\\ Home page : Articolo : Stampa
A CANICATTINI LIBERA ORGANIZZA UN CORSO SULL’OLIO D’OLIVA
di Redazione (pubblicato il 30/11/2013 alle  17:40:44, nella sezione EVENTI,  824 letture)

canicattini, piazza siciliaIl coordinamento provinciale di Libera e la Cooperativa Beppe Montana di Libera Terra, in collaborazione con il G.a.l. Val D’Anapo di Canicattini Bagni, organizzano presso la sala congressi di via P. Iolanda 51, il corso di formazione “Coltiviamo valori – l’Olio e l’Olivo nel cuore degli Iblei”.

“Consapevoli che lo strapotere delle mafie si combatta anche fornendo strumenti ai più giovani – dichiara l’associazione – con cui generare nuove opportunità di lavoro, e di come, nella crisi epocale che stiamo vivendo, per molti il futuro possa essere rappresentato dalla scelta imprenditoriale di un ritorno all’agricoltura, il corso vuole offrire innanzitutto quelle conoscenze tecnico-pratiche sull’olio d’oliva ed abbracciare tutti i possibili aspetti inerenti alla sua produzione. Grazie a agronomi esperti e qualificati verranno sviluppate le diverse varietà dell’olivo, le pratiche agricole connesse alla sua coltivazione, la potatura e l’innesto, le principali malattie che interessano la pianta, i metodi di raccolta, fino ad arrivare alla trattazione dei diversi sistemi di trasformazione, all’analisi delle qualità dell’olio e delle sue proprietà nutrizionali, all’assaggio guidato e alla valutazione organolettica, passando per una rassegna della normativa comunitaria. Sono previste anche visite guidate in aziende olivicole, frantoi e laboratori di analisi. Accanto a tali contenuti, si affronterà anche il tema dei beni confiscati alle mafie e di come il loro riutilizzo sociale – grazie alla legge 109/96 – possa costituire un’opportunità di sviluppo per il territorio”.

Nasce proprio con questo obiettivo il progetto Libera Terra - il consorzio di cooperative che gestiscono i terreni sottratti alla criminalità organizzata per ottenere prodotti biologici e di alta qualità incentivando un circuito economico sano che coinvolga altri produttori, forme d’impresa innovative che intrecciano l’aspetto economico a quello etico-sociale al fine di contrastare i poteri criminali. In particolare verrà focalizzata l’esperienza e l’impegno della cooperativa Beppe Montana nata nel 2010 tra le province di Siracusa e Catania, dove produce olio e arance con ottimi risultati sui terreni confiscati alla famiglia Riela e al clan Nardo. Il corso è indirizzato a tutti: ai più giovani che intendono riscoprire o portare avanti un’attività che i loro nonni hanno sempre condotto, a coloro che lo fanno già da anni e vogliono migliorare le proprie tecniche, ai piccoli produttori che vogliono accrescere la loro qualità, che vogliono innovarsi ed affinare le loro competenze per conquistare nuovi spazi di mercato.