\\ Home page : Articolo : Stampa
GENNAIO, SOTTO IL SEGNO DEL CAPRICORNO
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 06/01/2012 alle  17:49:50, nella sezione ASTROLOGIA,  1310 letture)

Fino al 21 gennaio ci troviamo sotto il segno del Capricorno, un segno di terra, domicilio del pianeta Saturno, che simboleggia la senilità e l'ascesi e coincide in natura con il freddo inverno, con la cristallizzazione, col letargo. Il suo metallo è il piombo, la sua pietra l'onice, il suo colore il nero, il suo giorno il sabato. Il nato sotto questo segno è inquieto, pessimista, dubbioso sulle proprie capacità, chiuso nel suo mondo enigmatico, riflessivo, egli da, fin da ragazzo, l'impressione di essere troppo maturo, perfino "vecchio". Rigoroso, duro, spartano, il Capricorno non riesce subito simpatico: è economo e può essere preso per avaro, è perennemente scontento di sé e degli altri per cui non pare un compagno piacevole, ama, per giunta, la solitudine e difende a spada tratta l'invalicabilità dei suoi spazi privati. E' portato allo studio, all'arricchimento del proprio bagaglio culturale e alle discipline rigorose che possono accrescere la sua ricchezza interiore. E' uno spirito critico, analizza spietatamente i fatti alla fredda luce della razionalità, per cui spesso non viene creduto perché dice cose spiacevoli, ma i fatti gli danno sempre ragione. Ha pochi amici, ma quei pochi durano a lungo. In campo sentimentale non è esuberante né passionale: i suoi affetti sono però profondi e costanti. Spesso è sfortunato in amore, ma il suo matrimonio è quasi sempre soddisfacente e solido, essendo egli disposto a sacrificarsi pur di mantenere la pace e la tranquillità del suo menage coniugale. Organizza tutto con minuzia che, a volte, diventa nevrosi ed è quindi portato a lavori di ricerca, di classificazione, di archivio. Può essere un bibliotecario o un direttore di musei o, più modestamente, un buon segretario e un efficiente collaboratore. E', comunque, un gran lavoratore, anche se di rado viene adeguatamente valorizzato perchè non accetta compromessi, non riesce ad adulare e non si adatta facilmente ai cambiamenti. Per quanto riguarda la salute la sua patologia riguarda la struttura ossea e le articolazioni delle ginocchia. Soffre, quindi, di dolori reumatici ed artrosici, di sciatalgie, soprattutto cervicali, di malattie da raffreddamento e di fastidiose nevralgie. Nel 2012 i capricorno nati nella prima decade avranno un inizio anno ricco, con un momento di stasi a fine marzo. Si riprenderanno dopo l’estate con grandi novità in campo professionale, nel quale mieteranno successi. Per i nati nella seconda decade il 2012 sarà un anno di rivincite. Si ricorderanno di chi si è comportato male e di chi si comportato bene. La memoria del Capricorno è ottima e i suoi giudizi densi di saggezza. Sapranno restituire ciò che hanno ricevuto. Un anno di gloria. I Capricorno nati nella terza decade avranno la presenza di Giove in trigono, quindi buona sorte, ma anche la quadratura di Saturno, il che comporterà qualche difficoltà nel lavoro.