\\ Home page : Articolo : Stampa
PISCINA COMUNALE: IL PARERE DELL’ASSESSORE MADONIA
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 30/12/2011 alle  10:09:37, nella sezione CRONACA,  1195 letture)

Sulla problematica della piscina comunale, che sta appassionando i cittadini augustani, tra i pro e i contro, per la quale ricordiamo è stato votato e approvato dal consiglio comunale il progetto di ristrutturazione, registriamo una dichiarazione di Salvo Madonia, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Augusta. “Vorrei chiarire – dice l’assessore - che la storica piscina di Augusta la cui ristrutturazione avverrà prima dell’estate 2012, presenta una serie di punti di forza. Una sorta di settebello di motivazioni, per rimanere in tema di pallanuoto. Intanto si tratta di una piscina con scopo ricreativo fruibile a tutti (giovani, meno giovani e diversamente abili) che potranno riavere, in tempi brevissimi, una struttura sportiva pubblica nell'attesa della realizzazione di una moderna cittadella sportiva. Potrà essere fruita anche dai diversamente abili, che potranno accedervi autonomamente sino a raggiungere lo spogliatoio allocato sotto la tribuna e contestualmente raggiungere autonomamente la nuova vasca a bordo sfioro. La ristrutturazione-costruzione della vecchia piscina prevede una riduzione delle sue originarie misure per le nuove norme di omologazione CONI, che prevedono superfici a bordo vasca adeguate. La dotazione di nuovi impianti tecnologici permetterà di abbattere i costi di gestione del 70%. Naturalmente ciò non pregiudica la realizzazione della piscina sportiva all’interno della cittadella sportiva, che tutti quanti ci auspichiamo di avere, in questo caso l’attuale struttura diventerà un impianto di quartiere facilmente gestibile, sfruttato dai residenti del centro storico, dai bambini e dai diversamente abili. Infatti la possibilità di posteggiare ai giardini pubblici e l’utilizzo del sottopassaggio, che verrà ripristinato dopo l’allargamento della strada, ne faciliterà l’accesso. Soli così potremo iniziare a rivalutare il centro storico progressivamente ristrutturato. Pur riconoscendo i limiti di una vasca non idonea ad ospitare campionati di serie A – conclude Salvo Madonia - questa renderà possibili gli allenamenti, senza doversi spostare fuori sede se non per l’espletamento della gara, nelle more della realizzazione della vasca ufficiale all’interno della cittadella sportiva sulla quale si sta lavorando per la nuova destinazione d’uso dell’area individuata. Infine, fatto non meno importante, abbiamo previsto che l’allargamento della strada di accesso alla città dal viadotto Federico di Svevia deve essere contestuale alla ristrutturazione della piscina”.