\\ Home page : Articolo : Stampa
A PROPOSITO DELL’ARCHIVIO STORICO DI SIRACUSA
di Marcello Lo Iacono (pubblicato il 14/01/2014 alle  20:35:37, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  838 letture)

Siracusa è una Città che ha l'intimo piacere di mostrarsi al mondo come depositaria di una cultura millenaria. Noi siracusani andiamo fieri di avere dato i natali ad Archimede e a Santa Lucia e indichiamo al mondo gli insegnamenti di cui siamo depositari. Ci prepariamo a celebrare il centenario delle rappresentazioni classiche e siamo orgogliosi di essere indicati come i più attenti custodi di una tradizione culturale, unica al mondo, di cui la nostra Città è la riconosciuta depositaria dei riti e della lirica di altri tempi. La città è Patrimonio dell'Umanità e pensiamo con questo di avere appagato il nostro desiderio inconscio di essere depositari di bellezze uniche e copiose. Da noi vi sono tutti i segni di una grandezza stratificata nei nostri porti e nelle nostre contrade, testimoni della storia trimillenaria che vi si è depositata. Siamo conosciuti per tutti questi antichi depositi, ma aspiriamo ad essere ricordati per un deposito più recente: quello della memoria storica della nostra città ospitata per ora in uno scantinato malsano. Non molti sanno infatti che da troppi anni abbiamo depositato, letteralmente a terra, l'Archivio Storico del Comune di Siracusa nel cantinato dell’Istituto “Mazzini-Verga” a Bosco Minniti. Sicuramente non lo sanno molti dei nostri amministratori che sono rappresentanti anche della nostra incultura e ai quali rivolgiamo ancora un appello.

C'è in questa Città qualcuno interessato a dare un'allocazione consona al suo valore all’Archivio storico abbandonato nello scantinato della nostra coscienza collettiva? C'è ancora in questa Città qualcuno che invece di cazzeggiare con le candidature alle cose impossibili si rimbocchi le maniche e tiri fuori dallo scantinato la vergogna di un'intera Città? C'è ancora in questa Città qualcuno che invece di triturarci l'esistenza con diatribe scipite di partito si rimbocchi le maniche e si impegni a portare in salvo un patrimonio di cui non siamo degni? C'è in questa Città di finta cultura classica qualcuno che oltre ad occuparsi di siparietti vari sia capace di valorizzare carteggi e documenti che sicuramente non sono giunti a noi per incartare il pesce? C'è in questa Città qualcuno che oltre a dispensare cittadinanze onorarie sia capace di dare cittadinanza alla nostra memoria collettiva? C'è in questa Città qualcuno che oltre ad appassionarsi del macero di schede elettorali voglia ridare dignità a documenti scritti da personaggi di epoche storiche antiche? C'è infine in questa Città una intellighenzia, che si possa scrivere anche senza acca, ma che si possa impegnare a salvare i documenti dell'archivio storico di Siracusa? Aspettiamo il deposito delle risposte!