione e le varie altimetrie sono testimoni di un lavoro programmatorio insufficiente che non può essere accettato da un normale buon senso. L'assoluta mancanza di evidenze di catarifrangenti e luci di segnalazioni rendono insicura la percorrenza del tratto, illuminato semmai da luci eccessive di esercizi commerciali che confondono ancora di più i limiti e la stessa sagoma del tratto. Per tali motivi – conclude la nota - siamo a richiedere l'intervento delle Autorità preposte al fine di intervenire sull'Anas come gestore della Strada Statale e sull'impresa incaricata di eseguire i lavori, affinché vengano rivisti i parametri e gli standard di sicurezza di tutto il tratto ed attenuare almeno, se non ad eliminare del tutto, le cause di possibili incidenti e i conseguenti disagi per gli automobilisti in marcia da o verso la città. Pensiamo a soluzioni che l’Anas potrebbe adottare senza tanti costi aggiuntivi e che potrebbero rendere più sicuro il traffico. Di questo vogliamo che si discuta e si decida e chiediamo,quindi, che venga convocata una riunione operativa al più presto”.