\\ Home page : Articolo : Stampa
METAMORFOSI AL CONVENTO DEL RITIRO
di Redazione (pubblicato il 25/06/2012 alle  14:34:15, nella sezione ARTE,  1244 letture)

L’ex Convento del Ritiro di Via Mirabella a Siracusa ha ospitato sabato 23 giugno l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea “Metamorfosi delle anime luminescenti” presentata da Paolo Giansiracusa che vede esposte opere delle artiste Dalila Lionti e Iolanda Vecchio. Due giovani donne, due pittrici dalla profonda conoscenza tecnica acquisita negli anni universitari, all'Accademia di Belle Arti "Rosario Gagliardi" di Siracusa, due creature da tempo impegnate nel campo dell'emancipazione sociale della donna. Al centro della loro ricerca pittorica c'è la donna in tutte le sue sfaccettature, la donna difficile che lotta con tutte le proprie forze per essere madre e figlia, sorella e amica. “Attraverso evanescenze cromatiche e luminescenze tonali – scrive Giansiracusa nella presentazione in catalogo - i volti si incastrano in un mosaico contemporaneo, tessuto in maniera fitta e continua dagli sguardi decisi. Non c'è titubanza nel gesto, non c'è incertezza nell'espressione. Tutto si afferma con contegno, senza esasperazioni ideologiche ma con una tenerezza del fare che ricorda le carezze materne”. Durante l’inaugurazione si è svolta una performance di Sara Petrolito dal titolo “Entelechia”, un movimento tra danza e mimo significante l’anima che prende forma e consapevolezza di se, performance supportata da una interpretazione teatrale del bravissimo attore Eugenio Maria Santovito (foto). La performance che ha aperto il vernissage vedrà la sua ideale continuazione durante il finissage del 17 luglio. Fino a tale data la mostra resterà aperta al pubblico.