\\ Home page : Articolo : Stampa
SEGNALAZIONE DI PERICOLO NELL’AREA DEL MERCATO DI VIA CAPITANERIA
di Redazione (pubblicato il 02/01/2014 alle  18:20:11, nella sezione CRONACA,  810 letture)

ponenteAnno nuovo problemi vecchi nella decadente Augusta dove le lamentele fioccano e poco si fa (o niente) da parte delle istituzioni pubbliche. Sarà per i problemi di bilancio o per i debiti pregressi, fatto sta che i cittadini, a fronte di infinite cartelle di pagamento per tasse e gabelle, ottengono in cambio pochi e scarsi servizi. Una delle segnalazioni che ci pervengono, una delle tante, riguarda i pilastri del mercato di via Capitaneria, segnalazione di pericolo che Mimmo Di Franco, sempre attento alle cose augustane, sottolinea in una sua nota:

“Qualche anno fa fu segnalato il dislivello di circa 30 cm sulla strada all’angolo tra via X Ottobre e via Alabo. Questo problema si è riproposto da qualche giorno poiché un tubo della fognatura si è rotto, con perdita di liquame verso il mercato, facendo intervenire la SAI 8 sul posto per la riparazione. Molto probabilmente la causa della rottura è dovuta allo scivolamento lento e millimetrico della strada. Senza voler creare allarmismi ma per tranquillizzare la popolazione residente, si vorrebbe sapere, considerato il vuoto sotto la strada visibile tra i pilastri, di cui alcuni mancanti ed altri con il ferro scoperto e ossidato, se il mercato sottostante affollato da ambulanti ed utenti, è da considerarsi al sicuro.

Nei primi di ottobre – continua Di Franco - fu data notizia alla stampa, da parte del deputato regionale Vinciullo, di un finanziamento per 5.827.437,00 destinato al comune di Augusta per la realizzazione di un parcheggio coperto a due livelli, con copertura adibita a piazzale, in zona antistante la Capitaneria di Porto di Augusta. Questo progetto va avanti oppure si è arenato nei meandri della burocrazia? Augusta ha bisogno di un mercato coperto ed igienicamente fruibile, compreso un ampio parcheggio che dia respiro all’isola e al centro commerciale per una ipotetica e stabile isola pedonale”.