\\ Home page : Articolo : Stampa
UN ALTRO DEPOSITO COSTIERO PROBABILMENTE PERICOLOSO NELLA RADA DI AUGUSTA
di Redazione (pubblicato il 27/06/2012 alle  15:52:20, nella sezione CRONACA,  1544 letture)

Sembra che la Società Decal Mediterraneo Srl abbia presentato alla Regione Siciliana un progetto per la realizzazione di un deposito costiero di oli minerali all'interno della rada di Augusta.

Da quanto risulta agli atti pubblicati sul sito del Comune di Augusta il Comitato Tecnico Regionale per la Sicilia ha già concesso il relativo nulla osta di fattibilità per la costruzione senza che la popolazione ne sia stata informata, nemmeno dai suoi amministratori; infatti, il comune di Augusta si è limitato a pubblicare la delibera del Comitato Tecnico di concessione del Nof sul suo sito istituzionale. Se realizzato, questo sarebbe l'ennesimo stabilimento a rischio d'incidente rilevante insistente su un territorio ad elevato rischio sismico.

Sulla rete il tam tam si è già scatenato perché quella del rischio industriale è una tematica sempre molto sentita da tutti i cittadini e dai giovani in particolare, associazioni ambientaliste in testa, che rilevano anche lo scarso livello di sicurezza delle industrie del petrolchimico ancora presenti e in stato di vetustà.

La Decal Mediterraneo srl realizza depositi costieri che vengono utilizzati da S.I.M.P. S.p.A. (Società Importazione Materie Prime), che si occupa della commercializzazione del metanolo (alcool metilico) e importa il metanolo da diversi Paesi produttori. Utilizza come base distributiva cinque differenti depositi costieri italiani (tra i quali Decal di Porto Marghera) essenziali per garantire una costante disponibilità di prodotto e una elevata flessibilità logistica che permette di coprire tutto il territorio nazionale. Nata per soddisfare le esigenze del mercato italiano, nel corso degli anni la Società ha ampliato la sua rete distributiva proponendosi come fornitore anche in paesi limitrofi quali Slovenia, Croazia, Austria e Svizzera. Un altro importante deposito costiero Decal è quello di Huelva, in Spagna mediante il quale la società intende proporsi come distributore anche sul mercato iberico. Il metanolo, che potrebbe essere stoccato nei depositi di Augusta in progetto, è un veleno mortale. Alcuni ricorderanno che il metanolo causò in Italia la morte e la cecità di molti consumatori di vino qualche anno fa.. Una valutazione dell'EPA (Enviromental Protection Agency - Agenzia per la protezione ambientale - USA) sul metanolo dichiara che il metanolo "viene considerato un veleno ad accumulo, grazie al bassissimo tasso di escrezione una volta assorbito. Nel corpo, il metanolo viene ossidato in formaldeide ed in acido formico; entrambi questi metaboliti sono tossici”.