\\ Home page : Articolo : Stampa
IL MOVIMENTO 5 STELLE DI SIRACUSA COLLABORERA’ CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER IL PAES
di Redazione (pubblicato il 27/09/2013 alle  17:57:35, nella sezione CRONACA,  931 letture)

ortisiMarco Ortisi (nella foto), in rappresentenza del Meetup 2.0, si è presentato lo scorso lunedì di fronte all'assessore Fabio Moschella, ufficializzando la sua disponibilità e quella dei privati cittadini che fanno parte del Meetup 2.0 (ciascuno mettendo a disposizione in modo gratuito le proprie competenze professionali) a collaborare alla pianificazione e stesura del Piano d'Azione per le energie sostenibili (PAES) che è il principale documento che deve essere prodotto a seguito della firma del Patto dei Sindaci ed indica quali interventi l'amministrazione comunale siracusana intende compiere per raggiungere, entro il 2020, l'obiettivo della riduzione di almeno il 20% delle emissione di anidride carbonica nell'atmosfera. Il Comune di Siracusa ha siglato il patto dei sindaci nel febbraio del 2013. Entro 1 anno dalla sua firma è però necessario presentare il PAES, pena l'inserimento di Siracusa nella “lista nera” delle città inadempienti, aspetto che potrebbe avere pensati ripercussioni anche sull'entità dei prestiti e dei finanziamenti erogati.

 "C'erano tante aree in cui potevamo attivarci" - ha dichiarato Ortisi - "ma questa indubbiamente era una di quelle a maggiore priorità, considerata l'impellenza della scadenza e gli impatti positivi, anche in termini di liquidità di cassa, che la presentazione del PAES potrebbe avere sulla nostra comunità".

Il Meetup 2.0 ritiene infatti che il Patto dei sindaci rappresenti uno strumento importante che, se ben applicato, potrebbe contribuire a dare respiro all'economia locale, in particolare alle aziende che ruotano attorno al comparto delle rinnovabili. L'assessore Moschella nell'incontro di lunedì scorso si è dimostrato sensibile alla tematica ed interessato ad evitare che Siracusa finisca nella lista nera dell'Unione Europea. I funzionari comunali presenti all'incontro hanno dimostrato altrettanto interesse, mettendo sul tavolo una serie di dati ed informazioni sui consumi energetici degli edifici comunali raccolti nei mesi passati, dati che saranno di grande utilità ai fini della redazione del PAES. A loro spetterà stilare nel breve termine un piano di lavoro che dovrà dettare i tempi delle attività necessarie da svolgere.