\\ Home page : Articolo : Stampa
AUGUSTA RECUPERERA’ IL SUO MARE
di Redazione (pubblicato il 08/07/2012 alle  20:56:26, nella sezione CRONACA,  1005 letture)

Il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha recentemente deliberato la concessione di quasi 51 milioni e mezzo di euro per la realizzazione dell’impianto fognario di Augusta, il che oltre ad essere un eccellente strumento per realizzare un fondamentale infrastruttura di cui il paese è da sempre carente, può anche rappresentare un’importante boccata di ossigeno per l'economia e l'occupazione in questi momenti di crisi, mediante i cantieri di opere pubbliche che potranno essere messi in opera a breve. Questa delibera viene fuori da una serie di battaglie e pressioni fatte dall’on. Pippo Gianni che se ne intesta la paternità e dall’on. Stefania Prestigiacomo, quando era Ministro dell'Ambiente. Le risorse veicolate dal provvedimento sub Augusta possono aiutare il paese che versa in una situazione incresciosa che si protrae da molti anni legata all'inquinamento del mare antistante la rada di Augusta fino a tutta la costa di Agnone Bagni, rendendo tutto il tratto costiero fuori dai parametri della balneabilità a causa del versamento in mare delle acque reflue. In questo modo Augusta potrà ambire ad essere anche città turistica, prospettiva di cui si ricomincia a parlare dopo gli ultimi annunci della realizzazione di un porto turistico, ma che abbisogna innanzitutto di cominciare a recuperare un mare vivibile e fruibile. Adesso gli enti locali facciano il proprio ruolo, accelerino al massimo le procedure burocratiche e facciano si che in tempi rapidi si arrivi alle gare d'appalto e alla consegna dei lavori.