\\ Home page : Articolo : Stampa
ALLA SALA RANDONE SECONDO APPUNTAMENTO CON LA "CASA DEL CINEMA"
di Redazione (pubblicato il 15/01/2014 alle  14:50:10, nella sezione CINEMA,  856 letture)

RAIMONDI SCATASecondo appuntamento con la “Casa del Cinema” a Siracusa. Domani, 16 gennaio, presso la sala Randone a partire dalle 21, continua il viaggio concepito dal direttore artistico Renato Scatà nell’Italia di ieri e di oggi vista attraverso i film, i documentari, i cortometraggi. Poiché la "Casa" vuole essere anche luogo d'incontro, scambio di idee e promozione culturale, ecco che per questo secondo appuntamento è prevista non solo una proiezione ma anche una presentazione editoriale, quella relativa al romanzo  “Se avessi previsto tutto questo”  di Luca Raimondi (nella foto a fianco, a sinistra, proprio insieme a Scatà)

Il romanzo narra la storia di Carlo Piras, studente all’Università di Catania che vive i suoi diciotto anni incastonati nella metà degli anni ’90. A Catania Carlo spera di trovare nuovi amici e – forse, magari – il grande amore. Ha scritto Roberto Alajmo: “Luca Raimondi attinge all’autobiografia ma se ne distacca ironicamente, raccontando una generazione che pagava in lire e rimorchiava artigianalmente. Un romanzo di formazione impastato di umorismo ma speziato di malinconia. Un’epopea quotidiana tardo-adolescenziale in cui l’amore e l’amicizia sono i valori da esaltare e (occasionalmente) tradire.”

A seguire proiezione del film ”L’ultimo treno della notte” di Aldo Lado, un classico del cinema italiano "bis (o di serie "B", quello cioè più commerciale) datato 1975. Un film violento, senza speranza, di forte denuncia, con un finale agghiacciante. Scrive Scatà, a proposito di quella pellicola: “Alcune scene di violenza sulle ragazze hanno reso il film vietato ai minori di 18 anni, e anche se io li ho superati da un pezzo, posso assicurarvi che sono veramente pesanti, per questo il film non potrà mai passare in tv, a nessuna ora del giorno e della notte. Ma più che le scene violente del film (e ce ne sono), quello che più disturba è la cattiveria non dei due balordi, ma di chi si maschera da “buon cittadino” e sfrutta la violenza dei ceti più bassi per soddisfare le proprie voglie meschine e nascoste (forte denuncia sociale tipica degli anni ’70)”.

Ricordiamo che il progetto della Casa del Cinema è sostenuto dal Comune di Siracusa ed è nato in collaborazione con l'associazione culturale ILapilli e con l'attore Massimo Tuccitto, che ha allestito la seconda edizione dell'ottima rassegna teatrale "Tempo d'Aurora" all'interno di Sala Randone Aperta - Siracusa. La comunicazione online è a cura di "Abbola - Strategie di Comunicazione".

Prima o dopo lo spettacolo, è possibile prendere un buon drink da MR Boiler, a pochi passi dalla Randone. Esibendo l'abbonamento o il biglietto, subito uno sconto per il pubblico di Casa del Cinema Siracusa.

Per il programma completo: http://www.floridiafilmfest.it/2012/?portfolio=space-5