\\ Home page : Articolo : Stampa
SOTTO IL SEGNO DEI PESCI
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 16/02/2012 alle  14:46:11, nella sezione ASTROLOGIA,  1701 letture)

Dal 19 febbraio al 20 marzo impera il segno dei Pesci, un segno d'acqua, femminile, domicilio dei pianeti Giove e Nettuno, simbolo di misticismo e devozione. Coincide in natura con il mare, calmo e misterioso, ma capace di agitarsi improvvisamente, di increspare le sue onde senza alcun preavviso. Il suo metallo è il palladio, simile al platino, la sua pietra lo zaffiro, il suo colore il blu, il suo giorno il giovedì. E' di carattere emotivo e sensibile, fondamentalmente timido, abitudinario, influenzabile, sognatore. Appare buono e tollerante, ma ciò nasconde solo un certo timore nell'affrontare gli altri e la vita, è orgoglioso e non sopporta contrarietà, ama rifugiarsi nel sogno, spesso irrazionale vive più di impressioni che di realtà. Il suo grande desiderio di piacere, di essere gradito, lo porta ad adottare comportamenti generosi, altruisti, ospitali, per cui ha buoni rapporti sociali, anche se, a volte, quella stessa voglia di essere accettato così com'è provoca atteggiamenti ossessivi e stancanti che nuocciono alle sue amicizie. In amore il Pesci si realizza perché è capace di grande dedizione, però anche qui la sua eccessiva sensibilità può rendere asfittico il rapporto e la sua insicurezza può richiedere troppe e continue prove d'amore, per quanto si contenti di manifestazioni superficiali o formali. L’importante è non farsi prendere dalla collera o dal nervosismo (che il Pesci ha il dono di saper provocare), perché nulla lo impressiona quanto l'essere trattato in modo brusco e iroso. Può realizzarsi come medico o infermiere, ma soprattutto, in campo artistico, come poeta, scrittore, pittore o musicista. Questo segno è in analogia con i piedi e col sistema linfatico, per cui soffre spesso di patologie legate a questi organi, ma, in generale, gode buona salute e vive a lungo. Il Pesci instaura buoni rapporti con l'ARIETE, se questi modera i suoi modi sbrigativi e rudi, con il TORO, del quale accetta di buon grado l'esuberanza, con il GEMELLI, se quest'ultimo riesce a comunicargli la propria dinamicità, con il CANCRO, al quale può dare appoggio e rassicurazione, con il LEONE, il cui carattere risulta positivo per il Pesci in quanto compensa le sue manchevolezze, con il CAPRICORNO, col quale ha molte affinità e sul quale può esercitare un benefico influsso. Difficili i rapporti con la VERGINE, troppo razionale e poco affettuosa per il timido Pesci, con la BILANCIA, malgrado una certa attrazione reciproca, con lo SCORPIONE, la cui aggressività scontrosa può ferire il sensibile Pesci, con il SAGITTARIO, troppo irrequieto ed incostante per sopportare gli abitudinari schemi mentali del Pesci, con l'ACQUARIO, perché l'eccessiva emotività del Pesci lo innervosisce, con il SUO STESSO SEGNO, perché il loro rapporto è reso precario dalla comune instabilità del carattere.