\\ Home page : Articolo : Stampa
ANCHE AUGUSTA ESCLUSA DAI BENEFICI DELLE ZONE FRANCHE URBANE
di Redazione (pubblicato il 25/08/2013 alle  13:07:48, nella sezione CRONACA,  1154 letture)

zona franca - augustaLe tre commissioni regionali per il riordino sono state formate senza la presenza di un solo professionista o di un politico della provincia di Siracusa. Su 70 componenti neanche un siracusano, né sindaci o deputati siracusani hanno lamentato questo stato di fatto, questa dimenticanza della Regione. Ora si scopre che dalle Zone Franche Urbane vedono esclusi tutti i comuni della provincia di Siracusa. Così, mentre da settembre saranno pronti i bandi e le aziende potranno presentare le richieste per accedere ai benefici previsti per le aree ZFU, si apprende che dei 14 Comuni inseriti, nessuno appartiene alla Provincia di Siracusa. Unica denuncia, seppure a cose fatte, quella dell’On. Vincenzo Vinciullo, che ha dichiarato in una interrogazione al Parlamento siciliano:

“Quest’importante opportunità per alleviare il peso della crisi economica vede, ancora una volta, il perpetrarsi di una insopportabile disparità di trattamento, a danno sempre della Provincia di Siracusa. Nelle aree ZFU le Aziende possono beneficiare di contributi fino a 200 mila euro. Sono ammessi alle agevolazioni i soggetti che abbiano un ufficio o un locale destinato all’attività anche amministrativa e, per quelli che svolgono attività non sedentaria, vi è l’obbligo d’impiegare almeno un dipendente nel locale, oppure realizzare almeno il 25% del volume di affari all’interno della ZFU”.

Nell’interrogazione, viene richiesto al Presidente della Regione di adottare seri provvedimenti per stabilire una più equa distribuzione delle ZFU ed evitare questa disparità di trattamento a danno sempre della Provincia di Siracusa. Questa notizia ha scosso fortemente gli augustani perché ritenevano sacrosanto avere qualche vantaggio a fronte del vivere in una zona ad alto rischio ambientale, in perpetua crisi, con un alto tasso di disoccupazione, un consiglio comunale sciolto per mafia ed un comune con 62 milioni di debiti che ricadono tutti sui cittadini. Si chiede Mimmo Di Franco, autorevole esponente della società civile augustana: “Perché non potere usufruire di queste agevolazioni? Qual’é il motivo? La mancanza di una formale richiesta da parte del Comune di essere inseriti nelle ZFU oppure la mancanza di requisiti da parte del nostro territorio?”