\\ Home page : Articolo : Stampa
IL COMUNE DI SIRACUSA SI SCHIERI CONTRO L’ACQUISTO DEI CACCIABOMBARDIERI
di Redazione (pubblicato il 22/05/2012 alle  16:25:40, nella sezione CRONACA,  919 letture)

Salvo Sorbello, assessore alle politiche sociali e alla famiglia del Comune di Siracusa, ritiene che anche il Comune di Siracusa debba aderire alla campagna nazionale "Taglia le ali alle armi" contro l'acquisto di 90 cacciabombardieri F-35, che costeranno circa 10 miliardi di euro, e chiedere al Governo di utilizzare le risorse risparmiate per sostenere le Amministrazioni comunali che hanno subito decurtazioni di budget tanto da sacrificare i servizi nel settore sociale, mancando i fondi per sostenere i soggetti più fragili: bambini, anziani, persone disabili, nuovi poveri e famiglie numerose. Sono tanti infatti gli Enti Locali hanno deciso, in un periodo di gravissima crisi per la mancanza di risorse, di esercitare pressioni sul Governo affinché accetti di rivedere l’acquisto dei costosissimi aerei e devolva le ingenti somme deliberate per finanziare anche incentivi alle imprese al fine di creare nuova occupazione, e per migliorare il sistema di sostegno alle persone con disabilità e alle loro famiglie, oltre che alle ristrutturazioni per rendere antisismici gli edifici scolastici e per abbattere le barriere architettoniche. “È importante – sostiene l’assessore Sorbello - che il Comune di Siracusa si esprima in maniera chiara a favore di investimenti che migliorano la vita delle persone, evitando scelte che appaiono ancora più incomprensibili di fronte ad un disagio sociale che rischia di diventare incontrollabile”.