\\ Home page : Articolo : Stampa
STUPIDISTAN DI STEFANO AMATO: PER LA SICILIA UN FUTURO TERRIBILE ED ECOINSOSTENIBILE
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 10/10/2020 alle  09:20:14, nella sezione LIBRI,  226 letture)
Un romanzo visionario questo "Stupidistan" di Stefano Amato che racconta una realtà futuribile e grottesca nel contesto di una Sicilia che ha esasperato nel tempo ogni difetto della sua popolazione, portando la società insulare a estreme conseguenze e a una rovinosa inversione di valori. Segnali che purtroppo troviamo già in fieri nella nostra quotidianità, dove tutto pare davvero evolversi verso un maligno futuro di degrado e di cattiveria. Ma, partendo da questa visione terribile, Stefano Amato sviluppa una narrazione scorrevole e intrigante cui ci appassioniamo e ci fa sorridere con una miriade di trovate e di affabulazioni linguistiche esilaranti. Un racconto che diverte, quindi, una lettura piacevole, scorrevole, ma che vuole anche farci riflettere e lancia un monito a tutti noi: di fermarci in tempo, di cambiare il corso delle cose, di modificare un modo di vivere e di pensare che può portarci davvero a realizzare quel mondo assurdo, incredibile, perfido che l'autore prefigura in questo "teatro dell'assurdo" che è Stupidistan, territorio della fantasia terribile, dominato dalla grassa ignoranza, dove non si leggono libri né si bada all'ambiente, ma si vive appiccicati al proprio "foldblet ", sorta di tablet avvolgibile, dando la stura a vizi e crapulaggini varie. La storia poi si snoda verso un finale consolatorio, l'autore si sforza di regalarci un ottimismo al quale forse non crede, difatti dopo le vicende contorte e appassionanti, le ultime pagine scorrono velocemente e, malgrado il lieto fine riservato alla protagonista, la dog sitter Patty E. Basta, lasciano l'amaro in bocca. Il libro è edito da Marcos Y Marcos con cui Stefano Amato aveva già pubblicato "Bastaddi", cover letteraria siciliana in salsa mafiosa del film "Bastardi senza gloria" di Quentin Tarantino.