\\ Home page : Articolo : Stampa
SGRAVI FISCALI SULLA TARES PER CHI ADOTTA UN RANDAGIO
di Redazione (pubblicato il 14/01/2014 alle  20:47:11, nella sezione CRONACA,  947 letture)

RANDAGI TARESIl Comune di Francofonte ha emanato una delibera che concede ai residenti un bonus fino a 450 euro da scontare sulla bolletta Tares qualora venga adottato dalla famiglia un randagio. Stessa cosa a Solarino, dove il municipio si farà carico della Tares di chi adotta un cane fino a un massimo di 750 euro annui. Se si accetta di prendersi in casa due animali, lo sgravio vale doppio, e va diviso su due immobili. Questa agevolazione viene accordata nell'intento di ridurre i costi dei canili, che incidono sempre più pesantemente sui bilanci degli enti locali. A fronte degli sgravi concessi ai singoli cittadini i comuni risparmierebbero parecchio, visto che arrivano a spendere fino a 1.500 euro l'anno per ogni randagio ospite dei canili, che costa circa 4 euro al giorno. L'iniziativa quindi farà risparmiare il comune e i cittadini, e darà una famiglia a tanti randagi. Naturalmente sono previsti controlli affinché nessuno faccia il furbo sulla pelle dei cuccioli: infatti due volte l'anno i vigili andranno a controllare presso le famiglie affidatarie che l'animale sia dove deve essere e che stia bene.

Al primo impatto l’iniziativa è molto piaciuta agli animalisti e all'Ente Nazionale Protezione Animali, che da sempre si batte per il superamento dei canili. C’è da augurarsi che l’idea attecchisca anche negli altri comuni del siracusano e nel capoluogo di provincia, se i sindaci saranno sensibili alla problematica e capiranno che, visto che per loro i cani sono un costo, è ottima cosa spingere all’adozione mediante un incentivo