\\ Home page : Articolo : Stampa
SOTTO IL SEGNO DEL CANCRO
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 22/06/2012 alle  21:39:37, nella sezione ASTROLOGIA,  1037 letture)

Dal 22 giugno e fino al 22 luglio siamo passati sotto il segno del Cancro. Il Cancro è un segno d'acqua, femminile, domicilio della Luna. E' il simbolo della gestazione, della maturazione del germe fecondato, rappresentato in natura dal periodo della fruttificazione. Il suo metallo è l'argento, la sua pietra preziosa la perla, il suo colore il bianco, il suo giorno il lunedì. E' un segno dalle caratteristiche complesse che spesso nasconde la sua fondamentale insicurezza sotto uno scudo impenetrabile di apparente aggressività. E' inquieto, istintivo, fragile, vulnerabile, dotato di enorme sensibilità che spesso può divenire sensitività. E' perennemente al centro di un conflitto che lo tormenta, sottoposto al flusso e riflusso di forze irrazionali ed emozionali, cui a volte si abbandona, che altre volte rifiuta per paura di soffrire. E' preda dei sentimenti, quelli positivi dell’amore, dell'istinto materno e paterno, degli affetti più cari, quelli negativi dell'ira, dell'orgoglio, della suscettibilità, con una massiccia dose di ipersensibilità che lo rende spesso scomodo per chi gli sta accanto, dovendo il Cancro essere continuamente rassicurato in modo tangibile sulla solidità dei sentimenti altrui. Così accade che i suoi amici non siano molti e che i rapporti sentimentali si deteriorino presto, complici in ciò il carattere capriccioso e un certo attaccamento alle cose concrete e materiali. E' però sempre mosso da sentimenti positivi, ama la propria casa, che considera un porto sicuro in cui rifugiarsi, e la morbidezza delle comodità avvolgenti, alle quali si abbandona per trovare riposo e nutrire le sue fantasticherie, a volte sconfinando nella pigrizia e nella sciatteria. Manca di combattività, ma la sua attività mentale è intensa. Sa essere, in qualche caso, tenace fino all'ostinazione. Sentimentale com'è ha un gran bisogno di ricevere amore, inteso quale rassicurazione ai propri timori, pronto però a darne generosamente ai figli e al proprio partner, che riesce a stimolare con la sua dolce sensualità. Essendo fantasioso può riuscire un buon scrittore, un archeologo, un antiquario o un valente uomo di mare. Lavora meglio in ambienti non troppo dispersivi, laddove è possibile un contatto più diretto tra colleghi e dove può sentirsi stimato ed apprezzato dai suoi superiori. Il segno del Cancro ha analogia col petto, con l'apparato digerente e il sistema linfatico, per cui le patologie più frequenti riguardano dispepsie, indigestioni, dilatazioni di stomaco, disturbi linfatici, stati d'ansia e di nervosismo, gastriti ed ulcere.

Il Cancro realizza unioni positive con il TORO, perché l'energia creativa di questi compensa la poca combattività del Cancro, con il GEMELLI, di cui il Cancro apprezza il dinamismo, con il LEONE, per la sua personalità esuberante e calorosa, con lo SCORPIONE, passionale e protettivo, col CAPRICORNO, segno fatale per il Cancro che in lui trova un solido appoggio, con il PESCI, del quale apprezza la natura generosa e materna, col SUO STESSO SEGNO, se tra loro riescono a trovare un giusto equilibrio tra il dare e il ricevere. Negativo, invece, il rapporto con l'ARIETE, troppo rude per la delicatezza cancerina, con la VERGINE, diffidente e asociale, con la BILANCIA, per la comune ipersensibilità che innervosisce entrambi, col SAGITTARIO, irrequieto ed infedele, con l'ACQUARIO, indipendente ed egoista.