\\ Home page : Articolo : Stampa
IL GOVERNATORE DEL KIWANIS TURCHETTI INCONTRA I PRESIDENTI DEI CLUB A RAGUSA
di Redazione (pubblicato il 15/11/2013 alle  14:20:05, nella sezione EVENTI,  1345 letture)

turchetti kiwanisIl Governatore del Distretto Italia-S.Marino del Kiwanis International, Carlo Turchetti (al centro nella foto), ha incontrato i presidenti dei Club Kiwanis della Divisione Sicilia Sud Est nel salone dell’Hotel “Quattordicigradi” di Ragusa. Presente il Luogotenente del Governatore dott. Luigi Barone, i presidenti dei Club hanno relazionato sulle loro attività. Per Augusta il presidente dott. Raimondo Raimondi (presente col segretario Ing. Nino Valastro) ha illustrato il programma per l’anno sociale a partire da quanto già realizzato come il Progetto “Una Cultura in tante Culture”, evento di portata internazionale promosso dal Club augustano e ospitato presso il Liceo Megara il 22 ottobre, e i prossimi appuntamenti con la Giornata Mondiale dell’Infanzia e, il 29 novembre, con il prof. Sebastiano Albergo dell’Università di Catania sul “Bosone di Higgs, la particella di Dio”. In programma anche una Mostra sul tema “L’antico testamento nelle incisioni di Gustave Dorè” e la Prima edizione del Premio “Kiwanis Augusta for children”, nel quale personalità in vari campi saranno premiate per il loro impegno a favore dei bambini.

Ha preso poi la parola il Governatore Turchetti, personalità ricca di un eloquio affascinante e forbito pur nell’estrema sintesi e chiarezza dei concetti esposti. Carlo Turchetti, economista di origini taorminesi ma romano d’adozione, vanta esperienze professionali ad alto livello: è stato mediatore civile presso il Ministero di Grazia e Giustizia, dirigente presso importanti istituti bancari, manager di multinazionali italiane, ma anche al vertice di enti cinematografici in Italia e all’estero. Autore anche di varie pubblicazioni sui temi del turismo, il traffico aereo e la crisi economica, Turchetti è Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, nonché Cavaliere del Sovrano Ordine di Malta. “Ci sono concetti essenziali in cui io credo fermamente e a cui impronto la mia fede kiwaniana, – ha detto Turchetti - l’amicizia vera e non ostentata, la lealtà, il sorriso, considerazione dell’altro, la partecipazione concreta, il freno alla pulsione retorica e la chiarezza delle regole, l’utilizzo sobrio ed appropriato del web. Dobbiamo avvertire il bisogno di uscire fuori dalle secche del provincialismo e coltivare i valori dei nostri ideali. Viviamo un momento della nostra storia europea in cui è presente il pericolo di deflazione. Siamo entrati, e lo dico da economista, in un mondo sconosciuto. La crisi finanziaria e sociale che ci avvolge però può portarci a ritrovare forza nel legame dell’amicizia e degli affetti solidali”. Ribadita l’importanza di portare avanti il progetto kiwaniano di “Eliminate” e dichiarata la disponibilità del Distretto di supportare service territoriali locali purché di comprovata validità.