\\ Home page : Articolo : Stampa
GRANDE ESERCITAZIONE AD AUGUSTA PER IL RISCHIO SISMICO
di Redazione (pubblicato il 28/06/2012 alle  21:40:33, nella sezione CRONACA,  1724 letture)

Venerdì 29 giugno, sabato 30 e domenica 1 luglio si svolgerà ad Augusta una grande esercitazione che impegnerà 650 volontari provenienti da tutta la Sicilia per simulare un’emergenza da rischio sismico. Questo annuncio, in concomitanza con le scosse che sono state registrate in queste ultime notti con epicentro l’altopiano ibleo tra Avola, Noto e Canicattini Bagni hanno fatto preoccupare la popolazione, che ha sospettato fosse prevista una calamità imminente. Ma questa esercitazione, come ha spiegato l'assessore alla Protezione civile Calogero Geraci, anche se arriva ora in un momento particolare, era già prevista dallo scorso mese di gennaio e servirà a testare il grado di preparazione dei gruppi di volontari che potranno intervenire in caso di calamità naturale, considerato che la nostra è una zona sismica.

L'esercitazione è organizzata dal Comune di Augusta e dalla Misericordia guidata dal suo governatore Salvatore Cannavà. Verrà montato un campo in piazza Unità d'Italia, ex campo container, dove saranno allestititi anche un ospedale ed una sala mensa. L'esercitazione è stata chiamata “San Domenico 2012” ed è rivolta a sperimentare la capacità dei volontari di agire nell'emergenza e di individuare uomini e mezzi in grado di mettersi in prima linea in caso di reale necessità, e di sperimentare altresì i tempi di intervento delle associazioni che operano in Sicilia dal momento dell’allerta al momento del raggiungimento dei luoghi colpiti dal sisma. Lo stato di emergenza cesserà alle 14 di domenica 1 luglio. Saranno coinvolti nella grande esercitazione i volontari della Protezione civile e della Misericordia, il gruppo volontari dei Carabinieri, la Guardia Costiera ausiliaria; gli Scout del gruppo Masci e una task force di psicologia d'emergenza.