\\ Home page : Articolo : Stampa
DISAGI PER GLI STUDENTI PENDOLARI
di Redazione (pubblicato il 28/09/2013 alle  17:26:48, nella sezione CRONACA,  777 letture)

busLe scuole si sono riaperte e con esse ripartono le difficoltà degli studenti, specialmente per i pendolari o comunque per tutti quelli che sono costretti a far uso dei mezzi pubblici per il tragitto casa - scuola. Se poi si tratta di utilizzare corse interurbane da Augusta verso Siracusa, i ragazzi devono sopportare un’ora di viaggio in piedi per l’inadeguatezza del numero di autobus e con il caldo che ancora in questi giorni ci attanaglia non è impresa da poco. Tanto che spesso si viaggia con la bussola aperta. Di questi disagi i ragazzi si sfogano sui social network, con rabbia e giovanile disillusione. Sulla tratta Augusta-Siracusa, poiché sono tanti i giovani augustani che viaggiano per frequentare alcune scuole superiori che sono soltanto nel capoluogo di provincia, come l’Istituto Nautico o l’Alberghiero, si lamentano i maggiori disagi considerato anche il costo della corsa che, tra andata e ritorno, ammonta a ben sei euro e venti giornalieri.

Sempre ad Augusta, paese che si è allargato a dismisura con la delocalizzazione delle unità abitative dal centro storico alla zona del Monte Tauro e oltre, i ragazzi usano abbondantemente i motorini con i conseguenti rischi per la loro incolumità e per il traffico urbano, e questo perché gli autobus sono pochi, spesso in ritardo, comunque inaffidabili per chi ha orari fissi, e non c’è neanche la mentalità dell’utilizzo dei “mezzi”, come dicono a Roma,che al Nord invece costituiscono una valida alternativa all’uso di veicoli privati.