\\ Home page : Articolo : Stampa
L’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CATANIA, MODELLO DI ALTA FORMAZIONE
di Redazione (pubblicato il 15/06/2013 alle  12:49:37, nella sezione CULTURA,  1408 letture)

Convegno accademiaIl nuovo anno accademico dell’Accademia di Belle Arti di Catania sarà inaugurato con la presentazione del volume “Patrimoni da svelare per le arti del futuro” (Gangemi editore), prima ricognizione all’interno dei patrimoni delle accademie italiane, voluta dal Ministero dell’Università. Lo dichiara Virgilio Piccari, direttore dell’accademia catanese in margine al convegno nazionale omonimo.

“In questo modo l’accademia etnea avrà la possibilità di mostrare al sistema dell’arte italiano il proprio modello di produzione culturale e di relazione con il territorio” - ha continuato il direttore Piccari.

Negli ultimi anni, infatti, l’Accademia di Belle Arti di Catania si è distinta per essere il maggior ente di produzione della Sicilia orientale nell’ambito delle arti contemporanee e del design estendendo la sua influenza ben oltre i limiti cittadini.

“L’apertura ufficiale della GAD, Galleria di Arti Contemporanee e Design, parallela alla presentazione del volume sui patrimoni, permetterà di evidenziare l’eccellenza dell’esempio etneo, mostrando ulteriormente che le accademie costituiscono un modello di alta formazione, equipollente per legge a quello universitario, ma sotto certi aspetti autonomo e originale per metodologie didattiche e specificità culturale” - ha concluso Ambra Stazzone, storica dell’arte, che con i colleghi Carmelo Nicosia, fotografo, e Gianpiero Vincenzo, sociologo, fa parte della Commissione per il FAC Fondo Arti Contemporanee di Catania.