\\ Home page : Articolo : Stampa
RITARDI NELLA FIRMA DEI PROGETTI FINANZIATI DALLA REGIONE
di Redazione (pubblicato il 27/02/2013 alle  19:44:18, nella sezione CRONACA,  753 letture)

LA MATTINAEsiste sulla carta una Coalizione 12 PIST-PISU (Piani integrati di sviluppo territoriale - Progetti integrati di sviluppo urbano), che vede assieme i Comuni di Augusta, Melilli, Priolo, Floridia, Solarino, Sortino, Ferla, Cassaro, Buccheri, Buscemi, Palazzolo Acreide, Canicattini Bagni, Lentini, Carlentini, Francofonte, i quali hanno avuto finanziato dalla Regione un progetto di 4,5 milioni di euro per la realizzazione di un “Sistema Integrato per i servizi e gli interventi domiciliari nelle terre di Thapsos Megara Hyblon Tukles”. Il progetto è stato sottoscritto anche dall’ASP di Siracusa e riguarda l’assistenza domiciliare ad anziani, disabili, minori, pazienti affetti da malattie cronico-degenerative non autosufficienti e soggetti affetti da malattie oncologiche. Un servizio all’avanguardia, che potrebbe ridurre i costi della Sanità, garantendo efficienza e non allontanando l’ammalato dagli affetti familiari. Per procedere oltre bisogna firmare una Convenzione tra la Regione, il Comune di Canicattini Bagni, quale coordinatore del progetto e il Comune capofila, che è quello di Augusta. Ma pare che il Comune di Augusta, nonostante le sollecitazioni e gli incontri con il Commissario Antonio La Mattina (nella foto), non abbia ancora firmato rischiando così di vanificare o quantomeno ritardare la realizzazione del progetto. Il disinteresse da parte del Commissario La Mattina è visto dai sindaci degli altri comuni coinvolti come una penalizzazione per l’intero territorio della Coalizione. D’altra parte si tratterebbe di perdere 3,5 milioni di euro per i servizi nei vari Comuni e un milione di euro per l’acquisto di attrezzature all’avanguardia per l’attivazione e il potenziamento di tre Centri Oncologici nei comuni di Augusta, Canicattini Bagni e Francofonte, e per il trasporto dei pazienti, oltre che l’attivazione del servizio socio-assistenziale domiciliare in ciascun Distretto ad integrazione dell’ADI attivata da parte dell’Asp per soggetti affetti da malattie oncologiche, l’attivazione del servizio di accompagnamento e trasporto per visite specialistiche e l’attivazione del servizio di consegna a domicilio di prodotti medici. Ma i cittadini di Augusta sanno di questo colpevole ritardo del Commissario La Mattina che potrebbe danneggiare tutto il comprensorio e soprattutto Augusta, comune per il quale il progetto prevede una spesa di ben 600 mila euro? Eppure per altre cose (vedi applicazione aumenti Tarsu e strisce blu) si procede rapidi e diretti senza guardare in faccia nessuno.