\\ Home page : Articolo : Stampa
PITTURE NON CONFORMI DI ROSAMARIA CRUPI
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 25/06/2012 alle  10:04:27, nella sezione ARTE,  1112 letture)

Sabato 23 giugno il prof. Luigi Amato ha presentato la mostra "Pitture non conformi" dell’artista messinese Rosamaria Crupi. Rosamaria Crupi è una delle artiste più interessanti del panorama pittorico degli ultimi anni. Allieva di Delfo Tinnirello si distingue per un mix formidabile di astrazioni e figure inconsuete e sognanti fuori da ogni schema e da ogni catalogazione. Fautrice di un impegno sociale non-conforme nell'arte e nella vita è un raro esempio di pittura militante negli anni della globalizzazione. Diplomatasi all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria oggi, insieme ad altri giovani artisti, gestisce uno spazio espositivo chiamato Gradivaarte in Piazza del Popolo a Messina, dove tiene anche corsi di disegno e pittura. Affascinata dall’esoterismo e dalle filosofie orientali, la Crupi realizza grandi tele graffianti in cui le forme paiono sottendere ad un concetto di infinito pieno di significati, da quelli universali a quelli più vicini alle corde dell’anima della pittrice che partecipa con sofferenza, ma anche con gioia, alle vibrazioni del mondo che la circonda, in un interminabile viaggio dell’arte che è paragonabile solo all’intrinseco viaggio alla scoperta di se stessi. Non è vana la ricerca che si avvale del sentimento, ma anche dei meccanismi del pensiero razionale, il Logos, per entrare nel corpo indistinto del reale e frantumare le barriere dell’ignoto, svelando i segreti dell’io che si relaziona col mondo. Non è una vana ricerca a condizione che si presti orecchio al fruscio della vita, che non si smetta di percepire i ritmi del giorno e della notte, che si guardi a tutto quello che avviene con animo limpido, che non si rinunci ad assaporare ogni goccia dell’esistenza, che si esplori ogni territorio del visibile e dell’invisibile. Ed è quello che Rosamaria Crupi fa ogni qual volta di pone davanti ad una tela bianca da riempire con i colori e le forme dettate dalla sua fantasia, guidata al fare creativo dalla passione e dall’amore per l’arte.