\\ Home page : Articolo : Stampa
PREOCCUPANTE INCIDENTE NELL’AREA INDUSTRIALE DI AUGUSTA
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 20/12/2011 alle  17:46:25, nella sezione CRONACA,  944 letture)

Un’inquietante nuvola di fumo, proveniente dal Petrolchimico di Priolo, era visibile su Augusta tra le 10 e le 11 di questa mattina. Colonne di fumo nero si sono levate in cielo e sono state spinte dal vento verso Siracusa a causa di un incidente avvenuto nell'impianto Isab Nord, dove una perdita di olio-combustibile ha provocato un'esplosione. Non risultano esserci stati feriti. Sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno lavorato circa un'ora per estinguere le fiamme che si erano sviluppate nell'area SG10. La dinamica della vicenda è poco chiara e in via cautelare nella mattinata il comune di Priolo aveva avvertito la cittadinanza di andare a prendere i bambini a scuola e restare in casa. Grande apprensione quindi tra le popolazioni dell'area industriale preoccupate per lo stato di vetustà degli impianti che hanno bisogno di maggiore manutenzione e che sono troppo spesso oggetto di incidenti che angosciano i residenti dei paesi del triangolo industriale. Il polo siracusano si conferma quindi sempre più come un'area da monitorare continuamente per fronteggiare l’eventualità di nuovi disastri. Il Sindaco di Priolo aveva emanato due anni fa un'ordinanza che imponeva alle aziende che operano all'interno del petrolchimico di comunicare subito l'avvenuto incidente in modo da poter tempestivamente prendere le giuste precauzioni. Le società avevano sfacciatamente impugnato davanti al TAR l'ordinanza, ma hanno perso il ricorso, pertanto tale obbligo permane. Questo ennesimo episodio fa riflettere sulla necessità di non indebolire le strutture ospedaliere locali, con particolare riguardo all’ospedale Muscatello di Augusta, visti i rischi di incidenti pericolosissimi negli impianti industriali, che si assommano al rischio sismico sempre presente in questo territorio.