\\ Home page : Articolo : Stampa
SOTTO IL SEGNO DEL LEONE
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 22/07/2012 alle  15:07:40, nella sezione ASTROLOGIA,  1221 letture)

Dal 23 luglio si entra nel segno del Leone, segno di fuoco, maschile, domicilio del Sole, che simboleggia il re, il capo, colui che comanda e dirige, e coincide in natura con la piena estate, periodo della maturità e del compimento. Il suo metallo è l'oro, la sua pietra preziosa il diamante, il suo colore il giallo-arancione, il suo giorno la domenica. Il nato sotto questo segno ha carattere estroverso, concreto, amante della sintesi, dinamico ed ambizioso. È, infatti, attratto dalle imprese in grado di portargli fama e onori, di farlo primeggiare sugli altri, di appagare il suo desiderio di lusso e ostentazione.

Il Leone vuole raggiungere mete importanti, ama "volare alto" e perciò cura il suo aspetto e le sue relazioni sociali, veste elegantemente e spende molto, apprezza la buona tavola e i vini eccellenti, facendosi vedere in giro con gente che conta, frequentando la compagnia di personalità influenti, in grado di promuovere socialmente la sua figura. Sa essere generoso, ma cala dall'alto la sua benevolenza, prevalendo in lui i tratti autoritari, se non addirittura dispotici. E' solido e sicuro di se, ma odia essere ferito nel suo amor proprio, non dà all'amicizia un significato molto profondo, anche se apparentemente si mostra socievole e bonario. Di conseguenza la sua vita affettiva è spesso povera: si fa affascinare dagli aspetti esteriori, la bellezza, l'eleganza, la ricchezza, in quanto è per lui essenziale che il partner gli faccia fare bella figura. Vanitoso, si compiace delle lusinghe che riceve, per cui si accompagna spesso a mediocri adulatori; è, insomma, un arrivista che non ha remore nel calpestare chicchessia pur di raggiungere le mete che si è prefisso. Così avviene che, soprattutto nella competitiva società attuale, troviamo molti nati sotto il segno del Leone favoriti nell'ascesa a ruoli apicali, divenendo presidenti di importanti aziende pubbliche e private, primari medici, uomini politici e leaders di partiti. Le patologie di cui soffre il nato sotto questo segno hanno tutte a che fare col cuore e con la circolazione sanguigna, prevalendo quindi i casi di cardiopatie ischemiche, di ipertensioni,di aterosclerosi, di ictus cerebrali.

Il Leone realizza un'unione positiva con l'ARIETE, mediante uno sforzo comune di intelligente compensazione tra i difetti e i pregi dei due segni di fuoco, col CANCRO, affascinato dalla sua personalità esuberante, con la BILANCIA, segno fedele e gregario che si adatta a collaborare alla sua ambiziosa scalata sociale, col SAGITTARIO, se nel Leone la generosità riesce a prevalere sull'egoismo, col PESCI, se il Leone reprime il suo carattere collerico, col SUO STESSO SEGNO, se uno dei due accetta di far propri i progetti dell'altro. Grandi difficoltà il Leone incontra nei rapporti con il TORO, perché col suo forte temperamento contrasta la sua sete di dominio, con il GEMELLI, troppo superficiale nei sentimenti quanto e più del Leone, con la VERGINE, chiusa in se stessa e scarsamente comunicativa, con lo SCORPIONE, diffidente e assai poco disposto ad assecondare i voleri del Leone, col CAPRICORNO, che ha carattere schietto e sincero e certo non incline ad adulare, e con l'ACQUARIO, tipo indipendente che non accetta alcuna forma di sottomissione.